Sei sulla pagina 1di 95

RASSEGNA STAMPA

PRESS REVIEWS

Via dei Biancospini, 11 – 63100 Ascoli Piceno – Tel. +39 0736 341218 Fax +39 0736 346706
info@velenosivini.com - www.velenosivini.com
2006
Velenosi 2002 Ludi Le Marche ($55.00) 89
Velenosi 2001 Rosso Piceno Il Brecciarolo Le Marche ($15.00) 88
Velenosi 2001 Rosso Piceno Roggio del Filare Le Marche ($45.00) 93

La cantina di Angela Velenosi ci ha mostrato notevoli progressi nei vini marchigiani negli ultimi anni. Situata vicino alla
città di Ascoli Piceno, una piccola perla architettonica poco conosciuta ma che vale la pena visitare, la cantina è
specializzata in vini a base di Montepulciano. L’offerta attuale presenta tre versioni diverse.

Il Ludi 2002 aggiunge un po’ d’uve Cabernet e Merlot al Montepulciano ed è il successo di quest’annata, ricco di
sentori di prugna e ribes, minerali e cocco, solido e con una buona struttura anche se i tannini sono più secchi
dell’eccellente versione del 2001.

Il Rosso Piceno Il Brecciarolo 2001, teoricamente la bottiglia standard, propone una maggiore complessità di
quanto ci si possa aspettare grazie al suo sapore armonico ed elegante reminiscente di frutti di bosco e il suo bouquet
di goudron e cuoio.

Il Rosso Piceno Roggio del Filare 2001 segna lo standard della denominazione Rosso Piceno, con un bouquet
sontuoso ed opulento di prugna e cioccolato, un sapore ampio e voluminoso, una profondità e definizione superiori e
un finale caldo e deciso. Può essere conservato ancora per una dozzina d’anni.
I poderi dell'azienda vitivinicola
marchigiana Velenosi Ercole si
estendono tra le colline che fanno
vino richiede infatti un differente
periodo di affinamento, e la matu-
razione è una fase che richiede sì ac-
Attiva da tempo nell'azienda di
famiglia, Angela Velenosi ha
da contorno alla splendida valle del cortezza scientifica, ma anche un giusto dedicato alla produzione
fiume Trento, in una zona" che, gusto per la sperimentazione. Una sorta
grazie ai suoi terreni argillosi e fertili, è di viaggio ideale, dunque, quello di vitivinicola la sua vita
da sempre stata vocata alla colti- quest'antica bevanda, che parte dal professionale, non disgiunta da
vazione della vite. Alle quattro aziende vigneto per giungere infine, at-
di proprietà di questa nota azienda traverso la vendemmia, la cantina e una grande passione personale.
vinicola, tutte situate in provincia di le varie fasi di imbottigliamento, sulla
professionalità della sua titolare: la
Ascoli Piceno, se ne aggiunge un'altra tavola del consumatore, dando vita
consegna del premio 'Marchigiana
in Abruzzo, nella provincia di Tera- al momento magico della degusta-
dell'Anno', che viene annualmente
mo. zione: una volta stappata la bottiglia,
attribuito ad un imprenditore che si
Ed è proprio sfruttando questi fertili colori, sapori e profumi si sprigio-
sia particolarmente distinto nell'am-
rilievi, posti in dolce pendenza e a nano, narrando al palato tutto il pro- bito del suo settore: «II Premio viene
non molta distanza dal mare, che prio passato. «Al momento dispo- assegnato a quanti, con il proprio
dal 1984 Angela Velenosi, insieme niamo di 80 ettari di vigneti in pro- impegno, si siano adoperati per pro-
con il marito Èrcole, vinificano in prietà e in affitto, che verranno però muovere il nome e l'immagine delle
proprio una vasta gamma di ottimi ben presto ampliati, e che ci consen- Marche in Italia e nel mondo. Il vino è
vini rossi e bianchi, cui si affianca tono una produzione di 750mila bot- anche cultura, e attraverso di esso si
una gamma di interessanti spumanti. tiglia all'anno, che comprende ben sperimenta la conoscenza e la pre-
Anno dopo anno i due titolari hanno cinque vini Doc: il Falerio Brecciarolo, il senza di un territorio. Sono molto
provveduto ad impiantare nuovi vi- Falerio Vigna Solarla, il Rosso Piceno, orgogliosa della mia regione, e sono
gneti utilizzando vitigni di Trebbiano, il Rosso Piceno Superiore Brecciarolo, sicura che questa attribuzione con-
Pecorino, Passerina, Malvasia, Pinot il Rosso Piceno Superiore Roggio tribuirà a farla ancor meglio cono-
Nero, Chardonnay, Mùller Thurgau, del Filare», spiega Angela scere a un vasto pubblico». E, d'altra
Montepulciano, Sangiovese, Merlot e Velenosi, che cura in toto l'aspetto parte, la fama della Velenosi ha tra-
Cabernet Sauvignon. Sorretti da commerciale dell'azienda, che ampio valicato, nel corso degli ultimi anni, i
una grande passione per la viticoltura, i spazio di manovra lascia ad esponenti confini nazionali, che assorbono a
due giovani imprenditori hanno femminili, come ci conferma la stessa tutt'oggi il 52% della produzione
rapidamente appreso le tecniche di titolare: «Credo molto nelle donne, vinicola della società: «II resto della
coltivazione e vinificazione, miglio- nella loro intelligenza, tenacia e sen- nostra produzione è tutto destinato
randole e approfondendole nel corso sibilità. E proprio per questo motivo all'esportazione, e non solo a livello
degli anni, e arrivando ad allestire parecchie delle mie collaboratrici sono europeo, visto che vendiamo i nostri
una cantina dotata di attrezzature donne, e gran parte di loro ricopre vini anche in America. Pure la Sviz-
all'avanguardia e di impianti ultra- in azienda ruoli chiave». zera, che peraltro vanta una ristora-
moderni: è infatti qui che si svolge il Sotto all'attenta guida dell'esperto zione tra le più interessanti al mondo, e
magico processo di caratterizzazione enologo Attilio Pagli, che affianca il Ticino in particolare, dimostrano un
di un'vino. A tal fine l'azienda utilizza, l'enotecnica Katia Gabrielli, la Vele- grande interesse per i nostri prodotti
di volta in volta, vasche in acciaio nosi è oggi tra le più conosciute aziende vinicoli di punta, e rappresentano
inox o botti di rovere di differenti vinicole delle Marche, e un pre- pertanto per noi un importante
dimensioni, a seconda della tipologia stigioso riconoscimento è giunto lo
di vino che si vuole ottenere. Ogni scorso mese di luglio a suggellare la

22 TM Donna
mercato di sbocco. Questo mi porta
ad effettuare parecchie trasferte nel
vostro Paese, in cui mi piacerebbe
un giorno poter vivere», ci confida
Angela Velenosi, che vive con molto
entusiasmo la sua passione per l'eno-
logia. «Tutte le uve che vinifichiamo
provengono esclusivamente dai nostri
vigneti, la cui cura ci tiene impegnati
lungo tutto l'arco dell'anno: si va
dalla lavorazione della terra, al rin-
novo degli impianti, alle potature,
per culminare con il periodo paros-
sistico della vendemmia, che è un
momento davvero delicato: a seconda
delle differenti caratteristiche del vi-
gneto, infatti, la vendemmia deve
essere effettuata in tempi diversi: la
raccolta dell'uva deve avvenire al
momento opportuno, quando i valori
alcalini sono quelli giusti per la ti-
pologia di vino che si vuole ottenere.
E, a volte, il tempo utile per una rac-
colta ottimale può ridursi a pochissimi
giorni. Il nostro è insomma un me-
stiere che richiede un'infinita passione,
senza la quale non ci sarebbe la forza un piano di riduzione dell'impatto Angela Velenosi, responsabile
necessaria per affrontare un ritmo ambientale volto a contenere l'utilizzo commerciale dell'omonima azienda
di lavoro molto pesante, in cui non di pesticidi chimici nella propria lotta vitivinicola marchigiana.
ci sono orari ed è raro riuscire a con- alle malattie parassitarie delle viti e
cedersi una pausa. In qualità di re- del terreno in generale. Tra gli obiettivi
sponsabile commerciale sono spesso futuri di Angela Velenosi rientra una
in viaggio: New York, Toronto, Ro- trasferta in Sud Africa, per tastare si beve meno, ma si beve meglio»,
ma, e poi 12 ore in ufficio, concentrata con mano una delle più affascinanti e commenta l'esperta.
sul lavoro che si è nel frattempo ac- nuove zone di produzione vinicola. Mettere le tecnologie più moderne
cumulato sulla scrivania. Se guardo Nel corso degli anni il modo di bere al servizio di un'antica tradizione,
indietro negli anni, e dò una scorsa vino ha subito notevoli cambiamenti; quella vitivinicola: è questo l'obiettivo
veloce al mio passaporto, non mi basti pensare che solo 15 anni fa la che, con impegno quotidiano, per-
rendo conto neppure io di come abbia vendita di vino in bottiglia era molto seguono tutti i collaboratori della
fatto a vivere così intensamente nel relativa, e si privilegiava il vino sfuso, Velenosi, che non dimenticano come,
corso degli ultimi dieci anni», rac- che agli occhi del consumatore era oltre che un'antica arte, la produzione
conta la titolare, che prosegue: «Se sinonimo di genuinità. «Oggi, la pro- vinicola sia anche un rito, che si compie
con me stessa sono estremamente duzione vinicola sta vivendo una bat- attraverso gli stessi gesti, tramandati
esigente, e cerco di ottenere tutto e tuta d'arresto, complice soprattutto da secoli. «In parallelismo con la
subito, con il vino ho un'estrema pa- una congiuntura economica non delle vita umana, anche il vino si modifica e
zienza, so attendere perché so che più favorevoli. Assistiamo dunque a si trasforma con il passare degli anni,
concedendogli il giusto tempo di ma- un calo generalizzato della domanda, passando dalla giovinezza alla
turazione saprà darmi i risultati spe- ma personalmente ripongo fiducia
maturità e infine alla vecchiaia. E da
rati. Del resto, ogni buon vignaiolo in una prossima inversione di ten-
parte nostra ci impegniamo a rispet-
sa che, per ottenere un prodotto di denza. Resta comunque il problema
tare i differenti tempi di crescita e di
qualità, è necessario curare e sorreg- di equiparare, per quanto possibile, i
maturazione di ognuno dei nostri
gere la vite in ogni passo del suo cam- prezzi al consumo, che spero che
vini, senza forzature e stravolgimenti.
mino. La parola d'ordine nel nostro come produttori riusciremo a stabi-
Sappiamo insomma aspettare il tempo
settore deve essere rispetto: per il lizzare e, in alcuni casi, forse anche
opportuno, per essere sicuri che ogni
consumatore, per la qualità del pro- a ridurre, favorendo in tal modo la
vino che esce dalle nostre cantine lo
dotto finale, e a maggior ragione per ripresa dei consumi. Va comunque
faccia solo quando ha la forza per
la natura». E proprio per questo mo- notato che lo spostamento della do-
manda verso vini di qualità e di prezzo camminare da solo», conclude Angela
tivo da dieci anni a questa parte
più elevato compensa la contrazione Velenosi.
l'azienda Velenosi sta portando avanti
delle quantità consumate: in sostanza,
Elena Steiger

TM Donna 23
V I N O
DI D A N I E L THOMASES

UN BICCHIERE DI
MARCHE

In Italia gran parte degli anni


Novanta è trascorsa nel tentativo -
spesso piuttosto futile - di rendere
più "importanti" i vini bianchi.
Maturazione delle uve spinta allo
spasimo, macerazione sulle bucce
prolungata oltre ogni limite, legni di
ogni specie e qualità: nella maggior parte
dei casi il risultato è stato quello di ap-
pesantire i vini e farli diventare
irriconoscibili. Senza renderli più
significativi e, anzi, riuscendo - si fa per
dire - a perdere ogni traccia d'identità.

Dall'azienda Velenosi
un V e r d i c c h i o
dei C a s t e l l i di J e s i
di rara s i n c e r i t à

Quindi, è benvenuto il nuovo


Verdicchio dei Castelli di Jesi di Angela
Velenosi, produttrice, finora, soprattutto
di Montepulciano di personalità e
procacità. Nel 2005, con l'aiuto degli
enologi Attilio Pagli e Katia Gabrielli,
ha realizzato un ottimo bianco da uno
dei maggiori vitigni italiani a bacca
bianca, uva fortunatamente con
margini di miglioramento sia nella
coltivazione in campo sia nella vinifi-
cazione in cantina. Tradizionale il
vigneto, seppure ben esposto, nulla di
eccezionale per quanto riguarda la
fittezza o il materiale genetico, discrete
le tecniche di fermentazione e
affinamento: nessuna macerazione,
legni banditi, solo una permanenza sui
lieviti per aggiungerne carattere e
persistenza. Vino schietto, espressivo,
che guadagna dall'espediente di non
voler essere più di ciò che è: una parte
della storia delle Marche in un bicchiere.

WWW.VELENOSIVINI.C0M
W I N E
BY D A N I E L THOMASES

A GLASS OF MARCHE

In Italy, most of the 1990s passed


trying – often unsuccessfully – to make
white wines more “important”. Grape
ripening pushed to the utmost,
maceration on skins prolonged beyond
all limits, woods of all kinds and
qualities: in most cases, the result
was to weigh down the wines and
make them unrecognizable. Without
making them more significant and, even
in some cases managing to – so to speak
– lose all trace of identity.

From the Velenosi winery


a Verdicchio
of the C a s t e l l i di J e s i
of rare sincerity

So we cannot but welcome the new


Verdicchio dei Castelli di Jesi produced
by Angela Velenosi, until now best known
for a Montepulciano of great
personality and boldness. In 2005,
with the help of enologists Attilio Pagli
and Katia Gabrielli, the winery
made an excellent white from one
of Italy’s major white varieties, a
grape that fortunately still had room for
improvement both as regards cultivation
in the field and vinification in the cellar.
The vineyard is traditional, though well
exposed, nothing special about
thickness or the genetic material,
discreet fermentation and refinement
methods: no maceration, woods
abolished, just permanence on yeasts to
add character and persistency. A
straightforward, expressive wine
which gains from the expedient of not
trying to be more than what it is – part
of the history of the Marche in a glass.

WWW.VELENOSIVINI.C0M
Vino al vino
il blog di Franco Ziliani L'autore
Giovedì 24 Agosto 2006
The Rosé Brut metodo classico Velenosi
Saluto con grande piacere una new entry nel club
“Quelli che il rosé”, lo producono e ci credono ! La
neofita, marchigiana, ha il piacevolissimo aspetto di
una delle più simpatiche (e più sexy) produttrici
italiane, l’ascolana d’adozione, ma abruzzese di nascita,
Angela Velenosi, patronne di una delle aziende di
riferimento dell’enclave picena e marchigiana tout
court.
Cosa si è inventata per quest’estate Angela, produttrice,
oltre che di un ottimo Falerio dei Colli Ascolani, di
una serie di Rosso Piceno e Rosso Piceno Superiore,
di Chardonnay barricati, anche di un validissimo Franco Ziliani
Brut metodo classico ?
Un ennesimo spumante, sempre méthode champenoise, francoziliani@yahoo.it
ça va sans dire, del genere di quelli che bisogna essere
bravi e coraggiosi (e lei ed il suo team, dove spicca l’enologo Katia Gabrielli, A proposito di Vino al vino
bravi lo sono davvero) per provarli, visto che non si tratta di un Blanc de Blancs, Squisito Blog Cafe
ma quasi di un Blanc de Noir, quasi perché c’è anche un pizzico, un 20%, di
Chardonnay, dove è il Pinot nero a scandire il ritmo, a segnare prepotentemente la
personalità del vino, a dare struttura, carne e polpa. Cerca
Da uve della vendemmia 2003, posti in vigneti collinari allevati a Guyot posti trova!
attorno ad Ascoli e situati a duecento metri d’altezza, su terreni prevalentemente
argillosi, con dotazione naturale di minerali e microelementi, è nato così, lasciato
in affinamento sui propri lieviti quasi tre anni, The Rosé, uno spumanti di stile più Categorie
francese che italiano, adatti a tutti coloro che, anche quando si tratta di bollicine,
esigono vinosità, sostanza, una consistenza carnosa e tangibile, quasi come se si
A proposito di Vino al vino
trattasse di un vino rosso fermo.
Molto bello già dal colore, che varia dal rosa antico leggermente ramato al sangue
di piccione alla buccia di cipolla al cerasuolo scarico, con un perlate, sottile, Allons enfants de la patrie...
delicato, continuo, il vino si fa subito apprezzare per il bouquet ampio,
decisamente vinoso, la densità aromatica, per il fruttato croccante che richiama il Blog Café Squisito
lampone, il ribes, la ciliegia, per poi aprirsi su note agrumate, leggermente
speziate, di fiori di campo secchi e soprattutto per il suo corpo saldo, pieno, Degustazioni
vinoso, ben strutturato, ricco, persistente, consistente, ma in perfetto equilibrio,
con la frutta rossa ben innervata e vivacizzata da un’acidità ben calibrata, che
Enoriflessioni
rende ancora più piacevole la beva.
Un Brut rosé con i fiocchi, non certo uno spumantino da aperitivo e da cin cin
distratto, ma un sostanzioso vino con bollicine che consiglierei di abbinare ad un In taberna quando sumus...
salmone affumicato selvaggio scozzese, ad antipasti a base di pesce, a preparazioni
anche salsate di orata, dentice, branzino, ma che per il suo carattere saldo non Indignazioni
esiterei a giocare anche su carni bianche, pollo in insalata o in gelatina.
Con il prezzo orientativo di 12,50 euro più iva davvero un prodotto interessante, Indiscrezioni
uno dei più golosi Spumanti rosè italiani: e brava Angela !
l'acquolina in bocca
Azienda vitivinicola Ercole Velenosi
Via dei Biancospini 11 l'edicola enologica
Ascoli Piceno

info@velenosivini.com
www.velenosivini.com

scritto da Franco Ziliani alle 06:12 in Libiam nei lieti calici

http://www.vinoalvino.org/2006/08/the_rose_brut_metodo_classico.html
Vino al vino
il blog di Franco Ziliani L'autore
Giovedì 24 Agosto 2006
The Rosé Brut metodo classico Velenosi
Saluto con grande piacere una new entry nel club “Quelli
Rosé Brut lo- Classical
che il rosé”, prod ucono eVelenosici credono method
! La neofita,
Imarchigiana,
am pleased to ha il piacevolissimo aspetto diclub
salute a new entry in the of those
una delle più
who produce and support the rosé wine!
simpatiche (e più sexy) produttrici italiane, l’ascolana This novice
from the Marche
d’adozione, regiondi isnascita,
ma abruzzese one of the Velenosi,
Angela nicest (and
sexiest)
patronneItalian producers.
di una delle aziendeAngela Velenosi
di riferimento was born
dell’enclave
inpicena
Abruzzo, but moved
e marchigiana toutto Ascoli and is the owner of
court.
Cosaofsithe
one è inventata
leading per quest’estate
wineries in theAngela,
Picenoproduttrice,
area and the
oltre cheregion
Marche di un ottimo Falerio dei Colli Ascolani, di una
as a whole.
serie di
What hasRosso Piceno
Angela, theeproducer
Rosso Piceno of anSuperiore, di
excellent Falerio
Chardonnay barricati, anche di un validissimo
dei Colli Ascolani, a range of Rosso Piceno and Rosso
Brut metodo classico ?
Piceno Superiore, barrique Chardonnay and a very Franco Ziliani
Un ennesimo spumante, sempre méthode champenoise, ça
good Classical method Brut, come up with for this
va sans dire, del genere di quelli che bisogna essere bravi francoziliani@yahoo.it
summer?
e coraggiosi (e lei ed il suo team, dove spicca l’enologo
Another “spumante” (it
Katia Gabrielli, bravi lo sonogoes without saying
davvero) per that the méthode
provarli, visto che non champenoise
si tratta di unwas A proposito di Vino al vino
followed), the type you have to be brave and daring to produce
Blanc de Blancs, ma quasi di un Blanc de Noir, quasi perché c’è anche un pizzico, (her team led by Squisito Blog Cafe
the oenologist
un 20%, di Katia
Chardonnay,Gabriellidoveand herself
è il Pinot area scandire
nero good indeed),il ritmo,because
a segnareit is not
Blancprepotentemente
de Blancs, butlaalmost personalitàBlanc de Noir,
del vino, a darewith its 20%
struttura, Chardonnay
carne e polpa. and the
blackDaPinot
uve dellathatvendemmia
marks, characterises and gives
2003, posti in vigneti collinaripersonality, structure
allevati a Guyot posti and Cerca
attorno ad Ascoli
substance to the wine. e situati a duecento metri d’altezza, su terreni prevalentemente trova!
argillosi,
The grapes ofcon
thedotazione
2003 vintage naturalefrom di minerali
the Guyot e microelementi,
vineyards growing è nato on
così,
thelasciato
clayey
in affinamento sui propri lieviti quasi tre anni, The Rosé,
soil of the hills around Ascoli, 200 metres above the sea level, rich in minerals uno spumanti di stile più
francese che italiano, adatti a tutti coloro che,
and microelements, were used. The refinement of the natural yeast was anche quando si tratta di bollicine, Categorie
esigono vinosità, sostanza, una consistenza carnosa e tangibile, quasi come se si
continuous for almost three years, thus leading to The Rosé, i.e. spumante that is
trattasse di un vino rosso fermo.
closerMolto
to thebello
French than to the Italian style, suitable for those who enjoy a winy, A proposito di Vino al vino
già dal colore, che varia dal rosa antico leggermente ramato al sangue
substantial and rich product,
di piccione alla buccia di cipolla as if it alwere a still scarico,
cerasuolo red wine. con un perlate, sottile,
This delicato,
wine hascontinuo,
a charming colour,
il vino with old
si fa subito rose to per
apprezzare slightly copper,
il bouquet pigeon blood,
ampio, Allons enfants de la patrie...
oniondecisamente
skin and light vinoso, la densità aromatica, per il fruttato croccante chebouquet
cherry hues. It is delicate and continue and the richiamawillil
be immediately appreciated
lampone, il ribes, for per
la ciliegia, its typical winy
poi aprirsi flavour,
su note the aromatic
agrumate, density, the
leggermente Blog Café Squisito
crisp speziate,
and fruity fragrance
di fiori di campo of raspberries and currants,
secchi e soprattutto per il suo thecorpo
scentsaldo,
of slightly
pieno, spiced
citrus fruit, the dried wild flowers and especially its fully-bodied, winy, well-
vinoso, ben strutturato, ricco, persistente, consistente, ma in perfetto equilibrio, Degustazioni
con la frutta
structured, rich, rossa ben innervata
persistent, consistent e vivacizzata
and balancedda un’acidità
taste. The ben calibrata,
red fruit che will be
betterrende ancora più
appreciated piacevole
thanks to thela beva.
well-calibrated acidity, which renders the taste Enoriflessioni
even Un Brut
more rosé con i fiocchi, non certo uno spumantino da aperitivo e da cin cin
pleasant.
distratto,
A first-class rosé ma un sostanzioso
Brut, vino con
not a cheap bollicine
sparkling che that
wine consiglierei
one drinks di abbinare ad un
as an aperitif
salmone affumicato selvaggio scozzese, ad antipasti a base di pesce, a preparazioni In taberna quando sumus...
or for a careless toast. In fact it is a substantial sparkling wine that is best served
anche salsate di orata, dentice, branzino, ma che per il suo carattere saldo non
with esiterei
wild smoked Scottish salmon, fish hors d'oeuvres, gilthead, dentex or sea-
a giocare anche su carni bianche, pollo in insalata o in gelatina. Indignazioni
bass.Con
Thanks to itsorientativo
il prezzo strong personality,
di 12,50 euro I would
più ivaalso recommend
davvero un prodotto it for white meat,
interessante,
chicken salad or in aspic.
uno dei più golosi Spumanti rosè italiani: e brava Angela ! Indiscrezioni
The approx. price is € 12.50 + VAT. It is an interesting product and one of the
best Italian rosè spumante wines. Well done Angela ! l'acquolina in bocca
Azienda vitivinicola Ercole Velenosi
l'edicola enologica
Via dei Biancospini 11

Ascoli Piceno

info@velenosivini.com
www.velenosivini.com
scritto da Franco Ziliani alle 06:12 in Libiam nei lieti calici

http://www.vinoalvino.org/2006/08/the_rose_brut_metodo_classico.html
da: del 12/09/06
Un Brut marchigiano da aperitivo,
ottimo per innaffiare i crostacei
di FABIO TURCHETTI
Sono sempre state la disperazione di tutti i collezionisti, oltre che
degli appassionati più romantici. Chi, in effetti, non ha mai provato a
staccare l'etichetta da una determinata bottiglia, non fosse che per
festeggiare uno specifico avvenimento od un'occasione importante
della propria vita? I problemi, però, sorgono sempre al momento di
realizzare il proposito, visto che oggigiorno, per i sistemi utilizzati
dalle aziende, ogni tentativo risulta purtroppo costantemente vano,
costringendo anche i non intenzionati a conservare addirittura tutta
la bottiglia, pur se vuota. Ma dal Giappone è arrivata la soluzione:
si chiama Winememory, e consiste in una serie di adesivi da
applicare sull'etichetta per staccarla e conservarla al meglio
(www.winememory.com). 50 pacchetti, ognuno con 8 adesivi,
costano 360 euro: non è poco, forse, ma intanto brindiamo
comunque all'invenzione con uno spumante marchigiano, il Brut
Velenosi (15 euro), dai sentori di acacia, mimosa, burro, nocciola e
susina. In bocca è pieno, sapido, dinamico: un aperitivo ottimale, ma
anche un felice compagno per ogni tipo di crostaceo.

from: of 12th Sept. ‘06


A Brut from the Marche region as an
aperitif, a perfect match for shellfish
by FABIO TURCHETTI
They’ve always been the nightmare of collectors, and of romantic
people with a thing for souvenirs. Honestly, who has not tried to
remove the label from a particular bottle, just to celebrate a specific
event or a special moment in their life? However, problems arise
when you try to perform the task, as the modern systems used by
the companies make any attempt a complete waste of time, forcing
people to keep all the bottle – even if empty - instead of just the
label. But now the solution comes from Japan: it’s called
Winememory, and consists of a set of stickers to apply on the labels
to remove and store them at their best (www.winememory.com). 50
8-sticker packets cost 360 euros: that’s probably not very cheap
but let’s toast to this invention with a sparkling white wine from
the Marche region, Brut Velenosi (15 euros), with scents of acacia,
mimosa, butter, hazelnuts, and damson. It has a full, savoury, and
dynamic taste: perfect as an aperitif, it is also a perfect match for any
type of shellfish.
Da “VINI di bargiornale” sett 06

best choice di Rossella De Stefano

elebri erano già il rosa Fiorucci


(Elio) e il ravanello pallido dei ca- THE ROSE
pelli della Littizzetto (Luciana). METODO CLASSICO
Oggi anche le sfumature rosate dei BRUT2003
vini fanno tendenza. C'è ne per tutti VELENOSI ÈRCOLE
i gusti: dal chiaretto al cerasuolo, al Regione: Marche
rosso ciliegia piuttosto scarico. Prezzo: 12,50 euro + Iva
Quello del brut della Velenosi Bottiglie: 6.000 Uve:
Ercole è un rosa antico, con sfuma- pinot nero (80%)
ture ramate. Bello sul serio! Ma chardonnay Alcol:12,5%
sono i riferimenti al mondo in rosa
che gli hanno valso la nostra best
choice: The Rose, questo il nome,
richiama alla mente il film in-
terpretato da una donna, Bette
Middler, e ispirato alla biografia
della rockstar Janis Joplin, celebre Uno spumante rosato
e ribelle quanto un'altra donna,
Angela Velenosi (moglie di Ercole), perle nuove Marche.

IL ROSA CHE PIACE


alias "la bionda della barrique". Lei, bocca è strutturato e persistente
che preferisce lo chardonnay con sensazioni fresche e floreali e
all'autoctona passerina, che è una punta di tabacco. Un peperino
pronta a mettere in discussione lina di vino! Come Angiolina e tutto il
Doc a favore di un uvaggio più suo staff. Un'ultima buona: in eti-
adatto ai tempi, è la vera responsa- chetta è riportata la data di sbocca-
bile, insieme al marito, del nuovo tura: 07/06. Il che, se la matematica
corso dell'azienda di Ascoli Piceno non è opinione, sta a significare 36
e siamo pronti a scommettere che mesi di permanenza sui lieviti.
nella decisione di lanciare uno spu- All'insegna della trasparenza.
mante rosato ci sia il suo zampino.
The Rose fa da contraltare all'altro
spumante di casa, il Velenosi Brut,
che in passato si è beccato il diplo-
ma di miglior spumante prezzo-
qualità. Per non parlare degli altri
blasoni di casa: Vigna Solaria, Villa
Angela, Roggio del Filare e via di-
cendo. Ma il nostro sembra averceli i
numeri. In particolare il millesimo
2003. Da uve pinot nero (80%) vini-
ficate in bianco con aggiunta di
chardonnay, ha un proprio bel per-
sonalino: al naso si avvertono subito
i lieviti e subito dopo le note di ci-
liegia e una speziatura piccante. In

V I N I S E T T E M B R E 06
From “VINI di Bargiornale” Sept. 2006

best choice by Rossella De Stefano

Fashion Designer Fiorucci’s pink


and pale radish of Comedian THE ROSE
Luciana Littizzetto’s hair were CLASSIC METHOD
already famous. Now even wine BRUT 2003
pink nuances are trendy. VELENOSI ÈRCOLE
Whatever people like: from Region: Marche
Chiaretto to Cerasuolo, to light Price: 12.50 Euros + VAT
cherry red. Velenosi Ercole’s Brut Bottles: 6,000
is old rose, with auburn nuances. It Grapes: Pinot Noir (80%)
is really beautiful! But references to Chardonnay
the world in pink assigned our best Alcohol: 12.5%
choice to it: The Rose, this is the
name, which recalls the film with the
actress Bette Middler, and
inspired by the biography of rock
star Janis Joplin, as famous and A rosé Spumante sparkling
rebel as another woman, Angela
Velenosi (Ercole’s wife), alias "the wine for new Marche.
barrique’s blond".

PINK THAT PEOPLE LIKE


She prefers Chardonnay to the mouth, it is structured and
autochthonous Passerina, and persistent with fresh and flower
is ready to challenge Lina Doc to sensations and a nuance of
the advantage of a grape blend, tobacco. Quite a witty wine! Just
which is more appropriate to like Angiolina and her staff. Last
modern times; she is the real news: the label indicates the
author, together with her husband, dégorgement date: July 2006. This
of the new trend in her company. obviously means 36 months on
We are ready to bet that she has a yeasts. All for transparency.
finger in decision to launch a rosé
Spumante. The Rose will compete
with the other winery’s Spumante:
Velenosi Brut, which obtained a
certificate as the best price-quality
ratio for Spumante. Not to
mention the other winery’s
emblems: Vigna Solaria, Villa
Angela, Roggio del Filare, and so
on. But it seems that our Spumante
has what it takes to be good. In
particular, the one dated 2003. From
Pinot Noir grapes (80%), processed
in white with the addition of
Chardonnay, it has a good
character: at the nose, it is possible
to feel yeasts immediately and then
cherry nuances and hot spices. In

W I N E S S E P T E M B E R 2006
Velenosi theRose Brut Rosé '03

After the success of her classic method, Angela Velenosi strikes again
with a Rosé. So here is the Rose, a vintage pinot nero (80%) with
chardonnay grapes, aged for three years on the yeasts. It has a fabulous
"pelure d'oignon" colour – French for onion skin – and a layered
bouquet of yeasts, coffee, red fruits but also mature distillates. It has
a fresh and vibrant taste, firm, savoury, tight and fruity, with a rich
Velenosi theRose Brut Rosé '03
and soft prickle. Lingering finish with citrus and mineral notes.
A totally deserved Oscar .
Visto il successo del suo metodo classico, Angela Velenosi rilancia con
un Rosé. Ecco allora the Rose, un millesimato da pinot nero (80%) con Velenosi
un saldo di chardonnay che e maturato per tre anni sui lieviti. Ha un Loc. Monticelli
bellissimo colore "pelure d'oignon", o buccia di cipolla, per dirla alla Via dei Biancospini, 11
francese, e al naso si apre complesso su note di lieviti, caffè, frutti Ascoli Piceno
rossi ma anche distillati stravecchi. Al palato è fresco e vibrante, Ph. +39 0736341218
solido, sapido, teso e ricco di frutto, opulento e carezzevole nella info@velenosivini.com
carbonica. Lungo finale all'insegna dei toni agrumati e minerali. € 21,00
Oscar strameritato.

Velenosi
Loc. Monticelli
Via dei Biancospini, 11
Ascoli Piceno
Tel. 0736341218
info@velenosivini.com
€ 21,00
Roggio del Filare DOC 2003
Velenosi s.r.l
Ascoli Piceno

815
Luca Maroni MARCHE

Velenosi
Sin dall'inizio i capisaldi della "filosofia Velenosi" sono stati la fedeltà alla tradizione e alle abitudini contadine e la
ricerca esasperata della qualità, per arrivare alla struttura odierna di 800.000 bottiglie con 85 ettari di vigneti ed il sogno
ormai avverato della costruzione di una nuova e supertecnologica cantina. La scelta di Angela ed Ercole Velenosi di
avvalersi di due giovani enologi, Katia Gabrielli e Mirko Evangelisti, che seguono con cura e scrupolosità i momenti
fondamentali della produzione, sta dando ogni anno gran belle soddisfazioni.

Velenosi Srl
Via dei Biancospini, 11 - 63100 Ascoli Piceno (AP) - tel. 0736341218 fax 0736346706 - info@velenosivini.com -
www.velenosivini.com - Responsabili della produzione: Katia Gabrielli (Cantiniere), Mirko Evangelisti (Cantiniere) - Anno
di avviamento aziendale: 1984 - Vini prodotti: 10 - Bottiglie prodotte: 800.000 - Ettari totali vitati di proprietà: 80 -
Percentuale uve/vini acquistati: solo uve di proprietà - Vendita diretta: prevista - Visite all'azienda: possibili, con preavviso
- Attività di agriturismo: non prevista – Approvvigionamento
campioni: forniti dal produttore

Ludi 2004 94
Consistenza: 33 - Equilibrio: 33 - Integrità: 28

Sensazioni: non si può non far di tutto per sperimentare un rosso che massimizza
due dei suoi tre parametri qualitativi determinanti. La consistenza e la rotondità del
campione in esame sono infatti stupendamente spaventose. La sua tinta è pregna di
sugo nerastro, violaceo e vermiglio. La sua fittezza gronda porosità estrattive e
glicerina, il suo tatto polpa liquida d'uva, la sua rotondità al gusto, semplicemente:
compiuta maturità di bacca. Per spessore e pastosità amaroneggia la sua prugna
trionfale, poi in bocca una vena d'acidità lo serpeggia, il tannino striato da vene di
trama carnosa, il tutto avvolto in un mare di mirtillosa dolcezza. Che, manto
profondo di licorosa suadenza, arabescamente setoso e vellutato, morbidamente
speziato, di polposa placidia, questo vino armonioso ci rende. Un'entità
organolettica di animale e selvaggia possanza: secreta natura di linfacea essenza di
frutto. Fra i migliori rossi dell'anno, chapeau.

Scheda Vito-enologica: Data degustazione: 28-07-06 - Tipo di vino: Rosso -


Prezzo: D - Prima annata di produzione: 1998 - Produzione media annuale bottiglie :
28.000 - Uve: Montepulciano 40%, Cabernet 30%, Merlot 30% - Nome e superficie
vigneto/i: / 4,5 ha - Comune di ubicazione vigneto/i: Castel di Lama - Esposizione e
altimetria: sud-ovest 500 m s.l.m. - Tipo di terreno: argilloso, mediamente profondo,
fertile - Sistema allevamento e densità viti: cordone speronato, Guyot 5.000
piante/ha - Età media delle viti: 15/20 anni - Resa uva e per ceppo dedotta: 60 qli
1,2 Kg - Periodo vendemmia: metà ottobre - Materiale vasche di fermentazione:
acciaio - Temperatura: 26/28°C - Controllo della temperatura: sì - Sistema di
controllo: intercapedine con refrigerazione - Durata: 20/25 giorni - Fermentazione
malolattica: sì totale - Passaggio in legno: sì - Tipo di legno: barriques francesi -
Capacità: 2,25/5 hl - Età: nuove - Durata passaggio: 12/18 mesi - Stabilizzazione del
prodotto: naturale

Gli altri Vini-Frutto dell'Azienda


Guida dei Vini Italiani LM e/o www.lucamaroni.com

ANNUARIO DEI MIGLIORI VINI ITALIANI 2007 319


VELENOSI
Via dei Biancospini, 11 - 63100 Ascoli Piceno -Tel 0736 341218 Fax 0736 346706 - www.velenosivini.com –
info@velenosivini.com
Anno di fondazione: 1984
Proprietà: Angela e Ercole Velenosi e Paolo Garbini
Enologo: Attilio Fagli
Bottiglie prodotte: 1.000.000
Ettari vitati di proprietà: 105
Vendita diretta: sì
Visite all'azienda: su prenota/ione
Come arrivarci: dalla A14 uscita di San Benedetto del Tronto, proseguire per
Ascoli Piceno fino all'uscita Marino, zona di Monticelli.
Angela ed Ercole Velenosi ci stanno da sempre a cuore per l'entusiasmo e la dedizione del loro operato,
gratificato da copiosa messe di grappoli. Senza entrare nel merito di scelte commerciali che non ci
competono, ci auguriamo che il recente riassetto societario lasci inalterato il loro potere decisionale,
senza intaccare l'altissima considerazione di cui gode l'azienda in Italia e ali 'estero, né il ruolo trainante
fin qui svolto tra i produttori del Piceno. La gamma si amplia con due novità: Verdicchio "basic"
parametrato sul gusto internazionale e uno stellare Metodo Classico rosé, degno pendant del Velenosi
Brut.
LUDI 2004

Tipologia: Rosso Igt - Uve: Montepulciano 40%, Cabernet Sauvignon 30%, Mcrlot
20%, Syrah 10% - Gr. 14% - € 23 - Bottiglie: 36.000 - Anno dopo anno, è andato a
scuola di fascino, conseguendo identità ben definita. Ammantato di porpora volgente
al rubino, ha in serbo ampio bouquet vanigliato di marasca, mora, violetta, liquirizia,
cuoio, tabacco dolce e mentolo, con una punta di catrame da surmaturazione.
L'incipit, vigoroso e polputo, è da Montepulciano, il centro bocca indulge a più sobrio
charme bordolese, il pepato cassis del Rodano chiude la persistenza. Un anno in
barrique. Cailles en sarcophage, e non è un film.

THE ROSE 2003


Tipologia: Rosato Igt - Uve: Pinot Nero 80%, Chardonnay 20% - Gr. 12,5% - € 18 - Bottiglie: 6.000 -
Brillante buccia di cipolla dal finissimo perlage. Perentorio e dolce al tempo stesso, evoca rosa (Rose is
a rose), lamponi, ribes, panbrioche, confetto, erbe aromatiche e vena minerale. Morbido, pieno di verve,
incisivo e sapido. Vibrante ed energico, evoca in qualche modo la Janis Joplin gershwiniana di "Sum-
mertime", sottofondo ideale per una tempura di gambcri e zucchine.

ROSSO PICENOSUPERIORE ROGGIO DEL FILARE 2003


Tipologia: Rosso Doc - Uve: Montepulciano 70%, Sangiovese 30% - Gr. 13,5% -€ 18 - Bottiglie: 36.000
- Rubino violaceo molto concentrato. Ampio,' baldanzoso di marasca sotto spirito, fiori appassiti, frutti di
bosco in confettura, cappero, tabacco, pellame, liquirizia e vaniglia. In bocca c'è una bella, fitta e saporosa
materia, un po' adombrata da tannini asciuganti e rovere (18 mesi in barrique) che tendono a limitarne la
PAI. Chateaubriand al sangue.

VELENOSI
VELENOSI BRUT 2003 - Chardonnay 70%, Pinot Nero 30% - € 15 )

Paglierino dorato con vivace e sottile perlage, ha profumi intensi e variegati di caprifoglio, pera, nespola,
ananas, cedro, verbena, citronella, biscotto petit beurre e nocciola. Cremoso, fresco e sapido. Ottimo
equilibrio per la precisione del dosage e l'aurea proporzione tra finezza da Chardonnay e corpo da Pinot
Nero. Linguine con granseola.
V ELENOSI
Via dei Biancospini, 11 – 63100 Ascoli Piceno – Italy - Tel. +39 0736 341218
Fax +39 0736 346706 – www.velenosivini.com - info@velenosivini.com

Founded in: 1984


Owned by: Angela and Ercole Velenosi and Paolo Garbini
Oenologist: Attilio Pagli
Number of produced bottles: 1,000,000
Owned vineyards, in hectares: 105
Direct sale: yes
Tours of the company: booking required
How to reach us: on the A14 motorway, take the San Benedetto del Tronto exit and continue towards Ascoli Piceno
up to the Marino exit, Monticelli area.

We always hold Angela and Ercole Velenosi very dear, because of their enthusiasm and great dedication to work,
which is rewarded by plentiful harvests. Without commenting on their business choices, which is something that does
not rest with us, we hope that their recent company reorganisation will not affect their decision-making power, nor the
high esteem in which their company is held both in Italy and abroad, not to mention the leading role that they have
played so far among wine producers in the Piceno area. Their range of wines is now widening thanks to two new
products: “basic” Verdicchio, calibrated on the international taste, and a magnificent rosé Classic Method, worthy
companion of the Velenosi Brut.

LUDI 2004
Type: Red IGT (Typical Geographic Indication) – Grapes: Montepulciano 40%, Cabernet Sauvignon 30%, Merlot
20%, Syrah 10% - Alcoholic strength: 14% - € 23 – Bottles: 36,000. Year after year, this wine has attended ‘charm
courses’, and can therefore now boast a well-defined identity. Shrouded in purple with ruby nuances, it holds a vanilla-
flavoured bouquet featuring marasca cherries, blackberries, violet, liquorice, leather, sweet tobacco and menthol, with a
dash of tar due to over-ripening. At first it is strong and pulpy, tasting very much like Montepulciano, while in the
mouth it is more similar to a sober Bordeaux charm, the peppery Rhône Cassis adds a final, persistent touch. One year
in barrique. Cailles en sarcophage, and it is no film.

THE ROSE 2003


Type: Rosé IGT (Typical Geographic Indication) – Grapes: Pinot Nero 80%, Chardonnay 20% Alcoholic strength:
12.5% - € 18 – Bottles: 6,000. Shiny onion peel with a delicate, fine perlage. Authoritative and sweet at the same -
time, it evokes roses (A rose is a rose), raspberries, redcurrants, brioche-bread, sugared almonds, aromatic herbs, and a
mineral touch. Soft, full of verve, sharp and savoury. Vibrant and full of energy, it somehow reminds of Gershwin-like
Janis Joplin in “Summertime”. It is the ideal background for a shrimps & courgettes dish.

ROSSO PICENO SUPERIORE ROGGIO DEL FILARE 2003


Type: Red DOC (Controlled Designation of Origin) – Grapes: Montepulciano 70%, Sangiovese 30% Alcoholic
strength: 13.5% - € 18 – Bottles: 36,000. Very intense purplish-blue ruby. Ample and vivacious, it evokes maraschino
cherries, withered flowers, fruits-of-the-forest preserve, capers, tobacco, leather, liquorice, and vanilla. The mouth can
enjoy some thick, savoury matter, slightly shadowed by drying tannins and oak-wood (18 months in barrique) which
tend to limit its intense aromatic persistence. Rare Cheteaubriand.

VELENOSI
VELENOSI BRUT 2003 – Chardonnay 70%, Pinot Nero 30% - € 15
Characterised by a golden, straw-colour with a cheerful, slight perlage, this wine releases intense, diversified smells of
honeysuckle, pear, medlar, pineapple, citrus, verbena, citronella, butter biscuits, and hazelnut. Creamy, fresh, and
savoury. Excellent balance thanks to an accurate dosage and the perfect ratio between the delicacy of Chardonnay and
Pinot Nero’s thickness. Linguine with spider-crab.
Oscar regionali

Velenosi
via dei Biancospini, 11
Ascoli Piceno tei.
0736341218 Rosso
Piceno Sup. Il Brecciarolo
'03 € 7,70

Oramai il Rosso Piceno Brecciarolo s'è


ritagliato la fama di classico della
denominazione: una concezione mo-
derna che esalta la piena caratura fruttata
del montepulciano, ben maritato con
una quota minoritaria di sangiovese,
senza sacrificare un'importante
struttura. L'adeguata tiratura (200mila
bottiglie) ne garantisce alta reperibilità
ed il prezzo un acquisto più che
consigliato.

ALMANACCO DEL BEREBENE 2OO7

Oscar nazionali

Marche
Velenosi
Rosso Piceno Sup. Il Brecciarolo '03
€ 7,7O

L'azienda di Angela ed Ercole Velenosi e di Paolo Garbini non ha


più bisogno di presentazioni, visti i risultati ottenuti in questi
ultimi anni. Dai suoi vigneti situati nei comuni di Officia e
Ascoli Piceno, più di 100 ettari, nascono una serie di vini di alta
qualità, grazie al lavoro di tutto lo staff, in particolare degli
enologi Katia Gabrielli e Mirko Evangelisti, con la consulenza di
Attilio Pagli. Tra i loro prodotti il Rosso Piceno Superiore
Brecciarolo s'è ritagliato la fama di classico della
denominazione. L'annata 2003 è la migliore versione di sempre:
un blend di montepulciano (70°/o) e sangiovese dallo stile
moderno, con maturazione in barrique di secondo e terzo
passaggio, nei legni dove vengono maturati i prodotti di punta
dell'azienda, che esalta la piena caratura fruttata del
montepulciano senza sacrificare un'importante struttura.
L'adeguata tiratura (200mila bottiglie) ne garantisce un'alta
reperibilità.

ALMANACCO DEL BEREBENE 2OO7


Regional Oscars

Velenosi
via dei Biancospini, 11
Ascoli Piceno tei.
0736341218 Rosso
Piceno Sup. Il Brecciarolo
'03 € 7,70

Rosso Piceno Brecciarolo has by now


made a name for itself as a classic wine:
a modern concept that enhances the full
fruity calibre of montepulciano, well
combined with a minority share of
sangiovese, without sacrificing an
important structure. The adequate
production (200 thousand bottles)
makes it widely available at a more
than recommended sales price.

ALMANACCO DEL BEREBENE 2OO7

National Oscars

Marche
Velenosi
Rosso Piceno Sup. Il Brecciarolo '03
€ 7,7O

The winery of Angela and Ercole Velenosi and Paolo Garbini


needs no further introduction, considering the results achieved in
recent years. From its vineyards located in the municipalities
of Officia and Ascoli Piceno, and which cover over 100
hectares, a series of top-quality wines see the light, thanks to
the work of the entire staff, especially enologists Katia Gabrielli
and Mirko Evangelisti, with the consultancy of Attilio Pagli.
Among their products, Rosso Piceno Superiore Brecciarolo has
made a name for itself as a classic wine. The 2003 vintage is the
best ever: a blend of montepulciano (70°/o) and sangiovese with a
modern style, aged in second and third transit barriques, in the
wooden casks where the winery’s top-ranking products are aged,
and which enhance the full fruity calibre of the montepulciano
without sacrificing an important structure. The adequate
production (200 thousand bottles) makes this wine widely
available.

ALMANACCO DEL BEREBENE 2OO7


VELENOSI VELENOSI
Velenosi Ercole Velenosi Ercole
Via dei Biancospini 11 Via dei Biancospini 11
63100 Ascoli Piceno 63100 Ascoli Piceno
tel. 0736.341218 fax 0736.346706 tel. 0736.341218 fax 0736.346706
e-mail: info@velenosivini.com e-mail: info@velenosivini.com
Altra prova di maturità per i vini di Angela Ve- Further evidence of the maturity of the wines of
lenosi e del suo affiatato staff: bene i Rosso Angela Velenosi and her closely-knit team:
Piceno, con in evidenza il saporito good performance of the Rosso Piceno, with in
Brecciarolo dal piglio minerale; bene lo the spotlight the tasty Brecciarolo with its
Chardonnay Reve, elegante nella fusione di mineral tone; good performance for the
frutto e rovere; e soprattutto bene il Ludi, un Chardonnay Reve, elegant in its blend of fruit
rosso dal timbro speziato che sfoggia and oak; and above all good performance by
un'apprezzabile scorta di frutto e guarda Ludi, a red wine with a spicy timbre that boasts
avanti fiducioso in una promettente an appreciable fruity flavor and looks ahead to
evoluzione. a promising future.
• Ludi 2004 • Ludi 2004
16.5/20 montepulciano, cabernet, 16.5/20 montepulciano, cabernet,
merlot bt 28000 €22/26 merlot bt 28000 €22/26
cremoso e speziato, l'amalgama di creamy and spicy, the blend of
frutto e rovere è molto riuscito, il fruit and oak is highly successful,
finale succoso e pepato a lingering juicy and peppery taste
• Reve 2004 • Reve 2004
15/20 chardonnay bt 15000 €14/16 15/20 chardonnay bt 15000 €14/16
• Rosso Piceno Superiore • Rosso Piceno Superiore
Brecciarolo 2003 Brecciarolo 2003
15/20 bt 200000 €8/9 15/20 bt 200000 €8/9
ASCOLI PICENO ASCOLI PICENO
VELENOSI VELENOSI
LOC. MONTICELLI LOC. MONTICELLI
VIA DEI BIANCOSPINI, 11 VIA DEI BIANCOSPINI, 11
63100 ASCOLI PICENO 63100 ASCOLI PICENO
TEL. 0736341218 TEL. 0736341218
www.velenosivini.com www.velenosivini.com

Di certo non dispiacerà ad Angela ed Ercole Velenosi, e neanche al Angela and Ercole Velenosi, or their partner Paolo Garbini will certainly
loro socio Paolo Garbini, che il Roggio del Filare abbia battuto ancora not be sorry that the Roggio del Filare has once again beaten the Ludi
una volta il Ludi nella gara interna per i Tre Bicchieri: pur sostenitori in the internal Tre Bicchieri competition: though supporters of the
dello stile elegante e moderno, oltre che dell'intensità gustativa offerta elegant and modern style, as well as the intensity of taste offered yet
ancora una volta dalla versione 2004 del blend di montepulciano, again by the 2004 version of the blend of montepulciano, merlot,
merlot, cabernet e syrah, sappiamo che il loro cuore batte per il Rosso cabernet and syrah, we know that their hearts beat for Rosso Piceno
Piceno Superiore, figlio primogenito del loro progetto qualitativo. La Superiore, the eldest son of their quality project. The 2003 version of
versione 2003 di Roggio del Filare è un'intelligente interpre-tazione Roggio del Filare is an intelligent interpretation of this hot vintage,
della calda annata, tradotta con profumi intensi di spezie e sontuosa translated with intense bouquets of spices and sumptuous fullness in
avvol-genza in bocca, lontano da eccessi tannici o toni surmaturi. La the mouth, far from tannic excesses or over-mature tones. The
bontà dell'annata trascina anche II Brecciarolo 2003 su livelli di qualità goodness of the vintage also affects Brecciarolo 2003, taking it to
mai raggiunti, in virtù di precisi rimandi di marasche e della carnosa quality levels never before achieved, by virtue of precise nuances of
consistenza del frutto. Sempre affidabili le selezioni di Falerio Vigna ripe cherries and the meaty consistency of the fruit. Always reliable are
Solarla e Sauvignon Villa Angela, bianchi d'annata con la stessa the selections of Falerio Vigna Solarla and Sauvignon Villa Angela,
propensione per una bevibilità fruttata e succosa. Tutto questo vintage white wines with the same inclination towards fruity and juicy
potrebbe bastare per soddisfare gli sforzi di un'azienda che ha appena drinkability. All this could suffice to satisfy the endeavors of a
oltrepassato la soglia del milione di bottiglie prodotte all'anno e incre- company which has just passed the threshold of one million bottles
mentato la propria presenza sul mercato globale. Invece ecco le belle produced a year and has increased its share of the global market.
novità del sapido e ben modulato Verdicchio dei Castelli di Jesi 2005 e Yet here is the great news of the full-bodied and well-modulated
dello Spumante The Rose - Metodo Classico rosato a dominanza di Verdicchio dei Castelli di Jesi 2005 and Spumante The Rose – Classic
pinot nero con piccolo saldo di chardonnay, compatto e persistente, Method rosé where pinot noir predominates with the addition of a little
dal fragrante ritorno aromatico di frutti di bosco - che affianca il sempre chardonnay, compact and persistent, with a fragrant aromatic return of
validissimo e piacevolissimo Velenosi Brut. berries – which goes to join the always valid and pleasant Velenosi
Brut.
from: dated 06/11/06
ASCOLI/VINI ASCOLI/VINI
II Brecciaiolo Velenosi’s
di Velenosi Brecciaiolo in the
sul"Gambero" "Gambero"

Angela Velenosi Angela Velenosi


Ascoli Ascoli
IL ROSSO Piceno superio- THE ROSSO Piceno superio-
re Il Brecciarolo dell’Azien- re Il Brecciarolo produced by the
da Velenosi si aggiudica Velenosi winery took the
l'Oscar come vino rosso mi- Oscar for best Italian wine in
gliore d'Italia per qualità/ terms of value for money in
prezzo sull''Almanacco del the Almanacco del
Bere bene 2007 del Gambe- Bere bene 2007 of Gambe-
ro Rosso. Costo 7,60 €. Un ro Rosso. Cost 7.60 €. Another
altro prestigioso riconosci- prestigious award for the well-
mento per l'affermata azien- known Ascoli winery. After the
da vitivinicola ascolana. Do- Tre bicchieri of the Gui-
po i Tre bicchieri della Gui- da dei vini 2007 of the Gambe-
da dei vini 2007 del Gambe- ro Rosso awarded to the Rosso
ro Rosso assegnati al Rosso Piceno Superiore-li Roggio
Piceno Superiore-li Roggio del Filare came the
del Filare sono arrivate le Super Tre Stelle of Veronelli
Super Tre Stelle di Veronelli for the Ludi 2004 vintage; the
per il Ludi annata 2004, que- latter also received the Cinque
st'ultimo premiato anche Grappoli award of the 2007
con i Cinque Grappoli del edition of Duemilavini, the
l'edizione 2007 di Duemila- guide of the Italian
vini, la guida dell'Ais, asso- sommelier’s association. Igt
ciazione italiana somme- Ludi triumphed again in the
lier. Ancora l'Igt Ludi a Annuario dei
trionfare sull’Annuario dei migliori vini italiani 2007 by
migliori vini italiani 2007 di Luca Maroni. And so the
Luca Maroni. Così l'ultra highly prized Ludi 2004 jumps
premiato Ludi 2004 schizza to the fore in the super list of
nella superclassifica delle ot- the eight bottles not to be
to bottiglie da non perdere, missed on the basis of the
frutto dei punteggi di tutte le scores of all the industry
guide di settore, stilata dal guides, drawn up by the
Messaggero, a fianco niente Messaggero, alongside nothing
meno che del Montefalco less than the Montefalco
Sagrantino di Caprai, del Sagrantino di Caprai,
l'Amarone della Valpolicel- Amarone della Valpolicel-
la, del Montepulciano la, Montepulciano
d'Abruzzo di Valentini e del d'Abruzzo di Valentini and
Barolo di Mascarello. Barolo di Mascarello.
da: del 03/11/06

by GIACOMO A. DENTE

EIGHT BOTTLES
NOT TO MISS OUT
Roggio del Filare 2003
Az. Vitivinicola Ercole Velenosi
Rosso Piceno Superiore doc

Region: Marche
€: 15
Bottles: 28,000
Grapes: 70% Montepulciano, 30%
sangiovese
Alcohol: 13.5%

From one of the Marche’s most


interesting areas, that of Ascoli
Piceno, where the soils produce
large inputs (clay and limestone at
Affida and sandy at Ascoli).
Fermentation with skins and skilful
vinification in steel and barriques
produce complex and ample
aromas of ripe red fruit, cloves and
spices. A mellow red, warm in the
mouth with a long persistent finish.

WITH: “pagliata” with potatoes;


fagioli con le cotiche; thrush on the
spit with sauce.
Velenosi is synonymous with Ascoli
Piceno wines and vice versa, while
some even go so far as to say that
this fine winery is creating an
international style for Marche wines.
In the Velenosi motto, “respect for
tradition and the pleasure of
research”, we believe on the other
hand that we grasp the innovative
spirit of its wines. Velenosi most
definitely has the merit of promoting
Falerio, a very old wine indeed,
made ever since Roman times, on
the markets of the world. Vigna
Solaria is the result of a mixture of
Trebbiano, Pecorino and Passerina
grapes, the quintessence of this
area which joins the Marche and
Abruzzo regions and which boasts
very old autochthonous varieties.

Bottles produced:
1,000,000
Autochthonous varieties grown:
Trebbiano, Passerina,
Montepulciano, Pecorino, Verdicchio
Ludi Marche Rosso, 2003 e 2004 (ha 5.5 36.000 D)
Montepulciano, syraz, cabernet sauvignon e merlot 2004 (G.B.) 92

Rosso Piceno Superiore Roggio del Filare, 2002 e 2003 (ha 6 36.000 D) 2003 (D.T.) 91
VIVERE MEGLIO BETTER LIVING

STORIE DI VINO STORIES OF WINE


di BRUNO VESPA
by BRUNO VESPA

Roggio superiore Roggio superiore


Convincente soprattutto l'annata 2003. Convincing, especially the 2003 vintage. Well
Plauso all'azienda Velenosi done Velenosi

Un tempo le Marche venivano ricordate Once upon a time, the Marche region was
soltanto per il Verdicchio: vino dignitoso per known only for its Verdicchio: an excellent
accompagnare il pesce dell'Adriatico. Oggi wine for accompanying the fish of the
che anche il Verdicchio (alcune etichette) sa Adriatic. Now that Verdicchio too (some
essere un grande vino, nelle Marche labels) has achieved heights of fame, there
esistono aziende che giocano a tutto campo are wine estates in the Marche that have
ottenendo eccellenti risultati anche nel extended their field of action and produce
campo dei vini rossi. some fine reds as well.
Una di queste è condotta da Angela ed One of these is run by Angela and Èrcole
Èrcole Velenosi. Il loro vino più Velenosi. Among the wines most
celebrato dalle guide è il Roggio celebrated by the guidebooks is
del Filare, un Rosso Piceno their Roggio del Filare, a Rosso
Superiore. L'annata 2001. Piceno Superiore. The 2001
pure molto premiata, mi vintage, though winning many
piacque, senza entusiasmarmi. prizes, I enjoyed, but without
L'annata 2003, assaggiata going overboard. The 2003
recentemente, è apparsa più vintage, tasted recently, seems
convincente: un bel vino insieme more convincing: a fine wine, at
moderno e all'antica, solido, the same time modern and old-
scurissimo, solenne. Anche il fashioned, firm, very deep,
Ludi della stessa annata vale di solemn. The Ludi of the
più, secondo me, di quella same year is also better in
precedente e raggiunge nella my opinion that the previous
valuta-zione il Roggio del Filare. vintage and achieves the same heights
Il Ludi è un Montepulciano mescolato con as the Roggio del Filare.
Cabernet Sauvignon e Mer-lot. È molto The Ludi is a Montepulciano mixed with
impegnativo con i suoi 14,5 gradi e ha Cabernet Sauvignon and Merlot. It is a very
bisogno di molta aria per dare il meglio di sé: important wine with its 14.5 alc. and requires
insomma, stappatelo prima di cena e lo trove- plenty of air to be enjoyed at its best. In other
rete ancora migliore il giorno dopo a pranzo. words, uncork it before dinner and it will be
Costa meno di 15 euro in enoteca e il even better the day after at lunch. It costs less
rapporto qualità/prezzo è eccellente. that 15 euro in the shops and represents
Piacevole ed equilibrato è anche excellent value for money.
10 Chardonnay Réve di Villa Angela: buon Also pleasant and balanced is the
corpo e carattere senza spigoli. La gran parte Chardonnay Réve di Villa Angela: full-bodied
delle aziende vinicole produce ormai anche and no-nonsense character. Most wine estates
spumanti: in genere al di sotto della media dei now also produce spumantes: generally under
vini fermi. Ho dunque stappato il brut di par when compared to the still wines. I
Velenosi senza aspettarmi nulla e sono therefore opened Velenosi’s brut without
rimasto col bicchiere a mezz'aria: expecting much and stopped with my glass in
sorprendente. L'avevo stappato per un mid air - surprising. I had opened it as an
aperitivo e i miei spaghetti al caviale hanno aperitif but my spaghetti with caviar
preteso che li accompagnassimo con lo demanded its company. A happy evening.
stesso vino. Serata felice.

14/12/2006 Panorama • 329


14/12/2006 Panorama • 329
LA BOTTIGLIA Fino a ieri lo Spumante rosa era considerato una bizzarria. Ora quest'azienda di Ascoli ne produce uno speciale

Nuova vita per la bollicina rosé, promossa in serie A


Un paio di considerazioni, pasto, con un menù appropriato. L'elaborazione in bottiglia dura 36
degustando questo Brut Rosé Spesso la scelta va alle bottiglie mesi, prima della sboccatura.
metodo Classico. La prima: quanta delle regioni canoniche, eppure Eccolo, in una flùte panciuta, con un
voglia di rosa, bollicine in testa. In ottimi campioni arrivano anche dal cincin ad Angela Velenosi, anima
casa nostra, a cominciare dalla Centro, anche dal Sud. Della aziendale: bel punto di rosa, tenero
Franciacorta e dal Trentino. Ma marchigiana Velenosi conoscevamo e antico, punteggiato dalle catenine
anche, fateci caso, nel regno dello già il saporito Brut (e i bianchi e rossi del perlage. Invitante il bouquet,
Champagne. Fino a ieri il Rosé sul fermi). Il Rosé (The Rose) è la con sentori floreali e fruttati e con
THE ROSE BRUT mercato era raro, una bizzarria per piacevole sorpresa del 2003, uscita un tocco di tostato e minerale.
Velenosi pochi appassionati. Oggi lo nel 2006. È composto da Pinot nero Coerente con il sapore, ben
Ascoli Piceno Spumante è stato sdoganato dalla (cloni francesi) per l'8o per cento, il strutturato. A Roma da Trimani, a
ristretta area del brindisi e lo si resto è Chardonnay, da vigne d'una Canicattì (Agrigento) all'Enoteca del
gusta volentieri a tutto quindicina d'anni. Viale, sui 19/20 euro.
IL VENERDÌ 115

LA BOTTIGLIA Until yesterday, pink Spumante was considered something bizarre. Now this Ascoli winery produces a real special.

New life for pink bubbles, promoted into A league.


A couple of considerations after tasting this Rosé with an appropriate menu. The choice often falls Processing in the bottle lasts 36 months before
Brut Classic Method. The first: what a strong on the canonical regions or else excellent pouring off. Here it is in a paunchy flute, with a
demand for pink, bubbles ahead. In our country, samples also come from Central and Southern toast to Angela Velenosi, the prime-mover of the
starting with Franciacorta and Trentino. But also, Italy. We were already acquainted with company: nice shade of pink, soft and antique,
would you believe it, in the kingdom of Velenosi’s tasty Brut from the Marche (as well as dotted with perlage chains. The bouquet is
Champagne. Until yesterday, pink spumante was the still whites and reds). (The Rose) pink is the inviting, with hints of flowers and fruit and with a
a rarity on the market, a bizarre product for a pleasant surprise of 2003, marketed in 2006. It toasty and mineral touch. Coherent with the
small number of enthusiasts. Today spumante consists of 80% Pinot noir (French clones), while flavour, well structured. At Trimani in Rome, at
has been released from the restricted “toast” the rest is Chardonnay, from vineyards about Canicatti (Agrigento) at the Enoteca del Viale,
area and is readily enjoyed throughout the meal, fifteen years old. about 19/20 euro
II ASCOLI PRIMO PIANO il Resto del Carlino

WOMEN AND
DONNE E WINES
VINI Angela Velenosi, the
Angela owner of the homonymous
Velenosi company, has declared all
titolare her satisfaction for the
dell'omonima success found in the booth
azienda ha in Verona
dichiarato
tutta la sua
soddisfazione VINITALY 2007
per il
successo Great success
riscontrato dal
suo stand
veronese
of our wines
by VALERIO ROSA
VINITALY 2007 On the occasion of the traditional party
organized by “Gambero Rosso”, that this
year was celebrating its 20th year of
Gran successo dei nostri vini activity, the 41st edition of “Vinitaly in
Verona” was concluded. A very successful
di VALERIO ROSA Successo dei vini bianchi Pecorino e edition, if we consider the numbers in terms of
Passerina della nuova doc Offida, results: 15% increase of foreign operators, which
C ON il tradizionale party successo del Montepulciano reached the number of 38,000 coming from more
organizzato dal «Gambero rosso», d'Abruzzo …….. Protagonisti than 100 countries (in 2006 the number of
che quest'anno festeggiava il ven- nello stand Velenosi, che ha attendances was 33,000) out of a total of 150,000
tennale, si è chiusa l'edizione registrato un incremento del 15% (4% more as opposed to the previous edition), in
di contatti business rispetto alla pas-
numero 41 del «Vinitaly di addition to 2,600 credited journalists coming from
sata edizione, il «Vigna Soia-ria
Verona». Una edizione di gran 52 countries. And the companies of the Piceno
Falerio Doc 2006», nella nuova
successo se si considerano i numeri: elegante bottiglia con etichetta area have come back home with the feeling that
incremento del 15% degli dorata, e il Pecorino Igt Marche they had anyway taken part to a great event.
operatori esteri che hanno 2006, oltre ai premiati «Roggio ………
raggiunto le 38 mila presenze da del Filare 2003» che ha conqui- Angela Velenosi, the owner of the homonymous
oltre 100 Paesi (erano 33 mila nel stato per l'ottava volta il Tre wine company from Ascoli, was satisfied: “This
2006) su 150 mila totali (+4% Bicchieri sulla Guida dei vini ed il year it was very successful – she said – we met a
rispetto all'edizione precedente), «Ludi 2004» che ha ottenuto una lot of operators, and a lot of them came from
oltre a 2.600 giornalisti accreditati serie di prestigiosi abroad. The exhibition was even more
provenienti da 52 Paesi. riconoscimenti, interesting than the previous editions, and has
E le aziende picene
RASSEGNA l'ultimo conferito improved also from the organizational point of
sono così tornate a Riflettori dal concorso view, with all the material needed that came well
casa con la sensazione sulla kermesse enologico tedesco in advance”. Success of the white wines Pecorino
di aver par- italiana: soddisfatti Mundus Vini and Passerina of the new Offida DOC classification
tecipato comunque a gli ascolani (medaglia d'oro). and success of the red wine Montepulciano
un grande evento. «Si stanno aprendo d’Abruzzo …... The main characters at the booth
……… per la nostra azienda Velenosi, which has registered a 15% increase of
Soddisfatta anche Angela Ve mercati in Nuova Zelanda e Corea — business contacts as opposed to the previous edition,
lenosi dell'omonima azienda ha proseguito Angela Velenosi — were the “Vigna Soiaria Falerio DOC 2006”, in the
vitivinicola ascolana: Con la gamma completa di vini riu-
new elegant bottle with a golden label and the
«Quest’anno è andata molto bene – sciamo ad essere competitivi
ha detto – ci sono stati moltissimi Pecorino Igt Marche 2006, in addition to the
anche sul mercato asiatico e
operatori di cui molti stranieri. La questo è un bene per tutto il rewarded “Roggio del Filare 2003”, which for
fiera è stata più interessante degli al- territorio Piceno». ……. the eighth time has received the Three Glasses
tri anni, è migliorata anche dal Al Vinitaly 2007, comunque, il recognition on the Wine Guide and the Ludi 2004,
punto di vista organizzativo con vino Piceno ha davvero which has received a lot of recognitions, and the
tutto il materiale necessario sbancato». latest one was given by the German wine competition
arrivato con un buon anticipo». Mundus Vini (golden medal). “We are opening up
new markets in New Zealand and Korea, states
the producer Angela Velenosi. With the full
range of our wines we are able to become more
competitive also on the Asian market, and this is
a good thing for the whole Piceno area”.
…….Anyway at Vinitaly 2007, the Piceno wine
really had an incredible success»
IL
MESSAGGERO
MARTEDÌ
3 APRILE 2007

Vinitaly premia le regine del doc Vinitaly rewards the DOC queens
e le nuove produzioni biologiche
di TIZIANA CAPOCASA
and the new organic produce
by TIZIANA CAPOCASA
rino Igt Marche 2006 dal forte Percorino Igt Marche 2006
appeal di mare (deriva da vi- with a strong seaside appeal
gneti battuti dai venti d'Adria- Great success at Vinitaly in (stemming from the vineyards
tico), oltre ai superpremiati Verona of the wines from beaten by the winds of the
G RANDE successo al Vinitaly
di Verona dei vini marchigiani,
Roggio del Filare 2003 che ha
conquistato per l'ottava volta il
the Marches Region, with
special appreciation of Adriatic Sea), in addition to
autochthonous wines: the the rewarded Roggio del Filare
apprezzati soprattutto gli Tre Bicchieri sulla Guida dei white wines Pecorino and 2003 that for the eighth time has
autoctoni del Piceno: i bianchi vini ed il Ludi 2004 che ha Passerina of the new Offida received the Three Glasses
Pecorino e Passerina della sbancato con una pioggia di DOC classification. ……. The recognition on the Wine Guide
nuova doc Offida. ……. All'ap- riconoscimenti, l'ultimo confe- appreciation also of operators
prezzamento degli operatori to- and the Ludi 2004, which has
rito dal concorso enologico te- from Tuscany, Umbria and also received a lot of recognitions,
scani, umbri e dello stesso Ve- desco Mundus Vini (medaglia Veneto has crosschecked the
neto ha fatto riscontro anche d'oro). «Si stanno aprendo per and the latest one was given by
interest of foreign buyers the German wine competition
l'interesse dei buyer stranieri ( la nostra azienda mercati in (Germans, Britons and
tedeschi, inglesi e giapponesi) Japanese ones), as Ais Mundus Vini (golden medal).
Nuova Zelanda e Corea- speci- “Our company is opening up
come hanno confermato i som- fica la produttrice Angela Vele- sommeliers Alessandro
melier dell'Ais, Alessandro Or- nosi- Con la gamma completa Orlandoni, Anselmo Valenti new markets
landoni, Anselmo Valenti e di vini riusciamo ad essere and Giannette Pergolotti, in New Zealand and Korea,
Giannette Pergolotti, al banco competitivi anche sul mercato have confirmed at the tasting states the producer Angela
di degustazione predisposto asiatico». Al banco di degusta- counter, set up by the Marches Velenosi. With the full range
dalla Regione, che ha fatto il zione, preso d'assalto anche dagli Region, which registered a of our wines we are able to
pieno di visitatori. «I vini delle enoappassionati, l'enologa boom in terms of visitors. become more competitive
Marche continuano a far ten- Katia Gabrielli, in azienda af- “The wines of the Marches also on the Asian market”. At
denza, c'è una forte riscoperta fiancata dal toscano Attilio Pa- Region keep on being the tasting counter, rushed also by
dei vini autoctoni espressione glia. …….. trendy, there is a deep the wine lovers, the enologist
del terroir, in primis gli eccel- rediscovery of Katia Gabrielli, who is flanked
lenti Passerina e Pecorino, vini- autochthonous wines of the in the company by the Tuscan
ficati in purezza». Protagonisti area, first of all the Attilio Paglia. ……..
nello stand Velenosi, che ha Sugli scudi la excellent Passerina and
registrato un incremento del Pecorino, with outstanding On the shield Ms
15 % di contatti business rispetto Velenosi con purity vintage". The main
characters at Velenosi
alla passata edizione, il Vigna booth, that has registered a Velenosi with the
Solaria Falerio Doc 2006, nella
nuova elegante bottiglia con Vigna Solaria… 15% increase of business
etichetta dorata, ed il Peco-
contacts as opposed to the
previous edition, the Vigna Vigna Solaria…
Solaria Falerio Doc 2006, in
the new elegant bottle with a
golden label, and the
10 aprile 2007

.
IL VINO
E' il Verdicchio dei Castelli di Jesi classico 2005 prodotto ad Ascoli Piceno da Velenosi (tel. 0736
341218). Ha colore paglierino tendente all'oro, con una tinta di buona consistenza. Al naso sono ampi
i sentori di fiori (il sambuco) con note di frutti tropicali (si avverte l'ananas). In bocca conquista con
la sua pienezza, per un sorso elegante e di lunga persistenza. Imperdibile sulle uova. Una bottiglia
costa sui 7,00 euro.

THE WINE
It is the Classical Verdicchio of the Castles of Jesi 2005 produced in Ascoli Piceno by Velenosi (tel. +
39 0736 341218). It has a straw-yellow colour tending towards gold, with a good consistent shade.
You can smell the flower scents (elder), with shades of tropical fruits (you can smell the pineapple
scent). It is full in the mouth, for an elegant and persistent sip. To be perfectly matched with eggs. A
bottle costs around 7.00 €.
.

AVVERTENZE
D.L. 30/06/2003 n. 196. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento di dati personali. Gli indirizzi E-Mail
presenti nel nostro archivio provengono o da richieste di iscrizioni pervenute direttamente al nostro sito o alla nostra
sede.

Il copyright di eventuali pittogrammi presenti nella notizia è de Il Club di Papillon. Tutti i diritti riservati.

Per cancellarti dalla lista, vai su http://www.clubpapillon.it/cancellati.php


Region Preferences WINNER Votes % Placed Votes
Regione Preferenze VINCITORE Voti % Piazzati Voti
Valle d'Aosta 195 Les Crètes 135 69,23 - 0
Piemonte 1.035 Ceretto 60 5,8 Braida 48
Liguria 165 Lupi 33 20 Bruna 24
Lombardia 810 Ca' del Bosco 138 17,04 Guido Berlucchi 135
Trentino 660 Ferrari 90 13,64 La Vis 75
Alto Adige 765 Franz Haas 120 15,69 S. Michele Appiano 105
Veneto 1.470 Allegrini 123 8,37 Masi 117
Friuli Venezia Giulia 495 Livio Felluga 105 21,21 . 0
Emilia Romagna 465 Tre Monti 69 14,84 . 0
Toscana 1.140 Antinori 165 14,47 Banfi 147
Marche 375 Umani Ronchi 60 16 Velenosi 54
Umbria 300 Caprai 81 27 . 0
Lazio 180 Castel de Paolis 60 33,33 . 0
Abruzzo 720 Masciarelli 195 27,08 Marramiero 150
Molise 60 Di Majo Norante 42 70 - 0
Campania 420 Feudi di San Gregorio 90 21,43 - 0
Basilicata 195 Cantine del Notaio 105 53,85 - 0
Puglia 915 Conti Zecca 150 16,39 Tenute Al Bano Carrisi 123
Calabria 165 Librandi 60 36,36 - 0
Sicilia 1.335 Donnafugata 270 20,22 Pianeta 204
Sardegna 645 Argiolas 120 18,6 Sella & Mosca 96
Totale voti 12.510
SELEZIONE "VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI"

Commissione di Degustazione Ufficiale dell'A.I.S Marche


Montecarotto 23/24 - Giugno - 2007

Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico


Produttore Prodotto Anno centes.
Moncaro -Montecarotto Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Le Vele" 2006 82,5
Quaresima -Cupramontana Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Morella" 2006 82,0
Sartarelli -Poggio S.Marcello Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico 2005 81,0
Casalfarneto -Serra de' Conti Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Solustro" 2006 80,0
Croce del Moro - Rosora Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Le Muse" 2006 80,0
Moncaro - Montecarotto Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico 2006 80,0
Serenelli Alberto - Ancona Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Sora Elvira" 2006 80,0
Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Salerna Frati
Sparapani Settimio -Cupramontana
Bianchi"
2006 80,0
Vallerosa Bonci -Cupramontana Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Manciano" 2006 80,0
Vicari Nazzareno/Vico -Morro d'Alba Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico 2006 80,0
Felici Andrea - Apiro Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico 2005 80,0
Velenosi - Ascoli Piceno Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico 2005 80,0
Laurentina - Montecarotto Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Vigneto di Tobia" 2006 79,0
Sabbionare - Montecarotto Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico 2006 79,0
Conti di Buscareto - Ostra Verdicchio dei Castelli di Jesi 2006 78,0
Fatt. San Lorenzo - Montecarotto Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Vigna di Gino" 2006 78,0
Laurentina - Montecarotto Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico 2006 78,0
MA.RI.CA. - Belvedere Ostrense Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Tregaso" 2006 78,0
Marchetti - Ancona Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico 2006 78,0
Marconi Maurizio - San Marcello Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico 2006 78,0
Santa Barbara - Barbara Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Le Vaglie" 2006 78,0
Sant'Amico - Morro d'Alba Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico 2006 78,0
Tenuta di Tavignano - Cingoli Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Vigna Verde" 2006 78,0
Zannotti Armando -S.Paolo di Jesi Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Grestio" 2006 78,0
Badiali&Candelaresi -Morro d'Alba Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Laureto" 2006 77,0
Fazi Battaglia - Castelplanio Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico 2006 77,0
Mancini - Maiolati Spontini Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Vigneto Santa Lucia" 2006 77,0
Monte Schiavo - Maiolati Spontini Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Coste del Molino" 2006 77,0
Santa Barbara - Barbara Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Pignocco" 2006 77,0
Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Tardivo ma non
Santa Barbara - Barbara
tardo"
2004 77,0
Umani Ronchi - Osimo Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Villa Bianchi" 2006 76,0
Venturi Filiberto -Castelleone di
Suasa
Verdicchio dei Castelli di Jesi -"San Martino" 2006 76,0
San Giovanni - Rosora Verdicchio dei Castelli di Jesi - Classico "Le Fondije" 2006 70,0
Velenosi The rose Brut Rosè

Velenosi
loc. Monticeli:
via dei Biancospini, 11
Ascoli Piceno
Tel. 0736341218
www.velenosivini.com
€21,00
Angela ed Ercole Velenosi, di pari passo
con il socio Paolo Garbini, hanno
realizzato negli anni un'autentica
cantina corazzata, capace di rag-
giungere livelli di eccellenza assoluta
con alcuni dei loro vini culto, ma anche
in grado di sfornare una serie
notevolissima di ottime etichette dai
prezzi onesti. Il vino che fa proprio al
caso della nostra guida è il The Rose
Brut, metodo classico in "rosa", che
stupisce per la candida finezza unita ad
una grinta niente male. Tutto giocato
su fini ricordi floreali e di frutti di
bosco.

Velenosi The rose Brut Rosè

Velenosi
loc. Monticeli:
via dei Biancospini, 11
Ascoli Piceno
Tel. 0736341218
www.velenosivini.com
€21.00
Angela and Ercole Velenosi, hand in
hand with partner Paolo Garbini, have
over the years built up a real armoured
cellar, able to achieve absolute
standards of excellence with some of
their cult wines, but also able to
produce a series of fine labels with
honest prices. The wine best suited to
our guide is The Rose Brut, classic
“rosé” method that astonishes for its
candid fineness combined with plenty
of grit. All distinguished by fine flower
and berry recollections.

SI AUTORIZZA LA PRODUZIONSI AUTORIZZA LA


PRODUZION
VELENOSI | loc. Monticelli | via dei
Biancospini, 11 1 Ascoli Piceno | tel.
0736341218 | www.velenosivini.com

Rosso Piceno Superiore Roggio del Filare |


26000 |€ 21,00
II "roggio" è il neologismo dannunziano che indica
i raggi di sole che attraversano e si rifrangono
sulle foglie della vite. A questa visione
decisamente poetica è dedicato il rosso che
Angela Velenosi e suo marito Èrcole ricavano da
uve montepulciano per il 70% e sangiovese per il
30%. Ha colore rubino intenso e profumi di
amarena, spezie e vaniglia. Il sapore è pieno ma
non pesante, piuttosto elegante anche in annate
particolarmente calde, come nel caso del 2003.
Ha una buona componente di acidità e una per
sistenza insospettabile, oltre a doti di tenuta nel
tempo da coup de coeur.
Ludi '00
Ludi '01
Rosso Piceno Sup. Roggio del Filare '01
Rosso Piceno Sup. Roggio del Filare '02
Rosso Piceno Sup. Roggio del Filare '03

ENGLISH VERSION:

Twenty years of Italian Best Wines


VELENOSI | loc. Monticelli | via dei Biancospini,
11 1 Ascoli Piceno | tel. 0736341218 |
www.velenosivini.com

Rosso Piceno Superiore Roggio del Filare | 26000 |


€ 21.00
"Roggio" is the d’Annunzio neologism that indicates
the rays of the sun that cross and reflect on the vine
leaves. To this decidedly poetic vision is dedicated the
red wine that Angela Velenosi and her husband Èrcole
produce from Montepulciano (70%) and Sangiovese
(30%) grapes. It has a deep ruby red colour and a
bouquet that calls to mind wild cherries, spices and
vanilla. The flavour is full but not heavy, rather elegant
even in particularly hot vintage years, as was the case
of 2003. It has a good acidity component and an
unsuspected consistence, as well as a coup de coeur
resistance capacity over time.
Ludi '00
Ludi '01
Rosso Piceno Sup. Roggio del Filare '01
Rosso Piceno Sup. Roggio del Filare '02
Rosso Piceno Sup. Roggio del Filare '03
Vino al vino il blog di Franco Ziliani 20 Luglio 2007
Marche bianco Igt Pecorino 2006 Villa Angela Velenosi
Sto bevendo pochissimo, causa il caldo feroce che impazza quantomeno in città, in questo
periodo e uno dei rari strappi che mi sono concesso, in attesa che le temperature calino, in
questo regime di semi-astemia, è stato per un vino di una varietà, poco nota, che io amo
molto e che è in corso di una riscoperta da parte dei produttori dell’area marchigiano –
abruzzese.
Per i non impallinati del vino Pecorino è solo il nome di un notissimo e saporito
formaggio omonimo, ma per gli amanti di Bacco è anche un vino bianco, la cui uva
appartiene alla grande famiglia dei Trebbiani, quella delle Aminee, che prendendo il
proprio nome da un ambito diciamo così pastorale, con un sottile riferimento ai movimenti
stagionali dei pastori e dei loro greggi, che – ricordate la poesia Pastori di Gabriele
D’Annunzio ? – “Settembre, andiamo. E’ tempo di migrare. Ora in terra d’Abruzzi i miei
pastori lascian gli stazzi e vanno verso il mare… “ - avvengono nelle regioni dove
appuntosi trova il vitigno Pecorino.
Vitigno di origini marchigiane, nei decenni scorsi era stato abbandonato perché rendeva
poco, ma oggi è in corso di riscoperta, come dimostra il crescente numero di vini a base
Pecorino oggi disponibili sul mercato. Uno dei più interessanti, sicuramente, è il Pecorino Marche bianco
Igt prodotto dalla celebre azienda vinicola ascolana Velenosi della fascinosa e simpatica Angela Velenosi,
che dopo qualche anno di rodaggio mi sembra aver trovato una soddisfacente identità, sempre all’insegna
di quel piacevole carattere ruspante, campestre che hanno i vini ottenuti da questo vitigno.
Colore giallo paglierino brillante traslucido, con riflessi metallici splendenti, mostra un naso caldo, maturo,
solare, estivo, profumato di fiori secchi, fieno, frutta esotica, frutta secca con prevalenza della mandorla,
erbe di campo e un ricordo petroso quasi di pietra focaia. In bocca è largo, caldo, con un tenore alcolico
(13 gradi) sostenuto, molto asciutto, quasi secco e maschio nel suo modo di porsi, lungo, sapido,
avvolgente e persistente, con una “tannicità” e uno spessore quasi da vino rosso. Da abbinare a torte salate,
preparazioni in umido a base di pesce, formaggi cremosi, ma anche su un pollo o un coniglio freddo in
insalata. Scritto da franco ziliani alle 9:23, in Libiam nei lieti calici

Wine to wine the blog of Franco Ziliani 20 July 2007


Marche bianco Igt Pecorino 2006 Villa Angela Velenosi
I am drinking very little due to the ferocious heat affecting us - at least in the cities - in this period and one
of the rare exceptions I have made, while waiting for the temperatures to cool down, in this semi teetotal
state, relates to a little known variety, which I adore and which is currently being rediscovered by
producers in the Marche – Abruzzo area.
For the less knowledgeable Pecorino is only the name of a well-known and tasty cheese, while for wine
lovers it is also the name of a white wine, made from grapes belonging to the great Trebbiani family, that
of the Aminee, which take their name from a let’s say pastoral ambit, with a subtle reference to the
seasonal movements of the shepherds and their flocks, which – do you recall the poem of Gabriele
D’Annunzio ? – “Settembre, andiamo. E’ tempo di migrare. Ora in terra d’Abruzzi i miei pastori lascian gli
stazzi e vanno verso il mare… “ – occur in those regions where the Pecorino variety grows.
The variety is of Marche origin. In recent decades it was abandoned because of poor yield, but is now
undergoing rediscovery, as is shown by the growing number of Pecorino based wines now available on the
market. Very definitely, one of the most interesting is the Pecorino Marche bianco Igt produced by the
famous Ascoli winery Velenosi run by charming and friendly Angela Velenosi, which after a few years of
running in now seems to have found a satisfactory identity, always distinguished by that pleasant country
character enjoyed by the wines made from this variety. Bright translucent straw yellow colour, with
splendid metal reflections, it has a warm, mature, sunny nose that smells of dry flowers, hay, exotic fruit,
dry fruit with prevalence of almonds, wild herbs and stony recollections such as flint. In the mouth, it is
broad, warm with a sustained alcohol content (13 degrees), very dry and masculine in the way it presents
itself, long, full-bodies, enveloping and persistent, with a tannin content and thickness similar to red wine.
Goes well with savoury cakes, fish stews, creamy cheeses, but also cold chicken or rabbit salad.
Written by franco ziliani at 9:23 am, in Libiam nei lieti calici

http://vinoalvino.org/blog/2007/07/marche-bianco-igt-pecorino-2006-villa-angela-velenosi.html
“Davvero promettente ... la Velenosi“!
L’iniziale V indica forse Vittoria? All’ingresso si alternano i premi ricevuti
uno dopo l’altro. Già mentre ci documentiamo sui concetti tecnici e sui luoghi
geografici, capiamo immediatamente che Velenosi riserverà un’“esperienza
enologica” unica: “a 25 km di distanza dal Mar Adriatico a 150–200 metri sul
livello del mare...”.
L’azienda vinicola Velenosi si trova ad Ascoli Piceno nella regione delle
Marche. Guai se lasciassero perdere: ci rendiamo conto sempre più che molte
delle aziende vinicole italiane sono caratterizzate dal cosiddetto “woman
power”. Angela Velenosi (e il marito Ercole) e l’enologa Katia Gabrielli
hanno riposto tutta la propria passione nelle colline e nella produzione
vitivinicola e dell’olio di oliva.
Il loro cuore batte per il Rosso Piceno Superiore, denominato concretamente il
“Brecciarolo”, che nel 2007 ha ricevuto il premio di miglior vino rosso. Lo
stile è elegante e moderno, con un gusto intenso, tratto tipico dell’uvaggio di
Montepulciano, Merlot, Cabernet e Syrah! Il “Brecciarolo” 2004 (13,5% vol.)
ha ottenuto degli ottimi voti anche da noi, ma il grande favorito (e chi
potrebbe forse metterlo in dubbio?) è e rimane il Ludi 2004 (che, tra le altre
cose, è uno dei vini preferiti del Primo Ministro italiano Romano Prodi!). Il Ludi è riuscito ancora una volta a
piazzarsi tra i vini top italiani attestandosi al 24° posto! Un vino forte, corposo, fortemente fruttato e morbido e con
un lungo retrogusto. Ovviamente costa anche qualcosina in più...
Consigliabili e da non perdere di vista sono lo spumante Velenosi Brut (12,5% vol.), il vino bianco Verdicchio dei
castelli di Jesi Classico, il Roggio 2003 (13,5% vol.) e il Montepulciano d’Abruzzo 2006 (13 % vol.). Giovane e
accattivante, il Pecorino sta conquistando il mercato (è stato inserito nella gamma dei vini prodotti solamente un
anno fa ed è molto richiesto!).

ENGLISH VERSION:

“A bright future for ... Velenosi“!


Does the initial V letter stand for Victory? At the entrance there is a whole series of awards. While we were
collecting information on the technical side and on the surroundings, we immediately understood that we were
about to have a unique “wine experience”: “25 km away from the Adriatic sea at 150 – 200 metres above seal
level...”.
The Velenosi winery is located in Ascoli Piceno, in the region Marche. Let’s hope they will never give up: we
realized that an increasing number of Italian wineries feature the so-called “woman power”. Angela Velenosi (and
her husband Ercole) and the wine-maker Katia Gabrielli are passionately dedicating themselves to the hills and to
wine and oil production.
They have a passion for the Rosso Piceno Superiore, also practically called the “Brecciarolo”, which was awarded
the ‘best red wine’ prize in 2007. This wine features an elegant and modern style with a strong taste that is a
typical characteristic of the mixed grapes of Montepulciano, Merlot, Cabernet and Syrah! We too gave the
“Brecciarolo” 2004 (13,5% vol.) very high marks, but the hot favourite (and who dares to disagree?) is and will be
the Ludi 2004 (which, among other things, is also one of Prime Minister Prodi’s favourite wines!). The Ludi made
its way once again to the top Italian wines and ranks 24th in the classification! A strong, full-bodied, heavily fruity
and smooth wine with a persisting aftertaste. It is obviously slightly more expensive...
We suggest trying and keeping an eye on the following wines: the bubbly Velenosi Brut (12,5% vol.), the white-
wine Verdicchio dei castelli di Jesi Classico, the Roggio 2003 (13,5% vol.) and the Montepulciano d’Abruzzo
2006 (13 % vol.). Furthermore, the Pecorino wine, which is young and attractive, is conquering the market (it was
introduced only last year and many people are asking for it!).

Kontakt:
Velenosi
Via Biancospini, 11
63100 Ascoli Piceno
Tel. +39/0736/341218
www.velenosivini.com

http://www.kulturonline.ch/index.php?option=content&task=view&id=839&Itemid=
Davide e GoliaAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

Cinque Chardonnay
a meno di 17 euro
contro uno da 39
Il “Cervaro della Sala” 2005, fatto in gran parte con chardonnay,
non è all’altezza della sua fama e del suo prezzo.
Ecco degli Chardonnay davvero buoni, che costano molto meno
15 EURO
Marche Igt Chardonnay …Nelle campagne
“Rêve” 2005 a ridosso di Ascoli Piceno,
Velenosi nelle confinanti Marche,
Via dei Biancospini 11 uno Chardonnay da prendere
63100 Ascoli Piceno (Ap) in considerazione è quello di
tel. 0736.341218 Angela ed Ercole Velenosi,
fax 0736.346706 che hanno messo le basi della
www.velenosivini.com loro azienda nel 1984. Il vino
si chiama Rêve, ed è dell’annata
Giallo dorato al colore, 2005. Costa 15 euro.
note di tostature e Il bicchiere svela che l’uso
caffè, ma anche agrumi della barrique c’è stato e come,
che si distinguono a partire dalle note di tostatura
nettamente, specie che si ritrovano anche
di pompelmo amaro. in bocca. Sono evidenti ma
Sul finale aromatico non coprenti nel senso che, insieme
saltano fuori a al caffè e alla vaniglia,
sorpresa delle note si distinguono bene anche le
da piccolo negozio note di agrumi, che in bocca
di pasticceria. Uno diventano ancor più evidenti.
Chardonnay che
Un vino di un certo carattere,
mostra un carattere deciso, forse
intenso…
per questo effetto-tostatura che si
fa sentire ma che, al tempo stesso,
non copre altre senzazioni. Anche in
bocca il vino è più “voluminoso” degli
altri, ha una maggiore corposità ed è
più complesso. L’acidità sostenuta gli
dà anche un tono di freschezza che
aumenta la piacevolezza complessiva.
In bocca si ritrovano le note
agrumate, di caffè e di pasticceria.
Come abbiamo detto, è diverso dagli
altri Davide e anche per questo è
stato giudicato uno Chardonnay
interessante dai nostri esperti. settembre 2007 Il mio vino 13
David and Goliath

Five Chardonnay wines


for less than 17 euro
against one for 39
The “Cervaro della Sala” 2005, mainly made with chardonnay,
is not up to its fame and price.
For you, these truly delicious Chardonnay wines, at a much
lower price
15 EURO
Marche Igt Chardonnay …in the countryside
“Rêve” 2005 Surrounding Ascoli Piceno,
Velenosi in the nearby Marche region,
Via dei Biancospini 11 a Chardonnay wine worth
63100 Ascoli Piceno (Ap) trying: the one made by
tel. +39 0736.341218 Angela and Ercole Velenosi,
fax +39 0736.346706 who laid the foundation of their
www.velenosivini.com company in 1984. The wine
is called Rêve and it has been produced
Golden-yellow coloured, in the year 2005. The price is 15 Euro.
with notes of roasting and In glass it reveals that the
coffee, but also citrus barrique has been used indeed,
fruits, clearly beginning with the roasting notes
recognisable species of that can also be savoured
bitter grapefruit. in the mouth. Evident but
In the aromatic finish not overwhelming notes, as together
unexpected small with coffee and vanilla
confectioner’s shop-like you can clearly taste
notes. A Chardonnay that citrus fruit notes that become
Shows a strong character, even more marked in the mouth.
perhaps for its roasted
A wine with an intense character…
flavour. A clear taste, that at the same
time does not cover other aromas.
In the mouth this wine is more
“voluminous” than the others,
it is full-bodied and more complex.
Its marked acidity gives a fresh note,
increasing the wine’s overall
pleasantness. In the mouth you can
savour citrus fruit, coffee and patisserie
notes. As we have said, it is different from
other Davide wines and for this reason
it has been defined an interesting
Chardonnay by our experts.
September 2007 IL MIO VINO 13
David und Goliath

Vier Chardonnays
unter 16 Euro gegen
einen zu 39 Euro
Der vorwiegend aus Chardonnay hergestellte “Cervaro della Sala”
2005 steht qualitativ nicht auf der Höhe seines Rufes und Preises. Wir
stellen hier sehr gute Chardonnays vor, die wesentlich weniger kosten

16 euro
Marche Igt Chardonnay The Velenosi wine growing and
Rêve” 2005 producing Company came into being
“Velenosi
Via dei Biancospini 11 thanks to two young entrepreneurs,
63100 Ascoli Piceno (Ap) Angela and Ercole Velenosi. In 2005
Tel. +39.0736.341218
Fax +39.0736.346706 Paolo Garbini came into the fold and
www.velenosivini.com Velenosi Srl was thus established.
Goldgelbe Farbe; Despite having been in this field for
Toast- und Kaffeenoten a little over two decades, moved by
sowie Aromen von
Südfrüchten, besonders their passion, they have been able to
Grapefruit, die man quickly learn and improve
deutlich unterscheiden
kann. Das Finale production methods while creating a
überrascht mit Aromen, winery second to none.
wie man sie vom Geruch
in Konditoreien kennt.
Ein Chardonnay mit
klarem Charakter, der
wohl von den Toastnoten stammt,
die aber in keinem Moment die
anderen Aromen des Weins in den
Hintergrund drängen. Im Geschmack
wirkt er ebenfalls voller als die anderen
Weine. Sein Körper ist kräftiger und
komplexer. Seine gut eingebundene
Säure gibt ihm Frische und steigert
den Genuss beim Trinken. Auch im
Geschmack sind Südfrüchte, Kaffee
und „Konditorei-Noten“ zu erkennen.
Er besitzt deutliche Unterschiede
zu den anderen Chardonnays. Auch
deshalb fanden ihn unsere Experten
besonders interessant.

Dezember 2007/Januar 2008 Il mio vino 21


128 I WINE REPORT 2007 I GLOBAL REPORTS

NEW UP-AND- COMING (NUOVI PRODUTTORI EMERGENTI)


PRODUCWERS

1 Velenosi (Marche)

2 Podere Guado al Melo (Tuscany)

3 Cantine del Notaio (Basilicata)

4 Tenuta Zicari (Puglia)

5 Feudi della Medusa (Sardinia)

6 Di Marzo (Campania)

7 Le Querce (Basilicata)

8 Enrico Ceci (Marche)

9 Cantine Carrozzo (Puglia)

10 Cantine Petrelli (Puglia)


New Releases: Italy

86 Farnese Montepulciano d’Abruzzo Colline


Teramane 2003 $16 Aromas of crushed berry, with hints of
violet and oak, following through to a medium-to full-bodied
palate, with firm tannins and rather chewy dry oak on the finish.
Best after 2007. 12,000 cases made.—J.S.

86 IlIuminati Montepulciano d’Abruzzo Colline


Teramane Zanna Riserva 2003 $42 A bit closed, but
nicely balanced, with blackberry, earth and a hint of espresso.
Medium-bodied, with fine tannins and a medium finish. Give this
another year to mellow. Best after 2007. 4,000 cases made.—J.S.

86 Illuminati Montepulciano d’Abruzzo Riparosso


2005 $15 Peppery and fruity, with lots of fruit, velvety tannins
and a velvety texture. Drink now. 60,000 cases made.—J.S.

86 Masciarelli Montepulciano d’Abruzzo Marina


Cvetic San Martino Rosso 2003 $30 A tightly packed
red, with ripe plum, berry and mineral character. Full-bodied, with
lots of fruit, well-integrated tannins and a fresh, mineral finish. Drink
now. 35,000 cases made.—J.S

86 Ercole Velenosi Montepulciano d’Abruzzo 2005


$10 A velvety young red, with light barley aromas and flavors and
some blackberry pie character. Full, soft and round, with lots of
fruit. Drink now. 45,000 cases made.—J.S.

Traduzione in italiano:

86 Ercole Velenosi Montepulciano d’Abruzzo 2005


$10 Un rosso giovane, vellutato, si avverte un leggero sentore
d’orzo con note di torta alle more. Pieno, morbito e rotondo, netti i
sentori di frutta. Provalo subuto. 45000 casse prodotte.—J.S.

WINE SPECTATOR – SEPT. 30, 2007


IL MESSAGGERO
DOMENICA
16 SETTEMBRE 2007
GIORNO
E NOTTE 47
A San Benedetto
nello chalet
Bagni Andrea
parata di stelle:
statuetta
anche alla donna
del vino
Angela
Velenosi

di Tiziana Capocasa

San Benedetto
Più che lo sguardo,
conta il portafoglio.
Per conquistare,
bisogna attaccare>>.
La stupenda Angela Velenosi riceve l’Oscar al miglior vino
Non si smentisce Lory
Del Santo, animatrice Angela Velenosi, molto anno l’Oscar alla
della Notte degli glamour con abito rosa carriera, lo stilista
Oscar ai Bagni Andrea. pesco, tutto perline Jerry Tommolini,
……… La lunga lista dei firmato Blumarine, con creatore
premiati, annunciata la seguente dell’abbigliamento da
dal presentatore Remo motivazione: <<Lo spiaggia Pin Up Stars
Croci, Giornalista del chardonnay andava come si è aggiudicato
Tg5, si è aperta con acqua, è stato il vino l’Oscar alla Coppia
l’oscar assegnato dell’estate>>. Dopo Andrea, insieme alla
all’imprenditrice aver vinto lo scorso bellissima Tania. ………
DONNEEVINO
Barbara Amati

IMPRENDITRICE CORAGGIOSA IN UN MONDO DI UOMINI, GIRA IL MONDO E


L’ITALIA PER COMUNICARE LA QUALITA’ DEI PRODOTTI DELLA SUA AZIENDA,
CHE PRODUCE OTTIMI VINI CHE HANNO CONTRIBUITO AL SUCCESSO DELLA
SUA REGIONE, LE MARCHE. IL FUTURO? DA RISTORATRICE…

Angela Velenosi
REDO CHE NELLA VITA SI POSSA FARE AL MEGLIO SOLO UNA COSA E IO HO SCELTO di fare
bene l’imprenditrice”. Angela Velenosi, o meglio Angiolina Piotti in Velenosi, ha ben
dimostrato in questi vent’anni di avere imparato bene un mestiere che il marito Ercole e lei
si erano praticamente inventati quando, nel 1984, decisero di diventare vitivinicoltori in una
tenuta sulle colline marchigiane. “Per imparare andavamo a ripetizione dai professori
dell’Istituto tecnico agrario di Ascoli Piceno. Oggi non lo rifarei più -sorride Angela- anche
se sono soddisfatta di ciò che ho creato”. Ciò che hanno creato, Angela, impegnata
nel commerciale, ed Ercole, che si occupa della produzione Angela ha
(105 ettari di vigneti), è una realtà da 1 milione e 350 mila creato dal nulla
bottiglie, II 63% indirizzata in 23 Paesi. Vini di qualità Un mercato per
i vini Velenosi.
elevata riservati alla ristorazione (per la Gdo è stata creata Per farli
solo tre anni fa la Linea Terra che Sta dando grosse conoscere,
soddisfazioni): Rosso Piceno superiore, Montepulciano trascorre sei
d’Abruzzo, Verdicchio dei Casteffi di Jesi, ma anche gli mesi all’anno
spumanti metodo Classico e le prestigiose etichette della all’estero ma,
ovunque sia,
linea Villa Angela, di soli bianchi aromatici tra i quali tutte le
primeggiano Chardonnay, Sauvignon blanc e Pecorino. Le mattine corre
rinunce sono State tante ma –sottolinea– questione di per dieci
scelte: “Ho tralasciato il mestiere di moglie e di madre per chilometri
votarmi al commerciale dell’azienda, trascorrendo all’estero
sei mesi all’anno e altri tre mesi in giro per 1’Italia per
creare una rete commerciale che non esisteva. So di avere
perso molto della vita dei miei figli:
Matteo, 21 anni, Sta studiando agraria e è impegnato in
un’esperienza di lavoro accanto al wine maker Riccardo
imprenditore donna significa viaggiare da sola in un mondo
Cotarella, e Marianna, che di anni ne ha 14. Non sono mai
di uomini e quindi sapersi vestire e comportare per non dare
andata a parlare con i professori di uno o dell’altra, ma sono
adito a fraintendimenti: mai accettare un aperitivo, rientrare
sempre riuscita a trascorrere tanti bei momenti con loro.
presto in albergo. Insomma, mi devo porre dei limiti e dare
Non ho sofferto di
un messaggio chiaro”. In qualsiasi parte del mondo si trovi,
questa lontananza,
Angela, prima di tutto, infila le scarpette e corre: corre per
ml sono calata
10 chilometri, scarica la tensione, si libera dalle tossine e si
bene nella parte e i
allena per la maratona. Da sette anni si dedica a questo
miei figli hanno
Sport con quella disciplina che le è propria e che regola la
capito: d’altra
sua vita:
parte, dovevo
rispettare gli
e reduce dalla maratona di Bologna al fianco di Gianni
Morandi ed e in partenza per quella di Berlino; poi, in
impegni presi con
novembre, c’è ad attenderla quella di New York. Oggi che
le banche”.
l’azienda è cresciuta, e bene, riuscendo ad offrire un
Grande lavoratrice,
prodotto di buon prezzo, ma affidabile, e che iI marchio ha
determinata e
una bella visibilità, cosa si aspetta ancora Angela? “Vorrei
molto forte, Angela
un futuro da ristoratrice: anche se ormai non cucino quasi
si è fatta spazio,
più. . . D’altra parte, mia nonna era una cuoca e mio padre
complice una
era molto bravo a cucinare”. Se buon sangue non mente,
bellezza a volte
avremo un’altra chef di successo.
ingombrante, in un
mondo tutto al
maschile: “Essere
Luca Maroni MARCHE

Velenosi
L'azienda vitivinicola Velenosi nasce per volontà di due giovanissimi imprenditori, Angela ed Ercole
Velenosi. Nel 2005 è entrato nella compagine sociale il dott. Paolo Garbini e si è costituita la Velenosi Srl.
Nonostante operino nel settore solo da un paio di decenni, la loro forte passione ha permesso loro di imparare
rapidamente, di migliorare le tecniche di produzione e creare una cantina di assoluto rispetto.

Velenosi Srl
Via dei Biancospini, 11 - 63100 Ascoli Piceno (AP) - tel. 0736341218 fax 0736346706 - info@velenosivini.com
- www.velenosivini.com - Responsabili della produzione: Katia Gabrielli, Mirko Evangelisti, Attilio Pagli
(Consulente) - Anno di avviamento aziendale: 1984 - Vini prodotti: 8 - Bottiglie prodotte: 1.000.000 - Ettari
totali vitati di proprietà: 105 - Percentuale uve/vini acquistati: solo uve di proprietà - Vendita diretta: sì -
Visite all'azienda: sì - Attività di agriturismo: non prevista

n i . c o m
Roggio del Filare 2004

a m a ro 95

. l u c
Consistenza: 32 - Equilibrio: 31 - Integrità: 32

w w w
Sensazioni: super frutto su super spezie: connubio in dolcezza di volu-
me e maestosità davvero esaustivamente proattiva. Una crema vanigliata
polpante che si emulsiona con l'aria e con i recettori in uno scialle mento-
so di mora e d'amarena. Si immagini una corrente olfattiva di luminosità
sovrana, sfumare di dolcezza la carnosa possanza d'un succoso e inchio-
strato cassis. Si immagini il tutto assemblato, levigatamente incorporato
in un profumo di integrità, ovvero di turgore e nitore vitoenologico che il
suo viola nerastro è vivo e netto come nuovo. Si avverta infine con quan-
ta potenza eppure con quanta pulita suadenza tutto questo enorme patri-
monio di natura, di terra, di sole, di tecnica, di aromi e di omniavvolgen-
te, pastosa glicerina, si senta quanto tutto ciò da questo vino sia donato
in un'effusione d'altissimo, ma immediato, sensoriale valore. Universalità
del suo valore persistente quanto longeva. Fra i migliori rossi dell'anno, D
A
V I T I V
I N

fra i migliori delle Marche di sempre. Chapeau.


I C
N
E

O L
A Z I

Scheda Vito-enologica: Data degustazione: 16-07-07 - Tipo di vino:


V

Rosso - Prezzo: C - Prima annata di produzione: 1993 - Produzione me-


E

E O
L

N C
O S I E R

dia annuale bottiglie : 40.000 - Uve: Montepulciano, Sangiovese - Nome e


superficie vigneto/i: / 6 ha - Comune di ubicazione vigneto/i: Ascoli Piceno,
Offida - Esposizione e altimetria: / 200 m s.l.m. - Tipo di terreno: prevalen- Le impressioni del produttore
temente argilloso, tendenzialmente calcareo - Sistema allevamento e den- "...perchè fare il vino è per me fonte
sità viti: Guyot 5.000 piante/ha - Età media delle viti: 15/20 anni - Resa di grande piacere? Amo fare il vino
uva e per ceppo dedotta: 65 qli 1,3 Kg - Periodo vendemmia: metà otto- perchè questo nettare sublime è
bre - Materiale vasche di fermentazione: acciaio - Temperatura: 20/25°C semplicemente incapace di mentire!
- Controllo della temperatura: sì - Sistema di controllo: vasche termocon- Vendemmiato presto o tardi, non
dizionate - Durata: 20/25 giorni - Fermentazione malolattica: sì totale - importa, il vino ti bisbiglierà in
Passaggio in legno: sì - Tipo di legno: rovere francese - Capacità: 2,25 hl - bocca sempre con completa ed
Età: nuovo - Durata passaggio: 18/20 mesi - Stabilizzazione del prodotto: / imperturbabile onestà ogni volta che ne
berrai un sorso...delizioso!" Tratto dal
Gli altri Vini-Frutto dell'Azienda film "Un'ottima annata"
Per approfondimenti: Guida dei Vini Italiani LM e/o www.lucamaroni.com Angela Velenosi

ANNUARIO DEI MIGLIORI VINI ITALIANI 2008 313


Luca Maroni MARCHE

Velenosi
...Man könnte sich auch für den Chardonnay
von Angela und Ercole
Velenosi entscheiden. Sie
Velenosi
führen ihrSrlWeingut seit 1984
nahe bei Ascoli
Via dei Biancospini, 11 -Piceno fastPiceno
63100 Ascoli an (AP) - tel. 0736341218 fax 0736346706 - info@velenosivini.com
- www.velenosivini.com - Production managers: Katia Gabrielli, Mirko Evangelisti, Attilio Pagli
der Grenze
(consultant) zu den1984
- Established: Marken.
– Wines produced: 8 – Bottles produced: 1.000.000 – Total company-owned exploited
Dieser105
hectares: Wein von 2005
– Percentage mit grapes/wines: only company-owned grapes – Buy directly: yes -
of purchased
Winery visits: yes - Agritourism: no
dem Namen
Roggio „Rêve“
del Filare 2004 95 kostet 16
Euro. An seinen Toastnoten,

c o m
deutlich im Duft und im Geschmack,
merkt
Roggio man delihm die 2004
Filare
a ro n i . 95
Verwendung

. l u
des Holzfasses
Consistency: 32 - Balance: 31 - Integrity: 32
c a m
w w
an. Sie überlagern ebenso wenig
wie
Sensations:
combination
die
die
Noten
with im
w
die Vanille-
it has a lot ofund
ofvon
volume

Geschmack
blackberry
spiceKaffeetöne
overlaid with a really fruity taste: a sweet
and majesty totally stimulating. A smooth, creamy
Südfrüchten,
vanilla texture which, combined with the atmosphere, coats your taste buds
and wild cherry with a hint of mint. Imagine a scent of
commanding
etwas luminosity hervortreten
deutlicher sweetly dissolving the strong-tasting flesh of a juicy
and inky cassis. Imagine all this, smoothly combined to form a well-blended
als im Duft.
bouquet, so that itsDieser Wein
viticultural besitztstructure and clarity make its
and enological
dark purple hue
eindeutig clean and fresh.
Charakter. Finally, notice with how much power, yet
...
clean smoothness, this wine conveys all its heritage of nature, soil, sun,
technique, aromas and all-encompassing glycerine softness in a sublime yet
immediate effusion of the senses. The absoluteness of its value is as continuous
as it is long-lasting. Among the year’s best reds and one of Marche’s all-time A
V I T I V
I N
best. Hats off to this wine. D
I C
N
E

O L
A Z I

Viticultural/Enological data: Date of tasting 16-07-07 – Type of wine: Red –


V

Price: C -
E

E O
L

N C
O S I E R
First year of production: 1993 – Average yearly bottle production: 40.000 -
Grapes: Montepulciano, Sangiovese – Vineyard name and size: / 6 ha – District
(s) where the vineyard is located: Ascoli Piceno, Offida – Exposure and The producer’s opinion:
height: / 200 m a.s. l. – Type of soil: mainly clayey, basically calcareous – "...why does winemaking give me
Grape growing technique and planting density: Guyot 5.000 plants/ha – so much pleasure? I love making
Average grape age: 15/20 years – Grape yield per vine: 6500Kg 1,3 Kg– wine
Harvesting time: mid-October. because this sublime nectar
- Fermentation tank material: steel - Temperature: 20/25°C simply doesn’t lie!
- Temperature control: Yes- Control method: temperature-controlled tanks Whether you harvest early or late,
- Time Length: 20/25 days – Malolactic fermentation: yes, complete - it doesn’t matter, wine will
Wood aging: yes – Wood type: French oak - Capacity: 2,25 hl - whisper to your mouth with total
Age: new – Aging: 18/20 months - Stabilization: / and unconditional honesty every
time you will have a sip…
More Fruit Wines by this Company delicious!” Freely excerpted from
To learn more: Guida dei Vini Italiani (Guide to Italian Wines) LM and the movie “A Good Year”
www.lucamaroni.com
Angela Velenosi
ANNUARIO DEI MIGLIORI VINI ITALIANI 2008 313
vini BiAnCHi che meritano di essere comprati

il voto Marche Igt Chardonnay


“Rêve” 2005
Due sono i voti, espressi Velenosi
in stelle, che i nostri
esperti assegnano
ai vini assaggiati.

La prima fila di stelle nere


sta a indicare la qualità del
vino nella propria categoria
di appartenenza.
15 €
★★★★★ MARCHe - Ascoli Piceno (Ap)
La seconda fila di stelle Tel. 0736.341218
rosse sta a indicare il info@velenosivini.com
rapporto qualità-prezzo. www.velenosivini.com

★★★★★ vitigni: chardonnay 100%

gradazione alcolica: 14°


Tutti i vini che presentiamo
meritano sempre di essere 13.000 bottiglie prodotte
bevuti. Una stella indica da bere adesso fino al 2009
sempre un buon vino, anidride solforosa: 92 mg/l, media
cinque stelle indicano un
vino assolutamente da non
perdere.

IL VOTO Marche Igt Chardonnay


“Rêve” 2005
...Man könnte sich auch für
Velenosi
den Chardonnay
von Angela und Ercole
Velenosi entscheiden. Sie
führen ihr Weingut seit
1984
★★★★★
nahe bei Ascoli Piceno fast
an
der Grenze zu den Marken. 15 €
Dieser Wein von 2005 mit MARCHE - Ascoli Piceno

★★★
dem Namen „Rêve“ kostet
16
(Ap)
phone. 0736.341218
Euro. An seinen info@velenosivini.com
www.velenosivini.com
Toastnoten, grapes: chardonnay 100%
deutlich im Duft und im
Geschmack, alcohol content: 14°
merkt man ihm die 13.000 bottles produced.
Verwendung des Holzfasses Drink before 2009
an. Sie überlagern ebenso
wenig
wie die Vanille- und
Kaffeetöne
die Noten von Südfrüchten,
die im Geschmack
etwas deutlicher
hervortreten
als im Duft. Dieser Wein
besitzt
eindeutig Charakter. ...

146 Il mio vino novembre 2007


ELENOSI
Via dei Biancospini, 11 - 63100 Ascoli Piceno - Phone 0736 341218 Fax 0736 346706 -
www.velenosivini.com - info@velenosivini.com
Established: 1984
Owners: Angela and Ercole Velenosi and Paolo Garbini
Enologist: Attilio Pagli, Mirko Evangelisti and Katia Gabrielli
Bottles produced: 1.000.000
Company-owned exploited hectares: 105
Buy directly: yes
Winery visits: on request, contact Angela Velenosi
Driving directions: from highway A14 exit San Benedetto del Tronto and continue
toward Ascoli Piceno until exit Marino (area of Ponticelli).

Angela Velenosi sees herself as Forrest Gump. Moved by unwavering passion, she started running a few years back; the more she ran,
the bigger her company became. And so the family-run business became the number one private company in the Ascoli Piceno area.
Once reached their goal, others would have settled down but since Angela’s motto is “there are no finish lines, only starting points”
she’s still running. She isn’t resting on her countless laurels either; the new company structure has fostered new ambitions; new
products are added, the packaging is updated, nothing is left to chance. Following Angela’s pace, harvest after harvest, a new
winery staff was put in place: expert Attilio Pagli still supervises but young Katia Gabrielli and Mirko Evangelisti already shine,
helping Roggio garner even more awards. Next year will bring back Ludi, this time as Offida Doc.
ROSSO PICENO SUPERIORE ROGGIO DEL FILARE 2004
Type: Red Doc - Grapes: Montepulciano 70%, Sangiovese 30% - Alcohol Content 13,5% - € 18 - Bottles: 36.000 – Fuchsia and
purple hues brighten its deep dark color. On the nose it is open, deep and exhilarating with ripe and spicy fruit as it typical of a
great vintage Montepulciano. The second nose has hints of marasca cherry, raisin, blackberry, cassis, violet, wilted rose, menthol
tobacco, fumé, cocoa, leather, graphite and underbrush. The alcoholic content, softened by balsamic hints, helps the taste
progression within an extremely subtle tannic framework. While waiting for the appealing third nose, we can taste its character with
aged Parmesan cheese with balsamic vinegar.
ROSSO PICENO SUPERIORE IL BRECCIAROLO GOLD 2005
Type: Red Doc - Grapes: Montepulciano 70%, Sangiovese 30% - Alcohol Content 13,5% -€ 10 - Bottles: 13.000 – The company’s
historic red, named after the place where the winery is located, is made from a harvest selection. Rich in purple extract pigments, it
boasts an enticing marasca cherry flavor with hints of chocolate and vanilla. It is muscular and complex but also pleasant thanks to
the silky tannins and its perfect balance. Long-lasting and rich taste of black fruits and liquorice. Aged one year in barrique as the
previous one. Recommended with agnello sotto il coppo (lamb cooked under the ashes).
THE ROSE
Type: Rosé Igt - Grapes: Pinot Noir 80%, Chardonnay 20% - Alcohol Content 12,5% - € 18 - Bottles: 6.000 – Its light pink,
bright and appealing color reminds us of the ancient myth of Aphrodite who, pricked on a thorn, colored the white roses with
her blood or the modern myth of Janis Joplin, musical embodiment of femininity, whose whispers and screams are like roses
and thorns. Scents of pomegranate, currant, kirsch, oleander and pink pepper are a prelude to the soft texture, vibrant freshness
and flavorful fruit return with hints of minerals. Its sensuality is enhanced with sashimi.
ROSSO PICENO SUPERIORE lL BRECCIAROLO 2004
Montepulciano 70%, Sangiovese 30% - € 10 – Not quite like the Roggio, it nonetheless follows on the latter’s footsteps holding
its own with fruit, spice and a satisfying balance. Best buy wine with 200.000 bottles, it lends itself to grilled and roasted meat.
BRUT VELENOSI 2006 - Chardonnay 70%, Pinot Noir 30% - € 15
With a fragrance of acacia, honeysuckle, exotic summer fruit salad, citrus and “petit beurre” cookies, it is muscular, rich and
interspersed with remarkable freshness. Recommended with eels.
REVE DI VILLA ANGELA 2005 - Chardonnay 100% i - € 15
Woody, still to be blended to exotic fruit, fresh butter, aromatic herbs with freshness well-balanced with alcohol
and smothness. The right companion to pasta from Campofilone and spider crabs.
FALERIO DEI COLLI ASCOLANI VIGNA SOLARIA 2006 - Trebbiano 50%
Passerina 30%, Pecorino 20% - € 10 – With a flavor of white flowers and summer fruit, it is fresh, smooth and pleasantly rich.
Try it with olive ascolane Dop (deep-fried olives filled with meat) cooked with Velenosi extra-virgin olive oil.
VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI - verdicchio 85%,
Alcohol content. 15% - € 7,50 - Acacia, apples and pears with an exotic touch. Fresh on the palate but not rough, with a rich vein
of citrus. A great companion to omelette with leeks and prosciutto.
MARCHE BIANCO 2006 - Pecorino 100% - € 7,50
As the previous one, it stands out more for its pleasantness than its uniqueness: sweet on the nose, structured and smooth body
with a well-crafted balance. Try it with “taccii” with pancetta and beans.
VILLA ANGELA 2006 – Chardonnay 100% - € 7,50
Scents of flowers, pear, apple and banana. A pleasant taste helped by the overall balance of all elements. Recommended with
tagliolini pasta with porcini mushrooms.
LUDI 2004 5 Grappoli/07

MARCHE DUEM1LAVINI/08
ELENOSI
Via dei Biancospini, 11 - 63100 Ascoli Piceno - Tel. 0736 341218 Fax 0736 346706 -
www.velenosivini.com - info@velenosivini.com
Anno di fondazione: 1984
Proprieta: Angela ed Ercole Velenosi e Paolo Garbini
Enologo: Attilio Pagli, Mirko Evangelisti e Katia Gabrielli
Bottiglie prodotte: 1.000.000
Ettari vitati di proprieta: 105
Vendita diretta: si
Visite all'azienda: su prenotazione, rivolgersi ad Angela Velenosi
Come arrivarci: dalla A14 uscita di San Benedetto del Tronto, proseguire per
Ascoli Piceno fino all'uscita Marino, zona di Monticelli.

Angela Velenosi ama paragonarsi a Forrest Gump. Spinta da irrefrenabile passione ha iniziato a correre, oramai diversi anni fa; e
più correva più cresceva la sua azienda, partita a conduzione familiare e ora prima impresa privata del Piceno. Al-tri si sarebbero
fermati, una volta raggiunto I 'obiettivo. Ma poiché un altro motto di Angela e "non esistono traguardi ma nuovi punti di partenza ",
la corsa continua. Non si dorme sugli allori (che ogni anno piovono copiosi) nemmeno per un attimo; il nuovo assetto societario
accende nuove ambizioni, si estende la gamma produttiva, si rinnova il packaging, nulla e lasciato al caso. Al passo con Angela,
vendem-mia dopo vendemmia, si e andato formato un nuovo staff di cantina: resta la super-visione di un big come Pagli, ma i
giovanissimi Katia Gabrielli e Mirko Evangelisti brillano ormai di luce propria, portando il Roggio all'ennesimo trionfo. Il Ludi
tornerà l’anno prossimo come Offida Doc.
ROSSO PICENO SUPERIORE ROGGIO DEL FILARE 2004
Tipologia: Rosso Doc - Uve: Montepulciano 70%, Sangiovese 30% - Gr. 13,5% - € 18 - Bottiglie: 36.000 - Bagliori almandini
elettrizzano la fitta materia nerastra, che al naso si espande ampia, profon-da, inebriante di frutta matura e speziata com'e proprio
del Montepulciano da millesimo d'oro. A ripetute olfazioni affiorano marasca e prugna, more, cassis, violetta di Parma e rose
appassite, tabacco mentolato, fume, cacao, cuoio, grafite e sottobosco. La potenza alco-lica, subito mitigata da freschi refoli
balsamici, sostiene il crescendo gustativo, centinato con precisione da intelaiatura tannica di estrema finezza tattile. In attesa del
fascino terziario si può saggiarne la tem-pra con Parmigiano stravecchio al Balsamico Tradizionale.
ROSSO PICENO SUPERIORE IL BRECCIAROLO GOLD 2005
Tipologia: Rosso Doc - Uve: Montepulciano 70%, Sangiovese 30% - Gr. 13,5% -€ 10 - Bottiglie: 13.000 - II rosso storico
aziendale, che prende nome dalla località dove e ubicata la cantina, esce con una selezione vendemmiale. Ricco di pigmenti violacei
e di estratto, ostenta suadente marasca cioccolatosa e vanigliata, e corposo e complesso, ma al contempo di estrema piacevolezza,
grazie a tannini setosi e impeccabile equilibrio. Lunga e sapida eco di frutti neri e liquirizia. Un anno in barrique, come il precedente.
Agnello sotto il coppo.
THE ROSE
Tipologia: Rosato Igt - Uve: Pinot Nero 80%, Chardonnay 20% - Gr. 12,5% - € 18 - Bottiglie: 6.000 - Rosa tenue, brillante,
seduttivo. Mito antico di Afrodite che, punta da una spina, colora le rose bianche col suo sangue; mito moderno di Janis Joplin,
incarnazione melismatica del rosa femminino, sussurri e grida come rose e spine. Profumo di melograno, ribes e kirsch, oleandro e
pepe rosa preludono a soa-ve tessitura, vibrante freschezza, saporoso ritorno fruttato screziato di mineralista. Esaltatene la
sensualità su un sashimi.
ROSSO PICENO SUPERIORE lL BRECCIAROLO 2004
Montepulciano 70%, Sangiovese 30% - € 10 - Cadetto del Roggio, ne ricalca, su registro inferiore ma non troppo, l’elegante
corredo fruttato-speziato e I'appagante equilibrio. Best buy da 200.000 pezzi, versatile su arrosti e grigliate.
BRUT VELENOSI 2006 - Chardonnay 70%, Pinot Nero 30% - € 15
Fragrante di acacia, caprifoglio, macedonia estiva ed esotica, agrumi, biscotto petit beurre, e corposo e sapido, innervate da
spiccata freschezza. Terrina di anguilla.
REVE DI VILLA ANGELA 2005 - Chardonnay 100% i - € 15
Boisé ancora da integrare a fruttato esotico, burro fresco, erbe aromatiche, freschezza ben calibrata su vigore
alcolico e morbidezza. Campofiloni e granseola.
FALERIO DEI COLLI ASCOLANI VIGNA SOLARIA 2006 - Trebbiano 50%
Passerina 30%, Pecorino 20% - € 10 - Incisivo di fiori bianchi e frutta estiva, e fresco, scorrevole e garbatamente sapido. Olive
ascolane Dop, fritte in extravergine Velenosi.
VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI - yerdicchio 85%,
a.v. 15% - € 7,50 - Acacia, pomacee e tocco esotico. Palato fresco, senza asperita, prolungato da vena sapida e agrumata.
Omelette porri e prosciutto.
MARCHE BIANCO 2006 - Pecorino 100% - € 7,50
Come il precedente, brilla piu per piacevolezza chie per tipicita: profumi dolci, corpo tonico e scorrevole, studiato equilibrio.
Taccii con pancetta e fagioli.
VILLA ANGELA 2006 – Chardonnay 100% - € 7,50
Floreale, fragrante di pera, mela e banana. Buona la rispondenza gustativa, agevolata dal misurato equilibrio tra le componenti.
Tagliolini ai funghi porcini.
LUDI 2004 5 Grappoli/07

MARCHE DUEM1LAVINI/08
699
MARCHE
Velenosi
LOC. MONTICELLI VIA DEI Velenosi
BIANCOSPINI, 11 63100 ASCOLI MONTICELLI
PICENO TEL. 0736341218 VIA DEI BIANCOSPINI, 11
www.velenosivini.com 63100 ASCOLI PICENO
PHONE. 0736341218
www.velenosivini.com
PRODUZIONE ANNUA 1.100.000 bottiglie
ETTARI VITATI 105
TIPO DI VITICOLTURA Convenzionale YEARLY PRODUCTION 1.100.000 bottles
Prevedibile conferma per il Roggio del Filare, EXPLOITED HECTARES 105
che conquista i Tre Bicchieri imponendosi come VITICULTURE TYPE Conventional
vino austero e complesso ma anche agile ed
As expected, Roggio del Filare earns once
equilibrato, con un bel frutto polposo e tannini
again a Tre Bicchieri (3-glass) rating,
rotondi e felpati. Prevedibile perché è ormai
establishing itself as an austere and complex
assodato che Angela Velenosi non lascia nulla
wine as well as agile and balanced with a
ai caso, sicura nella convinzione che l'unico
fleshy fruit flavor and round and silky tannins.
modo per eccellere è quello di programmare e
This comes as no surprise because we all
agire con serietà e determinazione.
know that Angela Velenosi leaves nothing to
Decisamente ben riuscita la prima edizione di
chance and is firmly convinced that the only
Pecorino: la composta voluminosità scivola
way to reach excellence is to plan and work
agevolmente verso un finale di pregevole sapi-
with professionalism and determination. The
dità, condito da fini note di anice e pompel-mo.
first production of Pecorino is definitely well-
Assente il Ludi, nel campo dei rossi registriamo
done: full-bodied with a pleasantly rich finish
la novità del II Brecciarolo Gold, una selezione
and subtle hints of anise and grapefruit. In the
nello stile del II Brecciarolo. Entrambi esprimono
absence of the Ludi, we should mention their
bella integrità di frutto, buona progressione
latest red wine, Il Brecciarolo Gold, made with
gustativa e chiusura morbida e sapida, con una
a selection similar to Il Brecciarolo’s. They
preferenza per II Brecciarolo. Nella giocosa
both boast a nice fruit integrity and a good
disputa tra i due Spumanti prodotti con Metodo
taste progression with a soft and rich finish
Classico stavolta prevale il The Rose: ha
especially when it comes to Il Brecciarolo.
maggiore fragranza ed elegante profondità,
Between the two Metodo Classico sparkling
mentre il Velenosi Brut risulta più pieno e corpo-
wines this time The Rose has the upper
so. Ricco di frutto maturo e saporito lo
hand: it possesses a strong fragrance and
Chardonnay Villa Angela, morbido e gradevole
elegant depth while the Velenosi Brut is
nelle note di frutta tropicale il Pale-rio Vigna
more muscular and full-bodied. The Villa
Solaria.
Angela Chardonnay features a rich, ripe fruit
flavor while the Vigna Solaria Falerio is
smooth and pleasant with hints of tropical fruit
EVENTS Va in onda nel mondo lo spettacolo
The Roadshow
by Raffaella Prandi
del vino italiano
Photos: Francesco Vignali Le etichette The best Italian wines take on the
italiane sono world
ormai a un livello qualitativo alto e
sanno farsi apprezzare nel mondo. Però Italian wine labels have reached a
occorre farle conoscere sempre di più, high-quality level and are renowned
anche perché se la grande varietà di throughout the world but there is still a
vitigni e terroir è una ricchezza, questa need to showcase them. The wide
è anche una variety of grapes and terroirs, despite
complessità che va being a source of great pride, needs to
spiegata, be explained and talked about. In order
raccontata. Perciò to do this, 49 among the most
49 tra le aziende prestigious Italian wine companies will
più prestigiose del take the road, touring the world’s most
vino italiano si important cities to promote 200 of
metteranno "in Italy’s best wine.
strada" e gireranno le più importanti The sudden spike in demand from Japan is all due to a
comic strip very popular over there. One manga tells
piazze mondiali per far promuovere the story of a father who leaves an inheritance to his
200 tra i migliori vini italiani. young son who, in order to receive it, must first solve
«Quel boom cosi improvviso di richieste some riddles about wine. One story was about the Jorio
dal Giappone e stato tutto merito di una serie a fumetti la Montepulciano d’Abruzzo Doc wine. That manga was
molto di moda. Un manga racconta la storia di un padre also translated in Korea, that’s why the Umani Ronchi
che lascia al giovane figlio un'eredita, ma per poterla company from Italy’s Marche region is about to send
ricevere dovrà prima risolvere degli enigmi sul vino. E his wine to Korea.
uno riguardava proprio il nostro, lo Jorio Montepulciano But the export of quality Italian wines doesn’t always
d'Abruzzo Doc». II manga e stato tradotto anche in Corea have comic strips to pave its way and the 49 companies
e 1'azienda marchigiana Umani Ronchi e già pronta per taking part in the Top Italian Wines Roadshow know
spedire anche in quel paese il suo vino. that all too well. This event is a traveling showcase for
Non sempre però c'e un fumetto a spianare la strada Italian wines made by the cream of the crop of Italian
alle esportazioni del vino italiano di qualità. Ben lo sanno wine growers and producers, some big, others large,
i 49 produttori che si muoveranno in squadra per un Top medium or small but all contributing to a superb blend
Italian Wines Roadshow, manifestazione itinerante di and sharing the quality of their wines. The roadshow
vini italiani. Aziende che rappresentano il “dream team” features 49 companies and almost 200 wines to taste,
della vitienologia italiana, alcune grandissime, altre talk about and introduce, to let people know that in
grandi, medie e piccole, in un "mix" virtuoso Italy – a country with an impressive and unique range
caratterizzato soprattutto dal valore qualitativo dei vini of microclimates – over 300 types of grapes and
presentati. Quarantanove cantine, quasi 200 vini da as- countless vines are used to make very different types of
saggiare, commentare e far conoscere. Per spiegare che in wines with different denominations unmatched in the
Italia - paese con una impressionante, unica, varietà di rest of the world: this is what the 49 companies’
microclimi - si producono vini diversissimi da oltre mission is all about.
trecento tipi di uve, con una ricchezza di vitigni, deno- Right now Italy is all the rage and the higher growth
minazioni e tipologie che non ha uguali nel resto del rates confirm that (in 2006 its export has increased to
mondo. Ecco la mission dei 49. account for € 3 billion of the sector’s total turnover of €
II nostro Paese in questo momento è di moda, i mercati 10.7 billion). But there is still a lot to be done. So many
mostrano gli indici in crescita (nel 2006 le esportazioni denominations, labels, names: talking about this is not
sono cresciute assestandosi intorno ai 3 miliardi di euro easy in Italy, much less abroad.
su un fatturato complessivo del settore pari a 10,7 …Angela Velenosi (“Every year, I travel an average of
miliardi). Ma molto resta da tare. Tante denominazioni, 600.000 kilometers and when it comes to Rosso
etichette, nomi: spiegare non e facile. Succede in patria, Piceno, nobody came knocking at my door. In the
figurarsi all'estero. … United States we may even travel to 14 places in one
… Angela Velenosi («In media faccio seicentomila day as opposed to the average 6 places in Europe”),…
chilometri 1'anno e del resto con il Rosso Piceno
nessuno e venuto a cercarmi a casa. Negli Stati Uniti si
fanno anche quattordici visite giornaliere, in Europa
"solo" sei di media), …
The 105 hectares of Velenosi vineyards,
Dai 105 ettari dei vigneti Velenosi, tutti
all in the province of Ascoli Piceno,
yield 1,200,000 bottles a year of the situati nella provincia di Ascoli Piceno,
zone's classic wine types. The most ogni anno si ricavano 1.200.000 bottiglie
representative of these is the muscular,
montepulciano-based Rosso Piceno Superiore
di vini tipici della zona. Il più rappresentativo
Roggio del Filare, which has a modest proportion of fra questi è il corposo Rosso Piceno Superiore Roggio
sangiovese in the blend. Then comes Ludi, a slightly del Filare a base di Montepulciano con l’aggiunta di
more exotic mix of montepulciano with cabernet un tocco di Sangiovese. C’è poi il Ludi, una miscela
sauvignon and small amounts of merlot and syrah. un po’ più esotica di Montepulciano, Cabernet
But the cellar’s workhorses are Rosso Piceno Sauvignon e piccole quantità di Merlot e Syrah. Ma a
Superiore Brecciarolo and the whites Falerio dei farla da padrone nella cantina, sono il Rosso Piceno
Colli Ascolani Vigna Solaria, Reve di Villa Angela Superiore Brecciarolo e i bianchi Falerio dei Colli
Chardonnay and Linagre Sauvignon Villa Angela.
Ascolani Vigna Solaria, Reve di Villa Angela
Nor should we neglect the two Metodo Classico
Chardonnay e Linagre Sauvignon Villa Angela. Non
sparklers, an unusual wine type for a cellar in
possiamo dimenticare i due spumanti Metodo
southern Marche, Velenosi Brut and the delicious
Classico, vini insoliti per una cantina nel sud delle
The Rose, a rose from pinot nero grapes only.
Marche, Velenosi Brut e il delizioso The Rose, un
Leading the team with a firm hand and plenty of
energy is Angela Velenosi, one of Italy's most rosé ricavato esclusivamente da uve Pinot nero. A

respected wine women. capo del gruppo c’è Angela Velenosi determinata e
infaticabile, una delle più stimate ”signore dei vini”
topitalian wines roadshow 192 italiane.
Top-quality wine receives the MENZIONE AD HONOREM award from the 2008 Vinibuoni d’Italia wine
guide for its quality, pleasantness, drinkability and the vine, wine and terroir connection
II Brecciarolo 2004, rosso-piceno superiore, Velenosi
Ercole
10542647 • Italie / Marches - Rosso Piceno

Cepages: montepulciano, sangiovese


13,40$
Cette dynamique maison des Marches, dont le
palmares de medailles est impressionnant - pour
sa cuvee Ludi, entre autres -, nous offre ici une
premiere cuvee dont I'origina-lite se double de
beaucoup de caractere. Les parfums de fruit ont
une ampleur et une profondeur inattendues
pour un vin de ce prix, tandis que la bouche,
dense et etoffee, affiche de la consistance, de la
fraicheur et meme de la longueur. Soyez sans
crainte, ce n'est pas pour ses medailles qu'il a sa
place dans ce guide! Servez-le avec un bon
ragout. Le 2005 vaut aussi le detour.

Ambiance Quotidian Garde du vin CT

122

II Brecciarolo 2004, rosso-piceno superiore, Velenosi


Ercole
10542647 • Italia / Marche - Rosso Piceno

Uve: montepulciano, sangiovese


13,40$
Questa dinamica azienda delle Marche che
vanta una lunga serie di riconoscimenti – fra i
tanti, per il suo Ludi – presenta un vino di prima
qualità la cui originalità si accompagna ad un
carattere deciso. I sentori di frutto possiedono
una varietà ed un’intensità insoliti per un vino di
questo prezzo. Sul palato risulta denso e
corposo con un sapore ricco, fresco e
persistente. Non abbiate timori, non è in questa
guida per i riconoscimenti ricevuti! Servitelo con
un buon ragù. Lo stesso può essere detto per il
2005.

Adatto per tutti i giorni Conservare CT

II Brecciarolo 2004, rosso-piceno superiore, Velenosi


Ercole
10542647 • Italy / Marche - Rosso Piceno

Grapes: montepulciano, sangiovese


13,40$
This dynamic wine company from the Marche
region which has garnered countless accolades
– among others, for its Ludi –is now presenting
this top-quality original wine with a well-defined
character. It possesses a fruity aroma unusually
complex and intense considering its price. On
the palate it is thick and muscular with a rich,
fresh and long-lasting taste. Rest assured, it
wasn’t added to this guide for its accolades!
Recommended with meat sauces. All of the
above is true for the 2005 too.

Recommended for every day Storage CT


IL
MESSAGGERO
MARTEDÌ
9 OTTOBRE 2007

E nasce la joint venture tra Velenosi e Marconi per conquistare l’Europa


Vini d'Italia, undici doc tra i top assoluti
Nella nuova guida del Gambero Rosso trionfano i Verdicchi ed il Rosso Piceno
di TIZIANA CAPOCASA

San Benedetto
Sono undici quest'anno, una in
meno rispetto all'anno scorso,
le aziende vitivinicole delle
Marche che si sono aggiudicate il
Tre Bicchieri, prestigioso
riconoscimento della guida Vini
d'Italia 2008, Gambero Rosso
e Slow Food Editore. I
magnifici undici vini premiati
sono: Cenerò Sassi Neri Ris.
2004, Fattoria Le Terrazze, Rosso
Piceno Sup. Roggio del Filare
2004 Velenosi, Solo Sangiovese
2005 Fattoria Dezi, Verdicchio
dei Castelli di Jesi CI Le Vaglie
2006 Santa Barbara, Verdicchio
dei Castelli di Jesi CI. "Pietro-
ne" Ris. 2004 Vallerosa Bonci,
Verdicchio dei- Castelli di Jesi Garbini Ercole e Angela Velenosi hanno siglato joint venture con le Cantine Marconi di San Marcello
CI. Plenio Ris. 2004 Umani Classico, vini sempre più in dell'Oasi degli Angeli. Tra le
Ronchi, Verdicchio dei Castelli di ascesa sui mercati internazionali.
Jesi CI. Sup. Misco Tenuta di novità l'ingresso tra i top del-
Tavignano, Verdicchio dei Castelli Ed ancora il Solo, sangiovese in l'enologia marchigiana del Ver-
di Jesi CI. Villa Bucci Ris. 2005 purezza della Fattoria Dezi di dicchio di Matetica di un piccolo
di Bucci, "Vespro" 2005 Fausti. Servi-gliano, vino che aveva con- produttore, Fabio Di Mar-
Tra le new entry nel gotha quistato il Tre Bicchieri anche chionni dell'azienda Collestefa-no
dell'enologia marchigiana: nel 2006, ed il Vespro da uve che dal 1995 gestisce i vigneti
Verdicchio dei Castelli di Jesi Montepulciano ed in piccola secondo i metodi di agricoltura
CI. Sup. Il Priore 2006 di quantità Shyraz, di Fausti, biologica. «Piccola azienda di
Sparapani-Frati Bianchi ed il azienda vitivinicola di Fermo, Castelraimondo- ha aggiunto
Verdicchio di Matetica Colleste- ed il Verdicchio Misco della
Tenuta di Tavignano dei conti Rastelli- che produce un vino
fono 2006 di Collestefano. Molte Aymerich di Cingoli. esemplare. Si trova su uno stretto
riconferme, tra cui il Roggio del «Le Marche sono scese ad altipiano, chiuso all'influsso del
Filare dell'azienda vitivinicola undici - ha dichiarato Pierpaolo mare Adriatico, caratterizzato da
ascolana di proprietà di Angela un microclima freddo e
ed Èrcole Velenosi e Paolo Garbini Rastelli, tra i curatori della Guida-
i Verdicchi, nelle diverse asciutto, ideale per il Verdic
che ha siglato, proprio ieri, un chio di Matelica». La Guida
accordo di joint-venture con le tipologie, fanno la parte del leo-ne
Cantine Marconi di San mentre la provincia di Ascoli verrà presentata alla Città del
Marcelle (An), ampliando così la Piceno ha lasciato sul campo Gusto di Roma, il 28 ottobre,
gamma dei prodotti con le due due riconoscimenti». Non si fre- nelle Marche su iniziativa di
Doc: \Mcri-ma di Morrò D'Alba giano dei "Tre Bicchieri" il Bar- Vinea, il 4 novembre presso
e Verdicchio dei Castelli di Jesi ricadiero di Aurora ed il Kurni l'Enoteca regionale di Offida.
CIBOVINO SPUMANTEITALIANO

Quale scegliere
Per festeggiare
fermiamoci sempre alle etichette più note e
Con il salame? Certo. Ma anche con i assaggiamo anche cose nuove, a volte davvero
gamberi e le lenticchie, la mozza-rella, la speciali. Provare per credere la Cuvée del
pizza, i piatti di pesce, il risotto e ancora e Cristo metodo classico di Cavicchioli: e un
ancora: eccezioni a parte, le bollicine, più fine rose che ha sorpreso anche gli addetti
lievi o più di corpo, più giovani o più mature, ai lavori, ed e stato realizzato dalla cantina
più fragranti o più strutturate sono in grado emiliana con sole uve Lambrusco di Sorbara.
di accompagnare un intero menu. Dunque un vitigno autoctono, come anche il
Ciononostante, sono e re-stano il simbolo Cortese con cui La Scolca, storica azien-da
del brindisi e dell'allegria. E allora, giacche di Gavi, in Piemonte, realizza il suo im-
ci siamo, scegliamo per le prossime feste il peccabile Brut. Ebbene si, gli spumanti da
meglio del meglio tra le tan-te accattivanti vitigni autoctoni stanno entrando nel cuore
proposte di spumante metodo classico, di molti appassionati che nel loro carnet ap-
rigorosamente italiano, in tutte le sue puntano il nuovo Dubl della campana Feudi
di San Gregorio (da uve Greco), le bollicine la Cuvee del Cristo di Cavicchioli fotografata da
versioni: dai brut ai millesimati (bollicine Franco Fontana
prodotte con le uve di una determina-ta di Erbaluce della piemontese Ciek, quelle di
annata, in genere eccellente), dalle cuvée Nerello Mascalese della siciliana Emanuele sono marchi che rappresentano il meglio del-
speciali (realizzate per esempio con le uve dei Scammacca del Murgo o ancora la magnifica la produzione franciacortina, in tutte le
migliori vigneti dell'azienda) ai saten (ver- versione di Cortese di Villa Sparina. Natu- sue declinazioni. Con un accento in piu
sione di Franciacorta prodotto con sole uve a ralmente la parte del leone e delle classiche per la Barone Pizzini, bollicine soavi che
bacca bianca, Chardonnay e Pinot bianco) ai bollicine da vitigni internazionali. II vigneto hanno anche il pregio di essere Bio. Anco
rose, sempre più a la page, ai demi sec, da Italia regala fuoriclasse come il Giulio Ferrari, ra belle etichette: Brut Alte Masi riserva
affiancare ai dolci. Trentino e Piemonte, riserva del fondatore (peraltro introvabile Graal di Cavit, Brut Rotari di Mezzaco-
Franciacorta e Oltrepò pavese: sono le zone come il resto della produzione della cantina rona, Tridentum di Cesarini Sforza. Tre
in cui si concentra una larga parte della pro- trentina che ha gia esaurito le vendite del marchi piemontesi doc: Gancia (spiccano
duzione spumantistica nazionale. Ma nulla 2007), 1' Anna Maria Clementi e la neonata il Carlo Gancia, riserva del fondatore Al-
vieta, anzi, di trovare lungo lo stivale spu- Cuvée prestige di Ca' del Bosco in Francia- ta langa e il Camillo Gancia Asti metodo
manti deliziosi: mai provato il Brut della corta che e anche la culla del millesimato classico), Coppo e Contralto. Mentre na-
cantina siciliana Tasca d'Almerita? E quello Franciacorta Vittorio Moretti 2001, grande scono nell'Oltrepò pavese il Classese me
della marchigiana Velenosi? Insomma, non cuvée di Bellavista. Ma il mondo delle todo classico millesimato di Travaglino e
bollicine regala molto altro ancora. Uberti e II Principe d'onore della giovane cantina
Maiolini, Castel Faglia e Berlucchi, Cavalleri il Gambero. Anna Di Martino
e Monte Rossa, Mosnel e Contadi Castaldi,
Villa e Bersi Serlini, Cavalleri e La Montina,
Villa Crespia, Enrico Gatti, Ronco Calino,
Lo Sparviere, Ricci Curbastro:
Da sinistra, le bollicine
metodo classico di Ca' del
Bosco, Bellavista, Tasca
d'Almerita, Ferrari e Barone
Pizzini

14 dicembre 2007 IL MONDO. 14