Sei sulla pagina 1di 2

Sacrifici per salvare chi?

La situazione economica ci pone di fronte a scelte difficili, ma quello che preoccupa fortemente che i governanti nulla fanno per modificare, annullare le cause del disastro. Di questo passo il crack sar inevitabile. Da tempo vado dicendo che gli organismi internazionali finanziari sono i veri governanti dei paesi. Loro con le loro politiche, non hanno il minimo scrupolo nei confronti del popolo. Questi personaggi miopi e legati solo ai loro interessi, continuano a ripetere che occorre sacrificarsi per ritornare alla crescita. Invece la crescita finita le risorse energetiche del pianeta si stanno esaurendo e risorse della terra sono limitate, la terra non infinita.

Ricordate: le banche centrali non sono di propriet degli stati, ma delle banche. Non una battuta, guardate la composizione societaria della Banca d'Italia, ad esempio, una SPA ed i soci sono le banche italiane come Unicredit, Intesa ecc. Come potete pensare che la BCE o le banche centrali dei singoli paesi possano fare gli interessi dei cittadini? Mi sembra pi logico pensare che rispondano invece unicamente ai loro azionisti ed alle loro logiche di profitto. Avete mai dato un'occhiata ad una banconota da 5, 10, 50 Euro? Leggete sopra una banconota per caso Repubblica Italiana? Unione Europea? No solo Banca Centrale Europea. Nessun Presidente della Repubblica, nessuno stato niente. Vi ricordate ad esempio cosa c'era scritto sopra una banconota da 500 lire?

Oggi ogni legame tra lo stato, i cittadini e la moneta stato eliminato.

Ecco fatto, oggi la moneta ed il potere ad essa legato, passato "silenziosamente" dagli stati ai banchieri, che giustamente visto che sono degli imprenditori, speculano e cercano di produrre utili. Peccato che a fare le spese quando si sbaglia sono i cittadini, cio le scelte errate di carattere economico passano di nuovo allo stato. Bello no? In conclusione questa la politica che governa l'europa, quella degli Istituti di credito e dei potentati economici, e nessuno fa niente non solo politicamente ma neanche finanziariamente per risolvere veramente la questione. Ora che le cose vanno a rotoli si parla di sacrifici, che ovviamente dovr fare il popolo, ed aumenti di tasse, ma non si fa nulla per eliminare alla radice il problema. Stando cos le cose il problema se riuscir ad essere insabbiato e coperto con i sacrifici dei cittadini si ripresenter peggiore tra qualche anno. Vi sembrer assurdo, ma la logica quella di chi fa le pulizie e nasconde la polvere sistematicamente sotto il tappeto. Domenico Gioia http://urliamoinsieme.blogspot.com