Sei sulla pagina 1di 13

RENTOMOLOGIA I primi insetti sono comparsi nellet mesozoica (225 000 000). Rappresentano circa l 80% degli animali.

Caratteristiche : Abilit del volo :lo spostamento dato dal volo,e molti insetti come le cavallette possono colonizzare aree vastissime. Adattabilit :hanno una capacit di adattamento molto sviluppata,li possiamo trovare a +50 E a -50 ,si cibano praticamente di tutto. Mentre nel mare troviamo solo un tipo di insetto che un coleottero. Dimensioni : possono essere piccoli o medi, ma abbiamo una enorme variabilit. I pi piccoli sono soggetti a trasporto passivo(vento) Leggeri:hanno un esoscheletro. Resistono al disseccamento,sono impermeabili,no fuoriuscita di acqua. Metamorfosi: si trasformano,una larva di bigattino diventa una mosca. Larva del terreno diventa un coleottero. Grande differenza tra adulto e piccolo. La larva mangia una cosa poi avviene la metamorfosi, e mangia tuttaltro. Occupano nicchie ecologiche diverse(acqua,erba medica) Nicchia :spazio limitato,relazione con lambiente Abitat : la distribuzione della specie(olivo bacino del mediterraneo) INSETTO Gli insetti od Esapodi (sei zampe) costituiscono la pi numerosa classe di esseri viventi, oltre un milione di specie differenti, e ogni anno se ne scoprono nuove. Questi animaletti ricoprono un ruolo ecologico insostituibile nella vita del nostro pianeta, innanzi tutto nei riguardi delle piante con le quali si sono evoluti praticamente insieme, favorendo limpollinazione ecc, ma rivestono un ruolo importante anche verso luomo. Di interesse agricolo, come le api sono allevati dalluomo per la produzione di miele, cera. Purtroppo, molti insetti sono anche estremamente dannosi per luomo, basti pensare ai danni che possono causare allagricoltura e alle malattie che possono diffondere. Gli insetti sono degli artropodi del gruppo degli Antennulati, di tutti gli artropodi solo gli insetti posseggono le ali, anche se non tutti gli insetti le hanno. Molte specie conducono una vita sociale molto complessa come ad esempio le api, le formiche. La loro vita allo stato adulto in genere breve, invece allo stato larvale vivono di pi. Il corpo degli insetti si differenzia da quello dei vertebrati perch presentano uno scheletro esterno chiamato esoscheletro. Il corpo di un insetto suddiviso in tre parti principali: capo, torace e addome.

IL CAPO
La regione anteriore costituito dalla fusione di 6/7 segmenti o metameri che prendono il nome di: acron; preantennulare; antennulare; antennale; mandibolare; mascellare; e labiale. Questi metameri fusi insieme formano una capsula di forma sferica, il cranio porta gli ocelli gli occhi composti, lapparato boccale e le antenne 1

SCATOLA CRANICA: composta dalla parte frontale,occipitale,parietale. APPARATO VISIVO: Gli insetti hanno occhi semplici (ocelli) e composti (occhi a mosaico),ma la vista gli serve poco,questo un mondo di odori,che possono sentirli anche a km. Quelli frontali gli fanno capire il giorno dalla notte (fotoperiodo,umidit,temperatura)e cosi si regolano quando mangiare per es. i segmenti si chiamano gnatidi APPARATO BOCCALE: Labbro superiore questo non coaudiva lattivit masticatoria (clipeo), Mandibole sono poste lateralmente e esercitano un movimento est-int tramite muscoli ( adduttori e abduttori ) servono per afferrare triturare tagliare gli alimenti Mascelle ciascuna mascella porta un appendice articolata chiamata palpo mascellare queste prendono parte attiva nel processo di masticazione. Labbro inferiore un unico pezzo e chiude ventralmente la cavit boccale. Si possono distinguere 2 appendici ( palpi labiali ) e 4 lobi ( 2 int glosse 2 est paraglosse ) Lingua situata nella parte interna Prefaringe nel retro della cavit boccale. Parte anteriore cibario parte posteriore salivario mand-masce sono ancorate al peristoma permettendogli il movimento . Se queste sono molto sviluppate allora siamo davanti a dei predatori(coleotteri). Le cavallette ce lhanno poco sviluppate perch mangiano le foglie,e quindi non gli servono. Lapparato boccale (e quindi di conseguenza anche il cranio) pu essere: Ipognato :lapparato boccale perpendicolare allasse principale. Come le cavallette che si nutrono di foglie Metagnato:lapparato boccale fa un angolo acuto con il corpo Capoepiniato: apparato boccale in alto Prognato: apparato boccale sullo stesso asse del corpo In alcune specie come i coleotteri e ortotteri,ci sono state delle modificazioni notevoli nell app boccale,e le mandibole sono diventate a falce (predatori),e il suo interno presente una cavit da dove succhia. Lapparato boccale pu essere: Masticatore lambente: adulti di imenotteri e vespoidei. Il labbro superiore pu essere libero o fuso con il clipeo. Le mandibole sono ben sviluppate atte a lacerare i tessuti. Il labbro inferiore forma un organo allungato atto a leccare i succhi che fuoriescono dai tessuti lacerati dalle mandibole Lambente-succhiante: negli adulti di imenotteri e apidi. il labbro superiore non riveste molta importanza. Le mandibole funzionano come spatole per modellare la struttura dei favi Le mascelle hanno la galea molto sviluppata mentre i palpi no. Laccostamento delle galee e dei palpi labiali con la ligula si viene a formare un tubo di aspirazione per succhiare il nettare dai fiori.

Pungente e succhiante ( perforante ): nei rincoti nelle zanzare mand-masce sono allungate e trasformate in stiletti che messi insieme formano due canali dove uno emette saliva per mandarla nei tessuti,mentre laltro aspira il contenuto. Succhiatore non pungente:negli adulti dei lepidotteri il labbro superiore quello inferiore le mandibole e le mascelle sono tutti organi non molto sviluppati,mentre quello che molto sviluppato sono i lobi esterni ( galee ) inoltre questi sono strettamente accostati formando una proboscide o spirotromba. La spirotromba in posizione di riposo tenuta arrotolata sotto al capo, la distensione avviene per effetto della pressione della emolinfa e dei muscoli Lambente - succhiante : in alcuni ditteri. Le appendici boccali sono quasi tutte molto ridotte ,tranne il labbro inferiore che forma una certa ventosa ( tromba ) e quindi adatto

allaspirazione dei liquidi

Clipeo Labbro superiore Mandibola Lobo esterno labiale mascellare(fig 1) I lobi sono uno esterno(paraglassa) e uno interno(glassa)

Palpo labiale

Palpo

Antenne : Le antenne sono sempre presenti negli insetti anche se con sviluppo vario. Sono inserite nelle ossa parietali del cranio. Si articolano all'interno di un foro detto torulo, e sono composte da diverse parti, la pi sviluppata(che anche la prima) lo scapo, segue il pedicello e il flagello composto da pi segmenti gli ultimi dei quali formano la clava, l'insieme dei rimanenti il funicolo. Il numero complessivo degli articoli di circa 11. Le antenne sono sede di organi sensoriali e svolgono un ruolo importante per la ricerca dell'ospite. Si possono muovere estrinsecamente(si muove tutta lantenna) o intrensicamente(si muovono i singoli antennomeri).FEROMONI 3

Spesso portano vistosi caratteri sessuali secondari che permettono facilmente la distinzione tra esemplare maschio e femmina(ricorda laboratorio cervo volante cornuto)

IL TORACE
E la regione intermedia del corpo, costituito da tre metameri: protorace: sempre senza ali mesotorace: provvisto di ali metatorace: pu presentare le ali, nei Ditteri presenta i bilancieri invece delle ali. Ben differenziati ognuno di questi segmenti porta un paio di zampe. Questi sono importanti perch portano le appendici-locomotorie( zampe, e le ali).La parte laterale ( pleure ) quella ventrale ( sterno ) quella dorsale ( tergo ) Le ali:estroflessori del tegumento attraversate da nervature dove dentro ci passa lemolinfa e i nervi. Quando presenti (due o quattro) sono situate nel secondo e terzo segmento toracico, sono delle strutture membranose sostenute da venature pi o meno rigide e fitte. Le ali a seconda della specie possono rimanere distese oppure piegarsi in riposo. Le ali possono subire svariate modifiche nei vari ordini; nei Coleotteri sono due elitre che svolgono funzioni protettive, mentre nei ditteri il secondo paio trasformato in piccole appendici chiamate bilancieri che offrono maggiore stabilit nel volo. Nei ditteri secondari gli ancestrali avevano le ali, ma ora perch non gli servono pi, ora si muovono per movimento passivo o si ancorano a una sede. Il movimento assicurato dai muscoli che deformano il torace( elevatori e depressori ) Gli elevatori tirano il torace e questo si appiattisce, le ali si alzano. I depressori lo riportano in posizione iniziale ,le ali si abbassano. Ali emielitre: ( cimici ) met schlerificate / met membranose e funzionano da astuccio per quelle del secondo paio. Possono essere anche ricoperte di squame colorate come nei lepidotteri. Il volo pu essere sincronizzato tra le anteriori e le posteriori, oppure asincrono ( libellule ) perch non presente il sistema di aggancio tra le ali.

Le zampe:un paio per ogni segmento (zampe pro-toraciche / zampe mesa-toraciche / zampe meta-toraciche ). ESAPOIDI. Alcuni insetti come gli APOIDI (larve) non hanno zampe e questi si muovono con il movimento dei muscoli. Agli apodi non gli servono le zampe perch si attaccano al substrato. Le zampe sono fornite di unghie che permettono allinsetto di aderire su qualsiasi superficie Ogni zampa costituita da una serie di articoli: coxa / trocantere / femore / tibia / tarso(pluriarticolato) / pretarso( portante le unghie) Le zampe in funzione del loro utilizzo si distinguono in: Ambulatorie (Coleotteri) Saltatorie (zampe metatoraciche delle cavallette ) 4

Fossorie a forma di pala indurite e corte. Non vuole fare danni mangia le radici poi le vomita per trovare qualche animaletto da mangiare un carnivoro. (le zampe protoraciche del grillotalpa); Natatorie sono appiattite corte e ricche di peli cosi si aumenta la superficie di contatto si nutrono di avannotti (Rincoti e Coleotteri acquatici) Raptatorie servono per la cattura. ( mantide) Cursorie servono per correre sono velocissimi ( blatee)

ADDOME
Gli uriti ( parte dorsale e ventrale ) possono essere un numero min di 6 nei collemboli, ma di media sono tra 9 11. Nella parte terminale dell addome si trovano i genitali fe e ma. I genitali sono molto importanti per il riconoscimento delle varie specie, attraverso i genitali si differenziano molto bene i lepidotteri; abbiamo poi una specie di armatura per la protezione dei genitali. Stili sono delle appendici articolate ( probabilmente rudimenti di zampe ) I sacculi sono delle vescicole membranose che svolgono un compito di sostegno delladdome. Cerci appendici di varia forma e funzione,poste ai lati dellultimo urite Pseudozampe sono presenti nelle larve che permettono allinsetto di rimanere ancorato a un organo Addome pu essere sessile e peduncolato. Gli stigmi sono presenti una coppia, per ogni segmento per estrinsecare la respirazione. I muscoli si attaccano all endoscheletro sono innumerevoli,anche perch in ogni segmento si ripetono. Linsetto presenta un rivestimento esterno ,il tegumento, formato da: Cuticola epidermide membrana basale

SISTEMA ESCRETORE
E costituito da un insieme di organi preposti alla eliminazione di sostanze di rifiuto

RESPIRAZIONE
L'apparato respiratorio costituito da un insieme di tubuli chiamati trachee e tracheole che trasportano l'ossigeno all'interno del corpo. Gli scambi gassosi avvengono semplicemente per una diffusione. L'apparato tracheale composto da: stigmi, trachee, tracheole, sacchi aerei. 5

Gli stigmi sono delle aperture nel tegumento dell'insetto che fanno entrare ossigeno poi entra nella trachea e arriva alla cellula stellare, in certe specie si ha l'assenza di stigmi perch vivono allinterno di vittime sfruttando ogni cosa ( dannosi ). Al di sotto dello stigma si trova un apparato filtrante che ha la funzione di trattenere i corpi estranei, successivamente si trova un apparato di chiusura e apertura che serve per far entrare ossigeno,in caso di necessit ad isolare completamente l'insetto dall'ambiente atmosferico, talvolta possono rimanere chiusi anche per giorni, l'ossigeno necessario viene preso dai sacchi aerei che hanno appunto la funzione di riserva. La respirazione non regolata da ritmi respiratori, quando l'insetto a riposo basta la sola diffusione, un Insetto in attivit invece sfrutta la contrazione muscolare all'interno delle cavit per creare una sorta di respirazione passiva prodotta da continue depressioni provocate dall'azione dei muscoli. Organi respiratori degli Insetti che vivono in ambienti acquatici: Gli Insetti acquatici hanno organi capaci di utilizzare l'ossigeno nell'acqua( branchie estroflessioni del tegumento)

APPARATO VASCOLARE
Il sangue scorre nellinsetto liberamente. Il sistema lacunare costituito dall'emocele in cui viene riversata l'emolinfa e nel quale sono immersi tutti gli organi. L'apparato vascolare non deve trasportare ossigeno dato che la funzione respiratoria totalmente svolta dall'apparato tracheale. L'apparato vascolare costituito dal vaso dorsale ( un tubo che percorre longitudinalmente il corpo dell'Insetto, chiuso posteriormente, mentre aperto nel capo ) e da vasi pulsanti accessori. Il vaso dorsale costituito da: Cuore: rappresenta la parte pulsante di maggiori dimensioni, costituito da ventricoliti e ogni ventricolite possiede due ostioli ( con apertura a valvola ) che permettono la diffusione del sangue allinterno della cavit del corpo ( emocele ). Lungo i tratti del cuore si trovano dei muscoli ( muscoli alari ) che si contraggono e pulsano in base alla specie allet alla temperatura e dellattivit fisiologia dellindividuo e lemolinfa viene spinta in avanti verso il capo e nelle appendici. Aorta: nella regione toracica e nel capo, poco pulsante e spesso divisa in due rami. Vasi pulsanti accessori: la loro funzione quella di coadiuvare il movimento dell'emolinfa dentro le appendici. L'emolinfa ( formata da plasma e da emociti ) possiede le seguenti funzioni: Funzione trofica contiene sostanze nutritive per i vari organi, Funzione di veicolo per gli ormoni Funzione di difesa Funzione meccanica durante la metamorfosi l'azione meccanica dell'emolinfa viene usata per provocare il cedimento del tegumento.

APPARATO DIGERENTE
La digestione avviene normalmente all'interno del tubo digerente, dove le cellule dell'epitelio producono enzimi digestivi, alcune volte per gli enzimi prodotti per la 6

digestione non sono sufficienti per digerire cibi particolari; il caso degli xilofagi che per digerire la lignina ricorrono a simbiosi con protozoi e funghi. In altri casi invece la digestione pu avvenire all'esterno, il caso di certi Afidi e Ditteri , i quali emettono all'esterno liquidi contenenti enzimi digestivi. Il canale alimentare costituito da tre parti morfologiche ben distinte: stomodeo, mesentero, proctodeo. Lo stomodeo ( si apre anteriormente nella cavit boccale e termina con la valvola cardiaca ) a sua volta suddiviso in quattro parti: - Faringe: il primo tratto dell'apparato digerente con funzione di pompa aspirante - Esofago: un semplice canale che mette in comunicazione la faringe con l'intestino. - Ventriglio: l'ultima sezione dello stomodeo e assume la funzione di triturare il cibo, grazie ad una possente muscolatura Il mesentero svolge nella prima parte un'azione digestiva e il tratto pi ampio dellintestino Il proctodeo svolge ancora delle piccole azioni digestive e ospita organismi simbionti che facilitano la digestione, costituito nelle seguenti parti: - Ileo: rappresenta la prima parte - Colon: azioni digestive e forma una sorta di tasca - Retto: la parte terminale del tubo digerente e termina con un'apertura anale, nella quale si trovano delle papille rettali che hanno la funzione di riassorbire l'acqua e sali minerali da feci e urine. Alcuni insetti hanno un apparato digerente speciale. Espellono sostanze zuccherine dallano ( melata) come afidi e poi su queste sostanze si sviluppano dei funghi ( fusaggini ). Gli zuccheri passano dalla prima parte dellintestino allultima grazie a un punto di contatto chiamata camera filtrante . Lascia passare zuccheri dalla bocca allano,mentre le proteine seguono il normale percorso. VEDI APPUNTI (sistema endocrino bene) in funzione del regine alimentare lintestino medio secerne uno o pi enzimi ( lipasi amilasi) atte a demolire le sostanze che vengono assorbite. Alcuni degli enzimi possono essere secreti dalle ghiandole salivari altri si possono trovare nellemolinfa altri nel tessuto adiposo

MUSCOLI
Ci sono moltissimi muscoli, perch si ripetono sempre nei segmenti,sono molto sviluppati in quelli volatori ( muscoli del torace per la deformazione ). Gli insetti non si stancano perch non hanno acido lattico ? . Si fermano quando hanno finito le sostanze di riserva.

SISTEMA NERVOSO
Il sistema nervoso costituito da cellule nervose i neuroni . I neuroni possono essere : 7

sensoriali: disposti nelle parti periferiche del corpo e in contatto con gli organo di senso hanno il compito di ricevere stimoli provenienti dallesterno, per poi inviarli verso i gangli. Motori: posti alla periferia ei gangli. Ricevono limpulso dai neuroni sensoriali trasformandolo in impulso motorio. Associativi:poste nei gangli , preposte a ricevere limpulso dai neuroni sensoriali IL SISTEMA NERVOSO CENTRALE Ha il compito di coordinare e produrre una risposta a tutti gli stimoli che provengono all'insetto dall'esterno, formato da gangli costituiti da ammassi di cellule nervose, da ogni ganglio prendono origine i nervi che vanno ad innervare gli organi interni e le appendici. Il sistema nervoso centrale costituito da: il cervello, il gnatocerebro e la catena ganglionare ventrale. I nervi del cervello vanno ad innervare le antenne, gli occhi e ed il labbro superiore. Il gnatocerebro: la sede dell'innervamento boccale, costituito da tre gangli. La catena gangliolare ventrale:posta ventralmente al canale alimentare controlla il movimento delle zampe, delle ali e dell' apparato genitale. IL SISTEMA NERVOSO SENSORIALE o PERIFERICO formato da tutte quelle strutture che sono in grado di ricevere stimoli dall'ambiente e di trasmettere comandi ai muscoli. Il centro di ricezione chiamato sensillo e si differenzia a secondo del segnale che percepisce: meccanorecettori: tatto onde sonore chemiorecettori: stimoli gustativi e olfattivi. nelle antenne fotorecettori: reagiscono a radiazioni luminose posti negli occelli e negli occhi, igrorecettori: atmosferica, generalmente si trovano nelle antenne termorecettori: valutare la concentrazione della temperatura vedi appunti acetil-colina Gli insetti hanno regimi dietetici diversi. Fillofagi ( pezzi di foglie ) saprofagi ( sost in dec ) Spermofagi ( mangiatori di semi ). Alcuni modificano il loro regime dietetico in base a quello che trovano,fenomeno dell allotrofia SISTEMA NERVOSO VISCERALE O SIMPATICO

Simpatico dorsale: in relazione con il cervello e innerva lintestino anteriore il medio e il cuore. Simpatico ventrale:innerva gli stigmi Simpatico caudale:innervano gli organi riproduttivi e il tratto posteriore dellintestino

TRAPPOLE PER IL MONITORAGGIO DI POPOLAZIONI O LA CATTURA MASSALE monitoraggio che consiste nellimpiego di trappole che erogano feromoni con cui vengono richiamati e catturati i maschi della specie da controllare; cattura massale che consiste nelleffettuazione di catture di massa di maschi, con luso di un numero consistente di trappole, al fine di evitare gli accoppiamenti; confusione sessuale, che consiste nel saturare lambiente con emissioni massicce di feromoni, in modo da mascherare lormone naturale femminile e ridurre, conseguentemente, il numero degli accoppiamenti; ma solo per piccole densit di popolazioni, perch se la popolazione grande la femmina la trovano lo stesso,ma se una piccola popolazione posso anche non effettuare il trattamento,lo tollero pi che di confusione si parla di disorientamento disorientamento, che consiste nellimpiego di un numero consistente di erogatori a basso dosaggio ormonale, per creare delle tracce fittizie che distolgono i maschi dalla ricerca delle femmine; impiego addizionale,trappole a feromoni + chemiosterilizzanti. I maschi non vengono uccisi ma lasciati liberi sterili, sono una specie di abbeveratoi dove linsetto beve. E agisce alllivello meiotico.

Alcuni lepidotteri sono partenogenetici ( solo maschi solo femmine o maschi e femmine) dove il maschio non serve non si accoppiano,quindi in questi casi non serve fare il disorientamento. Riproduzione sessuata Partenogenesi ciclica :dopo un p di generazioni che linsetto partenogenetico diventa anfigonico ( con riproduzione ) Le api , e soprattutto lape regina si fa fecondare dal maschio che preferisce,lo sperma va in una sacca ( spermateca ), poi quando fa scendere le uova ( ovaroli ) se le feconda con lo sperma verr una femmina, senn un maschio ( decide in base alla popolazione che c nellalveare ) Esistono altri feromoni altre a quelli sessuali: 9

feromone traccia: tipico delle formiche che seguono i membri della loro famiglia grazie allodore tipico della comunit.

DANNI INSETTI Ci sono insetti che sono mangiatori di legno,e portano a morte la pianta,oppure inducono reazioni alla pianta ( accorciamento delle foglie su attacchi di afidi ). Insetti capaci di portare virus e che possono trasmettere alla prole.

GLI INSETTICIDI
Prima generazione. Dalla fine del 1800 al 1940 ( oli , polisolfuri , composti di arsenico ) Oli bianchi:ci sono oli bianchi che si usano per la lotta biologica agiscono bene quando la popolazione bassa ,ma se la popolazione bassa non li uso nemmeno,derivano dal petrolio. Agiscono bene sugli individui giovanissimi ,questi hanno una durata di 7-8 gg e si devono ripetere i trattamenti se necessario,per coprire tutta la durata della chiusura delle uova . Oli pesanti ( neri ):questi non ci sono pi in commercio perch sono fitotossici e potevano essere dati solo a riposo vegetativo inoltre con luso di questi insetticidi si riscontrato un ritardo di c.a 15 gg della produzione Composti di arsenico:dannose per le piante,formando sospensioni colloidali. Mentre gli arseniti vanno in soluzione e oltre che danni alle piante ci vanno di mezzo importanti insetti come le api. Seconda generazione. Miller 1942 DDT : Il DDT un inquinante organico permanente ed altamente resistente nell'ambiente. E rimane immobile nella maggior parte dei suoli un composto organico clorurato,il DDT e i suoi metaboliti si accumulano lungo la catena alimentare causa effetti gravi anche il suo metabolite primario il DDE. Il DDT altamente tossico,con problemi di bioaccumulo Fosfoganici: agisce per contatto o per ingestione,ma con il passare del tempo gli insetti sono diventati chemioresistenti ( trofobiosi ) ,ma nel corso del tempo hanno fatto gravissimi danni uccidendo i parassitoidi dei predatori. Inoltre questi hanno aumentato i parti. Terza generazione: chemiosterilizzanti,prodotti naturali ( nicotina , quassine , rotenone ) Regolatori di crescita: agiscono alllivello della crescita, sconquassandola. Chitino-inibitori: agiscono sulla chitina non permettendogli la muta . hanno una durata prolungata e spesso si riscontrano danni anche a frutti Le api segnano lo stato di salute di un territorio, biotest. 10

Insetticidi citotropici:penetrano di qualche mm nelle parti irrorate( liposolubili e idrosolubili ) Insetticidi sistemici:vanno in circolo raggiungendo tutte le sedi ( liposolubili e idrosolubili)

MUTA
Corpo impermeabile e rigido. Tegumento = un complesso di strati che delimitano esternamente linsetto. Tectocuticola = tessuti induriti,si pu staccare dallinsetto senza causare danni allo stesso Epicuticola = uno strato di cere di di micron che conferisce impermeabilit. Al secondo strato ci sono delle proteine tannizzate che conferiscono rigidit al tegumento. Al terzo strato ci sono proteine polimerizzate ed uno strato molliccio. Ci sono parti di minor resistenza e la pressione del sangue e i muscoli aiutano la muta. Quando poi interviene il liquido esuviale e si moltiplica, epidermide si incurva e abbiamo un operazione di istolisi(liquido esuviale assorbe tutti gli strati) tranne le proteine polimeriz zate. Il nuovo tessuto avr maggiori dimensioni ,e lo sclerotinio non viene digerito. La muta regolata da ormoni come la neutenina e da fenomeni come l istolisi e istogenesi Le cellule dellepidermide si dividono per mitosi VARIE INSETTI Ametaboli: tipici sono i collemboli non fanno la metamorfosi. Sono considerati ametaboli i Dipluri, ed i Tisanuri, insetti che non subiscono trasformazioni rilevanti nel corso dello sviluppo, le forme giovanili sono infatti molto simili all'adulto. Lo sviluppo procede con mute che non comportano cambiamenti morfologici rilevanti. Gli stadi giovanili degli Insetti ametaboli sono detti neanidi ( no ali no maturit poi muta ). Da alcuni non sono considerati insetti perch nel corso delle mute annettono segmenti addominali in +, 3 mute Uovo neanide adulto no ali n adulti n piccoli

Eterometaboli: Eterometaboli sono quegli insetti che al momento della schiusa delluovo sono gi in un avanzato stato di sviluppo, ci comporta che i giovani siano sostanzialmente molto simili alladulto e il completamento della crescita avvenga tramite progressive modificazioni, senza comportare drastiche modificazioni nellaspetto e nel comportamento dellindividuo. Nell'eterometabolia possono essere fatte ulteriori suddivisioni: Pseudometabolia E' tipica degli Insetti atteri per atterismo secondario come gli Anopluri ei Mallofagi, tutti privi di ali per adattamento alla vita parassitaria. Paurometabolia E' una metamorfosi tipica degli Insetti le cui forme giovanili vivono nello stesso ambiente degli adulti ( Ortotteri ). Dall'uovo nascono individui privi di ali ma gi simili agli adulti. Cavallette terrestri ( sia piccolo che adulto ) 11

Emimetabolia E' tipica degli Insetti le cui forme giovanili vivono negli ambienti diversi dagli adulti (Odonati ). E che differiscono notevolmente da questi. Giovani in acqua e adulti nel terreno. Uovo neanide - ninfa (piccolino con abbozzi alari ) adulto ( alato ) Olometaboli:In questa metamorfosi detta anche indiretta l'Insetto esce dall'uovo come larva con forma completamente differente dall'adulto che alato. Dopo una serie di mute che consentono solo un aumento delle dimensioni ponderali e lineari, ma che non ne cambiano la forma, la larva raggiunge la maturit. Successivamente si trasforma in pupa caratterizzata da immobilit, in questa fase si attuano profonde trasformazioni. Dalla pupa sfarfalla l'Insetto adulto. Da piccoli hanno gli occelli laterali, mentre da grandi hanno gli occhi composti e i 3 occelli frontali. Uovo larva ( subisce diverse mute 7-8 ormone importante neutenina ) pupa ( forma intermedia neo- formazione delladulto ormone ectisone ) adulto.

Pupa neanide ninfa larva = sono afaghe ( non si nutrono ? ) Lepidotteri coleotteri = hanno la metamorfosi completa. Ladulto si chiama anche imagine.

12

Filename: Directory: Template:

struttura C:\Users\user\Desktop\Nuova cartella C:\Users\user\AppData\Roaming\Microsoft\Templates\Normal.

dotm Title: ENTOMOLOGIA Subject: Author: user Keywords: Comments: Creation Date: 18/10/2010 19.25.00 Change Number: 2 Last Saved On: 18/10/2010 19.25.00 Last Saved By: Vito testa Total Editing Time: 2 Minutes Last Printed On: 18/10/2010 19.29.00 As of Last Complete Printing Number of Pages: 12 Number of Words: 4.098 (approx.) Number of Characters: 23.365 (approx.)