Sei sulla pagina 1di 3

BIOMOLECOLE: Una generica cellula costituita prevalentemente da composti inorganici per circa il 64-74%.

. La restante parte,circa 26-36%, costituita da composti organici,e le molecole che li costituiscono,sono chiamate molecole biologiche o biomolecole. Spesso le molecole biologiche hanno grandi dimensioni e sono dette polimeri(o macromolecole),e si formano in seguito allunione di pi molecole semplici,monomeri. I monomeri si agganciano luno allaltro attraverso reazioni di condensazione,nel corso della quale avviene eliminazione di acqua. Le reazioni inverse,nelle quali le molecole di grandi dimensioni vengono scisse in molecole semplici,sono dette idrolisi,in quanto avvengono per scissione aggiungendo molecole dacqua. Le molecole biologiche nel nostro organismo sono migliaia,ma possono essere ricondotte a quattro principali gruppi: -carboidrati; -lipidi; -proteine; -acidi nucleici. Inoltre,ci sono altre due classi di composti inorganici,vitamine ed ormoni,che sono importanti per lespletamento di molte funzioni vitali,pur essendo presenti in piccolissima parte. CARBOIDRATI: i carboidrati(o glucidi o zuccheri)sono formati da carbonio,idrogeno e ossigeno e hanno formula generale: Le molecole dei carboidrati possono essere semplici o complesse. In base alla loro complessit crescente,si suddividono in: -monosaccaridi(formati in genere da 5 o 6 atomi di carbonio) -disaccaridi(formati dallassociazione di due unit di monosaccaridi) -polisaccaridi(formati dallassociazione di pi unit di monosaccaridi). Il glucosio il monosaccaride pi diffuso. Formato da 6 atomi di carbonio,corrisponde alla formula chimica: Altri monosaccaridi simili sono il fruttosio e il galattosio. Invece ribosio e desossiribosio,sono monosaccaridi formati da 5 atomi di carbonio. I disaccaridi pi diffusi,invece,sono il saccarosio(zucchero da tavola;glucosio + fruttosio),il lattosio(zucchero del latte;glucosio + galattosio) e il maltosio(si forma durante la digestione dellamido;glucosio + glucosio). Tra i polisaccaridi troviamo lamido e il glicogeno(formati da glucosio),la cellulosa(parete della cellula vegetale;formata da molecole di glucosio,che per non viene scisso dal canale digerente di molti animali),e la chitina(in cui le unit di base di glucosio sono modificate). LIPIDI: I lipidi comprendono una grande variet di molecole,accomunate dalla caratteristica di non essere solubili in acqua. Quasi tutti i legami sono a carattere covalente puro(non polari)carbonio-carbonio o carbonio-idrogeno. I lipidi si classificano in tre gruppi: -trigliceridi(oli e grassi)e cere; -fosfolipidi; -stereoidi. Oli,grassi e cere sono correlati per tre motivi: -contengono solo carbonio,idrogeno e ossigeno; -contengono una o pi unit di acidi grassi,costituiti da lunghe catene di acidi grassi,costituiti da lunghe catene di carbonio e idrogeno con un gruppo detto carbossilico[-COOH]ad una estremit; -solitamente non hanno strutture ad anello.

Grassi e oli si formano per condensazione di tre unit di acidi grassi e una molecola di glicerolo,piccola molecola a tre atomi di carbonio,ciascuno dei quali reca un gruppo ossidrilico [-OH]:da questa struttura viene il nome trigliceridi. La differenza tra grassi e oli determinata dagli acidi grassi. Quelli che costituiscono i grassi sono formati da catene di atomi di carbonio uniti con legami semplici;tutte le altre posizioni di legame sono occupate da atomi di idrogeno. Lacido grasso che ne deriva si definisce saturo perch possiede il maggior numero possibile di atomi di idrogeno. Se tra gli atomi di carbonio si formano uno o pi doppi legami,lacido grasso detto insaturo. Gli oli sono formati in prevalenza da acidi grassi insaturi. La diversa consistenza fisica dei grassi e degli oli dovuta alla presenza in questi ultimi di doppi legami. Le catene degli acidi grassi sono infatti diritte,ci che permette loro di aggregarsi in modo compatto. Nelle cere,al posto del glicerolo si trovano alcoli a catena lunga. I fosfolipidi si distinguono dagli oli per il semplice fatto che uno degli acidi grassi sostituito da un gruppo fosfato,sulla cui estremit si trova una corta catena polare,che spesso contiene azoto. A differenza delle code di acido grasso,insolubili in acqua,le teste che contengono un gruppo fosfato,spesso unito ad un gruppo contenente azoto,sono polari e idrosolubili. I fosfolipidi hanno quindi due estremit di comportamento opposto: sono idrofile(dal greco, che amano lacqua) e idrofobe(che hanno repulsione per lacqua). Gli steroidi sono decisamente diversi dagli altri lipidi,oltre per il fatto di essere insolubili in acqua. Hanno una struttura centrale a quattro anelli condensati,che portano,inseriti ai vertici,vari gruppi funzionali. Gli steroidi si formano a partire dal colesterolo che quasi sempre presente nelle membrane cellulari,e svolgono funzioni assai varie. PROTEINE: Le proteine sono composti formati da macromolecole contenenti,al fianco di atomi di carbonio,idrogeno ed ossigeno,anche atomi di carbonio e in certi casi,di zolfo. In primo luogo esse contengono gli enzimi,particolari proteine che regolano la velocit di tutte le reazioni chimiche endocellulari. Altre proteine hanno funzioni strutturali,come lelastina che conferisce elasticit alla pelle. Altre ancora vengono usate come riserva di energia e di materiali per il trasporto chimico e per il movimento cellulare. Di natura proteica sono anche numerosi ormoni,anticorpi e veleni,come quello del serpente a sonagli. Le proteine sono lunghe catene di unit pi semplici dette amminoacidi. Gli amminoacidi sono piccole molecole caratterizzate dalla presenza di un gruppo amminico(-NH ),che ha caratteristiche basiche,e da un gruppo carbossilico(-COOH),che ha caratteristiche acide. Entrambi i gruppi sono uniti da uno stesso atomo di carbonio ,il quale a sua volta legato ad un atomo di idrogeno(-H)e ad un gruppo R,chiamato residuo amminoacido o gruppo laterale,il quale determina le propriet di ciascun amminoacido. Esiste un numero elevatissimo di proteine: gli esseri viventi,ad esempio,usando un alfabeto di sole 20amminoacidi,possono sintetizzare un numero grandissimo di proteine. Secondo la natura del gruppo R,i venti amminoacidi si distinguono in: -idofili(con gruppi R acidi,basici o polari solubili in acqua); -idrofobi(con gruppi R non polari e quindi non solubili in acqua). Un posto a s occupa la cisterna,amminoacido solforato di grande importanza biologica perch pu formare particolari legami detti ponti disolfuro. Gli amminoacidi si uniscono tra di loro secondo un determinato meccanismo. Lazoto del gruppo amminico di un amminoacido si lega al carbonio del gruppo carbossilico di un altro amminoacido con un legame detto peptidico;la risultante catena di due amminoacidi un peptide.

Un dipeptide una catena con due amminoacidi,un tripeptide con tre. Oltre tre amminoacidi si ha genericamente un polipeptide. Il termine proteina riservato ai peptidi a catena lunga,con circa cinquanta amminoacidi. Ogni proteina ha un numero proprio di amminoacidi(almeno 50). Le proteine si riconoscono dalla struttura. Solitamente esistono quattro tipi di strutture: -struttura primaria,che determina quelle di ordine superiore; -struttura secondaria,che pu essere elica(si forma perch gli amminoacidi posseggono gruppi polari come quelli dellacqua e per formare il legame idrogeno la catena deve piegarsi),struttura (in cu i legami idrogeno si formano da catene diverse e la forma a foglietto ripiegato si ha quando le catene di amminoacidi si affiancano e si uniscono); -struttura terziaria,che viene assunta dall elica che,una volta formatasi,si raggomitola formando l globulo; -struttura quaternaria,assunta solo da alcune proteine,come lemoglobina,che si pu associare ad alcune catene proteiche o proteine con sostanze di natura non proteica. Formata da quattro catene proteiche(catene e catene );lemoglobina,per poter funzionare,deve assumere tutti i tipi di strutture funzionali. Se la proteina non assume queste strutture non funziona. Le strutture di ordine superiore si formano grazie ai legami idrogeno. La denaturazione la perdita delle strutture dordine superiore delle proteine ed irreversibile. Alcuni fattori che favoriscono la denaturazione possono essere il calore o gli acidi. GLI ACIDI NUCLEICI: Gli acidi nucleici sono molecole di grandi dimensioni,cos chiamati perch hanno luogo nel nucleo della cellula. Si distinguono due tipi di acidi nucleici: -acido ribonucleico o RNA; -acido desossiribonucleico o DNA. La molecola di DNA presente nella cellula, il materiale genetico,ossia,serve a dare i caratteri ereditari,mentre lRNA si manifesta allesterno. I NUCLEOTIDI: il DNA e lRNA si differenziano per la composizione e per la struttura che assumono. Sono polimeri,cio macromolecole costituite da un gran numero di molecole pi piccole,monomeri, uguali o diverse unite a catena mediante la ripetizione dello stesso tipo di legame,ed ogni monomero a sua volta formato da tre unit,cio un nucleotide. I nucleotidi sono formati da -zucchero pentoso(ribosio o desossiribosio) -acido fosforico -basi azotate(adenina e guanina basi puriniche;citosina,timida e uracile basi piriminidiche). Adenina,guanina e citosina sono comuni sia allRNA che al DNA;la timida presente solo nel DNA mentre luracile solo nellRNA. Specificamente: il DNA formato da adenina, guanina, citosina e timina,uno zucchero a cinque atomi di carbonio(desossiribosio) e gruppi fosfato. La caratteristica peculiare del DNA il doppio filamento, cio ci sono due filamenti di DNA formati da unit impilate l'una sull'altra di basi azotate. I due filamenti sono legati tra loro mediante legami tramite a idrogeno, ciascuna base si lega solamente alla sua complementare, cio la guanina si lega sempre ad una citosina e la timina si lega sempre all'adenina. Questo comporta il fatto che il DNA assume anche la conformazione a spirale, in quanto la lunghezza del legame tra le due coppie di basi diversa. Al contrario l'RNA formato da uno zucchero ribosio e da adenina,guanina,citosina ed uracile. Anche in questo caso il filamento formato da unit impilate l'una sull'altra di questi componenti. La caratteristica particolare quella che a singolo filamento.