Sei sulla pagina 1di 7

TEOREMA di MILLER : PER LE CORRENTI CONSIDERIAMO un circuito arbitrario che possa essere separato in DUE RETI N1 e N2 INTERCONNESSE con

una IMPEDENZA Z , come in figura: Piu specificamente un set di terminali 1-2 sono selezionati in N1 e un secondo, 3-4, eselezionato in N2, in modo tale che i terminali 1-3 sono connessi attraverso Z e i terminali 2-4 sono connessi attraverso un corto-circuito. Ora SI POSTULA che noi conosciamo il rapporto V2/V1 , V1 e la tensione fra i terminali 1-2 e V2 e la tensione tra i terminali 3-4. Chiamato K il rapporto V2/V1 che pu essere un numero complesso in regime armonico e, piu in generale, sara una funzione della trasformata di Laplace, s. Ora dimostreremo come la corrente I1 disegnata da N1 verso Z, puo essere ottenuta disconnettendo il terminale 1 da Z e semplicemente facendo un ponte tra i terminali 1-2 con una impedenza Z1 = Z/(1-K) .

LEQUIVALENZA SI HA PER LIDENTITA DELLE CORRENTI NELLE RETI A e B

I1 =

V1V 2 nella Rete A Z'

V1 nella Rete B Z1

ovvero (V1-V2)*Z1 = V1*Z e quindi

Z 1 =

Z ' V 2 1 V 1

SE V2 e la tensione di USCITA di un AMPLIFICATORE di cui V1 e la tensione di INGRESSO allora V2/V1 = A AMPLIFICAZIONE del Sistema

Z 1 =

Z ' 1 A

che puo essere anche molte UNITA ( ~ 100), allora si puo verificare che

Z1~Z/ 100
analogamente, per N2 si ha:

CIOE

Z1 << Z
= V2 nella Rete B Z2

I2 =

V1V 2 nella Rete A Z'


Z' V1 1 V2 Z' 1 1 A

OVVERO (V1-V2)*Z2 = V2*Z E QUINDI

Z2 =

Z2 =

e quindi

Z2 ~ Z

ESEMPIO
EFFETTO MILLER Riguarda le capacit di giunzione del transistor o ancora di pi le capacit parassite dei triodi ( capacit inter-elettrodiche griglia di controllo catodo) che , a causa delleffetto Miller, riportano, in fase la tensione di collettore ( o di anodo) allingresso (base o griglia controllo) dando luogo cosi ad un fastidioso fischio nellaltoparlante dei sistemi di amplificazione audio. il processo si pu spiegare facilmente facendo riferimento al circuito equivalente a parametri di seguito riportato (Vedi Appunti del Corso Sistemi e Segnali, M. Mattioli ):

Dal grafico del transistor 2N2222, riportato di seguito. si pu determinare il valore della capacit collettore base (Cbc) per V=40v di tensione inversa (reverse voltage) che vale circa 3 pf . A causa delleffetto Miller questa capacit viene moltiplicata per A (supponiamo allincirca -100) e quindi diventa 300 pf che, allingresso di uno stadio amplificatore e con la stessa fase del segnale in ingresso, ( sul collettore, /2 , dopo il primo Cbc e /2 dopo il secondo Cbc(1-A) ), pu innescare , per certi valori di frequenze, quei sibili di cui si parlava.

Infatti se,per semplicit, sostituiamo Z-----> Xc = 1/ C nello schema del teorema di Miller, otteniamo I=(V1-V2) / Xc = V1 / X1c OVVERO (V1-V2)*X1c = V1*Xc E QUINDI

X 'c X 1c = V2 1 V1
figura ,

1 1 = C ' C1 1 A

C1 = C ' (1 A)

avendo indicato con C la capacita collettore-base Cbc del transistor 2N2222 in

C1 = Cb 'c (1 A)

PER LE TENSIONI Analogamente, quando una rete o un componente della rete e attraversato da due o piu correnti, ad esempio I1 e I2, affinch si verifichi

LEQUIVALENZA SI HA PER LIDENTITA DELLA TENSIONE V NELLE RETI A e B

quindi perN1

V = Z ( I 1 + I 2) =

(NELLA RETE A)

V = Z1I 1

(NELLA RETE B )

per cui

Z 1 = Z (1 +

I2 ) I1

ed anche per N2

V = Z ( I 1 + I 2) =

(NELLA RETE A)

V = Z 2I 2

(NELLA RETE B )

per cui

Z 2 = Z (1 +

I1 ) I2

ESEMPIO : Supponiamo che limpedenza Z


in parallelo come in figura :

sia costituita da una RETE RC

Per la R, se e la Resistenza Re sullemettitore di un Amplificatore in connessione ad Emettitore Comune, si puo scomporre


R1 = Re (1 + ic ) essendo ic e ib le correnti di collettore e di ib

base relativi ai circuiti a parametri h e quindi ic/ib = hfe si avra

R1 = Re (1 + h fe )
Poiche hfe>>1;hfe~100;

R1~100Re

ed

R 2 = Re (1 +

1 ) h fe
R2~Re

Risulta

Nel caso della Reattanza Capacitiva Xc si ha X1 = X*(1+ic/ib); (1/C1) = (1/Ce)*(1+ic/ib) ; (1/C1)= (1/Ce)*(1+ic/ib)

C1 =
C1 = Ce/(1+ ic/ib) ; quindi

Ce (1 + h fe )
C1~Ce/100

e per X2 = X*(1+ib/ic); (1/C2) = (1/Ce)*(1+ib/ic); (1/C2)= (1/Ce)*(1+ib/ic)

C2 = Ce/(1+ ib/ic) ; quindi

C 2 = Ce (1 +

1 ) h fe
C2~Ce
6