Sei sulla pagina 1di 94

Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti

DELEGAZIONE PROVINCIALE di BARI


VIA NICOLA PENDE , 23 70124 BARI TEL DELEGATO 080 / 5699031 - FAX 080 / 5699024 TEL PROGRAMMAZ. E SEGRETERIA 080 / 5699028 PRONTO AIA BARI 338/8704222 PRONTO AIA MOLFETTA 339/3001804

Internet : www.figcpuglia.it
http://bari.figcpuglia.it

www.lnd.it/delegazioni E-mail: cplnd.bari@figc.it

Stagione Sportiva 2011/2012

Comunicato Ufficiale N 17 del 17 Novembre 2011


TESSERAMENTO CALCIATORI MINORENNI Continuano a pervenire al Comitato Regionale Puglia richieste di tesseramento e liste di trasferimento di calciatori minorenni prive di firma degli esercenti la potest genitoriale. Si rammenta a tutte le societ dipendenti che le stesse non saranno ritenute regolari e saranno archiviate senza preavviso.

CODICE FISCALE CALCIATORI Pervengono al Comitato Regionale Puglia LND richieste di tesseramento prive di codice fiscale. Si ricorda a tutte le societ dipendenti che, con linizio della nuova stagione, stata resa obbligatoria la trascrizione del codice fiscale sullo stampato di colore giallo in quanto necessaria per la registrazione del tesseramento. Si raccomanda pertanto che il predetto codice fiscale sia assolutamente LEGGIBILE ed ESATTO, al fine di dar seguito al tesseramento e di velocizzare la procedura di registrazione. Si confida nella necessaria collaborazione delle societ.

1.

COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C.

(Stralcio Comunicato Ufficiale n. 31 del 17.11.2011 del Comitato Regionale Puglia)

1.1. (STRALCIO COMUNICATO UFFICIALE N. 83/A DEL 8 NOVEMBRE 2011)


Il Consiglio Federale Viste le modifiche allo Statuto della Lega Nazionale Dilettanti, riportanti in particolare adeguamenti al nuovo Statuto federale; visto lart. 27 dello Statuto federale delibera di approvare le modifiche allo Statuto della Lega Nazionale Dilettanti secondo il testo riportato nellallegato A).

1.2. (STRALCIO COMUNICATO UFFICIALE N. 84/A DEL 8 NOVEMBRE 2011)


Il Consiglio Federale Viste le modifiche alle Norme procedurali per le Assemblee della Lega Nazionale Dilettanti, riportanti in particolare adeguamenti al nuovo Statuto federale; visto lart. 27 dello Statuto federale delibera di approvare le modifiche alle Norme procedurali per le Assemblee della Lega Nazionale Dilettanti secondo il testo riportato nellallegato A).

1.3. (STRALCIO COMUNICATO UFFICIALE N. 85/A DEL 8 NOVEMBRE 2011)


Il Consiglio Federale a) Preso atto che, in sede di prima applicazione delle nuove disposizioni contenute nellart. 10, comma 3 del codice di giustizia sportiva e dellart. 85 delle N.O.I.F., concernenti il sistema sanzionatorio nel caso di mancato pagamento ai tesserati degli emolumenti e delle relative ritenute IRPEF, contributi ENPALS e Fondo di Fine Carriera sorto contrasto interpretativo tra gli organi di giustizia sportiva e il Tribunale Arbitrale Nazionale dello Sport; b) ritenuto opportuno chiarire che, con le citate norme, si intende sanzionare, allesito di ogni verifica scaturente dalla chiusura di ciascun trimestre di cui allart. 85 delle N.O.I.F., il mancato pagamento degli emolumenti, delle ritenute IRPEF, dei contributi ENPALS e del Fondo di Fine Carriera dovuti per ciascun trimestre e per quelli precedenti, ove non assolti prima; c) considerato che, per le societ, la specie della sanzione possa limitarsi a quella dei punti di penalizzazione in classifica, e la misura della stessa, partendo dal minimo edittale di un punto di penalizzazione, debba essere stabilita dagli organi di giustizia, ai sensi dellart. 16 del Codice di giustizia sportiva. d) visto l art. 27 dello Statuto Federale delibera di modificare gli att. 10, comma 3, del codice di giustizia sportiva e 85 delle N.O.I.F. secondo i testi allegati sub A) e B)

1.4. (STRALCIO COMUNICATO UFFICIALE N. 86/A DEL 8 NOVEMBRE 2011)


Il Consiglio Federale - ritenuto opportuno modificare lart. 11 bis delle Norme Organizzative Interne della FIGC; - visto lart. 27 dello Statuto Federale; delibera di modificare lart. 11 bis delle Norme Organizzative Interne della FIGC secondo il testo riportato nellallegato A).

2.

COMUNICAZIONI DELLA L.N.D.

Nessuna comunicazione.

3. ATTIVITA DEL COMITATO REGIONALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI


(Stralcio Comunicato Ufficiale n. 31 del 17.11.2011 del Comitato Regionale Puglia)

3.1. SEGRETERIA 3.1.1 ATTESTATO DI MATURITA AGONISTICA

Si rende noto che I calciatori tesserati con le Societ qui di seguito trascritte sono autorizzati a partecipare all'attivit agonistica ai sensi dell'Art. 34 delle N.0.I.F.: Omissis A.S.D. CAPURSO Omissis MAFFIOLA Giuseppe nato 15/06/1996

4.

ATTIVITA DEL SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO

(Stralcio Comunicato Ufficiale n. 31 del 17.11.2011 del Comitato Regionale Puglia)

4.1. RADUNI PER GIOVANI CALCIATORI


Le Societ affiliate alla F.I.G.C. ed operanti nel Settore Giovanile e Scolastico possono organizzare, previa autorizzazione, raduni selettivi (cosiddetti provini) per giovani calciatori di et non inferiore ai 12 anni e non superiore al limite massimo previsto per la categoria Allievi, a condizione che tali calciatori siano tesserati per societ operanti nella stessa regione o in provincia limitrofa a quella della localit in cui si svolge il raduno selettivo.

Si rende necessario stabilire il predetto limite minimo di et, in armonia con quanto previsto per lattivit delle categorie Esordienti e Pulcini, il cui carattere, eminentemente educativo e formativo, non consente di dar luogo a selezioni precoci. Per lorganizzazione dei raduni selettivi, con i limiti det e di provenienza dei partecipanti di cui sopra, deve essere richiesta, da parte della Societ interessata, preventiva autorizzazione al Comitato Regionale competente per territorio, dintesa con il Settore Giovanile e Scolastico. La richiesta di autorizzazione deve pervenire al Comitato Regionale territorialmente competente almeno dieci giorni prima del giorno di effettuazione del raduno e deve specificare: a) se il raduno organizzato in proprio dalla Societ richiedente o per conto od in collaborazione con altre consorelle (in queste ultime ipotesi vanno acquisite agli atti del Comitato anche le attestazioni delle Societ cointeressate); b) la categoria e le classi det interessate, la data e lubicazione del campo di gioco in cui verr svolto il raduno e lorario che dovr tener conto degli obblighi scolastici dei ragazzi; c) i nominativi del Dirigente e del Tecnico responsabili dellorganizzazione del raduno per conto della Societ richiedente (ed eventualmente di quelli delle Societ co-interessate) opportunamente tesserati per le rispettive societ. Si ribadisce che ai raduni possono partecipare soltanto giovani calciatori tesserati per Societ della F.I.G.C. operanti nella stessa regione o in provincia limitrofa a quella della localit in cui si svolge il raduno muniti del necessario nulla osta rilasciato dalla societ di appartenenza e che assolutamente vietato il coinvolgimento di persone non tesserate le quali, pertanto, non possono aver accesso n agli spogliatoi n al recinto di gioco. I Comitati Regionali territorialmente competenti devono rilasciare le prescritte autorizzazioni soltanto dopo aver accertato lespletamento di tutte le formalit da parte delle Societ richiedenti e devono esercitare, comunque, una azione di controllo del rispetto della normativa suddetta, disponendo, se necessario, nei confronti di eventuali trasgressori, il relativo deferimento ai competenti organi disciplinari. I Comitati Regionali territorialmente competenti devono comunicare almeno cinque giorni prima della data di effettuazione del raduno, al Settore Giovanile e Scolastico, tutte le notizie ad esso relative.

4.2. SVINCOLO PER INATTIVITA DEL CALCIATORE (ART. 109 DELLE N.O.I.F.)
Questo Comitato Regionale accoglie le richieste di annullamento del tesseramento dei seguenti calciatori, vincolati con tessera annuale, effettuati per inattivit di n. 4 partite dallinizio dellattivit ufficiale ed in accordo con la Societ di appartenenza, ai sensi dellart. 109 delle N.O.I.F. La richiesta stata formulata con lettera raccomandata firmata dagli esercenti la potest genitoriale. Matricola Cognome e Nome Data di Nascita 22/09/1997 Data Societ di appartenenza tesseramento 23/08/2011 A.S.D. PASSEPARTOUT AURORA BARI

4.911.880

SEMERARO VITTORIO

5.

DELEGAZIONE DI BARI LEGA NAZIONALE DILETTANTI

Si informano tutte le Societ che, a far tempo da LUNEDI 31 OTTOBRE 2011, la Delegazione Provinciale F.I.G.C. di BARI sar aperta al pubblico solo nei giorni di LUNEDI, GIOVEDI e VENERDI non festivi dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle ore 16,00 alle ore 19,00. In tali giorni, il Delegato, i Giudici Sportivi e gli altri Dirigenti Federali saranno a disposizione delle Societ e dei loro Associati per il servizio di consulenza. Negli altri giorni della settimana gli Uffici della Delegazione, per consentire il disbrigo della elevata attivit organizzativa, saranno chiusi, per cui non sar consentito laccesso ad alcuno, salvo casi urgenti, da concordare preventivamente con appuntamento telefonico.

Con loccasione, si ricorda che gli Uffici della Delegazione sono gli unici luoghi in Dirigenti per richieste di consulenza, spiegazioni, proposte ecc; non consentito, maniera pi assoluta contattare, neanche telefonicamente, gli stessi presso privato o di cellulare. Qualunque abuso sar perseguito con opportuni provvedimenti disciplinari Societ inadempienti, anche se messo in atto da propri tesserati.

cui contattare i quindi nella il loro domicilio a carico delle

CAMPIONATO DI TERZA CATEGORIA


STAGIONE SPORTIVA 2011 - 2012

MODIFICHE AL PROGRAMMA GARE


Girone A: La gara MONOPOLI SRL VIRTUS CASTELLANA avr luogo sul Campo Comunale Alternativi di Monopoli domenica 20/11/2011 con inizio alle ore 11:30 anzich sabato 19/11/2011 con inizio alle ore 14:30. Causa indisponibilit campo

PROGRAMMA GARE 4 GIORNATA ANDATA


GIRONE A
ARCOBALENO TRIGGIANO

ATLETICO ACQUAVIVA ATLETICO CASAMAXIMA TORITTO ATLETICO CONVERSANO MONOPOLI S.R.L. ATLETICO PUGLIA 09 SPORTIVA TRIGGIANO LA MIA VALENZANO LIBERTY PALO VIRTUS CASTELLANA FOOTBALL CARBONARA Riposa................... PICONE BARI

CAMPO COM"PRIN.PE DI PIEMONTE" CAMPO COMUNALE CAMPO COM."P.LORUSSO" ERB.ART. CAMPO COMUNALE "S.GIROLAMO" CAMPO COMUNALE VALENZANO STADIO"AZZ. D'ITALIA"ERB.ART.

TRIGGIANO CASAMASSIMA CONVERSANO BARI - S.GIROLAMOVALENZANO CASTELLANA GROTTE

27/11/11 27/11/11 27/11/11 27/11/11 27/11/11 27/11/11

14:30 11:00 14:30 11:00 11:00 14:30

RISULTATI GARE
GIORNATA 2/A ARCOBALENO TRIGGIANO ATLETICO CASAMAXIMA ATLETICO CONVERSANO LA MIA VALENZANO LIBERTY PALO VIRTUS CASTELLANA FOOTBALL CARBONARA MONOPOLI S.R.L. PICONE BARI TORITTO ATLETICO ACQUAVIVA SPORTIVA TRIGGIANO 0 2 2 1 2 0 2 1 1 1 2 1

CLASSIFICHE
*==============================================================================* | Societa' Punti | PG | PV | PN | PP | RF | RS | DR |Pen| | | | | | | | | | | *---------------------------------------|----|----|----|----|----|----|----|---* | 1 A.S.D.FOOTBALL CARBONARA 6 | 2 | 2 | 0 | 0 | 5 | 2 | 3 | 0 | | 2 U.S.D.ATLETICO CONVERSANO 4 | 2 | 1 | 1 | 0 | 4 | 3 | 1 | 0 | | 3 A.D.P.ATLETICO CASAMAXIMA 4 | 2 | 1 | 1 | 0 | 3 | 2 | 1 | 0 | | 4 A.S.D.LIBERTY PALO 4 | 2 | 1 | 1 | 0 | 3 | 2 | 1 | 0 | | 5 ASS.D.SPORTIVA TRIGGIANO 4 | 2 | 1 | 1 | 0 | 2 | 1 | 1 | 0 | | 6 A.S.D.VIRTUS CASTELLANA 3 | 2 | 1 | 0 | 1 | 3 | 1 | 2 | 0 | | 7 A.C. MONOPOLI S.R.L. 3 | 2 | 1 | 0 | 1 | 5 | 4 | 1 | 0 | | 8 A.S.D.ATLETICO PUGLIA 09 1 | 1 | 0 | 1 | 0 | 2 | 2 | 0 | 0 | | 9 A.S.D.ATLETICO ACQUAVIVA 1 | 1 | 0 | 1 | 0 | 2 | 2 | 0 | 0 | | 10 A.S.D.LA MIA VALENZANO 1 | 2 | 0 | 1 | 1 | 3 | 4 | 1-| 0 | | 11 A.S.D.TORITTO 1 | 2 | 0 | 1 | 1 | 1 | 2 | 1-| 0 | | 12 A.S.D.ARCOBALENO TRIGGIANO 0 | 2 | 0 | 0 | 2 | 2 | 6 | 4-| 0 | | 13 A.S.D.PICONE BARI 0 | 2 | 0 | 0 | 2 | 1 | 5 | 4-| 0 | *------------ * = FUORI CLASSIFICA -------------------------------------------*

Decisioni del Giudice Sportivo


Il Giudice Sportivo della Delegazione Provinciale di Bari, Avv. Antonio Delle Foglie, assistito dal Rappresentante dellA.I.A. Dr. Teodosio Rotondo, nella riunione del 15 Novembre 2011 ha adottato le seguenti decisioni:
--- GARE DEL 13/11/2011 ---

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI SOCIET
SQUALIFICHE DEL CAMPO DI GIOCO

AMMENDE
50 FOOTBALL CARBONARA

per lancio di petardi in campo da tifosi, riconosciuti dall'arbitro, che costringevano lo stesso a sospendera la gara per cinque minuti.

A CARICO DI DIRIGENTI
Inibizione a svolgere ogni attivita' ai sensi art.14 C.G.S. fino al 31/ 1/2012 al sig. SASSANELLI GAETANO (PICONE BARI) allontanato dal terreno di gioco per gravi insulti e parolacce rivolte al DDG. Lo stesso, inoltre, per ben due volte, non autorizzato, entrav a nello spogliatoio dell'arbitro e, dopo aver reiterato insulti e volgarit, minacciava che non lo avrebbe pi fatto arbitrare dopo la denuncia che avrebbe fatto all'AIA.

Inibizione a svolgere ogni attivita' ai sensi art.14 C.G.S. fino al 27/11/2011 al sig. AMODIO LEONARDO (MONOPOLI S.R.L.) allontanato dal campo per comportamento non regolamentare nei confronti dell'arbitro.

A CARICO DI CALCIATORI
ESPULSI DAL CAMPO Squalifica per due gare effettive
VIALE PASQUALE MICHEL (Monopoli S.R.L.)

Squalifica per una gara effettiva


PONTRELLI GAETANO SARDONE DOMENICO CIPRIANI CARLO (Arcobaleno Triggiano) (La Mia Valenzano) (Toritto)

NON ESPULSI DAL CAMPO

Ammonizione (II infr)


LOPELLO VITO (Arcobaleno Triggiano) DE SANDI MARTINO (Football Carbonara) CIOCE MICHELE (La Mia Valenzano) GIOVANNIELLO GIUSEPPE (Liberty Palo) CASCIONE NICOLA (Toritto)

Ammonizione (I infr)
LOPELLO DONATO (Arcobaleno Triggiano) SMALDINO MARCO (Arcobaleno Triggiano) ARMENISE STEFANO (Atletico Acquaviva) LAGRAVINESE MARCO (Atletico Acquaviva) SERINI CLAUDIO (Atletico Acquaviva) TAFUNI FILIPPO (Atletico Acquaviva) FLORIO CRISTIAN (Atletico Casamaxima) MAZZEI GIOVANNI (Atletico Casamaxima) TORRES VITO (Atletico Conversano) INSALATA EMANUELE (Football Carbonara) ANACLERIO ALESSANDRO (La Mia Valenzano) CARELLA DAVIDE VINCENZO (La Mia Valenzano) ACETO ANTONIO (Liberty Palo) DONNAZITA ANTONIO (Liberty Palo) LISO MIRKO (Liberty Palo) AMODIO GIANLUCA (Monopoli S.R.L.) ARESTA GIANBATTISTA (Monopoli S.R.L.) DI BARI GIUSEPPE (Monopoli S.R.L.) VIALE PASQUALE MICHEL (Monopoli S.R.L.) SIGNORILE MICHELE (Picone Bari) NICOLETTI ANTONIO (Toritto) GALATOLA GIOVANNI (Virtus Castellana) RECCHIA ANGELO (Virtus Castellana) SABATELLI MATTIA (Virtus Castellana) SATALINO ANTONIO (Virtus Castellana)

CAMPIONATO PROVINCIALE JUNIORES


STAGIONE SPORTIVA 2011 - 2012

Recupero PROGRAMMA GARE 1^ GIORNATA ANDATA

Girone A:

La gara OMINIA BITONTO BITETTO avr luogo sul Campo Comunale di Bitetto mercoled 30/11/2011 con inizio alle ore 17:30.

MODIFICHE AL PROGRAMMA GARE


Nessuna comunicazione.

PROGRAMMA GARE 3 GIORNATA ANDATA


GIRONE A CAPURSO LA BISCEGLIESE NUOVA MOLFETTA OMNIA BITONTO VIRTUS CALCIO PUTIGNANO JUVE CLUB G.BONIPERTI ARCOBALENO TRIGGIANO ACADEMY RUVO REAL SANNICANDRO BITETTO CAMPO COMUNALE CAPURSO CAMPO COMUNALE "F. DI LIDDO" CAMPO COMUNALE"B.PETRONE"ER.AR CAMPO COMUNALE "N.ROSSIELLO" CAMPO COMUNALE"TORINO 49"ER.AR CAPURSO BISCEGLIE MOLFETTA BITONTO PUTIGNANO 26/11/11 26/11/11 26/11/11 26/11/11 26/11/11 14:30 14:30 17:00 14:30 14:30

RISULTATI GARE
GIORNATA 1/A CAPURSO JUVE CLUB G.BONIPERTI LA BISCEGLIESE NUOVA MOLFETTA REAL SANNICANDRO ACADEMY RUVO VIRTUS CALCIO PUTIGNANO ARCOBALENO TRIGGIANO 0 10 1 2 3 1 0 1

GARE NON DISPUTATE O NON PERVENUTE


GIRONE A 1/A 12-11-11 OMNIA BITONTO BITETTO M-K

Decisioni del Giudice Sportivo


Il Giudice Sportivo della Delegazione Provinciale di Bari, Avv. Antonio Delle Foglie, assistito dal Rappresentante dellA.I.A. Dr. Teodosio Rotondo, nella riunione del 15 Novembre 2011 ha adottato le seguenti decisioni:
--- GARE DEL 12/11/2011 ---

GARE NON DISPUTATE O SOSPESE


Gara OMNIA BITONTO - BITETTO del 12/11/2011 esaminati gli atti ufficiali:rilevato che:la gara in epigrafe indicata non ha avuto luogo per impraticabilita' di campo,si demanda alla D.P.per la rifissazione.

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI SOCIET
AMMONIZIONE ARCOBALENO TRIGGIANO per tardata presentazione elenchi arbitro. NUOVA MOLFETTA per assenza sia della forza dell'ordine che della F.S. REAL SANNICANDRO per tardata presentazione elenchi all'arbitro.

A CARICO DI CALCIATORI
ESPULSI DAL CAMPO Squalifica per due gare effettive
GILIBERTI SERGIO (Virtus Calcio Putignano)

Ammonizione (I infr)
BOEZIO VITO (Arcobaleno Triggiano) DAMBROSIO ANDREA (Arcobaleno Triggiano) FILOMENA IVAN (Arcobaleno Triggiano) LORUSSO PIERLUIGI (Arcobaleno Triggiano) DIFRONZO ANGELO (Capurso) TODISCO ALBERTO (La Biscegliese) TODISCO MAURIZIO (La Biscegliese) DESTENA DAVIDE (Nuova Molfetta) DI TERLIZZI FRANCESCO (Nuova Molfetta) LAFORTEZZA VINCENZO (Nuova Molfetta) MONOPOLI ANTONIO (Nuova Molfetta) VALLA VINCENZO (Real Sannicandro) IMPEDOVO ALESSIO (Virtus Calcio Putignano) NETTI DAVIDE (Virtus Calcio Putignano) PAGLIARULO DAVIDE (Virtus Calcio Putignano) TOTARO DANIELE (Virtus Calcio Putignano) VITTORIONE IVAN (Virtus Calcio Putignano)

--- GARE DEL 14/11/2011 ---

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI CALCIATORI
Ammonizione (I infr)
BIANCO ROBERTO (Academy Ruvo)

6.

DELEGAZIONE PROV. DI BARI SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO

COMUNICAZIONI DELLA DELEGAZIONE PROVINCIALE S.G.S.


Nessuna comunicazione.

CAMPIONATO PROVINCIALE ALLIEVI


STAGIONE SPORTIVA 2011 - 2012

Recupero PROGRAMMA GARE 2^ GIORNATA ANDATA ALLIEVI

Girone B:

La gara REAL ADELFIA NORBA CONVERSANO avr luogo sul Campo Comunale di Acquaviva gioved 8/12/2011 con inizio alle ore 10:00.

MODIFICHE AL PROGRAMMA GARE


Girone A: La gara FRANCO COLANGIULI WONDEFUL BARI avr luogo sul Campo Comunale Torre a Mare di Bari sabato 19/11/2011 con inizio alle ore 18:00 anzich domenica 20/11/2011 con inizio alle ore 9:00. Causa indisponibilit campo. La gara NEW GREEN PARK SPORTING CALCIO S. SPIRITO avr luogo sul Campo Privato Green Park di Bari domenica 20/11/2011 con inizio alle ore 8:30 anzich con inizio alle ore 9:00. Causa indisponibilit campo. La gara FESCA FLAMINIO CEGLIE avr luogo sul Campo Comunale S. Girolamo di Bari luned 21/11/2011 con inizio alle ore 17:30 anzich domenica 20/11/2011 con inizio alle ore 11:00. Causa indisponibilit campo. La gara REAL ADELFIA APE CALCIO POLIGNANO avr luogo sul Campo Comunale di Acquaviva sabato 19/11/2011 con inizio alle ore 15:00 anzich domenica 20/11/2011 con inizio alle ore 9:00. Causa indisponibilit campo. La gara DON PIERINO SANTERAMO PELLEGRINO SPORT C. 5 avr luogo sul Campo Comunale Casone di Santeramo sabato 19/11/2011 con inizio alle ore 16:30 anzich con inizio alle ore 15:30. Causa indisponibilit campo.

Girone A:

Girone A:

Girone B:

Girone C:

PROGRAMMA GARE 5 GIORNATA ANDATA


GIRONE A CEGLIE PALESE NUOVA FREE TIME CALCIO NEW GREEN PARK SPORTING CALCIO S.SPIRITO FRANCO COLANGIULI WONDERFUL BARI S.SPIRITO FESCA FLAMINIO BARI Riposa................... PRO MOLFETTA CALCIO GIRONE B APE CALCIO POLIGNANO ARCOBALENO TRIGGIANO COELI AMOR PASSEPARTOUT AURORA GIRONE C AVANTI ALTAMURA GIOVENTU CALCIO CASSANO PELLEGRINO SPORT C.5 REAL SANNICANDRO TORITTO GIRONE D BITETTO LEVANTE BARI MODUGNESE MODUGNO NEW TEAM PALO DEL COLLE CAMPO COMUNALE CARBONARA CAMPO COMUNALE"JAPIGIA"-ER.AR* CAMPO COMUNALE "S.GIROLAMO" CAMPO COMUNALE"SAN PIO" ER.AR. BARI (CARBONARA DI BARI) BARI BARI - S.GIROLAMOBARI - SAN PIO 27/11/11 10:00 26/11/11 17:15 27/11/11 9:00 1/12/11 15:00

ACCADEMIA C. LA QUERCIA REAL ADELFIA NORBA CONVERSANO GREEN PLANET SSD A.R.L.

CAM.COM"MAD.D'ALTOMARE"-ERB.AR CAMPO COM"PRIN.PE DI PIEMONTE" CAMPO COMUNALE CELLAMARE CAMPO"G.PASTORE" EX C.I.A.P.I.

POLIGNANO A MARE TRIGGIANO CELLAMARE BARI

26/11/11 27/11/11 27/11/11 26/11/11

15:30 9:00 9:30 15:30

CASSANO ACADEMY LUPATIA SANTERAMO STELLE DEL CALCIO GRAVINA DON PIERINO SANTERAMO ASSO DON BOSCO A.S.D.

CAMPO COMUNALE "CAGNAZZI" POLISPOR.COMUNALE "VIA GRUMO" CAMPO COMUNALE "CAGNAZZI" CAMPO COMUNALE SANNICANDRO BA CAMPO COM"MICHELE MORGESE"E.A.

ALTAMURA CASSANO DELLE MURGE ALTAMURA SANNICANDRO DI BARI TORITTO

26/11/11 27/11/11 30/11/11 27/11/11 26/11/11

16:15 10:00 15:00 11:00 17:30

CAPURSO NICASSIO PUGLIA SPORT BARI A.S.D. BINETTO CALCIO IST. DI CAGNO ABBRESCIA

CAMPO COMUNALE DI BITETTO ER.A CAMPO COMUNALE NUOVO COMUNALE"S.PALMIOTTA"E.A NUOVO COMUNALE"S.PALMIOTTA"E.A CAMPO COMUNALE PALO DEL COLLE

BITETTO BITRITTO MODUGNO (C.DA S.STEFANO) MODUGNO (C.DA S.STEFANO) PALO DEL COLLE

27/11/11 27/11/11 29/11/11 28/11/11 26/11/11

9:00 9:00 17:00 18:00 17:00

RISULTATI GARE
GIRONE: A GIORNATA 2/A NEW GREEN PARK PRO MOLFETTA CALCIO 3/A CEGLIE PALESE SPORTING CALCIO S.SPIRITO GIRONE: B GIORNATA 3/A APE CALCIO POLIGNANO COELI AMOR NORBA CONVERSANO PASSEPARTOUT AURORA BARI GIRONE: C GIORNATA 3/A AVANTI ALTAMURA GIOVENTU CALCIO CASSANO LUPATIA SANTERAMO PELLEGRINO SPORT C.5 TORITTO GIRONE: D GIORNATA 2/A IST. DI CAGNO ABBRESCIA NEW TEAM PALO DEL COLLE 3/A BINETTO CALCIO LEVANTE BARI MODUGNO NEW TEAM PALO DEL COLLE CEGLIE WONDERFUL BARI S.SPIRITO FRANCO COLANGIULI FESCA FLAMINIO BARI PRO MOLFETTA CALCIO 4 1 0 10 0 3 4 3 0 3

GREEN PLANET SSD A.R.L. REAL ADELFIA ACCADEMIA C. LA QUERCIA ARCOBALENO TRIGGIANO

3 0 2 6

0 2 5 0

DON PIERINO SANTERAMO STELLE DEL CALCIO GRAVINA CASSANO ACADEMY ASSO DON BOSCO A.S.D. REAL SANNICANDRO

8 2 3 2 5

1 0 4 0 1

LEVANTE BARI NICASSIO NICASSIO CAPURSO PUGLIA SPORT BARI A.S.D. BITETTO

5 7 9 1 3 3

8 1 3 2 1 1

GARE NON DISPUTATE O NON PERVENUTE


GIRONE GIRONE GIRONE A B D 1/A 3/A 2/A 3/A 30-10-11 17-11-11 05-11-11 14-11-11 PALESE WONDERFUL BARI S.SPIRITO REAL ADELFIA MODUGNESE NEW GREEN PARK NEW GREEN PARK NORBA CONVERSANO IST. DI CAGNO ABBRESCIA G R K R

CLASSIFICHE
GIRONE A *==============================================================================* | Societa' Punti | PG | PV | PN | PP | RF | RS | DR |Pen| | | | | | | | | | | *---------------------------------------|----|----|----|----|----|----|----|---* | 1 A.S.D.PALESE 6 | 2 | 2 | 0 | 0 | 11 | 0 | 11 | 0 | | 2 C.E.S.FRANCO COLANGIULI 6 | 3 | 2 | 0 | 1 | 10 | 1 | 9 | 0 | | 3 A.S.D.NUOVA FREE TIME CALCIO 3 | 2 | 1 | 0 | 0 | 7 | 0 | 7 | 0 | | 4 A.S.D.NEW GREEN PARK 3 | 1 | 1 | 0 | 0 | 4 | 3 | 1 | 0 | | 5 POL. CEGLIE 3 | 3 | 1 | 0 | 2 | 7 | 7 | 0 | 0 | | 6 A.C. PRO MOLFETTA CALCIO 3 | 3 | 1 | 0 | 1 | 3 | 4 | 1-| 0 | | 7 A.S.D.SPORTING CALCIO S.SPIRITO 0 | 2 | 0 | 0 | 2 | 0 | 10 | 10-| 0 | | 8 G.S.D.FESCA FLAMINIO BARI 0 | 2 | 0 | 0 | 2 | 0 | 17 | 17-| 0 | | 9 A.S.D.*WONDERFUL BARI S.SPIRITO 0 | 2 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | *------------ * = FUORI CLASSIFICA -------------------------------------------* GIOR. DATA SQUADRA OSPITANTE SQUADRA OSPITE COD.MOTIV. 01/A 30/10/11 PALESE NEW GREEN PARK G 03/A 17/11/11 WONDERFUL BARI S.SPIRITO NEW GREEN PARK R GIRONE B *==============================================================================* | Societa' Punti | PG | PV | PN | PP | RF | RS | DR |Pen| | | | | | | | | | | *---------------------------------------|----|----|----|----|----|----|----|---* | 1 A.S.D.APE CALCIO POLIGNANO 6 | 3 | 2 | 0 | 0 | 9 | 1 | 8 | 0 | | 2 A.S.D.ACCADEMIA C. LA QUERCIA 3 | 3 | 1 | 0 | 0 | 5 | 2 | 3 | 0 | | 3 A.S.D.ARCOBALENO TRIGGIANO 3 | 3 | 1 | 0 | 1 | 8 | 6 | 2 | 0 | | 4 A.S.D.NORBA CONVERSANO 3 | 2 | 1 | 0 | 1 | 4 | 6 | 2-| 0 | | 5 GREEN PLANET SSD A.R.L. 3 | 3 | 1 | 0 | 2 | 3 | 5 | 2-| 0 | | 6 A.S.D.COELI AMOR 0 | 3 | 0 | 0 | 2 | 0 | 9 | 9-| 0 | | 7 F.C.D.*REAL ADELFIA 0 | 2 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | | 8 A.S.D.*PASSEPARTOUT AURORA BARI 0 | 3 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | *------------ * = FUORI CLASSIFICA -------------------------------------------* GIRONE C *==============================================================================* | Societa' Punti | PG | PV | PN | PP | RF | RS | DR |Pen| | | | | | | | | | | *---------------------------------------|----|----|----|----|----|----|----|---* | 1 A.S.D.AVANTI ALTAMURA 9 | 3 | 3 | 0 | 0 | 22 | 3 | 19 | 0 | | 2 A.S.D.CASSANO ACADEMY 7 | 3 | 2 | 1 | 0 | 12 | 8 | 4 | 0 | | 3 A.S.D.GIOVENTU CALCIO CASSANO 6 | 3 | 2 | 0 | 1 | 6 | 4 | 2 | 0 | | 4 A.S.D.PELLEGRINO SPORT C.5 6 | 3 | 2 | 0 | 1 | 5 | 3 | 2 | 0 | | 5 POL.D.DON PIERINO SANTERAMO 6 | 3 | 2 | 0 | 1 | 6 | 10 | 4-| 0 | | 6 A.S.D.TORITTO 4 | 3 | 1 | 1 | 1 | 10 | 7 | 3 | 0 | | 7 A.S.D.STELLE DEL CALCIO GRAVINA 3 | 3 | 1 | 0 | 2 | 3 | 6 | 3-| 0 | | 8 A.S.D.REAL SANNICANDRO 3 | 3 | 1 | 0 | 2 | 3 | 11 | 8-| 0 | | 9 A.S.D.LUPATIA SANTERAMO 0 | 3 | 0 | 0 | 3 | 4 | 8 | 4-| 0 | | 10 P.G.S.ASSO DON BOSCO A.S.D. 0 | 3 | 0 | 0 | 3 | 3 | 14 | 11-| 0 | *------------ * = FUORI CLASSIFICA -------------------------------------------*

GIRONE D *==============================================================================* | Societa' Punti | PG | PV | PN | PP | RF | RS | DR |Pen| | | | | | | | | | | *---------------------------------------|----|----|----|----|----|----|----|---* | 1 A.S.D.BINETTO CALCIO 7 | 3 | 2 | 1 | 0 | 13 | 6 | 7 | 0 | | 2 A.S.D.CAPURSO 7 | 3 | 2 | 1 | 0 | 8 | 6 | 2 | 0 | | 3 A.S. NEW TEAM PALO DEL COLLE 6 | 3 | 2 | 0 | 1 | 10 | 5 | 5 | 0 | | 4 A.S.D.MODUGNESE 6 | 2 | 2 | 0 | 0 | 6 | 2 | 4 | 0 | | 5 F.B.C.PUGLIA SPORT BARI A.S.D. 3 | 3 | 1 | 0 | 2 | 10 | 5 | 5 | 0 | | 6 U.S.D.MODUGNO 3 | 3 | 1 | 0 | 1 | 6 | 5 | 1 | 0 | | 7 A.S.D.BITETTO 3 | 3 | 1 | 0 | 2 | 6 | 7 | 1-| 0 | | 8 A.S.D.LEVANTE BARI 0 | 3 | 0 | 0 | 2 | 2 | 5 | 3-| 0 | | 9 A.S.D.NICASSIO 0 | 3 | 0 | 0 | 3 | 4 | 24 | 20-| 0 | | 10 A.S.D.*IST. DI CAGNO ABBRESCIA 0 | 2 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | *------------ * = FUORI CLASSIFICA -------------------------------------------* GIOR. DATA SQUADRA OSPITANTE SQUADRA OSPITE COD.MOTIV. 03/A 14/11/11 MODUGNESE IST. DI CAGNO ABBRESCIA R
LEGENDA TIPI DI TERMINAZIONE INCONTRO CODICE DESCRIZIONE
A NON DISPUTATA PER MANCANZA ARBITRO B SOSPESA PRIMO TEMPO D ATTESA DECISIONI ORGANI DISCIPLINARI F NON DISPUTATA PER AVVERSE CONDIZIONI ATMOSFERICHE G RIPETIZIONE GARA PER CAUSE DI FORZA MAGGIORE H RIPETIZIONE GARA PER DELIBERA ORGANI DISCIPLINARI I SOSPESA SECONDO TEMPO K RECUPERO PROGRAMMATO M NON. DISPUTATA PER IMPRATICABILITA' DI CAMPO N GARA REGOLARE R RAPPORTO NON PERVENUTO U SOSPESA PER INFORTUNIO D.G. W GARA RINVIATA PER ACCORDO

Decisioni del Giudice Sportivo


Il Giudice Sportivo della Delegazione Provinciale di Bari, Avv. Antonio Delle Foglie, assistito dal Rappresentante dellA.I.A. Dr. Teodosio Rotondo, nella riunione del 15 Novembre 2011 ha adottato le seguenti decisioni:
--- GARE DEL 5/11/2011 ---

GARE NON DISPUTATE O SOSPESE


Gara REAL ADELFIA - NORBA CONVERSANO del 5/11/2011 Esaminati gli atti ufficiali: rilevato che: -l'arbitro, ai sensi dell'art. 64 comma 3 delle NOIF, si astenuto dal dare inizio alla gara perch nel recinto di gioco si introduceva persona estranea che si allenava sulla pista di atletica accompagnata dal suo tutore; - le gare non iniziate sono recuperate cin le modalit fissate, con decisione inappellabile, dal Comitato terrotoriale competente (ex art. 56 NOIF) Tanto premesso Il Giudice Sportivo demanda al Presidente della Delegazione Provinciale di Bari perch provveda con propria decisione inappellabile al recupero con le modalit fissate dalla stessa Delegazione Provinciale.

--- GARE DEL 6/11/2011 ---

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI CALCIATORI
Ammonizione (I infr)
CASCELLA DARIO (Ist. Di Cagno Abbrescia) ALBERGO MICHELE (Levante Bari)

--- GARE DEL 7/11/2011 ---

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI SOCIET
AMMENDE
500 CEGLIE

per aver consentito che persone non identificate, prima ancora che avesse inizio la gara, rivolgevano insulti e frasi volgari all'indirizzo dell' arbitro. Inoltre, perch, al 27' del 2 tempo non impediva che tre persone non identificate saltassero la recinzione e che uno di essi, raggiunto l'arbitro lo colpiva con un violento pugno provocandogli forte dolore e perdita di sangue dal labbro inferiore; successivamente tentava nuovamente di colpire l'arbitro, non riuscendovi per il pronto intervento della F.P.S. Con molta fatica venivano allontanate le persone non identificate che continuavano a minacciare e insultare l' arbitro, che a fine gara per il persistere del dolore si recava in Ospedale per gli accertamenti del caso.

A CARICO DI CALCIATORI
ESPULSI DAL CAMPO

Squalifica fino al 7/11/2016


DESCISCIOLO MAURIZIO (Ceglie)

al 27' del 2 tempo colpiva un avversario con un violento calcio all'addome. Espulso, reagiva al provvedimento disciplinare, colpendo l'arbitro con un violento pugno sulla guancia sinistra provocandogli forte dolore , perdita del sangue dall'orecchio sinistro, dolore alla mandibola e alla spalla sinistra. Grazie all'intervento della F.P.S. si salvava dalle grinfie dell'energumeno il quale, mentre veniva allontanato, applaudiva ironicamente l'arbitro urlandogli volgarit di ogni genere e gravi minacce. Squalifica per cinque gare effettive
MARZULLI MICHELE (Ceglie)

A fine gara, per non farsi riconoscere, si copriva il volto con una sciarpa profferendo frasi gravemente offensive nei confronti dell' arbitro.

VISPO MIRKO

(Ceglie)

abbandonava la panchina, correva verso l'arbitro e con le mani al cielo come se volesse colpirlo e lo apostrofava con frasi gravemente offensive e minacciose. Veniva prontamente bloccato dalla F.P.S. Squalifica per tre gare effettive
CANONICO CARMINE (Ceglie)

per aver proferito nei confronti dell'arbitro frasi gravemente offensiva e minacciosa.

--- GARE DEL 8/11/2011 ---

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI CALCIATORI
Ammonizione (I infr)
MINERVINI LUIGI (Pro Molfetta Calcio) MONDA ALESSANDRO (Pro Molfetta Calcio)

--- GARE DEL 12/11/2011 ---

GARE NON DISPUTATE O SOSPESE


Gara APE CALCIO POLIGNANO - GREEN PLANET SSD A.R.L. del 12/11/2011 Esaminati gli atti ufficiali, Rilevato che: La Societ GREEN PLANET presentava all'arbitro distinta calciatori con 7 atleti iscritti nella stessa; che la stessa societ a seguiro di infortunio al 9' del 1 tempo venuta a trovarsi con solo sei calciatori in campo che il Direttore di Gara, in applicazione della norma, sospendeva l'incontro al 9' del 1 tempo; DELIBERA infliggere alla Societ GREEN PLANET la sanzione sportiva della perdita della gara con il risultato, conseguito sul campo di 3-0 in favore della Societ APE CALCIO POLIGNANO.

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI SOCIET
PERDITA DELLA GARA: GREEN PLANET SSD A.R.L.

A CARICO DI CALCIATORI
ESPULSI DAL CAMPO Squalifica per due gare effettive
PERRONE EMANUELE (Don Pierino Santeramo)

Ammonizione (II infr)


CONSALVO VITO MICHELE (Arcobaleno Triggiano)

Ammonizione (I infr)
NITTI LUIGI (Arcobaleno Triggiano) ADORNO FRANCESCO (Don Pierino Santeramo) NARRACCI GIACOMO (Norba Conversano) BATTISTA CLAUDIO (Passepartout Aurora Bari) RACANELLI MICHELE (Real Sannicandro)

--- GARE DEL 13/11/2011 ---

GARE NON DISPUTATE O SOSPESE


Gara CEGLIE - FRANCO COLANGIULI del 13/11/2011 Provvedimento d'ufficio Esaminati gli atti ufficiali; nel corso della gara in margine citata la Societ Pol. Ceglie al 26 minuto del secondo tempo procedeva alla sostituzione del calciatore n 5 LACEDRA NICOLA con il calciatore n 15 VISPO MIRKO; che, dalla visione di un secondo referto, giunto in ritardo, riferito alla gara NEW GREEN PARK - POL CEGLIE del 7\11\2011 il calciatore VISPO MIRKO, inserito in distinta con il n 6, risultava, anche in questa, espulso al 33 minuto del secondo tempo; che, pertanto, in ossequio al disposto cui allart 19 punto 10 del Codice di Giustizia Sportiva il calciatore in questione, espulso in data 7 c.m. , non avrebbe dovuto partecipare alla gara in margine citata svoltasi in data 13 c.m., ci, in virt del richiamato art. 19 che determina lapplicazione automatica di squalifica per una gara; che tale indebita partecipazione inficia la regolarit della gara e determina lapplicazione nei confronti della Societ Pol. Ceglie del disposto cui allart.17 del Codice di Giustizia Sportiva; DELIBERA Infliggere alla societ Pol. Ceglie la sanzione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0-3 in favore della societ Franco Colangiuli; inasprire al calciatore Vispo Mirko la pena gi comminata relativamente alla gara del 7 con ulteriore 2 giornate di squalifica in ordine alla gara del 13\11\2011.

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI CALCIATORI

ESPULSI DAL CAMPO Squalifica per due gare effettive


VISPO MIRKO (Ceglie)

Ammonizione con diffida (III infr)


VUKELAJ KLAUDIO (Cassano Academy)

Ammonizione (II infr)


DURSI VITO (Coeli Amor) DIFONZO FRANCESCO (Gioventu Calcio Cassano) PERCOCO NICOLA (Gioventu Calcio Cassano) ALBERGO MICHELE (Levante Bari)

Ammonizione (I infr)
BENISMAHI HAMID (Binetto Calcio) BOZZONETTI PIERLUIGI (Ceglie) MARZULLI MICHELE (Ceglie) MASELLI MARINO (Ceglie) DADDIEGO GIUSEPPE (Franco Colangiuli) GUARDAVACCARO MICHELE (Franco Colangiuli) PELLEGRINI SALVATORE (Franco Colangiuli) SIRIANNI GIOVANNI (Franco Colangiuli) DAMMICCO ETTORE (Levante Bari) LABARILE DORIANO (Lupatia Santeramo) LIANTONIO VITO (New Team Palo Del Colle) LUCENTE GIUSEPPE (Nicassio) NEGRO ALESSANDRO (Nicassio) CAFAGNA ALESSANDRO (Palese) MICUNCO MARCO (Palese)

--- GARE DEL 14/11/ 11 ---

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI CALCIATORI
ESPULSI DAL CAMPO

Squalifica per una gara effettiva


MORANTI MARCO SINIBALDI ALESSANDRO (Puglia Sport Bari A.S.D.) (Puglia Sport Bari A.S.D.)

Ammonizione (II infr)


SQUICCIMARRI VINCENZO (Pellegrino Sport C.5)

Ammonizione (I infr)
LAZAZZARA NICOLA (Asso Don Bosco A.S.D.) BARRACANE CARLO (Modugno) TEDESCO GIUSEPPE (Pellegrino Sport C.5)

CAMPIONATO PROVINCIALE GIOVANISSIMI


STAGIONE SPORTIVA 2011 - 2012

MODIFICHE AL PROGRAMMA GARE


Girone A: La gara REAL ALBEROBELLO GREEN PLANET MONOPOLI avr luogo sul Campo Comunale di Alberobello sabato 19/11/2011 con inizio alle ore 15:00 anzich sabato 29/11/2011 con inizio alle ore 15:00. Causa indisponibilit campo. La gara REAL LEVANTE BELLAVISTA avr luogo sul Campo Comunale Diomede di Bari S. Paolo domenica 20/11/2011 con inizio alle ore 9:00 anzich con inizio alle ore 11:00. Causa indisponibilit campo.

Girone C:

Girone E:

La gara CASAMASSIMA REAL ADELFIA avr luogo sul Campo Comunale di Casamassima sabato 19/11/2011 con inizio alle ore 15:30 anzich domenica 20/11/2011 con inizio alle ore 11:00. Causa indisponibilit campo. La gara FESCA FLAMINIO REAL BARI avr luogo sul Campo Comunale S. Girolamo di Bari domenica 20/11/2011 con inizio alle ore 11:00 anzich marted con inizio alle ore 15:00. Causa indisponibilit campo. La gara FRANCO COLANGIULI NICK CALCIO avr luogo sul Campo Comunale Torre a Mare di Bari domenica 20/11/2011 con inizio alle ore 10:00 anzich con inizio alle ore 11:00. Causa indisponibilit campo. La gara NICASSIO PALESE avr luogo sul Campo Comunale di Valenzano domenica 20/11/2011 con inizio alle ore 9:00 anzich gioved 24/11/2011 con inizio alle ore 15:30. Causa indisponibilit campo.

Girone F:

Girone F:

Girone F:

PROGRAMMA GARE 5 GIORNATA ANDATA


GIRONE A APE CALCIO POLIGNANO KIDS CLUB CONVERSANO AZZURRI MOLA REAL ALBEROBELLO CASTELLANA MOLA GREEN PLANET SSD A.R.L. B.S. SOCCER T. MONOPOLI Riposa................... ACCADEMIA C. LA QUERCIA GIRONE B ACADEMY RUVO CALCIO PROMOTION ASSO DON BOSCO A.S.D.sq.B STELLE DEL CALCIO DON PIERINO SANTERAMO SILVIUM GRAVINA PELLEGRINO SPORT C.5 AGON CLUB ALTAMURA Riposa................... ASSO DON BOSCO A.S.D. GIRONE C BELLAVISTA R.SIBILLANO 1950 BARI BITONTO SPORTING CALCIO S.SPIRIT GIOVINAZZO PUGLIA SPORT BARI A.S.D. PRO MOLFETTA CALCIO GENNARO MINAFRA Riposa................... REAL LEVANTE GIRONE D IST. DI CAGNO ABBRESCIA TORITTO LEVANTE BARI BITETTO NEW TEAM PALO DEL COLLE MODUGNESE ORATORIO MODUGNO ATLETICO PALO Riposa................... MISERICORDIA BITRITTO GIRONE E ARCOBALENO TRIGGIANO CAPURSO REAL ADELFIA REAL SANNICANDRO SANNICANDRO sq.B GIRONE F FESCA FLAMINIO BARI sq.B NICK CALCIO BARI NUOVA FREE TIME CALCIO PALESE REAL BARI CAM.COM"MAD.D'ALTOMARE"-ERB.AR CAMPO COM"CAD.SUPERGA"ERB.ART. STADIO"AZZ. D'ITALIA"ERB.ART. CAMPO COMUNALE "ALTERNATIVI"EA POLIGNANO A MARE MOLA DI BARI CASTELLANA GROTTE MONOPOLI 27/11/11 27/11/11 28/11/11 28/11/11 10:00 11:00 18:30 15:00

CAMPO COMUNALE"JAPIGIA"-ER.AR* CAMPO COMUNALE LEONARDO MELE CAMPO COMUNALE"G.CASONE"ER.AR. CAMPO COMUNALE "CAGNAZZI"

BARI SANTERAMO IN COLLE SANTERAMO IN COLLE ALTAMURA

27/11/11 26/11/11 26/11/11 28/11/11

11:15 15:00 15:30 15:00

CAMPO COMUNALE "N.ROSSIELLO" CAMPO COMUNALE "N.ROSSIELLO" CAMPO PRIVATO TONINO RANA B CAMPO COMUNALE"B.PETRONE"ER.AR

BITONTO BITONTO BARI (CARBONARA DI BARI) MOLFETTA

26/11/11 28/11/11 26/11/11 1/12/11

17:30 18:00 15:30 16:00

CEN.SPO."DI CAGNO ABBRESCIA"-1 CAMPO COMUNALE CAMPO COMUNALE PALO DEL COLLE NUOVO COMUNALE"S.PALMIOTTA"E.A

BARI BITRITTO PALO DEL COLLE


MODUGNO (C.DA S.STEFANO)

27/11/11 27/11/11 27/11/11 28/11/11

10:50 11:00 10:00 15:00

NEW TEAM CELLAMARE CASAMASSIMA SANNICANDRO PRO G. NOICATTARO SPORT C. RUTIGLIANO

CAMPO COM"PRIN.PE DI PIEMONTE" CAMPO COMUNALE CAPURSO CAMPO COMUNALE "GIAMMARIA" CAMPO COMUNALE SANNICANDRO BA CAMPO COMUNALE SANNICANDRO BA

TRIGGIANO CAPURSO ACQUAVIVA DELLE FONTI SANNICANDRO DI BARI SANNICANDRO DI BARI

27/11/11 27/11/11 27/11/11 26/11/11 28/11/11

11:00 10:00 10:00 17:00 18:00

REAL CARBONARA FESCA FLAMINIO BARI NICASSIO FRANCO COLANGIULI NUOVA FREE TIME sq.B

CAMPO COMUNALE "S.GIROLAMO" CAMPO COMUNALE"SAN PIO" ER.AR. CAMPO COMUNALE"JAPIGIA"-ER.AR* CAMPO COMUNALE"SAN PIO" ER.AR. CAMPO COMUNALE"JAPIGIA"-ER.AR*

BARI - S.GIROLAMOBARI - SAN PIO BARI BARI - SAN PIO BARI

1/12/11 27/11/11 27/11/11 1/12/11 28/11/11

18:30 11:00 9:00 19:30 15:30

GIRONE G BARI SPA WONDERFUL BARI NEW GREEN PARK NEW GREEN PARK sq.B PASSEPARTOUT AURORA BARI SPA sq.B WONDERFUL BARI S.SPIRsq.B NEW FOOTBALL ACADEMY Riposa................... AREA VIRTUS LUDI

CEN.SPORT."S.MATARRESE"ERB.ART CAMPO PRIV."GREEN PARK" A CAMPO"G.PASTORE" EX C.I.A.P.I. CAMPO COMUNALE"SAN PIO" ER.AR.

BARI - CONTRADA S.ANNA BARI BARI BARI - SAN PIO

28/11/11 28/11/11 30/11/11 25/12/11

17:30 18:00 18:00 16:30

RISULTATI GARE
GIRONE: A GIORNATA 3/A AZZURRI MOLA B.S. SOCCER TEAM MONOPOLI CASTELLANA GREEN PLANET SSD A.R.L. GIRONE: B GIORNATA 3/A ACADEMY RUVO ASSO DON BOSCO A.S.D.sq.B DON PIERINO SANTERAMO STELLE DEL CALCIO GRAVINA GIRONE: C GIORNATA 2/A R.SIBILLANO 1950 BARI GIRONE: D GIORNATA 2/A MISERICORDIA BITRITTO MODUGNESE 3/A IST. DI CAGNO ABBRESCIA LEVANTE BARI GIRONE: E GIORNATA 3/A ARCOBALENO TRIGGIANO CAPURSO REAL ADELFIA REAL SANNICANDRO SANNICANDRO GIRONE: F GIORNATA 1/A FESCA FLAMINIO BARI 2/A NICASSIO 3/A FESCA FLAMINIO BARI PALESE REAL BARI KIDS CLUB CONVERSANO REAL ALBEROBELLO ACCADEMIA C. LA QUERCIA MOLA 1 4 2 1 2 4 2 2

ASSO DON BOSCO A.S.D. CALCIO PROMOTION AGON CLUB ALTAMURA SILVIUM GRAVINA

5 1 3 3

0 5 1 3

PRO MOLFETTA CALCIO

4 -

IST. DI CAGNO ABBRESCIA BITETTO ATLETICO PALO MODUGNESE

0 3 11 3

3 7 3 1

PRO GIOVENTU NOICATTARO SPORT CENTRE RUTIGLIANO NEW TEAM CELLAMARE SANNICANDRO sq.B CASAMASSIMA

3 5 2 1 2

0 5 0 4 1

sq.B

FRANCO COLANGIULI REAL BARI NUOVA FREE TIME CALCIO REAL CARBONARA FRANCO COLANGIULI

3 1 1 4 5

- 4 - 4 - 14 - 0 - 1

GIRONE: G GIORNATA 2/A NEW GREEN PARK sq.B 3/A PASSEPARTOUT AURORA BARI WONDERFUL BARI S.SPIRsq.B

BARI SPA sq.B NEW GREEN PARK sq.B WONDERFUL BARI S.SPIRITO

2 2 6 -

4 0 5

GARE NON DISPUTATE O NON PERVENUTE


GIRONE C 3/A 3/A 3/A 3/A 3/A 3/A 2/A 3/A 3/A 3/A 3/A 12-11-11 15-11-11 13-11-11 17-11-11 13-11-11 12-11-11 06-11-11 14-11-11 12-11-11 14-11-11 14-11-11 BITONTO GENNARO MINAFRA GIOVINAZZO PRO MOLFETTA CALCIO BITETTO NEW TEAM PALO DEL COLLE NEW TEAM CELLAMARE NICK CALCIO BARI NUOVA FREE TIME CALCIsq.B BARI SPA sq.B NEW GREEN PARK R.SIBILLANO 1950 BARI SPORTING CALCIO S.SPIRITO REAL LEVANTE PUGLIA SPORT BARI A.S.D. TORITTO MISERICORDIA BITRITTO SANNICANDRO NICASSIO FESCA FLAMINIO BARI NEW FOOTBALL ACADEMY BARI AREA VIRTUS LUDI M R G R R R R R R R R

GIRONE GIRONE GIRONE GIRONE

D E F G

CLASSIFICHE
GIRONE A *==============================================================================* | Societa' Punti | PG | PV | PN | PP | RF | RS | DR |Pen| | | | | | | | | | | *---------------------------------------|----|----|----|----|----|----|----|---* | 1 A.S.D.KIDS CLUB CONVERSANO 6 | 3 | 2 | 0 | 0 | 6 | 2 | 4 | 0 | | 2 POL.D.AZZURRI MOLA 3 | 3 | 1 | 0 | 1 | 4 | 3 | 1 | 0 | | 3 A.S.D.REAL ALBEROBELLO 3 | 2 | 1 | 0 | 0 | 2 | 1 | 1 | 0 | | 4 A.C.D.MOLA 3 | 3 | 1 | 0 | 1 | 3 | 3 | 0 | 0 | | 5 A.S.D.APE CALCIO POLIGNANO 0 | 2 | 0 | 0 | 1 | 1 | 3 | 2-| 0 | | 6 GREEN PLANET SSD A.R.L. 0 | 3 | 0 | 0 | 2 | 2 | 6 | 4-| 0 | | 7 A.S.D.*CASTELLANA 0 | 2 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | | 8 A.S.D.*B.S. SOCCER TEAM MONOPOLI 0 | 3 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | | 9 A.S.D.*ACCADEMIA C. LA QUERCIA 0 | 3 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | *------------ * = FUORI CLASSIFICA -------------------------------------------*

GIRONE B *==============================================================================* | Societa' Punti | PG | PV | PN | PP | RF | RS | DR |Pen| | | | | | | | | | | *---------------------------------------|----|----|----|----|----|----|----|---* | 1 A.S. CALCIO PROMOTION 6 | 3 | 2 | 0 | 0 | 13 | 5 | 8 | 0 | | 2 A.S.D.PELLEGRINO SPORT C.5 6 | 2 | 2 | 0 | 0 | 7 | 1 | 6 | 0 | | 3 A.S.D.ACADEMY RUVO 3 | 2 | 1 | 0 | 1 | 6 | 3 | 3 | 0 | | 4 P.G.S.ASSO DON BOSCO A.S.D. 3 | 3 | 1 | 0 | 1 | 3 | 6 | 3-| 0 | | 5 A.S.D.STELLE DEL CALCIO GRAVINA 1 | 3 | 0 | 1 | 1 | 6 | 9 | 3-| 0 | | 6 A.S.D.SILVIUM GRAVINA 1 | 2 | 0 | 1 | 1 | 5 | 10 | 5-| 0 | | 7 POL.D.DON PIERINO SANTERAMO 0 | 3 | 0 | 0 | 2 | 1 | 7 | 6-| 0 | | 8 sq.B *ASSO DON BOSCO A.S.D.sq.B 0 | 3 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | | 9 A.S.D.*AGON CLUB ALTAMURA 0 | 3 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | *------------ * = FUORI CLASSIFICA -------------------------------------------* GIRONE C *==============================================================================* | Societa' Punti | PG | PV | PN | PP | RF | RS | DR |Pen| | | | | | | | | | | *---------------------------------------|----|----|----|----|----|----|----|---* | 1 A.S.D.REAL LEVANTE 3 | 2 | 1 | 0 | 1 | 12 | 3 | 9 | 0 | | 2 U.S.D.R.SIBILLANO 1950 BARI 3 | 1 | 1 | 0 | 0 | 4 | 2 | 2 | 0 | | 3 G.S.D.GENNARO MINAFRA 3 | 1 | 1 | 0 | 0 | 3 | 1 | 2 | 0 | | 4 A.S.D.SPORTING CALCIO S.SPIRITO 3 | 1 | 1 | 0 | 0 | 3 | 1 | 2 | 0 | | 5 A.C. PRO MOLFETTA CALCIO 3 | 2 | 1 | 0 | 1 | 5 | 6 | 1-| 0 | | 6 POL.D.GIOVINAZZO 0 | 1 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | | 7 F.B.C.PUGLIA SPORT BARI A.S.D. 0 | 2 | 0 | 0 | 2 | 2 | 6 | 4-| 0 | | 8 POL. BITONTO 0 | 2 | 0 | 0 | 1 | 0 | 10 | 10-| 0 | | 9 POL.D.*BELLAVISTA 0 | 2 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | *------------ * = FUORI CLASSIFICA -------------------------------------------* GIOR. DATA SQUADRA OSPITANTE SQUADRA OSPITE COD.MOTIV. 03/A 12/11/11 BITONTO R.SIBILLANO 1950 BARI M 03/A 15/11/11 GENNARO MINAFRA SPORTING CALCIO S.SPIRITO R 03/A 13/11/11 GIOVINAZZO REAL LEVANTE R 03/A 17/11/11 PRO MOLFETTA CALCIO PUGLIA SPORT BARI A.S.D. R

GIRONE D *==============================================================================* | Societa' Punti | PG | PV | PN | PP | RF | RS | DR |Pen| | | | | | | | | | | *---------------------------------------|----|----|----|----|----|----|----|---* | 1 A.S.D.LEVANTE BARI 9 | 3 | 3 | 0 | 0 | 11 | 2 | 9 | 0 | | 2 A.S.D.IST. DI CAGNO ABBRESCIA 7 | 3 | 2 | 1 | 0 | 14 | 3 | 11 | 0 | | 3 A.S.D.BITETTO 6 | 2 | 2 | 0 | 0 | 11 | 5 | 6 | 0 | | 4 A.S.D.TORITTO 3 | 1 | 1 | 0 | 0 | 5 | 0 | 5 | 0 | | 5 A.S. NEW TEAM PALO DEL COLLE 3 | 1 | 1 | 0 | 0 | 2 | 1 | 1 | 0 | | 6 A.S.D.ORATORIO MODUGNO 1 | 2 | 0 | 1 | 1 | 1 | 2 | 1-| 0 | | 7 ASS. MISERICORDIA BITRITTO 0 | 2 | 0 | 0 | 2 | 0 | 8 | 8-| 0 | | 8 A.S.D.MODUGNESE 0 | 3 | 0 | 0 | 3 | 4 | 15 | 11-| 0 | | 9 A.S.D.ATLETICO PALO 0 | 3 | 0 | 0 | 3 | 6 | 18 | 12-| 0 | *------------ * = FUORI CLASSIFICA -------------------------------------------* GIOR. DATA SQUADRA OSPITANTE SQUADRA OSPITE COD.MOTIV. 03/A 13/11/11 BITETTO TORITTO R 03/A 12/11/11 NEW TEAM PALO DEL COLLE MISERICORDIA BITRITTO R GIRONE E *==============================================================================* | Societa' Punti | PG | PV | PN | PP | RF | RS | DR |Pen| | | | | | | | | | | *---------------------------------------|----|----|----|----|----|----|----|---* | 1 A.S.D.SANNICANDRO 6 | 2 | 2 | 0 | 0 | 12 | 4 | 8 | 0 | | 2 A.S.D.CASAMASSIMA 6 | 3 | 2 | 0 | 1 | 10 | 3 | 7 | 0 | | 3 A.S.D.ARCOBALENO TRIGGIANO 3 | 3 | 1 | 0 | 0 | 10 | 1 | 9 | 0 | | 4 F.C.D.REAL ADELFIA 3 | 2 | 1 | 0 | 0 | 2 | 0 | 2 | 0 | | 5 A.S.D.CAPURSO 1 | 3 | 0 | 1 | 0 | 5 | 5 | 0 | 0 | | 6 A.S.D.SPORT CENTRE RUTIGLIANO 1 | 2 | 0 | 1 | 1 | 8 | 15 | 7-| 0 | | 7 A.S.D.NEW TEAM CELLAMARE 0 | 2 | 0 | 0 | 2 | 1 | 6 | 5-| 0 | | 8 A.S.D.REAL SANNICANDRO 0 | 3 | 0 | 0 | 2 | 1 | 15 | 14-| 0 | | 9 sq.B *SANNICANDRO sq.B 0 | 3 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | | 10 A.S.D.*PRO GIOVENTU NOICATTARO 0 | 3 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | *------------ * = FUORI CLASSIFICA -------------------------------------------* GIOR. DATA SQUADRA OSPITANTE SQUADRA OSPITE COD.MOTIV. 02/A 6/11/11 NEW TEAM CELLAMARE SANNICANDRO R GIRONE F *==============================================================================* | Societa' Punti | PG | PV | PN | PP | RF | RS | DR |Pen| | | | | | | | | | | *---------------------------------------|----|----|----|----|----|----|----|---* | 1 A.S.D.PALESE 6 | 3 | 2 | 0 | 0 | 7 | 2 | 5 | 0 | | 2 C.E.S.FRANCO COLANGIULI 3 | 3 | 1 | 0 | 0 | 4 | 3 | 1 | 0 | | 3 A.S.D.NICK CALCIO BARI 3 | 2 | 1 | 0 | 1 | 5 | 5 | 0 | 0 | | 4 A.S.D.REAL CARBONARA 3 | 3 | 1 | 0 | 1 | 4 | 6 | 2-| 0 | | 5 A.S.D.NICASSIO 0 | 2 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | | 6 G.S.D.FESCA FLAMINIO BARI 0 | 2 | 0 | 0 | 1 | 3 | 4 | 1-| 0 | | 7 A.S.D.NUOVA FREE TIME CALCIO 0 | 3 | 0 | 0 | 2 | 3 | 6 | 3-| 0 | | 8 sq.B *NUOVA FREE TIME CALCIsq.B 0 | 2 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | | 9 sq.B *FESCA FLAMINIO BARI sq.B 0 | 3 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | | 10 A.S.D.*REAL BARI 0 | 3 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | *------------ * = FUORI CLASSIFICA -------------------------------------------* GIOR. DATA SQUADRA OSPITANTE SQUADRA OSPITE COD.MOTIV. 03/A 14/11/11 NICK CALCIO BARI NICASSIO R 03/A 12/11/11 NUOVA FREE TIME CALCIsq.B FESCA FLAMINIO BARI R

GIRONE G *==============================================================================* | Societa' Punti | PG | PV | PN | PP | RF | RS | DR |Pen| | | | | | | | | | | *---------------------------------------|----|----|----|----|----|----|----|---* | 1 A.S. *BARI SPA 0 | 2 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | | 2 sq.B *BARI SPA sq.B 0 | 2 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | | 3 sq.B *WONDERFUL BARI S.SPIRsq.B 0 | 3 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | | 4 sq.B *NEW GREEN PARK sq.B 0 | 3 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | | 5 A.S.D.*NEW GREEN PARK 0 | 1 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | | 6 A.S.D.*AREA VIRTUS LUDI 0 | 2 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | | 7 A.S.D.*WONDERFUL BARI S.SPIRITO 0 | 3 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | | 8 A.S.D.*NEW FOOTBALL ACADEMY BARI 0 | 1 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | | 9 A.S.D.*PASSEPARTOUT AURORA BARI 0 | 3 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | 0 | *------------ * = FUORI CLASSIFICA -------------------------------------------* GIOR. DATA SQUADRA OSPITANTE SQUADRA OSPITE COD.MOTIV. 03/A 14/11/11 BARI SPA sq.B NEW FOOTBALL ACADEMY BARI R 03/A 14/11/11 NEW GREEN PARK AREA VIRTUS LUDI R
LEGENDA TIPI DI TERMINAZIONE INCONTRO CODICE DESCRIZIONE
A NON DISPUTATA PER MANCANZA ARBITRO B SOSPESA PRIMO TEMPO D ATTESA DECISIONI ORGANI DISCIPLINARI F NON DISPUTATA PER AVVERSE CONDIZIONI ATMOSFERICHE G RIPETIZIONE GARA PER CAUSE DI FORZA MAGGIORE H RIPETIZIONE GARA PER DELIBERA ORGANI DISCIPLINARI I SOSPESA SECONDO TEMPO K RECUPERO PROGRAMMATO M NON. DISPUTATA PER IMPRATICABILITA' DI CAMPO N GARA REGOLARE R RAPPORTO NON PERVENUTO U SOSPESA PER INFORTUNIO D.G. W GARA RINVIATA PER ACCORDO

Decisioni del Giudice Sportivo


Il Giudice Sportivo della Delegazione Provinciale di Bari, Avv. Antonio Delle Foglie, assistito dal Rappresentante dellA.I.A. Dr. Teodosio Rotondo, nella riunione del 15 Novembre 2011 ha adottato le seguenti decisioni:
--- GARE DEL 7/11/ 11 ---

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI CALCIATORI
Ammonizione (I infr)
CAMPOREALE ALESSANDRO (Bari Spa) BARILE DAVIDE (Bitetto) CENTRONE GIOVANNI (Bitetto) PRESCIUTTI EMANUELE (Bitetto) DI CEGLIE ANGELO (Modugnese) TRIMIGLIOZZI FABIO (R.Sibillano 1950 Bari)

--- GARE DEL 8/11/2011 ---

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI CALCIATORI
Ammonizione (I infr)
COSOLA VITO (Nicassio) NACCI GAETANO (Real Bari)

--- GARE DEL 10/11/2011 ---

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI CALCIATORI
Ammonizione (I infr)
MENCHISE ALESSIO (Franco Colangiuli) ROMANAZZI GIANLUCA (Franco Colangiuli)

--- GARE DEL 12/11/2011 ---

GARE NON DISPUTATE O SOSPESE


Gara BITONTO - R.SIBILLANO 1950 BARI del 12/11/2011 Esaminati gli atti ufficiali: Rilevato che: la gara in epigrafe indicata non ha avuto luogo per impraticabilit di campo, si demanda al D.P. per la rifissazione.

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI CALCIATORI
Ammonizione (II infr)
CARISSIMO GIUSEPPE (Agon Club Altamura) PONTRANDOLFO FEDELE (Don Pierino Santeramo)

Ammonizione (I infr)
SQUICCIARINI LUCA (Agon Club Altamura) SASSONE VITO (Real Sannicandro) CONCA DOMENICO (Silvium Gravina) LASALANDRA GIUSEPPE (Silvium Gravina) PORTAGNUOLO SALVATORE (Silvium Gravina) SORANGELO ORONZO (Silvium Gravina) VILLA SAVERIO (Stelle Del Calcio Gravina)

--- GARE DEL 13/11/2011 ---

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI SOCIET
AMMENDE
50 REAL ADELFIA

per aver consentito che propri sostenitori urlassero al DDG frasi offensive e ingiuriose, inoltre, per lancio di petardi che si sono protratti per circa 15 minuti.

A CARICO DI CALCIATORI
ESPULSI DAL CAMPO Squalifica per tre gare effettive
CORDASCO EMANUELE VITT (Real Adelfia)

per aver tenuto atteggiamento irriguardoso nei confronti del DDG e aver proferito allo stesso frase volgare. Squalifica per una gara effettiva
COLETTA RAFFAELE DIOMED DOMENICO D AMICO MASSIMO SIMONE ANDREA (Arcobaleno Triggiano) (Azzurri Mola) (Capurso) (Kids Club Conversano)

Ammonizione (II infr)


CASILLO VINCENZO (Academy Ruvo) DI CEGLIE ANGELO (Modugnese) BORGINI NICOLA (New Team Cellamare) BINETTI FRANCESCO (Real Carbonara) MASCIOPINTO RAFFAELE (Real Carbonara) PETRUZZI MIRCO (Real Carbonara) RUGGIERI VITO ALESSIO (Real Carbonara)

Ammonizione (I infr)
NUZZI LUCA (Asso Don Bosco A.S.D.) FARIELLO PASQUALE (Atletico Palo) GAETA RENATO (Atletico Palo) GALLO DOMENICO (Azzurri Mola) BUONAMASSA VINCENZO (Calcio Promotion) CONFORTO VINCENZO (Capurso) MONGELLI PIERO (Capurso) MARTINO ANDREA (Ist. Di Cagno Abbrescia) SCANNICCHIO ALBERTO (Ist. Di Cagno Abbrescia) MARTINELLI GIOVANNI (New Team Cellamare) DELLE FOGLIE GIUSEPPE (Nuova Free Time Calcio) LAUDADIO GIACOMO (Pro Gioventu Noicattaro) STRAMBELLI GIUSEPPE (Pro Gioventu Noicattaro) CORDASCO EMANUELE VITT (Real Adelfia)

--- GARE DEL 14/11/2011 ---

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

A CARICO DI COLLABORATORI ARBITRALI


Squalifica fino al 11/12/2011 DE LEONARDIS GIOVANNI (CASAMASSIMA) al termine della gara avvicinava il DDG e, con fare minaccioso, gli faceva intendere di non farsi mai vedere a Casamassima.

A CARICO DI CALCIATORI
ESPULSI DAL CAMPO Squalifica per una gara effettiva
BARILE GIANLUCA (Casamassima)

Ammonizione (I infr)
LOLIVA FABIO (Accademia C. La Quercia) PELLEGRINI GIAMBATTISTA (Accademia C. La Quercia) FORTUNATO GIUSEPPE (Castellana) VALENTE STEFANO (Castellana) FONTANA FRANCESCO (Green Planet Ssd A.R.L.) INSANGUINE DANIEL (Green Planet Ssd A.R.L.) PANAROSA GIUSEPPE (Mola) SPADA ANDREA FILIPPO (Mola) GERNONE MANUEL (New Green Park) NEVIERA DOMENICO (New Green Park) PICCIRILLI PIETRO (New Green Park) POPIO ANTONELLO (Sannicandro) RICCARDI GIOVANNI (Sannicandro) SOLDATO GIUSEPPE (Sannicandro) VOLPE NUNZIO GABRIELE (Sannicandro)

Comunicato Ufficiale n. 17 - pag. 26 di 30

CAMPIONATI PROVINCIALI DI CALCIO A CINQUE


CAMPIONATO PROVINCIALE ALLIEVI A CINQUE
CAMPIONATO PROVINCIALE ALLIEVI A CINQUE STAGIONE SPORTIVA 2011 - 2012
Organico stagione sportiva 2011/2012
1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10. 11. 12. 13. 14. 15. 16. 17. BARI CLUB I NUOVIGALLETTI CALCIO A 5 GIOVINAZZO GIOVANI AQUILE RUTIGLIANO GIOVINAZZO KIDS CLUB CONVERSANO NORBA CONVERSANO SAMMICHELE SAMMICHELE sq.B THURIAE BIANCAZZURRO FASANO S.R.L CALCIOMANIA CENTRO SOCIALE GIOVANILE CITTA DI MONOPOLI POLIGNANO CALCIO A 5 SPORT FIVE S.R.L. SPORTOGETHER VICTORIA LOCOROTONDO ORGANICO nr. 17

COMPOSIZIONE GIRONI

GIRONE A
CALCIO A 5 GIOVINAZZO GINNASTICA ANGIULLI GIOVANI AQUILE RUTIGLIANO INTERNATIONAL SPORT KENDRO CALCIO OLIMPIA GRAVINA PALESE PINK SPORT TIME SAMMICHELE

GIRONE B
BIANCAZZURRO FASANO S.R.L CALCIO PADRE SEMERIA CALCIOMANIA CENTRO SOCIALE GIOVANILE POLIGNANO CALCIO A 5 SPORT FIVE S.R.L. THURIAE VICTORIA LOCOROTONDO

NON SONO AMMESSI RECLAMI AVVERSO LA COMPOSIZIONE DEI GIRONI.

Comunicato Ufficiale n. 17 - pag. 27 di 30

CALENDARIO PROGRAMMAZIONE ATTIVIT GIOVANILE PROVINCIALE


Si informano tutte le Societ dipendenti partecipanti ai Campionati Provinciali Allievi e Giovanissimi calcio a 5 che la programmazione dellattivit si svolger secondo il seguente calendario:

17 novembre 2011 Pubblicazione dei calendari dei Campionati Provinciali Allievi e Giovanissimi calcio; 27 novembre 2011 Inizio Campionati Provinciali Allievi e Giovanissimi calcio a 5.

PROGRAMMA GARE 1 GIORNATA ANDATA


GIRONE A BARI CLUB I NUOVIGALLETTI KIDS CLUB CONVERSANO GIOVANI AQUILE RUTIGLIANO GIOVINAZZO NORBA CONVERSANO CALCIO A 5 GIOVINAZZO THURIAE SAMMICHELE Riposa................... SAMMICHELE sq.B GIRONE B BIANCAZZURRO FASANO S.R.L SPORT FIVE S.R.L. SPORTOGETHER VICTORIA LOCOROTONDO CAMPO FLAMINIO C/5 CAMPO GIOVANI AQUILE C5 CAMPO PINETA CASTELLANETA C/5* PALAZZETTO DELLO SPORT TURI C5 BARI RUTIGLIANO CONVERSANO TURI 30/11/11 27/11/11 30/11/11 27/11/11 17:00 11:00 15:30 10:00

CENTRO SOCIALE GIOVANILE CALCIOMANIA CITTA DI MONOPOLI POLIGNANO CALCIO A 5

CAMPO ITC SALVEMINI C/5 PALAFIVE PUTIGNANO C5 NUOVO PALAZ.TTO DELLO SPORT C5 CAMPO BENEDETTO LORUSSO

FASANO PUTIGNANO NOCI LOCOROTONDO

25/11/11 19:00 30/11/11 18:00 28/11/11 15:00 30/11/11 16:30

CAMPIONATO PROVINCIALE GIOVANISSIMI A CINQUE


CAMPIONATO PROVINCIALE GIOVANISSIMI
Organico stagione sportiva 2011/2012
1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10. 11. 12. 13. 14. 15. 16. 17. CALCIO A 5 GIOVINAZZO GINNASTICA ANGIULLI GIOVANI AQUILE RUTIGLIANO INTERNATIONAL SPORT KENDRO CALCIO OLIMPIA GRAVINA PALESE PINK SPORT TIME SAMMICHELE BIANCAZZURRO FASANO S.R.L CALCIO PADRE SEMERIA CALCIOMANIA CENTRO SOCIALE GIOVANILE POLIGNANO CALCIO A 5 SPORT FIVE S.R.L. THURIAE VICTORIA LOCOROTONDO ORGANICO nr. 17

A CINQUE STAGIONE SPORTIVA 2011 - 2012

Comunicato Ufficiale n. 17 - pag. 28 di 30

COMPOSIZIONE GIRONI

GIRONE A
BARI CLUB I NUOVI GALLETTI CALCIO A 5 GIOVINAZZO GIOVANI AQUILE RUTIGLIANO GIOVINAZZO KIDS CLUB CONVERSANO NORBA CONVERSANO SAMMICHELE SAMMICHELE sq.B THURIAE

GIRONE B
BIANCAZZURRO FASANO S.R.L CALCIOMANIA CENTRO SOCIALE GIOVANILE CITTA DI MONOPOLI POLIGNANO CALCIO A 5 SPORT FIVE S.R.L. SPORTOGETHER VICTORIA LOCOROTONDO

NON SONO AMMESSI RECLAMI AVVERSO LA COMPOSIZIONE DEI GIRONI.

CALENDARIO PROGRAMMAZIONE ATTIVIT GIOVANILE PROVINCIALE


Si informano tutte le Societ dipendenti partecipanti ai Campionati Provinciali Allievi e Giovanissimi calcio a 5 che la programmazione dellattivit si svolger secondo il seguente calendario:

17 novembre 2011 Pubblicazione dei calendari dei Campionati Provinciali Allievi e Giovanissimi calcio; 27 novembre 2011 Inizio Campionati Provinciali Allievi e Giovanissimi calcio a 5.

PROGRAMMA GARE 1 GIORNATA ANDATA


GIRONE A CALCIO A 5 GIOVINAZZO GINNASTICA ANGIULLI INTERNATIONAL SPORT SAMMICHELE Riposa................... PALESE GIRONE B CALCIO PADRE SEMERIA CALCIOMANIA CENTRO SOCIALE GIOVANILE POLIGNANO CALCIO A 5 KENDRO CALCIO PINK SPORT TIME GIOVANI AQUILE RUTIGLIANO OLIMPIA GRAVINA PALASPORT ZONA 167 CAMPO DA DESTINARSI CAMPO DA DESTINARSI PALAZZETTO DELLO SPORT GIOVINAZZO 1/12/11 15:45 30/11/11 15:30 29/11/11 18:00 30/11/11 18:00

SAMMICHELE DI BARI

BIANCAZZURRO FASANO S.R.L SPORT FIVE S.R.L. VICTORIA LOCOROTONDO THURIAE

C.S. PADRE SEMERIA CAMPO CENTRONE C/5 PALAZ.TO DELLO SPORT-ADIACENTE CAMPO DA DESTINARSI

GIOIA DEL COLLE CASTELLANA GROTTE PUTIGNANO

28/11/11 29/11/11 25/11/11 28/11/11

15:00 15:00 16:00 17:30

Comunicato Ufficiale n. 17 - pag. 29 di 30

ATTIVITA DI BASE DI CALCIO A 5 ISCRIZIONI AL CAMPIONATO PROVINCIALE ESORDIENTI MISTI CALCIO A CINQUE
Nessuna Comunicazione

ISCRIZIONI AL CAMPIONATO PROVINCIALE PULCINI MISTI CALCIO A CINQUE


Nessuna Comunicazione

Riunione Tecnica - Giochi " Sei Bravo a .........Scuola di Calcio a 5 "


Si comunica che il giorno MERCOLEDI 09 NOVEMBRE 2011 alle ore 15.30 presso il Palafive Massimo Sbiroli via Michele Mammolo Z.I. in Putignano, si effettuata una dimostrazione tecnico - tattica dei giochi previsti nella manifestazione : " Sei Bravo a ......Scuola di Calcio a 5 " Contestualmente sono state date indicazioni sulla pratica dellAutoarbitraggio La dimostrazione a scopo illustrativo e divulgativo per i Tecnici delle Societ di Calcio a 5 stata organizzata dalla societ SSD SPORT FIVE s.r.l. di Putignano, supportata dal Responsabile Attivit di Base, Prof. Casadibari Giuseppe. Sono intervenute le seguenti societ: SSD SPORT FIVE PUTIGNANO; ASD CITTA DI MONOPOLI; US POLIGNANO C5; ASD THURIAE di TURI; MODUGNO CALCIO A 5; AC MOLA; LE FIVE MARTINA; POL. SAMMICHELE Tale attivit ,riservata alla categoria Pulcini, da considerarsi ufficiale a tutti gli effetti; pertanto la partecipazione obbligatoria per tutte le Scuole Calcio a 5 comprese quelle Qualificate ed opportuna per i Centri Calcistici di Base di Calcio a 5. La partecipazione alle riunioni dellAttivit di Base costituisce per le Societ elemento di Valutazione nella graduatoria di merito.

ATTIVITA DI BASE

TORNEO FAIR PLAY ESORDIENTI A 11


FASE AUTUNNALE SPERIMENTALE
Nessuna comunicazione.

Comunicato Ufficiale n. 17 - pag. 30 di 30

TORNEO FAIR PLAY ESORDIENTI A 7


Nessuna comunicazione.

TORNEO FAIR PLAY PULCINI A 6 MISTI


Nessuna comunicazione.

**************** Lintero Comunicato Ufficiale di questa Delegazione Provinciale, consultabile ed estraibile in copia dai seguenti siti internet:

http://bari.figcpuglia.it (Delegazione Provinciale Bari) (Comitato Regionale Puglia L.N.D.) www.figcpuglia.it www.lnd.it/Delegazioni Provinciali (LEGA NAZIONALE DILETTANTI)
****************

PUBBLICATO IN BARI ED AFFISSO ALL'ALBO DELLA DELEGAZIONE PROVINCIALE IL 17 NOVEMBRE 2011. IL SEGRETARIO Pierfrancesco DE NICOLO IL VICE DELEGATO PROVINCIALE Vito Michele MORISCO

Stagione Sportiva 2011 - 2012


CAMPIONATO PROVINCIALE ALLIEVI CALCIO A 5

Girone A

1a Giornata 27 Nov - 12 Feb


BARI CLUB I NUOVIGALLE GIOVANI AQUILE RUTIGLI NORBA CONVERSANO THURIAE Riposa................ KIDS CLUB CONVERSANO GIOVINAZZO CALCIO A 5 GIOVINAZZO SAMMICHELE SAMMICHELE sq.B

2a Giornata 4 Dic - 19 Feb


CALCIO A 5 GIOVINAZZO GIOVINAZZO KIDS CLUB CONVERSANO SAMMICHELE Riposa................ GIOVANI AQUILE RUTIGLI BARI CLUB I NUOVIGALLE SAMMICHELE sq.B NORBA CONVERSANO THURIAE

3a Giornata 11 Dic - 26 Feb


BARI CLUB I NUOVIGALLE GIOVANI AQUILE RUTIGLI NORBA CONVERSANO SAMMICHELE sq.B Riposa................ CALCIO A 5 GIOVINAZZO SAMMICHELE THURIAE GIOVINAZZO KIDS CLUB CONVERSANO

4a Giornata 18 Dic - 4 Mar


CALCIO A 5 GIOVINAZZO GIOVINAZZO SAMMICHELE THURIAE Riposa................ SAMMICHELE sq.B KIDS CLUB CONVERSANO BARI CLUB I NUOVIGALLE GIOVANI AQUILE RUTIGLI NORBA CONVERSANO

5a Giornata 8 Gen - 11 Mar


BARI CLUB I NUOVIGALLE GIOVANI AQUILE RUTIGLI KIDS CLUB CONVERSANO SAMMICHELE sq.B Riposa................ THURIAE NORBA CONVERSANO CALCIO A 5 GIOVINAZZO SAMMICHELE GIOVINAZZO

6a Giornata 15 Gen - 18 Mar


CALCIO A 5 GIOVINAZZO NORBA CONVERSANO SAMMICHELE THURIAE Riposa................ GIOVINAZZO BARI CLUB I NUOVIGALLE KIDS CLUB CONVERSANO SAMMICHELE sq.B GIOVANI AQUILE RUTIGLI

7a Giornata 22 Gen - 25 Mar


BARI CLUB I NUOVIGALLE GIOVINAZZO KIDS CLUB CONVERSANO SAMMICHELE sq.B Riposa................ GIOVANI AQUILE RUTIGLI SAMMICHELE THURIAE NORBA CONVERSANO CALCIO A 5 GIOVINAZZO

8a Giornata 29 Gen - 1 Apr


GIOVANI AQUILE RUTIGLI NORBA CONVERSANO SAMMICHELE THURIAE Riposa................ SAMMICHELE sq.B KIDS CLUB CONVERSANO CALCIO A 5 GIOVINAZZO GIOVINAZZO BARI CLUB I NUOVIGALLE

9a Giornata 5 Feb - 15 Apr


CALCIO A 5 GIOVINAZZO GIOVINAZZO KIDS CLUB CONVERSANO SAMMICHELE sq.B Riposa................ THURIAE NORBA CONVERSANO GIOVANI AQUILE RUTIGLI BARI CLUB I NUOVIGALLE SAMMICHELE

Stagione Sportiva 2011 - 2012


CAMPIONATO PROVINCIALE ALLIEVI CALCIO A 5

Girone B

1a Giornata 27 Nov - 29 Gen


BIANCAZZURRO FASANO S. SPORT FIVE S.R.L. SPORTOGETHER VICTORIA LOCOROTONDO CENTRO SOCIALE GIOVANI CALCIOMANIA CITTA DI MONOPOLI POLIGNANO CALCIO A 5

2a Giornata 4 Dic - 5 Feb


CALCIOMANIA CENTRO SOCIALE GIOVANI CITTA DI MONOPOLI POLIGNANO CALCIO A 5 BIANCAZZURRO FASANO S. VICTORIA LOCOROTONDO SPORT FIVE S.R.L. SPORTOGETHER

3a Giornata 11 Dic - 12 Feb


BIANCAZZURRO FASANO S. CENTRO SOCIALE GIOVANI SPORT FIVE S.R.L. VICTORIA LOCOROTONDO CITTA DI MONOPOLI POLIGNANO CALCIO A 5 SPORTOGETHER CALCIOMANIA

4a Giornata 18 Dic - 19 Feb


CALCIOMANIA CITTA DI MONOPOLI POLIGNANO CALCIO A 5 SPORTOGETHER CENTRO SOCIALE GIOVANI VICTORIA LOCOROTONDO SPORT FIVE S.R.L. BIANCAZZURRO FASANO S.

5a Giornata 8 Gen - 26 Feb


BIANCAZZURRO FASANO S. CALCIOMANIA CENTRO SOCIALE GIOVANI VICTORIA LOCOROTONDO SPORT FIVE S.R.L. POLIGNANO CALCIO A 5 CITTA DI MONOPOLI SPORTOGETHER

6a Giornata 15 Gen - 4 Mar


BIANCAZZURRO FASANO S. CITTA DI MONOPOLI SPORT FIVE S.R.L. SPORTOGETHER POLIGNANO CALCIO A 5 CALCIOMANIA VICTORIA LOCOROTONDO CENTRO SOCIALE GIOVANI

7a Giornata 22 Gen - 11 Mar


CALCIOMANIA CENTRO SOCIALE GIOVANI POLIGNANO CALCIO A 5 VICTORIA LOCOROTONDO SPORTOGETHER SPORT FIVE S.R.L. CITTA DI MONOPOLI BIANCAZZURRO FASANO S.

Stagione Sportiva 2011 - 2012


CAMPIONATO PROVINCIALE GIOVANISSIMI CALCIO A 5

Girone A

1a Giornata 27 Nov - 12 Feb


CALCIO A 5 GIOVINAZZO GINNASTICA ANGIULLI INTERNATIONAL SPORT SAMMICHELE Riposa................ KENDRO CALCIO PINK SPORT TIME GIOVANI AQUILE RUTIGLI OLIMPIA GRAVINA PALESE

2a Giornata 4 Dic - 19 Feb


GIOVANI AQUILE RUTIGLI KENDRO CALCIO OLIMPIA GRAVINA PINK SPORT TIME Riposa................ CALCIO A 5 GIOVINAZZO GINNASTICA ANGIULLI INTERNATIONAL SPORT PALESE SAMMICHELE

3a Giornata 11 Dic - 26 Feb


CALCIO A 5 GIOVINAZZO GINNASTICA ANGIULLI INTERNATIONAL SPORT PALESE Riposa................ OLIMPIA GRAVINA GIOVANI AQUILE RUTIGLI SAMMICHELE KENDRO CALCIO PINK SPORT TIME

4a Giornata 18 Dic - 4 Mar


GIOVANI AQUILE RUTIGLI KENDRO CALCIO OLIMPIA GRAVINA SAMMICHELE Riposa................ PALESE PINK SPORT TIME GINNASTICA ANGIULLI CALCIO A 5 GIOVINAZZO INTERNATIONAL SPORT

5a Giornata 8 Gen - 11 Mar


CALCIO A 5 GIOVINAZZO GINNASTICA ANGIULLI PALESE PINK SPORT TIME Riposa................ INTERNATIONAL SPORT SAMMICHELE OLIMPIA GRAVINA GIOVANI AQUILE RUTIGLI KENDRO CALCIO

6a Giornata 15 Gen - 18 Mar


GIOVANI AQUILE RUTIGLI INTERNATIONAL SPORT OLIMPIA GRAVINA SAMMICHELE Riposa................ KENDRO CALCIO GINNASTICA ANGIULLI PINK SPORT TIME PALESE CALCIO A 5 GIOVINAZZO

7a Giornata 22 Gen - 25 Mar


GINNASTICA ANGIULLI KENDRO CALCIO PALESE PINK SPORT TIME Riposa................ CALCIO A 5 GIOVINAZZO OLIMPIA GRAVINA INTERNATIONAL SPORT SAMMICHELE GIOVANI AQUILE RUTIGLI

8a Giornata 29 Gen - 1 Apr


CALCIO A 5 GIOVINAZZO INTERNATIONAL SPORT OLIMPIA GRAVINA SAMMICHELE Riposa................ PALESE PINK SPORT TIME GIOVANI AQUILE RUTIGLI KENDRO CALCIO GINNASTICA ANGIULLI

9a Giornata 5 Feb - 15 Apr


GIOVANI AQUILE RUTIGLI KENDRO CALCIO PALESE PINK SPORT TIME Riposa................ SAMMICHELE INTERNATIONAL SPORT GINNASTICA ANGIULLI CALCIO A 5 GIOVINAZZO OLIMPIA GRAVINA

Stagione Sportiva 2011 - 2012


CAMPIONATO PROVINCIALE GIOVANISSIMI CALCIO A 5

Girone B

1a Giornata 27 Nov - 29 Gen


CALCIO PADRE SEMERIA CALCIOMANIA CENTRO SOCIALE GIOVANI POLIGNANO CALCIO A 5 BIANCAZZURRO FASANO S. SPORT FIVE S.R.L. VICTORIA LOCOROTONDO THURIAE

2a Giornata 4 Dic - 5 Feb


BIANCAZZURRO FASANO S. SPORT FIVE S.R.L. THURIAE VICTORIA LOCOROTONDO CENTRO SOCIALE GIOVANI POLIGNANO CALCIO A 5 CALCIO PADRE SEMERIA CALCIOMANIA

3a Giornata 11 Dic - 12 Feb


CALCIO PADRE SEMERIA CALCIOMANIA POLIGNANO CALCIO A 5 THURIAE SPORT FIVE S.R.L. CENTRO SOCIALE GIOVANI VICTORIA LOCOROTONDO BIANCAZZURRO FASANO S.

4a Giornata 18 Dic - 19 Feb


BIANCAZZURRO FASANO S. CENTRO SOCIALE GIOVANI SPORT FIVE S.R.L. VICTORIA LOCOROTONDO CALCIOMANIA POLIGNANO CALCIO A 5 THURIAE CALCIO PADRE SEMERIA

5a Giornata 8 Gen - 26 Feb


CALCIO PADRE SEMERIA POLIGNANO CALCIO A 5 SPORT FIVE S.R.L. THURIAE CENTRO SOCIALE GIOVANI CALCIOMANIA BIANCAZZURRO FASANO S. VICTORIA LOCOROTONDO

6a Giornata 15 Gen - 4 Mar


CALCIOMANIA CENTRO SOCIALE GIOVANI POLIGNANO CALCIO A 5 VICTORIA LOCOROTONDO CALCIO PADRE SEMERIA THURIAE BIANCAZZURRO FASANO S. SPORT FIVE S.R.L.

7a Giornata 22 Gen - 11 Mar


BIANCAZZURRO FASANO S. CALCIO PADRE SEMERIA SPORT FIVE S.R.L. THURIAE VICTORIA LOCOROTONDO POLIGNANO CALCIO A 5 CENTRO SOCIALE GIOVANI CALCIOMANIA

ALL. A) STATUTODELLALEGANAZIONALEDILETTANTI VECCHIOTESTO Art.1 Costituzioneedenominazione


1 LaLegaNazionaleDilettanti,diseguitodenominataL.N.D.,associa in forma privatistica, senza fine di lucro, le societ e le associazioni sportive affiliate alla Federazione Italiana Giuoco Calcio, di seguito denominata F.I.G.C., che partecipano ai Campionati di calcio dilettantinazionali,regionalieprovincialiavvalendosiesclusivamente delleprestazionidicalciatorinonprofessionisti. 2 La L.N.D. gode di autonomia regolamentare, organizzativa, amministrativa e finanziaria, nel rispetto dei principi stabiliti dalla F.I.G.C. 3 La L.N.D., quale associazione di Societ e associazioni sportive affiliate alla F.I.G.C., esplica le competenze demandatele dallo StatutodellastessaF.I.G.C.,ispirandosiedattenendosialprincipiodi leale collaborazione con le altre Componenti della Federazione e conformandosi ai principi dellordinamento sportivo e alle norme e direttive del Comitato Internazionale Olimpico, del Comitato OlimpicoNazionaleItaliano,degliorganismicalcisticiinternazionalie dellaF.I.G.C.

NUOVOTESTO Art.1 Costituzioneedenominazione Invariato


Pagina1

Art.2 Sedeedurata
1 LaL.N.D.hasedeinRoma. 2 LaduratadellaL.N.D.illimitata.

Art.2 Sedeedurata

Invariato

Art.3 Art.3 Scopo Scopo


1 La L.N.D. coordina, indirizza e sviluppa lattivit sportiva calcistica delle societ ed associazioni sportive ad essa associate e promuove gli eventi agonistici da essa indetti e/o direttamente organizzati. 2PerilraggiungimentodeipropriobiettivilaL.N.D.: a) concorre alla regolamentazione e allo sviluppo dellattivit calcisticadilettantistica; b) emana norme generali nelle materie di competenza, in armonia conledirettivedelC.O.N.I.edellaF.I.G.C.; c)rappresentalesocietassociateneirapporticonlaF.I.G.C.,conle altre Leghe, con i Settori e con i terzi, nonch ai fini della tutela di ogniinteressecollettivodinaturapatrimonialeenon; d) stabilisce la propria articolazione operativa ed organizzativa, nonchquelladeiComitatiedelleDivisioni; 1 LaL.N.D.coordina,indirizzaesviluppalattivitsportivacalcistica dellesocietedassociazionisportiveadessaassociateepromuovegli eventiagonisticidaessaindettie/odirettamenteorganizzati. 2PerilraggiungimentodeipropriobiettivilaL.N.D.: a)concorreallaregolamentazioneeallosviluppodellattivitcalcistica dilettantistica; b)emananormegeneralinellemateriedicompetenza,inarmoniacon ledirettivedelC.O.N.I.edellaF.I.G.C.; c) rappresenta le societ associate nei rapporti con la F.I.G.C., con le altreLeghe,coniSettorieconiterzi,nonchaifinidellatuteladiogni interessecollettivodinaturapatrimonialeenon; d)stabiliscelapropriaarticolazioneoperativaedorganizzativa,nonch quella dei Comitati e, delle Divisioni, dei Dipartimenti e delle Pagina2

e) disciplina e coordina lorganizzazione dellattivit agonistica demandatadallaF.I.G.C.edindiceiCampionatidicompetenza; f) compie ogni attivit strumentale alla realizzazione dei propri fini, compresaognioperazionepatrimoniale,economicaefinanziaria,ed assume ogni altra iniziativa necessaria od opportuna nellinteresse dellesocietassociate; g) promuove, organizza e gestisce, attraverso la sua articolazione operativa e organizzativa, anche tramite i Comitati e le Divisioni, attivitdiformazionedeiDirigentidisocietassociateallaL.N.D.che avariotitoloprestanolalorooperaallinternodellastruttura; h)svolgeognialtrafunzioneattribuitadallaF.I.G.C.

Art.4 GliUffici
1 II funzionamento della Lega assicurato dalla Segreteria, articolatainUfficioAffariGeneralieUfficioAmministrativo. 2 La Segreteria diretta dal Segretario Generale, che ne coordina lattivit.IISegretarioGeneralerispondedirettamentealPresidente dellaLegaepuesserecoadiuvatodaunViceSegretario. 3 LUfficio Amministrativo coordinato dal Segretario AmministrativodellaL.N.D.,checuralatenutadellacontabilitdella L.N.D. ed assiste alle riunioni del Consiglio di Presidenza e del ConsiglioDirettivo. 4IlSegretarioGeneraleo,incasodisuaassenzaoimpedimento,il Segretario Amministrativo od eventualmente il Vice Segretario,

DelegazioniProvinciali,DistrettualieZonali; e) disciplina e coordina lorganizzazione dellattivit agonistica demandatadallaF.I.G.C.edindiceiCampionatidicompetenza; f) compie ogni attivit strumentale alla realizzazione dei propri fini, compresa ogni operazione patrimoniale, economica e finanziaria, ed assume ogni altra iniziativa necessaria od opportuna nellinteresse dellesocietassociate; g) promuove, organizza e gestisce, attraverso la sua articolazione operativa e organizzativa, anche tramite i Comitati e le Divisioni, attivitdiformazionedeiDirigentidisocietassociateallaL.N.D.chea variotitoloprestanolalorooperaallinternodellastruttura; h)svolgeognialtrafunzioneattribuitadallaF.I.G.C.

Art.4 GliUffici
1IIfunzionamentodellaLegaassicuratodallaSegreteria,articolata inUfficioAffariGeneralieUfficioAmministrativo. 2 La Segreteria diretta dal Segretario Generale, che ne coordina lattivit e ne risponde direttamente al Presidente della Lega. Il SegretarioGeneralecoadiuvatodaunViceSegretario. 3 LUfficio Amministrativo coordinato diretto dal Segretario AmministrativodellaL.N.D.,checuralatenutadellacontabilitdella L.N.D. che ne coordina lattivit e ne risponde direttamente al Presidente della Lega. Il Segretario Amministrativo assiste alle riunioni del Consiglio di Presidenza e del Consiglio Direttivo. Il Segretario Amministrativo coadiuvato da un ViceSegretario Amministrativo. Pagina3

assiste,curandolaredazionedeirelativiverbali,alleAssembleedella L.N.D., alle riunioni del Consiglio di Presidenza e del Consiglio Direttivoeprovvedeallaesecuzionedellerelativedeliberazioni. 5IISegretarioGeneraledellaLega: a)curalesecuzionedelledeliberedegliorganidellaLega; b) riferisce agli altri Organi esecutivi, per i provvedimenti di loro competenza,ogninotiziaattinentealfunzionamentodellaLegaeai rapportidiquestaconlesocietassociate. c) cura la stesura, la pubblicazione e la raccolta dei Comunicati Ufficiali e delle Circolari della L.N.D., coordina le altre attivit di natura sportiva e regolamentare in ambito L.N.D. ed in esecuzione delledecisionideicompetentiorganidellaL.N.D.

4 Il Segretario Generale o, in caso di sua assenza o impedimento, il SegretarioAmministrativoodeventualmenteilViceSegretario,assiste, curando la redazione dei relativi verbali, alle Assemblee della L.N.D., alle riunioni del Consiglio di Presidenza e del Consiglio Direttivo e provvedeallaesecuzionedellerelativedeliberazioni. 5IISegretarioGeneraledellaLega: a)curalesecuzionedelledeliberedegliorganidellaLega; b) riferisce agli altri Organi esecutivi, per i provvedimenti di loro competenza, ogni notizia attinente al funzionamento della Lega e ai rapportidiquestaconlesocietassociate. c)curalastesura,lapubblicazioneelaraccoltadeiComunicatiUfficiali edelleCircolaridellaL.N.D.,coordinalealtreattivitdinaturasportiva e regolamentare in ambito L.N.D. ed in esecuzione delle decisioni dei competentiorganidellaL.N.D.

Art.5 Leassociate
1 Sono associate alla L.N.D. le societ e le associazioni sportive dilettantistiche costituitesi nelle forme giuridiche previste dalle vigenti disposizioni di legge, che hanno ottenuto laffiliazione alla F.I.G.C., che partecipano allattivit agonistica indetta dalla L.N.D. e chehannoprovvedutoalversamentodellaquotaassociativaannuale edeglialtrioneriprevistidanormeeregolamenti. 2Alladecadenzaorevocadellaffiliazione,oppureallaassociazione ad altra Lega della F.I.G.C., consegue la perdita automatica della qualit di associata da parte della societ, fermo restando quanto

Art.5 Leassociate Invariato

Pagina4

stabilitodallenormeedairegolamentidellaF.I.G.C.edellaL.N.D. 3Larappresentanzadelleassociatespettaaisoggetticuiconferita dallo Statuto, nonch ai Dirigenti espressamente indicati all'atto dell'iscrizione al Campionato o successivamente, anche per il compimentodisingoliatti.Gliattipostiinesseredasoggettiprividi rappresentanza sono nulli ad ogni effetto e comportano la responsabilitpersonaledichihaagito.

Art.6 Dirittieobblighidelleassociate
1 Alle societ e associazioni sportive associate alla L.N.D. sono riconosciuti tutti i diritti di cui al presente Statuto, al Regolamento della L.N.D., alle Norme procedurali per le Assemblee della L.N.D., nonch quelli derivanti dallo Statuto e dalle Norme Organizzative InternedellaF.I.G.C.,dal Codicedi GiustiziaSportivaedaognialtra disposizioneregolamentare. 2 Le societ e le associazioni sportive associate alla L.N.D. sono tenute al rispetto di quanto previsto nel presente Statuto, nel RegolamentodellaL.N.D.,nelleNormeproceduraliperleAssemblee della L.N.D., nonch allosservanza dello Statuto e delle Norme OrganizzativeInternedellaF.I.G.C.,delCodicediGiustiziaSportivae diognialtradisposizioneregolamentare. 3 I diritti e gli obblighi delle societ e delle associazioni sportive associate alla L.N.D. vengono esercitati secondo i Principi generali dettati dal C.O.N.I. e dalla F.I.G.C., in particolare nel rispetto del principiodidemocraziainterna. 4 Ciascuna societ od associazione sportiva associata titolare di

Art.6 Dirittieobblighidelleassociate

Invariato

Pagina5

egualidirittinelrapportoassociativoconlaL.N.D.enonpu,inalcun caso,chiedereladivisionedelpatrimonio,nerivendicaredirittisullo stesso.

Art.7 Carichesociali
Per poter essere eletti o rieletti nelle cariche sociali della L.N.D., necessario essere in possesso dei requisiti e non trovarsi nelle situazioni di incompatibilit previsti dallarticolo 26 dello Statuto della F.I.G.C. e del corrispondente articolo inserito nelle Norme proceduraliperleAssembleedellaL.N.D..

Art.7 CaricheL.N.D.sociali
Per poter essere eletti o rieletti nelle cariche sociali della L.N.D., necessario essere in possesso dei requisiti e non trovarsi nelle situazionidiincompatibilitprevistidallarticolo26dalloStatutodella F.I.G.C. e dai corrispondenti articoli inseriti nelle dalle Norme proceduraliperleAssembleedellaL.N.D..

Art.8 Gliorgani
1SonoorganidellaL.N.D.: a)LAssemblea; b)IlPresidente; c)IlVicePresidenteVicario; d)IVicePresidenti; e)IlConsigliodiPresidenza; f)IlConsiglioDirettivo;

Art.8 Gliorgani

Invariato

Pagina6

g)IlCollegiodeiRevisori. 2PerquantonondispostoinquestoStatutocircailfunzionamento, leattribuzionielemodalitproceduralielettiveediorganizzazionedi detti organi si fa rinvio al Regolamento della L.N.D. ed alle Norme ProceduralidelleAssembleedellaL.N.D.,nonchalleN.O.I.F.eallo StatutodellaF.I.G.C.

Art.9 LAssemblea
1 LAssemblea lorgano deliberativo sovrano della L.N.D.; rappresenta tutte le societ ed associazioni sportive associate, che sonoobbligatealrispettodellesuedeliberazioni,preseinconformit alloStatutoFederaleeallaLegge. 2 LAssemblea si compone di delegati eletti nel rispetto delluguaglianza e dei principi di democrazia interna per un quadriennio dalle societ e dalle associazioni sportive associate alla L.N.D.,secondoleNormeproceduraliperleAssembleedellaL.N.D. da essa predisposte e sottoposte alla F.I.G.C. per il parere di conformit. 3LAssembleadellaL.N.D.convocatadalPresidentedellaL.N.D.: a)inviaordinariaelettivaallafinediogniquadriennioolimpico; b) in via amministrativa, alla fine di ogni stagione sportiva, per lapprovazionedelbilanciodiesercizioannualenonchperlesamee ladiscussionedellarelazionedelPresidentediLegaedelCollegiodei RevisorideiConti; c)inviastraordinariaquandoricorranogravicircostanzeoquandone facciano richiesta scritta e motivata almeno i due terzi dei

Art.9 LAssemblea
1 LAssemblea lorgano deliberativo sovrano della L.N.D.; rappresenta tutte le societ ed associazioni sportive associate, che sonoobbligatealrispettodellesuedeliberazioni,presein conformit alloStatutoFederaleeallaLegge. 2 LAssemblea si compone di delegati eletti nel rispetto delluguaglianza e dei principi di democrazia interna per un quadriennio dalle societ e dalle associazioni sportive associate alla L.N.D., secondo le Norme procedurali per le Assemblee della L.N.D. da essa predisposte e sottoposte alla F.I.G.C. per il parere di conformit. 3LAssembleadellaL.N.D.convocatadalPresidentedellaL.N.D.: a)inviaordinariaelettivaallafinediogniquadriennioolimpico; b) in via amministrativa, alla fine di ogni stagione sportiva, per lapprovazionedelbilanciodiesercizioannualenonchperlesameela discussione della relazione del Presidente di Lega e del Collegio dei RevisorideiConti; c)b)inviastraordinariaquandoricorranogravicircostanzeoquando ne facciano richiesta scritta e motivata almeno i due terzi dei componenti il Consiglio Direttivo della L.N.D. aventi diritto di voto o i Pagina7

componentiilConsiglioDirettivodellaL.N.D.aventidirittodivotooi dueterzideiDelegatiAssembleariEffettividellaL.N.D.,aventidiritto divoto. La convocazione delle Assemblee effettuata con Comunicato Ufficiale pubblicato non meno di 15 giorni prima della data fissata perlestesse. 4LAssembleavalidamentecostituita,inprimaconvocazione,con lapresenzadeiDelegatirappresentantialmenolametpiunodelle Societ aventi diritto al voto; in seconda convocazione con la presenza dei Delegati che rappresentino almeno un terzo delle Societ aventi diritto al voto. Le deliberazioni dellAssemblea, ove non diversamente stabilito dallo Statuto della F.I.G.C., dal presente Statuto e dalle Norme Procedurali per le Assemblee della L.N.D., sonoadottateconlamaggioranzadeivotideiDelegatipresenti. 5LAssembleadiretta,inpienaindipendenzaeautonomia,daun PresidentenominatodaiDelegatipresenti.

dueterzideiDelegatiAssembleariEffettividellaL.N.D.,aventidirittodi voto. LaconvocazionedelleAssembleeeffettuataconComunicatoUfficiale pubblicato non meno di 15 10 giorni prima della data fissata per le stesse. 4LAssembleavalidamentecostituita,inprimaconvocazione,con la presenza dei Delegati rappresentanti almeno la met pi uno delle Societaventidirittoalvoto;insecondaconvocazioneconlapresenza dei Delegati che rappresentino almeno un terzo delle Societ aventi dirittoalvoto.LedeliberazionidellAssemblea,ovenondiversamente stabilito dallo Statuto della F.I.G.C., dal presente Statuto e dalle NormeProceduraliperleAssembleedellaL.N.D.,sonoadottatecon lamaggioranzadeivotideiDelegatipresenti. 5 LAssemblea diretta, in piena indipendenza e autonomia, da un PresidentenominatodaiDelegatipresenti.

Art.10 PoteriefunzionidellAssemblea
1LAssembleadellaL.N.D.eleggeperilquadriennioolimpico: a)ilPresidentedellaL.N.D.; b)ilVicePresidenteVicariodellaL.N.D.; c) i Vice Presidenti della L.N.D. in ragione di un Vice Presidente per ciascuna delle tre aree territoriali Nord, Centro, Sud di Pagina8

Art.10 PoteriefunzionidellAssemblea
1LAssembleadellaL.N.D.eleggeperilquadriennioolimpico: a)ilPresidentedellaL.N.D.; b)ilVicePresidenteVicariodellaL.N.D.; c) i Vice Presidenti della L.N.D. in ragione di un Vice Presidente per ciascuna delle tre aree territoriali Nord, Centro, Sud di

appartenenza; d)iConsiglieriFederaliinrappresentanzadellaL.N.D.; e) i Componenti Effettivi e Supplenti del Collegio dei Revisori dei ContidellaL.N.D. 2LAssembleadellaL.N.D.designa: a)ilcandidatodellaL.N.D.allacaricadiPresidenteFederale; b)ilcandidatodellaL.N.D.allacaricadiVicePresidenteFederale; c) il candidato della L.N.D. alla carica di Presidente della Corte Federale; d) i candidati della L.N.D. alle cariche di componenti Effettivi e Supplenti,delCollegiodeiRevisorideiContidellaF.I.G.C. 3 LAssemblea prende atto, su indicazione della Presidenza dellAssemblea, dei risultati ottenuti nelle Assemblee dei Comitati e delleDivisionidellaL.N.D.,nonchnellambitodelSettoreGiovanile eScolastico,relativiallelezionedeiDelegatiassembleari; 4LAssembleaapprovailbilanciodiesercizioannualeediscutela relazione del Presidente della L.N.D. e del Collegio dei Revisori dei Conti. 5 LAssemblea delibera su tutti gli altri argomenti attinenti allo scopo associativo e sottoposti al suo esame dal Presidente della L.N.D.

appartenenza; d)iConsiglieriFederaliinrappresentanzadellaL.N.D.; e)iComponentiEffettivieSupplentidelCollegiodeiRevisorideiConti dellaL.N.D. 2LAssembleadellaL.N.D.designa: a)ilcandidatodellaL.N.D.allacaricadiPresidenteFederale; b)ilcandidatodellaL.N.D.allacaricadiVicePresidenteFederale; c)ilcandidatodellaL.N.D.allacaricadiPresidentedellaCorteFederale; d) a) i candidati della L.N.D. alle cariche di componenti Effettivi e Supplenti,delCollegiodeiRevisorideiContidellaF.I.G.C. 3 LAssemblea prende atto, su indicazione della Presidenza dellAssemblea, dei risultati ottenuti nelle Assemblee dei Comitati e delleDivisionidellaL.N.D.,nonchnellambitodelSettoreGiovanilee Scolastico,relativiallelezionedeiDelegatiassembleari; 4 LAssemblea approva il bilancio di esercizio annuale e discute la relazione del Presidente della L.N.D. e del Collegio dei Revisori dei Conti. 5 4 LAssemblea delibera su tutti gli altri argomenti attinenti allo scopoassociativoesottopostialsuoesamedalPresidentedellaL.N.D.

Art.11 IlPresidente
Pagina9

Art.11 IlPresidente

1 Il Presidente assicura la gestione sportiva, organizzativa e amministrativa della L.N.D., adottando i provvedimenti relativi, in baseagliindirizzigeneralifissatidalConsiglioDirettivoedinbasealle eventualidelegheinmateriaamministrativaconferitedalConsigliodi Presidenza,purchnonspecificatamenteattribuitiadaltriorgani. 2 Il Presidente nomina il Segretario Generale, il Segretario AmministrativoeleventualeViceSegretariodellaL.N.D. 3IlPresidentelorganodiriferimentoneirapporticonlaF.I.G.C.e vigila sul funzionamento degli Uffici, sullosservanza delle deliberazioni adottate dal Consiglio di Presidenza e dal Consiglio DirettivoesullattivitsvoltadaiComitatiedalleDivisioni,sentitoil Consiglio di Presidenza, disponendo accertamenti e verifiche di naturatecnicosportivaedamministrativa. 4 Il Presidente adotta, per particolari e urgenti motivi e sotto la propria responsabilit, sentito il Vice Presidente Vicario e informati glialtriVicePresidenti,iprovvedimentidiordinariaamministrazione necessari per la gestione della Lega di competenza del Consiglio di Presidenza, sottoponendoli alla ratifica dello stesso nella prima riunioneutile. 5 Il Presidente cura altres lattribuzione di ogni altra attivit demandatadallaF.I.G.C.

1 Il Presidente assicura la gestione sportiva, organizzativa e amministrativadellaL.N.D.,adottandoiprovvedimentirelativi,inbase agli indirizzi generali fissati dal Consiglio Direttivo ed in base alle eventuali deleghe in materia amministrativa conferite dal Consiglio di Presidenza,purchnonspecificatamenteattribuitiadaltriorgani. 2 Il Presidente nomina il Segretario Generale, il Segretario Amministrativo, e leventuale il ViceSegretario e il ViceSegretario AmministrativodellaL.N.D. 3IlPresidentelorganodiriferimentoneirapporticonlaF.I.G.C.e vigilasulfunzionamentodegliUffici,sullosservanzadelledeliberazioni adottate dal Consiglio di Presidenza e dal Consiglio Direttivo e sullattivit svolta dai Comitati, e dalle Divisioni, dai Dipartimenti e dalle Delegazioni, sentito il Consiglio di Presidenza, disponendo accertamentieverifichedinaturatecnicosportivaedamministrativa. 4 Il Presidente adotta, per particolari e urgenti motivi e sotto la propriaresponsabilit,sentitoilVicePresidenteVicarioeinformatigli altri Vice Presidenti, i provvedimenti di ordinaria amministrazione necessari per la gestione della Lega di competenza del Consiglio di Presidenza, sottoponendoli alla ratifica dello stesso nella prima riunioneutile. 5 Il Presidente cura altres lattribuzione di ogni altra attivit demandatadallaF.I.G.C.

Pagina10

Art.12 IlVicePresidenteVicarioeiVicePresidenti
1IlVicePresidenteVicariosvolgelefunzionidelPresidenteincaso di suo impedimento od assenza temporanei, oltre a svolgere ordinariamente compiti, mansioni e funzioni a lui delegate dal Presidente. 2 IVicePresidentiespletano,anchesingolarmente,lefunzioni di reggenza in caso di mancanza od impedimento temporanei del Vice Presidente Vicario oltre a svolgere ordinariamente compiti, mansioniefunzionialorodelegatedalPresidente.

Art.12 IlVicePresidenteVicarioeiVicePresidenti Invariato

Art.13 IlConsigliodiPresidenza
1 Il Consiglio di Presidenza composto dal Presidente, dal Vice Presidente Vicario, dai Vice Presidenti della L.N.D., nonch da un Componente in rappresentanza del Comitato Interregionale e delle DivisioniCalcioFemminileeCalcioaCinque,sceltotraimembridei rispettivi Consigli Direttivi e nominato annualmente dal Presidente della L.N.D. Il Consiglio di Presidenza attende alla conduzione operativa della L.N.D., per garantirne il normale funzionamento secondogliindirizzigeneralifissatidalConsiglioDirettivo,mediante l'adozione dei provvedimenti relativi alle questioni tecnicosportive sottoposte dal Presidente della L.N.D. e mediante la deliberazione degli impegni di spesa, con facolt di delega al Presidente ed al Segretario Generale e al Segretario Amministrativo. II Consiglio di Presidenza predispone inoltre il piano economico per obiettivi nonch il bilancio di esercizio con l'osservanza delle prescrizioni del

Art.13 IlConsigliodiPresidenza
1 Il Consiglio di Presidenza composto dal Presidente, dal Vice Presidente Vicario e dai Vice Presidenti della L.N.D.. nonch da un Componente in rappresentanza del Comitato Interregionale e delle Divisioni Calcio Femminile e Calcio a Cinque, scelto tra i membri dei rispettivi Consigli Direttivi e nominato annualmente dal Presidente dellaL.N.D.AlleriunionipartecipanoancheicomponentidelCollegio dei Revisori dei Conti, nelle ipotesi relative alla predisposizione del piano economico per obiettivi, nonch del bilancio desercizio ed a quelle in cui sono assunte deliberazioni comunque implicanti spese. IntuttelealtreriunionideveesserecomunqueinvitatoilPresidente del Collegio dei Revisori dei Conti. Il Consiglio di Presidenza attende alla conduzione operativa della L.N.D., per garantirne il normale funzionamento secondo gli indirizzi generali fissati dal Consiglio Direttivo,mediantel'adozionedeiprovvedimentirelativiallequestioni Pagina11

RegolamentodiamministrazioneecontabilitdellaL.N.D..Ilbilancio di esercizio sottoposto alla successiva approvazione da parte dellAssembleaAmministrativaannualedellaL.N.D. IlConsigliodiPresidenzaproponealPresidentedellaF.I.G.C., perla nomina di sua competenza, i Dirigenti non elettivi; decide inappellabilmente sui reclami proposti dalle societ avverso le decisioni impugnabili dei Comitati e delle Divisioni relativamente a questioni di carattere organizzativo; indice Tornei ed altre manifestazioniacaratterenazionaleedinternazionale.IIConsigliodi Presidenza adempie, infine, a tutte le altre incombenze ad esso devolutedalRegolamentodellaL.N.D.

tecnicosportive sottoposte dal Presidente della L.N.D. e mediante la deliberazione degli impegni di spesa, con facolt di delega al Presidente, al Segretario Generale e al Segretario Amministrativo. II Consiglio di Presidenza predispone inoltre il piano economico per obiettivi nonch il bilancio di esercizio con l'osservanza delle prescrizioni del Regolamento di amministrazione e contabilit della L.N.D..Ilbilanciodieserciziosottopostoallasuccessivaapprovazione dapartedellAssembleaAmministrativaannualedellaL.N.D.daparte delConsiglioDirettivodellaL.N.D. Il Consiglio di Presidenza propone al Presidente della F.I.G.C., per la nomina di sua competenza, i Dirigenti non elettivi; decide inappellabilmente sui reclami proposti dalle societ avverso le decisioni impugnabili dei Comitati e delle Divisioni relativamente a questioni di carattere organizzativo; indice Tornei ed altre manifestazioni a carattere nazionale ed internazionale. II Consiglio di Presidenza adempie, infine, a tutte le altre incombenze ad esso devolute dal Regolamento della L.N.D. In caso di parit dei voti prevaleilvotodelPresidentedellaL.N.D.. 2 Per motivi di urgenza il Consiglio di Presidenza ha facolt di adottare e rendere immediatamente esecutivi i provvedimenti di ordinaria amministrazione di competenza del Consiglio Direttivo, alla cuiratificaessidevonoesseresottopostinellaprimariunioneutile.


2 Per motivi di urgenza il Consiglio di Presidenza ha facolt di adottare e rendere immediatamente esecutivi i provvedimenti di ordinariaamministrazionedicompetenzadelConsiglio Direttivo,alla cuiratificaessidevonoesseresottopostinellaprimariunioneutile.

Pagina12

Art.14 IlConsiglioDirettivo
1 Il Consiglio Direttivo composto dai membri del Consiglio di Presidenza e dai Presidenti dei Comitati Regionali, del Comitato InterregionaleedelleDivisioni. 2 Alle riunioni partecipano, senza diritto di voto, i Consiglieri Federali eletti in rappresentanza della L.N.D., il Presidente ed i componenti effettivi del Collegio dei Revisori della L.N.D. Possono essere invitati il Presidente Delegato al Settore per lAttivit Giovanile e Scolastica e altri Dirigenti Federali in relazione ai loro specificiincarichieallematerieposteallordinedelgiorno. 3IIConsiglioDirettivosiriuniscealmenoogniduemesi.Nell'avviso diconvocazionedeveesserespecificatol'ordinedelgiorno. 4IIConsiglioDirettivo: a)esercita la funzione normativa nell'ambito dell'ordinamento interno della L.N.D. e fissa gli indirizzi generali tecnicosportivi ed amministrativi dell'attivit svolta dalla stessa, dai Comitati e dalle Divisioni; b)delibera con i pi ampi poteri gli atti di straordinaria amministrazione, con la maggioranza dei due terzi dei componenti aventidirittodivoto;
1

Art.14 IlConsiglioDirettivo

1 Il Consiglio Direttivo composto dai membri del Consiglio di Presidenza e dai Presidenti dei Comitati Regionali, dai Presidenti dei ComitatiProvincialiAutonomidiTrentoeBolzano1edelleDivisioni. 2 Alleriunionipartecipano,senzadirittodivoto,iConsiglieriFederali eletti in rappresentanza della L.N.D., il Presidente ed i componenti effettividelCollegiodeiRevisorideiContidellaL.N.D.Possonoessere invitati il Presidente Delegato al Settore per lAttivit Giovanile e ScolasticaealtriDirigentiFederaliinrelazioneailorospecificiincarichi eallematerieposteallordinedelgiorno. 3IIConsiglioDirettivosiriuniscealmenoogniduemesi.Nell'avvisodi convocazionedeveesserespecificatol'ordinedelgiorno. 4IIConsiglioDirettivo: a)esercitalafunzionenormativanell'ambitodell'ordinamentointerno della L.N.D. e fissa gli indirizzi generali tecnicosportivi ed amministrativi dell'attivit svolta dalla stessa, dai Comitati, e dalle Divisioni,daiDipartimentiedalleDelegazioni; b)delibera con i pi ampi poteri gli atti di straordinaria amministrazione, con la maggioranza dei due terzi dei componenti aventidirittodivoto;

Apartiredal1luglio2012

Pagina13

c)approvailpianoeconomicoperobiettivi; d) emana il Regolamento di amministrazione e contabilit della L.N.D.,deiComitatiedelleDivisioni,nonchognialtroregolamento interno; e) ratifica le nomine del Segretario Generale, del Segretario Amministrativo ed eventualmente del Vice Segretario della L.N.D., fattedalPresidentedellaL.N.D.; f) costituisce commissioni e gruppi di lavoro, determinandone i compitienominandoneicomponenti; g)proponealConsiglioFederale,incasodinecessit,loscioglimento deiConsigli Direttividei ComitatiedelleDivisioni elanomina diun Commissario Straordinario, stabilendo i termini per la convocazione dell'Assemblea; h)proponealConsiglioFederale,perl'approvazione,ilRegolamento dellaL.N.D.

c)approvailpianoeconomicoperobiettivi; d)emanailRegolamentodiamministrazioneecontabilitdellaL.N.D., deiComitatiedelleDivisioni,nonchognialtroregolamentointerno; e) ratifica le nomine del Segretario Generale, del Segretario Amministrativo, ed eventualmente del Vice Segretario e del Vice Segretario Amministrativo della L.N.D., fatte dal Presidente della L.N.D.; f) approva le nomine annuali relative alla composizione delle DelegazioniProvinciali,DistrettualieZonalidellaL.N.D.,propostedai ConsigliDirettivideiComitatiRegionali; f) g) costituisce commissioni e gruppi di lavoro, determinandone i compitienominandoneicomponenti; g) h) propone al Consiglio Federale, in caso di necessit, lo scioglimento dei Consigli Direttivi dei Comitati e delle Divisioni e la nomina di un Commissario Straordinario, stabilendo i termini per la convocazione dell'Assemblea; In caso di necessit, delibera lo scioglimento dei Consigli Direttivi dei Comitati e delle Divisioni e la nomina di un Commissario Straordinario, stabilendo i termini per la convocazione dellAssemblea dandone comunicazione alla F.I.G.C.. Qualora il predetto commissariamento determinasse la decadenza dalla carica di soggetti che sono anche componenti del Consiglio Federale,ilrelativoprovvedimentospieghereffettisoltantodopola ratificadapartedelConsiglioFederale; h)i)proponealConsiglioFederale,perl'approvazione,ilRegolamento

Pagina14

dellaL.N.D.; l) assolve a tutte le altre funzioni previste dal Regolamento della L.N.D., dal Regolamento Elettorale della L.N.D. e dal Regolamento AmministrativoeContabiledellaL.N.D. m)approvailbilanciodellaL.N.D.,corredatodalpareredelCollegio deiRevisorideiConti.

Art.15 IlCollegiodeiRevisori
1 II controllo sull'attivit economicofinanziaria della L.N.D. esercitato dal Collegio dei Revisori, composto da tre Componenti effettiviedaduesupplentielettidall'Assembleaperladuratadiun quadriennio olimpico. I Revisori sono rieleggibili e devono essere sceltifragliiscrittinelRegistrodeiRevisoriContabiliistituitopressoil Ministero di Grazia e Giustizia. eletto Presidente del Collegio il candidatochehariportatolamaggioranzadeivotivalidiespressi. 2 In caso di cessazione, durante il quadriennio, dalla carica di Revisorieffettivi,subentranoisupplentiinordinedigraduatoriadei voti attribuiti o, a parit di voti, il membro supplente con maggiore anzianit federale; essi restano in carica fino alla successiva Assemblea.

Art.15 IlCollegiodeiRevisorideiConti
1 II controllo sull'attivit economicofinanziaria della L.N.D. esercitato dal Collegio dei Revisori dei Conti, composto da tre Componenti effettivi e da due supplenti eletti dall'Assemblea per la duratadiunquadriennioolimpico.IRevisorideiContisonorieleggibili edevonoesseresceltifragliiscrittinelRegistrodeiRevisoriContabili istituitopressoilMinisterodiGraziaeGiustizia.elettoPresidentedel Collegio il candidato che ha riportato la maggioranza dei voti validi espressi. 2 In caso di cessazione, durante il quadriennio, dalla carica di Revisori dei Conti effettivi, subentrano i supplenti in ordine di graduatoria dei voti attribuiti o, a parit di voti, il membro supplente conmaggioreanzianitfederaleo,incasodiparianzianitfederale,il pi anziano di et; essi restano in carica fino alla successiva Assemblea. Pagina15

Art.16 Articolazione
1PerlosvolgimentodeipropricompitiistituzionalilaLega: siarticolafunzionalmentein: a) Comitati Regionali, Comitati Provinciali e Comitati Provinciali AutonomidiTrentoeBolzano; b)ComitatoInterregionale; b)ComitatoInterregionale; inquadra: inquadra: c)DivisioneCalcioFemminile;

Art.16 Articolazione
1PerlosvolgimentodeipropricompitiistituzionalilaLega: siarticolafunzionalmentein: a) Comitati Regionali, Comitati Provinciali e Comitati Provinciali Autonomi di Trento e Bolzano equiparati ai Comitati Regionali, DipartimentieDelegazioni;

c)b)DivisioneCalcioFemminile; d)DivisioneCalcioaCinque. d)c)DivisioneCalcioaCinque.

Art.17 ComitatiRegionali
1 I Comitati Regionali inquadrano le societ e le associazioni sportive partecipanti ai Campionati a carattere regionale e provinciale nellambito delle rispettive aree territoriali. I Comitati Provinciali costituiscono, nei territori di competenza, larticolazione perifericadeiComitatiRegionali,attuandoneledisposizioni.

Art.17 ComitatiRegionali
1IComitatiRegionaliinquadranolesocieteleassociazionisportive partecipanti ai Campionati a carattere regionale e provinciale nellambitodellerispettiveareeterritoriali.Le DelegazioniProvinciali e Distrettuali I Comitati Provinciali costituiscono, nei territori di competenza, larticolazione periferica dei Comitati Regionali, attuandoneledisposizioni.PossonoessereistituiteancheDelegazioni Zonali,conformementeaquantoprevistodalRegolamentodellaLega Pagina16

2IComitatiRegionalihannosedenellacittcapoluogodiRegione. 3SonoOrganideiComitatiRegionali:

NazionaleDilettanti. 2 I Comitati Regionali hanno sede nella citt capoluogo di Regione, salvoderogheconcessedalConsiglioDirettivodellaL.N.D. 3SonoOrganideiComitatiRegionali:

a)lAssemblea; a)lAssemblea; b)ilPresidenteedilVicePresidente; b)ilPresidenteedilVicePresidente; c)ilConsigliodiPresidenza; c)ilConsigliodiPresidenza; d)ilConsiglioDirettivo; d)ilConsiglioDirettivo; e)ilCollegiodeiRevisori; e)ilCollegiodeiRevisorideiConti; f)laConsulta. f)laConsulta. 4Ilfunzionamento,leattribuzionielemodalitproceduralielettive ediorganizzazionedidettiorganivengonostabilitidalRegolamento dellaL.N.D.edalleNormeProceduralidelleAssembleedellaL.N.D., inconformitconloStatutofederaleeconilprincipiodidemocrazia interna. 5 I Comitati Provinciali Autonomi di Trento e Bolzano sono equiparatiaiComitatiRegionali. 4 Ilfunzionamento,leattribuzionielemodalitproceduralielettiveedi organizzazionedidettiorganivengono stabilitidal Regolamento della L.N.D. e dalle Norme Procedurali delle Assemblee della L.N.D., in conformit con lo Statuto federale e con il principio di democrazia interna. IComitatiProvincialiAutonomidiTrentoeBolzanosonoequiparatiai ComitatiRegionali.

Art.18 ComitatoInterregionale
1 Il Comitato Interregionale, che ha sede in Roma,

Art.18 ComitatoInterregionale
1IlComitatoInterregionale,chehasedeinRoma,unarticolazione funzionale della L.N.D. e inquadra le societ e le associazioni sportive Pagina17

unarticolazione funzionale della L.N.D. e inquadra le societ e le associazionisportivepartecipantialCampionatoNazionaleSerieD.Il Comitatodotatodiautonomiaamministrativaegestionale. 2SonoOrganidelComitatoInterregionale:

partecipanti al Campionato Nazionale Serie D. Il Comitato dotato di autonomiaamministrativaegestionale. 2SonoOrganidelComitatoInterregionale: a)lAssemblea;

a)lAssemblea; b)ilPresidenteedilVicePresidente; b)ilPresidenteedilVicePresidente; c)ilConsigliodiPresidenza; c)ilConsigliodiPresidenza; d) ilConsiglioDirettivo; d) ilConsiglioDirettivo; e) ilCollegiodeiRevisori; e) ilCollegiodeiRevisori; f) f) laConsulta. 3 Il funzionamento, le attribuzioni e le modalit procedurali elettive e di organizzazione di detti organi vengono stabiliti dal Regolamento della L.N.D. e dalle Norme Procedurali delle AssembleedellaL.N.D.,inconformitconloStatutofederaleeconil principiodidemocraziainterna. 3Ilfunzionamento,leattribuzionielemodalitproceduralielettivee di organizzazione di detti organi vengono stabiliti dal Regolamento dellaL.N.D.edalleNormeProceduralidelleAssembleedellaL.N.D., in conformit con lo Statuto federale e con il principio di democrazia interna. laConsulta.

Art.19 DivisioneCalcioFemminile
1 Nella L.N.D. inquadrata la Divisione Calcio Femminile, che ha sede in Roma, di cui la L.N.D. si avvale per la promozione e lorganizzazionedellattivitagonisticanazionaledicalciofemminile.

Art.19Art.18 DivisioneCalcioFemminile
1NellaL.N.D.inquadratalaDivisioneCalcioFemminile,chehasede inRoma,dicuilaL.N.D.siavvaleperlapromozioneelorganizzazione dellattivit agonistica nazionale di calcio femminile. La Divisione dotata di autonomia amministrativa e gestionale. La Divisione formata dalle Societ disputanti i Campionati Nazionali e dai Pagina18

LaDivisionedotatadiautonomiaamministrativaegestionale. 2SonoOrganidellaDivisione: a)lAssemblea; b)ilPresidenteedilVicePresidente; c)ilConsigliodiPresidenza; d)ilConsiglioDirettivo; e)ilCollegiodeiRevisori; f)laConsulta; g)laConferenzaNazionaledeiDelegatiRegionali. 3Ilfunzionamento,leattribuzionielemodalitproceduralielettive ediorganizzazionedidettiorganivengonostabilitidalRegolamento dellaL.N.D.edalleNormeProceduralidelleAssembleedellaL.N.D., inconformitconloStatutofederaleeconilprincipiodidemocrazia interna.

ResponsabiliRegionali. 2SonoOrganidellaDivisione: a)lAssemblea; b)ilPresidenteedilVicePresidente; c)ilConsigliodiPresidenza; d)ilConsiglioDirettivo; e)ilCollegiodeiRevisorideiConti; f)laConsulta; g)laConferenzaNazionaledeiDelegatiResponsabiliRegionali. 3Ilfunzionamento,leattribuzionielemodalitproceduralielettivee di organizzazione di detti organi vengono stabiliti dal Regolamento dellaL.N.D.edalleNormeProceduralidelleAssembleedellaL.N.D., in conformit con lo Statuto federale e con il principio di democrazia interna.

Art.20 DivisioneCalcioaCinque
1NellaL.N.D.inquadratalaDivisioneCalcioaCinque,chehasede

Art.2019 DivisioneCalcioaCinque
1NellaL.N.D.inquadratalaDivisioneCalcioaCinque,chehasedein Roma, di cui la L.N.D. si avvale per la promozione e lorganizzazione Pagina19

in Roma, di cui la L.N.D. si avvale per la promozione e lorganizzazione dellattivit agonistica nazionale di calcio a cinque. LaDivisionedotatadiautonomiaamministrativaegestionale. 2SonoOrganidellaDivisioneCalcioaCinque:

dellattivit agonistica nazionale di calcio a cinque. La Divisione dotata di autonomia amministrativa e gestionale. La Divisione formata dalle Societ disputanti i Campionati Nazionali e dai ResponsabiliRegionali. 2 SonoOrganidellaDivisioneCalcioaCinque:

a)lAssemblea; a)lAssemblea; b)ilPresidenteedilVicePresidente; b)ilPresidenteedilVicePresidente; c) ilConsigliodiPresidenza; c)ilConsigliodiPresidenza; d) ilConsiglioDirettivo; d)ilConsiglioDirettivo; e) ilCollegiodeiRevisori; e)ilCollegiodeiRevisorideiConti; f) laConsulta; f)laConsulta; g) laConferenzaNazionaledeiDelegatiRegionali. g)laConferenzaNazionaledeiDelegatiResponsabiliRegionali. 3Ilfunzionamento,leattribuzionielemodalitproceduralielettive ediorganizzazionedidettiorganivengonostabilitidalRegolamento dellaL.N.D.edalleNormeProceduralidelleAssembleedellaL.N.D., inconformitconloStatutofederaleeconilprincipiodidemocrazia interna. 3Ilfunzionamento,leattribuzionielemodalitproceduralielettivee di organizzazione di detti organi vengono stabiliti dal Regolamento dellaL.N.D.edalleNormeProceduralidelleAssembleedellaL.N.D., in conformit con lo Statuto federale e con il principio di democrazia interna.

NUOVOArt.18Art.20 ComitatoDipartimentoInterregionale
Presso la Lega Nazionale Dilettanti istituito il Dipartimento Pagina20

Interregionale, competente per lorganizzazione delle seguenti attivitagonistiche: CampionatoNazionaleSerieD; CampionatoNazionaleJuniores; CoppaItaliaSerieD; nonch, previa autorizzazione del Presidente della L.N.D., ogni altra manifestazionediinteressedelDipartimento. IlDipartimentoSerieDdipendedalPresidentedellaL.N.D.odasuo delegatosceltofratuttiiVicePresidentidellaL.N.D.Perlagestione dellattivit agonistica, il Presidente o suo delegato si avvale del Consiglio del Dipartimento, composto dai rappresentanti delle Societ facenti parte del Campionato Nazionale Serie D, eletti nel rispetto dei principi di democrazia, con modalit indicate dal Presidente della LND, in ragione di tre per ciascuna delle aree geografichedellaL.N.D.(NordCentroSud).IlPresidentenomina un proprio Coordinatorereferente tra i nove rappresentanti delle Societ,supropostadeglistessi.

NUOVOArt.21 DipartimentoBeachSoccer
1.PressolaLegaNazionaleDilettantiistituitoilDipartimentoBeach Soccer, cui compete lorganizzazione dellattivit nazionale di Beach Pagina21

Art.21 Gestioneeconomicaefinanziaria
1 La L.N.D. svolge la propria attivit economica e finanziaria con autonomiagestionaleedibilancio,sottoilcontrollodelCollegiodei RevisorinonchdellaF.I.G.C.perquantoprevistoallart.24,comma 3,lett.f),delloStatutofederale. 2 Il bilancio desercizio annuale, predisposto dal Consiglio di Presidenza,approvatodallAssembleaamministrativadellaL.N.D. 3LaL.N.D.adottacriteriamministrativiecontabilicheassicuranola chiarezzaelordinatatenutadeiconti,nonchlacorrispondenzadei bilanci di esercizio annuale alle risultanze dei libri e delle scritture,

Soccer(Calcioinspiaggia). 2.IlDipartimentoBeachSoccercompostodauncoordinatoreeda unnumerodicomponentivariantedacinqueasette. 3. Per lorganizzazione dellattivit a carattere nazionale, il Dipartimento Beach Soccer pu avvalersi della collaborazione dei ComitatiRegionali.

Art.2122 Gestioneeconomicaefinanziaria
1 La L.N.D. svolge la propria attivit economica e finanziaria con autonomia gestionale e di bilancio, sotto il controllo del Collegio dei RevisorinonchdellaF.I.G.C.perquantoprevistoallart.24,comma3, lett. f), dello Statuto federale, nei limiti di quanto previsto dallo Statutofederale. 2 Il bilancio desercizio annuale, predisposto dal Consiglio di Presidenza,approvatodallAssembleaamministrativadellaL.N.D.dal Consiglio Direttivo della L.N.D.. Nel caso di parere negativo del CollegiodeiRevisorideiConti,deve,senzaindugio,essereconvocata lAssemblea Straordinaria per deliberare sullapprovazione del Bilancio. 3LaL.N.D.adottacriteriamministrativiecontabilicheassicuranola chiarezza e lordinata tenuta dei conti, nonch la corrispondenza dei bilanci di esercizio annuale alle risultanze dei libri e delle scritture, Pagina22

secondolenormedilegge. 4fattodivietodidistribuire,ancheinmodoindiretto,gliavanzidi esercizioeriserve,salvocheladestinazioneoladistribuzionesiano impostedallalegge. 5 Le procedure deliberative ed organizzative relative alla gestione economica e finanziaria vengono disciplinate dal Regolamento di amministrazioneecontabilitdellaL.N.D. 6 Lesercizio finanziario ha la durata di un anno e coincide con la stagionesportiva,dal1luglioal30giugno.

secondolenormedilegge. 4fattodivietodidistribuire,ancheinmodoindiretto,gliavanzidi esercizio e riserve, salvo che la destinazione o la distribuzione siano impostedallalegge. 5 Le procedure deliberative ed organizzative relative alla gestione economica e finanziaria vengono disciplinate dal Regolamento di amministrazioneecontabilitdellaL.N.D. 6 Lesercizio finanziario ha la durata di un anno e coincide con la stagionesportiva,dal1luglioal30giugno.

Art.22 LeEntrate
1LeEntratedellaL.N.D.sonocostituiteda: a) le quote associative annue e i diritti di iscrizione ai Campionati e Tornei; b) eventualicontributiordinariestraordinaridelleAssociate;

Art.2223 LeEntrate
1LeEntratedellaL.N.D.sonocostituiteda: a) le quote associative annue e i diritti di iscrizione ai Campionati e Tornei; b)eventualicontributiordinariestraordinaridelleAssociate; c)eventualicontributiordinariestraordinaridelC.O.N.I.,dellaF.I.G.C., diEntipubblicioprivati; d)eventualiintroitidiattivitsportiveodialtreattivitconnesse; e)dirittiedammendeavariotitolo;

c) eventualicontributiordinariestraordinaridelC.O.N.I.,della F.I.G.C.,diEntipubblicioprivati; d)eventualiintroitidiattivitsportiveodialtreattivitconnesse; e)dirittiedammendeavariotitolo;

Pagina23

f)eventualiproventiderivantidallorganizzazionediattivitsportive e dallesercizio di attivit o dalla commercializzazione di diritti a questaprimaconnessi; g)entratepatrimonialieognialtraentrata.

f)eventualiproventiderivantidallorganizzazionediattivitsportivee dallesercizio di attivit o dalla commercializzazione di diritti a questa primaconnessi; g)entratepatrimonialieognialtraentrata.

Art.23 IlPatrimonio
1IlPatrimoniorappresentaimezzipropridellaL.N.D.ecomprende: a) il Fondo Comune, costituito dalle quote associative e di ammissione delle societ e associazioni sportive associate e da eventualicontributistraordinari; b) c) eventualiacquisizionimobiliarieimmobiliari; contributiditerzivincolati;

Art.2324 IlPatrimonio
1IlPatrimoniorappresentaimezzipropridellaL.N.D.ecomprende: a)ilFondoComune,costituitodallequoteassociativeediammissione dellesocieteassociazionisportiveassociateedaeventualicontributi straordinari; b)eventualiacquisizionimobiliarieimmobiliari; c)contributiditerzivincolati; d) fondi di riserva, previsti dal Regolamento di amministrazione e contabilitdellaL.N.D..; e)avanzoedisavanzodiesercizio; f) ogni altro accantonamento, provento, erogazione, lascito o devoluzionedibenidestinatiallaL.N.D. 2Sonofattesalvetuttelespecificazionirelativealpatrimonio,dicui alRegolamentodiamministrazioneecontabilitdellaL.N.D. 3 Per la gestione delle attivit economiche o del patrimonio

d) fondidiriserva,previstidalRegolamentodiamministrazionee contabilitdellaL.N.D..; e) avanzoedisavanzodiesercizio;

f) ogni altro accantonamento, provento, erogazione, lascito o devoluzionedibenidestinatiallaL.N.D. 2Sonofattesalvetuttelespecificazionirelativealpatrimonio,dicui alRegolamentodiamministrazioneecontabilitdellaL.N.D.

Pagina24

immobiliare, la L.N.D. pu avvalersi di Societ commerciali da essa controllate,icuiorganiamministrativiedicontrollosononominatisu designazionedelConsigliodiPresidenzadellaL.N.D.

Art.24 RevisionedelloStatuto
1IlpresenteStatutopuesseremodificatoesclusivamenteamezzo di apposita Assemblea straordinaria, da convocarsi 60 giorni prima della seduta, quando ne facciano richiesta almeno i due terzi dei ComponentidelConsiglioDirettivodellaL.N.D.aventidirittoalvoto. Talimodificherisulterannoapprovateconalmenotrequartideivoti deiDelegatidellaL.N.D.componentidellAssemblea. 2 Le nuove norme statutarie, deliberate dallAssemblea straordinaria, entrano in vigore dal giorno del rilascio del visto di conformitdapartedellaF.I.G.C.,aisensidellart.7,comma2,dello StatutoFederale.

Art.2425 RevisionedelloStatuto
1IlpresenteStatutopuesseremodificatoesclusivamenteamezzo di apposita Assemblea straordinaria, da convocarsi 60 giorni prima della seduta, quando ne facciano richiesta almeno i due terzi dei Componenti del Consiglio Direttivo della L.N.D. aventi diritto al voto. Tali modifiche risulteranno approvate con almeno tre quarti dei voti deiDelegatidellaL.N.D.componentidellAssemblea. 2Lenuovenormestatutarie,deliberatedallAssembleastraordinaria, entrano in vigore dal giorno del rilascio del visto di conformit dellapprovazionedapartedellaF.I.G.C.,aisensidellart.7,comma2, delloStatutoFederale.

Art.25 Scioglimento
1 Lo scioglimento della L.N.D. deliberato dallunanimit dellAssemblea straordinaria su proposta unanime del Consiglio Direttivo della L.N.D. LAssemblea nomina uno o pi liquidatori, determinandoneipoterieicompensi.IlpatrimoniodellaL.N.D.,che residuaallesitodellaliquidazioneinqualsiasiipotesidiscioglimento, devolutoallaF.I.G.C.oadaltriorganismiindicatidallaF.I.G.C. 2 Possono chiedere la convocazione dellAssemblea Straordinaria

Art.2526 Scioglimento
1 Lo scioglimento della L.N.D. deliberato dallunanimit dellAssemblea straordinaria su proposta unanime del Consiglio Direttivo della L.N.D.. LAssemblea nomina uno o pi liquidatori, determinandone i poteri e i compensi. Il patrimonio della L.N.D., che residuaallesitodellaliquidazioneinqualsiasiipotesidiscioglimento, devolutoallaF.I.G.C.oadaltriorganismiindicatidallaF.I.G.C. 2PossonochiederelaconvocazionedellAssembleaStraordinariaper deliberare lo scioglimento della L.N.D. un numero di societ e Pagina25

per deliberare lo scioglimento della L.N.D. un numero di societ e associazioni sportive associate pari almeno ai quattro quinti del totaledellestesse. 3 LAssemblea Straordinaria convocata per lo scioglimento della L.N.D. validamente costituita e pu deliberare con la presenza di almenoiquattroquintideiDelegatiassembleari.

associazionisportiveassociateparialmenoaiquattroquintideltotale dellestesse. 3 LAssemblea Straordinaria convocata per lo scioglimento della L.N.D. validamente costituita e pu deliberare con la presenza di almenoiquattroquintideiDelegatiassembleari.

Art.26 Efficaciadeiprovvedimentifederali,diLega eclausolacompromissoria


1Inconformitconleprevisionidellart.27delloStatutofederale, lesocieteleassociazionisportiveassociateallaL.N.D.accettanola pienaedefinitivaefficaciadiqualsiasiprovvedimentoadottatodalla F.I.G.C.,daisuoiorganiosoggettidelegati,nellemateriecomunque riconducibili allo svolgimento dellattivit federale, nonch nelle relativevertenzedicaratteretecnico,disciplinareedeconomico. 2Lecontroversieperlequalinonsianoprevistiosianoesauritii gradi interni di giustizia federale possono essere devolute alla Camera di Conciliazione e Arbitrato dello Sport presso il C.O.N.I., secondo quanto stabilito dal richiamato articolo 27 dello Statuto federale

Art.2627 Efficaciadeiprovvedimentifederali,diLega eclausolacompromissoria


1. I tesserati, le societ affiliate e tutti i soggetti, organismi e loro componenti, che svolgono attivit di carattere agonistico, tecnico, organizzativo, decisionale o comunque rilevanti per lordinamento federale, hanno lobbligo di osservare lo Statuto della F.I.G.C., ogni altranormafederaleedegliorganismiinternazionaliacuilaF.I.G.C. affiliata, nonch il presente Statuto ed ogni norma regolamentare dellaL.N.D.. 2. I soggetti di cui al comma precedente, in ragione della loro appartenenzaallordinamentosettorialesportivoodeivincoliassunti con la costituzione del rapporto associativo, accettano la piena e definitiva efficacia di qualsiasi provvedimento adottato dalla FIGC, dalla Lega, dalla F.I.F.A., dalla U.E.F.A., dai suoi organi o soggetti delegati, nelle materie comunque riconducibili allo svolgimento dellattivit federale nonch nelle relative vertenze di carattere tecnico,disciplinareedeconomico. Pagina26

3.Lecontroversietraisoggettidicuialcomma1otraglistessiela F.I.G.C.olaLegaperlequalinonsianoprevistiosianoesauritiigradi interni di giustizia federale, sono devolute, su istanza della parte interessata, unicamente alla cognizione dellAlta Corte di Giustizia SportivaodelTribunaleNazionalediArbitratoperloSportpressoil C.O.N.I. secondo quanto disposto dai relativi regolamenti e dalle normefederali. NonsonosoggetteallacognizionedellAltaCortediGiustiziaSportiva presso il C.O.N.I. e del Tribunale Nazionale di Arbitrato per lo Sport presso il C.O.N.I. le controversie decise con lodo arbitrale in applicazione delle clausole compromissorie previste dagli accordi collettivi o di categoria o da regolamenti federali, le controversie di competenzadellaCommissionevertenzeeconomiche,lecontroversie decise in via definitiva dagli Organi della giustizia sportiva federale relativeadomologazionidirisultatisportiviocheabbianodatoluogo a sanzioni soltanto pecuniarie di importo inferiore a 50.000 Euro, ovvero a sanzioni comportanti: a) la squalifica o inibizione di tesserati, anche se in aggiunta a sanzioni pecuniarie, inferiore a 20 giornatedigara o 120 giorni; b) la perdita della gara; c) lobbligo di disputare una o pigareaportechiuseoconunoopisettoriprividispettatorid)la squalificadelcampo;

Normetransitorieefinali Normetransitorieefinali
I. IlPresidentedellaL.N.D.,dintesa conilVicePresidenteVicarioei VicePresidenti,puapportareeventualimodifichealpresenteStatuto che, successivamente allapprovazione assembleare, si rendessero necessarieperottenerelapprovazioneilvistodiconformitdaparte della F.I.G.C. ai sensi dello Statuto Federale, nonch ai fini di coordinamentoconlemodifichealloStatutodellaF.I.G.C.approvate Pagina27

I.IlPresidentedellaL.N.D.,dintesaconilVicepresidenteVicarioei Vicepresidenti, pu apportare eventuali modifiche al presente Statuto che, successivamente allapprovazione assembleare, si rendessero necessarie per ottenere il visto di conformit da parte

dellaF.I.G.C.,nonchaifinidicoordinamentoformaleedirettificadi errorimateriali. II. Il presente Statuto approvato dallAssemblea della L.N.D., ed entrainvigoredalgiornodelrilasciodelvistodiconformitdaparte dellaF.I.G.C.,aisensidellart.7,comma2,delloStatutoFederale.

dallAssemblea del 20 giugno 2011, nonch ai fini di coordinamento formaleedirettificadierrorimateriali. II.IlpresenteStatutoapprovatodallAssembleadellaL.N.D.,edentra in vigore dal giorno del rilascio dellapprovazione da parte della F.I.G.C.,aisensidellart.7,comma2,delloStatutoFederale. III. Il comma 1 dellart. 14 del presente Statuto limitatamente alla parte relativa ai Comitati provinciali di Trento e di Bolzano entra in vigoredal1luglio2012.

Pagina28

ALL. A)

VECCHIO TESTO NORME PROCEDURALI PER LE ASSEMBLEE DELLA L.N.D.


Art. 1 LAssemblea della L.N.D. LAssemblea della L.N.D. convocata dal Presidente della L.N.D. a) in via ordinaria elettiva dopo lo svolgimento dei Giochi olimpici estivi e, comunque, non oltre il quindicesimo giorno antecedente lAssemblea Elettiva della F.I.G.C.; b) in via straordinaria quando ricorrano gravi circostanze o, entro novanta giorni, quando ne facciano richiesta scritta e motivata almeno i due terzi dei componenti il Consiglio Direttivo della L.N.D. aventi diritto di voto o i due terzi dei Delegati Assembleari Effettivi della L.N.D. aventi diritto di voto.

NUOVO TESTO NORME PROCEDURALI PER LE ASSEMBLEE DELLA L.N.D.


Art. 1 LAssemblea della L.N.D. LAssemblea della L.N.D. convocata dal Presidente della L.N.D. a) in via ordinaria elettiva dopo lo svolgimento dei Giochi olimpici estivi e, comunque, non oltre il quindicesimo giorno antecedente lAssemblea Elettiva della F.I.G.C.; b) in via straordinaria quando ricorrano gravi circostanze o, entro novanta giorni, quando ne facciano richiesta scritta e motivata almeno i due terzi dei componenti il Consiglio Direttivo della L.N.D. aventi diritto di voto o i due terzi dei Delegati Assembleari Effettivi della L.N.D. aventi diritto di voto.

La convocazione delle Assemblee effettuata con Comunicato Ufficiale pubblicato non meno di 10 giorni prima della data fissata per le stesse.

La convocazione delle Assemblee effettuata con Comunicato Ufficiale pubblicato non meno di 10 giorni prima della data fissata per le stesse.

Art. 2 Costituzione e deliberazione dellAssemblea Partecipano allAssemblea, con diritto di voto, i Delegati eletti nelle Assemblee dei Comitati e delle Divisioni della L.N.D. LAssemblea validamente costituita, in prima convocazione, con la

Art. 2 Costituzione e deliberazione dellAssemblea Partecipano allAssemblea, con diritto di voto, i Delegati eletti nelle Assemblee dei Comitati e delle Divisioni della L.N.D. LAssemblea validamente costituita, in prima convocazione, con la

presenza dei Delegati rappresentanti almeno la met pi uno delle Societ aventi diritto al voto; in seconda convocazione con la presenza dei Delegati che rappresentino almeno un terzo delle Societ aventi diritto al voto. Le deliberazioni dellAssemblea, ove non diversamente stabilito nello Statuto Federale o nel presente Regolamento, sono adottate con la maggioranza dei voti dei Delegati presenti. Partecipano altres allAssemblea, senza diritto di voto: - il Presidente Onorario ed i Membri dOnore della F.I.G.C.; - il Presidente ed i Vice Presidenti Federali; - i Consiglieri Federali in rappresentanza della L.N.D.; - i Componenti il Consiglio Direttivo della L.N.D.; - i Componenti il Collegio dei Revisori dei Conti della L.N.D.

presenza dei Delegati rappresentanti almeno la met pi uno delle Societ aventi diritto al voto; in seconda convocazione con la presenza dei Delegati che rappresentino almeno un terzo delle Societ aventi diritto al voto. Le deliberazioni dellAssemblea, ove non diversamente stabilito nello Statuto Federale o nel presente Regolamento, sono adottate con la maggioranza dei voti dei Delegati presenti.

Partecipano altres allAssemblea, senza diritto di voto: - il Presidente Onorario ed i Membri dOnore della F.I.G.C.; - il Presidente ed i Vice Presidenti Federali; - i Consiglieri Federali in rappresentanza della L.N.D.; - i Componenti il Consiglio Direttivo della L.N.D.; - i Componenti il Collegio dei Revisori dei Conti della L.N.D. Art. 3 Funzioni dellAssemblea LAssemblea della L.N.D.: prende atto, su indicazione della Presidenza dellAssemblea, dei risultati ottenuti nelle Assemblee dei Comitati e delle Divisioni della L.N.D., nonch dellelezione dei Delegati Assembleari. elegge, per il quadriennio olimpico: 1) il Presidente della L.N.D.; 2) il Vice Presidente Vicario della L.N.D.; 3) i 3 Vice Presidenti della L.N.D. in ragione di un Vice Presidente per ciascuna delle tre aree territoriali Nord, Centro, Sud di appartenenza;

Art. 3 Funzioni dellAssemblea LAssemblea della L.N.D.: prende atto, su indicazione della Presidenza dellAssemblea, dei risultati ottenuti nelle Assemblee dei Comitati e delle Divisioni della L.N.D., nonch dellelezione dei Delegati Assembleari. elegge, per il quadriennio olimpico: 1) 2) 3) per il Presidente della L.N.D.; il Vice Presidente Vicario della L.N.D.; i 3 Vice Presidenti della L.N.D. in ragione di un Vice Presidente ciascuna delle tre aree territoriali Nord, Centro, Sud di

appartenenza; 4) i 3 Consiglieri Federali in rappresentanza della L.N.D., in ragione di 1 Consigliere per ciascuna delle tre aree territoriali Nord, Centro, Sud di appartenenza. 5) i 3 Componenti Effettivi ed i 2 Supplenti del Collegio dei Revisori dei Conti della L.N.D. accredita: - il candidato alla carica di Presidente Federale, nel rispetto di quanto previsto dallo Statuto della F.I.G.C. designa: - i candidati della L.N.D. alle cariche di componenti Effettivi e Supplenti del Collegio dei Revisori dei Conti della F.I.G.C. Risulter designato il candidato che, nellunica votazione, avr ottenuto il maggior numero dei voti. Tutte le votazioni avvengono per scrutinio segreto o con voto palese per alzata di mano, se richiesto da un candidato e accettato da tutti gli altri candidati. 4) i 4 Consiglieri Federali della LND secondo le rappresentanze di cui al successivo art. 8 lett. d) ed e) del presente Regolamento, 5) i 3 Componenti Effettivi ed i 2 Supplenti del Collegio dei Revisori dei Conti della L.N.D. accredita: - il candidato alla carica di Presidente Federale, nel rispetto di quanto previsto dallo Statuto della F.I.G.C. designa: - i candidati della L.N.D. alle cariche di componenti Effettivi e Supplenti del Collegio dei Revisori dei Conti della F.I.G.C. Risulter designato il candidato che, nellunica votazione, avr ottenuto il maggior numero dei voti. Tutte le votazioni avvengono per scrutinio segreto o con voto palese per alzata di mano, se richiesto da un candidato e accettato da tutti gli altri candidati.

Art. 4 Procedure Nelle Assemblee della L.N.D., le operazioni di verifica dei poteri e di scrutinio dei voti sono svolte dalla Commissione Disciplinare Nazionale, riunita in apposito collegio di garanzia elettorale. Questa provvede ad identificare ed accertare la legittimit di rappresentanza dei Delegati ed a risolvere, con giudizio inappellabile, eventuali contestazioni verificatesi in sede di scrutinio.

Art. 4 Procedure Nelle Assemblee della L.N.D., le operazioni di verifica dei poteri e di scrutinio dei voti sono svolte dalla Commissione Disciplinare Nazionale, riunita in apposito collegio di garanzia elettorale. Questa provvede ad identificare ed accertare la legittimit di rappresentanza dei Delegati ed a risolvere, con giudizio inappellabile, eventuali contestazioni verificatesi in sede di scrutinio.

LAssemblea diretta da un Presidente nominato, in forma palese, dai Delegati presenti ed assistito dal Segretario della L.N.D., che redige il verbale dei lavori. Il Presidente opera in piena indipendenza ed autonomia di valutazione. Assicura lordinato e democratico svolgimento delle attivit assembleari, disciplina la durata ed il tono degli interventi e proclama, infine, i risultati delle votazioni. Avverso la validit delle Assemblee ammesso ricorso alla Corte di Giustizia Federale, nei tempi e con le modalit previste dalle N.O.I.F. e dal C.G.S. PARTE I/B LE ASSEMBLEE DEI COMITATI E DELLE DIVISIONI Art. 5 Convocazione LAssemblea dei Comitati e delle Divisioni convocata in via ordinaria dopo leffettuazione dei Giochi olimpici estivi, nel rispetto del presente Regolamento e comunque prima dellAssemblea Elettiva della L.N.D. LAssemblea ordinaria convocata dai rispettivi Presidenti, sentito il Consiglio Direttivo della L.N.D., con Comunicato Ufficiale pubblicato almeno 10 giorni prima della data fissata. LAssemblea dei Comitati e delle Divisioni altres convocata, in via straordinaria, entro novanta giorni, quando ne facciano richiesta scritta e motivata almeno due terzi dei Componenti il Consiglio Direttivo o delle Societ di appartenenza aventi diritto al voto. Le Assemblee dei Comitati e delle Divisioni devono essere convocate almeno 10 giorni prima della data stabilita per la convocazione

LAssemblea diretta da un Presidente nominato, in forma palese, dai Delegati presenti ed assistito dal Segretario della L.N.D., che redige il verbale dei lavori. Il Presidente opera in piena indipendenza ed autonomia di valutazione. Assicura lordinato e democratico svolgimento delle attivit assembleari, disciplina la durata ed il tono degli interventi e proclama, infine, i risultati delle votazioni. Avverso la validit delle Assemblee ammesso ricorso alla Corte di Giustizia Federale, nei tempi e con le modalit previste dalle N.O.I.F. e dal C.G.S. PARTE I/B LE ASSEMBLEE DEI COMITATI E DELLE DIVISIONI

Art. 5 Convocazione LAssemblea dei Comitati e delle Divisioni convocata in via ordinaria dopo leffettuazione dei Giochi olimpici estivi, nel rispetto del presente Regolamento e comunque prima dellAssemblea Elettiva della L.N.D. LAssemblea ordinaria convocata dai rispettivi Presidenti, sentito il Consiglio Direttivo della L.N.D., con Comunicato Ufficiale pubblicato almeno 10 giorni prima della data fissata. LAssemblea dei Comitati e delle Divisioni altres convocata, in via straordinaria, entro novanta giorni, quando ne facciano richiesta scritta e motivata almeno due terzi dei Componenti il Consiglio Direttivo o delle Societ di appartenenza aventi diritto al voto. Le Assemblee dei Comitati e delle Divisioni devono essere convocate almeno 10 giorni prima della data stabilita per la convocazione

delleventuale, corrispondente Assemblea della L.N.D.

delleventuale, corrispondente Assemblea della L.N.D.

Art. 6 Costituzione e deliberazioni Partecipano allAssemblea dei Comitati e delle Divisioni le rispettive Societ aventi diritto al voto. Sono invitati a partecipare allAssemblea, senza diritto di voto, oltre ai Dirigenti di cui allarticolo 2, del presente Regolamento: i Componenti eletti del Consiglio Direttivo del Comitato o della Divisione; i Componenti il Collegio dei Revisori dei Conti del Comitato o della Divisione; i Delegati delle Delegazioni Provinciali o Distrettuali; i Coordinatori Regionali e Provinciali del Settore Giovanile e Scolastico; i Delegati delle Societ non aventi diritto al voto. Hanno diritto al voto le Societ di cui allart. 20, comma 1, dello Statuto federale. Le Societ dei Comitati Regionali, del Comitato Interregionale, della Divisione Calcio Femminile e della Divisione Calcio a Cinque possono ricevere ununica delega di rappresentanza da parte di altre Societ aventi diritto al voto. Le Societ partecipanti allAssemblea sono legittimamente rappresentate da chi ne abbia la rappresentanza legale o da altro Dirigente, in carica da almeno quattro mesi, in possesso di delega redatta sullapposito modulo federale prestampato portante il timbro

Art. 6 Costituzione e deliberazioni Partecipano allAssemblea dei Comitati e delle Divisioni le rispettive Societ aventi diritto al voto. Sono invitati a partecipare allAssemblea, senza diritto di voto, oltre ai Dirigenti di cui allarticolo 2, del presente Regolamento: - i Componenti eletti del Consiglio Direttivo del Comitato o della Divisione; - i Componenti il Collegio dei Revisori dei Conti del Comitato o della Divisione; - i Delegati delle Delegazioni Provinciali o Distrettuali; - i Coordinatori Regionali e Provinciali del Settore Giovanile e Scolastico; - i Delegati delle Societ non aventi diritto al voto. Hanno diritto al voto le Societ di cui allart. 20, comma 1, dello Statuto federale. Le Societ dei Comitati Regionali, del Comitato Interregionale, della Divisione Calcio Femminile e della Divisione Calcio a Cinque possono ricevere ununica delega di rappresentanza da parte di altre Societ aventi diritto al voto. Le Societ partecipanti allAssemblea sono legittimamente rappresentate da chi ne abbia la rappresentanza legale o da altro Dirigente, in carica da almeno quattro mesi, in possesso di delega redatta sullapposito modulo federale prestampato portante il timbro della Societ.

della Societ. In tutti i casi, dovr essere utilizzato esclusivamente un unico modulo federale prestampato recante il timbro sociale e la sottoscrizione del rappresentante legale della Societ delegante. Non sono in ogni caso abilitati alla rappresentanza societaria: - gli Arbitri in attivit; - coloro che svolgono attivit retribuita nellambito della F.I.G.C.; - coloro che risultino colpiti da sanzioni disciplinari sportive in corso di esecuzione. Si osservano le altre disposizioni previste dal presente Regolamento. In tutti i casi, dovr essere utilizzato esclusivamente un unico modulo federale prestampato recante il timbro sociale e la sottoscrizione del rappresentante legale della Societ delegante. Non sono in ogni caso abilitati alla rappresentanza societaria: - gli Arbitri in attivit; - coloro che svolgono attivit retribuita nellambito della F.I.G.C.; - coloro che risultino colpiti da sanzioni disciplinari sportive in corso di esecuzione. Si osservano le altre disposizioni previste dal presente Regolamento.

Art. 7 Funzioni delle Assemblee Le Assemblee dei Comitati e delle Divisioni: a) eleggono, per il quadriennio olimpico: 1) i Presidenti dei Comitati e delle Divisioni; 2) i Componenti dei propri Consigli Direttivi; 3) i Componenti, Effettivi e Supplenti, dei propri Collegi dei Revisori dei Conti; 4) i propri Delegati assembleari Effettivi e Supplenti; questi ultimi in misura pari alla met pi uno del numero degli effettivi, secondo la ripartizione che segue, considerata anche la riserva di n. 3 Delegati in rappresentanza dellattivit del Settore per lAttivit Giovanile e Scolastica:

Art. 7 Funzioni delle Assemblee Le Assemblee dei Comitati e delle Divisioni: a) eleggono, per il quadriennio olimpico: 1) i Presidenti dei Comitati e delle Divisioni; 2) i Componenti dei propri Consigli Direttivi; 3) i Componenti, Effettivi e Supplenti, dei propri Collegi dei Revisori dei Conti; 4) i propri Delegati assembleari Effettivi e Supplenti; questi ultimi in misura pari alla met pi uno del numero degli effettivi, secondo la ripartizione che segue, considerata anche la riserva di n. 3 Delegati in rappresentanza dellattivit del Settore per lAttivit Giovanile e Scolastica:

n. 3 Delegati per il Comitato Regionale Abruzzo n. 2 Delegati per il Comitato Regionale Basilicata n. 3 Delegati per il Comitato Regionale Calabria n. 7 Delegati per il Comitato Regionale Campania n. 6 Delegati per il Comitato Regionale Emilia Romagna n. 2 Delegati per il Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia n. 6 Delegati per il Comitato Regionale Lazio n. 2 Delegati per il Comitato Regionale Liguria n. 10 Delegati per il Comitato Regionale Lombardia n. 4 Delegati per il Comitato Regionale Marche n. 1 Delegati per il Comitato Regionale Molise n. 5 Delegati per il Comitato Regionale Piemonte Valle dAosta n. 3 Delegati per il Comitato Regionale Puglia n. 3 Delegati per il Comitato Regionale Sardegna n. 5 Delegati per il Comitato Regionale Sicilia n. 5 Delegati per il Comitato Regionale Toscana n. 2 Delegati per il Comitato Regionale Trentino Alto Adige n. 2 Delegati per il Comitato Regionale Umbria n. 7 Delegati per il Comitato Regionale Veneto n. 3 Delegati per il Comitato Interregionale n. 3 Delegati per la Divisione Calcio a Cinque n. 3 Delegati per la Divisione Calcio Femminile

n. 3 Delegati per il Comitato Regionale Abruzzo n. 2 Delegati per il Comitato Regionale Basilicata n. 3 Delegati per il Comitato Regionale Calabria n. 7 Delegati per il Comitato Regionale Campania n. 6 Delegati per il Comitato Regionale Emilia Romagna n. 2 Delegati per il Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia n. 6 Delegati per il Comitato Regionale Lazio n. 2 Delegati per il Comitato Regionale Liguria n. 10 Delegati per il Comitato Regionale Lombardia n. 4 Delegati per il Comitato Regionale Marche n. 1 Delegati per il Comitato Regionale Molise n. 5 Delegati per il Comitato Regionale Piemonte Valle dAosta n. 3 Delegati per il Comitato Regionale Puglia n. 3 Delegati per il Comitato Regionale Sardegna n. 5 Delegati per il Comitato Regionale Sicilia n. 5 Delegati per il Comitato Regionale Toscana n. 2 Delegati per il Comitato Regionale Trentino Alto Adige n. 2 Delegati per il Comitato Regionale Umbria n. 7 Delegati per il Comitato Regionale Veneto n. 3 Delegati per il Comitato Interregionale n. 3 Delegati per la Divisione Calcio a Cinque n. 3 Delegati per la Divisione Calcio Femminile

I Delegati Assembleari in rappresentanza dellattivit giovanile e scolastica sono eletti dalle rispettive Societ pure in ragione di uno per ciascuna delle tre aree territoriali Nord, Centro e Sud.

I Delegati Assembleari in rappresentanza dellattivit giovanile e scolastica sono eletti dalle rispettive Societ pure in ragione di uno per ciascuna delle tre aree territoriali Nord, Centro e Sud.

I Responsabili regionali del Calcio Femminile e del Calcio a Cinque sono eletti dalle rispettive Societ pure di competenza dei Comitati Regionali. b) designano: 1) il candidato alla carica di Presidente della L.N.D.; 2) il candidato alla carica di Vice Presidente Vicario della L.N.D.; 3) i candidati, suddivisi per aree territoriali di appartenenza, alle cariche di Vice Presidente della L.N.D. e di Consigliere Federale, salvo quanto previsto degli artt. 12 e 13.

I Responsabili regionali del Calcio Femminile e del Calcio a Cinque sono eletti dalle rispettive Societ pure di competenza dei Comitati Regionali. b) designano: 1) il candidato alla carica di Presidente della L.N.D.; 2) il candidato alla carica di Vice Presidente Vicario della L.N.D.; 3) i candidati, suddivisi per aree territoriali di appartenenza, alle cariche di Vice Presidente della L.N.D. e di Consigliere Federale di cui allart. 8 lett. e) , salvo quanto previsto dagli artt. 12 e 13. 4) il candidato alla carica di Consigliere Federale di cui allart. 8 lett. d), salvo quanto previsto dall'art. 13; 5) i candidati alla carica di Componenti il Collegio dei Revisori dei Conti della L.N.D.; Le Assemblee del Comitato Interregionale e delle Divisioni Calcio Femminile e Calcio a Cinque possono esprimere, ciascuna, una designazione per la candidatura di Vice Presidente della L.N.D., indipendentemente dallarea territoriale di appartenenza. In caso di dimissioni, decadenza o impedimento non temporaneo, nel corso del quadriennio, di un Vice Presidente della LND, il Comitato Interregionale e le Divisioni Calcio Femminile e Calcio a Cinque possono designare, per mezzo del proprio Consiglio Direttivo ai sensi dellart. 12, un candidato soltanto qualora limpedimento definitivo riguardi il Vice Presidente dalle stesse precedentemente designato. Le relative operazioni avvengono con le modalit previste dallarticolo 2 del presente Regolamento. Nelle Assemblee dei Comitati Regionali, le operazioni di verifica dei poteri sono svolte dalle relative Commissioni Disciplinari Territoriali

4) i candidati alla carica di Componenti il Collegio dei Revisori dei Conti della L.N.D.; Le Assemblee del Comitato Interregionale e delle Divisioni Calcio Femminile e Calcio a Cinque possono esprimere, ciascuna, una designazione per la candidatura di Vice Presidente della L.N.D., indipendentemente dallarea territoriale di appartenenza. In caso di dimissioni, decadenza o impedimento non temporaneo, nel corso del quadriennio, di un Vice Presidente della LND, il Comitato Interregionale e le Divisioni Calcio Femminile e Calcio a Cinque possono designare, per mezzo del proprio Consiglio Direttivo ai sensi dellart. 12, un candidato soltanto qualora limpedimento definitivo riguardi il Vice Presidente dalle stesse precedentemente designato. Le relative operazioni avvengono con le modalit previste dallarticolo 2 del presente Regolamento. Nelle Assemblee dei Comitati Regionali, le operazioni di verifica dei poteri sono svolte dalle relative Commissioni Disciplinari Territoriali

riunite in apposito collegio di garanzia elettorale. Nelle Assemblee del Comitato Interregionale, della Divisione Calcio a Cinque e della Divisione Calcio Femminile, le operazioni di verifica dei poteri sono svolte dalla Commissione Disciplinare Nazionale, riunita in apposito collegio di garanzia elettorale.

riunite in apposito collegio di garanzia elettorale. Nelle Assemblee del Comitato Interregionale, della Divisione Calcio a Cinque e della Divisione Calcio Femminile, le operazioni di verifica dei poteri sono svolte dalla Commissione Disciplinare Nazionale, riunita in apposito collegio di garanzia elettorale.

PARTE II FORMALITA NORME GENERALI Art. 8 Candidature Possono essere candidati alle cariche federali nellambito della L.N.D. coloro che, in possesso dei requisiti e privi delle incompatibilit di cui allarticolo 29, dello Statuto Federale, nonch del Regolamento di Lega, abbiano ottenuto le seguenti designazioni: a) Presidenza della L.N.D.: designazione da parte di almeno 9 tra Comitati e Divisioni; b) Vice Presidente Vicario: designazione da parte di almeno 9 tra Comitati e Divisioni; c) Vice Presidenza della L.N.D: designazione da parte di almeno 4 tra Comitati e Divisioni in esse comprese almeno 3 designazioni da parte dei Comitati dellarea territoriale di appartenenza; d) Consiglieri Federali suddivisi per area territoriale di appartenenza: designazione da parte di almeno 3 Comitati Regionali;

PARTE II FORMALITA NORME GENERALI Art. 8 Candidature Possono essere candidati alle cariche federali nellambito della L.N.D. coloro che, in possesso dei requisiti e privi delle incompatibilit di cui allarticolo 29, dello Statuto Federale, nonch del Regolamento di Lega, abbiano ottenuto le seguenti designazioni: a) Presidenza della L.N.D.: designazione da parte di almeno 9 tra Comitati e Divisioni; b) Vice Presidente Vicario: designazione da parte di almeno 9 tra Comitati e Divisioni; c) Vice Presidenza della L.N.D: designazione da parte di almeno 4 tra Comitati e Divisioni in esse comprese almeno 3 designazioni da parte dei Comitati dellarea territoriale di appartenenza; d) un Consigliere Federale: designazione da parte di almeno 9 Comitati Regionali;

e) tre Consiglieri Federali, in ragione di 1 Consigliere per ciascuna

delle tre aree territoriali Nord, Centro, Sud di appartenenza: designazione da parte di almeno 3 Comitati Regionali; e) Collegio dei Revisori dei Conti L.N.D.: designazione da parte di almeno 9 tra Comitati e Divisioni; Ciascun Comitato o Divisione pu esprimere non pi di una designazione per le candidature alla Presidenza della L.N.D., al Vice Presidente Vicario della L.N.D., alla Vice Presidenza della L.N.D. e non pi di tre designazioni per le candidature a componente il Collegio Revisori dei Conti L.N.D. Per la candidatura a Consigliere Federale relativa allarea territoriale di appartenenza, ogni Comitato Regionale pu presentare non pi di una designazione. f) Collegio dei Revisori dei Conti L.N.D.: designazione da parte di almeno 9 tra Comitati e Divisioni; Ciascun Comitato o Divisione pu esprimere non pi di una designazione per le candidature alla Presidenza della L.N.D., al Vice Presidente Vicario della L.N.D., alla Vice Presidenza della L.N.D. e non pi di tre designazioni per le candidature a componente il Collegio Revisori dei Conti L.N.D. Per la candidatura a Consigliere Federale in rappresentanza della LND Nazionale e a Consigliere Federale relativa allarea territoriale di appartenenza, ogni Comitato Regionale pu presentare: 1) una designazione per la carica di cui allart. 8 lett. d); 2) una designazione per la carica di cui allart. 8 lett. e) relativa allarea territoriale di appartenenza. f) Presidenza del Comitato Interregionale: designazione da parte di almeno 30 delle Societ di appartenenza aventi diritto al voto; g) Presidenza della Divisione Calcio Femminile: designazione da parte di almeno 30 delle Societ di appartenenza aventi diritto al voto; h) Presidenza della Divisione Calcio a Cinque: designazione da parte di almeno 30 delle Societ di appartenenza aventi diritto al voto; i) Componenti i Consigli Direttivi ed i Collegi dei Revisori dei Conti del Comitato Interregionale: designazione da parte di almeno 15 delle Societ di appartenenza aventi diritto al voto; g) Presidenza del Comitato Interregionale: designazione da parte di almeno 30 delle Societ di appartenenza aventi diritto al voto; h) Presidenza della Divisione Calcio Femminile: designazione da parte di almeno 30 delle Societ di appartenenza aventi diritto al voto; i) Presidenza della Divisione Calcio a Cinque: designazione da parte di almeno 30 delle Societ di appartenenza aventi diritto al voto; l) Componenti i Consigli Direttivi ed i Collegi dei Revisori dei Conti del Comitato Interregionale: designazione da parte di almeno 15 delle Societ di appartenenza aventi diritto al voto;

l) Componenti i Consigli Direttivi ed i Collegi dei Revisori dei Conti della Divisione Calcio Femminile: designazione da parte di almeno 15 delle Societ di appartenenza aventi diritto al voto; m) Componenti i Consigli Direttivi ed i Collegi dei Revisori dei Conti della Divisione Calcio a Cinque: designazione da parte di almeno 15 delle Societ di appartenenza aventi diritto al voto; n) Presidenza dei Comitati Regionali: - fino a 300 Societ di appartenenza aventi diritto di voto: designazione da parte di almeno 40 delle Societ di appartenenza (solo di Lega) aventi diritto al voto; - da 301 a 600 Societ di appartenenza aventi diritto di voto: designazione da parte di almeno 80 delle Societ di appartenenza (solo di Lega) aventi diritto al voto; - da 601 a 1.000 Societ di appartenenza aventi diritto di voto: designazione da parte di almeno 100 delle Societ di appartenenza (solo di Lega) aventi diritto al voto; - oltre 1.000 Societ di appartenenza aventi diritto di voto: designazione da parte di almeno 120 delle Societ di appartenenza (solo di Lega) aventi diritto al voto. o) Componenti i Consigli Direttivi ed i Collegi dei Revisori dei Conti dei Comitati Regionali: - fino a 300 Societ di appartenenza aventi diritto di voto: designazione da parte di almeno 20 delle Societ di appartenenza (solo di Lega) aventi diritto al voto; - da 301 a 600 Societ di appartenenza aventi diritto di voto:

m) Componenti i Consigli Direttivi ed i Collegi dei Revisori dei Conti della Divisione Calcio Femminile: designazione da parte di almeno 15 delle Societ di appartenenza aventi diritto al voto; n) Componenti i Consigli Direttivi ed i Collegi dei Revisori dei Conti della Divisione Calcio a Cinque: designazione da parte di almeno 15 delle Societ di appartenenza aventi diritto al voto; o) Presidenza dei Comitati Regionali: - fino a 300 Societ di appartenenza aventi diritto di voto: designazione da parte di almeno 40 delle Societ di appartenenza (solo di Lega) aventi diritto al voto; - da 301 a 600 Societ di appartenenza aventi diritto di voto: designazione da parte di almeno 80 delle Societ di appartenenza (solo di Lega) aventi diritto al voto; - da 601 a 1.000 Societ di appartenenza aventi diritto di voto: designazione da parte di almeno 100 delle Societ di appartenenza (solo di Lega) aventi diritto al voto; - oltre 1.000 Societ di appartenenza aventi diritto di voto: designazione da parte di almeno 120 delle Societ di appartenenza (solo di Lega) aventi diritto al voto. p) Componenti i Consigli Direttivi ed i Collegi dei Revisori dei Conti dei Comitati Regionali: - fino a 300 Societ di appartenenza aventi diritto di voto: designazione da parte di almeno 20 delle Societ di appartenenza (solo di Lega) aventi diritto al voto; - da 301 a 600 Societ di appartenenza aventi diritto di voto:

designazione da parte di almeno 40 delle Societ di appartenenza (solo di Lega) aventi diritto al voto; - da 601 a 1.000 Societ di appartenenza aventi diritto di voto: designazione da parte di almeno 50 delle Societ di appartenenza (solo di Lega) aventi diritto al voto; - oltre 1.000 Societ di appartenenza aventi diritto di voto: designazione da parte di almeno 60 delle Societ di appartenenza (solo di Lega) aventi diritto al voto. p) Delegati Assembleari: designazione da parte di almeno 15 Societ di appartenenza aventi diritto di voto. q) Delegati Assembleari in rappresentanza dellattivit giovanile e scolastica: designazione da almeno tre regioni dellarea territoriale di appartenenza, attraverso laccreditamento di almeno quindici Societ di puro Settore per ognuna delle suddette regioni. Per le designazioni di cui ai punti f), g), h), i), l), m), n), o) e p), della presente norma, il calcolo delle Societ aventi diritto al voto riferito alla data del 30 Giugno precedente. A tale data, per le designazioni, le Societ devono aver maturato dodici mesi di affiliazione e svolto attivit con carattere continuativo nelle Stagioni Sportive comprese nel suddetto periodo. Per lelezione a Responsabile regionale del Calcio Femminile e del Calcio a Cinque prevista la designazione di almeno dieci Societ pure regionali delle rispettive discipline sportive. Per i Comitati Regionali che hanno meno di dieci Societ pure di Calcio Femminile e di Calcio a Cinque, la designazione dovr essere presentata da almeno una Societ pura regionale delle rispettive

designazione da parte di almeno 40 delle Societ di appartenenza (solo di Lega) aventi diritto al voto; - da 601 a 1.000 Societ di appartenenza aventi diritto di voto: designazione da parte di almeno 50 delle Societ di appartenenza (solo di Lega) aventi diritto al voto; - oltre 1.000 Societ di appartenenza aventi diritto di voto: designazione da parte di almeno 60 delle Societ di appartenenza (solo di Lega) aventi diritto al voto. q) Delegati Assembleari: designazione da parte di almeno 15 Societ di appartenenza aventi diritto di voto. r) Delegati Assembleari in rappresentanza dellattivit giovanile e scolastica: designazione da almeno tre regioni dellarea territoriale di appartenenza, attraverso laccreditamento di almeno quindici Societ di puro Settore per ognuna delle suddette regioni. Per le designazioni di cui ai punti f), g), h), i), l), m), n), o), p), q), della presente norma, il calcolo delle Societ aventi diritto al voto riferito alla data del 30 Giugno precedente. A tale data, per le designazioni, le Societ devono aver maturato dodici mesi di affiliazione e svolto attivit con carattere continuativo nelle Stagioni Sportive comprese nel suddetto periodo. Per lelezione a Responsabile regionale del Calcio Femminile e del Calcio a Cinque prevista la designazione di almeno dieci Societ pure regionali delle rispettive discipline sportive. Per i Comitati Regionali che hanno meno di dieci Societ pure di Calcio Femminile e di Calcio a Cinque, la designazione dovr essere presentata da almeno una Societ pura regionale delle rispettive discipline sportive.

discipline sportive. Per le candidature che precedono, ciascuna Societ con diritto di voto pu presentare un numero di designazioni non superiori: 1) ad una per la carica di Presidente di Comitato o di Divisione; 2) al numero dei Delegati assembleari Effettivi e Supplenti assegnati al proprio Comitato o alla propria Divisione; 3) al numero dei Componenti i Consigli Direttivi del proprio Comitato o della propria Divisione, con eccezione dei Responsabili regionali del Calcio Femminile e del Calcio a Cinque; 4) al numero dei Componenti Effettivi e Supplenti del proprio Collegio dei Revisori dei Conti. Non sono in ogni caso compatibili le candidature di Presidente o di Componente i Consigli Direttivi dei Comitati e delle Divisioni della L.N.D. e di Revisore dei Conti con quella di Delegato Assembleare, per la quale invece necessaria la qualifica di Dirigente di Societ affiliata alla F.I.G.C. e associata alla L.N.D. Per le candidature che precedono, ciascuna Societ con diritto di voto pu presentare un numero di designazioni non superiori: 1) ad una per la carica di Presidente di Comitato o di Divisione; 2) al numero dei Delegati assembleari Effettivi e Supplenti assegnati al proprio Comitato o alla propria Divisione; 3) al numero dei Componenti i Consigli Direttivi del proprio Comitato o della propria Divisione, con eccezione dei Responsabili regionali del Calcio Femminile e del Calcio a Cinque; 4) al numero dei Componenti Effettivi e Supplenti del proprio Collegio dei Revisori dei Conti. Non sono in ogni caso compatibili le candidature di Presidente o di Componente i Consigli Direttivi dei Comitati e delle Divisioni della L.N.D. e di Revisore dei Conti con quella di Delegato Assembleare, per la quale invece necessaria la qualifica di Dirigente di Societ affiliata alla F.I.G.C. e associata alla L.N.D.

Art. 9 Presentazione delle candidature Chiunque intende ricoprire cariche elettive federali deve presentare la propria candidatura con le modalit di cui ai capi che seguono. Le candidature devono essere presentate presso la Segreteria della Lega, dei Comitati o delle Divisioni cui si riferiscono, corredate dalle designazioni previste allarticolo 8 ed eventualmente anche da una sintetica relazione programmatica, da depositarsi almeno 7 giorni prima della data fissata per la relativa Assemblea elettiva.

Art. 9 Presentazione delle candidature Chiunque intende ricoprire cariche elettive federali deve presentare la propria candidatura con le modalit di cui ai capi che seguono. Le candidature devono essere presentate presso la Segreteria della Lega, dei Comitati o delle Divisioni cui si riferiscono, corredate dalle designazioni previste allarticolo 8 ed eventualmente anche da una sintetica relazione programmatica, da depositarsi almeno 7 giorni prima della data fissata per la relativa Assemblea elettiva.

Le candidature a Delegato Assembleare in rappresentanza delle Societ di puro Settore Giovanile devono essere depositate presso la Segreteria della L.N.D., successivamente alla verifica di ammissibilit delle stesse da parte delle competenti Commissioni Disciplinari Territoriali. La Commissione Disciplinare Nazionale, riunita in apposito collegio di garanzia elettorale per elezioni della la L.N.D., del Comitato Interregionale, della Divisione Calcio a Cinque e della Divisione Calcio Femminile e, per le elezioni dei Comitati Regionali, le competenti Commissioni Disciplinari Territoriali, riunite in speciale collegio di garanzia elettorale ne verificano lammissibilit, dando comunicazione telegrafica delle valutazioni espresse ai candidati entro il termine di due giorni dallavvenuta presentazione delle candidature. Avverso le delibere di esclusione ammesso ricorso, alla Corte di Giustizia Federale entro il termine di 24 ore dalla ricezione delle relative comunicazioni. Laccertata ammissibilit alle candidature previste dal presente Regolamento d diritto a partecipare alle rispettive Assemblee Elettive.

Le candidature a Delegato Assembleare in rappresentanza delle Societ di puro Settore Giovanile devono essere depositate presso la Segreteria della L.N.D., successivamente alla verifica di ammissibilit delle stesse da parte delle competenti Commissioni Disciplinari Territoriali.

La Commissione Disciplinare Nazionale, riunita in apposito collegio di garanzia elettorale per elezioni della la L.N.D., del Comitato Interregionale, della Divisione Calcio a Cinque e della Divisione Calcio Femminile e, per le elezioni dei Comitati Regionali, le competenti Commissioni Disciplinari Territoriali, riunite in speciale collegio di garanzia elettorale ne verificano lammissibilit, dando comunicazione telegrafica delle valutazioni espresse ai candidati entro il termine di due giorni dallavvenuta presentazione delle candidature. Avverso le delibere di esclusione ammesso ricorso, alla Corte di Giustizia Federale entro il termine di 24 ore dalla ricezione delle relative comunicazioni. Laccertata ammissibilit alle candidature previste dal presente Regolamento d diritto a partecipare alle rispettive Assemblee Elettive.

Art. 10 Modalit delle votazioni Tutte le votazioni avvengono per scrutinio segreto o con voto palese per alzata di mano, se richiesto da un candidato e accettato da tutti gli altri candidati. Fatte salve le diverse determinazioni dei Presidenti delle Assemblee, le votazioni avvengono separatamente per ciascuno degli incarichi cui si riferiscono, e quelle per le cariche di Presidente, di Vice Presidente Vicario e di Vice Presidente della L.N.D.

Art. 10 Modalit delle votazioni Tutte le votazioni avvengono per scrutinio segreto o con voto palese per alzata di mano, se richiesto da un candidato e accettato da tutti gli altri candidati. Fatte salve le diverse determinazioni dei Presidenti delle Assemblee, le votazioni avvengono separatamente per ciascuno degli incarichi cui si riferiscono, e quelle per le cariche di Presidente, di Vice Presidente Vicario e di Vice Presidente della L.N.D. precedono le altre.

precedono le altre. Per lespressione del diritto di voto, le procedure e le limitazioni numeriche nellindicazione delle preferenze, si osservano le disposizioni di cui al precedente articolo 8.

Per lespressione del diritto di voto, le procedure e le limitazioni numeriche nellindicazione delle preferenze, si osservano le disposizioni di cui al precedente articolo 8.

Art. 11 Maggioranze deliberative Per lelezione alla carica di Presidente della L.N.D., necessario aver riportato la met pi uno dei voti validi espressi dai Delegati assembleari presenti. Qualora nessuno dei candidati abbia conseguito tale maggioranza, si proceder ad ulteriore votazione in ballottaggio fra i due candidati che abbiano ottenuto il maggior numero di preferenze ovvero, a parit di preferenze, con maggiore anzianit federale. Risulter eletto il candidato che, allesito del ballottaggio, avr ottenuto il numero maggiore di voti validi. Per lelezione alla carica di Vice Presidente Vicario della L.N.D. e di Consigliere Federale dellarea territoriale di appartenenza, necessario aver riportato il maggior numero di voti validi espressi dai Delegati Assembleari presenti. Per lelezione alle cariche di Vice Presidente della L.N.D., necessario aver riportato almeno il maggior numero di voti validi nelle rispettive aree di competenza territoriale. Per lelezione alla carica di Presidente dei Comitati e delle Divisioni della L.N.D. necessario aver riportato la met pi uno dei voti validi espressi dalle Societ aventi diritto al voto presenti. Qualora nessuno dei candidati abbia conseguito tale maggioranza, si proceder ad

Art. 11 Maggioranze deliberative Per lelezione alla carica di Presidente della L.N.D., necessario aver riportato la met pi uno dei voti validi espressi dai Delegati assembleari presenti. Qualora nessuno dei candidati abbia conseguito tale maggioranza, si proceder ad ulteriore votazione in ballottaggio fra i due candidati che abbiano ottenuto il maggior numero di preferenze ovvero, a parit di preferenze, con maggiore anzianit federale. Risulter eletto il candidato che, allesito del ballottaggio, avr ottenuto il numero maggiore di voti validi. Per lelezione alla carica di Vice Presidente Vicario della L.N.D e dei Consiglieri Federali di cui allart. 8 lett. d) ed e) necessario aver riportato il maggior numero di voti validi espressi dai Delegati Assembleari presenti. Per lelezione alle cariche di Vice Presidente della L.N.D., necessario aver riportato almeno il maggior numero di voti validi nelle rispettive aree di competenza territoriale. Per lelezione alla carica di Presidente dei Comitati e delle Divisioni della L.N.D. necessario aver riportato la met pi uno dei voti validi espressi dalle Societ aventi diritto al voto presenti. Qualora nessuno dei candidati abbia conseguito tale maggioranza, si proceder ad ulteriore

ulteriore votazione in ballottaggio fra i due candidati che abbiano ottenuto il maggior numero di preferenze ovvero, a parit di preferenze, con maggiore anzianit federale. Per lelezione alle cariche di Componenti i Consigli Direttivi dei Comitati e delle Divisioni della L.N.D., necessario aver riportato il maggior numero dei voti validi espressi nelle relative Assemblee, con lesclusione delle Societ pure del Calcio Femminile e del Calcio a Cinque. Per lelezione alle cariche di Responsabili regionali del Calcio Femminile e del Calcio a Cinque, necessario aver riportato il maggior numero dei voti validi espressi dalle Societ pure regionali delle rispettive discipline sportive. Per lelezione alle cariche di Delegato Assembleare e di Componente i Collegi dei Revisori dei Conti necessario aver riportato, quale Effettivo, il maggior numero di voti validi e, quale Supplente, il numero immediatamente inferiore. In caso di parit di voti risulteranno eletti i candidati con maggiore anzianit federale e, in caso di ulteriore parit, con maggiore et anagrafica. Tutti i componenti di natura elettiva della L.N.D., dei Comitati e delle Divisioni restano in carica per un quadriennio e possono essere rieletti. E consentito un terzo mandato se uno dei due mandati precedenti ha avuto durata inferiore a due anni e un giorno, per cause diverse da dimissioni volontarie. Chi ha ricoperto la carica elettiva per due mandati consecutivi pu essere riconfermato per ulteriori mandati qualora venga eletto con una percentuale non inferiore al 55% dei voti validi espressi. Qualora una carica risultasse per qualsivoglia causa vacante e non

votazione in ballottaggio fra i due candidati che abbiano ottenuto il maggior numero di preferenze ovvero, a parit di preferenze, con maggiore anzianit federale. Per lelezione alle cariche di Componenti i Consigli Direttivi dei Comitati e delle Divisioni della L.N.D., necessario aver riportato il maggior numero dei voti validi espressi nelle relative Assemblee, con lesclusione delle Societ pure del Calcio Femminile e del Calcio a Cinque. Per lelezione alle cariche di Responsabili regionali del Calcio Femminile e del Calcio a Cinque, necessario aver riportato il maggior numero dei voti validi espressi dalle Societ pure regionali delle rispettive discipline sportive. Per lelezione alle cariche di Delegato Assembleare e di Componente i Collegi dei Revisori dei Conti necessario aver riportato, quale Effettivo, il maggior numero di voti validi e, quale Supplente, il numero immediatamente inferiore. In caso di parit di voti risulteranno eletti i candidati con maggiore anzianit federale e, in caso di ulteriore parit, con maggiore et anagrafica. Tutti i componenti di natura elettiva della L.N.D., dei Comitati e delle Divisioni restano in carica per un quadriennio e possono essere rieletti. E consentito un terzo mandato se uno dei due mandati precedenti ha avuto durata inferiore a due anni e un giorno, per cause diverse da dimissioni volontarie. Chi ha ricoperto la carica elettiva per due mandati consecutivi pu essere riconfermato per ulteriori mandati qualora venga eletto con una percentuale non inferiore al 55% dei voti validi espressi.

Qualora una carica risultasse per qualsivoglia causa vacante e non siano

siano previsti dirigenti supplenti in caso contrario subentrerebbe il primo dei non eletti - si proceder alla sostituzione mediante elezione da tenersi alla prima assemblea utile da parte degli Organi Competenti a tale scopo convocata, con le formalit procedurali previste dal Regolamento della L.N.D. Qualora un Delegato Assembleare perda la qualifica di Dirigente di Societ o la Societ di appartenenza non sia inquadrata tra quelle partecipanti alle competizioni agonistiche ufficiali organizzate dal Comitato o dalla Divisione per il/la quale risultava eletto, decade automaticamente dalla carica e perde la qualifica di Delegato Assembleare.

previsti dirigenti supplenti in caso contrario subentrerebbe il primo dei non eletti - si proceder alla sostituzione mediante elezione da tenersi alla prima assemblea utile da parte degli Organi Competenti a tale scopo convocata, con le formalit procedurali previste dal Regolamento della L.N.D. Qualora un Delegato Assembleare perda la qualifica di Dirigente di Societ o la Societ di appartenenza non sia inquadrata tra quelle partecipanti alle competizioni agonistiche ufficiali organizzate dal Comitato o dalla Divisione per il/la quale risultava eletto, decade automaticamente dalla carica e perde la qualifica di Delegato Assembleare.

Art. 12 - Elezione suppletiva dei Vicepresidenti della L.N.D. In caso di dimissioni, decadenza o impedimento non temporaneo, nel corso del quadriennio, di un Vice Presidente della LND si procede a nuove elezioni secondo la seguente procedura: 1) la Segreteria della L.N.D., entro 15 giorni dalla avvenuta conoscenza delle dimissioni, decadenza o impedimento non temporaneo , comunica ai Comitati Regionali appartenenti allarea territoriale interessata, la cessazione della carica, con invito, ad ogni singolo Comitato Regionale, di designare, per mezzo dei rispettivi Consigli Direttivi, un candidato entro il termine alluopo indicato; 2) la medesima comunicazione, con il medesimo invito, verr inoltrata al Comitato Interregionale e/o alla Divisione che avesse in precedenza designato il Vice Presidente le cui funzioni risultano cessate; 3) I soggetti come sopra designati divengono candidati alla carica

Art. 12 - Elezione suppletiva dei Vicepresidenti della L.N.D. In caso di dimissioni, decadenza o impedimento non temporaneo, nel corso del quadriennio, di un Vice Presidente della LND si procede a nuove elezioni secondo la seguente procedura: 1) la Segreteria della L.N.D., entro 15 giorni dalla avvenuta conoscenza delle dimissioni, decadenza o impedimento non temporaneo , comunica ai Comitati Regionali appartenenti allarea territoriale interessata, la cessazione della carica, con invito, ad ogni singolo Comitato Regionale, di designare, per mezzo dei rispettivi Consigli Direttivi, un candidato entro il termine alluopo indicato; 2) la medesima comunicazione, con il medesimo invito, verr inoltrata al Comitato Interregionale e/o alla Divisione che avesse in precedenza designato il Vice Presidente le cui funzioni risultano cessate; 3) I soggetti come sopra designati divengono candidati alla carica qualora

qualora ottengano designazione da parte di almeno 3 tra Comitati appartenenti allarea territoriale interessata e, eventualmente, Comitato Interregionale e/o Divisione/i interessate/i. Qualora, entro 3 mesi dallinvito alla designazione da parte della Lega Nazionale Dilettanti nessuno dei soggetti designati raggiunga gli anzidetti quorum, questi saranno diminuiti di una unit, passando da 3 a 2. 4) Individuati i candidati, la Lega Nazionale Dilettanti convocher lassemblea elettiva, cui partecipano con diritto di voto esclusivamente i delegati dei Comitati Regionali appartenenti allarea territoriale interessata e, eventualmente, i delegati della divisione interessata, ai sensi del comma 2. Il Vice Presidente rester in carica sino al termine del quadriennio olimpico, al termine del quale avr luogo la nuova elezione per cui varranno le procedure ordinarie. Art. 13 Elezione suppletiva dei Consiglieri Federali In caso di dimissioni, decadenza o impedimento non temporaneo, nel corso del quadriennio, di un Consigliere Federale rappresentante delle tre aree territoriali si procede a nuove elezioni secondo la seguente procedura: 1) la Segreteria della L.N.D., entro 15 giorni dalla avvenuta conoscenza delle dimissioni, decadenza o impedimento non temporaneo, comunica ai Comitati Regionali appartenenti allarea territoriale interessata, la cessazione della carica, con invito, ad ogni singolo Comitato Regionale, di designare, per mezzo dei rispettivi Consigli Direttivi, un candidato entro il termine indicato nella comunicazione di cui sopra; 2) i soggetti come sopra designati divengono candidati alla carica qualora siano oggetto di designazione da parte di almeno 3 tra Comitati appartenenti allarea territoriale interessata. 3) Qualora, entro 3 mesi dallinvito alla designazione da parte della

ottengano designazione da parte di almeno 3 tra Comitati appartenenti allarea territoriale interessata e, eventualmente, Comitato Interregionale e/o Divisione/i interessate/i. Qualora, entro 3 mesi dallinvito alla designazione da parte della Lega Nazionale Dilettanti nessuno dei soggetti designati raggiunga gli anzidetti quorum, questi saranno diminuiti di una unit, passando da 3 a 2. 4) Individuati i candidati, la Lega Nazionale Dilettanti convocher lassemblea elettiva, cui partecipano con diritto di voto esclusivamente i delegati dei Comitati Regionali appartenenti allarea territoriale interessata e, eventualmente, i delegati della divisione interessata, ai sensi del comma 2. Il Vice Presidente rester in carica sino al termine del quadriennio olimpico, al termine del quale avr luogo la nuova elezione per cui varranno le procedure ordinarie. Art. 13 Elezione suppletiva dei Consiglieri Federali In caso di dimissioni, decadenza o impedimento non temporaneo, nel corso del quadriennio, di un Consigliere Federale rappresentante delle tre aree territoriali si procede si procede a nuove elezioni secondo la seguente procedura: 1) la Segreteria della L.N.D., entro 15 giorni dalla avvenuta conoscenza delle dimissioni, decadenza o impedimento non temporaneo, comunica ai Comitati Regionali interessati appartenenti allarea territoriale interessata, la cessazione della carica, con invito, ad ogni singolo Comitato Regionale, di designare, per mezzo dei rispettivi Consigli Direttivi, un candidato entro il termine indicato nella comunicazione di cui sopra; 2) i soggetti come sopra designati divengono candidati alla carica qualora ottengano le designazioni minime previste dallart. 8 lett. d) ed e); 3) Qualora, entro 3 mesi dallinvito alla designazione da parte della

Lega Nazionale Dilettanti nessuno dei soggetti designati raggiunga gli anzidetti quorum, questi saranno diminuiti di una unit, passando da 3 a 2. 4) individuati i candidati, la Lega Nazionale Dilettanti convocher lassemblea elettiva, cui partecipano con diritto di voto esclusivamente i delegati dei Comitati Regionali appartenenti allarea territoriale interessata.

Lega Nazionale Dilettanti, nessuno dei soggetti designati raggiunga gli anzidetti quorum, questi saranno diminuiti di una unit. 4) individuati i candidati, la Lega Nazionale Dilettanti convocher lassemblea elettiva, cui partecipano con diritto di voto: - esclusivamente tutti i delegati dei Comitati Regionali per lelezione del Consigliere di cui allart. 8 lett. d) - esclusivamente i delegati assembleari dei Comitati regionali appartenenti allarea territoriale interessata per lelezione dei Consiglieri di cui allart. 8 lett. e)

Il Consigliere Federale in rappresentanza dellarea territoriale interessata rester in carica sino al termine del quadriennio olimpico, al termine del quale avr luogo la nuova elezione per cui varranno le procedure ordinarie. NORME TRANSITORIE

Il Consigliere Federale in rappresentanza dellarea territoriale interessata rester in carica sino al termine del quadriennio olimpico, al termine del quale avr luogo la nuova elezione per cui varranno le procedure ordinarie. NORME TRANSITORIE e FINALI I. Per lelezione del Consigliere federale di cui allart. 8 lett.d) della LND che avverr nel corrente quadriennio olimpico, si applicano le procedure di cui allart. 13 del presente Regolamento. II. Fatto salvo quanto previsto al punto successivo, tutte le disposizioni contenute nelle presenti norme riguardanti il Comitato Interregionale perdono efficacia a far data dalla approvazione da parte del Consiglio Federale delle modifiche alle Norme Procedurali per le assemblee della LND. III. I Delegati Assembleari del Comitato Interregionale di cui allart. 7 lett. a) restano in carica fino alla fine del corrente quadriennio olimpico.

I. La decorrenza del computo dei mandati, ai sensi dellart. 11, del presente Regolamento, entra in vigore a partire dal quadriennio olimpico 2004-2008. II. Il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti, dintesa con il Vice Presidente., pu apportare eventuali modifiche al presente Regolamento che, successivamente allapprovazione del Consiglio Direttivo della L.N.D, si rendano necessarie per ottenere il parere di conformit da parte della F.I.G.C. NORMA FINALE Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio Direttivo della L.N.D., entra in vigore allottenimento del prescritto visto di conformit.

IV. La decorrenza del computo dei mandati, ai sensi dellart. 11, del presente Regolamento, entra in vigore a partire dal quadriennio olimpico 2004-2008. V. Il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti, dintesa con il Vice Presidente., pu apportare eventuali modifiche al presente Regolamento che, successivamente allapprovazione del Consiglio Direttivo della L.N.D, si rendano necessarie per ottenere il parere di conformit l'approvazione da parte della F.I.G.C.

VI. Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio Direttivo della L.N.D., entra in vigore allottenimento del prescritto visto di conformit della prescritta approvazione da parte della F.I.G.C.

ALL. A) CODICE DI GIUSTIZIA SPORTIVA VECCHIO TESTO


Art. 10 Doveri e divieti in materia di tesseramenti, trasferimenti, cessioni e controlli societari

NUOVO TESTO
Art. 10 Doveri e divieti in materia di tesseramenti, trasferimenti, cessioni e controlli societari

Omissis
3. Salva lapplicazione di disposizioni speciali, alle societ responsabili delle violazioni dei divieti e delle prescrizioni di cui ai commi 1 e 2 si applica una sanzione non inferiore allammenda. La societ che non adempie agli obblighi di comunicazione e di deposito nei termini fissati dalle disposizioni federali in materia di controllo delle societ professionistiche o di ammissione ai campionati professionistici o di rilascio di licenze FIGC punita, per ogni inadempimento, con le sanzioni previste dalle medesime disposizioni federali ovvero, in mancanza, con quelle dellammenda o della penalizzazione di uno o pi punti in classifica.

Omissis
3. Salva lapplicazione di disposizioni speciali, alle societ responsabili delle violazioni dei divieti e delle prescrizioni di cui ai commi 1 e 2 si applica una sanzione non inferiore allammenda. La societ che non adempie agli obblighi di comunicazione e di deposito nei termini fissati dalle disposizioni federali in materia di controllo delle societ professionistiche o di ammissione ai campionati professionistici o di rilascio di licenze FIGC punita, per ogni inadempimento, con le sanzioni previste dalle medesime disposizioni federali ovvero, in mancanza, con quelle dellammenda o della penalizzazione di uno o pi punti in classifica.

Il mancato pagamento, nei termini fissati dalle disposizioni federali, Il mancato pagamento, nei termini fissati dalle disposizioni federali, degli emolumenti dovuti: degli emolumenti dovuti: a) per il primo trimestre (1 luglio -30 settembre), in favore di a) sino alla chiusura del I trimestre (30 settembre), in favore di tesserati, tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, con contratti settore sportivo, con contratti ratificati, comporta ratificati, comporta lapplicazione, a carico della societ responsabile, della lapplicazione, a carico della societ responsabile, della sanzione di cui allart. 18, comma 1, lett. g), nella misura di almeno un punto sanzione di cui allart. 18, comma 1, lett g), nella misura di di penalizzazione in classifica; almeno un punto di penalizzazione in classifica; b) per il secondo trimestre (1 ottobre-31 dicembre) e per quello precedente, ove non assolto prima, in favore di tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, con contratti ratificati, comporta lapplicazione, a carico della societ responsabile, della sanzione di cui allart.
1

b) sino alla chiusura del II trimestre (31 dicembre), in favore di tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, con contratti ratificati, comporta lapplicazione, a carico della societ responsabile, della sanzione di cui allart. 18, comma 1, lett. g), nella misura di almeno un punto

di penalizzazione in classifica.

18, comma 1, lett g), nella misura di almeno un punto di penalizzazione in classifica; c) per il terzo trimestre (1 gennaio-31 marzo) e per quelli precedenti, ove non assolti prima, in favore di tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, con contratti ratificati, comporta lapplicazione, a carico della societ responsabile, della sanzione di cui allart. 18, comma 1, lett g), nella misura di almeno un punto di penalizzazione in classifica da scontarsi nella stagione sportiva successiva al terzo trimestre; d) per il quarto trimestre (1 aprile-30 giugno) e per quelli precedenti, ove non assolti prima, in favore di tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, con contratti ratificati, comporta lapplicazione, a carico della societ responsabile, della sanzione di cui allart. 18, comma 1, lett g), nella misura di almeno un punto di penalizzazione in classifica da scontarsi nella stagione sportiva successiva al quarto trimestre; Il mancato pagamento, nei termini fissati dalle disposizioni federali, delle ritenute Irpef, dei contributi Enpals e del Fondo di Fine Carriera relativi agli emolumenti dovuti: a) per il primo trimestre (1 luglio-30 settembre), in favore di tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, con contratti ratificati, comporta lapplicazione, a carico della societ responsabile, della sanzione di cui allart. 18, comma 1, lett g), nella misura di almeno un punto di penalizzazione in classifica; b) per il secondo trimestre (1 ottobre -31 dicembre) e per
2

Il mancato pagamento, nei termini fissati dalle disposizioni federali, degli emolumenti dovuti:
c) sino alla chiusura del III trimestre (31 marzo), in favore di tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, con contratti ratificati, comporta lapplicazione, a carico della societ responsabile, della sanzione di cui allart. 18, comma 1, lett. g), nella misura di almeno un punto di penalizzazione in classifica da scontarsi nella stagione sportiva successiva al trimestre di riferimento. La recidiva per i precedenti periodi comporta lulteriore sanzione dellammenda non inferiore ad Euro 20.000,00 per le societ di Serie A e B e non inferiore ad Euro 10.000,00 per le societ di I e II Divisione;

d) sino alla chiusura del IV trimestre (30 giugno), in favore di tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, con contratti ratificati, comporta lapplicazione, a carico della societ responsabile, della sanzione di cui allart. 18, comma 1, lett. g), nella misura di almeno un punto di penalizzazione in classifica da scontarsi nella stagione sportiva successiva al trimestre di riferimento. La recidiva per i precedenti periodi comporta lulteriore sanzione dellammenda non inferiore ad Euro 20.000,00 per le societ di Serie A e B e non inferiore ad Euro 10.000,00 per le societ di I e II Divisione. Il mancato pagamento, nei termini fissati dalle disposizioni federali, delle ritenute Irpef, dei contributi Enpals e del Fondo di Fine Carriera relativi agli emolumenti dovuti: a) sino alla chiusura del I trimestre (30 settembre), in favore di tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, con contratti ratificati, comporta lapplicazione, a carico della societ responsabile, della sanzione di cui allart. 18, comma 1, lett. g), nella misura di almeno un punto di penalizzazione in classifica;

b) sino alla chiusura del II trimestre (31 dicembre), in favore di tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, con contratti ratificati, comporta lapplicazione, a carico della societ responsabile, della sanzione di cui allart. 18, comma 1, lett. g), nella misura di almeno un punto di penalizzazione in classifica. Il mancato pagamento, nei termini fissati dalle disposizioni federali, delle ritenute Irpef, dei contributi Enpals e del Fondo di Fine Carriera relativi agli emolumenti dovuti: c) sino alla chiusura del III trimestre (31 marzo), in favore di tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, con contratti ratificati, comporta lapplicazione, a carico della societ responsabile, della sanzione di cui allart. 18, comma 1, lett. g), nella misura di almeno un punto di penalizzazione in classifica da scontarsi nella stagione sportiva successiva al trimestre di riferimento. La recidiva per i precedenti periodi comporta lulteriore sanzione dellammenda non inferiore ad Euro 20.000,00 per le societ di Serie A e B e non inferiore ad Euro 10.000,00 per le societ di I e II Divisione; d) sino alla chiusura del IV trimestre (30 giugno), in favore di tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, con contratti ratificati, comporta lapplicazione, a carico della societ responsabile, della sanzione di cui allart. 18, comma 1, lett. g), nella misura di almeno un punto di penalizzazione in classifica da scontarsi nella stagione sportiva successiva al trimestre di riferimento. La recidiva per i precedenti periodi comporta lulteriore sanzione dellammenda non inferiore ad Euro 20.000,00 per le societ di Serie A e B e non inferiore ad Euro 10.000,00 per le societ di I e II Divisione.

quello precedente, ove non assolto prima, in favore di tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, con contratti ratificati, comporta lapplicazione, a carico della societ responsabile, della sanzione di cui allart. 18, comma 1, lett g), nella misura di almeno un punto di penalizzazione in classifica;

c) per il terzo trimestre (1 gennaio -31 marzo) e per quelli precedenti, ove non assolti prima, in favore di tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, con contratti ratificati, comporta lapplicazione, a carico della societ responsabile, della sanzione di cui allart. 18, comma 1, lett g), nella misura di almeno un punto di penalizzazione in classifica da scontarsi nella stagione sportiva successiva al terzo trimestre;

d) per il quarto trimestre (1 aprile-30 giugno) e per quelli precedenti, ove non assolti prima, in favore di tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, con contratti ratificati, comporta lapplicazione, a carico della societ responsabile, della sanzione di cui allart. 18, comma 1, lett g), nella misura di almeno un punto di penalizzazione in classifica da scontarsi nella stagione sportiva successiva al quarto trimestre.

Omissis

Omissis

ALL. B) Art. 85 NOIF VECCHIO TESTO Art. 85 Informativa periodica alla Co.Vi.So.C. A) adempimenti delle societ partecipanti al Campionato di Serie A NUOVO TESTO Art. 85 Informativa periodica alla Co.Vi.So.C. A) adempimenti delle societ partecipanti al Campionato di Serie A

Omissis
VI. Emolumenti VI Emolumenti

Omissis

1. Le societ devono documentare alla FIGC- Co.Vi.So.C., secondo le Le societ devono documentare alla FIGC- COVISOC, secondo le modalit e le procedure stabilite dalla FIGC, entro quarantacinque giorni dalla modalit e le procedure stabilite dalla FIGC, entro quarantacinque giorni chiusura di ciascun trimestre,lavvenuto pagamento di tutti gli emolumenti dalla chiusura del: dovuti, sino alla chiusura del predetto trimestre, in favore di tesserati, primo trimestre (30 settembre), lavvenuto pagamento di tutti gli lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo con contratti emolumenti dovuti, per detto trimestre, in favore dei tesserati, dei ratificati. lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati; I suddetti emolumenti devono essere corrisposti esclusivamente a mezzo secondo trimestre (31 dicembre), lavvenuto pagamento di tutti gli bonifico bancario, emolumenti dovuti, per detto trimestre e per quello precedente ove utilizzando i conti correnti dedicati indicati dalla societ al momento della non assolto prima, in favore dei tesserati, dei lavoratori iscrizione al Campionato. dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo con Il bonifico dovr essere effettuato dalla societ esclusivamente sul conto contratti ratificati; corrente indicato dai tesserati, dai lavoratori dipendenti e dai collaboratori terzo trimestre (31 marzo), lavvenuto pagamento di tutti gli addetti al settore sportivo in sede di sottoscrizione del contratto. emolumenti dovuti, per detto trimestre e per quelli precedenti ove non assolti prima, in favore dei tesserati, dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati; quarto trimestre (30 giugno), lavvenuto pagamento di tutti gli emolumenti dovuti, per detto trimestre e per quelli precedenti ove non assolti prima, in favore dei tesserati, dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo con contratti

ratificati. I suddetti emolumenti devono essere corrisposti esclusivamente a mezzo bonifico bancario, utilizzando i conti correnti dedicati indicati dalla societ al momento della iscrizione al Campionato. Il bonifico dovr essere effettuato dalla societ esclusivamente sul conto corrente indicato dai tesserati, dai lavoratori dipendenti e dai collaboratori addetti al settore sportivo in sede di sottoscrizione del contratto.

VII. Ritenute e contributi

VII Ritenute e Contributi

Le societ, entro quarantacinque giorni dalla chiusura di ciascun trimestre, Le societ devono documentare alla FIGC- COVISOC, secondo le devono documentare alla FIGC- Co.Vi.So.C., secondo le modalit e le modalit e le procedure stabilite dalla FIGC, entro quarantacinque giorni procedure stabilite dalla FIGC, lavvenuto pagamento delle ritenute Irpef, dei dalla chiusura del: contributi Enpals e Fondo Fine Carriera, riguardanti gli emolumenti dovuti, sino alla chiusura del predetto trimestre, in favore di tesserati, dipendenti e primo trimestre (30 settembre), lavvenuto pagamento delle collaboratori addetti alsettore sportivo con contratti ratificati. In caso di ritenute IRPEF, dei contributi ENPALS e Fondo di Fine Carriera, rateazione e/o transazione le societ devonodepositare presso la Co.Vi.So.C. la riguardanti gli emolumenti dovuti, per detto trimestre, in favore documentazione attestante lavvenuto pagamento delle rate scadute. In caso di dei tesserati, dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti dilazioni concesse dagli enti impositori le societ devono documentare, altres, al settore sportivo con contratti ratificati; lavvenuta regolarizzazione degli stessi; in caso di contenzioso le societ secondo trimestre (31 dicembre), lavvenuto pagamento delle devono depositare presso la Co.Vi.So.C. la documentazione comprovante la ritenute IRPEF, dei contributi ENPALS e Fondo di Fine Carriera, pendenza della lite non temeraria innanzi al competente organo. riguardanti gli emolumenti dovuti, per detto trimestre e per Le ritenute Irpef e i contributi Enpals devono essere versati esclusivamente quello precedente ove non assolto prima, in favore dei tesserati, tramite i conti correnti dedicati indicati dalla societ al momento della dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore iscrizione al Campionato. sportivo con contratti ratificati; La Lega competente, entro quarantacinque giorni dalla chiusura di ciascun terzo trimestre (31 marzo), lavvenuto pagamento delle ritenute trimestre, deve certificare alla Co.Vi.So.C. lavvenuto pagamento da parte IRPEF, dei contributi ENPALS e Fondo di Fine Carriera, della societ dei contributi al Fondo Fine Carriera dovuti sino alla chiusura del riguardanti gli emolumenti dovuti, per detto trimestre e per quelli predetto trimestre. precedenti ove non assolti prima, in favore dei tesserati, dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati; quarto trimestre (30 giugno), lavvenuto pagamento delle ritenute

Omissis

IRPEF, dei contributi ENPALS e Fondo di Fine Carriera, riguardanti gli emolumenti dovuti, per detto trimestre e per quelli precedenti ove non assolti prima, in favore dei tesserati, dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati. In caso di rateazione e/o transazione le societ devono depositare presso la Co.Vi.So.C. la documentazione attestante lavvenuto pagamento delle rate scadute. In caso di dilazioni concesse dagli enti impositori le societ devono documentare, altres, lavvenuta regolarizzazione degli stessi; in caso di contenzioso le societ devono depositare presso la Co.Vi.So.C. la documentazione comprovante la pendenza della lite non temeraria innanzi al competente organo. Le ritenute Irpef e i contributi Enpals devono essere versati esclusivamente tramite i conti correnti dedicati indicati dalla societ al momento della iscrizione al Campionato. La Lega competente, entro quarantacinque giorni dalla chiusura di ciascun trimestre, deve certificare alla Co.Vi.So.C. lavvenuto pagamento da parte della societ dei contributi al Fondo Fine Carriera dovuti per ciascun trimestre e per quelli precedenti, ove non assolti prima.

Omissis
B) adempimenti delle societ partecipanti al Campionato di Serie B B) adempimenti delle societ partecipanti al Campionato di Serie B

Omissis
VI. Emolumenti VI Emolumenti

Omissis

1. Le societ devono documentare alla FIGC- Co.Vi.So.C., secondo le Le societ devono documentare alla FIGC- COVISOC, secondo le modalit e le procedure stabilite dalla FIGC, entro quarantacinque giorni dalla modalit e le procedure stabilite dalla FIGC, entro quarantacinque giorni chiusura di ciascun trimestre,lavvenuto pagamento di tutti gli emolumenti dalla chiusura del: dovuti, sino alla chiusura del predetto trimestre, in favore di tesserati, primo trimestre (30 settembre), lavvenuto pagamento di tutti gli lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo con contratti emolumenti dovuti, per detto trimestre, in favore dei tesserati, dei ratificati. lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati; I suddetti emolumenti devono essere corrisposti esclusivamente a mezzo secondo trimestre (31 dicembre), lavvenuto pagamento di tutti gli

bonifico bancario, utilizzando i conti correnti dedicati indicati dalla societ al momento della iscrizione al Campionato. Il bonifico dovr essere effettuato dalla societ esclusivamente sul conto corrente indicato dai tesserati, dai lavoratori dipendenti e dai collaboratori addetti al settore sportivo in sede di sottoscrizione del contratto.

emolumenti dovuti, per detto trimestre e per quello precedente ove non assolto prima, in favore dei tesserati, dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati; terzo trimestre (31 marzo), lavvenuto pagamento di tutti gli emolumenti dovuti, per detto trimestre e per quelli precedenti ove non assolti prima, in favore dei tesserati, dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati; quarto trimestre (30 giugno), lavvenuto pagamento di tutti gli emolumenti dovuti, per detto trimestre e per quelli precedenti ove non assolti prima, in favore dei tesserati, dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati.

I suddetti emolumenti devono essere corrisposti esclusivamente a mezzo bonifico bancario, utilizzando i conti correnti dedicati indicati dalla societ al momento della iscrizione al Campionato. Il bonifico dovr essere effettuato dalla societ esclusivamente sul conto corrente indicato dai tesserati, dai lavoratori dipendenti e dai collaboratori addetti al settore sportivo in sede di sottoscrizione del contratto.

VII. Ritenute e contributi

VII Ritenute e Contributi

Le societ, entro quarantacinque giorni dalla chiusura di ciascun trimestre, Le societ devono documentare alla FIGC- COVISOC, secondo le devono documentare alla FIGC- Co.Vi.So.C., secondo le modalit e le modalit e le procedure stabilite dalla FIGC, entro quarantacinque giorni procedure stabilite dalla FIGC, lavvenuto pagamento delle ritenute Irpef, dei dalla chiusura del: contributi Enpals e Fondo Fine Carriera, riguardanti gli emolumenti dovuti, sino alla chiusura del predetto trimestre, in favore di tesserati, dipendenti e primo trimestre (30 settembre), lavvenuto pagamento delle collaboratori addetti alsettore sportivo con contratti ratificati. In caso di ritenute IRPEF, dei contributi ENPALS e Fondo di Fine Carriera, rateazione e/o transazione le societ devonodepositare presso la Co.Vi.So.C. la riguardanti gli emolumenti dovuti, per detto trimestre, in favore documentazione attestante lavvenuto pagamento delle rate scadute. In caso di dei tesserati, dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti dilazioni concesse dagli enti impositori le societ devono documentare, altres, al settore sportivo con contratti ratificati;

lavvenuta regolarizzazione degli stessi; in caso di contenzioso le societ devono depositare presso la Co.Vi.So.C. la documentazione comprovante la pendenza della lite non temeraria innanzi al competente organo. Le ritenute Irpef e i contributi Enpals devono essere versati esclusivamente tramite i conti correnti dedicati indicati dalla societ al momento della iscrizione al Campionato. La Lega competente, entro quarantacinque giorni dalla chiusura di ciascun trimestre, deve certificare alla Co.Vi.So.C. lavvenuto pagamento da parte della societ dei contributi al Fondo Fine Carriera dovuti sino alla chiusura del predetto trimestre.

secondo trimestre (31 dicembre), lavvenuto pagamento delle


ritenute IRPEF, dei contributi ENPALS e Fondo di Fine Carriera, riguardanti gli emolumenti dovuti, per detto trimestre e per quello precedente ove non assolto prima, in favore dei tesserati, dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati; terzo trimestre (31 marzo), lavvenuto pagamento delle ritenute IRPEF, dei contributi ENPALS e Fondo di Fine Carriera, riguardanti gli emolumenti dovuti, per detto trimestre e per quelli precedenti ove non assolti prima, in favore dei tesserati, dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati; quarto trimestre (30 giugno), lavvenuto pagamento delle ritenute IRPEF, dei contributi ENPALS e Fondo di Fine Carriera, riguardanti gli emolumenti dovuti, per detto trimestre e per quelli precedenti ove non assolti prima, in favore dei tesserati, dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati. In caso di rateazione e/o transazione le societ devono depositare presso la Co.Vi.So.C. la documentazione attestante lavvenuto pagamento delle rate scadute. In caso di dilazioni concesse dagli enti impositori le societ devono documentare, altres, lavvenuta regolarizzazione degli stessi; in caso di contenzioso le societ devono depositare presso la Co.Vi.So.C. la documentazione comprovante la pendenza della lite non temeraria innanzi al competente organo. Le ritenute Irpef e i contributi Enpals devono essere versati esclusivamente tramite i conti correnti dedicati indicati dalla societ al momento della iscrizione al Campionato. La Lega competente, entro quarantacinque giorni dalla chiusura di ciascun trimestre, deve certificare alla Co.Vi.So.C. lavvenuto pagamento da parte della societ dei contributi al Fondo Fine Carriera dovuti per ciascun trimestre e per quelli precedenti, ove non assolti prima.

Omissis

Omissis

C) adempimenti delle societ della Lega Italiana Calcio Professionistico

C) adempimenti delle societ della Lega Italiana Calcio Professionistico

Omissis
IV. Emolumenti
IV Emolumenti

Omissis

Le societ devono documentare alla FIGC- COVISOC, secondo le 1. Le societ devono documentare alla FIGC- Co.Vi.So.C., secondo le modalit e le procedure stabilite dalla FIGC, entro quarantacinque giorni modalit e le procedure stabilite dalla FIGC, entro quarantacinque giorni dalla chiusura del: dalla chiusura di ciascun trimestre,lavvenuto pagamento di tutti gli primo trimestre (30 settembre), lavvenuto pagamento di tutti gli emolumenti dovuti, sino alla chiusura del predetto trimestre, in favore di emolumenti dovuti, per detto trimestre, in favore dei tesserati, dei tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati.

I suddetti emolumenti devono essere corrisposti esclusivamente a mezzo bonifico bancario, utilizzando i conti correnti dedicati indicati dalla societ al momento della iscrizione al Campionato. Il bonifico dovr essere effettuato dalla societ esclusivamente sul conto corrente indicato dai tesserati, dai lavoratori dipendenti e dai collaboratori addetti al settore sportivo in sede di sottoscrizione del contratto.

secondo trimestre (31 dicembre), lavvenuto pagamento di tutti gli


emolumenti dovuti, per detto trimestre e per quello precedente ove non assolto prima, in favore dei tesserati, dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati; terzo trimestre (31 marzo), lavvenuto pagamento di tutti gli emolumenti dovuti, per detto trimestre e per quelli precedenti ove non assolti prima, in favore dei tesserati, dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati; quarto trimestre (30 giugno), lavvenuto pagamento di tutti gli emolumenti dovuti, per detto trimestre e per quelli precedenti ove non assolti prima, in favore dei tesserati, dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati.

con contratti ratificati;

I suddetti emolumenti devono essere corrisposti esclusivamente a mezzo bonifico bancario, utilizzando i conti correnti dedicati indicati dalla societ al momento della iscrizione al Campionato. Il bonifico dovr essere effettuato dalla societ esclusivamente sul conto corrente indicato dai tesserati, dai lavoratori dipendenti e dai collaboratori addetti al settore sportivo in sede di sottoscrizione del contratto.

V. Ritenute e contributi

V Ritenute e Contributi

Le societ, entro quarantacinque giorni dalla chiusura di ciascun Le societ devono documentare alla FIGC- COVISOC, secondo le trimestre, devono documentare alla FIGC- Co.Vi.So.C., secondo le modalit e le procedure stabilite dalla FIGC, entro quarantacinque giorni modalit e le procedure stabilite dalla FIGC, lavvenuto pagamento dalla chiusura del: delle ritenute Irpef, dei contributi Enpals e Fondo Fine Carriera, primo trimestre (30 settembre), lavvenuto pagamento delle riguardanti gli emolumenti dovuti, sino alla chiusura del predetto ritenute IRPEF, dei contributi ENPALS e Fondo di Fine Carriera, trimestre, in favore di tesserati, dipendenti e collaboratori addetti riguardanti gli emolumenti dovuti, per detto trimestre, in favore alsettore sportivo con contratti ratificati. In caso di rateazione e/o dei tesserati, dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti transazione le societ devonodepositare presso la Co.Vi.So.C. la al settore sportivo con contratti ratificati; documentazione attestante lavvenuto pagamento delle rate scadute. In secondo trimestre (31 dicembre), lavvenuto pagamento delle caso di dilazioni concesse dagli enti impositori le societ devono ritenute IRPEF, dei contributi ENPALS e Fondo di Fine Carriera, documentare, altres, lavvenuta regolarizzazione degli stessi; in caso di riguardanti gli emolumenti dovuti, per detto trimestre e per contenzioso le societ devono depositare presso la Co.Vi.So.C. la quello precedente ove non assolto prima, in favore dei tesserati, documentazione comprovante la pendenza della lite non temeraria dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore innanzi al competente organo. sportivo con contratti ratificati; Le ritenute Irpef e i contributi Enpals devono essere versati terzo trimestre (31 marzo), lavvenuto pagamento delle ritenute IRPEF, dei contributi ENPALS e Fondo di Fine Carriera, esclusivamente tramite i conti correnti dedicati indicati dalla societ al riguardanti gli emolumenti dovuti, per detto trimestre e per quelli momento della iscrizione al Campionato. precedenti ove non assolti prima, in favore dei tesserati, dei La Lega competente, entro quarantacinque giorni dalla chiusura di lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo ciascun trimestre, deve certificare alla Co.Vi.So.C. lavvenuto con contratti ratificati; pagamento da parte della societ dei contributi al Fondo Fine Carriera quarto trimestre (30 giugno), lavvenuto pagamento delle ritenute dovuti sino alla chiusura del predetto trimestre.

Omissis

IRPEF, dei contributi ENPALS e Fondo di Fine Carriera, riguardanti gli emolumenti dovuti, per detto trimestre e per quelli precedenti ove non assolti prima, in favore dei tesserati, dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati. In caso di rateazione e/o transazione le societ devono depositare presso la Co.Vi.So.C. la documentazione attestante lavvenuto pagamento delle rate scadute. In caso di dilazioni concesse dagli enti impositori le societ devono documentare, altres, lavvenuta regolarizzazione degli stessi; in caso di contenzioso le societ devono depositare presso la Co.Vi.So.C. la

documentazione comprovante la pendenza della lite non temeraria innanzi al competente organo. Le ritenute Irpef e i contributi Enpals devono essere versati esclusivamente tramite i conti correnti dedicati indicati dalla societ al momento della iscrizione al Campionato. La Lega competente, entro quarantacinque giorni dalla chiusura di ciascun trimestre, deve certificare alla Co.Vi.So.C. lavvenuto pagamento da parte della societ dei contributi al Fondo Fine Carriera dovuti per ciascun trimestre e per quelli precedenti, ove non assolti prima.

Omissis

ALL. A)

NORME ORGANIZZATIVE INTERNE F.I.G.C.


VECCHIO TESTO Art. 11 BIS Il Corpo degli Ispettori Federali 1. E istituito presso la F.I.G.C. il Corpo degli Ispettori Federali in materia amministrativa e contabile. 2. Il Corpo degli Ispettori Federali, composto da un numero non inferiore a dieci, nominato, per due stagioni sportive dal Presidente Federale ed coordinato dal Direttore generale della F.I.G.C. 3. Possono essere nominati Ispettori Federali coloro che siano iscritti nellalbo dei dottori commercialisti ed esperti contabili o nel registro dei revisori dei conti. 4. Il Corpo degli Ispettori risponde operativamente al Responsabile dellUfficio Amministrativo della F.I.G.C. NUOVO TESTO Art. 11 BIS Il Corpo degli Ispettori Federali 1. E istituito presso la F.I.G.C. il Corpo degli Ispettori Federali in materia amministrativa e contabile. 2. Il Corpo degli Ispettori Federali, composto da un numero non inferiore a dieci, nominato, per due anni stagioni sportive dal Presidente Federale ed coordinato dal Direttore generale della F.I.G.C. 3. Possono essere nominati Ispettori Federali coloro che siano iscritti nellalbo dei dottori commercialisti ed esperti contabili o nel registro dei revisori legali dei conti. 4. Il Corpo degli Ispettori risponde operativamente al Responsabile dellUfficio Amministrativo della F.I.G.C. Norma Transitoria Il mandato degli Ispettori federali attualmente in carica scadr il 28 febbraio 2012