Sei sulla pagina 1di 10

SCENARI FINANZIARI

JOHN MAULDIN'STHOUGHTS FROM THE FRONTLINE Newsletter settimanale - Versione Italiana a cura di Horo Capital

L'incontro Europeo : Un piano senza dettagli


di John Mauldin | 29 ottobre 2011 - Anno 2 - Numero 42

In questo numero: Un piano definitivo (senza quei dettagli indispensabili) Caro Mario Quando la leva la risposta Nel frattempo torniamo al Portogallo Diciamo basta e cambiamo le regole San Francisco, Kilkenny, Atlanta, DC .... e la sconfitta alla World Series Dove la condivisione della pace che doveva venire dopo la fine della guerra fredda? Dove sono i frutti dei guadagni incredibili nell'efficienza che la tecnologia ha offerto? Sono stati mangiati dalla burocrazia che gestisce ogni nostra mossa su questa terra. Il mostro vorace e insaziabile qui chiamato il Federal Code che esercita su migliaia di agenzie il potere di controllo impedendoci di vivere vite semplici. come ha detto Bastiat: il vero costo dello stato la prosperit che noi non vediamo, i posti di lavoro che non esistono, le tecnologie a cui non abbiamo accesso, le imprese che non esistono e il futuro luminoso che stato a noi rubato. Lo stato ci ha saccheggiato come un ladro che entra nella nostra casa di notte e ruba tutto quello che amiamo. William Bill Bonner Esattamente che cosa accaduto in Europa ieri? Il mercato ha reagito come se fosse arrivata la seconda delle soluzioni come la fine delle soluzioni. Nessun problema qui! La crisi del debito europeo risolta! Ma se si guarda attentamente ( quasi sempre pericoloso quando si tratta di Europa) c' molto di pi nella ripartenza del mercato, rispetto alla semplice euforia e sollievo. Quella che abbiamo visto un'involontaria conseguenza molto inquietante che torner a perseguitarci, come purtroppo ho scritto nel passato. Il dito punta verso i nostri vecchi amici derivati e i credit default swap. Questa settimana, mi sono ripreso da un influenza piuttosto brutta, sottoponiamo quindi ai raggi gamma e delta le questioni che possono esserci dietro il vero motivo della risposta del mercato, marciando inesorabilmente verso l'Endgame. Vediamo quanto lontano possono andare le mie gambe.

Un piano definitivo (senza quei tagli indispensabili)


Stasera ci sono cos tante parti in movimento che difficile sapere da dove cominciare, cos per ottimizzare il tempo far brevemente la scansione di una serie di fatti e opinioni per vedere se si pu arrivare a qualcosa che assomigli ad una conclusione. In primo luogo, diamo un'occhiata a quello che venuto fuori dall'Europa. Prima del vertice, il Cancelliere tedesco Angela Merkel andata prima dal suo Parlamento e, in un discorso appassionato, fondamentalmente ha dichiarato che se il Parlamento non avesse approvato l'ampliamento e la leva per l'EFSF l'Unione europea sarebbe crollata, insieme al decennio di pace che ha prevalso. Cos il Bundestag ha appoggiato la Merkel, con un'avvertenza importante. Hanno concesso la loro approvazione a condizione che la banca centrale europea continui ad attenersi all'articolo 123 del trattato di Lisbona, che

dice che la BCE non pu stampare denaro. I tedeschi sono ossessionati da una BCE indipendente che mantenga il valore dell'euro; tutto ci a che fare con il Weimar incorporato nella loro psiche collettiva. In contrasto con questa "ossessione", Martin Wolf guida un coro a sostegno del nuovo presidente della BCE Mario Draghi (un italiano), al fine di ignorare i tedeschi. Qui ci sono riportati alcuni paragrafi dalla sua recente lettera:

Absolute Return Partners di Niels C. Jensen - www.arpllp.com - la societ partner di John Mauldin per il mercato Europeo. Horo Capital - www.horocapital.it - il partner di Absolute Return Partners per il mercato Italiano. Tel. 02 89096674 - rcarraro@horocapital.it

Caro Mario
"Congratulazioni e felicitazioni: la prossima settimana, tu inizierai a lavorare in una delle pi importanti banche centrali di tutto il mondo; su di te graver una responsabilit spaventosa. La Banca centrale europea da sola ha il potere di sedare la crisi della zona euro. necessario scegliere tra due percorsi: quello ortodosso che conduce verso il fallimento; quello non ortodosso che dovrebbe portare verso il successo. "L'area dell'euro si confronter con una serie di sfide molto complesse nel lungo termine. Ma i membri non avranno la possibilit di apportare e attuare le modifiche e le riforme necessarie, se quelle per sopravvivere. Immediatamente bisogna mettere la Grecia su un percorso sostenibile; evitare un crollo dei mercati del debito pubblico di diversi grandi paesi; e impedire un crollo delle banche. Di questi, sono gli ultimi due che contano. Qualsiasi sforzo della BCE come prestatore di ultima istanza per i membri che hanno bisogno innescher una tempesta di protesta. Le persone sostengono che la Banca centrale pu perdere denaro, esacerbare il rischio morale e alimentare l'inflazione. " la prima di queste obiezioni, la risposta giusta: quindi qual ? L'obiettivo della Banca centrale di stabilizzare le economie, non fare soldi. Infatti, molto pi probabile perdere soldi attraverso interventi timidi piuttosto che attraverso interventi vigorosi. ".... La zona euro rischia un'ondata di crisi fiscale e bancaria. Il Fondo europeo di stabilit finanziaria non pu fermare tutto questo. Solo la BCE pu farlo. Come unico istituto a livello della zona euro, ne ha la responsabilit. Mi dispiace, Mario. Ma tu sei a faccia faccia con una scelta tra una facile politica monetaria e il salvataggio della zona euro. Scegli la seconda. Spiega perch si sta facendo questa scelta. E ricorda: la fortuna aiuta gli audaci". Martin Wolf non solo nel suo appello verso la BCE che aggressivamente puntella i paese sovrani europei e i mercati. C' una lunga linea di istituzioni in tutta Europa che agisce in questo modo, anche se c' una notevole mancanza di figure tedesche. Infatti, da quanto ho letto, la BCE sembrava indicare che dopo il vertice avrebbe

continuato a comprare il debito italiano e spagnolo. Ma quell'impegno stato piuttosto vago. Come molti altri che sono venuti dal summit. I titoli italiani stavano salendo a oltre il 4% nel mese di luglio. Oggi i tassi di interesse italiani sono saliti al 5,88%, anche con l'apparente acquisto da parte della BCE. Pi avanti vi dar maggiori informazioni sul motivo della crescita dei tassi. Erano d'accordo al vertice che gli obbligazionisti privati avrebbero dovuto perdere il 50% sul debito greco. Questo significa soprattutto banche, fondi pensione e le compagnie di assicurazione, circa 35 miliardi di euro dovuti al sistema pensionistico greco, che prontamente ha dichiarato, "qualsiasi soluzione sulla redditivit a lungo termine del debito pubblico sar accompagnata da misure che non solo sostengono, ma migliorano visibilmente il livello attuale del patrimonio dei fondi pensioni greci. Noi stiamo rispondendo alle preoccupazioni dei pensionati e di quelli assicurati dal sistema." Dobbiamo notare che il vertice ha deciso che i greci devono privatizzare anche altri 15 miliardi di euro di attivit nazionali, oltre i 50 miliardi di euro che gi si suppone debbano aver fatto, ma su cui non sono stati ancora compiuti dei progressi. In tutto questo tempo hanno trovato 17,5 miliardi di euro per correggere il buco dei loro fondi pensione, che era gi cos profondo che nessuna luce avrebbe potuto penetrarvi. Se fossi un pensionato greco mi sentirei mooolto sollevato. Voglio dire, se non ti puoi fidare del governo greco su quello che dice di fare ... Ok, allora non andarci.

Quando la leva la risposta


Gli europei hanno anche deciso di sfruttare l'EFSF in una certa misura, ma sono stati poco chiari sui dettagli e su cosa in realt ci significava. Il concetto che garantir il primo 20% delle perdite su qualsiasi nuovo debito. E' stato lasciato senza una specifica, ossia senza definire se ci include anche i prestiti di Irlanda e Portogallo non ancora emessi, o solo i nuovi impegni. Ricordate, iniziarono con 440 miliardi di euro, ma ne hanno utilizzati 278 miliardi di euro (se la memoria non mi inganna), in modo da lasciare solo 170 miliardi di euro (prendere o lasciare) che possono essere usati a leva (forse). Se tutti sono d'accordo. In qualche modo, con un meccanismo che non stato rivelato, questo pu essere sfruttato fino a circa 1 miliardi di , che circa la met della minima stima di quanto potrebbe essere necessario. Cos la speranza che la BCE interverr, perch l'unica vera fonte per i soldi che saranno necessari. Non ho intenzione di andare nel dettaglio storico, in quanto avrei perso anche il pi paziente dei lettori, ma garantire il 20% di un bond governativo piuttosto inutile. Questo stato fatto in passato, e fa diminuire al massimo di una piccola quantit i tassi d'interesse. Niente di significativo, in quanto il mercato si assume il restante 80% e i tassi agiscono di conseguenza. Ulteriormente, qualunque rating viene conferito al mercato un amalgama di rating di credito totale della zona euro. Che includono le garanzie della Grecia e del Portogallo, ecc., sulla loro parte del debito. Pensate per un secondo. (Tali garanzie sono presumibilmente l dove la ci sar la privatizzazione dei beni greci, se ho letto bene le foglie di t). Inoltre, se sei un operatore del mercato e pensi di investire nel debito sovrano, e non sei un esordiente totale, quando stata l'ultima volta che hai visto un paese sovrano fare tagli

per meno del 20% del proprio debito? (La Grecia ne ha fatti per il 50%, nel suo percorso verso quello che io sospetto sar un qualcosa di molto pi vicino al 90%.) Continuate a cercare. Se un debito sovrano va in default, per un intero lotto di pi del 20%. Mi sembra che tutto ci che garantisce l'EFSF quasi certo che si trasformer in una perdita. Quale paese che si rispetti deve ripianare meno del 20% il suo debito e non ha nessun voto in seno al Parlamento nazionale? Il 20% diventa il punto di partenza, e poi inizia il divertimento. Ci saranno un sacco di urla, grida e stridor di denti quando le perdite entreranno in casa. Merkel e co. stanno impostando il tutto sul presupposto che il problema semplicemente di fiducia, e che se l'EFSF ripristiner la fiducia nei vari regimi nefasti del debito governativo, poi tutto andr a posto. Beh, tranne che per la Grecia. Che gi stata svuotata. Il problema che non una mancanza di fiducia, n una mancanza di arroganza. una mancanza di solvibilit. L'aritmetica dice che c' troppo debito in Grecia, Irlanda, Portogallo, Spagna e Italia. E in definitiva la Francia, anche se la Merkel troppo educata per cos dire, sa che ha bisogno della loro firma, almeno per ora. Nel frattempo tornando punto di partenza, nessuno sta prestando attenzione al povero Portogallo.

Nel frattempo torniamo al Portogallo


"I dati pubblicati dalla Banca Centrale Europea mostrano che i depositi reali di M1 in Portogallo sono caduti ad un tasso annualizzato del 21% negli ultimi sei mesi, con una violenta caduta nel mese di settembre. "'Il Portogallo sembra essere entrato in un vortice come quello della Grecia e gli attuali trend monetari hanno fortemente deteriorato anche la Spagna, con un calo del 8.4%,' ha dichiarato Simon Ward, di Henderson Global Investors. Mr. Ward ha detto che la BCE deve tagliare i tassi di interesse 'immediatamente' e lanciare un vero e proprio blitz di quantitative easing pari a circa il 10% del Pil dell'Eurozona. [di Martin Wolf!]" I dati sull'M1 che sono i conti correnti e il denaro contante sono considerati dagli esperti come uno dei principali indicatori dell'economia per i successivi sei mesi dell'anno che si ha di fronte. Questo stato un chiaro segnale di avvertimento di ogni fase dell'attuale crisi, a partire dal 2007." (The Telegraph) Il Portogallo sta rapidamente raggiungendo lo status della Grecia. Ancora un'altra crisi bancaria incombe su di noi. E poi c' l'Irlanda. Ho scritto un paio di settimane fa che c' un assunzione globale riguarda all'Irlanda, a tutti i livelli della societ e da tutti i fronti politici, che il Paese otterr una riduzione del debito. Questo un buco di 60 miliardi di nel bilancio della BCE. Da Businessweek.com: "A Dublino, la pressione che si sta formando su [primo ministro] Kenny per cercare la riduzione del debito dopo che il governo ha iniettato circa 62 miliardi di euro nel sistema finanziario Irlandese. "Perch accettabile cancellare il debito greco, quando gli irlandesi devono pagare i debiti

alle banche private?" Questo ha detto in parlamento il 25 ottobre Gerry Adams, leader del Sinn Fein. Kenny ha detto che Adams sta cercando la riduzione del debito su 'diversi fronti.' "Il FMI ha dichiarato il 7 settembre che si stima che il debito pubblico irlandese raggiunger oltre il 18 per cento del prodotto interno lordo del Paese nel 2013, pari a quasi 200 miliardi di euro. Questo sopra del 25 per cento del PIL nel 2007. "Il governo ha gi segnalato, che pu cercare di spostare alcuni dei costi del salvataggio del sistema bancario in Europa, alleviando l'onere per il contribuente. [E ributtandoli precisamente sui contribuenti Europei nel suo complesso!] "Il governo irlandese legittimato a pretendere che ci dovrebbe essere una sorta di ripartizione degli oneri a livello europeo". [Ha detto Kenny] Penso che saranno vendute alla Spagna, quando dovranno capire come uscire dalle loro banche, che sono per la maggior parte fondamentalmente insolventi? Che cosa succeder all'Italia? Vediamo, che cosa hanno fatto? Oh, s. Le banche europee dovranno arrivare con 106.5 miliardi di (voi non amate le cifre esatte?), il che porter il loro Tier 1 fino al 9%. Non importa se Dexia era presumibilmente al 12% prima di essere andata in bancarotta. Il Tier 1 in Europa una costruzione priva di senso, in quanto non necessita delle riduzioni dovute alla diminuzione dei debiti sovrani. Il capo del Fondo Monetario Internazionale (FMI) Christine Lagarde ha fortemente infastidito i leader europei quando ha richiesto lo scorso agosto 200 miliardi di euro per ricapitalizzare delle banche. Mi chiedo come si sono sentiti quando il FMI ha alzato la sua richiesta a 300 miliardi di euro due settimane fa? Nouriel Roubini, in confronto un ottimista, - pensa che ci vorranno solo 280 miliardi di euro. E Sarkozy vuole che l'EFSF possa salvare le banche, soprattutto le banche francesi. Che colpo terribile subirebbe la gran parte del patrimonio dell'EFSF, anche con la leva finanziaria. Naturalmente, se ogni governo avesse bisogno di salvare le proprie banche, successivamente la Francia probabilmente perder il suo rating di tripla AAA, che porter poi l'EFSF a perdere il rating di AAA, che ... Ci stiamo ancora divertendo?

Diciamo solo di cambiare le regole


Ho sempre avuto un debole per Bunker Hunt. S, lo so, era un manipolatore vorace che ha cercato (e l'ha fatto) di accaparrarsi il mercato dell'argento nel 1980, ma i ragazzi sono ragazzi. Forse hanno un po' seguito gli amici Texani. andato in bancarotta, perch hanno cambiato le regole mentre stava operando. Una lezione per tutti noi: mai assumere il fatto che le regole sono ci che si pensa solo per il fatto che sono scritte, se qualcun altro pu sempre modificarle. Si possono solo spostare in la nel tempo e poi attendere la rivolta dei contadini. E questa l'ultima cosa che successa nell'ultimo vertice. Le banche "volontariamente" hanno accettato un taglio del 50%. Volontariamente quello che Merkel, Sarkozy e altri hanno detto a loro, in quanto l'alternativa era un taglio pari al 100%. "Ragazzi, questa l'offerta. Prendere o lasciare." Come dal film Il Padrino.

E poich la riduzione stata volontaria, non ci sarebbe stata l'attivazione delle clausole di credit default swap. Perch se volontaria non un default capiche? E che si muovono lentamente, caro lettore, spinte da delle conseguenze non intenzionali piuttosto significative, che hanno portato il mercato al "melt-up." Fammi vedere se riesco a camminare in questo mondo piuttosto bizzarro di esposizione ai derivati senza espormi troppo a causa della mia ignoranza. Ipotizziamo che sia stato acquistato un credit default swap sul debito di una certa banca (pensiamo a JPMorgan, ma potrebbe essere qualsiasi altra banca), perch pensate che Morgan sia esposta a degli elevati rischi di credit default swap. Per ogni evenienza. Ora, se (diciamo) Goldman ha venduto i CDS, lei avrebbe potuto e voluto a sua volta coprirsi dal rischio andando corta di una certa quantit di azioni di Morgan, o forse se il rischio era abbastanza rilevante, dell'S&P nel suo complesso. Il tutto sarebbe dipeso da ci che i loro modelli di controllo del rischio avrebbero suggerito. Ma, come nel caso di ieri, il rischio si sarebbe evaporato: non ci sarebbe nessun evento sui CDS. Quindi perch comprare CDS? E' il momento di copertura. E poi essere short di quello che si coperto. Inoltre, il rischio finanziario stato tagliato di un ampio importo anche se non in modo cos chiaro. Ma stato sicuramente definitivamente tagliato, in modo tale da poter acquistare alcuni asset a rischio. Mettendo ogni fondo hedge long / short in un angolo, soprattutto quelli con un bias contro il settore finanziario. Ma a causa della natura della copertura (hedge), il mercato si comunque mosso. Si tratta di concetti piuttosto arcani che gli operatori di call chiamano delta e gamma. Ragazzi che seduti dietro le loro scrivanie sono in grado di calcolare il rischio in un nanosecondo. Tu ed io avremmo bisogno di prenderci almeno un giorno solo per provare a mettere la testa intorno a quei concetti. E ci sono proprio cascati. Gli algoritmi dei sistemi di trading ad alta frequenza di negoziazione hanno catturato il movimento e lo hanno seguito, e questo stato poi subito seguito dai traders di momentum, e cos il mercato partito all'ins. Perch un rischio significativo stato rimosso. Ma non senza costi. Torniamo al punto quando ho notato che i tassi di interesse Italiani stanno crescendo anche se la BCE sta presumibilmente acquistando titoli. Che cosa ci dice ci? Che chiaramente c' una mancanza di acquirenti privati, e un sacco di vendite. Perch ora non possibile effettuare una copertura sul debito sovrano. Se si ha bisogno di un assicurazione, possibile cambiare le regole direttamente, quindi perch rischiare? Distruggendo il mercato dei credit default swap si rende pi difficile la vendita del debito sovrano, non pi facile. Le posizioni "corte" non erano la causa dei problemi finanziari della Grecia, i greci hanno fatto tutto da soli. Come hanno fatto i Portoghesi, e cos via. Ora vero, l'aumento degli spread sui CDS aumenta l'attenzione sul problema, cos come faceva la crescita dei tassi in passato. E questo ha fatto infastidire i politici. E chiaramente, le banche che avevano una esposizione su quel mercato hanno ottenuto la possibilit di "risolvere" la situazione in modo tale da poter vedere i problemi allontanarsi. (OK, questa solo una mia congettura; ma prima ho fatto delle ipotesi - con ragione di causa - che un grande sottoscrittore di CDS sovrani erano Landesbanken tedesche. Pensate che la Merkel non avesse avuto quel rapporto? Cosi come Sarkozy, con

l'esposizione francese? E' stata veramente una grande partita di poker quella stavano giocando questa settimana. Ma da una parte del tavolo era possibile riscrivere le regole.) Ora, lo so che ho molto banalizzando la situazione dei CDS. Anche se, la maggior parte della volatilit di questi ultimi tempi pu essere ricondotta al mercato dei CDS, perch cos opaco. Non c' modo di provare o confutare le mie assunzioni, perch non c' alcuna fonte che pu davvero analizzare in profondit la reale situazione. E questo il problema. Io non sono contro i CDS. Abbiamo bisogno maggiormente di questi strumenti. Ma dovrebbero essere portati in un mercato molto pi trasparente. Se compro un derivato sull'S&P (o sull'oro o sul petrolio o sul succo d'arancia), so che il mio rischio di controparte la piattaforma di scambio. Non devo coprirmi per il rischio della controparte. La piattaforma di scambio conosce chi si trova dall'altra parte del contratto e se questa ha bisogno di mettere pi soldi, come lo scambio dei warrants. Oppure mi dice se il trade mi sta venendo contro. Le banche premono per mantenere il mercato dei CDS "over the counter". Cos le commissioni sono enormi in questo modo. Se il tutto rientra in una borsa le commissioni sono di piccole dimensioni. Questo stato un enorme fallimento della Dodd-Frank. E noi tutti paghiamo per questo in un modo che nessuno in grado di comprendere veramente. Come Bastiat nella citazione iniziale ha detto, c' quello che si vede e quello che non si vede. I mercati azionari dovrebbero aiutare le aziende a raccogliere capitali per degli obiettivi di business, non per essere un casin. Gli investitori vogliono e devono essere in grado di comprare e vendere azioni con una visione a lungo termine. E sempre di pi vi la sensazione che questo non il caso. Quando parlo con gli investitori istituzionali e manager, chiaro che sono molto frustrati. Non sto andando contro gli hedge fund. Ma vi la necessit di un vero e proprio mercato per coloro che operano short nel breve termine. Ma queste vendite dovrebbero essere maggiormente trasparenti. In un mercato regolamentato, si pu vedere la quantit di posizioni short. Cos tutti possono conoscere le regole. Ma senza un mercato di scambio, le cose accadono per ragioni che non sono cos evidenti. Un evento come il vertice dell'Eurozona che cambia delle regole oscure in modo strano con alcune clausole molto vaghe crea un evento sul credito - e il mercato reagisce. Questa volta si trattava di un movimento in salita. La prossima volta potrebbe esserci un disastro, come avvenuto nel 2008. I mercati dei CDS dovrebbe essere spostati in uno mercato aperto e regolamentato. E gi che ci siamo, i sistemi di trading ad alta frequenza dovrebbero essere messi alla deriva. Questo potrebbe essere facilmente fatto richiedendo che tutte i bids o le offerte debbano durare almeno un secondo, invece di pochi microsecondi. Fate l'offerta, e questa la si deve mantenere per un intero secondo. Che concetto. Questo non creerebbe problemi di liquidit, ma ci sarebbe un taglio ai profitti degli scambi (in particolare a quelli del NYSE) ma io ho sempre pensato che questi erano dei mercati pubblici e non il parco giochi di pochi privilegiati. Se non fosse cos freddo qui a New York, potrei scendere verso il basso della citt ed unirmi con quelli di Occupy Wall Street e vedere se sarei capace di illuminare alcune

menti. Se quei ragazzi sapessero quello che realmente dovrebbero sapere per protestare.

San Francisco, Kilkenny, Atlanta, DC e la sconfitta alla World Series


Come avete notato sopra, io sono a New York questa sera (dove ho parlato alla conferenza di Van Eck, in quanto erano i padroni di casa), nel mio confortevole hotel, sto scrivendo e spero domani di avere il colpo di fortuna di poter lasciare la citt prima dell'arrivo della bufera di neve. Marted parto per la conferenza di Schwab, sar l con i miei compagni di Altegris (spero di vedervi al loro stand, dove sar li a firmare i libri), e poi far un salto a Kilkenny, in Irlanda, per unirmi al divertente Kilkenomics festival. Mi hanno detto che anche il mio amico Bill Bonner sta arrivando, cos come tutti gli altri ospiti. David McWilliams ha messo in piedi un grande spettacolo. (http://www.kilkenomics.com/ Poi torno a casa per un giorno o due e poi via di nuovo ad Atlanta per la cena di raccolta fondi per la Hedge Funds Care, durante la quale terr un intervento. Dovreste venire. http://hedgefundscare.org/event.asp?eventID=74. Poi la prossima settimana sar alla conferenza di UBS, e poi a casa per la maggior parte dei prossimi due mesi - o almeno questo il piano. Non vedo l'ora di passare una parte di tempo nel mio letto! Mi sto davvero riprendendo dalla terribile influenza. Mi capita molto raramente di ammalarmi (e di questo ne sono grato) ma questa una di quelle volte che mi ha proprio buttato a terra. Sono ancora un po' debole, ma almeno mi possibile scrivere e parlare e mi aspetto di poter tornare in palestra quanto prima. Mi manca. La scorsa notte stata molto dura. Solo nella mia stanza, ho visto i Rangers che hanno avuto due opportunit per vincere la World Series. Per due volte siamo stati vicini alla meta. Solo un colpo pessimo. DUE VOLTE. E stasera siamo stati chiaramente all'altezza. Ricevo report sul mio telefono dai miei figli mentre scrivo (non posso sopportare di guardare mentre noi siamo molto indietro). Oh, va bene. Aspetteremo l'anno prossimo! E' il momento di premere il pulsante di invio. Domenica ci sar un brunch familiare, dove noi ci consoleremo per la World Series, e ci divertiremo da soli. Abbiate una grande settimana! Il tuo analista impaziente di andare in Irlanda,

John Mauldin John@FrontLineThoughts.com Copyright 2011 John Mauldin. All Rights Reserved Copyright 2011 Horo Capital. Tutti i Diritti Riservati Disclaimer: La presente pubblicazione distribuita da Horo Capital srl. Pur ponendo la massima cura nella traduzione della presente pubblicazione e considerando affidabili i suoi contenuti, Horo Capital srl non si assume tuttavia alcuna responsabilit in merito allesattezza, completezza e attualit dei dati e delle informazioni nella stessa contenuti

ovvero presenti sulle pubblicazioni utilizzate ai fini della sua predisposizione. Di conseguenza Horo Capital srl declina ogni responsabilit per errori od omissioni. Horo Capital srl si riserva il diritto, senza assumersene l'obbligo, di migliorare, modificare o correggere eventuali errori ed omissioni in qualsiasi momento e senza obbligo di avviso. La presente pubblicazione viene fornita per meri fini di informazione ed illustrazione, non costituendo in nessun caso offerta al pubblico di prodotti finanziari ovvero promozione di servizi e/o attivit di investimento n nei confronti di persone residenti in Italia n di persone residenti in altre giurisdizioni, a maggior ragione quando tale offerta e/o promozione non sia autorizzata in tali giurisdizioni. Le informazioni fornite non costituiscono un'offerta o una raccomandazione per effettuare o liquidare un investimento o porre in essere qualsiasi altra transazione. Esse non possono essere considerate come fondamento di una decisione d'investimento o di altro tipo. Qualsiasi decisione d'investimento deve essere basata su una consulenza pertinente, specifica e professionale. Tutte le informazioni pubblicate non devono essere considerate una sollecitazione al pubblico risparmio o la promozione di alcuna forma d'investimento n raccomandazioni personalizzate ai sensi del Testo Unico della Finanza trattandosi unicamente di informazione standardizzata rivolta al pubblico indistinto. N Horo Capital srl n John Mauldin potranno essere ritenuti responsabili, in tutto o in parte, per i danni (inclusi, a titolo meramente esemplificativo, il danno per perdita o mancato guadagno, interruzione dellattivit, perdita di informazioni o altre perdite economiche di qualunque natura) derivanti dalluso, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalit, dei dati e delle informazioni presenti nella presente pubblicazione. Ogni decisione di investimento e disinvestimento pertanto di esclusiva competenza del Cliente che pu decidere di darvi o meno esecuzione con qualsivoglia intermediario autorizzato; qualsiasi eventuale decisione operativa presa dal Cliente in base alle informazioni pubblicate , infatti, da considerarsi assunta in piena autonomia decisionale e a proprio esclusivo rischio. Il Contenuto presente nella pubblicazione pu essere riprodotto unicamente nella sua interezza ed esclusivamente citando il nome di Horo Capital srl e di John Mauldin, restandone in ogni caso vietato ogni utilizzo commerciale. Si intende per Contenuto tutte le analisi, grafici, immagini, articoli i quali sono tutti protetti da copyright. Horo Capital srl ha la facolt di agire in base a/ovvero di servirsi di qualsiasi elemento sopra esposto e/o di qualsiasi informazione a cui tale materiale si ispira ovvero tratto anche prima che lo stesso venga pubblicato e messo a disposizione della sua clientela. Horo Capital srl pu occasionalmente, a proprio insindacabile giudizio, assumere posizioni lunghe o corte con riferimento ai prodotti finanziari eventualmente menzionati nella presente pubblicazione. In nessun caso e per nessuna ragione Horo Capital srl, sar tenuta, ad agire conformemente, in tutto o in parte, alle opinioni riportate nella presente pubblicazione. Ogni violazione del copyright in qualsiasi modo si esprima ai danni di Horo Capital srl e John Mauldin, sar perseguita legalmente. Per iscriversi alla newsletter GRATUITA settimanale SCENARI FINANZIARI cliccare qui: www.scenarifinanziari.it/Registrazione.aspx Per modificare il proprio indirizzo email di invio della newsletter, effettuare il login su www.scenarifinanziari.it e andare sulla pagina di registrazione. Per cancellare l'iscrizione alla newsletter scrivere una mail a:info@scenarifinanziari.it Thoughts from the Frontline 3204 Beverly Drive Dallas, Texas 75205

Horo Capital Independent Financial Advisory Firm Via Silvio Pellico, 12 20121 Milano Tel. 02 89096674