Sei sulla pagina 1di 3

LANGOLO TRIBUTARIO

A cura del Dott. Maurizio DElia


Albo Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Firenze C.t.u. del Tribunale civile e penale di Firenze, specializzato in Societ Associazioni Sportive ed Enti non Profit. Revisore Contabile; iscr. Albo Giudici Arbitrali di Firenze. Master di perfezionamento in Diritto ed Economia dello Sport

Quando il presidente dellA.c.c.v.c. Dott. Filippo Pucci, nellultima assemblea annuale, ha chiesto laiuto di tutti per una fattiva collaborazione alla missione e crescita dellente, mi sono domandato cosaltro potevo fare per dare un ulteriore contributo volontario non solo allAssociazione stessa, ma a tutti i Club e soci che ne fanno parte. Cos nata lidea di questa rubrica e di un articolo mensile, nellintento possa interessare i tifosi viola che pi di altri si addossano le responsabilit di dirigere od amministrare unAssociazione. Nel cercare di individuare quale poteva essere largomento specifico da trattare allapertura di questa nuova pubblicazione, la manifesta incertezza nella risposta, mi ha fatto individuare chiaramente da dove cominciare. Per quanto concerne la materia qui trattata (gli aspetti legali tributari di una associazione), stata infatti proprio la cattiva informazione nei tempi passati, gli errati modi di fare o le consuetudini tipiche del passaparola (oggi purtroppo ancora molto diffuse), a creare nel settore non profit, spiacevoli sorprese e conseguenze in caso di verifiche. Negli ultimi anni le organizzazioni private, sia per carenza o disinteresse al sociale da parte di strutture pubbliche, sia per spazi verdi sempre pi ridotti, hanno avuto un costante sviluppo ed una rilevanza culturale e promozionale notevole. Il conseguente legame con il mondo economico, ha fatto s che lopera dei legislatori e dei relativi organi di controllo, si incentrasse con pi attenzione al mondo delle associazioni; lo stesso, a seguito di accertamenti, ispezioni e verifiche ha subito ultimamente, un brusco risveglio. La crescente preoccupazione quindi di molti operatori, il cui intento vuol essere solo quello di sostenere la propria squadra, praticare sport e divulgarlo, socializzare od approfondire culturalmente un settore, oltremodo giustificata anche se, permettetemi di scherzare, gli organi direttivi dovranno provvedere per prima cosa a farsi un elettrocardiogramma (al pari degli atleti), per evitare tachicardie ad eventuali visite della Guardia di Finanza. Tornando ad esporre seriamente, quello che voglio cercare di illustrare in questa occasione, proprio il modo di operare dei preposti ai controlli e conseguentemente, cercare di sollevare qualche dubbio in merito ad una corretta gestione, predisposizioni di documenti, loro obbligatoriet ecc. (che eventualmente, se sar riuscito a destare interesse, vedremo nei prossimi numeri). Cominciamo per ci, a chiarire che lattivit di verifica solitamente indirizzata da un lato a controllare la posizione fiscale dei soggetti che gestiscono lAssociazione in forma commerciale (imprese individuali, societ di persone, societ di capitali), dallaltro a individuare situazioni in cui lattivit, pur avendo i caratteri della commercialit, viene svolta sotto le apparenze di associazione non riconosciuta. E, infatti, frequente nel settore lesistenza di circoli e associazioni sportive apparenti, che dissimulano vere e proprie attivit imprenditoriali riconducibili ai soggetti che hanno leffettivo controllo giuridico ed economico del circolo o dellassociazione. Una prima parte di informazioni quindi, viene acquisita ancor prima dellaccesso ai locali sede del soggetto e/o dellattivit, tramite il controllo dei dati (e loro correttezza), in possesso presso i sistemi informativi degli uffici quali Imposte Dirette, Iva, Registro, ecc. In particolare vengono cercate notizie su eventuali incrementi patrimoniali o altre significative manifestazioni di capacit contributiva poste in essere dallimprenditore, suoi familiari, dai soci della societ, ovvero dalle persone fisiche che hanno il controllo dellassociazione. Si arriva cos alla vera e propria verifica esterna: il nucleo operante in genere formato da due soggetti che raramente per vestono la divisa grigia dordinanza (lazione di controllo non pi esclusivamente devoluta infatti, solo alla GG.FF.). Spesso, specie in assenza del legale rappresentante (il presidente dellAssociazione nella maggior parte dei casi), il colloquio con i preposti agli accessi informale e inconsapevolmente, dagli stessi vengono rilasciate informazioni e dichiarazioni di rilevante importanza per il successivo approfondimento e verbale. Le caratteristiche

dellindagine infatti, sono date dal finalizzarle alla ricerca dei ricavi e, per le Associazioni non riconosciute, anche allindividuazione delleffettiva natura giuridica dellente. Specifici riscontri saranno svolti in ordine alla posizione fiscale e contributiva del personale dipendente od effettivamente impiegato. Particolare attenzione posta al reperimento della documentazione anche non obbligatoria (schedari, fogli di prenotazione, tessere, regolamenti, certificati, ecc.) . Per il controllo dei ricavi quindi, specifiche indagini sono volte a: individuare il numero effettivo dei soci; rilevare le tariffe praticate distinguendo le eventuali quote di iscrizione iniziale e/o annuale e i corrispettivi specifici; rilevare il numero di allenatori, tecnici, dipendenti o non dipendenti che operano nellassociazione, nellimpianto, distinguendo quelli con particolari funzioni o conoscenze tecniche; valutare le potenzialit dellimpianto o della sede (numero di attrezzi, di zone riservate, numero e tipologia di corsi e attivit organizzate); rilevare i corrispettivi conseguiti riferibili ad attivit collaterali quali bar, vendita di articoli sportivi, ecc.; rilevare lesistenza di contratti di sponsorizzazione, pubblicit e lavvenuta organizzazione di eventi; analizzare i contratti vari in essere e leffettivo ruolo svolto dagli associati e dai dirigenti.

In alcuni casi poi (purtroppo non cos rari come si pu pensare), stato fatto ricorso allindagine bancaria come ulteriore approfondimento a seguito della relazione con la potenzialit del soggetto o dellattendibilit dei documenti trovati (affronteremo nei prossimi numeri largomento con lelenco della documentazione obbligatoria: statuti inidonei, registri, ecc.) ovviamente, rivolta anche nei confronti dei soggetti che hanno il controllo economico dellente. Nel corso della verifica sono poi effettuate interviste agli utilizzatori dei servizi o soci presenti, con domande concernenti la data della loro iscrizione, la quota o corrispettivo pagato, documenti rilasciati a fronte delle somme erogate, frequenza nella utilizzazione degli impianti ed altro. Al termine di tutto questo un gran sorriso dobbligo..., ma vediamo di non subire, sportivamente parlando, un goal!. Quanto ho tentato di illustrare vuol essere un piccolo suggerimento per gli addetti ai lavori, nel cercare di individuare una traccia metodologica anche in questo tipo di allenamento. Come per una partita infatti, la preparazione e la predisposizione di particolari ed idonei mezzi deve essere efficace e la difesa alta. So che un buon tifoso, non ama occuparsi di questi argomenti e forse da qualche minuto ha smesso di leggere con interesse queste frasi, ma confido sia disposto, per una tranquilla diffusione di ci in cui crede, ad apprendere qualche regola del mondo associazionistico che lo coinvolge.
- Riproduzione riservata -

ULTIMO MINUTO:
Cassazione ordinanza 26/10/10 n.21875 Non profit: attivit a terzi, anche se modeste, escluse dalle agevolazioni
Le attivit a pagamento poste in essere da unassociazione e svolte nei confronti di terzi non hanno diritto al trattamento fiscale di favore previsto dallart.148 del Tuir. A stabilirlo la Corte di Cassazione con ordinanza n.21875 del 26 ottobre, che ha ritenuto illegittima la decisione della Commissione Tributaria regionale di Milano la quale aveva accolto listanza di una associazione sportiva che, in seguito ad un processo verbale di constatazione della Guardia di finanza, si era vista constatare unattivit imprenditoriale non dichiarata in merito a delle lezioni di equitazione prestate dietro pagamento di un corrispettivo. I giudici di legittimit hanno stabilito che anche se le attivit a pagamento sono sporadiche, il prelievo fiscale sussiste comunque e hanno definito apodittica la motivazione della Commissione tributaria laddove afferma lesiguit delle prestazioni a pagamento in favore di terzi

Arriva il primo Principio contabile per i bilanci del Terzo settore


stata pubblicata la bozza del primo Principio contabile per il Terzo settore. Il documento, redatto dal tavolo tecnico congiunto tra Cndcec, Agenzia per le Onlus e Oic, sar ora sottoposto ad una consultazione pubblica, che si concluder il 15 gennaio 2011. Il Principio contabile in questione rivolto a tutte le organizzazioni che operano nel c.d. terzo settore ed finalizzato a illustrare i principi generali che sottendono la redazione del bilancio. A questo documento ne seguiranno altri, dedicati alla contabilizzazione delle poste di bilancio che assumono maggiore significativit per il non profit, come, per esempio, liberalit ed immobilizzazioni.

Ministero Interno Dip. Vigili del Fuoco nota 15/10/10 n.4958/4109/29


Norme di sicurezza per le attivit di spettacolo viaggiante Il Ministero dellInterno, con la nota n.4958 del 15/10/10, ha ribadito lobbligo di registrazione e di possesso di codice identificativo entro il 31/12/10 per tutte le attivit di spettacolo viaggiante. In previsione dellimminente scadenza di fine anno, il Dipartimento dei Vigili del Fuoco ha fornito ulteriori istruzioni utili per il completamento delle procedure burocratiche di regolarizzazione. Nel caso diffuso in cui listanza di registrazione sia stata presentata in un comune diverso da quello in cui installata lattrazione, linteressato potr richiedere il trasferimento della pratica presso il diverso municipio

Enpals Circolare 09/11/10 n.16 Contributi ridotti per giovani calciatori e procuratori: le istruzioni Enpals
LEnpals, con circolare n.16 del 9 novembre, fornisce istruzioni operative in merito alla possibilit di accedere alle agevolazioni contributive straordinarie, per le societ di calcio, per lassunzione di calciatori di et compresa fra 14 e 19 anni e preparatori atletici, secondo quanto previsto dalla Finanziaria 2001. Sono destinatarie della misura esclusivamente le societ militanti nei campionati nazionali di prima e seconda divisione: per i giovani calciatori lo sgravio contributivo mensile pari a 43,04; per i procuratori corrisponde a un 3% dellammontare totale dei contributi. Per accedere al beneficio la societ di calcio interessata dovr presentare listanza a FIGC E CONI, tramite raccomandata, entro e non oltre trenta giorni dalla stipula del contratto. La FIGC comunicher entro 60 giorni dal ricevimento lautorizzazione o il diniego allutilizzo dei benefici, che decorreranno dal mese successivo a quello della data di sottoscrizione del contratto di lavoro. Viene infine chiarito che le societ di calcio che fruiscono dei suddetti benefici devono indicare, in sede di denuncia contributive mensile, le agevolazioni tramite gli appositi codici.

ALCUNE TRA LE SCADENZE PIU IMPORTANTI:


15 dicembre Registrazioni contabili associazioni sportive dilettantistiche Scade oggi il termine per le associazioni sportive dilettantistiche per annotare i corrispettivi ed i proventi conseguiti nellesercizio di attivit commerciali nel mese precedente. Le medesime disposizioni si applicano alle altre associazioni senza scopo di lucro 16 dicembre Versamento Ici Le associazioni riconosciute, le Fondazioni o gli altri Enti che avessero la propriet od altro
diritto su immobili per cui dovuta limposta in oggetto, dovranno versare entro oggi, il saldo della stessa secondo i regolamenti del comune ove sono situati gli immobili; Versamento delle ritenute su indennit sportive, altri compensi di lavoro ed alla fonte; Versamento Iva mensile e dellimposta su gli intrattenimenti

27 dicembre Presentazione mensile elenchi Intrastat per loperazioni effettuate dallEnte con la Comunit Europea
Versamento acconto Iva Omesso versamento per importo superiore a 50 mila euro fattispecie penale

30 dicembre Versamento Imposta di registro locazioni; versamenti per rinnovo licenze ed autorizzazioni annuali. 31 dicembre Per le associazioni/societ sportive affiliate da almeno un anno, termine per il rinnovo iscrizione al Registro
Nazionale delle a.s.d. presso il C.O.N.I. Inventari: sottoscrizione Intrattenimenti: opzione per applicazione delliva nei modi ordinari

Sempre: sar gradito un commento sullutilit della rubrica e delliniziativa, al fine di programmare la sua eventuale prosecuzione.