Sei sulla pagina 1di 2

Share di Linda Hartley Fai lesercizio in un luogo confortevole e caldo, con spazio sufficiente intorno a te.

Inizia sdraiandoti per terra, sulla schiena. Chiudi gli occhi. Senti lo spazio intorno a te come risorsa: senti i punti di contatto del tuo corpo col pavimento, che sostiene il peso del tuo corpo e a sua volta sostenuto dalla terra. Immagina se vuoi, di essere sdraiato su dellerba o della sabbia tiepida. Permetti al tuo corpo di ammorbidirsi al contatto del suolo che ti sostiene. Senti il contatto dellaria sulla tua pelle e permetti a questa sensazione di aprire i pori della tua pelle, aumentandone la porosit. Ora osserva il movimento del tuo respiro fluire e defluire dal tuo corpo, connettendo lo spazio interno con lo spazio ambientale esterno. Accorgiti di come questo fluire muova il tuo corpo fluido, scorrendo attraverso tutto il corpo. Permetti a questo fluire di agire su ogni parte del corpo, nella cavit toracica, addominale, pelvica e nelle estremit, testa,braccia, gambe. Mentre la tua attenzione si muove attraverso ogni parte del tuo corpo, puoi forse incontrare posti dove questo fluire non avviene in maniera chiara e libera; non forzare la respirazione qui, ma osservali, prendendone nota semplicemente. Prendi coscienza del tuo corpo cellulare, composto di trilioni di piccole cellule. Ogni cellula differisce dalle altre, ma tutte hanno la stessa struttura: un nucleo al centro circondato dal liquido del citoplasma, che consiste per il 70/80 per cento di acqua e di molecole di vario genere, e di una membrana semipermeabile che avviluppa la cellula e che ne forma il confine fluido. Attraverso questa membrana tutte le cellule respirano, espandendosi e contraendosi in un pulsare di vita che anima lintero corpo. Mentre sei allascolto, la respirazione cellulare pu dare adito alla percezione di un pulsare sottile e vibrante, oppure ad un leggero pizzicare, o ad una sensazione di tiepido calore, o ad un sottile movimento ritmico ed ondulante in tutto il corpo: il tutto accompagnato forse da una sensazione di pace e silenzio. Rimani allascolto delle cellule che respirano, sentine il ritmo. La respirazione cellulare interna ha un ritmo suo particolare che non va confuso con il ritmo dellaria che fluisce e rifluisce dai polmoni, o con il ritmo cadenzato del battere del cuore, o il ritmo delle differenti maree interne. Permetti alla tua percezione di scender pi in profondit, e semplicemente mettiti allascolto. Invita le cellule di quei posti dove il fluire non era chiaro e facile, a respirare cellularmente, in maniera piena e facile. Percepisci il corpo come un tuttuno, animato da questa sottile pulsazione cellulare. Sii cosciente del fatto che il tuo corpo un'entit unica ed originale composta da trilioni di piccole cellule respiranti. Permetti ad ogni singola cellula di riposare,di rilasciare il proprio peso al sostegno della terra. pi un entrare in relazione intima con lambiente che solo sentirsi sostenuto Senti come le vibrazioni del suolo, della terra, accolgano le sottili vibrazioni ritmiche dell'attivit respiratoria delle tue cellule. Sentiti in sintonia con il Tutto, dentro ed intorno a te. Permetti allinconscio di animarti, allimmaginazione di guidarti. Non perdere il contatto con il suolo, la terra ed il continuo supporto che accoglie la comunit delle tue cellule, e le mette in relazione tra di loro e con il loro ambiente. Quando ti sembra opportuno girati su un lato lentamente e senti la differente connessione di ogni singola cellula con la terra. Rilassati ed abbandonati attivamente alle sensazione che ne derivano. Girati poi sul ventre. Senti come la rotondit della terra ti sostiene ed accoglie; abbraccia questa rotondit e fai lesperienza di accogliere e di essere accolto contemporaneamente. Permetti ora al

tuo corpo di iniziare qualsiasi piccolo movimento che abbia voglia di fare. Ascolta lintelligenza innata nel tuo corpo, che sa esattamente cosa il tuo corpo abbia bisogno, e permetti a lei di guidarti in unesplorazione di movimento e voce liberi. Senti il contatto della tua pelle con il suolo e laria, apri i tuoi occhi e riorientati nello spazio. Percepisci il suolo, le pareti, il soffitto dello spazio in cui ti trovi, gli oggetti e le persone dentro questo spazio come parte della tua esplorazione cellulare; senti come tu sostieni loro e loro sostengono te. Prenditi tutto il tempo necessario per eventualmente sederti od alzarti e cambiare posizione. Quando ti sembra di essere di nuovo pienamente presente nello spazio in cui ti trovi, finisci lesplorazione nella maniera per te pi appropriata, scambiando esperienze, disegnando o annotando sensazioni ed intuizioni. Da Wisdom of the body moving di Linda Hartley