Sei sulla pagina 1di 4

LICEO GINNASIO DI STATO C.

RINALDINI
Liceo Pedagogico Sociale Liceo delle Scienze Sociali
Via Canale, 1 - 60122 ANCONA 071/204723 fax 071/2072014 e-mail: segreteria@rinaldini.org sito web: www.rinaldini.org
c.f. 93020970427 ANPC010006

PIANO DI LAVORO PER IL TRIENNIO CLASSE I VCs 2011-2012 A.S. 2011 - 201 2

DISCIPLINA STORIA

DOCENTE Prof. Michele MAZZIERI

LIBRI DI TESTO Fossati Marco - Luppi Giorgio - Zanette Emilio Passato presente. Per le Scuole (vol. 1) Bruno Mondadori Scolastica FONTI: Le fonti della storia (voll. vari), Ed. La Nuova Italia, 1976

STRUMENTI E SPAZI Libro di testo Blog di classe - LIM- Biblioteca - Laboratorio di informatica, Internet e tecniche multimediali Audiovisivi

SITUAZIONE DI PARTENZA
Classe interessata e con molti elementi studiosi e scrupolosi. Gli alunni hanno affrontato linizio dellanno scolastico con un discreto impegno.

OBIETTIVI DIDATTICI - DISCIPLINARI

Finalit Sviluppare la consapevolezza del valore culturale della storia e del confronto tra il passato e il presente.

Competenze e abilit 1. Comprendere una fonte storica individuando: gli elementi tematici, lessicali e semantici fondamentali i riferimenti e gli aspetti utili per una prima collocazione storico-culturale 2. Sapersi orientare nei temi e nei problemi del XX secolo 3. Conoscere gli eventi storici che hanno segnato il XX secolo

CONTENUTI DISCIPLINARI / PLURIDISCIPLINARI

o UNIT 1. ANCIEN REGIME [svolto dal22 settembre al al 20 novembre] Demografia ed economia dellEuropa del XVII sec. La societ del privilegio: i tre stati. Lassolutismo di Luigi XIV Centralismo religioso di Luigi XIV Il mercantilismo Pietro il Grande LItalia tra 600 e 800 o LAB 1. CHI LO SCHIAVO? [svolto dal29 settembre al al 9 ottobre] Demografia ed economia delleuropa del XVII sec. La societ del privilegio La tratta atlantica Le altre tratte:araba e africana (laboratorio) Lo schiavismo oggi: testimonianze (laboratorio) o UNIT 2. LILLUMINISMO ANCORA ATTUALE? [svolto dal22 novembre al 16 dicembre] LEnciclopedia e la sfida culturale del Settecento La ragione al servizio dellEconomia: Fisiocrazia e Liberismo La ragione al servizio dei cittadini: le riforme dei sovrani illuminati: Maria Teresa dAustria, Giuseppe II, Federico II, Caterina II, Pietro Leopoldo. legittima la pena di morte?

3 I trattati di Utrecht o UNIT 3. LA RIVOLUZIONE FRANCESE [svolto dal 16 dicembre all11 febbraio] Il ritorno della Democrazia: nascita degli Stati Uniti dAmerica La Rivoluzione francese (1788-1791) La Rivoluzione francese: il terrore (1793-1795) La Rivoluzione francese: la Repubblica termidoriana (1795-1799) La Rivoluzione francese: lalba di Napoleone (1797-1803) La Rivoluzione francese: lImpero (1803-1815) La Rivoluzione francese: interpretazioni storiche (Burke, M.me de Stal. Taine, Michelet, storici marxisti) e interpretazioni contemporanee (i revisionisti del Novecento, Romher de LAnglais et le Duc)

o UNIT 4. LA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE [svolto dal 15 febbraio al 18 marzo] Prometeo liberato. (appunti) La rivoluzione industriale in Inghilterra (appunti) I settori chiave dellindustrializzazione (tessile, siderurgico, chimico) (appunti) Ned Ludd della Foresta di Sherwood e la nascita degli operai Lurbanizzazione Concetto di classe sociale (Weber e Marx) Socialisti utopisti: Owen, Fourier, Blanc o UNIT 5. IL RISORGIMENTO [svolto dal 20 marzo al 15 aprile] Il congresso di Vienna: idee e risultati I moti del 1820-27 in Europa Le rivoluzioni del 1830 Il 48 in Francia o LAB 2. IL RISORGIMENTO [svolto dal 15 aprile al 5 giugno] I moti carbonari del 1820-21 Mazzini e le rivoluzioni mancate del 1830 Il 1848 di Milano e Venezia Cavour e Garibaldi: la Seconda Guerra dIndipendenza La spedizione dei Mille La missione della Destra Storica Il completamento dellUnit: dalla Terza Guerra dIndipendenza a Porta Pia. o UNIT 6. LET DELLE MASSE Lirruzione delle masse Seconda Rivoluzione industriale, le Esposizioni Universali di Parigi: 1889 e 1900 Let delleclettismo

METODOLOGIE
Lezione frontale e dialogata, problem-solving, esercitazioni guidate, ricerche individuali e/o di gruppo, attivit individualizzate e di sostegno, letture, partecipazione a campionati studenteschi, mostre e conferenze

VERIFICHE E VALUTAZIONE
Due prove orali a quadrimeste. Una prova strutturata per il modulo 3 Modalit di verifica Interrogazione dialogata impostata secondo un modello omogeneo per tutti gli allievi Presentazione di attivit di ricerca individuale e/o di gruppo Interventi brevi da posto, spontanei o richiesti Prove scritte di diversa tipologia, con particolare riferimento alle caratteristiche della prova desame

MODI DI INFORMAZIONE AGLI ALUNNI ED ALLE FAMIGLIE

La valutazione delle prove, motivata mediante tabelle di attribuzione dei punteggi, sar comunicata agli alunni costantemente e alle famiglie nelle occasioni previste (colloqui quadrimestrali, note informative di met quadrimestre, colloqui mattutini eventualmente fissati).

CRITERI GENERALI COMUNI

Il presente piano di lavoro stato esteso in coerenza con gli obiettivi generali dellIstituto, con le linee di orientamento contenute nel POF, con gli impegni assunti nelle riunioni di area e di dipartimento, con il documento di programmazione del consiglio di classe, nonch con la reale situazione della classe. Per ci che concerne gli indicatori e le griglie di valutazione adottati si far riferimento a quelle previste dalla programmazione complessiva del Consiglio di Classe, dal POF e dai singoli dipartimenti, che vengono allegate alla programmazione

il docente prof M. Mazzieri