Sei sulla pagina 1di 21

UNA STRANA

CONSULENZA PEDIATRICA

UNA STRANA CONSULENZA PEDIATRICA Gemma C Morabito Pronto Soccorso AO sant’Andrea di Roma

Gemma C Morabito

Pronto Soccorso

AO sant’Andrea di Roma

Inizio turno di una mattina come tante. Mi “sparano” nel Box una paziente di 39 anni. E’ inglese e, siccome sono il medico più quotato

per le visite in lingue straniere, il caso lo vinco

io.

• Inizio turno di una mattina come tante. Mi “sparano” nel Box una paziente di 39

Sia come sia, iniziamo la visita della signora.

• Inizio turno di una mattina come tante. Mi “sparano” nel Box una paziente di 39

Il problema è sulla pelle

 

Sono

già

a

disagio.

Un

problema

di

tipo

dermatologico? Oh

mamma!

Già

in

italiano

faccio fatica con la dermatologia figuriamoci in inglese.

Comunque,

vado

avanti

(come

al

solito

mi

salverà un po’ di improvvisazione..)

• Il problema è sulla pelle … • Sono già a disagio. Un problema di tipo

Bene, approfondisco la cosa.

• Bene, approfondisco la cosa. • La paziente ha dal giorno prima una eruzione cutanea pruriginosa.

La paziente ha dal giorno prima una eruzione cutanea pruriginosa. Non sembrano esserci

fattori scatenanti.

I Parametri vitali sono normali. No, non ho la febbre però qualche giorno fa l’ho avuta e avevo mal di gola. È durato uno-due giorni e poi è passato tutto

E ora…. Si apra il palco e vediamo

stè bolle !

La visito. Non c’è nulla di particolare. L’eruzione cutanea è di tipo

eritematoso e interessa l’addome, il

tronco e gli arti inferiori.

La visito. Non c’è nulla di particolare. L’eruzione cutanea è di tipo eritematoso e interessa l’addome,

E che roba è?!!

E che roba è?!!

Brancolo nel buio, ma le bolle non hanno mai ucciso nessuno (penso tra me e me)

Gli somministro un antistaminico (10 mg di cetirizina) e, un po’ perplessa, mi appresto per dimetterla.

In realtà non sono convinta, e la cosa mi “rode” dentro. Ma non posso rovinarmi l’inizio turno per una cosa così banale se inizio così, come andrà a finire?

Mentre la mente combatte, si apre la porta ed entra il mio amico e collega Jacopo.

• Mentre la mente combatte, si apre la porta ed entra il mio amico e collega

Un pediatra! Mi può servire un pediatra?

• Come al solito è al telefono, ma mi sorride e dice che è passato per
• Come al solito è al telefono, ma mi sorride e dice che è passato per

Come al solito è al telefono, ma mi sorride e dice che è passato per un

rapido saluto

Scambiamo due battute sul sito MedEmIt, ma la mia mente è ferma lì …

le bolle!!!

Colgo l’occasione al volo e gli chiedo …. Secondo te, questa roba cos’è?

• Non mi fa neanche finire di parlare, mi guarda come se fossi una scema e
• Non mi fa neanche finire di parlare, mi guarda come se fossi una scema e

Non

mi fa neanche finire

di parlare, mi

guarda

come se

fossi una scema

e

mi

dici: Scarlattina!

 

Che?!

Scarlattina?

Perbacco

dico

io,

veramente?! Anche agli adulti?

Lui conferma e ride. Ricordi il segno della mano gialla? Bhè, guarda qui.

Mi mostra il segno della mano gialla e ridacchia.

Mi mostra il segno della mano gialla e ridacchia.
Mi mostra il segno della mano gialla e ridacchia.

Perbacco! ridacchiare!

ripeto

mentre

lui

continua

a

Ho capito, grazie ma ora smetti di ridere! Ma che te ridi?! Ti sembra carino?

Lui mi guarda (sorride ovviamente) e mi invita a seguirlo..

• Perbacco! ridacchiare! – ripeto mentre lui continua a • Ho capito, grazie … ma ora

Andiamo nella sala visita pediatrica, dove ci

aspetta un piccolo paziente … con le bolle!.

Andiamo nella sala visita pediatrica, dove ci aspetta un piccolo paziente … con le bolle!.

Ma guarda te! Che coincidenza! Contemporaneamente alla mia paziente, era

entrato nella sala visita di Jacopo un bambino

con un problema di febbre ed eruzione cutanea

Lo stavano valutando, ma la “pulcetta” aveva la scarlattina.

Funziona anche qui la mano gialla?

Certo che si!

Certo che si!
Certo che si!