Sei sulla pagina 1di 4

http://digilander.libero.it/iniziazioneantica/index.

html [I commenti tra le parentesi quadre sono del sottoscritto IniziazioneAntica]

>>> Prima Mail

Spett. IniziazioneAntica,

noto con certo interesse alcune considerazioni sul suo sito, come ad esempio gli errori di Kremmerz. In verit ce ne sarebbero molti altri, palesi ed occulti. I maggiori li evidenzia egli stesso, specie nelle lettere sia private che ai discepoli: delusione, amarezza, fallimento, critica severa della struttura stessa da egli creata (Myriam ecc.). Gli errori occulti, proprio poich tali, bene che ognuno li scopra da s, sulla propria pelle, specialmente oggi. Interessante la serie dei maestri che hanno subito vicissitudini e disgrazie: si dimentica che anche Caetani ebbe un figlio menomato, poi abbandonato assieme alla prima moglie, ed emigrato in Canada con una soubrette dalla quale avr la seconda figlia, Sveva; e ci sarebbero tanti altri particolari e nomi da aggiungere alla lista! Ma la conclusione non appropriata: in QUEL tipo di magia qualcosa non quadra! E chi un po' pi sveglio [lautore di questa mail si riferisce allo scritto Gli errori del Kremmerz pubblicato sul mio sito e a cui rimando, per cui anche il sottoscritto non esente da critiche.] ed applica in giusta misura, da vero ERMETISTA, la massima aurea di Kremmerz del "NON CREDERE", mediti attentamente sulle TANTE cose che non quadrano, prima di trovarsi in una palude irreversibile. Mediti sul PERCHE' Kremmerz NON VOLLE lasciare successori, n procuratori, n fiduciari cui lasciare istruzioni PER LA CONTINUITA' DELLA SCHOLA E DELLA FRATELLANZA DI MIRIAM (la puerile scusa del "delegatus non potest delegare", latino maccaronico a parte, del tutto risibile: Kremmerz non solo poteva, ma DOVEVA responsabilmente lasciare precise disposizioni e lo stesso Benno lo conferma ed ammette). Tutto ci che seguito, o che stato riesumato, dalla morte di Kremmerz in poi vola palesemente la stessa dignit e volont di quest'ultimo, che altrettanto palesemente NON VOLEVA CHE L'ORGANISMO DA LUI CREATO CONTINUASSE. Non ha senso n legittimit l'iniziativa personale e peregrina di un ottuagenario e malmesso Benno, il quale, prove serie alla mano, NON ERA IN CONTATTO CON NESSUN ORDINE EGIZIO, e comunque, demolita nei fatti dal rapido rovinoso aborto. Non hanno senso di conseguenza, e tanto meno, le iniziative di CEUR, la cui successione comunque basata su di una registrazione al magnetofono! Non hanno senso il Circolo Virgiliano, gi sciolto a suo tempo, dal mandato limitato e comunque scaduto con la morte del predecessore, n, ancor meno, l'Accademia Pitagora di Bari, gi chiusa e defunta anchessa, ricostruita su basi fittizie ed il cui mandato, comunque, era assolutamente limitato ALLA SOLA ACCADEMIA PITAGORA DI BARI e NON all'intera Myriam. E non parliamo, per pietoso rispetto di ci che di buono vi fu nel giovanile entusiasmo di Kremmerz, di ci che seguito alla morte dei tre capi storici di queste iniziative: della Ceur, del Circolo Virgiliano e dellAccademia Pitagora! Dalla frammentatio scaturita da questi tre maggiori tronconi infetti di un organismo gi degenerato ed in cancrena, sono proliferati gruppi e conventicole di ogni genere e specie, i cui dirigenti, che spiccano per la ferocia con cui si aggrediscono, insultano e minacciano (IL POTERE!), si sono resi troppo spesso colpevoli dei peggiori scandali e turpitudini, nella vita sacra e profana, usando ed abusando del nome di Kremmerz, manipolando ignobilmente i suoi scritti ed i http://digilander.libero.it/iniziazioneantica/index.html

http://digilander.libero.it/iniziazioneantica/index.html suoi insegnamenti riservati, per nutrire brame immonde di egemonia e potenza, per deviare e prevaricare menti immature ed in buona fede. E fosse solo questo! Ma lasciamoli al loro ruolo di ibernate maschere delle umane miserie. Per il momento fermiamoci qui. Un solo monito indirizzato a chi ancora capace di intendere e di volere, interessato agli studi di Kremmerz, o gi affiliato a qualche associazione che ne utilizza l'etichetta come paravento: bene si sappia CHE NON ESISTE ORDINE EGIZIO DI SORTA, n in Italia n in stati esteri, e che NESSUNA FILIAZIONE SEDICENTE KREMMERZIANA IN NESSUN MODO collegata con qualsiasi Ordine Egizio di qualsiasi genere. [Aggiungo solo che probabilmente per Ordine Osirideo Egizio bisogna intendere lAntico e Primitivo Rito di Memphis e Misraim e/o la Hermetic Brotherhood of Luxor] E se qualcuno o qualcuna dalla facile frottola vi spingesse o inducesse a pensare od a credere il contrario, adducendo giustificazioni di segretezza ed altre seducenti storie che hanno fatto la muffa da troppo tempo, chiedete LA PROVA CERTA, PROVATA ED INCONTROVERTIBILE di ci che millantato! Parole ce ne saranno tante, la prova non vi verr MAI. E soprattutto, se non volete fare la fine dell'anacoreta, ricordatevi della regola del NON CREDERE!

Anonimo Alessandrino sacredspirit777@ymail.com

>>> Seconda Mail

Confortato dalla sostanziale concordanza di vedute su quanto esposto nel primo scritto inviatole, riprendo il discorso. Andiamo a vedere di togliere la coltre di veli fuligginosi del sancta sanctorum kremmerziano: il famigerato ORDINE EGIZIO, o sigle affini, alias Araba Fenice degli errabondi e reietti aspiranti iniziati ed ASSO NELLA MANICA di bari, baroni e baronesse che ne agitano linsegna e lo spauracchio innanzi allocchio credulo ed ignaro della beota massa di postulanti, come mistica carota innanzi allasino della favoletta. E come Araba Fenice, "dove sia nessun il dice, cosa sia nessun lo sa". Da troppi anni, quando si vuole tappare la bocca a qualcuno, o nascondere verit scomode, e per evitare imbarazzanti domande od indagini pericolose, si evoca o si inventa il fantasma dellOrdine Egizio. E il bello che si pu barare spudoratamente: c sempre chi abbocca (e gli sta bene, poich spinto da diabolica vanit! I poteri! La supremazia sul pecorume volgare! Etc.etc.) e nessuno pu controbattere! E sufficiente credere, o per meglio dire: abboccare. E il gioco fatto. Se poi si vuole "far carriera", doveroso credere e abboccare. http://digilander.libero.it/iniziazioneantica/index.html

http://digilander.libero.it/iniziazioneantica/index.html E come il gioco delle tre carte, chi si crede pi furbo notoriamente quello che rimane debitamente fregato. E il truffatore/prestigiatore vince sempre. Tali sono i meccanismi perversi di certi "ordini" para-iniziatici: IL SEGRETO ERETTO A CARDINE E STRUTTURA DI SISTEMA, la gerarchia a compartimenti stagni, la prevaricazione ed il brainwashing come metodo, col miraggio ed il contentino di riti e "pratiche riservate" come tossica droga quotidiana, tagliata con digiuni, orazioni ed astinenze obbligatori, e quantaltro di utile per bersi il cervello in trepida attesa del "fascicolo segreto", o di "carriera". Il potere! Lo scaltro pusher di turno quello che muove i fili delle marionette. Anzi, lo crede, perch a sua volte manovrato da altri, ben pi scaltri, che nemmeno immagina. Perch non dire chiaro e tondo che in tanta parte lintero sistema si appoggia su di un abile BLUFF? Kremmerz non ha mai parlato chiaramente di questordine egizio. Doverosa reticenza? Mah. Facile scappatoia. Che vi fosse invece la necessit di creare ed alimentare il solito mito massonico o simil massonico? Niente di male, se cos fosse: ognuno impiega il tempo come pu e come vuole, ma ormai tempo di sapere.. Eccezion fatta per riti egizi, orienti egizi, logge e massonerie egizie, culla e tomba del mito, non esiste ombra di documento storico autentico ascrivibile ad un ordine egizio, QUESTA E LA REALTA. Tutti, e ripetiamo TUTTI i discepoli cosiddetti avanzati di Kremmerz, checch si dica e checch vogliasi favoleggiare circa alcuni nomi, erano "ascritti indiretti" allordine, quindi, in soldoni, iscritti da Kremmerz a se stesso: punto e basta. I noti "Statuti dellOrdine Egizio", atteso non si tratti di falso o di elaborazione adattata allo scopo, possono risalire al pi alla fine del 1800 e la tegolatura massonica comunque in essi evidentissima. E della bella cifra in sterline/oro che liniziando doveva sborsare, quale pretesa dote, per essere ammesso allordine, ne vogliamo parlare? Si consideri con dovizia di attenzione che tal moneta sonante non invenzione Ceur, che pure ci s rimpinguate le casse, bens di Kremmerz. [Su questo dissento, ritengo che le sterline o loro servivano in parte per le spese dellordine, ed in parte per taluni preparati alchemici, inoltre non ritengo che fosse uninvenzione del Kremmerz, ma era molto precedente.] Se, e ripeto SE, tal ordine egizio non fosse mai esistito, in quali tasche finivano codesti quattrini? Mah. Ed il Lebano? Ed Izar? E Caetani? E il poveretto Jesboama? E gli altri? Andiamo per gradi. Lebano: grande erudito e punta di diamante massonica senza dubbio alcuno. Colpito gravemente nella vita e negli affetti pi stretti; come Jesboama, per continuare la serie. Maestro o Gran Maestro dellOrdine Egizio? Nessun documento lo dice n conferma, nessuna carta, nessun appunto, nessun cenno in ogni suo scritto: niente di niente. Gli inesistenti confratelli o superiori, cogniti od incogniti, hanno consentito che il suo archivio personale e riservato finisse fra topi e liquami negli scantinati fatiscenti di Villa Lebano, abbandonata a se stessa come la leggenda dellordine Evento che si ripeter per larchivio di Jesboama, la cui vera storia andrebbe fatta raccontare dalla scopritrice per sentirne delle belle. Archivio del cui recupero, alla morte del Jesboama, si occuper il solo rassegnato Kremmerz, con ununica lettera inviata al figlio, rimasta per altro senza esito. Izar: si sa a malapena che si chiamava Pasquale de Servis e niente di certo nemmeno sulla data di nascita; che fosse figlio naturale di Francesco I di Borbone, riportato come al solito pure da Esopedia, senza lombra di verifiche critiche, del tutto falso ed inventato a suo tempo dal Gran Maestro della Rosa Croce Aurea, altrimenti noto come Caliel, sedicente Duca dOratino, per aggiungere fantasioso cemento ai suoi castelli in aria ed alle sue genealogie astrali. Perfino leffigie simil-xilografata che circola accreditata per originale, in compagnia di tantaltro materiale, in ambienti di ostentata seriet, una ricostruzione idealizzata, artisticamente creata dal succitato Caliel. Pare che questo Izar abitasse modestamente in una casa della madre di Kremmerz, Gaetana Argano, che lo nutriva ed accudiva, forse fin troppo. E pare e pare e pare. Solo e soltanto qualche vago accenno di Kremmerz, ed ipotesi e leggende. Fra le quali spicca la sottaciuta malignit dei porticesi, secondo i quali era arcinoto, almeno fino a qualche decennio fa, che lui fosse il vero padre http://digilander.libero.it/iniziazioneantica/index.html

http://digilander.libero.it/iniziazioneantica/index.html di Ciro, il Formisano, alias Kremmerz, venuto "miracolosamente" al mondo, primo ed unico figlio, dopo pi di quindici anni di infruttuosi tentativi da parte del padre anagrafico. E del gran Caetani? Abbiamo gi accennato qualcosa. Dottissimo, anchegli Iniziato, certamente, al punto che nel mezzo del cammin di propria vita ha capito tutto: pianta in asso la famiglia, gli studi, la vita sociale e politica e i ruderi di una nobilt decrepita, liquida tutto e se ne fugge in Canada con la bella sciantosa a divertirsi e menar vita di facoltoso spaccalegna fra boschi e prati in fior. Cos se vi pare. [Su di un punto non sono daccordo, ritengo che il Caetani si trasfer in Canada per curarsi dalla grave malattia che lo affliggeva, infatti gi al tempo la citt di Vancouver vantava ospedali e medici noti in tutto il mondo, la vita di campagna fu per lui una necessit poich propedeutica alle cure che stava seguendo.] Tanti hanno detto e scritto che fosse lo stesso Ottaviano che firma i pi che noti articoli del "Commentarium" di Kremmerz. Forse s, forse no. Il problema solo strumentale e risolverlo fatica di Sisifo. Ne parl apertamente per primo il barone Ricciardelli, meno scemo di quelli che per tale volevano e vorrebbero artatamente farlo passare, fra i quali spiccano i campioni di onest, "discepoli in alto grado", di Kremmerz, riuniti per loccasione in associazione a delinquere, che approfittando della buona fede e della cospicua ricchezza del blasonato ermetista, lo raggirarono, rapinandolo letteralmente di svariati milioni dellepoca. Seguiti da l a poco in cotale esempio dal nipote di Kremmerz. Tutto ben documentato. Per i nomi e la edificante storia, vedasi il volume "Il processo del Mago", resosi raro per lincetta che ne fecero i diretti interessati. Lipotesi Ottaviano/Caetani stata confermata nel tempo da molti, ma prove certe ed assolute, ad oggi non ve ne sono. Ancor meno per lipotesi ventilata sulla base di un insignificante foglietto volante, che vorrebbe identificare il nome di Ottaviano, il quale allude pi che chiaramente, a proposito del "cave canem", ai propri antenati della Roma imperiale, a quello di tal Koch, dal latinissimo cognome e di augusta e romanissima stirpe austriaca, prima descritto come "biondo di Pisa", poi, dopo incontrovertibili smentite pervenuteci dalla viva voce del nipote ancor vivente di tal Koch, divenuto "biondo rossiccio" e via dicendo, in un crescendo rossiniano di struggenti arrampicamenti su specchi frantumati. Ma lasciamo perdere questi pasticci da rotocalco. Ci sono altre cose da vedere.

Anonimo Alessandrino sacredspirit777@ymail.com

http://digilander.libero.it/iniziazioneantica/index.html