Sei sulla pagina 1di 2

pro manuscripto Anno VIII - Novembre 2005 - n.

11
lodi mattutine, ho capito che sareb- *LRUQDWD1D]LRQDOHGHOOD
&ROOHWWD$OLPHQWDUH
be stata una giornata unica, dove
prendere lo slancio per l’inizio di
questo nuovo anno associativo. Il La Fondazione Banco Alimentare
vescovo ha ribadito che l’ACI è im- Onlus promuove la Giornata Nazio-
portante in ogni parrocchia, “essa nale della Colletta Alimentare Saba- Bollettino Mensile della Parrocchia Cuore Immacolato di Maria - Silvi Marina
non è in concorrenza, ma sostiene e to 26 Novembre 2005. Lo scorso
vivifica tutte le associazioni e i movi- anno in oltre 5.000 supermercati
menti.” “Il deficit di attenzione all’as- sono state donate 6.945 tonnellate
sociazione ha provocato un impove- ANNO CATECHISTICO La liturgia della parola, introdotta
di generi alimentari, e questo grazie
rimento di tutta la chiesa” e perciò 2005/ 06 con un passo del Vangelo dal libro
35,02*,2512
bisogna oggi tornare ad incoraggiare al generoso impegno di 100.000
del profeta Samuele (1 Sam 3,4-10)
volontari, all’adesione delle più im-
³/¶$&&2*/,(1=$´
la nascita dei gruppi di Aci nelle par- narra di un ragazzo, Samuele, aper-
rocchie. portanti catene della distribuzione e
to e generoso, pronto ad ascoltare e
Poi la parola è passata al Presidente a 4.000.000 di italiani che durante
a realizzare sempre la parola di Dio.
Nazionale prof. Luigi Alici, il quale ha la giornata di Sabato hanno deciso
ribadito la disponibilità di tutta la Il giorno 14 ottobre 2005, i ra- A Samuele hanno rivolto il canto
di fare la spesa per i più poveri del
Presidenza a lavorare al nostro fian- gazzi delle scuole medi inferiori e “Samuel”.
nostro Paese.
co: “Aiutateci ad aiutarvi”. Innanzi- superiori, hanno intrapreso un I ragazzi, in questo momento impor-
La Colletta Alimentare è un gesto di
tutto la centralità di Gesù Cristo in nuovo anno di catechismo con tante hanno promesso di essere
carità personale, semplice e concre-
ogni nostro “fare”, l’importanza dell’- l’obbiettivo e la consapevolezza consapevoli di intraprendere il cam-
to, possibile a tutti, che introduce
attenzione alla persona, lo stile della di avviarsi nella strada per rag- mino di Fede, di impegnarsi con se-
comunione e dei rapporti interperso-
questa mentalità nella singola per-
giungere il Signore. rietà per conoscere meglio Gesù e il
nali e infine l’importanza di avere un sona e nel popolo. Nella nostra città
L’incontro ragazzi-catechisti ha suo Vangelo, di essere sempre pre-
progetto! L’Azione Cattolica sta vi- la Colletta Alimentare si svolgerà nei
avuto inizio con il canto e la pre- senti con fedeltà, di ricordare Dio
vendo un momento di passaggio, due supermercati Cityper di Univer-
ghiera per accogliere il Signore e nella preghiera partecipando fre-
“ma non dobbiamo “sospirare” dob- so e Statale Sud.
biamo“sorridere”, perchè viviamo il per essere accompagnati dal suo quentemente alla Santa Messa e di
compito della missione non nel se- Spirito nella nuova tappa del impegnarsi a mettere in pratica gli
gno della nevrosi o della depressio- cammino. insegnamenti del catechismo.
ne, bensì con senso di gratitudine, I ragazzi, dopo aver promesso,
consapevoli del dono ricevuto; e che sono stati invitati a scrivere i
in questo particolare momento stori- propri nomi nel cartellone per
co, le sfide del mondo ci stanno da- associarsi al proprio gruppo di
vanti e noi non possiamo chiudere appartenenza: per le prime me-
gli occhi.” die il gruppo “AURORA”;per le
Allora CAMMINO ASSOCI ATIVO A
seconde il gruppo “TENDA”; per
TUTTI!!!
36VHF¶qTXDOFXQRRYHUFKH le t er ze il gruppo
YXROH YHQLUH D YHGHUH FRVD VL ID “ARCOBALENO” e per le supe-
LQ $]LRQH &DWWROLFD LO JUXSSR q riori il gruppo “SENTIERO”.
DSHUWRDWXWWLFLYHGLDPRLOPHU In conclusione, per ringraziare il
FROHGu DOOH RUH  QHL ORFDOL Signore, hanno pregato e can-
SDUURFFKLDOL tato per la Vergine Maria.
8QFXRUVRORH &RQVLJOLR5HJLRQDOH
dizione terrena possa essere un ostacolo sera, poi, si riunivano in casa per la reci-

GHOO¶$]LRQH
XQ¶DQLPDVROD
nel nostro cammino di perfezione, nep- ta del Santo Rosario. Non mancavano l’
pure un vita come quella familiare, dove adorazione notturna, la devozione al

&DWWROLFD
gli impegni quotidiani sembrano allonta- Sacro Cuore di Gesù e le opere di carità,
Luigi e Maria Beltrame Quattrocchi narci dall’ essenziale, dall’ amore di Cri- mai rifiutate ai bisognosi che quotidiana-
sono stati beatificati il 21 ottobre del sto e dal desiderio di stare con Lui. Si è mente bussavano alla loro porta. Luigi e Domenica, 9 ottobre 2005, si è svol-
2001 da Sua Santità Giovanni Paolo santi innanzitutto perché si ama, e l’amo- Maria si erano sposati molto giovani, il to il consiglio regionale dell’Azione
II, nel giorno del ventesimo anniver- re è possibile a tutti. Anzi: il matrimonio 25 novembre del 1905, a Roma. Lui era Cattolica a Chieti, dove è intervenu-
sario dell’ Esortazione Apostolica e la famiglia sono naturalmente luoghi d’ segretario generale dello Stato, un uo- ta tutta la Presidenza Nazionale.
“Familiaris Consortio”. In quella oc- amore; non si ama infatti un generico mo politico onesto e integerrimo. Negli Data l’importanza dell’incontro, l’in-
casione, per la prima volta nella “prossimo” ma questa persona che è mio anni difficili della ricostruzione dell’ Italia vito è stato esteso a tutti i consiglie-
storia della Chiesa, abbiamo visto marito, mia moglie, mio figlio, mio fratel- dopo la fine del primo conflitto mondia- ri diocesani e ai presidenti parroc-
elevata alla gloria degli altari una lo. La pratica quotidiana del pregare in- le, egli ebbe particolarmente a cuore i chiali. E’ stato un momento molto
coppia di sposi, beat i non sieme, l’ esempio, la profonda fede di problemi economici e sociali della popo- bello per noi, perché è servito ad
“malgrado” il matrimonio, ma pro- Luigi e Maria hanno sortito un forte ef- lazione, e si prodigò instancabilmente incontrare le persone che rappre-
prio in virtù di esso. fetto sui loro quat- per la loro risoluzione. Pur non avendo sentano solo nomi famosi sulle rivi-
Novembre è il mese tro figli, tutti chia- mai aderito ad un partito politico, Luigi ste associative, e per loro per incon-
in cui la Chiesa uni- mati dal Signore alla fu grande amico di don Sturzo e di De trare persone che sono solo numeri
versale celebra la vita consacrata. Non Gasperi, e seppe far risplendere nel suo sui tabulati delle adesioni. A partire
solennità di Ognis- senza ragione, per- ambiente di lavoro, laicista e refrattario dall’accoglienza di S.E. Bruno Forte
santi, e in cui la no- ché “la famiglia che alla fede, la bellezza delle virtù cristiane. arcivescovo della diocesi ospitante,
stra parrocchia affida è aperta ai valori Lei, Maria, era una ragazza colta, sensi- che con gioia e calore ci ha guidati
ai catechisti, agli trascendenti, che bile e raffinata, amante della letteratura nella preghiera e riflessione delle
educatori e ai capi serve i fratelli nella e della musica. Svolse il suo apostolato
scout, il mandato di gioia, che adempie prevalentemente tra le infermiere volon-
annunciare il Vange- con generosa fedel- tarie della Croce Rossa e nei gruppi di
lo tra i ragazzi della tà i suoi compiti ed Azione Cattolica; fu catechista attivissi-
nostra città. Allora è consapevole della ma per le donne del popolo, organizza-
mi è sembrato bello sua quotidiana par- trice anche dei primi corsi per fidanzati,
e opportuno additare tecipazione al mi- autentica novità pastorale per quei tem-
a tutta la comunità l’ stero della Croce pi. Nel 1917, i due coniugi decisero di
itinerario di santità gloriosa di Cristo, diventare insieme terziari francescani,
realizzato da questi coniugi; due diventa il primo e il miglior seminario un’ occasione in più per testimoniare al
persone che non hanno fondato della vocazione alla vita di consacrazione mondo la forza consolatrice della fede,
congregazioni, che non sono partite al Regno di Dio”, come giustamente ha che non mina i rapporti umani, ma che li
missionarie per terre lontane, ma sostenuto Giovanni Paolo II nella stabilizza e li consolida. Quella di Luigi e
che semplicemente hanno vissuto il “Familiaris Consortio”. Certamente non è Maria è stata una vita felice, vissuta in-
loro matrimonio come un cammino facile riassumere in poche righe l’ espe- tensamente, ricca dei doni dello Spirito;
verso Dio facendosi sante insieme. rienza umana e spirituale di questi due una vita che insegna agli sposi cristiani,
La beatificazione di Luigi e Maria coniugi: quasi 50 anni di vita insieme, a non lasciarsi trascinare dagli eventi
Quattrocchi ha rappresentato una costantemente vivificati dalla preghiera, quotidiani, ma a cogliere in essi l’ amore
svolta nel modo di concepire la san- dall’ amore verso Dio e verso il prossimo. di Dio e il mezzo per costruire il Suo
tità: questa mostra a tutti i fedeli, e Ogni mattina partecipavano alla S. Messa regno.
a noi catechisti, come nessuna con- nella basilica di S. Maria Maggiore; la