Sei sulla pagina 1di 50

Vittorio Lodolo DOria - Medico INPDAP E-mail: vittorio.lodolodoria@fastwebnet.

it

In cartella e per e-mail


Cartaceo questionario a risposta multipla studio Golgota (La Medicina del Lavoro N 5/2004) locandina libro Scuola di Follia Via mail diapositive del corso On-line: www.fondazioneiard.org Scuola e sanit altre pubblicazioni scientifiche rassegna stampa

Cronaca recente

Cronaca recente

Cronaca recente

Cronaca recente

Cronaca recente

Cronaca recente

Cronaca recente

Cronaca recente

Cronaca recente

Cronaca recente

Cronaca recente

Cronaca recente

Cronaca recente

Cronaca recente: la Sharia

Cronaca recente

Obiettivo seminario: conoscere il DMP


DMP: massmedia, psicologia, psichiatria (letteratura internaz.le) Evoluzione sociale del DMP: famiglia, previdenza e salute Riconoscimento precoce segni e sintomi del DMP: dinamiche Quando mobbing e quando DMP Diritti e doveri medico-legali dei docenti e DS sul DMP La Commissione Medica Verifica e i docenti: competenze/limiti

Terminologia e fattore PSI: burnout

Affaticamento fisico ed emotivo Atteggiamento distaccato e apatico nei rapporti interpersonali (studenti,colleghi) Sentimento di frustrazione dovuto alla mancata realizzazione delle proprie aspettative Perdita della capacit del controllo degli impulsi (self-control)

Pubblicazioni burnout-insegnanti: una questione internazionale


Stati Uniti Canada Gran Bretagna Francia Italia Israele Cina Barbados Australia Scozia Nuova Zelanda Emirati Arabi Giordania Hong Kong Malta Institut National Marcel Riviere CHS La Verriere 78321 Le Mesnil St. Denis

10

La patologia psichiatrica individuata la vetta di un iceberg .

la cui base pu costituita dal disagio (burnout) trascurato che evolve

Francia 2007: allarme suicidi insegnanti


Consiglio Economico e Sociale (CES) transalpino[1]. Ogni giorno, al di l delle Alpi, una persona si suicida a causa delle difficolt legate alla professione. Le ragioni: stress, eccessivo carico di lavoro, mobbing o, pi semplicemente, paura di perdere il posto Allarme insegnanti. Il dramma dei suicidi non risparmia il servizio pubblico. Il vicepresidente del CES monsieur Larose categorico. Nel mirino ci sono soprattutto gli insegnanti. Tanto che non mancano iniziative ad hoc. Come quella che riguarda il Centro di Salute Mentale della Mutua Generale dellEducazione Nazionale (MGEN), dove uno psichiatra segue ogni anno 300 professori. <<Il 50% dei docenti presi in carico rileva Mario Horenstein, lo specialista ingaggiato dallMGEN soffre di problemi di adattamento con manifestazioni di depressione attiva, e il 10% di sindrome post-traumatica da stress legato a violenza. E dunque importante aiutarli perch non affondino>>. [1] Fonte: Il Sole 24 Ore Sanit N 15/2007 del 17-23 aprile 2007

11

Seminari tenuti sul DMP

Fattori determinanti il DMP

FATTORI SOCIALI E PERSONALI: legati alla vita di relazione extra-lavoro FATTORI PROFESSIONALI: legati allattivit lavorativa

Assumendo che i fattori sociali e personali pesino in maniera analoga nei quattro raggruppamenti professionali analizzati nello studio Getsemani (insegnanti, impiegati, personale sanitario, operatori), sono i fattori professionali a determinare la maggiore esposizione degli insegnanti alla patologia psichiatrica.

12

La Medicina del Lavoro N5/2004


INSEGNANTI (n.774) patologie psichiatriche nel 49,8%

(1)

IMPIEGATI (n.651) patologie psichiatriche nel 37,7% (2 = 22,3 p<0.001) SANITARI (n.466) patologie psichiatriche nel 28,3% degli accertamenti dinabilit al lavoro (2 =43,9 p<0.001) COLLETTI BLU (n.1556) patologie psichiatriche nel 16,9% (2 = 275,9 p<0.001 vs insegnanti) (1) Studio epidemiologico retrospettivo su 3.447 accertamenti, dal 1992 al 2003, nella ASL Citt di Milano. L. 274/91 art.13.

Confronto insegnanti verso altre categorie professionali


INSEGNANTI
49,21

PERSONALE SANITARIO
patologia psichiatrica altre patologie
26,52

patologia psichiatrica altre patologie

50,79

73,48

IMPIEGATI
34,97

OPERATORI
patologia psichiatrica altre patologie
15,71

patologia psichiatrica altre patologie


84,29

65,03

13

Ulteriori evidenze emerse


Il rischio di patologia psichiatrica negli insegnanti rispetto alle altre 3 categorie (impiegati, operatori, personale sanitario) indipendente da: # et # sesso Inoltre, tra gli insegnanti lincidenza delle patologie psichiatriche molto simile ai diversi livelli dinsegnamento: # materna: 45,5% # elementare: 51,9% # media: 52,2% # superiore: 46,0%

Confronto insegnanti Maschi - Femmine


Insegnanti uomini
patologie psichiatriche altre patologie

Insegnanti donne
patologie psichiatriche altre patologie

14

Classificazione patologie psichiatriche (1.026 casi su 3.447 totali)


Spettro ansia depressione: 71% sul totale
Insegnanti Disturbi dellumore Disturbo delladattamento Disturbi dansia Disturbi di personalit Schizofrenia ed altri disturbi psicotici Demenze ed altri disturbi cognitivi Disturbi dissociativi Disturbi somatoformi Abuso di sostanze Anoressia nervosa Ritardo Mentale Dist. controllo degli impulsi totale 133 82 29 40 38 8 4 3 1 2 1 1 342 1 207 Impiegati 68 47 30 18 29 5 3 1 2 2 2 1 210 110 Collaboratori 65 54 21 15 37 5 2 1 5 Sanitari 35 19 17 8 22 3 3 3

Provvedimenti assunti dal Collegio Medico


Giudizi medici espressi (774) Idonei Patologie psichiatriche (386) 34 (8.8%) Altre patologie (388) 59 (15.2%) Totale

93 (12.01%)

Non idoneo temporaneamente allinsegnamento Non idonei permanentemente allinsegnamento Inabile temporaneamente Dispensa dal servizio

107 (27.6%)

77 (19.9%)

184 (23.77%) 434 (56.07%) 2 (0.26%)

205 (53.1%)

229 (59%)

2 (0.5%)

0 (0%)

38 (9.9%)

23 (5.9%)

61 (7.88%)

15

Patologie professionali
INS. TRAUMI DERMOPATIA EMOPATIA GINECOPATIA UROPATIA NEFROPATIA OTOPATIA IMMUNOPATIA INFETTIVOPATIA PNEUMOPATIA VASCULOPATIA GASTROPATIA OCULOPATIA ENDOCRINOPATIA LARINGOPATIA CARDIOPATIA OSTEOPATIA NEOPLASIA NEUROPATIA PSICOPATIA 0 1 6 7 7 10 10 10 14 20 23 26 30 38 45 78 98 110 138 386 INS. % 0 0,1 0,8 0,9 0,9 1,3 1,4 1,4 1,8 2,6 2,97 3,4 4 5 5,8 10,1 12,7 14,2 17,8 49,8 IMP. 1 5 5 5 3 17 11 17 10 26 15 43 25 32 3 49 133 60 148 245 IMP. % 0,2 0,8 0,8 0,8 0,5 2,6 1,7 2,6 1,5 4 2,3 6,6 3,8 4,9 0,5 7,5 20,4 9,2 22,7 37,6 OPER.MAN 2 23 16 37 34 34 26 39 26 53 107 109 40 115 4 157 627 112 541 263 OPER.MAN % 0,1 1,5 1 2,4 2,2 2,2 1,7 2,5 1,7 3,4 6,9 6,99 2,6 7,4 0,26 10,1 40,3 7,2 34,8 16,9 SANIT. 1 5 3 5 4 7 6 17 9 17 24 31 14 33 0 41 131 51 134 132 SANIT. % 0,2 1,1 0,6 1,1 0,9 1,5 1,3 3,7 1,9 3,7 5,1 6,7 3 7,1 0 8,8 28,1 11 28,8 28,3

Insegnanti e patologia psichiatrica


60 49,8 50 Percentuale 40 30 20 10 0
INSEGNANTI IMPIEGATI OPERATORI MANUALI SANITARI

37,6 28,3 16,9

60 50 Percentuale 40 30 20 10 0 1992-1994 1995-1997 26,2 20,8 28,9 24,3 48,7 44,5

55,9

56,9

Psicopatie iscritti INPDAP Psicopatie insegnanti Psicopatie altre categorie

41,9 33,1 33,3 26,7

1998-2000

2001-2003

16

Insegnanti e patologie professionali


20 18 16 Percentuale 14 12 10 8 6 4 2 0
INSEGNANTI IMPIEGATI OPERATORI MANUALI SANITARI

14,2 11 9,2 7,2

Patologie oncologiche

7 6 Percentuale 5 4 3 2 1 0,5
INSEGNANTI IMPIEGATI

5,8

Laringopatie

0,26
OPERATORI MANUALI

0
SANITARI

Lo studio di Torino
Periodo dosservazione: dall 01.01.95 fino al 31.12.01 INSEGNANTI osservati n. 592 (78 scuola materna; 244 elementare; 133 media inferiore; 137 media superiore). Donne 481 (81,25%), uomini 111 (18,75%). Insegnanti a Torino: 2445 ins. materna; 9204 elementari; 5404 medie inferiori; 7649 medie superiori. Patologie psichiatriche riscontrate nel 48,9% Dati rilevati: et anagrafica, sesso, settore dinsegnamento, materia insegnata, anzianit di servizio, assenze per malattia, diagnosi, giudizio del Collegio Medico.

Autore Dr.ssa Franca Vizzi

17

Incidenza patologie secondo il livello dinsegnamento


Distribuzione per patologia

25%

51%

24%

psichiatrica

psich.+copatologia

non psichiatrica

Et alla visita secondo il livello dinsegnamento


Et media degli insegnanti visitati in sede medicolegale suddivisi per livello di scuola

51 50 49 48 47 46 44,98 45 44 43 42 materna element. media inf. 47,47 48,69

50,75

media sup.

18

Anzianit di servizio alla visita di accertamento


Anni di servizio (al momento della prima visita) degli insegnanti visitati in sede medico-legale suddivisi per livello di scuola

24 23,5

23,88

23,11 23 22,5 22 21,5 21 20,5 materna element. media inf. media sup. 21,88 22,9

Et media degli insegnanti suddivisi secondo il tipo di disturbo (al momento della diagnosi!)
49 48,5 48 47,5 47 46,5 46 45,5 45 44,5 44
schizofr. dist.person. altre dist.ansia dist.adatt. dist.umore

48,158

48,32

48,5

48,654

46,329 45,643

19

Totale assenze alla data dellaccertamento


Mesi di assenza (al momento della prima visita) degli insegnanti visitati in sede medico-legale suddivisi per livello di scuola

8 7 6 5 4 3 2 1 0

7,36 6,66 5,8 5,41

materna

element.

media inf.

media sup.

Mesi di assenza per patologia psichiatrica

7,7742

7,0000 6,0000 5,0000 4,0000 3,0000 2,0000 1,0000 0,0000

5,8340 6,2084

2,5751

6,9913

4,2045

sesso femminile

sesso maschile

20

Lo studio della ASL Verona

Periodo dosservazione: dal 1982 fino al 1998 (regional.zione) INSEGNANTI cartelle cliniche osservate n. 60/300 Patologie psichiatriche negli insegnanti: 46,3% Dati rilevati: professione, et anagrafica, sesso, settore dinsegnamento, materia insegnata, anzianit di servizio, assenze per malattia, diagnosi, giudizio del Collegio Medico.

Autore Dr. A. Aschieri (M. del Lavoro)

Fattori di rischio DMP per la donna


lavoro psichicamente usurante (helping profession) nell85% dei casi le docenti sono donne (600.000 lavoratrici) rischio di patologia ansioso-depressiva di 2,5 volte > nella donna rischio stagionalit primaverile di 6 volte > nella donna et media dei docenti 49,6 anni rischio ansioso-depressivo quintuplicato in et perimenopausale la menopausa coincide spesso con ladolescenza dei figli e con lassistenza a genitori e parenti anziani non autosufficienti riforme previdenza costringono a trascorrere menopausa a lavoro

21

Rischio insorgenza Depressione in et premenopausa vs. Menopausa

Schmidt, et al. Am J Psychiatry. 2004. Arch Gen Psychiatry. 2008; 65: 172-8

Trattamento della depressione: uomini vs. donne (stratificate per et)


100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0%
Germany France UK Spain Italy Brazil Mexico Canada USA

Male

70%
Female <40 Years

Female >40 Years

Germany

France

UK

Spain

Italy

Brazil

Mexico

Canada

USA

Source: Market Insights IMS' MIDAS Prescribing Insights, 3Q2006

22

Gli stereotipi nellOpinione Pubblica


Stress psicofisico negli insegnanti.? Ma non sono quelli che fanno 3 mesi di vacanze allanno pur lavorando solo mezza giornata!?

Ma chi lOpinione Pubblica?

23

Tutti coloro che non sono insegnanti!

Falso! Siamo tutti noi, insegnanti inclusi

24

Fattori professionali negli insegnanti


Rapporto con studenti/genitori Classi numerose (II) Conflittualit tra colleghi Costante necessit di aggiornamenti Studenti extracomunitari Studenti portatori di handicap Avvento dellinformatizzazione Passaggio dallinsegnamento individuale a quello in quipe Problemi adolescenziali Retribuzione insoddisfacente (III) Scarso riconoscimento sociale della professione (I) Preparazione pedagogica inadeguata

25

Il cambiamento dello scenario: mater, pater, magister


Societ: scolarizzazione di massa, tv, politica sull handicap, informatizzazione, studenti extracomunitari (0.3% nel 97; 3% nel 2003; 6% nel 2013) di 133 nazioni. Famiglia: da normativa ad affettiva; asse genitore-figlio; delega educativa; f. monoparentali, allargate etc; figlio unico e fratellanza; narcisismo genitoriale; modelli tv; genitoreamico; stili educativi multipli Scuola: livellamento ruoli (68); lavoro in quipe; riforma pensioni; gestione manageriale; adolescenti nevrotici Salute: medicalizzazione del disagio (studio CISL 1979)

26

BURNOUT: il percorso virtuoso

Patologia Psichiatrica

DMP

Supporto Sociale Pos. Coping Strategies

Recupero/ Reinserimento

EUSTRESS/DISTRESS Reiterati / Protratti

Bassa capacit reattiva individuale

Eustress

27

BURNOUT: la dinamica perversa


Isolamento

Esclusione/ Espulsione sociale

Patologia Psichiatrica
Imbarazzo - Regressive Coping Strategies

DMP
EUSTRESS/DISTRESS Reiterati / Protratti Bassa capacit reattiva individuale

Eustress

BURNOUT: i percorsi possibili


Isolamento

Esclusione/ Espulsione sociale

Patologia Psichiatrica
Imbarazzo - Regressive Coping Strategies

DMP
EUSTRESS/DISTRESS Reiterati / Protratti

Supporto Sociale Pos. Coping Strategies

Recupero/ Reinserimento

Bassa capacit reattiva individuale

Eustress

Alta capacit reattiva individuale

Normalit

28

Gli attori nei diversi strati

Patologia Psichiatrica

DMP

Eustress

Fattori predisponenti al burnout


Life events perdite, separazioni, lutti, malattia menopausa, puerperio provenienza da paese lontano Tratti personalit premorbosa tratti schizoidi (isolamento) passivit e dipendenza dagli altri bassa autostima perfezionismo esasperato autoritarismo diffidenza e sospettosit esibizionismo pessimismo manifesto Sintomi psicopatologici ossessioni e compulsioni disforia e umore instabile ansia generalizzata impulsivit ostilit litigiosit Aggressivit incapacit a mediare vittimismo sospetto e paranoia

29

Segni e sintomi del burnout


senso di fallimento/vergogna rabbia/risentimento/colpa stanchezza cronica/insonnia incapacit a concentrarsi rigidit di pensiero mal di testa/stomaco e coliti sospetto e paranoia uso di coping negative crisi di ansia/panico incapacit a gestire il quotidiano trascuratezza nellesercitare interpretativit, querulomania sentirsi spiato/osservato diffidenza, fobie procedimenti disciplinari assenza recapito domiciliare fisso cinismo/apatia/mimica depressa assenteismo/evitamento impegni ossessioni-compulsioni pessimismo cronico accanimento sul debole/disabile scoppi e accessi dira conflitti con lautorit diretta ricorso allautorit istituzionale stravaganze/trasandatezza rivendicazioni/manie persecuzione ricorso al dileggio/sarcasmo sentirsi mobbizzato frequenti trasferimenti perdita autocritica e autocontrollo episodi significativi alle spalle

Fasi cliniche del burnout


Riduzione impegno, evitamento, apatia, isolamento oppure Reazioni emotive, aggressivit, mane di persecuzione, colpevolizzazione degli altri Manifestazioni psicosomatiche da disadattamento e applicazione di coping negative Psicopatia (>: Disturbo delladattamento; Disturbo acuto da stress; Disturbo post traumatico da stress) Espulsione e rigetto sociale

30

Le tappe individuali per affrontare il disagio Consapevolezza del rischio professionale Condivisione e confronto sul disagio Counselling per orientamento alla cura Impegno personale: coping pos. vs neg. MMG: terapia a 360 Specialista: farmaco- e psicoterapia Reinserimento lavorativo protetto

La depressione in Italia (Istat 2007)


2007: 15 milioni di depressi (non in cura 9) 2000: 10 milioni 2020: previsto incremento del 100% In cura: 4 milioni D, 2 U (200.000 sono ragazzi) 40% ha consultato solo medico di famiglia 40% di loro ha ricevuto prescrizione farmacologica 500 M euro (+6% vs. 2006) per 746 M di dosi Sintomi: apatia, insonnia, inappetenza, < concentraz.

31

Approccio individuale al disagio


Alcool, fumo, caff,pasticcarsi Supporto Psichiatrico Corretta alimentazione Tempo Libero Sport/Cultura/ Musica/Cinema Condivisione/ Amicizia Formazione professionale Facilitazione auto-aiuto e reinserimento

Uso appropriato del farmaco

Disagio Psichico

Supporto Medico/Psicologo

Segnali di DMP per docenti e DS


Sbalzi dumore atipici nel soggetto, chiassate, denunce Lamentele/conflitti con studenti/genitori/colleghi/DS Frequenti contestazioni addebito/sanzioni disciplinari Assenze reiterate e in costante aumento (malattia/altro) Trasferimenti frequenti e ritardi sistematici Reazioni verbali/fisiche spropositate, note a studenti Accanimento deboli/disabili, programma non svolto Stagionalit eventi/coincidenza con ricorrenze o gite Improvvisa incapacit a gestire attivit quotidiana Inconcludenza di azioni e discorso (deragliamento)

32

I punti critici dosservazione


Puntualit Assenze e loro motivazioni Trasferimenti Attivit ordinaria (tenuta registri, verbali, voti) Atteggiamento nelle riunioni Mimica, postura, eloquio, abbigliamento Relazioni con colleghi e utenza (aggressivit/fuga) Atteggiamento con DS, ATA e disabili Comportamento nelle gite scolastiche (> ansia) Accuse e denunce frequenti (quasi mai scritte)

Salute del lavoratore o incolumit dellutenza? Tutte e due!

Il dirigente scolastico

33

Il triplice intervento
PP: Competenza medica

Patologia Psichiatrica

Negazione della patologia

Consapevolezza DMP:

DMP

Coping + vs Coping -

EUSTRESS

Il triplo intervento sul DMP nella scuola


Prevenzione: deve essere attuata sulla base della piramide (fascia delleustress), con la finalit di rendere consapevoli i docenti, e porli in grado di affrontare unautoanalisi (corso a inizio A.S.). Stesura Documento Valutazione Rischio. Condivisione e counselling: devono essere possibili - a scadenze fisse - grazie alla costituzione di gruppi di auto-aiuto e centri di ascolto guidati da un docente-tutor (per la fascia del burnout) Supporto medico-psicologico: necessario avvalersi di una quipe specialistica per la gestione dei casi complessi e per facilitare il reinserimento lavorativo (punta della piramide). Linvio in CMV va sfruttato appieno dal DS: unico strumento

34

Il dirigente di fronte al D. Lgs. 626/94


Art. 4 punto 5 Il datore di lavoro adotta le misure necessarie per la sicurezza e la salute dei lavoratori (bibliografia internazionale su helping professions) Art. 17 punto 1 Il medico competente collabora alla predisposizione delle misure per la tutela della salute e dellintegrit psicofisica dei lavoratori Art. 17 comma 4 Il lavoratore, qualora non condivida il giudizio del medico competente, pu far ricorso avverso il giudizio di inidoneit allorgano di vigilanza territorialmente competente (SPISAL: entro 30 gg) Art. 21 (Informazione dei Lavoratori) Il DS provvede affinch ciascun lavoratore riceva unadeguata e formazione su: i rischi per la sicurezza e la salute connessa allattivit dellimpresa in generalei rischi specifici cui esposto in relazione allattivit svolta Art. 22 La formazione deve essere periodicamente ripetuta (anche per i casi di trasferimento e assunzione) e lRSPP ne ha particolare diritto Art. 22 c 6 La formazione dei lavoratori deve avvenire nellorario di lavoro e non pu comportare oneri economici a carico dei lavoratori

Il DS di fronte al DM 382/98
Art.1 I datori di lavoro (DS) attivano gli opportuni interventi e promuovono ogni idonea iniziativa di informazione e formazione Art.2 I DS possono svolgere direttamente compito RSPP (solo se personale non superiore alle 200 unit) o possono designare gli addetti al servizio medesimo (personale interno). Se in gruppo gli istituti possono stipulare convenzione con esperto esterno al fine di integrare lazione di prevenzione e protezione Art.3 Il DS provvede alla redazione del DVR con il RSPP Art.5 c2 In caso di grave ed immediato pregiudizio, il DS - sentito il RSPP adotta ogni misura idonea a contenere o eliminare lo stato di pregiudizio Art.6 c1 LAmm.ne scolastica forma e aggiorna i DS che a loro volta attuano la formazione dei lavoratori ai sensi dellart. 22 del D.L.vo 626/94 Art.6 c2 Iniziative di formazione, informazione, addestramento del personale sono effettuate dintesa con enti istituzionalmente preposti a sicurezza lavoro

35

Latteggiamento del dirigente scolastico di fronte al docente affetto da DMP (casi)


Immobilismo Ricatto e trasferimento (scaricabarile) Omert a difesa della scuola (cintura di sicurezza) Formulazione dipotesi diagnostica Richiesta visita ispettiva Richiesta visita medica collegiale per inabilit Assunzione di provvedimento disciplinare Cambio di mansioni (biblioteca, sostegno, segret.) Conflitti, carteggi, registrazioni, processi di piazza

12 motivi che sconsigliano visita ispettiva


Per richiesta visita in CMV non occorre la V.I. Lispettore ignaro dei fatti e comincia indagine da zero Lispettore non psicologo n psichiatra V.I. ha tempi lunghi e non indolore (clima peggiora) Richiesta di V.I. ha connotati prevalentemente disciplinari Richiesta V.I accresce nel docente il sospetto di mobbing Se richiesta V.I. fondata, culmina comunque con invio in CMV Ispettore pu riprendere per inerzia il DS Prognosi eventuale psicopatia peggiora col trascorrere del tempo Ispettore deve innanzitutto stabilire chi il sano e chi il malato La richiesta di V.I. non pone DS a riparo rischi legali (es. per danno utenza) Se problema medico (DMP), DS inadempiente (626: sorveglianza sanitaria)

36

Gestione del docente affetto da DMP da parte del dirigente scolastico


Cercare conferme su stranezze ascoltando in modo discreto: colleghi, studenti, genitori (analisi di clima) Effettuare colloqui con linteressato approfondendo i motivi del disagio e saggiando la storia personale Acquisire elementi dal fascicolo personale Richiedere informazioni presso le precedenti scuole Cercare il contatto con la famiglia o MMG (assai rischioso) Richiedere visita ispettiva (nel caso stilare istruttoria accurata) Predisporre accurata relazione su tutta la vicenda (no giudizi) Richiedere visita medico-collegiale nellinteresse del docente Creare ambiente per reinserimento lavorativo (seminari DMP)

La visita medica in CMV (M. Tesoro)


Verifica inabilit/inidoneit permanente o temporanea alle funzioni istituzionali e/o a qualsiasi lavoro proficuo Si pu fare ricorso entro 10 gg alla CM di II istanza E competente la CMV del capoluogo di provincia dove ubicata lAmm.ne di ultima assegnazione del dipendente Non spetta alla CMV stabilire eventuale nesso tra il fatto di servizio e linfermit o lesione riscontrata La convocazione a visita medica deve essere notificata almeno 10 gg prima della stessa Nel caso di mancata presentazione ingiustificata si procede ad archiviazione della pratica. Su richiesta motivata del pz. o del medico la visita deve essere indettata nuovamente entro 30 gg.

37

I diritti dellinsegnante
Richiesta della visita in CMV attraverso la sua amm.ne Ogni volta che lo ritiene opportuno (stato di salute) Pu concordare linvio in CMV e la soluzione col DS Pu chiedere revisione provvedimento medico (II ist.) Pu giustificare impossibilit alla visita (una volta) Pu richiedere copia della documentazione alla CMV Pu rinunciare ad essere adibito ad altre mansioni Pu richiedere la 335/98 e la Causa di Servizio Pu richiedere presenza del medico di parte

Obiettivi e vantaggi del corso per docenti


Si favorisce autodiagnosi e monitoraggio individuale (mirroring) Si abbattono stereotipi abbattendo ansia e aumentando condivisione stress Si spiega che visita in CMV un diritto/tutela del docente e non un danno Si illustrano i diritti alla tutela salute dei docenti (LL. 335/98, 274/91) Si apre alla possibilit del counselling per chi percepisce il disagio Si illustrano le reazioni di adattamento positive e quelle negative (coping) Si abbatte il rischio di denunce per mobbing Si diminuisce il rischio di denunce legali (626 applicata a 360 su DMP) Si formano anche RSPP ed RSU Vi sono fondi per 626/94 e la formazione/prevenzione obbligatoria Si accresce anche la conoscenza DMP nella classe medica (MC e MMG) Si tutela indirettamente lincolumit dellutenza Verosimilmente si contengono assenze e supplenze Si informano docenti che le testimonianze servono per iscritto (allegati)

38

Difficolt, attenuanti e colpe della CMV


esame pratica veloce (talvolta frettoloso): relazione sintetica ignoranza sul DMP insegnanti (no pubblicazioni) documentazione inadeguata trasmessa dal DS denuncia di mobbing da parte dellinteressato tutela del posto di lavoro pz. e < stipendio (90-50-0%) medico di parte (specialista) nega patologie psichiche compito istituzionale non prevede attivit terapeutica archiviazione pratica 1 mancata presentazione ingiustif. giudizi contraddittori o incomprensibili (burocratici) confitto tra tutela individuo vs. tutela collettivit del DS

Un caso emblematico: relazione ispettiva

Esposti scritti genitori di alunni elementari (per paura e pianto dei bimbi) Difficile gestione della classe (>incidenti, disordine, pestaggi, <vigilanza) Aggressivit verbale (urla frequenti e insulti ai bimbi) Aggressivit fisica (sculaccioni, strattonamenti ai bimbi, lancio quaderni) Azione didattica inefficace (per attenzione e rendimento classe) Conflitto con DS e colleghi, escandescenze, stravaganze, ansia Manie di persecuzione (complotti di colleghi e alunni), negazione disagio Deragliamento e discorsi sconclusionati e farneticanti Esposti dei genitori 10 anni prima in altra sede (precedenti) Contestazioni di addebito precedenti DS e segnalazioni al CSA

39

Caso emblematico di manifesta illogicit

Giudizio CMV: Soggetto idoneo alle mansioni di insegnante purch lattivit non si svolga in condizioni di rilevante stress e conflittualit

Timori del Sindacato


Rischio di alimentare un ennesimo stereotipo nella OP Timore di dover ammettere errori in politica previd.le No monitoraggio effetti riforme, nulla in ODG odierno Paura di dover introdurre test psicoattitudinali selettivi Sostenere riconoscimento rischi professionali con OP Difficolt per riconoscimento della causa di servizio Paura della medicalizzazione del disagio (competenza) Richiesta di finanziamenti istituzionali

40

Scuola di Follia: dossier, saggio o reality-book?

Struttura di Scuola di follia


Presentazione (Tullio De Mauro e Giovanni Bollea) I perch del testo e lo stile usato (documenti scritti dai protagonisti) 30 storie vere di insegnanti visti in Collegio Medico spiegano i ruoli di: Insegnanti Alunni, studenti e genitori Dirigenti scolastici Ispettori Medici La lettura sinottica, i commenti e le soluzioni prospettate Testimonianze di burnout La scuola e il nemico invisibile Lambiente scolastico e la psicologia del lavoro Pubbl. scientif.: Golgota (2004), Getsemani (2002). Studi F.ne Iard (2003), Cisl (1979), Atti Parlamentari (2003), D.M. su Scientology (1998)

41

Evidenze emerse in Scuola di follia


reazioni al disagio psichico: aggressivit/auto o fuga/evitamento reazione aggressiva: conflitti e manie di persecuzione (+ altri segni) reazione di fuga: apatia e frequenti/lunghe assenze (+ altri segni) Colleghi confliggono tra loro (ambiente avvelenato) Alunni reagiscono con paura, studenti con ribellione (rischio incolumit) Genitori minacciano ritiro dei figli e denunce legali (no via medica) DS sanziona, trasferisce, formula diagnosi, registra, processa Interessato denuncia caso di mobbing (manie persecuzione) Collegio medico inadeguato, ignorante, incompetente, insufficiente

Dalla copertina con la crocifissione a ...

42

quella con la resurrezione

vittorio.lodolodoria@fastwebnet.it

43

Approccio istituzionale: matrice attore-azione


Attore

Azione

Sensibilizzazione

Informazione

Formazione

Ricerca

Cura

Prevenzione

Specialisti (SP) psichiatra, psicologo, medico del lavoro, medico legale.

Divulgazione di studi su burnout e disagio mentale negli insegnanti tra gli SP per informarli che tra le helping profession una categoria a elevato rischio professionale

SP partecipa a studi clinici per dare una dimensione al problema e verificare il nesso tra burnout e patologia psichica vera e propria ai fini del riconoscimento nel DSMIV-TR Attivazione di corsi ECM perch MMG trattino la patologia ansiosodepressiva a 360, riconoscano il burnout, sappiano orientare allo SP ed evitino la medicalizzazione del disagio prescrivendo solo farmaci antidepressivi Organizzazione di seminari dove i MMG spiegano agli INS come riconoscere e affrontare il disagio psico-fisico e a chi rivolgersi in caso di necessit MMG partecipa a studi epidemiologici su larga scala per stabilire i fattori di rischio, la dimensione del problema e le coping utilizzate

SP tratta i casi complessi

SP fornisce ai medici generici indicazioni per trattare a 360 la patologia ansioso-depressiva e suggerisce loro i casi di pertinenza dello specialista

Medico di Medicina Generale (MMG)

Divulgazione di studi su burnout e disagio mentale negli insegnanti tra i MMG per informarli che una categoria a rischio professionale

MMG tratta i casi di burnout

MMG tiene corsi di prevenzione del disagio mentale, autodiagnosi, autocura, auto-aiuto e orientamento al supporto medico specialistico

Insegnante (INS), dirig. Scolastico, ispettore

Campagna di comunicazione rivolta agli INS per far conoscere il rischio professionale, come prevenirlo/affrontarlo, quali coping adottare, a chi rivolgersi per ottenere aiuto, diminuire vergogna e isolamento Campagna di comunicazione rivolta alla popolazione per abbattere stereotipi e far conoscere il nuovo ruolo educativo dell'insegnante e restituire dignit alla professione docente

Attivazione di corsi di specializzazione per gli INS per favorire nascita e sviluppo di tecniche di auto-aiuto e stress management

INS oggetto di osservazione a inizio, met e fine anno. Ricerche su motivazione della scelta della professione, autopercezione, coping, assenteismo, condizioni psicofisiche, zone urbane vs zone rurali, fattori di rischio OP e MM partecipano allo studio su percezione, stereotipi e aspettative sia nei confronti della professione sia nei confronti dei singoli docenti

INS mette in atto le coping strategies positive e i principi di autodiagnosi, autocura. INS esperto di burnout (tutor) collabora nellaccogliere il collega in difficolt favorendone il reinserimento lavorativo

INS partecipa alla prevenzione con passaparola, orientamento dei colleghi a rischio per un corretto supporto, tutoring, test dingresso alla professione, check up durante lanno, istituzione momenti dincontro (auto-aiuto) MM e OP ricevono a inizio, met e fine anno i risultati delle ricerche sulla salute del corpo docente. Prevedono uno spazio/rubrica dedicato alla categoria professionale e alla scuola in generale

Opinione Pubblica, studenti, famiglie, mass-media (OP-MM)

Il medico competente (D. Lgs. 626/94)


Considera lo stato di salute complessivo (patologia professionale e non) a fronte dei rischi professionali specifici per lo stesso soggetto Valuta lassenza di controindicazioni al lavoro cui il soggetto destinato Stabilisce lidoneit specifica alla mansione, cio la compatibilit tra le caratteristiche biologiche dellindividuo (deficit organici, fisici o psichici) ed il profilo di rischio della mansione in esame (caratteristiche ergonomiche, relazionali, organizzative e procedurali) 3 comma Art 5 dello Statuto dei Lavoratori: il datore di lavoro ha facolt di far controllare lidoneit fisica del lavoratore

44

DM M. Lavoro e Politiche Sociali 27.04.04


Lista 1: malattie la cui origine lavorativa di elevata probabilit; Lista 2: malattie la cui origine lavorativa di limitata probabilit non sussistendo conoscenze sufficienti. Include le malattie psichiche e psicosomatiche da disfunzioni dellorganizzazione del lavoro. Lista 3: malattie la cui origine lavorativa si pu ritenere possibile e per le quali non disponibile il grado di probabilit Sono cio introdotti i concetti di probabilit, possibilit e presunzione dorigine tendenti a valutare la matrice causale (combinazione di multifattorialit e diversa sensibilit individuale).

Il dirigente di fronte al D. Lgs. 626/94


Art. 4 punto 5 Il datore di lavoro adotta le misure necessarie per la sicurezza e la salute dei lavoratori (bibliografia internazionale su helping professions) Art. 17 punto 1 Il medico competente collabora alla predisposizione delle misure per la tutela della salute e dellintegrit psicofisica dei lavoratori Art. 17 comma 4 Il lavoratore, qualora non condivida il giudizio del medico competente, pu far ricorso avverso il giudizio di inidoneit allorgano di vigilanza territorialmente competente (SPISAL: entro 30 gg) Art. 21 (Informazione dei Lavoratori) Il DS provvede affinch ciascun lavoratore riceva unadeguata e formazione su: i rischi per la sicurezza e la salute connessa allattivit dellimpresa in generalei rischi specifici cui esposto in relazione allattivit svolta Art. 22 La formazione deve essere periodicamente ripetuta (anche per i casi di trasferimento e assunzione) e lRSPP ne ha particolare diritto Art. 22 c 6 La formazione dei lavoratori deve avvenire nellorario di lavoro e non pu comportare oneri economici a carico dei lavoratori

45

Il ruolo del dirigente di fronte alla legge


Art. 32 C.I. Il diritto alla tutela della salute; Art. 2087 C.P.C. limprenditore tenuto ad adottare nellesercizio dellimpresa le misure che, secondo la particolarit del lavoro, lesperienza e la tecnica, sono necessarie a tutelare lintegrit fisica e la personalit morale dei prestatori di lavoro (anni 40); C.P.P. prevede sanzioni specifiche in caso di omissione dolosa (art. 437) e colposa (art. 451) di cautele contro gli infortuni sul lavoro. Punisce con la reclusione da 3 mesi a 3 anni chiunque cagiona ad alcuno una lesione personale, dalla quale deriva una malattia del corpo o della mente (art. 582). Punisce con larresto chiunque reca molestie o disturbo a qualcuno (art. 660)

Il danno biologico (DB)


Dal punto di vista medico-legale il danno pu essere definito come ogni modificazione peggiorativa dello stato anteriore della persona risarcibile (Corte Cost.le 1986: danno al valore uomo). Tutti i fatti giuridicamente illeciti che possono determinare un danno alla persona sotto forma di una diminuzione dellintegrit psicofisica configurano un DB (oggi ++ danno esistenziale) Il DB costituisce una menomazione dellintegrit psicofisica del soggetto in s e per s considerata, in quanto incidente sul valore uomo in tutta la sua concreta dimensione, che si collega alla somma delle funzioni naturali afferenti al soggetto nellambiente in cui la vita si esplica ed avente rilevanza non solo economica ma anche biologica, sociale, culturale ed estetica.

46

La relazione del dirigente scolastico (1)


Dati anagrafici (nome, sesso, et, luogo di nascita, residenza) Carriera scolastica (scuola, materia, classe, data di immissione in ruolo, anzianit di servizio, trasferimenti, assenze e loro distribuzione nellultimo triennio con eventuali motivazioni, ritardi, sanzioni, visite ispettive, referenze precedenti istituti, anni contribuzione, valutazione Medico Competente L. 626) Profilo personale e aspetti relazionali (rapporti con colleghi, DS, studenti, genitori). Mutamenti improvvisi. Note significative. Profilo professionale (gestione del lavoro e mutamenti recenti) Fatti contestati ed episodi salienti (descrizione fatti, contesto, circostanze, testimoni, durata, sanzioni, denunce, controdeduzioni, difficolt notifica atti, effetti prodotti (ritiri/abbandoni)

La relazione del dirigente scolastico (2)


Indicare sempre nella relazione eventuale rischio di incolumit e disservizio/diseducazione per utenza e personale scolastico Fare cenno asettico al rapporto personale con linteressato e citare tutti i tentativi di conciliazione esperiti Trattare con cautela i life events dei quali il DS a conoscenza Non formulare diagnosi mediche n esprimere giudizi Rammentare che linteressato ha diritto a richiedere copia della relazione al Collegio Medico Documentare con allegati alla relazione episodi e lamentele Non cedere alla tentazione del trasferimento per Inc. ambient. Affermare che visita in CMV a tutela/interesse del docente

47

Domande FAQ dei dirigenti scolastici (1)


Quali strumenti ho per affrontare un caso di DMP? Corro il rischio di denunce per mobbing? Occorre il consenso dellinteressato per visita medica? Linteressato pu rifiutare di presentarsi alla CMV? Cosa rischia linsegnante che rifiuta la visita medica? Linteressato pu ottenere relazione DS? (art. 22-23 L 241/90) Quale ruolo ha il medico competente (L.626/94)? E utile richiedere visita ispettiva prima della CMV? Quali conseguenze pu avere la visita ispettiva?

Domande FAQ dei dirigenti scolastici (2)


Devo proprio scrivere la mia relazione di accompagnamento? Posso basare la mia relazione su testimonianze verbali? E possibile allegare atti e documenti scritti da colleghi e utenza? Mi conviene contattare il medico di base del docente? Vale la pena contattare qualche familiare? Devo prevedere il rischio DMP nel DVR? Mi compete attuare strategie di prevenzione? Ma la visita in CMV a danno o a tutela del docente? Ho responsabilit in caso dinerzia o trasferimento improprio?

48

Domande FAQ dei dirigenti scolastici (3)


Hanno senso sanzioni disciplinari a carico del docente? Quante volte pu essere richiesta la visita in CMV e da chi? Cosa fare quando provvedimento CMV illogico? La CMV tenuta a trasmettermi il verbale con la diagnosi? Posso registrare il colloquio col docente? Nella relazione posso porre quesito diagnostico o diagnosi (dg)? E trasmettere documenti medici con dg in mio possesso a CMV? Posso richiedere il verbale di visita CMV contenente la dg? Posso contattare o interpellare direttamente la CMV? Chi devo privilegiare: lavoratore o utenza?

I possibili allegati alla relazione del DS


pubblicazione de La Medicina del Lavoro n5/2004 lamentele scritte di colleghi/studenti/genitori contestazioni addebito, sanzioni disciplinari, controdeduzioni denunce (attive e passive) lettere/minacce dellinteressato alla direzione scolastica verbali di incontri/riunioni attestanti atteggiamenti inusuali prospetto assenze degli ultimi tre anni atti legali (es. diffide; denunce di mobbing) interventi sindacali tentativi di conciliazione esperiti certificati medici di cui listituto in possesso

49

Obiettivi e vantaggi del corso per docenti


Si favorisce autodiagnosi e monitoraggio individuale Si abbattono stereotipi abbattendo ansia e aumentando condivisione stress Si spiega che visita in CMV un diritto/tutela del docente e non un danno Si illustrano i diritti alla tutela salute dei docenti (LL. 335/98, 274/91) Si apre alla possibilit del counselling per chi percepisce il disagio Si illustrano le reazioni di adattamento positive e quelle negative (coping) Si abbatte il rischio di denunce per mobbing Si diminuisce il rischio di denunce legali (626 applicata a 360 su DMP) Si formano anche RSPP ed RSU Vi sono fondi per 626/94 e la formazione/prevenzione obbligatoria Si accresce anche la conoscenza DMP nella classe medica (MC e MMG) Si tutela indirettamente lincolumit dellutenza Verosimilmente si contengono assenze e supplenze Si informano docenti che le testimonianze servono per iscritto (allegati) Si prepara il terreno per il reinserimento lavorativo del docente reduce dal DMP

50