Sei sulla pagina 1di 16

Tutti i numeri del piano di rientro

dell’ospedale di Sciacca
Tennis: inizia

Il silenzio
l’avventura in
settimanale di politica, commenti, idee, cultura serie A1

attorno a
anno X - n. 39 10 ottobre 2008 - € 1,50

Testone
Nicola Testone lascia Forza Italia e si dichiara
indipendente. Una decisione clamorosa ed
inattesa sintomatica del malessere che gli
azzurri vivono a Sciacca; e intanto Giuseppe
Bono scalda i motori.

Messina apre il cantiere…


L’onorevole presenta il bilancio dell’attività amministrativa svolta a
fianco del sindaco Turturici ma, in realtà, avvia la campagna elettorale

Iniziativa
in città per le prossime amministrative.

antimafia
Il PD e le
a Santa
mummie
Margherita
Tutto tace nel PD saccense, contribuendo
così a fare dell’opposizione un’anomalia
politica, tanto da bloccare le scelte sul polo
di centrodestra.
SOMMARIO
anno X - n. 39 - 10 ottobre 2008

• Elzeviro - Sciacca non è un paese per vecchi


di Calogero Parlapiano ...........................................................................................................................pag. 3

• Politica - Il PD e le mummie
tele radio sciacca di Gianmarco Aulino ...............................................................................................................................pag. 4

• Politica - Il silenzio attorno a Testone

ciac ca di Lillo Craparo .........................................................................................................................................pag. 5

S oi
o n
siam • Politica - Cosa abbiamo in ‘Comune’?
di Calogero Parlapiano ...........................................................................................................................pag. 6

in onda la domenica
alle 15.30, ed in replica: • Sanità - Tutti i numeri del piano di rientro
il martedì alle 22.30, di Giovanna Venezia ...............................................................................................................................pag. 8
il mercoledì alle 21.00
ed il venerdì alle 14.45
• Società - Alzare la testa
via Amendola, 15 - Sciacca (AG) di Simone Di Paola ..................................................................................................................................pag. 10
tel. 0925.25655 - fax 0925.21255
e-mail: info@teleradiosciacca.it
• Chi sale e chi scende .................................................................................................pag. 11

• Società - I tesori del nostro mare


di Calogero Parlapiano ...........................................................................................................................pag. 12

settimanale di politica,
commenti, idee, cultura • Lettere ............................................................................................................................................pag. 13
Reg. Trib. di Sciacca n. 1/99
del 3/11/1999
Iscrizione R.O.C. n. 7982
• Turismo - Turismo news
Redazione, pubblicità e abbonamenti: di Giacomo Glaviano ..............................................................................................................................pag. 14
Aulino Editore
via degli Olmi, 14 - 92019 Sciacca (AG)
tel. e fax 0925.85056 cell. 328.4793977
e-mail: info@controvoce.it • Sport - Inizia la favola
dalla redazione .........................................................................................................................................pag. 15
Direttore responsabile
Giusy Di Giovanna

Collaboratori
Lillo Craparo
Simone Di Paola
Giacomo Glaviano
Calogero Parlapiano
Giovanna Venezia

Impaginazione, grafica e stampa


Aulino Editore

Abbonamenti:
50 numeri € 60,00 - 25 numeri € 30,00

Per gli arretrati il doppio del prezzo di copertina.


Tutti i diritti riservati. Disegni ed articoli, anche se
non pubblicati, non verranno restituiti. Vietata la
riproduzione anche parziale di testi ed immagini.
Elzeviro di Calogero Parlapiano

Sciacca non è un
paese per i vecchi
Le persone che fanno parte della fascia più avanti con l’età si ritrovano
spesso a gironzolare per la città senza meta e senza appoggio alcuno;
praticamente ci ritroviamo ad avere una delle poche città con
quarantamila abitanti né a misura di giovane, né a misura di anziano.
tagliare qualsiasi spesa a danno delle ca-
tegorie economicamente più svantaggia-
te?
Una delle poche voci a sostegno di questa
grande fetta di cittadini risulta essere l’as-
sociazione “SOS Anziani” di cui si fa gran-
de promotore il presidente Vincenzo Truz-
zolino mentre la sarabanda dei politici de-
cide di ricordarsene solamente nel perio-
do delle elezioni dando atto, unicamente
in quel momento, della forza numerica e
propositiva di questa categoria.
Del resto che senso ha spendere tanti fi-
nanziamenti per andare a promuovere i
ualche mese fa è uscito nelle sale conosciamo bene le attuali condizioni di nostri prodotti in Giappone o in America

Q cinematografiche di tutto il mondo


un gran bel film diretto dai fratelli
Coen dal titolo: “Non è un paese per vec-
degrado strutturale ed igienico e, per i più
volenterosi, una passeggiata in piazza
Scandaliato o all’interno del parco delle
quando i nostri concittadini invece subi-
scono l’onta dei tagli e della non assisten-
za?
chi”. Parafrasando le intenzioni del titolo Terme. Praticamente ci ritroviamo così ad avere
della pellicola cinematografica, potremmo L’amministrazione locale molte volte cerca una delle poche città con quarantamila
tranquillamente affermare che anche per di risolvere o aggirare la questione propo- abitanti né a misura di giovane, né a mi-
la nostra Sciacca è così. nendo soltanto qualche bella gita fuori cit- sura di anziano.
Le persone che fanno parte della fascia tà, evento positivo se non fosse che, di so- Tanto per fare qualche altro piccolo esem-
più avanti con l’età si ritrovano spesso a lito, se ne organizza solamente una all’an- pio, dov’è il nostro palazzetto dello sport?
gironzolare per la città senza meta e sen- no e che in pochi ne possono godere al Quando vedranno la luce le nostre piscine
za appoggio alcuno. cospetto delle diverse centinaia di anziani comunali abbandonate da anni? È possi-
E dire che le statistiche Istat paventano locali. bile che un giovane sia costretto dai fatti a
una presenza in tutta Italia di circa 10 mi- A questa situazione potremmo aggiunge- non praticare sport se non presso struttu-
lioni di anziani (oltre 65 anni) e di 16 mi- re altre due considerazioni. re private ed a pagamento?
lioni di pensionati e, tra questi, ben 6 mi- La prima è che a Sciacca ancora non ha In un famoso telefilm si recitava spesso la
lioni sono praticamente soli non avendo visto mai la luce una vera e propria casa frase: “Quello che tu sei, io ero e quello
parenti, amici o vicini di casa su cui conta- di riposo per anziani considerando le an- che sono, tu sarai”. Mai detto è stato più
re. E la solitudine spesso uccide maggior- nose vicissitudini che si sono perpetrate ai indicato di questo per la nostra attuale
mente rispetto alla mancanza dei fattori di danni delle strutture site in contrada Per- condizione. Le generazioni si avvicendano
primaria importanza. riera ed in contrada Isabella. continuamente ma i problemi, le temati-
In tutta Italia, così come a Sciacca, il nu- Quando i nostri nonni avranno la possibi- che legate al mondo dei giovani quanto al
mero degli anziani che hanno un reddito lità di poter usufruire di una bella ed ac- mondo della terza età sono sempre le
insufficiente a provvedere alle necessità cogliente casa di riposo in città? stesse.
quotidiane è in continuo aumento ma La seconda è che l’assistenza domiciliare Alla resa dei conti oltre che chiederci
nessuno sembra preoccuparsene più di agli anziani viene effettuata soltanto per quindi cosa fanno e come vivono oggi gli
tanto. pochi mesi all’anno o comunque procede anziani locali, dovremmo noi tutti, giovani,
Avete mai provato a chiedervi dove possa di solito a singhiozzo a seconda delle esi- autorità, mondo ecclesiale, mondo del la-
andare un anziano a Sciacca o di cosa po- genze e dei fondi che il Comune si trova a voro, domandarci cosa faremo domani e
tesse avere bisogno durante la sua giorna- disposizione. come vorremmo vivere poiché anche noi
ta tipo? È possibile che al giorno d’oggi si pensi a lo diventeremo in futuro ed allora sarà
Le uniche mete per così dire sicure risulta- troppo tardi per esclamare che questo
no essere la locale Villa Comunale di cui ControVoce 3 non è un paese per vecchi. CV
Politica di Gianmarco Aulino

Il PD e le mummie
Tutto tace nel PD saccense, contribuendo così a fare dell’opposizione
un’anomalia politica, tanto da bloccare le scelte sul polo di
centrodestra.
essina che si porta avanti con il la- ve far capire a tutti perché dovrebbero

M voro, Testone che lascia FI, il PD


che continua a dormire. I tre temi
della nostra politica, con il ‘grande’ ex sin-
cambiare la strada nuova e lasciare la vec-
chia. Semplice. Non ci vogliono anni di
chiacchiere in piazza per capire questo.
daco che non smette di stupire con le sue Ma il PD sembra fare orecchie da mercan-
dichiarazioni e di squilibrare gli assetti te. Ancora cerca il candidato, ma è tardi,
prossimi; come dire non dare nulla per ormai è bruciato, non dalla politica, quella
scontato. Testone che lascia FI e si dichia- storia per cui si crede che se annunci oggi
ra indipendente è un bel tema, ma la ri- il candidato prima della presentazione
servatezza del consigliere provinciale è delle liste te lo brucino. Il problema è
nota quindi possiamo fare solo delle ipo- cambiato: gli altri falchi del partito posso-
tesi sulla prossima strada e sugli sviluppi no pure bruciare chi vogliono, ma alla fine
della vicenda. Il terzo tema è, invece, uno non sono i voti del partito a farti sindaco,
dei nodi passanti entro i quali deve svol- sono altri voti che devi convincere… e
gersi la politica cittadina. non li convinci a 25 giorni dal voto, devi
Siamo ormai ad ottobre e l’estate è passa- andarci oggi, devi conoscerli ieri, studiarli
ta da un pezzo. I seguaci di Veltroni dice- oggi e proporre prima delle urne. E invece
vano che passata la calura avrebbero chiamano a raccolta i socialisti…
messo mano al paritito per cercare di pre- Quelli bravi, socialisti, quelli capaci di fare
sentarsi alle prossime elezioni ma all’oriz- un partito da 14 per cento, sono con Ber-
zonte non c’è nulla. Come suggerisce un lusconi… chi resta? Quelli che hanno fatto
amico, il PD di Sciacca è il vero ‘fattore K’ la storia, la resistenza… ma quelli ormai
della nostra politica. O meglio, i suoi sono lo 0,1% e se ci sono la coscienza li
esponenti costituiscono il vero ostacolo al ha già portati a sinistra…
loro stesso partito e alla sua proposizione Intanto Testone si dichiara indipendente.
come alternativa allo schieramento. E che vuol dire? Semplicemente che non
Il problema lo avevamo già portato alla gli hanno dato quello che voleva o c’è una
luce tempo fa, non è cosa nuova, ma og- Il PD di Sciacca è in mano alle mummie, presa di coscienza più profonda sotto?
gi, visti i non-sviluppi, il problema si ripre- lo scontro tra margheritni e diessini è solo Sono gli interrogativi che ci poniamo. Di
senta più preoccupante. Il fatto che nulla una questione di scuola, perché Veltroni, fianco diciamo qual è il ‘silenzio assordan-
si muova, che tutto taccia, che il giornali- che è il profeta del PD, traccia una strada te’ che domina la vicenda: Marinello tace
sta debba sempre ricorrere agli stessi per- di buonsenso e moderatezza che sorpassa nonostante tutte le debaclé… perché?
sonaggi pur di avere qualche notizia signi- le antiche posizioni. Ha ragione quando Terzo tema, l’onnipresente Messina, l’incu-
fica una cosa sola: il PD è la mummia di dice che si può essere comunisti e cattoli- bo del centrosinistra di Sciacca. La sua in-
se stesso. ci. Ma anche no. Perché il buonsenso di tervista la potete leggere a lato, mettiamo
O meglio: i suoi rapresentanti sono la duemila anni di civiltà oggi supera queste solo a fuoco il fatto che le sue dichiarazio-
mummia del partito. Chiariamo subito: vecchie concezioni. ni, abbastanza vaghe, per carità, costitui-
non ci sono posizioni personali o riferi- Ma a Sciacca l’hanno capito? Ed hanno ca- scono un possibile inizio per un tavolo.
menti a qualcuno di preciso, ma all’intera pito che devono superare vecchi schiera- Ma se non possono essere motivo per un
classe dirigente del PD, nessuno escluso. menti e smetterla di farsi la guerra intesti- tavolo, a prescindere, allora…
Il problema è tutto loro, e proprio di chi fi- na? Sembra proprio di no, viste le recenti Però il fatto stesso che l’onorevole metta
no ad ora c’è dentro. Insomma, se non si dichiarazioni proprio sul Messina di Idv. in campo la questione significa che po-
è colpevoli, si è fiancheggiatori… Storia vecchia, Messina fa il parlamentare trebbe, o vorrebbe, prendere le redini del-
Tutte queste mummie non hanno ancora con Veltroni e loro stanno qua a piangere lo schieramento, insomma, un’apertura…
capito che se vogliono contare qualcosa sul perché hanno ‘abbuscato di cozzu e sennò lascerebbe le cose come stanno e
devono andare a casa, o restarci, senza cuddaru’… però lui no, per favore no, la- via, palla lunga e pedalare.
più salire sul palco degli oratori. L’elettora- sciatelo fuori. Resta il fatto che questa opposizione bloc-
to non solo non ha ancora capito cosa fa Questo è non capire nulla. E le prossime cata rende Sciacca un paese senza possi-
e cosa è il partito di Veltroni, ma comun- elezioni amministrative lo dimostreranno. bilità di scelta. E sei vivo fino a quando
que potrebbe anche lasciarsi andare a Lo abbiamo scritto prima, molto prima, puoi scegliere… CV
credere in una possibile alternativa. Solo che il prossimo sindaco o conta sulla di-
che se a parlare sono sempre gli stessi, sperazione degli sciacchitani, o conta su
quelli che perdono le elezioni da decine chi lo candida oppure si deve mettere a
di anni, o che le vincono solo se i manni- lavorare - ieri, oggi è già tardi - perché de-
niani gli danno una mano, ecco, le gente
non capisce perché e quindi protesta. ControVoce 4
Politica di Lillo Craparo

Il silenzio attorno a Testone


È la notizia politica della settimana. Nicola Testone lascia Forza Italia e
si dichiara indipendente. Una decisione clamorosa ed inattesa
sintomatica del malessere che gli azzurri vivono a Sciacca; e intanto
Giuseppe Bono scalda i motori.
n una settimana caratterizzata dalla gra- prescindere dal merito della sua incisiva o

I ve crisi che ha investito il settore banca-


rio, apertasi negli Usa, con pesanti ri-
percursioni in Europa, avvenimenti che
meno presenza in Consiglio provinciale,
durante la presidenza Fontana.
La decisione di Testone di reagire non è
hanno sconvolto l’economia mondiale, isolata ma rientra in una situazione di ma-
creando disoccupazione e ostacoli allo lessere che gli azzurri vivono a Sciacca,
sviluppo, parlare dei fatti di casa nostra che ha spinto in passato personaggi come
appare riduttivo e per certi aspetti inop- Mimmo Catagnano a salire sull’Aventino,
portuno. privando il partito di una presenza incisiva
Per altri aspetti un periodico, la cui pre- e frizzante, e a seguire altri autorevoli per-
senza e diffusione nel contesto locale è sonaggi, come Sergio Indelicato, Silvio Ca-
sempre più incisiva, non può non concen- racappa a protestare, limitandosi a cam-
trare la propria attenzione su alcuni episo- biare cavallo, aderendo al gruppo che si
di verificatisi in loco. intesta a Michele Cimino.
Mi riferisco alla decisione, per certi aspetti La stessa vicenda della nomina del capo
inattesa e clamorosa, assunta da Nicola gruppo al consiglio comunale, in sostitu-
Testone, uno dei primi esponenti ad ade- zione di Sergio Indelicato, promosso as-
rire a Forza Italia, di lasciare il gruppo for- sessore alla Provincia, è emblematica del
zista in consiglio provinciale e di dichiarar- clima che regna fra gli azzurri, con Giusep-
si indipendente, con conseguente con- chiamata a fare parte della giunta Turturi- pe Bono, nel frattempo nominato a Roma
fluenza nel gruppo misto. ci, mentre Nicola Testone ad Agrigento ha negli uffici di via dell’Umiltà, Direttore Ge-
Se a protestare contro il vertice forzista sostenuto Vincenzo Fontana, preparandosi nerale dei Dipartimenti, che scalda i mo-
fosse stato qualche altro tutto sarebbe a fare altrettanto con il nuovo Presidente tori e che aspetta di accedere ad un ruolo
passato inosservato, ma quando a scen- D’Orsi. per il quale ha tutti gli “atout” per ricoprir-
dere in campo è uno come Nicola Testo- Ma tutto quello che è accaduto, con una lo.
ne, un personaggio mite, paziente e gene- sistematica esclusione da ogni significati- Questo accade mentre la vicenda della
roso, allora occorre esaminare le cause, vo ruolo nell’esecutivo, nel vertice del declassificazione del Giovanni Paolo II
che hanno spinto il giovane medico ad consiglio provinciale e sinanco nella guida non provoca reazioni, addirittura registra
assumere una decisione così clamorosa. del gruppo consiliare degli azzurri, lo han- l’assenza di Sciacca alla conferenza dei
Testone, rampollo di una famiglia con for- no spinto a ritenere colma la misura, a Sindaci, organismo che avrebbe e potreb-
te radicamento politico nella Dc, a comin- buttare la spugna e a reagire lasciando gli be, attraverso un documento, protestare
ciare dal nonno, il compianto geometra azzurri, con approdi ad oggi incerti per un contro la decisione del governo regionale,
Nicola Testone, con il quale chi scrive ha personaggio che, avvicinatosi per caso alla nel quadro delle misure per contenere il
maturato una esperienza di consiglio co- politica alla stessa si è affezionato in mo- disavanzo, di accorpare e inglobare le
munale nel lontano 1963, ha dato tutto do radicale, tanto da non poterne fare a aziende ospedaliere alle Asl.
se stesso a Forza Italia. meno. Sulle Terme, fatta eccezione per l’assegna-
Non c’è stata campagna elettorale nella Sorprende piuttosto come i parlamentari zione di buona parte dei dipendenti, con-
quale non lo si è visto scendere in campo azzurri e la dirigenza forzista locale, pro- fluiti nel ruolo speciale, in diverse città,
e andare alla ricerca di adesioni e di voti vinciale e regionale, di fronte ad un ma- non si registra alcuna novità, mentre al
per il simbolo di Forza Italia. lessere e ad una legittima aspirazione Nord molti, di fronte al silenzio che è cala-
In alcune occasioni, soprattutto in coinci- espressa da uno dei militanti più generosi to sull’Azienda, hanno avuto l’impressione
denza con le comunali, facendo prevalere del suo entroterra, non abbia fatto nulla che lo stabilimento non funziona più per
l’attaccamento al partito e la militanza in per venire incontro ai desideri di Testoni, mancanza di manodopera qualificata e
Forza Italia, rispetto a certi consolidati rap- snobbato e mortificato, come se fosse che l’avvenire sia estremamente incerto.
porti di famiglia, è entrato in rotta di colli- uno dei tanti rampanti in circolazione, Sembra rivivere il dramma dei cittadini
sione con la famiglia Campo, che avendo- pronti a salire sul carro del partito, che americani, sloggiati dalle abitazioni per le
lo sostenuto, sin dalla sua discesa in cam- ovunque, in forza del consenso, governa e quali non sono stati nelle condizioni di
po, si aspettava analogo comportamento elargisce premi e cariche ad un esercito di pagare le rate di mutuo, fra i quali vi sono
da parte del giovane esponente azzurro. postulanti. tanti figli e nipoti di nostri corregionali,
Questo non è avvenuto, per cui ognuno Evidentemente non c’è stata alcuna vo- che nello spazio di una settimana hanno
ha scelto la propria strada, tant’è che Da- lontà per dare a Testone quel che gli spet- visto fallire il sogno dei loro antenati, di
niela Mariella Campo, destinataria di tan- tava e meritava, per le battaglie fatte, a trovare lavoro stabile e casa, quasi tentati
tissimi consensi in occasione del test elet- di fare ritorno a casa, dove la situazione
torale locale del 2004, è stata eletta e poi ControVoce 5 non è incoraggiante. CV
Politica di Calogero Parlapiano 6

Cosa abbiamo in “Comune”?


La conferenza stampa di Ignazio Messina si presenta come un bilancio
dell’attività amministrativa svolta a fianco del sindaco Turturici ma, in
realtà, avvia la campagna elettorale in città per le prossime
amministrative.
nche se mancano ancora quasi sette un’amministrazione comunale sono ec- anche a Sciacca, la possibilità di scegliere

A mesi alle prossime elezioni comuna-


li, è già tempo di bilanci di fine sta-
gione, di paventare possibili nuove o vec-
cessivamente lunghi.
Se le grandi opere pubbliche sono l’aspet-
to positivo di questi ultimi anni, le note
tra l’adesione all’ATO idrico o la gestione
diretta delle proprie risorse. L’acqua non
deve essere privatizzata e deve essere ge-
chie alleanze, insomma si tira la volata a dolenti sono la carente gestione dell’attivi- stita secondo precise regole anche di de-
chiunque voglia esporsi sin d’ora, non so- tà quotidiana, l’avere strade pulite, l’acqua purazione. Dichiara di appoggiare certa-
lo come futuro candidato a sindaco, ma potabile, insomma servizi essenziali più mente i sindaci che non hanno consegna-
anche come espressione di un preciso efficienti. to le loro reti idriche e che si sono coaliz-
progetto e disegno politico. Il confronto con gli attuali alleati locali si zati nella speranza di ottenere un ritorno
Il 6 ottobre a tal riguardo l’Onorevole aprirà immancabilmente sul tema Terme, ad una gestione pubblica dell’acqua.
Ignazio Messina ha indetto una conferen- Ospedale ed Acqua. “Anch’io se fossi stato sindaco mi sarei
za stampa presso il suo ufficio situato al- Sulle terme si è ribadito il fatto che deb- comportato alla stessa maniera. È legitti-
l’interno del comune di Sciacca alla quale, bano essere restituite ai cittadini ed al co- mo esprimere in qualche modo il proprio
oltre agli organi di stampa, hanno preso mune. La gestione regionale è stata ca- dissenso. Se non consegnarsi all’ATO è
parte anche gli esponenti locali della Lista rente e se la regione ha deciso di vendere contro la legge, io proverò a cambiare
Messina, ossia gli assessori Ignazio Bivona è come se implicitamente avesse dichiara- questa legge”.
e Michele Coco, e il consigliere comunale to il proprio fallimento. Il vero proprietario Poi interviene in maniera molto precisa
Michelangelo Graffeo. però delle terme è la città, solo il comune anche sul problema annoso del Piano Re-
Si sono toccati tutti i punti salienti di que- deve decidere cosa farne e come compor- golatore Generale il quale non può essere
sti anni di amministrazione comunale. Alla tarsi sulla questione. realizzato a discapito dei cittadini.
resa dei conti, il bilancio tracciato risulta Sull’acqua l’ex sindaco di Sciacca appare “Il PRG sarà controllato e verificato passo
essere positivo tanto per il buon riscontro essere molto deciso e diretto. Afferma che dopo passo. Se tutte le direttive saranno
che si è ottenuto sul territorio quanto per esiste un grave problema di gestione del state rispettate, allora bene. Se, invece, le
le opere pubbliche realizzate sia in mate- servizio idrico, l’acqua spesso addirittura valutazioni tecniche delle sue direttive ri-
ria di viabilità sia in materia di abbelli- non arriva o arriva inquinata. Sarà presen- scontreranno delle disfunzioni si potrebbe
mento del centro storico. te alla riunione che si terrà tra pochi gior- valutare l’ipotesi di una sua revoca”.
Dire che il bilancio è positivo non significa ni a Roma col presidente del Forum na- “Il PRG, continua l’Onorevole Messina,
affermare però che tutto vada bene. Molti zionale per l’Acqua pubblica, ed è proprio non può basarsi su com’era Sciacca nel
progetti presentati nel lontano ’94 hanno nell’ottica del federalismo fiscale di cui ’97, oggi la città è assai diversa. Sarà fon-
visto la luce solo adesso a riprova del fat- tanto oggi si parla che presenterà un dise- damentale capire se il PRG è stato realiz-
to che i tempi burocratici in seno ad gno legge per dare a tutti i comuni, quindi zato a favore o contro i cittadini, se è fatto

Autorizzato dall’assessorato sanità della


Regione Sicilia per la formazione del
personale delle aziende alimentari, il cui
attestato sostituisce i libretti di idoneità
sanitaria.
Direttore: Dott. G. GENOVESE

corso T. Fazello, 45 Tel./fax 0925.25336 - 92019 SCIACCA


V&S VENEZIA
SCLAFANI
INFISSI
&

INFISSI IN ALLUMINIO
E MISTOLEGNO
COSTRUZIONI METALLICHE
FERRO BATTUTO
C.da Ferraro - Tel. e Fax 0925.24578 - SCIACCA
per garantire qualche amico in più, in- Dopo le sue ultime importanti dichiarazio-
somma se è costituito sull’idea di qualcu- ni, toccherà all’attuale sindaco di Sciacca
no o dell’intera città. Esso deve concreta- Mario Turturici decidere cosa fare in seno
mente coinvolgere tanto la maggioranza alla sua coalizione consapevole del fatto
quanto l’opposizione”. che, se esistono i punti di contatto e di
Le dichiarazioni conclusive della conferen- possibile conseguente nuovo accordo, al-
za stampa lasciano aperta qualsivoglia trettanti sono i temi sui quali dividersi ed
possibilità di dialogo. intraprendere ognuno la propria strada,
“Con gli alleati locali attuali è importante primo fra tutti la questione acqua: da una
avviare oggi un confronto, farlo all’ultimo parte il sindaco, strenuo difensore dell’ac-
minuto non avrebbe senso. Si ci deve cordo con la Girgenti Acque e della priva-
confrontare seriamente su temi e pro- tizzazione del servizio idrico, dall’altra par-
grammi ma senza personalismi. Se il dia- te Ignazio Messina, convinto assertore
logo sarà positivo, allora possiamo deci- della gestione pubblica dell’acqua ed atti-
dere di proseguire in seno all’attuale co- vo in prima linea affinchè il servizio idrico
alizione, altrimenti valuteremo ipotesi al-
ternative compresa l’opportunità di anda-
re da soli”.
venga gestito in modo diretto dal comu-
ne.
Le elezioni si avvicinano a grandi passi e
tele radio sciacca
Il quadro politico locale è indubbiamente ogni mossa viene debitamente valutata
in continuo movimento e, da qui ai pros-
simi mesi, tante parole ancora saranno
anche in nome dei bacini di voti che que-
sto o quel alleato può dare all’interno di La
spese in nome di questo o quel progetto una coalizione.

iostra
G
politico. Di conseguenza, Turturici deciderà di alli-
Questa conferenza stampa è stata impor- nearsi alle idee ed ai progetti politici del
tante tanto per tracciare il quadro delle suo importante attuale alleato? O valuterà
cose fatte quanto per gettare l’amo nel se fare la prima mossa per giungere ad
mare della prossima campagna elettorale una fragorosa rottura? Ai posteri l’ardua
locale. sentenza. CV
Ancora una volta abbiamo l’impressione martedi ore 20.30
che l’ex sindaco di Sciacca Ignazio Messi-
na ed il suo partito politico rappresentino
il vero ago della bilancia da porre sul tavo-
giovedi ore 14.45
lo delle prossime amministrative. Qualsia-
si progetto politico intenderà sposare, la via Amendola, 15 - Sciacca (AG)
Lista Messina rischia di essere decisiva per tel. 0925.25655 - fax 0925.21255
il futuro della nostra città e per l’elezione
e-mail: info@teleradiosciacca.it
del nuovo sindaco. ControVoce 7
Sanità di Giovanna Venezia 8

Tutti i numeri del


piano di rientro
Uno sguardo più dettagliato sui numeri e le cifre del piano di rientro, in
particolare nella nostra Provincia. La gente e gli operatori sanitari
sembrano aver capito che non bisogna gridare “No ai tagli” per
sostenere le ragioni della tutela della salute dei cittadini. L’assessore
Russo è riuscito nella sua impresa da abile sarto invocando le ragioni
del buon padre di famiglia. Un dato rimane, però, allarmante, il
numero dei posti letto per ogni mille abitanti in provincia di Agrigento
rimane troppo basso rispetto alla media nazionale…
a gente da molti mesi sente parlare di

L questo famoso “piano di rientro” del


sistema sanitario.
Si parla di tagli, di una diminuzione della CITTÀ
Num. Posti
letto per acuti.
(piano
di rientro)
Riduzione posti Totale riduzione
letto 2007
prevista
dal piano
dei costi.
(personale
/beni)
spesa, di posti in letto in meno nella no-
stra isola, senza però capire veramente se Ospedali Sciacca 242 17 362.827
tutto questo rappresenta un bene o un Civili riuniti
male e, quello che è più importante, che
cosa cambierà realmente per il cittadino. S. Giovanni Agrigento 352 2 31.315
A Sciacca in particolare si è soprattutto di Dio
enfatizzato sulla perdita dello status di USL N.1 Agrigento 378 204 1.988.708
“azienda” per il nosocomio saccense Gio-
vanni Paolo II, conquistato grazie ad una
grande battaglia politica e ad una serie di “tavolo romano”. la nostra provincia e che cosa cambierà
circostanze favorevoli nel lontano 1997. Accolto e percepito, inizialmente, con nel nostro territorio. Infatti, Controvoce è
Ci ha tentato pure l’assessore regionale grande spauracchio poiché è naturale che riuscito ad avere le “carte” del piano e
alla sanità Massimo Russo a spiegare i ogni componente del complesso sistema tenterà di fare un’analisi approfondita di
motivi e le linee della manovra nel giorno sanitario speri che il proprio settore, l’am- quanto prospettato nel famigerato piano
del faccia a faccia con i sindacati, facendo bito di pertinenza e al propria attività non di contenimento della spesa.
riferimento spessissime volte al buon pa- vengano intaccati, adesso, i vari “attori” Innanzitutto, il piano parte dall’assurdità
dre di famiglia, figura a cui fa ricorso pure della sanità sembrano aver percepito il ta- di avere ben ventinove aziende ospedalie-
il nostro legislatore nel Codice Civile e che glio al sistema sanitario come una neces- re nell’isola e si è partiti dall’idea di una
è cara, evidentemente, all’ex magistrato, sità inevitabile, una strada senza alternati- strategia centrata sulla “medicina del terri-
oggi assessore. ve per una vera lotta agli sprechi e alla torio”, quindi, un modello in cui si integri-
Un disegno di legge, quello presentato dal politica di risanamento della spesa, so- no nove ASL, due grandi ospedali di rilie-
Massimo Russo, sul riordino del sistema prattutto, per scongiurare il pericolo di un vo nazionale e di alta specializzazione e
sanitario che è stato già approvato dalla commissariamento dell’assessorato. tre policlinici per l’alta formazione.
giunta regionale questa settimana e che Vediamo, quindi, da vicino che cosa pre- La nostra provincia sarà accorpata nel-
adesso aspetta di avere “l’ok” anche dal vede il piano di rientro, in particolare per l’ambito dell’AUSL 1 che comprende ben

• Serramenti in PVC
• Serramenti in alluminio
• Scale a chiocciola e a giorno

bentivegna
• Cancelli automatici
• Porte blindate e blindature
s.r.l.
via Marco Polo, 44/46 ingresso Sciaccamare
SCIACCA Tel. 0925.994004
Un contributo ai problemi dell’Habitat www.bentivegna-infissi.com
info@bentivegna-infissi.com
AUSL NUMERO 1 Posti letto x

PCservis
DI AGRIGENTO Ordinari Day Hospital Totale 1000 abitanti
corretti.
Posti letto attuali 908 252 1.160
Vendita e Assistenza
Posti letto corretti 838 79 917 2,61
Personal Computer
Variazione -70 -173 -243 di La Mendola Ornella
via Nocera inferiore, 12/14
SCIACCA - Tel. e fax 0925.22475
cinque stabilimenti (Sciacca, Agrigento, Ri- cura del territorio, unità di valutazione ge-
bera, Licata e Canicattì). riatrica nei distretti sanitari per l’assistenza
Di questi cinque stabilimenti vi sarà l’inte- agli anziani anche a casa. Infatti, essendo
grazione funzionale in un numero di tre il nostro territorio sprovvisto di apposite
FM 105,9
presidi ospedalieri che integrano le fun- strutture per gli anziani, tutti quei proble- ONE BREATHE
zioni al loro interno. mi che riguardano la “terza età” vengono ONE MUSIC
Poi la cessazione delle funzioni di acuzie a risolti in ospedale andando ad intasare le ONE RADIO
Ribera con contestuale attivazione di fun- strutture ospedaliere e facendo crescere STATION
zioni di lungo degenza. notevolmente la spesa.
I tagli dei posti letto ad Agrigento saranno Insomma, il piano di rientro non sembra Pubblicità
di 223 posti per acuti, ma, si prevede l’at- essere poi un grosso dramma , potrebbe e musica
tivazione di 273 posti letto di lunga de- essere l’opportunità per mettere d’ordine in digitale
tel. & fax 0925.84240

V&S VENEZIA
SCLAFANI
INFISSI
&

INFISSI IN ALLUMINIO
E MISTOLEGNO
COSTRUZIONI METALLICHE
FERRO BATTUTO
C.da Ferraro - Tel. e Fax 0925.24578 - SCIACCA

genza e riabilitazione per l’intera provincia in una regione che ha sperperato per anni
nel settore pubblico e privato. le finanze pubbliche.
All’azienda ospedaliera di Sciacca, il taglio Un solo dato, però, potrebbe essere con-
dei posti letto sarà di 17 posti e la dispo- siderato allarmante, quello dei numeri di
nibilità rimarrà di 272. posti letto per ogni mille abitanti in pro-
Il taglio è stato fatto dopo un’approfondita vincia di Agrigento, dopo che saranno ap-
analisi della domanda e dell’offerta in letti plicate le variazioni del piano di rientro. Si
per acuti e post acuti per una popolazione parla di un coefficiente di 2,61 ogni mille
agrigentina di 455.227 abitanti. agrigentini, un numero ancora troppo
L’idea più rivoluzionaria di tutto il piano
per la Sicilia riguarda le cosiddette “Case
della salute”, come centri di prevenzione e
basso rispetto al dato nazionale che si at-
testa sul 3,5.
Non si può avere la pretesa di pensare di
tele radio sciacca
aver messo al centro del sistema sanitario
il cittadino. È solo un primo passo.
La gente però, ha capito, forse, per la pri- La
ma volta, che non basta dire o gridare in

iostra
G
coro “No ai tagli” per sostenere le ragioni
della tutela dei diritti dei cittadini. Il mes-
saggio è stato recepito pure a Sciacca sia
dalla cittadinanza che dagli operatori del
nosocomio saccense che hanno capito
che la battaglia per mantenere lo “status
quo” esistente non avrebbe condotto da martedi ore 20.30
nessuna parte. Forse, le brutte esperienze
delle Terme e del Golf Resort hanno pro-
dotto la convinzione che non possiamo
giovedi ore 14.45
campare invocando delle leggi “ad hoc”
solo per noi. CV via Amendola, 15 - Sciacca (AG)
tel. 0925.25655 - fax 0925.21255
e-mail: info@teleradiosciacca.it
ControVoce 9
Società di Simone Di Paola

Alzare la testa
Anche quest’anno a Santa Margherita di Belice Benni Calasanzio e i
ragazzi del movimento hanno proposto l’occasione di riflettere sul
fenomeno mafioso, coinvolgendo nomi ed esponenti di primo piano
nella lotta alla mafia.
o ammetto: non riesco ad essere

L obiettivo quando parlo di certi argo-


menti che mi toccano particolarmen-
te ovvero di certe persone alle quali mi
sento legato da profondi rapporti di stima
e di affetto. Una di queste persone è cer-
tamente Benni Calasanzio.
Potrei dilungarmi evidenziando le tante
qualità ed i numerosi pregi (ed anche i di-
fetti, ben inteso!) di Benni; basterebbe di-
re che lui ha tenuto con me il suo primo
comizio, quando non aveva ancora 17 an-
ni, in occasione delle Elezioni Provinciali
del 2003 e già allora ne apprezzai le non
comuni doti di oratore e di leader.
Oggi però voglio mettere in risalto una
soltanto delle tante cose che ammiro di
lui: cioè che Benni appartiene a quella ri-
strettissima schiera di persone che si osti-
na a riproporre, tutte le volte che ne ha la
possibilità, e nel modo più schietto possi-
bile, il tema della lotta alla mafia, come può apparire crudo e spietato al di là di Basterebbe citare questi nomi per render-
precondizione perché questa terra possa ogni immaginazione, anche se questo si conto dell’altissimo livello raggiunto da
finalmente conoscere un’autentica stagio- esercizio di onestà intellettuale rischia di quest’iniziativa che, per la qualità e la pro-
ne di libertà e di progresso economico e disturbare il sonnacchioso silenzio della fondità della riflessione offerta ai parteci-
sociale; e lo fa senza fare sconti a nessu- pubblica opinione. panti, rappresenta per molti un appunta-
no, che sia esso sindaco, consigliere co- Su questi temi Benni ed i ragazzi del Mo- mento fisso, cui non mancare per niente
munale o parlamentare, di destra, centro vimento propongono ormai da diversi an- al mondo.
o sinistra; ben sapendo di urtare la su- ni puntuali occasioni di riflessione sincera, Devo in particolare confessare quanto mi
scettibilità e l’ipocrita perbenismo di una schietta e senza censure o peli sulla lin- abbia segnato dentro la testimonianza
certa parte di opinione pubblica, la quale gua; e puntualmente riescono a coinvol- rabbiosa di un Imprenditore calabrese
da qualche tempo si è convinta (farei me- gere nomi di grandissimo richiamo e pre- onesto e capace, Pino Masciari: taglieggia-
glio a dire che fa finta di crederci) che sic- stigio; il che può apparire straordinario se to dalla mafia del pizzo, dopo indicibili
come per le strade si spara sempre di me- si pensa che stiamo parlando di ragazzi sofferenze ha trovato il coraggio di ribel-
no e di magistrati con il tritolo non ne sal- ancora giovanissimi e senza alcun riferi- larsi e denunciare il sistema nelle sue di-
tano più in aria, allora l’assunto logico è mento istituzionale. verse sfaccettature e che per questo è sta-
che la mafia non esiste più, che di mafia Quest’anno non è voluta mancare gente to isolato, vilipeso, strappato alla sua terra
non bisogna più parlare e che chi lo fa è del calibro di Salvatore Vella ed Antonio ed al suo lavoro, quasi come se fosse lui
quanto meno un folle, un pericoloso inte- Ingroia: magistrati coraggiosi e valenti, da stesso il criminale e poi abbandonato alla
gralista, un pazzo criminale, da additare al sempre impegnati sul fronte della lotta al- prima occasione utile dallo Stato, che an-
disprezzo ed al pubblico ludibrio della co- la mafia; Pino Maniàci e Lirio Abate: gior- cora oggi lo priva di una qualsiasi forma
siddetta “società civile”. nalisti di grande valore, che hanno pagato di protezione.
Ma a Benni ed ai ragazzi del “Movimento” sulla loro pelle il coraggio di dire sempre Ha provocato un fremito, per me che cre-
di Santa Margherita di Belice tutto questo e comunque la verità; Sonia Alfano e Sal- do nello Stato e nella Giustizia, ascoltare
non interessa per niente; loro sanno cosa vatore Borsellino: vittime innocenti della la sofferenza di un uomo coraggioso, tal-
è giusto fare e lo propongono anche a co- mafia, colpite nei loro affetti per non aver mente bistrattato ed abbandonato dalle
sto di dare fastidio, pur di manifestare li- mai piegato la testa all’arroganza di Cosa Istituzioni da provare nei loro riguardi or-
beramente il loro pensiero. nostra, sovente abbandonate dallo Stato, mai soltanto rigetto e rabbia. Sono sob-
Ed ogni anno raccolgono nel “Comune che il più delle volte li considera sempli- balzato sulla sedia, come del resto tutti i
del Gattopardo” i più autorevoli e corag- cemente “numeri di protocollo”, cui riser- presenti, quando Pino Masciari ha sentito
giosi nomi della lotta alla mafia, insieme vare al più indifferenza, nei loro sentimen- il bisogno di gridare al mondo: ”Ma per-
alle vittime innocenti della mafia, uniti dal ti e nella loro silenziosa sofferenza. ché devo morire? Cosa ho fatto di male?”
comune desiderio di mostrare a tutti il ve- Sentimenti di angoscia e di frustrazione
ro volto della nuova mafia, anche se esso ControVoce 10 hanno attraversato il teatro Sant’Alessan-
dro, durante tutta la manifestazione, fa-
cendo traballare le fragili verità di quanti,
come il sottoscritto, erano entrati in sala Chi sale
con poche certezze e ne sono usciti con
mille dubbi e perplessità, specie sul ruolo
delle istituzioni democratiche sul fronte
e chi
della lotta alla mafia e sulle cosiddette or-
ganizzazioni “antimafia”.
scende
Ma proprio questo è, a mio avviso, il meri- a cura della redazione
to di Benni Calasanzio e del Movimento:
offrire occasioni di confronto vere, sincere,
crude per certi versi, ma mai banali, per
nulla connotate da dogmi assoluti che
Salgono
non possono essere mesi in discussione,
lontane dai soliti luoghi comuni o da
paradigmi triti e ritriti, su cui hanno ger-
mogliato falsi paladini dell’antimafia, che
magari si organizzano soltanto per inta-
➹ Nicola Testone. Il consigliere provinciale del Partito delle Libertà attraver-
so una nota stampa ha diffuso la notizia della sua decisione di fuoriusci-
re dal partito del cavaliere. Non si conoscono ancora le ragioni ufficiali
dell’abbandono della fidatissima spalla dell’onorevole Giuseppe Marinello, ma,
sembra che l’ex coordinatore cittadino di Forza Italia abbia deciso di dichiararsi in-
scare ogni anno generosi contributi statali dipendente in seguito ai complicati e recenti accordi sulla composizione della
e basta! Giunta provinciale. AZZURRA LIBERTÀ.
So che c’è in giro gente, buona solo a dis-
tribuire patenti e giudizi, che definisce
Benni un piccolo arrivista, alla ricerca solo
di notorietà; a parte il fatto che se questo
fosse vero, non ho mai visto qualcuno ri-
cercare notorietà, rifiutando scientifica-
➹ Vincenzo Picone. Il giovane violinista il nove ottobre si è esibito al teatro
Giuseppe Verdi di Pisa nell’orchestra Cherubini diretta dal maestro Ric-
cardo Muti. Laureato al conservatorio Bellini di Palermo, Vincenzo Pico-
ne è un vero talento musicale, infatti, è stato scelto dal grande direttore Riccardo
Muti dopo una durissima selezione ed ha già un curriculum di tutto rispetto. Vin-
mente interviste o spazi di protagonismo cenzo che studia e si esercita da quando aveva sei anni è l’esempio di chi riesce a
per propagandare la propria immagine; in tagliare grossi traguardi con impegno e sacrificio. STAKANOVISTA IN MUSICA.
ogni caso preferisco ascoltare un giovane
arrivista, che parla soltanto perchè ha
qualcosa di interessante da dire, piuttosto
che sorbirmi i soliti vecchi arrivisti che ri-
empiono spazi tv ed intere pagine di gior-
nali, senza avere assolutamente niente da
➹ Primo Trofeo “La criniera”. Il dodici ottobre, alle ore nove si svolgerà il
primo trofeo di equitazione nello scenario del maneggio di Contrada Lu-
mia San Giorgio. Parteciperanno cavalieri provenienti da Menfi, Ribera,
Partanna, Burgio e Sciacca. È una manifestazione patrocinata dal comitato provin-
ciale AICS. TUTTI IN GROPPA.
dire!
Benni è semplicemente un giovane che
usa il cervello, che dice ciò che pensa e
che fa ciò in cui crede, sempre e comun-
que, infischiandosene altamente se quel
Scendono
che dice o che fa può offendere la suscet-
tibilità dei soliti perbenisti.
Benni è semplicemente un giovane che
interpreta al meglio una frase pronunciata
tanti anni addietro da Giovanni Falcone,
➷ Eugenio D’Orsi. Avevamo dedicato al nuovo presidente della Provincia di
Agrigento un ironico “Elzeviro” la scorsa settimana bacchettandolo un
po’ per la promessa da marinaio fatta in campagna elettorale di tenere
una riunione della Giunta provinciale a Sciacca. D’Orsi, però, proprio questa setti-
mana, mercoledì otto ottobre, sebbene in ritardo, ha tenuto la prima seduta di
che più o meno recitava così: ”Soltanto quella che è stata ormai ribattezzata la “Giunta itinerante” proprio a Sciacca, pres-
quando i giovani siciliani avranno il corag- so il complesso Sant’Anna. GITA FUORI PORTA.
gio di alzare la testa e ribellarsi alla preva-
ricazione della criminalità organizzata, sol-
tanto allora la mafia potrà dirsi battuta!”
CV ➷ Aeroporto ad Agrigento. Ultimamente ad Agrigento tutti ne riparlano. Il
presidente dell’ENAC, l’ente nazionale dell’aviazione civile, che ha com-
piti decisivi di governo del trasporto aereo, delle licenze di volo per le
compagnie alla tutela della sicurezza dei voli e dei diritti dei passeggeri, Vito Rig-
gio, però, in un’intervista rilasciata al “Magazine del Corriere della sera”, ha dichia-
rato che 109 aerostazioni in Italia sono troppe e che bisogna avere il coraggio di
eliminare i piccoli scali e potenziare i maggiori. L’indirizzo dell’ENAC, quindi, non
sembra orientato verso la costruzione di un altro nuovo scalo, mentre molti nostri
politici, compreso il più volte citato questa settimana presidente della provincia
Eugenio D’Orsi, continuano a venderci la favola della costruzione di questo mitico
aeroporto a Racalmuto, sperando in un parere favorevole da parte del Ministero
dei Trasporti. In caduta libera… ALLACCIATE LE CINTURE DI SICUREZZA!

➷ Maria Grazia Maniscalco. La giovane naufraga saccense questa settima-


na è andata in nomination insieme al bislacco bidello laureato Carlo
Capponi. È stata votata da molti suoi compagni di avventura che non
sembrano apprezzare la troppa aggressività verbale della ragazza. Maria Grazia
non sembra essere amata neanche dal popolo di internet che continua a coniare
degli epiteti poco carini per la ragazza e tifa per il fragile bidello bolognese. Per
Maria Grazia si prospetta un lunedì particolarmente difficile da superare. Potrebbe,
quindi, ritornare presto dalle Honduras. ISOLATA.

ControVoce 11
Società di Calogero Parlapiano

I tesori del nostro mare


Domenica mattina la Lega Navale di Sciacca ospita i reperti
recentemente recuperati a Coda della volpe, segno di un tesoro che
continua a mostrarsi e che Sciacca dovrebbe esporre nel museo del
mare che ormai è quasi pronto.
l mare di Sciacca ed in generale il Cana-

I le di Sicilia sono stati sin dall’antichità


punto nodale di tutti i traffici commer-
ciali e marittimi e conservano a tutt’oggi
una gran mole di reperti che, di tanto in
tanto, decidono di regalare ai cittadini sici-
liani e saccensi in particolare.
Ne abbiamo parlato con Gaspare Falauta-
no, presidente della locale Lega Navale. Ci
spiega come tutta l’area del Mediterraneo
sia stata da sempre al centro degli scambi
culturali ed economici tra le popolazioni,
la paragona abilmente alle grandi auto-
strade di oggi, costantemente trafficate. Il
mare nasconde qualsiasi tipo di reperto
archeologico e tanti spesso vengono ca-
sualmente alla luce impigliandosi nelle re-
ti dei pescatori.
Sia in passato che, alcune volte, ancora ai
nostri giorni, molti decidono di ributtare
in mare quanto lo stesso ci ha gentilmen-
te offerto, vuoi per ignoranza o vuoi per
paura. In ogni caso basterebbe semplice- che a Parigi, Monaco e Berlino. Il Comune di Sciacca però deve ancora
mente segnalare l’area del possibile ritro- A proposito del Museo del Mare, Falauta- garantire gli allacci dell’acqua, del telefo-
vamento per agevolare scoperte spesso no ci dice che la struttura è completata, no e di conseguenza di internet, fonda-
essenziali per la ricostruzione della nostra collaudata e che già vige della presenza mentale per la videosorveglianza. A tal ri-
storia.
È quello che è successo con il Melqart, la
statuetta fenicia ripescata nei nostri mari
nel 1955 da Santo Vitale ed oggi custodita
nel Museo “Salinas” di Palermo. Il mare di
Sciacca ce lo ha restituito ed ora se ne
pretende il ritorno a casa. La Lega Navale
di Sciacca, ma anche l’Associazione di pro-
mozione sociale L’AltraSciacca”, si sono
mosse in maniera costante e decisa affin-
chè ciò possa accadere. Secondo Falauta-
no, le condizioni per il ritorno a Sciacca
del prezioso reperto ci sono tutte anche
grazie alle richieste in merito fatte perve-
nire dal Sindaco Mario Turturici e dal Pre-
sidente del Consiglio Fabrizio Di Paola al-
l’assessorato regionale dei beni culturali
ed alla Soprintendenza.
Le modalità per il ritorno a casa del Mel-
qart dovrebbero essere le stesse che han-
no permesso a Mazara di ottenere il loro
prezioso Satiro con la differenza che
Sciacca possiede il Museo del Mare, di del custode comunale. All’interno sono guardo saranno installate circa trentacin-
prossima apertura, mentre Mazara utilizza presenti i servizi di luce e climatizzazione que telecamere comprate grazie al contri-
come sede espositiva una chiesa sconsa- e si conoscono già gli spazi adatti per le buto della provincia e alle risorse messe a
crata. L’importanza storica del Melqart è vetrinette. disposizione dalla Presidenza della Lega
testimoniata anche dal fatto che la sta- Nazionale Navale Italiana che ha permes-
tuetta è stata recentemente esposta an- ControVoce 12 so anche l’acquisto di sette loghi in cera-
mica raffiguranti i vari enti presenti sul ter-
ritorio locale.
Palma a da far paura.
A palma a palma stiamo assistendo ad
palma

lettere
È chiaro che ancora il Comune deve ren- una feroce epidemia! Tutto iniziò alle
dere l’area fruibile e decorosa, sistemando terme, eppure il coleottero, come sempre
la strada di accesso alla struttura, il relati- in natura, aveva rispettato cavalleresca-
vo parcheggio ed in generale bonificando Come se non bastasse si ci mente la tempistica della difesa all’avver-
dai detriti e dalle erbacce i dintorni del mette pure il punteruolo ros- sario. Si ripresenta dopo un po’ di tem-
Museo. so… Non era già disperata la po, è agguerrito, crede di trovare dei de-
Lo stesso Falautano invita inoltre calda- situazione del verde pubblico a gni nemici sul campo di battaglia, ed in-
mente il Comune a far rimuovere l’erro- Sciacca! Ecco, direte, la solita vece si trova di fronte all’arresa totale.
nea tabella che segnala, proprio nell’area voce denigratoria. Senza difesa alcuna, a palma a palma, sta
antistante al Museo, un mare non balnea- È vero, ammettiamolo pure, un po’ ci attraversando tutto il centro storico del
bile in quanto la zona realmente preclusa piace denigrare, però in fatto di rispetto nostro paese. Sicuramente incontrerà la
ai bagni estivi è quella che collega il tratto del verde siamo proprio… alla frutta? prima efficace reazione quando si avven-
di costa di Coda della Volpe con la Rocca Si dice così per intendere che non servirà terà su qualche giardino privato. Perché a
Regina, questo sulla base di un’ordinanza, alcun rispetto, dopo oggi, perché forse noi saccensi del verde pubblico non ce
la n°16/99, della Capitaneria di Porto. verde pubblico non ce ne sarà più! E ne frega proprio nulla, ma chi ha un pro-
Il Museo del Mare è pronto ad ospitare adesso diventiamo catastrofici? prio giardino se lo sa proteggere e come!
non solo i cannoni attualmente esposti E allora punteruolo rosso non cantare
nell’Atrio superiore del Comune di Sciac- vittoria, perché tutte le palme di Sciacca
ca, ma anche quelli recentemente riporta- non sono tue! Peccato che quelle che stai
ti alla luce per i quali non si paventa alcun colpendo sono proprio le più antiche e
rischio che essi possano lasciare la città. particolari. Ma ci siamo mai soffermati a
Anche per quanto concerne il loro restau- guardare che ogni silhouette di queste
ro è stata data ampia disponibilità dei lo- piante sembra avere un’identità diversa
cali e collaborazione al Responsabile della l’una con l’altra?
Soprintendenza Regionale del Mare Seba- A fine maggio un gruppetto di volente-
stiano Tusa. rosi si era adoperato per fare una mappa
Il Museo sarà, non solo la struttura prepo- del verde che potesse far conoscere, a chi
sta ai nostri reperti, ma potrà anche ospi- passeggia per i viali, i nomi delle varie
tare di volta in volta delle Mostre itineran- piante, utilizzando dei paletti di legno e
ti, sarà fornito un ampio spazio alla risto- del cartoncini colorati. Niente di partico-
razione e, specie nel periodo estivo, si lare, solo esprimere un poco di interesse
avrà la possibilità di organizzare degli per le nostre cose. Eppure per qualche
eventi nell’ampia area prospiciente la giorno alcuni viaggiatori hanno goduto
struttura. di questa iniziativa, e non pochi di colo-
Sempre a proposito del nostro mare, pro- ro che l’avevano realizzata hanno potuto
seguono gli studi e le verifiche scientifiche compiacersene vedendo la curiosità dei
attorno al sistema vulcanico denominato passanti!
Empedocle, di cui la famosa Isola Ferdi- L’iniziativa era di solleticare un po’ l’am-
nandea fa parte. Si tratta di un enorme ministrazione comunale, oltretutto sono
vulcano sottomarino, ancora attivo e pari stati fatti dei progetti per mappare gli al-
per grandezza all’Etna. beri della villa comunale da parte delle
L’analisi del fenomeno risulta essere mol- Di verde se ne può sempre mettere anco- amministrazioni locali.
to importante e seguita dall’Istituto Nazio- ra, ma dove? Nei posti dove è stato tolto Ma fino ad adesso l’amministrazione co-
nale di Geofisica e Vulcanologia di Cata- prima per esempio, per fare posto ap- munale non risulta sensibile al solletico,
nia, in particolar modo dal professore punto al verde da mettere. Vedi piazzetta mentre un’idea carina è stata quella del
Gianni Lanzafame. Matteotti, quel bel rettangolino destina- Rotarj Club, di regalare al Comune dei
Un’altra testimonianza del fatto che i no- to al verde da quasi tre anni, si è indecisi pannelli definiti con mattonella di cera-
stri fondali erano e sono una grande fuci- su cosa piantare forse per via della delu- mica, su cui c’è la storia di alcuni dei
na di esperienze storiche e scientifiche le sione degli alberelli piantati, al posto dei monumenti più importanti di Sciacca.
quali non fanno altro che aggiungere fa- ficus benjamin, lungo via Roma, che non Ed allora privati saccensi, con o senza
scino e bellezza a tutto il Canale di Sicilia appaiono in buona salute . Ma sono al- giardino privato nelle vostre case, consi-
ed alla nostra città di Sciacca. CV beri da frutta? Non si capisce ancora derato che in questo paese vi lavoriamo,
molto visto le spoglie fronde. che i nostri figli vi vanno a scuola, che
E come se non bastasse, dopo aver ripu- viviamo in questo posto, insomma, co-
lito la villetta di San Domenico, per in- minciamo pian pianino, diciamo, palma
tenderci quella accanto alla chiesa omo- a palma, a rispettare e a pretendere che
nima che si affaccia sulla piazza Scanda- venga rispettato il nostro verde. Perché
liato, di tutte le erbacce, quali gli ibiscus oggi più che mai contro lo stress, l’inqui-
e i cespugli fioriti, o degli aranci selvatici namento, l’inflazione, e comunque il no-
superflui, per lasciarne un unico mirabile stro quotidiano mal di vivere, l’unica co-
esemplare, o di un giovane carrubo, anti- sa che val la pena difendere rispettare e
ca specie delle nostre campagne in via di proteggere, è la natura. Ed in fondo,
estinzione pertanto da estinguere per via sembrerebbe di no, ma la natura è più
delle malvagie radici, per lasciare solo forte dell’uomo!
spazio alla regalità di quattro antiche pal- Gran finale da apocalisse. Però lo confer-
me, ecco che arriva il coleottero. Sembra miamo!
che nessuno riesca a fermarlo, azzanna
Lettera firmata
ControVoce 13
Turismo di Giacomo Glaviano

Turismo news
L’ora di turismo a scuola. Nuova classificazione alberghiera. Le agenzie
viaggi siciliane scoprono l’Austria. Nautica: la Sicilia punta al primato.
Dibattito su porti e coste. In ricordo dei 1.000 regata nel 2010.
el 2010 regata Genova-Trapani in ri- di sistema e di regole e principi che siano

N cordo dei Mille. Quale modo mi-


gliore per rievocare la storica traver-
sata dei Mille garibaldini dallo scoglio di
da tutti condivisi”. Spetterà ora alle Regio-
ni e alle Province autonome dare applica-
zione a questo provvedimento, tenendo
Quarto a Marsala nell’anno del 150° anni- anche conto delle particolari esigenze a
versario della spedizione, se non con una cui bisognerà far fronte in questa o quella
regata? Nell’aprile 2010 è infatti in pro- parte del territorio; sui parametri specifici
gramma la “Garibaldi Tall Ships Regatta di ciascuna categoria (metratura minima
2010 Genova-Trapani”, raid nautico delle delle camere e degli spazi comuni e servi-
navi scuola di tutto il mondo. La regata vi- zi offerti) non vi potranno più essere so-
vrà varie fasi, a Genova dall’8 all’11 aprile stanziali deroghe.
2010 e successivamente a Trapani, dal 16
al 19 aprile, nel mezzo la regata vera e Bufardeci: Sicilia punta a primato
propria. I velieri resteranno ormeggiati nei “Grazie alla rete dei porti turistici realizza-
porti delle due città offrendo eventi colla- ta in questi anni la Sicilia può puntare a
terali e attività per coinvolgere cittadini e raggiungere il primato nella nautica da di-
turisti. La manifestazione è stata presenta- porto nel Mediterraneo. La Sicilia deve al
ta al 48° Salone Nautico di Genova dalla mare buona parte della fortuna e dal ma-
Sail Training Association Italia, sodalizio re deve ripartire per riconquistare quel
tra Marina Militare e Yacht Club nato nel famatorie. Inoltre, i ragazzi spesso vanno ruolo centrale che per secoli, grazie alla
1966 per promuovere la formazione e la in vacanza all’estero, e i loro genitori scel- fortunata posizione geografica, ha avuto
cultura del mare nel nostro Paese. gono il turismo mordi e fuggi”. Tra le altre nel bacino del Mediterraneo”. Con queste
iniziative, l’attivazione di una “Accademia parole il vicepresidente della Regione e
Adv siciliane alla scoperta dell’Austria del turismo” (che si occupa di formazione assessore al Turismo, Titti Bufardeci ha
Chi l’avrebbe mai detto. In Austria c’è professionale post-diploma) e il progetto spiegato la presenza siciliana al Salone
un’associazione che riunisce 100 hotel a “Food and Italy”, salone enogastronomico Nautico di Genova. Il piano per lo svilup-
5, 4 e 3 stelle con il motto “dove l’ospitali- che si svolgerà a Palermo nel giugno del po dei porti turistici in Sicilia comporterà
tà parla italiano”: tutti gli hotel soci, infatti, 2009. una spesa complessiva di oltre 200 milio-
hanno personale che parla italiano sia alla ni di euro, in buona parte provenienti da
reception che in sala ristorante, i menù La nuova classificazione alberghiera fondi dell’Unione Europea.
sono scritti in lingua italiana e a disposi- diventa realtà
zione degli ospiti ci sono i principali gior- Via libera dalla Conferenza Stato-Regioni Porti e Coste
nali, riviste e canali televisivi in italiano. al provvedimento del sottosegretario al Il Centro Congressi dell’hotel Villa Igiea di
L’Austria per l’Italia Hotels è uno dei part- Turismo, Michela Vittoria Brambilla, che Palermo ha ospitato la prima edizione
ner che ha partecipato al ‘workshop Au- istituisce un unico standard di classifica- della Conferenza Internazionale “Giornate
stria’, del 6 ottobre scorso al Grand Hotel zione alberghiera su tutto il territorio na- mediterranee di Ingegneria costiera e por-
et des Palmes di Palermo, promosso dal- zionale, definito ‘Italy stars & rating’’. “È un tuale”, organizzata dal Pianc Italia, organi-
l’Ente Nazionale Austriaco per il Turismo e provvedimento importante - spiega Bram- smo tecnico-scientifico che fa parte del
dedicato agli agenti di viaggio siciliani. billa - perché garantisce standard minimi Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, e
nazionali che ogni categoria di albergo dall’Autorità portuale di Palermo. “Una no-
A scuola l’ora di turismo dovrà avere per quanto riguarda le struttu- mination tanto prestigiosa - spiega Anto-
Rilanciare il turismo a partire dalla scuola. re che vengono messe a disposizione dei nio Bevilacqua, presidente dell’Autorità
Con questo obiettivo l’associazione “Italia clienti e i servizi che devono essere loro portuale di Palermo e del Comitato orga-
vola”, nata a Bologna ma con sedi in tutta offerti. Abbiamo raggiunto un tale risulta- nizzatore locale - attribuisce a Palermo
Italia, lancia il primo progetto sull’educa- to - continua Brambilla - perché negli ulti- una preziosa centralità nel Mediterraneo.
zione al turismo nelle scuole. In pratica mi mesi, Stato, Regioni e Province Auto- Ritengo significativo che il Pianc Italia ab-
con una lettera ai ministri dell’Istruzione nome hanno cominciato non solo a dialo- bia scelto proprio la nostra città per ospi-
Gelmini e dei Beni culturali Bondi l’asso- gare ma anche ad operare insieme, par- tare la prima di una serie di quattro edi-
ciazione propone di dedicare un’ora al tendo dall’ormai comune convinzione che zioni delle “Giornate mediterranee di in-
mese al turismo all’interno delle ore di proprio questa riforma rappresentasse il gegneria costiera e portuale, importante
educazione civica. “Da un’indagine su 450 primo e indispensabile giro di boa per un momento di confronto tra esperti nazio-
studenti di scuole medie e superiori - settore, come quello del turismo, che, per nali e internazionali su temi legati all’inte-
spiega Fabio Raffaelli, vicepresidente di poter di nuovo puntare allo sviluppo, ha ro sistema portuale, allo sviluppo dei wa-
Italia vola - emerge che i giovani non san- assoluto bisogno di una programmazione terfront, alla navigazione marittima e cro-
no come difendere l’immagine dell’Italia, cieristica, al turismo nautico, alla gestione
rispondendo ad attacchi e campagne dif- ControVoce 14 delle coste e all’ambiente. CV
Sport dalla redazione

Inizia la favola Bar - Spaghetteria


Paninoteca
via Pompei - SCIACCA
(C.da Seniazza) Tel. 0925.83688
Inizia domenica l’avventura dello Sciacca
Tennis nel campionato nazionale maschile di FM 105,9
serie A1. Alle ore 9 la squadra affronterà la ONE BREATHE
ONE MUSIC
squadra del Battisti Trento presso i campi ONE RADIO
STATION
comunali della Perriera. Pubblicità
e musica
in digitale
tel. & fax 0925.84240

PCservis
Vendita e Assistenza
Personal Computer
di La Mendola Ornella
via Nocera inferiore, 12/14
SCIACCA - Tel. e fax 0925.22475

na città di quarantamila abitanti in nostri giocatori e il circolo c’è un rapporto

U provincia di Agrigento, un circolo


del tennis molto attivo con una
scuola tennis che conta 50 ragazzini. Tan-
molto stretto, di grande amicizia e colla-
borazione. Probabilmente proprio a que-
sto sono dovuti i successi che abbiamo
ta attenzione e passione per l’attività gio- conseguito.”
vanile e poi la squadra che gioca per la Per la A1 gli obiettivi del Tennis Sciacca
prima volta nel campionato di Serie A1 Tarantino Pietre non cambiano: “Quello
maschile, capace lo scorso anno di vince- minimo, sottolinea il dirigente Antonio Pa-
re lo scudetto italiano della serie A2. lumbo, è restare in A1, per noi è molto
Un progetto iniziato e legato alla promo- importante conservare la categoria. Del
zione dell’attività giovanile. I risultati otte- Team l’unico nome nuovo quest’anno è
nuti sono stati straordinari: è triplicato il l’italoargentino Mariano Delfino, per il re-
numero di bambini della scuola tennis e sto l’ossatura della squadra è la stessa SAT
quando la squadra gioca in casa si conta- dell’ultimo campionato”.
Gli appuntamenti con l’informazione:
no fino a 500 presenze. Una squadra che serve anche da traino al-
RMK Notizie: ore 14,00 - 17,00
“I successi della squadra maggiore sono l’attività giovanile del circolo, come con-
finalizzati al discorso della promozione del ferma il maestro Massimo Romeo “C’è 19,00 - 22,30 - 24,00
tennis tra i ragazzini, altrimenti restereb- grande entusiasmo e per i nostri ragazzi è Radio giornale: ore 11,10 - 13,00
bero fini a se stessi”, conferma il Presiden- molto importante poter vedere all’opera 17,00 - 19,00 - 21,00
te Giovanni Cristaudo. giocatori quotati. Il campionato di Serie TV7: domenica ore 14,00 - 17,00
E domenica si comincia con l’avventura. A1 in questo senso per noi è una bella oc- 19,00 - 22,30 - 24,00
“È un po’ la ciliegina sulla torta, questa casione per offrire al nostro circolo del
squadra è il fiore all’occhiello del circolo. tennis di buon livello. Siamo una bella In cammino con Padre Pio
Nel 2007 abbiamo battuto tutti, ma noi realtà e vogliamo proseguire su questa ogni giovedi ore 20,30
eravamo partiti con l’obiettivo di restare in strada”. www.rmk.it
A2. È stata una bella soddisfazione essere Questa la rosa della squadra: Bjorn Rehn-
e-mail: rmktv@libero.it
arrivati tanto avanti”. A parlare è Franco quist, Jaroslav Pospisil, Gabriel Moraru,
(segreteria) info@rmk.it
Sclafani capitano del Tennis Sciacca Taran- Robert Godlewski, Diego Veronelli, Maria-
tino Pietre che insieme a Massimo Romeo no Delfino, Rodrigo Grilli, Marcio Torres, redazione@rmk.it
rappresentano i maestri del circolo. “Non Diogo Bortolon Cruz e Valerio Carrese. CV redazione2@rmk.it
abbiamo la forza economica di altri club - via delle Dalie, 23
continua Sclafani - ma abbiamo creato tel. 0925.25444 - fax 0925.25864
uno spogliatoio unito e compatto. Tra i ControVoce 15 SCIACCA
settimanale di politica, commenti, idee, cultura

CAMPAGNA
ABBONAMENTI
Abbonarsi a Controvoce è facile,

basta telefonare in redazione allo 0925.85056


oppure inviare una e-mail a info@controvoce.it
oppure venirci a trovare in redazione in via degli Olmi, 14

Abbonamenti:
annuo, 50 numeri = € 60,00
semestrale, 25 numeri = € 30,00

con un versamento da effettuare sul c.c.p. n. 33670951


intestato a Aulino Editore

PER DARE VOCE


ALLE TUE IDEE
Ufficio abbonamenti e redazione: via degli Olmi, 14 - 92019 Sciacca (AG)
tel. 0925.85056 - mobile 393.9545970 - e-mail: info@controvoce.it