Sei sulla pagina 1di 14

PROGETTO UN PO CONTEMPORANEO / MURAZZI LAB

Ideato da

HOUSEDADA.COM Aldo Goccione e Ottavia Parisi


in collaborazione con Movimento Manifesto

UN PO CONTEMPORANEO

UN OCCASIONE DI SVILUPPO SOSTENIBILE

dal rapporto che la citt ha sviluppato con queste realt attraverso le attivit e le infrastrutture. Questi elementi sono testimonianza diretta di un passato non troppo lontano che vedeva il Po come fulcro di attivit commerciali e ricreative e come barriera architettonica naturale in grado di determinare unopportunit sociale e produttiva: pista di atterraggio per idrovolanti, sede delle prime societ di canottaggio, luogo ricreativo per pesca e balneazione, oltre che asse commerciale. E interessante come

avviene per le altre citt europee, lacqua e i waterfront si caratterizzano per lemergere della vocazione sociale, caratterizzata da attivit ed infrastrutture ben denite. La scelta, operata pi di ventanni fa, di regalare i Murazzi alle persone e alle loro attivit sociali, si rivelata vincente e ha tracciato una direzione che merita di essere seguita e valorizzata. Diversi sono gli esempi di citt europee che hanno investito

- Nantes - Siviglia - Amburgo - Bilbao - Bordeaux

Il principale riferimento e fonte di ispirazione il progetto Estuaire di Nantes (http://www.estuaire.info/): unopera di valorizzazione artistica, sviluppata su un tratto di 60 km tra la citt e il suo estuario con installazioni, mostre e incontri, portando vita sulle sue rive nel cuore dellarea metropolitana di Nantes-Saint-Nazaire Mtropole. LEstuaire importante nello sviluppo dellidentit di unarea metropolitana che spera di diventare il fulcro economico e culturale del Grande Ovest francese. Permanenti o temporanee, create in situ, nelle citt o nei porti, nellacqua o sullacqua, visibili dalle rive

Ovviamente, lEstuaire ha richiamato grandi nomi dellarte contemporanea, ma la cosa pi memorabile di questa manifestazione il suo modo di mettere gli abitanti dellarea in contatto con larte, di far s che accolgano tra loro le nuove opere, che partecipino alla loro installazione e che vivano momenti forti. La prima edizione ha inoltre visto la partecipazione attiva di vari artisti locali, di associazioni e di studenti.

UN PO CONTEMPORANEO
I MURAZZI
Sullonda di ci che avviene nelle principali capitali europee, che fanno rivivere i waterfront grazie ad attivit sociali e culturali, molteplici sono le potenzialit che emergono per un luogo come i Murazzi. Suggestioni e proposte arrivano dai settori dellintrattenimento, dello sport, dellarte, della musica, le quali si portano dietro lincredibile variet di soluzioni possibili per la valorizzazione e la crescita di uno spazio. I Murazzi hanno lopportunit di diventare il fulcro di un percorso fluviale e artistico che ha la funzione di riscoprire un territorio ricco e pieno di prospettive. Opere darte contemporanea, arte antica, suggestioni, patrimonio naturale e patrimonio industriale, spettacoli dal vivo, concerti, strutture di supporto alle attivit sportive, insieme per descrivere levoluzione di un territorio attraverso passeggiate e crociere sulle rive, feste e spazi condivisi. In barca o in macchina, a piedi o in bicicletta, i luoghi diventano un iter allinterno del quale si sviluppano legami fra gli spazi determinati dalle funzioni. Elemento imprescindibile per lo sviluppo delle piene potenzialit del luogo la partecipazione condivisa di tutte le realt in gioco, unita allo sviluppo di una rete di collaborazioni con le principali istituzioni culturali cittadine, le quali possono espandere gli orizzonti di riferimento aumentando lesposizione verso determinati target. Il luogo mira a diventare una cassa di risonanza appetibile per la promozione delle eccellenze territoriali, le quali possono risultare interessate ad investimenti di varia natura per la valorizzazione dei Murazzi.

DECALOGO PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE DEI WATERFRONT


da Il futuro una citt con vista sul porto, Il Sole 24 Ore

++ La qualit di acqua ed ambiente va garantita ++ I waterfront sono parte del tessuto esistente ++ L identit storica d carattere al luogo ++ Priorit al mix di funzioni ++ Accessibilit pubblica come requisito irrinunciabile ++ I progetti sostenuti da partership pubbliche e private procedono pi rapidamente ++ La partecipazione pubblica un elemento di sostenibilit ++ Il recupero dei waterfront richiede progetti a lungo termine ++ La rivitalizzazione un processo continuo ++ I waterfront traggono beneficio dagli scambi culturali internazionali

UN PO CONTEMPORANEO
GLI OBIETTIVI
ad una collaborazione tra location ed istituzioni in modo da creare percorsi e commistioni sempre nuovi

MIRARE

VALORIZZARE
il percorso fluviale (pedonale, ciclabile)

ALLESTIRE

SENSIBILIZZARE
la collettivit sulla storia e sulle possibili opportunit di valorizzazione dellasse fluviale

limmagine unitaria dei Murazzi attraverso la promozione, la gestione partecipata del suolo pubblico e il coinvolgimento del maggior numero di attori possibile

UTILIZZARE
i locali e i molteplici servizi gi presenti ai Murazzi per ampliare le opportunit diurne, rendendo i gestori ed i locali principali attori nellevoluzione dellarea

UTILIZZARE
il fiume ed il percorso fluviale come nuovo sistema informativo per i cittadini

lasse fluviale come un possibile mezzo per comunicare le molteplici attivit cittadine

RICONSIDERARE

un legame tra le sponde del fiume

CREARE

eventi in grado di condurre i Murazzi verso il 150 anniversario dellUnit dItalia

PROGETTARE

unit di intenti ed unofferta condivisa per il futuro del principale asse cittadino fluviale

CREARE

UN PO CONTEMPORANEO
LE ATTIVITA
con gli enti museali (Gam, Museo di Scienze Naturali, Mao, Museo del Cinema, Museo Egizio, Castello di Rivoli)

COLLABORAZIONE

attraverso incontri, conferenze e collaborazioni con istituzioni ed Enti presenti sul Territorio (Politecnico di Torino, Universit degli Studi, Circoli ed Associazioni)

SENSIBILIZZAZIONE SOCIALE

per riscoprire gli antichi passaggi di collegamento fra piazza Vittorio ed i Murazzi

VISITE GUIDATE

riguardo al luogo attraverso allestimenti, mostre fotografiche e ricostruzioni depoca di strutture pubbliche e private per arricchire i servizi di mobilit cittadina (Gtt, To Bike, Muovi Equilibri, Ciclofficine)

SENSIBILIZZAZIONE STORICA

COINVOLGIMENTO

di eventi a forte vocazione territoriale (concerti, mostre, eventi promozionali)

ORGANIZZAZIONE

di strutture di supporto alle attivit dellAssociazione Sviluppo Murazzi

INSEDIAMENTO

MURAZZI LAB

IL DISTRETTO CULTURALE
A un certo punto della loro esistenza i Murazzi hanno avuto anche un giornale. Si chiamava lUrlo dei Murazzi, usciva di notte, attraverso un collage piuttosto avanguardista proponeva distribuzione, manco a dirlo, nei locali notturni. La storia in questione solamente una delle mille possibili diapositive che raccontano la storia, le storie, di un luogo di magazzini di porto, di prostitute, di giovani nella notte, di giovani al mattino, di pescatori, di contrabbandieri, di sportivi e di anziane coppie a passeggio. Ma emblematica, perch un luogo che partorisce spontaneamente forme di vita e di comunicazione cos caratteristiche, un luogo vivo, un luogo sociale, un luogo con unidentit. Ed proprio questa identit, pesante eredit, formata dal complesso di vicende che hanno portato i Murazzi al loro aspetto attuale, che costituisce il giusto tramite per traghettarli verso lo sviluppo del proprio percorso. La scelta, operata pi di ventanni fa, di destinare i Murazzi alle gente, con lapertura dei locali notturni, si rivelata vincente, ma necessita probabilmente di qualche correzione di rotta. Questa considerazione nasce sulla base delle problematiche emerse nel corso degli ultimi anni, legate al sottoutilizzo di determinati ambiti e funzioni a scapito di altri. Su queste basi nato il Murazzi Lab, progetto di sviluppo territoriale a misura di luogo, contenitore unico in grado di promuovere limmagine, le attivit e i soggetti in ambito cittadino e non, e, allo stesso tempo, favorire linsediamento di nuove realt culturali. Obiettivo principale del progetto integrare e mettere in comunicazione soggetti diversi (pubblici e privati) i quali, per intrinseca conformazione, hanno obiettivi ed aspettative diverse rispetto al luogo. Capire in quale misura questi obiettivi coincidano, riuscire a collocarli in un canale che convogli le spinte verso ununica direzione, giocare

MURAZZILAB

SPINTE PER LACRESCITA UN MARCHIO PER I MURAZZI

con le diverse realt coinvolte nei processi di sviluppo territoriale

DIALOGO

creazione di un ufficio promozionale per la gestione e la coordinazione delle attivit legate al polo dei Murazzi

allestimenti espositivi, manifestazioni

ATTIVITA CULTURALI

apertura locali in orario diurno, allestimento di servizi

I MURAZZI 24H

MURAZZILAB

UNA SEDE PER LO SVILUPPO DEI MURAZZI

intercettare materialmente lutenza potenziale rende la presenza di una sede per MurazziLab elemento imprescindibile del progetto. MurazziLab e Associazione Sviluppo Murazzi intendono fare richiesta di una sede presso i Murazzi allinterno di arcate dismesse e attualmente non utilizzate.

ATTIVITA SOSTENIBILI VERSO UNA SMARTCITY


- Eventi e manifestazioni OFF legate alle esperienze pi rilevanti in citt - Allestimento servizi per il coworking hot-spot wireless per internet arredo urbano temporaneo funzionale a diverse attivit predisposizione aree per presentazione prodotti commerciali sperimentali (energia, automotive, edilizia) - Utilizzare gli spazi per laboratori diurni legati ad associazioni e realt del territorio corsi di pittura murale officine per la riparazione e affitto di biciclette spazi per le universit e laccademia da dedicare a laboratori di costruzione o scultura - Creare collaborazioni con enti pubblici e museali per favorire lo sviluppo del tessuto culturale e didattico. Esempio di collaborazione: Gtt / Museo di Scienze Naturali: impostare percorsi didattici per le scuole dove gli utenti possano, oltre al percorso fluviale offerto dalla Gtt, usufruire di pannelli informativi riguardo la flora e la fauna del territorio preparati dallo stesso Museo. - Utilizzare lasse fluviale e le sue sponde per promuovere in modo innovativo lofferta culturale piemontese/torinese, cos da informare il flusso, turistico e non, che percorre il tratto attraverso allestimenti temporanei che replichino alcuni simboli delle realt promosse.

MURAZZILAB

LE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE
La possibilit di sfruttare un marchio territoriale permette di rendere facilmente identificabili le attivit legate ai Murazzi e al suo sviluppo, segnando uno stacco netto fra il passato e le possibilit di sviluppo del luogo, il quale presenta potenzialit attrattive di grande portata.

UN MARCHIO PER I MURAZZI


Concetti legati alla creazione, accumulazione e scambio di conoscenza sono diventati tipici dei filoni di ricerca atti ad indagare i fenomeni emergenti su scala territoriale. Sebbene sembrino essere ad una prima occhiata concetti antitetici, il territorio essenza fisica, presente, tangibile e la conoscenza, immateriale, dai contorni sfumati e priva di caratteristiche fisiche, assumono un senso proprio quando sono contestualizzati allinterno di un luogo, di unarea territoriale in cui si produce la scintilla della creativit. Da una parte la dimensione culturale si lega sempre pi facilmente ad un luogo, tendendo a caratterizzarlo nei casi di successo, a rendere indelebile il ricordo associato ad esso e, daltro canto esso assolve ad una funzione di marketing territoriale, capace come si dimostrato di decretare la nascita anche di un marchio territoriale. Naturalmente il territorio non potr essere considerato alla stessa stregua di un prodotto da banco, ma pur vero che alcune politiche verso uno sviluppo basato sulla conoscenza, ovvero sulla knowledge economy, possono essere decise e portate avanti, in modo che il territorio non sia mero oggetto di comunicazione, ma sia protagonista di una strategia strutturata che mira allo sviluppo orientato alla creativit. Sebbene taluni ancora storcano il naso allorquando si associa la dizione mercato a territorio, non va dimenticato che la costruzione di un marchio passa da una serie di azioni che si basano su una relazione di fiducia esistente tra chi ne acquirente (nel caso del territorio il visitatore o chi vi si trasferisce per viverci, nel caso dellevento colui ne costituisce il pubblico e spesso diventa anche visitatore del luogo in cui esso collocato) e loggetto veicolato da quel marchio. Perch non giovarsi allora delluniverso simbolico associato alla cultura? E nello stesso modo il legame con un territorio pu agilmente costruirsi e rafforzarsi attraverso le emozioni.

Componenti per la comunicazione territoriale - il progetto si racconta


++ Il progetto non comunicato non esiste
++ Frontiere nelle nuove tecnologie - il web ++ Sviluppo di partnership trasversali con soggetti interessati ++ Potere amplificatore dei media ++ Forza della pubblicita

Strumenti per la comunicazione territoriale UFFICIO STAMPA agenzia di promozione delle attivit legate ai Murazzi, coordinamento e gestione mezzi di comunicazione PORTALE WEB piattaforma per lo sviluppo e la comunicazione delle attivit ai Murazzi PARTECIPAZIONE ORGANIZZATIVA creazione e gestione degli eventi trasversale fra le varie realt interessate allo sviluppo dei Murazzi RICONOSCIBILITA delle attivit del marchio e del materiale di comunicazione da esso proposto

Le possibilit offerte dalla creazione di un brand territoriale sono molteplici: il modello stato applicato su scala nazionale, cittadina e per i distretti culturali. E possibile trovare soluzioni per ladattamento delle strategie di marketing territoriale ad aree ad alta specificit come i Murazzi?

MURAZZI LAB

MOVIMENTO MURAZZI
Nel complesso delle strategie di comunicazione per il progetto MurazziLab, gioca un ruolo fondamentale la stesura partecipata di un Documento, strumento flessibile e aperto allinserimento di contenuti da parte di chiunque si consideri in qualche maniera partecipe delle vicende dei Murazzi. Configurato come un gioco, declinazione del classico manifesto programmatico, questo documento intende proporsi come una raccolta di suggestioni in grado di descrivere un sistema complesso come quello dei Murazzi, ma anche strumento utile per la definizione di linee di sviluppo . La collocazione naturale di questo strumento chiaramente la piattaforma web, di cui costituisce uno degli elementi principali grazie alla possibilit di essere estremamente appetibile per gli utenti aumentando il senso di partecipazione. La consapevolezza dellimpossibilit di descrivere realt cos complesse se non proprio con strumenti omnicomprensivi, che tengano conto della totalit di spinte e contenuti di un luogo, porta alla diretta applicazione dei contenuti cos ottenuti (proposti dal complesso di utenti), per campagne di comunicazione, rendendo cos i pensieri e le esperienze della parte sociale dei Murazzi vero e proprio biglietto da visita del luogo. A rendere particolarmente significativo il metodo utilizzato la possibilit di avere diverse chiavi di lettura, in grado di privilegiare di volta in volta elementi ironici, storici o di vita vissuta. Laccostamento di questi elementi dipinge uno scenario significativo e fa emergere le contraddizioni, le storie e le spinte di crescita del luogo.

MURAZZILAB

GLI SPUNTI ARCHITETTONICI


I MURAZZI DEL PO - MONUMENTO ALLINCOMPIUTEZZA
La difficolt nellesprimere un giudizio architettonico sulle condizioni attuali dei Murazzi risiede nella molteplicit di attivit, e di conseguenza di allestimenti funzionali a tali attivit, presenti nel luogo. Esprimere un giudizio globale significherebbe tralasciare taluni aspetti a favore di altri alterando quindi il valore stesso del giudizio. Si possono per al contempo proporre alcuni ragionamenti. I Murazzi sono un luogo eternamente incompiuto. La funzione per la quale sono stati creati venuta a mancare quasi immediatamente, e la citt si trovata a disposizione una serie di strutture senza un obiettivo ben preciso. Ad appropiarsi dei Murazzi sono state le persone e le loro attivit: da sempre stato cos e di questo bisogna tenere conto per la proposta di linee guida per lo sviluppo e la riqualificazione, anche architettonica. Le suggestioni proposte pi che indicare dei mezzi estetici e tecnici vogliono rappresentare un obiettivo da raggiungere: eliminare le incongruenze dannose per lutilizzo dello spazio e favorire allestimenti in grado da un lato di rispettare lunit formale dei Murazzi, dallaltro di renderli pienamente fruibili dalle persone, vere protagoniste nello sviluppo dei Murazzi.

UN PO CONTEMPORANEO
ILSISTEMADEI TRASPORTI
E noto che le tematiche di riqualificazione tendano spesso a incrociare spinte di altro tipo, sociali, produttive, economiche. Nel caso del fiume, la sua conformazione, attorno alla quale si storicamente sviluppata la citt, suggerisce un suo sfruttamento per agevolare il sistema dei trasporti pubblici. Che il fiume, qualunque fiume, dimostri vocazione per facilitare gli spostamenti storicamente noto. Ma quali soluzioni siano possibili per la citt moderna, incentrata intorno al problema della mobilit, questione estremamente attuale. Nel caso del Po la vocazione rimasta nel corso degli anni piuttosto inespressa, e il trasporto fluviale usato prevalentemente per fini turistici. Esistono per esempi di citt, anche europee, nelle quali il sistema di mobilit sfrutta le possibilit offerte dal fiume. La via percorribile in questo senso quella dellintegrazione con gli altri sistemi di trasporto pubblico, sfruttando in modo migliore le due sponde allestite prevalentemente a parco che ben si prestano allutilizzo di mezzi alternativi allautomobile. Un fiume sfruttato da molte persone durante il giorno per gli spostamenti un fiume vivo, che svolge un ruolo verso il quale naturalmente portato, che genera indotto. La possibilit che si offre quella di sfruttare i porti naturali, che coincidono con luoghi particolarmente significativi della citt, come tappe di un percorso che da Moncalieri pu avere il suo naturale approdo ai Murazzi e su Piazza Vittorio. Tali luoghi risultano particolarmente significativi perch in corrispondenza di ponti, snodi di traffico, piste ciclabili, poli dattrazione turistici e verdi. La necessit quella di creare un sistema integrato pianificato assieme ai principali attori della mobilit cittadina (Gtt), per sfruttare le varie possibilit e indirizzare sforzi futuri verso una unica direzione. Esempio lampante la possibilit di inserimento di punti del servizio ToBike in prossimit di questi porti naturali per lintegrazione dei due sistemi di trasporto. Altra considerazione a vantaggio del trasporto su fiume il ridotto investimento sui mezzi: sul modello di altri esempi in Europa, sufficiente allestire poche, piccole chiatte per garantire un servizio estremamente preciso e veloce, altamente competitivo rispetto a tempistiche di percorrenza con mezzi tradizionali.

PORTO

DEI MURAZZI

MEDIEVALE

BORGO

LIDO

PIAZZA ZARA

ITALIA

61

LE

VALLERE

CREDITI: Housedada.com - Una piattaforma ideale di progetti culturali contemporanei con l'ambizione di spaziare negli ambiti dellarte, del design, dellarchitettura, della fotografia, del video design e del intrattenimento culturale collaborando con artisti e liberi pensatori. Si occupa in maniera estensiva di progetti innovativi che lavorano sui concetti di public urban art, di interazione tra territorio e cultura, della valorizzazione e del recupero, facendo della contestualizzazione e del lavoro collettivo il suo punto di unicit. - www.housedada.com Aldo Goccione si laureato in Architettura al Politecnico di Torino. Direttore di Doc Magazine e membro fondatore di Housedada.com e di Movimento Manifesto. Ha lavorato presso INNOVeTION VALLEY e Fuori biennale. Michele Canevese si laureato in Architettura al Politecnico di Torino. Membro fondatore di Housedada. com, lavora e collabora attualmente presso Zirkumflex a Berlino. Ottavia Parisi - Architetto e dottoranda in Architettura e Progettazione e Edilizia presso il Politecnico di Torino. Attualmente collabora nei corsi di progettazione della I Facolt di Architettura e con la Musinet Engineering di Torino. Movimento Manifesto - Comitato per lo Sviluppo Creativo del Territorio nasce da queste premesse, senza un vero obiettivo se non quello di giocare con creativit sugli obiettivi altrui, inserendosi nelle dinamiche di sviluppo come realt di supporto. La necessit quella di riportare i singoli obiettivi ad una dimensione superiore, contestualizzandoli e, di conseguenza, aumentandone il valore. La convinzione che gli strumenti principi per la progettazione sul territorio, di qualunque natura essa sia (architettonica, paesaggistica, di servizi, di offerta culturale) debbano essere il dialogo con le realt vicine e il confronto con quelle equivalenti. Linea guida principe in questo verso il basso (o nuovi livelli economici, sociali e culturali). Il basso in questione non sinonimo di povert qualitativa o pochezza culturale; al contrario indica le possibilit da parte del territorio di di chi vive il territorio in prima persona quotidianamente. CONTATTI : Mail: aldogoccione@housedada.com Aldo Goccione - 3356894431 Ottavia Parisi - 3922809236

PROGETTO UN PO CONTEMPORANEO MURAZZI LAB

IL PROGETTO MURAZZI LAB Progetto di sviluppo territoriale in grado di promuovere limmagine, le attivit e i soggetti in ambito cittadino e non e favorire linsediamento di nuove realt culturali. UNA SEDE

COMUNICAZIONE TERRITORIALE - Sviluppo e comunicazione delle iniziative tramite un portale web. IL MOVIMENTO MURAZZI in grado di descrivere un sistema complesso come quello dei Murazzi. GLI SPUNTI ARCHITETTONICI Eliminare le incongruenze dannose per lutilizzo dello spazio e favorire allestimenti in grado di rispettare lunit formale dei Murazzi. IL SISTEMA DEI TRASPORTI di trasporto alternativi a supporto degli altri sistemi di trasporto pubblico, attraverso un percorso le cui tappe