Sei sulla pagina 1di 9

LIBRO BIANCO SULLA GOVERNANCE EUROPEA

DUPLICE SFIDA

Riforma della Dibattito sul


governance futuro dell’UE

♦ Come l’UE esercita i poteri che le hanno conferito i


suoi cittadini

♦ Come assicurare una maggiore partecipazione dei


cittadini nel processo di elaborazione delle politiche
UE

♦ Come coinvolgere in questo processo le altre


istituzioni UE, i governi nazionali, le regioni, le città e
la società civile

♦ Come migliorare le politiche, le normative


comunitarie e i loro risultati

♦ Come ridefinire il ruolo delle istituzioni UE

♦ Come contribuire al dibattito sulla governance


mondiale
1
“Il concetto di governance designa
le norme, i processi e i comportamenti
che influiscono sul modo in cui le
competenze sono esercitate a livello
europeo,
con riferimento ai principi di
apertura, partecipazione,
responsabilità, efficacia e coerenza”.

2
1. PERCHÉ RIFORMARE LA GOVERNANCE EUROPEA
SE

L’integrazione
europea ha
consentito 50
anni di stabilità,
pace e benessere

L’UE modello
d’integrazione
regionale per il
mondo intero

3
Perché i cittadini europei
- si sentono estranei all’azione dell’UE
- non sanno cosa sia l’UE e cosa aspiri a
divenire
- non ne conoscono gli obiettivi politici
- non conoscono come i poteri sono ripartiti
con gli stati membri
- percepiscono l’UE come un’istituzione
incapace di agire efficacemente (es:
disoccupazione, sicurezza alimentare,
criminalità, conflitto nei Balcani, ecc)

Cala la %
dei votanti
alle elezioni I governi nazionali
per il PE scaricano su
“Bruxelles” la colpa
di decisioni difficili
che essi stessi hanno
approvato

4
2. I PRINCIPI DELLA BUONA GOVERNANCE

APERTURA

PARTECIPAZIONE

RESPONSABILITÀ

EFFICACIA
COERENZA

SUSSIDIARIETÀ

PROPORZIONALITÀ

La scelta del livello al quale intervenire


e degli strumenti da utilizzare
deve essere proporzionata
agli obiettivi perseguiti

5
3. I CAMBIAMENTI PROPOSTI

♦ Rafforzare la partecipazione

- Rendere più trasparente il funzionamento


dell’UE

- Arrivare ai cittadini tramite la democrazia


regionale e locale

- Far partecipare la società civile

- Consultazioni più efficaci e trasparenti

- Collegarsi con le reti

6
♦ Migliorare le politiche, le normative
e la loro diffusione
- Rivedere il ruolo degli esperti

- Migliorare la qualità, l’efficacia e la


semplicità degli atti legislativi

- Semplificare il diritto comunitario

- Istituire Agenzie autonome di


regolamentazione

- Migliorare l’applicazione delle norme a


livello nazionale

7
♦ Il contributo dell’UE alla governance globale
Pace, prosperità, lavoro e giustizia sociale sono obiettivi
universali e vanno perseguiti sia all’interno sia all’esterno
dell’UE

L’UE deve aprirsi L’UE deve


agli attori governativi migliorare
e non governativi l’efficacia e la
delle altre parti del legittimità delle
mondo regole mondiali

L’UE deve attivarsi per


riformare-democratizzare le
istituzioni int.li

♦ Ridefinire le politiche e le istituzioni europee

Individuare più chiaramente gli obiettivi di lungo


periodo

Rafforzare la capacità di programmazione


strategica e di elaborazione politica

8
DALLA GOVERNANCE AL FUTURO DELL’EUROPA

Le proposte del Libro Bianco intendono:

- Strutturare le relazioni dell’UE con la società


civile

- Sfruttare le competenze e l’esperienza pratica


delle autorità regionali e locali

- Rendere più trasparente e democratico il


sistema di consultazione

- Definire più chiaramente gli obiettivi politici


dell’UE

- Rendere le politiche più efficaci

- Istituire agenzie europee di regolamentazione

- Ridefinire ruoli e responsabilità di ciascuna


istituzione

Non nuovi Volontà


trattati politica