Sei sulla pagina 1di 4

pro manuscripto Anno IX - Marzo 2006 - n.

63(&,$/,7$¶ caratteristiche, a formare i cosiddetti


brevetti. Quando un esploratore o una
Salve, lettori del nostro bolletti-
guida riesce a conferire quattro specia-
no parrocchiale “Gioite”! In
lità appartenenti allo stesso gruppo gli
questo spazio dedicato gentil-
è conferito il brevetto. Ottenerlo per noi
mente a noi “scrittori in erba”
è un onore anche perché per arrivarci Bollettino Mensile della Parrocchia Cuore Immacolato di Maria - Silvi Marina
vorrei spiegare a tutti voi il si-
dobbiamo sicuramente sudare “sette
gnificato, che ha per noi scout
camicie”. Le prove che abbiamo da su-
/$)217$1$
la specialità. Essa è l’occasione
perare per prendere ogni specialità so- un’analogia, una simbologia
di mettere i nostri talenti a ser-
'(/9,//$**,2
vizio di tutti, in poche parole è
no molte. Io sto lavorando per ottenere adeguata ad esservi calata in
quella di attrice. Il teatro per me è una maniera vitale.
adempire alla parola del Signo-
passione nata da quando ero piccola e Siamo ancora nel deserto quaresi- Prendiamo allora ad uso una
re, che ci disse in una delle sue
mia madre decise, poiché ero un po’ male, decisi ormai si spera, a la- delle immagini proposteci dal-
parabole di far fruttare i nostri
talenti e non di tenerli per noi.
timida, di iscrivermi ad un corso estivo sciare la schiavitù del peccato ma la liturgia in questo periodo
di recitazione assieme a mia sorella. ancora in cammino verso la terra
Quando uno scout raggiunge lo quaresimale e vi troviamo Mo-
Devo dire, che restai affascinata da promessa.
scopo di prendere una speciali- sè che percuotendo la roc-
quella nuova esperienza e da quel gior- In questo primo semplice sguardo
tà ha, da quel momento, la cia,col suo bastone, ne fa
no il palcoscenico divenne per me un
responsabilità di metterla al generale alla nostra vita di comu- sgorgare l’acqua.
habitat naturale. La mia passione è sta-
servizio di tutti. Naturalmente nità, abbiamo già usato tre imma- Che Mosè è colui che Dio sce-
ta coltivata nel tempo. Oggi, che sono
ognuno di noi è stato dotato di gini tratte dalla Scrittura.
una chiacchierona, mia madre non per- glie per guidare il popolo, è
una capacità diversa dagli altri E’ impossibile per un credente
e così abbiamo la possibilità di
de l’occasione di pentirsi della scelta, abbastanza chiaro.
che fece; io invece la ringrazio perché parlare della propria vita prescin- Cosa possa significare l’acqua,
sceglierle tra una vasta gam-
mi ha fatto scoprire un lato di me che dendo dall’esperienza di chi lo ha specialmente nel deserto…è
ma: redattore, attore, cantan-
altrimenti sarebbe rimasto nascosto e preceduto nella fede. Pur cam- evidente, è la vita!
te, sarto, astronomo, amico
degli animali, amico della natu-
incolto. Ho deciso quindi di mettere la biando le circostanze, il contesto E’ uno dei segni più ricorrenti
mia passione a disposizione degli altri storico, il nome dei protagonisti
ra…Queste, poi, vengono rag- nella Scrittura e riveste
durante il mio cammino scout non per- non c’è
gruppate, a seconda delle loro una molteplicità di signi-
dendo l’opportunità di parteci- una si-
pare ad ogni spettacolo, che ficati, Gesù stesso lo
tuazione usa per significare se
organizziamo. Colgo allora l’oc-
della no- stesso, dice alla samari-
casione per pregare il mo ma-
estro di specialità, cioè colui stra esi- tana “Chi berrà la mia
che mi prepara le prove e mi st en za acqua non avrà più sete
segue nell’esecuzione di esse, che non in eterno”.
di darmela una volta per tut- trovi nel- Che per vivere abbiamo
te!!!!!!! Un saluto cordiale a la Bibbia bisogno del Signore co-
tutti voi. un indi- me, e più dell’acqua, è
Ilaria Pacchione cazione, chiaro; l’immagine dell’-
SQ. DELFINI
Antico Testa- comunità ha co- temi. no e si sviluppano insieme si
mento ci forni- me strumento - incontri di gruppo, dove rimettere può parlare di “salute ed ar-
sce, un indica- anche la cateche- in circolo i con- monia sessuale”
zione su come, si permanente, cetti, le provoca- e di un giusto
però, la Parola svolta dai gruppi zioni, le espe- modo di vivere la
di Dio diventi ed associazioni, rienze ed i dubbi sessualità.
per noi sorgente dai catechisti, dal per aiutarci reci- Se invece la ses-
vitale se percos- parroco. Se anco- procamente nello sualità viene pri-
sa dal bastone ra non ci avvalia- sforzo di “cum- vata di uno o più
di Mosè. mo di questo do- p r e n d e - di questi aspetti,
E’ nella Chiesa no, perché non re” (prenderci allora possono
che ci viene di- ne cogliamo l’im- dentro) attraver- verificarsi, nei
spensata, spie- portanza, è stata so la nostra e- casi più gravi,
gata, spezzata perché ci forse provvidenziale la testimonianza di sperienza e co- deviazioni e/ o
si sveli in tutta la ricchez- don Giorgio, sacerdote polacco, predi- noscenza. perversioni o più
za dei suoi significati. catore dell’associazione “Aiuto alla - intergruppi e co m u n e m e n t e
Dice S. Paolo che la Pa- Chiesa che soffre”, ospite della nostra workshop con disfunzioni ses-
rola di Dio “non va sog- parrocchia qualche settimana fa. cui chiarire a- suali.
getta a privata spiegazio- Abbiamo ascoltato dal suo racconto la spetti, individuare nuove piste e co- Nella coppia la sessualità
ne” e attingendo proprio tragedia della guerra, della mancanza struire prospettive di approfondi- implica la relazione, il dono,
al Magistero della Chiesa, di libertà, della fame. mento. il tempo, la fedeltà, la tene-
ci siamo detti anche di La sua testimonianza ci ha detto quan- - dialogo di coppia per riprendere il rezza, la dimensione ludica e
più nella catechesi per to, laddove l’uomo soffre, il primo biso- discorso a due nella prospettiva di ciascuno di questi “segreti”
adulti; il “Verbo fatto car- gno è Dio. Ci ha detto come e quanto “un noi” più autentico e vivo dove meriterebbero di essere ap-
ne”, non può essere avvi- l’indispensabile sia per poter sovvenire rimettere a fuoco, chiarire, suppor- profonditi per assimilarli e
cinato in maniera intellet- a questa sete ricreare la comunità, la tare. viverli.
tiva ma va “toccato”, ne Chiesa, rendere possibile la celebrazio- La sintesi estrema di questo percor- Tra le varie coppie presenti
va fatta esperienza là do- ne dei sacramenti, l’ascolto della Paro- so : (di tutta l’Italia) si sta crean-
ve diventa vivo, cioè nel- la! i temi dell’affettività e della sessua- do un vero clima di famiglia;
la comunità dei credenti. Per ritornare al segno dell’acqua da cui lità sono tra di loro strettamente noi sentiamo di tornare ogni
Il percorso della Liturgia siamo partiti, il Beato Papa Giovanni congiunti perché coinvolgono l’uo- volta a casa arricchiti non
di questo tempo, c’invita XXIII diceva che “la Parrocchia è la mo nella sua interezza. La dimen- solo di conoscenze, ma an-
quindi ad essere grati al fontana del villaggio alla quale tutti ri- sione sessuale nasce con l’uomo ed che di nuove amicizie e rap-
Signore, per la mensa del corrono per la loro sete”, che non ci è l’integrazione (la risultante) di fat- porti.
Pane e per quella della accada di sciupare tanta grazia di Dio… tori biologici, psichici e spirituali : se
Parola, che nella nostra magari per mancanza di sete! queste tre dimensioni ci coinvolgo- Maria Grazia e Loreto Mariani
Tiziana Mariani
testimonianza, di promozione ed essere strumento della tua feli- 9,$'(//$&52&( di uno strumento di morte un albero
culturale per un vero benes- cità ? 9,$'(//¶$025( di vita, donando a tutti la redenzione.
sere di qualità di tutta la fa- Si è affrontato il tema con un S. Pietro, nella sua prima In questo mese di marzo, ho pensato
miglia. cambio di prospettiva per parlare lettera, afferma: “Cristo di non parlarvi di un santo in partico-
Solo a questo punto si è in- del “vero amore”, non semplice- patì per voi, lasciandovi un lare, ma ho scelto alcune frasi, tratte
trodotto il tema “Affettività mente dell’amore come i “media” esempio perché ne seguia- da diverse biografie, che possono es-
e sessualità” avendo come spesso ce lo presentano. Si è volu- te le orme. Egli portò i no- sere spunto per la nostra riflessione.
riferimento ciò che Santa Te- to proporre una cultura del positi- stri peccati sul suo corpo In esse troverete racchiusa l’ espe-
resa d’Avila dice rivolgendosi vo, di reciproca responsabilità, di sul legno della croce, per- rienza di uomini e donne, che davve-
al “ Suo amato” : attenzione e di cura di uno per l’al- ché, non vivendo più per il ro hanno seguito Cristo sul calvario e
“Dolce amore, dimmi dove, tro, per cui più che i malfunziona- peccato, vivessimo per la che esaltano la sofferenza come uni-
come e quando menti della coppia e/ o della fami- giustizia; dalle sue piaghe ca via per giungere alla gloria della
Cosa vuoi da me ?.... glia, ha interessato scoprire i siete stati guariti”. In que- resurrezione. Infatti, chi scende dalla
Sono tua, “segreti” che portano ad un loro sto tempo di grazia, ogni croce, muore, ma chi vi rimane salda-
per te sono nata. buon funzionamento. cristiano è chiamato a rivi- mente attaccato, vive in eterno. Il
Cosa vuoi da me ? Quale è stato il “metodo” di questo vere personalmente la pas- primo pensiero è di s. Elisabetta della
Dunque non cosa io voglio o modulo di formazione ? sione di Gesù nostro Si- Trinità, monaca carmelitana, che
voglio da te, non il “tutto per -ASCOLTO RECIPROCO : inteso gnore; ad ogni battezzato muore a 26 anni di una malattia allo-
me” o il possessivo “sei mio,” come attiva compartecipazione e è richiesto di ripercorrere ra incurabile: “sulla mia croce dove
ma cosa puoi farmi capire di scambio nella vita di coppia, in cui con Lui la stessa strada di gusto gioie sconosciute, comprendo
te in modo che, entrando nel si dovrebbe mettere in comunione i sofferenza e di sal- che il dolore è la rivelazione dell’ a-
tuo intimo, io possa donarmi diversi capitoli umani (affettivi, e- vezza. Nei quaranta more e io mi ci
motivi, di intelligenza…) per giorni che precedo- precipito. E’ la
una maggiore unità di pensie- no la Pasqua, risuo- mia abitazione
ro, sentimento ed azione. na incessantemente prediletta. E’ qui
I “contenuti”: nei nostri cuori l’ che trovo la pace
- brevi riflessioni su alcune invito divino: “chi e il riposo, qui
frasi significative riguardanti vuole venire dietro a dove sono sicura
l’affettività e la sessualità per me, rinneghi se di incontrare il
entrare in temi così profondi stesso, prenda la mio Maestro”.
con apertura, disponibilità d’- sua croce ogni gior- Poi, mi hanno
animo e lo sguardo rivolto no e mi segua”. Noi, affascinato le pa-
verso l’alto. d u n q u e , role di Benedetta
- relazioni di esperti per “predichiamo Cristo Bianchi Porro,
comprendere e aprire la men- crocifisso”, il Figlio una giovane lau-
te alla conoscenza dei vari di Dio, che ha fatto reanda in medici-
na, affetta da beria: “al di fuori della conforto. Anche questi uomini, come Gesù, hanno saputo donarsi
un terribile mor- preghiera, non ho niente fino all’ ultimo respiro, con quell’ amore semplice e gratuito che so-
bo che progres- da offrire a Dio. Non pos- lo salva il mondo. A loro il Signore ha concesso la ricompensa del
sivamente la so digiunare, non ho servo buono e fedele: “entra nella gioia del tuo padrone!”. Con Cri-
priva dei cinque quasi nulla da dare in sto, “primizia di coloro che risuscitano dai morti”, essi partecipano
sensi: “mi sono elemosina, mi mancano ora alla Pasqua eterna e condividono la sua stessa corona di gloria.
accorta, più che le forze per il lavoro; mi Enrica Mariani
mai, della ric- resta solo il soffrire e il
chezza del mio pregare. Però mai ho a- )$0,/<SRLQW se sì, di quale cultura della
3HU³IDUFUHVFHUH´
stato, e non de- vuto tesori più grandi. E famiglia ?
Alla prima si è risposto di
ODIDPLJOLD
sidero altro che non voglio altro”. Questi
co n se r v ar l o ” . santi, in momenti, situa- sì : oggi più che mai, in
“Prima nella pol- zioni e tempi diversi, quanto tutte le generazioni
trona, ora nel hanno percorso fino in Anche quest’anno abbiamo parte- vivono in un clima di diso-
letto che è la fondo la loro “via crucis”: cipato al “Week-end formativo rientamento diffuso. Si vive
mia dimora, ho trova- condannati spesso alla solitudine e all’ ab- per famiglie” tenutosi a Loppiano improvvisando (la sindrome
to una sapienza più bandono, caricati di una croce sentita a (una cittadella del Movimento dei della non scelta, seguendo
grande di quella degli volte troppo gravosa, caduti sotto il peso Focolari vicino Firenze) sul tema: le mode), per cui occorre un
uomini. Ho trovato della stanchezza e dello sconforto. Anche “Affettività e sessualità”. In altri nu- segnale controcorrente che
che Dio esiste ed è loro, come Ge- meri di Gioite abbiamo già riportato concorra a formare percorsi,
amore, fedeltà, gioia, sù, hanno in- qualche breve riflessione sulle te- donare esperienze, stimolare
certezza, fino alla contrato nel dif- matiche precedenti riguardanti la riflessioni per comprendere
consumazione dei se- ficile viaggio, i “La Comunicazione nella coppia” , in modo più coraggioso e
coli...”. “La vera gioia volti di tanti fra- “L’educazione in famiglia,” il coerente i segni ed i signifi-
passa per la croce. Mi telli che hanno “Benessere e malattia –la salute in cati della vita (anni e risor-
piace dire ai sofferen- alleviato la loro f am i gl i a” . se spesi per
ti, agli ammalati che fatica e la loro Come pre- formare un lau-
se noi saremo umili e sofferenza. Pri- messa que- reato e per im-
docili, il Signore farà ma fra tutti, Ma- sta volta si parare ad ama-
di noi grandi cose”. ria, Madre tene- è partiti da re ?).
Altrettanto impressio- rissima e fedele, due doman- Se sì, di quale
nanti sono le parole di che a nessuno de: cultura si trat-
s. Giuseppe Raffaele dei suoi figli fa c’è bisogno ta? Non certa-
Kalinowski, polacco, mancare il pre- di una cul- mente di una
costretto a dieci anni muroso affetto tura della cultura chiusa,
di lavori forzati in Si- e il prezioso famiglia ? di difesa, ma di

Interessi correlati