Sei sulla pagina 1di 19
Le Fonti Rinnovabili Paolo Silva – Dipartimento di En ergia - Politecnico di Milano 11 Maggio
Le Fonti Rinnovabili Paolo Silva – Dipartimento di En ergia - Politecnico di Milano 11 Maggio

Le Fonti Rinnovabili

Paolo Silva – Dipartimento di Energia - Politecnico di Milano

11 Maggio 2009

Argomenti trattati

2

Energia solare: • solare fotovoltaico a film sottile • solare fotovoltaico a concentrazione • solare termodinamico
Energia solare:
• solare fotovoltaico a film sottile
• solare fotovoltaico a concentrazione
• solare termodinamico

Energia da biomassa:

impianti di cogenerazione biocombustibili

Il solare fotovoltaico a film sottile

3

Vantaggi Fotovoltaico del film di I sottile: generazione: (attualmente 75% del mercato mondiale) riduzione Si mono-
Vantaggi Fotovoltaico del film di I sottile: generazione: (attualmente 75% del mercato mondiale)
riduzione Si mono- costi e poli-cristallino attraverso la riduzione di materiale
possibilità di integrazione architettonica
Fotovoltaico η ai carichi di II parziali generazione: abbastanza (attualmente buono (anche 25% del con mercato luce mondiale)
diffusa)
-
Si amorfo
buon comportamento in funzione di T
-
Celle CIS/CIGS
-
celle CdTe
Criticità da risolvere:
Fotovoltaico η nominale di III inferiore generazione: a Si-cristallino (attualmente solo allo stato di prototipo)
degrado celle organiche di prestazioni (polimeriche, nel tempo ibride e dye)
FILM SOTTILE

Il solare fotovoltaico a film sottile

Celle CIS/CIGS:

η di cella in laboratorio = 20%

4

η di modulo per modelli commerciali = 9-11%

pochi produttori mondiali (Wurth Solar il principale, USA). No aziende italiane

produzione mondiale: 20 MW/anno

prezzo di mercato celle: 3 €/W (previsione 1 €/W)

Celle CdTe:

η di cella in laboratorio = 16.5%

η di modulo per modelli commerciali = 9-11%

pochi produttori mondiali (First Solar il principale, USA). In Italia ARENDI dal

2009

produzione mondiale: 120 MW/anno nel 2007 (First Solar dal 2008 produce

500 MW/anno, previsto 1 GW/anno dal 2009)

prezzo di mercato celle: 2.2-2.5 €/W (previsione 1 €/W)

Il solare fotovoltaico a film sottile

Celle Si-amorfo:

5

problema di degrado di prestazioni nei primi mesi di funzionamento

η di cella in laboratorio = 11.7% per celle tandem (Si-amorfo/Si-cristallino)

η di modulo per modelli commerciali = 6-8%

circa 25 produttori mondiali

produzione mondiale: 300 MW/anno

prezzo di mercato celle: 1.5-2 €/W (previsione <1 €/W)

Celle Organiche:

η di cella in laboratorio = 10%

non esistono al momento modelli commerciali

al momento solo installazioni dimostrative

previsioni di costo molto positive (previsione 0.5 €/W)

Fra 10 anni si stima per il FV un mercato mondiale di 400 GW/anno (8000 M€):

creazione posti di lavoro (30 persone/MW/anno)

quota mercato film sottile = 40-45 % (5% celle organiche)

Il solare fotovoltaico a concentrazione

6

Riduzione costi attraverso riduzione di area della cella a pari potenza generata

(riduzione all’incirca proporzionale al fattore di concentrazione)

Il costo della cella diventa meno importante si possono impiegare celle ad alte

prestazioni:

  • - con Silicio η cella = 20%, η modulo = 16% (200 x)

  • - con celle multigiunzione con substrato Germanio η cella = 40%,

η modulo = 28% (800 x)

tipi di concentratori: point focus e dense array

attualmente fase dimostrativa e sviluppo pre-industriale

Il solare fotovoltaico a concentrazione

7

VANTAGGI: riduzione costi migliore efficienza possibilità impieghi cogenerativi (calore a 80-100°C dal raffreddamento celle per climatizzazione
VANTAGGI:
riduzione costi
migliore efficienza
possibilità impieghi cogenerativi (calore a 80-100°C dal raffreddamento
celle per climatizzazione e produzione ACS)
CRITICITA’:
converte solo radiazione solare diretta
necessità meccanismi di movimentazione
integrazione architettonica
affidabilità e durata da dimostrare

Il solare fotovoltaico a concentrazione

PROSPETTIVE FUTURE:

8

Si prevede un’evoluzione verso sistemi ad alta efficienza (η cella = 45%), e alta

concentrazione (1000 x).

Miglioramento efficienze ottiche fino all’80% con tecniche di produzione di serie

η modulo > 30%),

Introduzione modelli cogenerativi per generazione distribuita (potenziali

vantaggi dal raffreddamento con acqua)

Attualmente costi elevati per automazione linee produttive

Costi attesi: 2-3 €/W nei prossimi 5 anni per poi dimezzarsi nei successivi

Anno di pieno impatto della tecnologia: 2020 (previsti 10 GW/anno)

Il solare fotovoltaico a concentrazione

Strutture di ricerca e principali attori:

9

Spectrolab (USA), NREL (USA), Emcore (USA), Solfocus (USA), Concentrix

(Germania), SolarTec (Germania), Isofoton (Spagna), Sol3G (Spagna), Daido

Steel (Giappone), Amonix (USA), SolarSystem (Australia), Sharp (Giappone),

FHG-ISE (Germania), CESI RICERCA (Italia), ENEA (Italia), ENEL (Italia),

Edison (Italia), SHAP (Italia), CPower (Italia), INTEGRA-Renewables (Italia),

UNIFe (Italia), CESI (Italia), Angelantoni (Italia), Azur (Germania), Zenith Solar

(Israele).

Sistema di regolamentazione esistente:

Attualmente in Italia il Conto Energia non si applica al FV a concentrazione

A livello internazionale manca una standardizzazione della certificazione: è

uscita l’anno scorso la norma per la verifica dei sistemi FV a concentrazione (IEC

62108), ma occorre una verifica

Il solare fotovoltaico a concentrazione

Progetti di ricerca:

10

Progetto APOLLON (EU): coinvolge CESI RICERCA come coordinatore e altri

partner italiani quali ENEA, CRP, UNIFe, CPower, ENEL

A livello italiano progetti di Industria 2015, inoltre progetto PhoCUS capeggiato

da ENEA (ENI ha brevettato un modulo innovativo per la bassa concentrazione)

In generale sarebbe auspicabile un maggior coordinamento tra strutture ed enti

di ricerca che svolgono temi di ricerca analoghi

Utilità di una piattaforma italiana per il FV x la misura e la certificazione di

prestazioni, in particolare rendiment i nominali e producibilità alle diverse

condizioni di insolazione

Energia solare termodinamica

Conversione dell’energia solare in energia termica e successiva

conversione termodinamica

VANTAGGI:

Sfruttano una tecnologia consolidata, affidabile e dai costi contenuti,

quale il sistema di conversione termodinamica

Effetto scala: al crescere della taglia di impianto aumenta il rendimento e

diminuisce il costo specifico

Possibilità di utilizzare accumulo

Energia solare termodinamica Conversione dell’energia solare in energia termica e successiva conversione termodinamica VANTAGGI: Sfruttano una

RADIAZIONE SOLARE

Energia solare termodinamica Conversione dell’energia solare in energia termica e successiva conversione termodinamica VANTAGGI: Sfruttano una

Concentratore

Energia solare termodinamica Conversione dell’energia solare in energia termica e successiva conversione termodinamica VANTAGGI: Sfruttano una
Ricevitore
Ricevitore

trasporto/accumulo

ciclo termodinamico

Energia solare termodinamica

12

TIPOLOGIE DI CONCENTRATORI

Energia solare termodinamica 12 TIPOLOGIE DI CONCENTRATORI
Energia solare termodinamica 13 CONCENTRATORI CONCENTRATORI PARABOLICO PARABOLICO--LINEARI LINEARI (PARABOLIC (PARABOLIC TROUGH): TROUGH): LaLa gran gran
Energia solare termodinamica
13
CONCENTRATORI
CONCENTRATORI PARABOLICO
PARABOLICO--LINEARI
LINEARI (PARABOLIC
(PARABOLIC TROUGH):
TROUGH):
LaLa gran
gran parte
parte dei
dei 431
431 MWMW installati
installati nel
nel mondo
mondo sono
sono costruiti
costruiti sesecondo
condo
questa
questa tecnologia
tecnologia (354
(354 MWMW neg
neglili USA
USA aa partire
partire dagli
dagli anni
anni ‘‘80,
80, impianti
impianti
SEGS) SEGS)
Sono
Sono inin costruzione
costruzione numerosi
numerosi impianti
impianti inin Spagna
Spagna (PSA,
(PSA, Almer
Almerììa)
a)
Tecnolgia
Tecnolgia commerciale:
commerciale: 2500
2500--4800
4800 €€/kW;
/kW; LEC
LEC pari
pari aa 2727 cc€€/Wh
/Wh inin
Spagna,
Spagna, 1818 cc€€/kWh
/kWh nel
nel Nord
Nord--Africa
Africa
Rendimento
Rendimento medio
medio annuo
annuo di
di conversione:
conversione: 1212--14%
14%
TIPOLOGIE
TIPOLOGIE IMPIANTO:
IMPIANTO:
-- fluido
fluido vettore
vettore olio
olio diatermico
diatermico (SEGS
(SEGS ee Nev
Nevada
ada Solar
Solar One)
One)
-- fluido
fluido vettore
vettore olio
olio diatermico
diatermico ee accu
accumulo
mulo aa sali
sali fusi
fusi (imp.
(imp. inin Spagna)
Spagna)
-- fluido
fluido vettore
vettore ee accumulo
accumulo aa sali
sali fusi
fusi (Archimede)
(Archimede)

Energia solare termodinamica

IMPIANTI A TORRE:

14

Ricevitore centrale posto in cima alla torre

Produzione diretta di vapore o mediante riscaldamento di sali fusi

Costi impianto: 2700-5600 €/kW (LEC maggiore rispetto a concentratori

parabolici)

Rendimento annuale netto simile a parabolic trough (taglie inferiori)

CONCENTRATORI DISH-STIRLING:

Sviluppo pre-marketing

Costi attuali impianto 10000-15000 €/kW

In prospettiva 5000 €/kW per 1000 pezzi/anno LEC = 25-30 c€/kWh (in

competizione con il FV per GD

Rendimento medio annuo circa 18% con punte giornaliere di 24%

Energia solare termodinamica

15

IMPIANTI A CONCENTRATORE LINEARE DI FRESNEL:

Concettualmente simili a parabolico-lineari, con efficienze ottiche inferiori ma

specchi piani, meccanismi di movimentazione più semplici e struttura più leggera

(meno esposti all’azione dei venti)

Attualmente allo stato di sperimentazione sul campo (USA)

Potenziali vantaggi economici (redditività potenzialmente inferiore alle alter

tecnologie)

Energia solare termodinamica 15 IMPIANTI A CONCENTRATORE LINEARE DI FRESNEL: Concettualmente simili a parabolico-lineari, con efficienze

Energia solare termodinamica

MAGGIORI STRUTTURE DI RICERCA:

16

Sandia National Laboratories (USA), NREL (USA), DLR (Germania), CIEMAT

(Spagna), CNRF, Weizmann Inst. ANU

ATTORI INDUSTRIALI:

Schott (Germania), Flabeg (Germania), Rioglas, ACS Cobra, Flagsol (Germania),

Solutia (USA), Dow Chemical (USA), Haifa Chemicals (Spagna), LUZ (Israele)

COSTRUTTORI IMPIANTI CHIAVI IN MANO (EPC):

Abengoa (Spagna), Solar Millennium (Germany), Acciona (Spagna), Solel Solar

Systems (Israele), Sener (Spagna), FPL Energy (USA), Iberdrola (Spagna)

In Italia il progetto Archimede (ENEA-Enel) ha dato un certo impulso al settore e

alcune aziende sono attualmente impegnate nello sviluppo di componenti chiave

degli impianti solari. Tra queste si ricordano Angelantoni, Xeliox, Duplomatic,

Techint italiana e ENEL.

Contratto di ricerca in corso tra Enel e Politecnico di Milano…

Energia solare termodinamica

PROSPETTIVE FUTURE:

17

Notevoli prospettive di crescita del mercato Ottimizzazione e miglioramento logica di gestione accumulo Sviluppo di impianti ibridi ISCC (integrated solar combined cycle)

Potenziali mercati nel Nord-Africa e nei paesi della “sun-belt”, con possibili sinergie per produzione acqua dissalata (ruolo dell’Italia)

Attesi costi di impianto di 2000 €/kW nel 2020

Per gli impianti a torre: si studiano ricevitori in materiale ceramico per scaldare aria fino a 1000°C da inviare in una turbina a gas (configurazione in ciclo combinato)

Impatto attuale del mercato: 1-2% rispetto a 200 G€/anno del mercato degli impianti a fonte rinnovabile Impatto fra 10 anni: 10% (pieno impatto della tecnologia prev isto per il 2025) In Italia alcune richieste tecnologiche imposte dalla no rmativa (storage) aumentano i costi di installazione In Italia sarebbe occorrerebbe raddoppiare-triplicare il numero degli addetti alla ricerca e occorrerebbero finanziamenti stabili e di lungo periodo (10-20 M€/anno)

Energia solare per generazione elettrica

18

I maggiori vantaggi economici, energetici e ambientali del fotovoltaico sono legati agli

impianti di generazione distribuita (taglia dal kW fino a qualche centinaio di kW)

allacciati in BT o MT, per applicazioni residenziali o industriali integrate negli edifici:

  • - si riducono le perdite di rete

  • - si riduce il sovraccarico delle reti di distribuzione (rischio black-out)

  • - semplicità e affidabilità di funzionamento

  • - no occupazione suolo

  • - opportunità per l’Italia nei settori emergenti (film sottile e concentrazione)

Per le centrali di generazione invece dovrebbero affermarsi gli impianti solari

termodinamici che presentano i seguenti vantaggi:

  • - economie di scala (diminuzione costo specifico e aumento rendimento)

  • - tecnologia nota per ciclo termodinamico

  • - possibile integrazione con impianti a fonte fossile (impianti ibridi)

  • - potenziale ruolo di leadership dell’Italia (indotto già creato da Archimede)

19
19

Grazie per l’attenzione !

19 Grazie per l’attenzione !
19 Grazie per l’attenzione !