Sei sulla pagina 1di 60

CATECHISMO DELLA DOTTRINA CATTOLICA PER LA PREPARAZIONE ALLA PRIMA CONFESSIONE ED ALLA PRIMA SANTA COMUNIONE

__________________________________________________

Contra nequitiam

Sinite parvulos venire ad Me


(Vangelo di San Marco 10, 14)

Per grazia di Dio NOI SIAMO CRISTIANI Crediamo nellunico vero Dio, in tre Persone: Padre, Figlio e Spirito Santo.

Chi Dio? Dio lessere perfettissimo, creatore e signore del cielo e della terra. Che cosa vuol dire perfettissimo? Perfettissimo vuol dire che Dio non ha nessun difetto perch: 1. Dio onnipotente: cio pu fare tutto quello che vuole, anche le cose che noi uomini non siamo capaci di fare; 2. Dio onnisciente: cio sa tutto, anche le cose che luomo non riesce a capire. Inoltre, Dio vede tutto quello che facciamo, vede i nostri cuori e legge anche i nostri pensieri; 3. Dio immenso: vuol dire che Dio abita lass nel cielo, per dappertutto con il suo essere; 4. Dio infinitamente buono: cio Dio vuole fare solo cose buone e quindi non pu fare e non

pu volere il male. Che cosa vuol dire creatore del cielo e della terra? Creatore del cielo e della terra vuol dire che Dio ha creato dal nulla tutte le cose che esistono: cio gli Angeli, la natura e gli uomini. Adesso quindi vediamo in che modo Dio ha creato prima gli Angeli, alcuni dei quali sono poi diventati dei demoni; poi la natura e alla fine di tutto luomo.

La creazione degli angeli


Come prima cosa Dio ha creato gli Angeli. Chi sono gli Angeli? Gli Angeli sono degli esseri fatti di puro spirito. Fatti di puro spirito vuol dire che non hanno un corpo di carne come noi esseri umani. Gli Angeli sono superiori a noi uomini, cio sono pi intelligenti e pi potenti. Per anche gli Angeli sono stati creati liberi, perci possono anche commettere dei peccati. Gli Angeli pi importanti di tutti si chiamano Arcangeli: i loro nomi sono Michele, Gabriele e Raffaele.

Il compito degli Angeli servire Dio, facendo tutto quello che Lui comanda di fare; per questo si dice che gli Angeli formano la Corte celeste. Chi sono gli Angeli Custodi? Gli Angeli Custodi sono Angeli buoni che aiutano gli uomini in due modi: guidando gli uomini a fare il bene e proteggendo i loro corpi dai pericoli. Dio assegna un Angelo Custode ad ogni uomo.

La caduta degli Angeli ribelli


Chi il Diavolo? E chi sono i demoni? Il Diavolo e i demoni erano degli Angeli che disobbedirono a Dio. Il capo degli Angeli ribelli si chiamava Lucifero ed era lAngelo pi bello di tutti; la parola Lucifero vuol dire portatore di luce. Da quel momento Lucifero viene anche chiamato Diavolo o Satana. Dio allora cre lInferno e vi cacci dentro tutti gli Angeli ribelli, che l dentro soffrono lontani da Dio nel fuoco eterno. Il Diavolo e i demoni possono uscire

dallInferno? S, possono uscire dallInferno, ma solo con il

permesso di Dio, per venire qui sulla terra. Che cosa vengono a fare il Diavolo e i demoni sulla terra? Vengono a tentare gli uomini, cio a spingerli a fare il male, commettendo dei peccati. I demoni odiano tutti gli uomini e vogliono che tutti gli uomini vadano a soffrire allInferno.

La caduta degli angeli ribelli


(Giovan Battista Beinaschi Collezione privata)

La creazione del mondo


Come seconda cosa, dopo avere creato gli Angeli, Dio cre la natura, cio tutte le cose del mondo: il sole, la luna, la luce e il buio, la terra con le sue montagne, il mare, i boschi, le foreste, i pesci e tutti gli animali e le piante.

La creazione delluomo
Come terza ed ultima cosa Dio cre luomo, la creatura pi importante di tutte, superiore a tutti gli animali. Luomo stato creato ad immagine e somiglianza di Dio: cio lunica creatura che assomiglia a Dio. Alluomo Dio ha dato il compito di soggiogare la terra e di dominarla ed ha affidato alluomo le piante e gli animali perch gli servano come cibo, come vestito e per tutte le sue necessit. Chi luomo? Luomo lessere fatto di un corpo animale e di unanima spirituale, immortale e razionale. Il corpo la parte delluomo che fatta di carne. Noi dobbiamo avere molta cura del corpo che Dio ci ha

dato, dandogli sempre il cibo e i vestiti e dandogli anche le medicine in caso di malattia. Il corpo viene generato dal pap e dalla mamma. Il corpo, per sua natura, destinato a morire e ad essere sepolto, ma per Grazia di Dio destinato a risorgere come Ges: per questo si dice che il corpo sarebbe mortale per natura, ma diventa immortale per Grazia. Lanima la parte spirituale delluomo, fatta di puro spirito. Lanima viene messa dentro di noi

direttamente da Dio, nel momento in cui siamo stati concepiti nella pancia della nostra mamma. Lanima immortale per sua natura, cio non muore mai. Lanima poi razionale: razionale vuol dire

intelligente. Infatti, la nostra intelligenza ci viene data dalla nostra anima. Lanima la parte pi importante di noi, quella che ci fa vivere, pensare e credere a Dio. Lintelligenza infatti quella propriet dellanima per cui luomo capace di conoscere, di capire e di volere. Noi dobbiamo avere la massima cura della nostra anima, perch solo salvando lanima saremo felici

per sempre nel Paradiso. La morte la separazione dellanima dal corpo. Dopo la morte, il corpo viene seppellito per terra, invece lanima esce dal corpo, viene subito

giudicata da Dio e poi viene mandata o allInferno, o al Purgatorio o al Paradiso. Queste realt della morte, del giudizio, dellInferno, del Purgatorio e del Paradiso si chiamano Novissimi, che una parola latina che vuol dire che queste sono le cose ultime della vita e attendono tutti gli uomini. Perch Dio ha creato luomo? Dio ha creato luomo per amore. Vuol dire che Dio ha creato luomo per amarlo e servirlo in questo mondo per goderlo nel Paradiso per tutta leternit. Amare Dio vuol dire credere che Dio la cosa pi importante di tutte. Servire Dio vuol dire fare la sua volont, cio obbedire ai dieci Comandamenti. Goderlo nel Paradiso vuol dire che nel Paradiso staremo sempre con Dio e saremo felici per sempre. Dio vuole che tutti gli uomini vadano in Paradiso,

ma ci sono degli uomini cattivi che non amano Dio e non obbediscono ai dieci Comandamenti i quali vanno allInferno per colpa loro. Chi sono stati i primi uomini? I primi uomini creati da Dio furono Adamo ed Eva. Dio fece un pupazzo di terra, gli soffi dentro alle narici e lo chiam Adamo: questo soffio di Dio linfusione dellanima, per cui ogni uomo ha dentro di s lo Spirito di Dio. Dopo avere creato Adamo, Dio lo fece addormentare e mentre dormiva gli apr il petto e prese una costola, con la quale cre la prima donna, Eva, dentro la quale soffi come aveva fatto con Adamo e cos Dio don anche a lei unanima immortale. Eva fu fatta dalla costola di Adamo non a caso: infatti, non fu presa dalla testa, perch luomo il capo della moglie, ma non fu presa neppure dai piedi, perch la donna non la serva delluomo, ma la sua sposa e quindi il suo aiuto per tutta la vita. Adamo ed Eva, Dio li aveva messi a vivere nel Paradiso terrestre, un bellissimo giardino dove vivevano felici in amicizia con Dio, senza nessun

male, senza dover lavorare e senza la morte. Lunica cosa che Dio aveva vietato a loro di fare dentro al giardino era mangiare dellalbero della conoscenza del bene e del male. Per il Diavolo, sotto forma di serpente, convinse Eva a mangiare una mela dellalbero vietato da Dio, dicendole una bugia, cio che mangiando la mela sarebbero diventati come Dio. Eva si lasci

imbrogliare dal serpente, quindi mangi la mela e la fece mangiare anche ad Adamo. Dio pun Adamo ed Eva per la loro disobbedienza, cacciandoli fuori dal Paradiso terrestre,

condannandoli a lavorare, a soffrire, a morire e a non poter andare in Paradiso dopo la loro morte. Da allora fino alla Risurrezione di Ges tutti gli uomini morti andavano allInferno: quelli buoni andavano nel Limbo dei Padri, che era una parte dellInferno dove non soffrivano nessuna pena; quelli cattivi andavano invece nellInferno dei

dannati, cio nel fuoco eterno. Il peccato di Adamo ed Eva fu di avere disobbedito a Dio per superbia, perch volevano diventare come

Dio. Da allora, tutti i bambini nascono con la loro anima gi macchiata dal peccato originale, che viene tolto con il Battesimo. Il peccato originale non una colpa personale, ma il fatto che gli uomini nascono con una natura umana cattiva, per colpa della quale non possono andare in Paradiso. Ges, che il Figlio di Dio, venuto nel mondo per sconfiggere il diavolo, che comanda nel mondo proprio a causa del peccato originale. *******************

Il primo peccato
Quindi il primo peccato sia degli Angeli ribelli che dei primi uomini fu quello di disobbedire a Dio per superbia. Infatti, sia gli Angeli ribelli che Adamo ed Eva volevano diventare come Dio. *******************

La creazione di Adamo
(Michelangelo Cappella Sistina)

La creazione di Eva
(Michelangelo Cappella Sistina)

Che cosa vuol dire Signore del Cielo e della terra? Signore del cielo e della terra vuol dire due cose: 1. Dio padrone di tutte le cose: tutte le cose che ci sono come le montagne, il mare e anche gli uomini appartengono a Dio, cio sono sue. Dio il padrone di tutte le cose perch lui che le ha create dal nulla. Anche la nostra vita appartiene a Dio, per cui noi non possiamo farne quello che vogliamo, ma abbiamo il dovere di rispettare i dieci Comandamenti. 2. Dio il Re dellUniverso: Dio legislatore, governatore e giudice. Cosa vuol dire che Dio legislatore? Vuol dire che Dio fa le leggi morali e quindi stabilisce cosa giusto e cosa sbagliato: queste leggi sono i dieci Comandamenti. Cosa vuol dire che Dio governatore? Vuol dire che Dio governa e dirige tutto il mondo con la sua Provvidenza, che consiste nella sapienza e nellamore con cui Dio fa s che le singole persone e le societ raggiungano il loro fine ultimo.

Dio per lascia liberi gli uomini di rifiutare il suo progetto e di andare incontro alla perdizione eterna. Cosa vuol dire che Dio giudice? Vuol dire che Dio giudicher tutti gli uomini secondo il bene e il male che hanno fatto vivendo sulla terra e mander ciascuno in Paradiso,

allInferno o in Purgatorio. Ogni uomo sar giudicato da Dio due volte. Il primo il giudizio particolare per cui ogni anima, subito dopo la morte, sar giudicata da Dio e mandata in Paradiso, in Purgatorio o allInferno. Il secondo il giudizio universale: alla fine del mondo Ges torner sulla terra e ci sar la risurrezione di tutti i morti. Allora tutte le anime torneranno insieme ai loro corpi, che usciranno dalle tombe. A quel punto Dio ripeter il giudizio su ciascuna persona e questo secondo giudizio sar uguale al primo. Perch allora ci sar questo secondo giudizio? Perch nel giudizio particolare vengono giudicate solo le anime, mentre nel giudizio universale vengono giudicati anche i corpi, che andranno

assieme alle anime a godere in Paradiso o a soffrire allInferno. Che cos lInferno? LInferno il luogo di eterna sofferenza dove si trovano i demoni e le anime delle persone cattive che Dio ha condannato per il male che hanno fatto. Le sofferenze dei dannati allInferno sono due: la pena del danno, che il fatto di stare lontani da Dio per sempre e la pena del senso che il fuoco eterno nel quale bruciano per sempre i demoni e i dannati. Che cos il Purgatorio? Il Purgatorio il luogo di sofferenza temporanea dove vanno le anime che hanno qualche peccato non grave oppure che si sono confessate di peccati gravi ed hanno ancora qualche debito di pena. Che cos il Paradiso? Il Paradiso il luogo delleterna felicit, dove le anime dei buoni stanno per sempre con Dio senza nessun male e sono felici per sempre.

I MISTERI PRINCIPALI DELLA FEDE


I misteri principali della fede cattolica sono due: 1) La Santissima Trinit: Dio uno e trino, cio Dio uno solo, ma in tre persone uguali e distinte: il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo.; 2) La Redenzione degli uomini: Ges ha salvato gli uomini con la sua Incarnazione, Nascita,

Passione, Morte, Risurrezione e Ascensione. Tutti questi fatti della vita di Ges formano un unico mistero, che si chiama appunto

Redenzione, che significa salvezza. ********************** LA SANTISSIMA TRINIT Che cos la Santissima Trinit? La Santissima Trinit Dio. Cosa vuol dire Trinit? Vuol dire che Dio uno solo, perch una sola la sostanza divina, ma in tre sante Persone, che restano fra di loro distinte: il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Pertanto il Padre Dio, ma anche il Figlio Dio ed anche lo Spirito Santo Dio.

Le tre Persone divine sono uguali nel senso che hanno tutte la natura divina, ma distinte nel senso che ciascuna ha una propria individualit. Noi riusciamo a capire la Santissima Trinit? No, nessun uomo neppure il Papa pu capire la Santissima Trinit, perch un mistero della Fede. Anzi, neppure i grandi santi come santAgostino riuscirono mai a capire la Trinit. Un giorno santAgostino, mentre pensava e si sforzava di capire il mistero della Trinit, incontr sulla spiaggia del mare un bambino che con una conchiglia riempiva di acqua del mare una buchetta che aveva fatto nella sabbia. SantAgostino gli chiese cosa stesse facendo e quel bambino rispose Voglio mettere tutta lacqua del mare in questa buchetta. SantAgostino rispose Ma non possibile che in una buca cos piccola ci stia tutta lacqua del mare; il bambino rispose E cos la tua mente troppo piccola per capire il mistero della Santissima Trinit. Che cos un mistero? una Verit talmente alta che la mente umana non

riesce a capirla, ma che non contro la nostra intelligenza.

La Santissima Trinit
(immagine devozionale anonima)

LA REDENZIONE DEGLI UOMINI La redenzione degli uomini il secondo mistero fondamentale della Fede cattolica. Che cos la Redenzione degli uomini? la necessit che agli uomini fosse cancellato il peccato originale e fosse ridata loro la possibilit di entrare in Paradiso, visto che dopo il peccato originale il Paradiso era stato chiuso per tutti gli uomini, anche per i buoni. Dopo il peccato originale e la cacciata di Adamo ed Eva dal Paradiso terrestre, il Paradiso fu chiuso e nessuno poteva pi entrarci, neanche le persone buone e neanche il santi. I buoni andavano nel Limbo dei Padri, che la prima parte dellInferno, dove non soffrivano

nessun dolore, ma vivevano lontani da Dio. Anche san Giuseppe and al Limbo e cos pure i Profeti e i Patriarchi. Ges venuto nel mondo per aprire di nuovo ai buoni le porte del Paradiso e le ha aperte con le opere che ha compiuto, che si chiamano redenzione o salvezza delluomo.

Queste opere sono lIncarnazione, la Nascita, la Passione, la Morte, la Resurrezione e lAscensione. Che cos lIncarnazione? il momento in cui Ges fu concepito per opera dello Spirito Santo nel grembo della Santa Vergine Maria. Incarnazione vuol dire che Dio si fatto carne, cio ha assunto un corpo come il nostro. San Giuseppe non era il vero pap di Ges, ma era il padre putativo, cio il custode di Ges qui sulla terra, perch il vero padre di Ges era Dio. La Chiesa festeggia lIncarnazione il 25 marzo, giorno in cui si ricorda il concepimento di Ges, nove mesi prima del 25 dicembre, giorno di Natale. Il 25 marzo la Festa dellAnnunciazione, in cui si ricorda il momento in cui lArcangelo Gabriele and dalla Madonnina per annunciarle che sarebbe diventata la Madre del Figlio di Dio: in quel momento, per opera dello Spirito Santo avvenne il concepimento di Ges. Quindi Ges era sia uomo che Dio? S. Con lIncarnazione Ges si fatto uomo, quindi in lui cerano due nature: era vero Dio ed era anche

vero uomo, perch aveva assunto un corpo ed unanima come tutti gli uomini. Nascita Ges nato dalla Madonna il 25 dicembre in una stalla a Betlemme ed appena nato stato posto in una mangiatoia per animali. Le cose andarono cos perch san Giuseppe e la Madonna avevano cercato un posto in albergo, ma tutti gli alberghi erano pieni e non cera posto per loro. Si dice di solito che Ges nato povero non per dire che fosse un miserabile che viveva di elemosina, ma nel senso che non nato in una famiglia ricca, ma in una famiglia normale: suo padre san Giuseppe era un onesto falegname che viveva del proprio lavoro ed aveva il necessario per vivere

dignitosamente, ma senza ricchezza. Il racconto della nascita di Ges contenuto in alcune bellissime pagine dei Vangeli.

La nascita di Ges
(immagine devozionale tradizionale)

La Passione di Ges Con la parola Passione si intendono le grandi sofferenze patite durante da Ges tra la sera del Gioved Santo e le ore tre del pomeriggio del Venerd Santo. La sera del Gioved Santo Ges inizi la sua lunga agonia e nella notte inizi ad essere torturato, flagellato ed incoronato di spine. Poi Ges fu caricato sulle spalle della parte superiore della sua croce e dovette camminare fino

al Monte Calvario, dove ci fu la crocifissione. La Morte di Ges Ges fu inchiodato con le mani e i piedi sulla croce, per farlo morire con grande dolore. Ges ha sofferto tantissimo per espiare tutti i peccati commessi nella storia del mondo: sia i peccati commessi prima della sua nascita, sia quelli che sarebbero stati commessi dopo. Ges mor alle tre del pomeriggio del Venerd Santo. Poco dopo la sua morte, un soldato romano gli piant una lancia nel petto e dal petto di Ges uscirono sangue ed acqua. Ges ha patito ed morto come uomo, perch come Dio non poteva n patire n morire. Dopo la sua morte Ges fu deposto dalla Croce e sepolto in una tomba nuova e molto ricca. Il corpo di Ges rimase nella tomba per circa quaranta ore, dalla sera del Venerd Santo fino allalba della Domenica mattina.

La flagellazione di Cristo
(Caravaggio, 1607-1609)

Incoronazione di spine di Cristo


(Antoon Van Dick)

La crocifissione
(Giovan Francesco Barbieri detto Il Guercino)

La deposizione dalla croce


(Antonio Allegri detto Correggio)

La discesa al Limbo Durante le quaranta ore in cui il corpo di Ges rimase nel sepolcro, con la sua anima e la sua divinit Ges discese nel Limbo dei Padri ed and a prendere fuori tutte le anime dei buoni, che aspettavano di andare in Paradiso e le port proprio in Paradiso. Secondo la tradizione Ges port in Paradiso anche Adamo ed Eva, che si erano pentiti.

La Resurrezione La mattina di Pasqua Ges usc dalla tomba dove lo avevano seppellito con la sua anima, il suo corpo e la sua divinit. Cos facendo ha vinto per sempre la morte e il Diavolo: questa la Resurrezione di Ges. Anche noi, dopo il ritorno di Ges sulla terra risorgeremo con i nostri corpi, che si riuniranno alle nostre anime: per questo dobbiamo comportarci sempre bene, perch si pu risorgere per andare in Paradiso ad essere felici per sempre, ma si pu anche risorgere per andare a soffrire per sempre allInferno.

La risurrezione di Cristo
(Annibale Carracci)

LAscensione Dopo la sua Resurrezione, Ges rimase sulla terra con il suo corpo per quaranta giorni, durante i quali si fece vedere tante volte ai suoi dodici apostoli e a pi di cinquecento discepoli. Dopo quaranta giorni, Ges, davanti ai suoi apostoli sal in cielo con il suo corpo e ha promesso agli apostoli di restare con loro spiritualmente fino alla fine del mondo, cio fino al termine della storia umana. Ges salito al cielo anche con il suo corpo di uomo, per testimoniare che da quel momento Dio ha unito a s per sempre la natura umana, che cos entrata a far parte del mistero di Dio.

LAscensione di Cristo al Cielo (Anonimo)

La pentecoste Ges promise agli Apostoli che avrebbe mandato loro lo Spirito Santo, per aiutarli ad essere buoni cristiani e testimoni di Ges nel mondo intero, senza avere paura di nessuno. Dopo la Resurrezione di Ges, i giudei cercavano i primi cristiani perch volevano ucciderli. Quindi, gli Apostoli e la Madonna si rinchiusero nella sala dove Ges aveva fatto lUltima Cena (il cosiddetto Cenacolo) per paura di essere presi e uccisi. Quaranta giorni dopo la Resurrezione di Ges, su Maria e gli Apostoli riuniti nel Cenacolo discese quindi lo Spirito Santo, proprio come aveva

promesso Ges, sotto forma di tante fiammelle di fuoco che senza bruciarli si posarono sulla testa di ciascuno di essi. Questo episodio si chiama Pentecoste e viene rinnovato anche oggi nel

sacramento della Cresima. Lo Spirito Santo tolse ogni paura agli Apostoli e Maria, i quali uscirono dal Cenacolo per annunciare a tutti che Ges Cristo il Figlio di Dio e lunico salvatore del Mondo, morto e risorto per salvarci.

La Pentecoste
(Barletta, Chiesa dei Greci)

I DIECI COMANDAMENTI Dopo la disobbedienza di Adamo ed Eva e la loro cacciata dal Pardiso terrestre, Dio scelse come suo popolo il popolo ebreo, perch fosse lunico ad adorare il vero Dio e ad accogliere il Figlio di Dio, quando sarebbe venuto per salvare il mondo. In seguito a complessi fatti storici, gli ebrei finirono per diventare tutti quanti schiavi degli egiziani, fino al giorno in cui un ebreo mandato da Dio, di nome Mos riusc a liberare il popolo ebreo dalla schiavit dEgitto, per guidarlo verso una terra che Dio aveva loro promesso: la Terra promessa. Mentre Mos stava guidando gli ebrei verso la terra promessa, Dio gli ha dettato i dieci Comandamenti sul Monte Sinai. Questi Comandamenti, per, sono gi scritti da Dio nel cuore di ogni uomo, da prima che luomo li conosca tramite il catechismo. Per questo vengono chiamati parte anche della legge natura

naturale,

perch

fanno

delluomo e ogni persona capace di capirli da solo. Ogni comandamento prescrive due cose: delle cose

da non fare mai e delle cose che invece bisogna fare sempre. I dieci Comandamenti sono questi: Io sono il Signore Dio tuo: 1) Non avrai altro Dio allinfuori di me 2) Non nominare il nome di Dio invano 3) Ricordati di santificare le Feste 4) Onora tuo padre e tua madre 5) Non uccidere 6) Non commettere atti impuri 7) Non rubare 8) Non dire falsa testimonianza 9) Non desiderare la roba daltri 10) Non desiderare la donna daltri I primi tre comandamenti sono i pi importanti, perch stabiliscono le leggi che luomo deve

rispettare nei confronti di Dio. Gli altri sette, invece, stabiliscono le leggi le leggi che luomo deve rispettare nei confronti delle altre persone. 1) NON AVRAI ALTRO DIO ALLINFUORI DI ME Che cosa vieta di fare questo comandamento? Ci vieta tanti peccati gravi: lempiet, la

superstizione, lirreligiosit, leresia, il sacrilegio e lignoranza volontaria delle Verit di fede. Che cosa comanda di fare questo

comandamento? Ci comanda credere solo al nostro Dio, che in tre Persone: Padre, Figlio e Spirito Santo. E poi ci comanda di essere religiosi, cio di credere in Dio e di amarlo, adorarlo e servirlo, sia in pubblico che in privato. 2) NON NOMINARE IL NOME DI DIO INVANO Che cosa vieta di fare questo comandamento? Ci vieta di bestemmiare, di giurare il falso oppure su cose non importanti e di rispettare il voti che abbiamo fatti al Signore per ottenere una grazia. Che cosa comanda di fare questo

comandamento? Ci comanda di dire il nome di Dio solo quando necessario e solo con grande rispetto. 3) RICORDATI DI SANTIFICARE LE FESTE Che cosa vieta di fare questo comandamento? Ci vieta di fare nei giorni di festa le cosiddette opere servili, cio tutti i lavori manuali degli

operai e degli artigiani, che non siano strettamente necessari; ci vieta di fare qualunque lavoro solo per guadagnare dei soldi; ci vieta di fare quei lavori non servili, come lo studio, che ci impediscano di santificare la Festa andando a Messa. Che cosa comanda di fare questo

comandamento? Ci comanda di andare a Messa in tutte le domeniche e in tutte le Feste di precetto comandate dalla Chiesa, come il Natale, la Pasqua, il 1 gennaio, eccetera. 4) ONORA TUO PADRE E TUA MADRE Che cosa vieta di fare questo comandamento? Ci vieta di mancare di rispetto e di disubbidire ai genitori e ai superiori. Bisogna, per, dire che lubbidienza deve essere data solo agli ordini che non siano un peccato, perch nessuno pu obbligare unaltra persona a commettere un peccato. Infatti quella di noi cristiani si chiama obbedienza in tutto ci che non un peccato. Che cosa comanda di fare questo

comandamento? Ci comanda di amare, rispettare ed ubbidire ai genitori, ai nonni e a tutte le persone che hanno autorit su di noi, come i vescovi e le autorit civili legittime, come la polizia. 5) NON UCCIDERE Che cosa vieta di fare questo comandamento? Ci vieta di uccidere, picchiare ed offendere le persone innocenti e ci vieta anche il suicidio, cio luccidere s stessi. per legittimo difendersi anche con la forza, quando unaltra persona di aggredisce. Anche lo Stato pu condannare a morte una persona che ha commesso dei reati gravissimi. Inoltre, anche i soldati in guerra possono uccidere i nemici legittimamente, quando vengono obbligati a fare i soldati senza poter restare a casa loro. Gli animali si possono uccidere per mangiarli, perch non hanno unanima immortale come noi uomini. Che cosa comanda di fare questo

comandamento?

Ci comanda di volere bene a tutti, per amore di Dio anche se non con i nostri sentimenti e ci comanda di riparare il male che abbiamo fatto agli altri nel corpo o nello spirito. 6) NON COMMETTERE ATTI IMPURI Che cosa vieta di fare questo comandamento? Ci vieta ogni impurit, in particolare: ladulterio e le azioni, le parole, gli sguardi, i libri, i giornali, le immagini, le conversazioni e gli spettacoli immorali. Un esempio di cose vietate dato dalla visione, in televisione, di spettacoli dove si vedono delle ballerine molto svestite o dove vengono raccontate delle storie non serie. Che cosa comanda di fare questo

comandamento? Ci comanda di essere santi nelluso del nostro corpo rispettando il corpo nostro e quello degli altri, sapendo che il corpo degli uomini come una casa dove abita Dio, con la sua presenza e con la sua grazia. 7) NON RUBARE Che cosa vieta di fare questo comandamento?

Ci vieta di portare via le cose degli altri e di danneggiare le cose degli altri. Che cosa comanda di fare questo

comandamento? Ci comanda di restituire le cose agli altri, di riparare i danni fatti agli altri volontariamente, di pagare i debiti e di dare il giusto stipendio ai propri dipendenti. 8) NON DIRE FALSA TESTIMONIANZA Che cosa vieta di fare questo comandamento? Ci vieta di dire le bugie e di parlare male degli altri. Che cosa comanda di fare questo

comandamento? Ci ordina due cose: di dire sempre la verit a chi ha il diritto di saperla e di interpretare in bene, quando possibile, le azioni degli altri. 9) NON DESIDERARE LA DONNA DALTRI Che cosa vieta di fare questo comandamento? Ci vieta di volere stare con una persona che sposata con un altro. Che cosa comanda di fare questo

comandamento?

Ci comanda di mantenere la purezza del pensiero e dellanima. 10) NON DESIDERARE LA ROBA DEGLI ALTRI Che cosa vieta di fare questo comandamento? Ci proibisce lavidit sfrenata delle ricchezze ed il desiderio di accaparrarsi le cose degli altri. Che cosa comanda di fare questo

comandamento? Ci comanda di essere sempre giusti verso altri, moderati nel desiderio di migliorare la propria condizione e capaci di sopportare con pazienza le ristrettezze e le miserie della vita.

Mos con le tavole dei 10 Comandamenti (immagine devozionale)

LA SANTA MESSA
La Santa Messa la rinnovazione incruenta del Sacrificio di Ges sulla croce. Incruenta vuol dire che Ges non torna a morire unaltra volta e quindi non c lo spargimento del suo sangue, ma c la trasformazione del vino nel sangue e del pane nel corpo di Ges. Rinnovazione vuol dire che il Sacrificio di Ges non viene fatto unaltra volta, perch uno solo e non pu essere ripetuto. Per il suo unico Sacrificio viene rinnovato ogni volta che viene celebrata la Santa Messa, cio viene di nuovo offerto quello stesso sacrificio che Ges fece sulla croce.

I SACRAMENTI
I sette sacramenti sono questi: 1) Battesimo 2) Cresima 3) Comunione (o Eucarestia) 4) Confessione 5) Estrema Unzione 6) Ordine 7) Matrimonio IL BATTESIMO Che cos il Battesimo? Il Battesimo il Sacramento che produce nella nostra anima questi effetti: cancella il peccato originale; ci fa diventare cristiani e ce ne imprime nellanima il carattere, cio un segno che non si cancella mai pi, ci fa diventare figli adottivi di Dio e fratelli di Ges Cristo; ci fa diventare parte della Chiesa, ci dona la prima Grazia, cio lamicizia con Dio;

ci conferisce in dono le tre virt soprannaturali, cio la fede, la speranza e la carit;

ci conferisce in germe i sette doni dello Spirito Santo, che sono: sapienza, intelletto, consiglio, fortezza, scienza, piet e timore di Dio.

Con quali parole viene dato il Battesimo? Il Battesimo si conferisce con queste parole: Io ti battezzo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Che cosa si usa per dare il Battesimo? Si usa lacqua, che viene versata sulla testa della persona da battezzare, dicendo le parole che abbiamo visto sopra. Chi pu dare il Battesimo? Il ministro vero e proprio del battesimo il prete, per in caso di necessit pu dare il Battesimo chiunque, anche un non cristiano, purch abbia lintenzione di fare quello che fa la Chiesa quando d il Battesimo. LA CRESIMA Che cos la Cresima? il Sacramento che infonde pi abbondanetemente

lo Spirito Santo nelle nostre anime, ci conferma nella nostra fede e ci fa diventare perfetti cristiani e soldati di Ges, e ce ne imprime il carattere. Nella Cresima si rinnova la Pentecoste che fu data agli Apostoli e alla Santa Vergine Maria nel Cenacolo, dopo la Resurrezione di Ges. LEUCARESTIA Che cos lEucarestia? il Sacramento in cui veramente presente Ges in Corpo, Sangue, Anima e Divinit, sotto le specie del pane e del vino. I nostri occhi vedono il pane e il vino, ma noi sappiamo che in realt quel pane e quel vino sono il Corpo e il Sangue di Ges. Il pane e il vino diventano il Corpo e il Sangue di Ges durante la Messa, nel momento della

consacrazione, cio quando il prete ripete le parole dette da Ges durante lUltima Cena. Prendendo in mano lOstia, cio il pane, il prete infatti dice Questo il mio Corpo; e prendendo in mano il calice con il vino il prete dice Questo il mio Sangue.

In quel momento succede quello che la Chiesa chiama transustanziazione: cio tutta la sostanza del pane diventa il Corpo di Ges e tutta la sostanza del vino diventa il Sangue di Ges. NellEucarestia c lo stesso Ges che in cielo e che nacque in terra dalla Madonnina. Infatti Ges veramente presente in tutte le ostie consacrate di tutto il mondo. Quando Ges ha istituito lEucarestia? Lha istituita il Gioved Santo, durante lUltima Cena, quando per la prima volta consacr il Pane e il Vino, facendoli diventare il suo Corpo e il suo Sangue e comand agli Apostoli di fare la stessa cosa fino alla fine del mondo. Perch Ges ha istituito lEucarestia? Per dare nutrimento alle anime con il suo Corpo e il suo Sangue. LEucarestia il cibo dellanima, che ci sostiene nella difficile strada per andare il Paradiso. Noi tutti i giorni mangiamo il cibo che serve per nutrire il corpo, per crescere, per avere la forza per fare le cose che dobbiamo fare, come ad esempio studiare, vestirci, lavarci, eccetera.

Allo stesso modo, noi mangiamo il Corpo di Ges per nutrire la nostra anima, che deve crescere nella fede, per diventare sempre pi buona e fedele ai comandamenti di Dio; in questo modo noi ci prepariamo ad andare in Paradiso. Che cosa vuol dire fare la Comunione? Significa ricevere lOstia consacrata, di solito

durante la Messa. Per fare una buona Comunione sono necessarie tre condizioni: 1. Essere in grazia di Dio: vuol dire non avere commesso nessun peccato mortale. 2. Sapere e pensare chi si va a ricevere: vuol dire sapere che Ges Dio e pensare che Ges viene nel nostro cuore e si incontra realmente con la nostra anima. 3. Rispettare il digiuno eucaristico: cio essere a digiuno da almeno unora prima del momento in cui si fa la Comunione. Le uniche cose che si possono prendere prima di fare la comunione sono lacqua e le medicine.

Lultima cena
(Leonardo da Vinci)

CONFESSIONE Che cos la Confessione? il Sacramento con cui il sacerdote, nel nome di Ges Cristo, perdona tutti i peccati che abbiamo commesso a partire dal giorno del nostro

Battesimo, e ci toglie almeno una parte della pena del Purgatorio che meritiamo a causa dei nostri peccati. Che cos il peccato? Il peccato una offesa fatta a Dio, disobbedendo alla sua legge, che sono i dieci Comandamenti. In quanti modi si pu commettere peccato?

Il peccato si pu commettere in quattro modi: in pensieri, parole, opere e omissioni. I pensieri sono un peccato quando pensiamo male delle altre persone, di Dio o della Chiesa; oppure quando pensiamo seriamente di commettere un peccato. Le parole sono un peccato quando offendiamo o parliamo male di Dio o del prossimo, oppure raccontiamo bugie. Le opere sono le azioni del nostro corpo con le quali commettiamo un peccato. Ad esempio: rubo, quindi compio lazione del rubare, per cui uso le mie mani per commettere il peccato di furto. Le omissioni consistono nel non fare quello che nostro dovere fare. Ad esempio: se un pap non nutre i suoi figli, commette un peccato mortale. Infatti, abbiamo visto che i Comandamenti sono fatti non solo di divieti, ma anche di obblighi. I peccati sono tutti gravi allo stesso modo? No. I Peccati possono essere gravi (o mortali), oppure leggeri (o veniali). I peccati mortali sono quelli commessi:

1) con piena avvertenza: cio lho fatto anche sapevo bene che era un peccato grave; 2) con deliberato consenso: cio lho fatto perch volevo farlo, senza che nessuno mi avesse costretto a fare qualcosa che non voglio; 3) su una materia grave: bisogna vedere, cio, se la cosa fatta piccola oppure grossa. Ad esempio: rubare una monetina peccato veniale, cio leggero; rubare tanti soldi peccato mortale. I peccati leggeri o veniali sono quelli dove manca almeno una delle tre caratteristiche viste sopra. Ad esempio: nel furto di una monetina manca la materia grave, perch la cosa rubata piccola. Ancora: se rubo perch sono povero e non ho da mangiare, allora manca il deliberato consenso, perch non lho fatto perch lo volevo fare, ma solo per non morire di fame: per questo il peccato veniale. Che cosa bisogna fare per fare una buona confessione? Per fare una buona confessione sono necessarie sei cose: lesame di coscienza; il dolore dei peccati; il

proposito di non peccare pi; la confessione al sacerdote; lassoluzione e la penitenza. Che cos lesame di coscienza? il richiamare alla memoria tutti i peccati

commessi dalla propria ultima confessione, oppure dal giorno del Battesimo, nel caso dei bambini che si confessano per la prima volta. Per fare bene lesame di coscienza pu essere utile rispondere a queste domande: 1 Non avrai altro Dio allinfuori di me Ho cercato di imparare bene il catechismo? Ho sempre considerato Dio e i suoi insegnamenti come la cosa pi importante di tutte? 2 Non nominare il nome di Dio invano Ho nominato il nome di Dio, della Madonna, dei Santi o degli Angeli senza rispetto o senza un giusto motivo? 3 Ricordati di santificare le feste Sono sempre andato a Messa la domenica e le feste comandate dalla Chiesa? Ho sempre ascoltato la Messa con attenzione, senza distrarmi e senza pensare ad altre cose?

4 Onora tuo padre e tua madre Ho mancato di rispetto ai genitori? Ho disobbedito? Ho causato loro dei dispiaceri? 5 Non uccidere Ho picchiato qualcuno, della mia famiglia o fuori dalla famiglia? Ho offeso qualcuno dicendo delle parolacce o brutte cose? 7 Non rubare Ho rubato le cose di qualcun altro? Ho usato le cose di qualcun altro anche se lui non voleva? Ho rovinato le cose di qualcun altro per fargli dispetto o per invidia? 8 Non dire falsa testimonianza Ho detto delle bugie? Ho fatto finta di non sapere delle cose che invece sapevo? 9 Non desiderare la roba daltri Sono stato invidioso delle cose che hanno gli altri? Che cos il dolore?

il dispiacere di avere disobbedito alla legge di Dio. Questo dispiacere pu essere di due specie: si chiama contrizione quando siamo addolorati per avere dispiaciuto a Dio, che buono e ci ama; si chiama attrizione quando non sono addolorato per avere dispiaciuto a Dio, ma ho solo paura del castigo dellInferno. La forma migliore di dolore la contrizione, perch un atto di amore verso Dio e non di semplice paura della punizione divina. Che cos il proponimento? la volont di non commettere mai pi nessun peccato. un atto della volont, non dellintelletto: vuol dire che io so che, a causa della mia debolezza torner a commetere dei peccati, ma quello che conta che io abbia la volont di non commetterne mai pi, per non offendere Dio meritando i suoi castighi. Che cos laccusa? lobbligo di dire al sacerdote tutti i peccati commessi, il numero di volte che li si fatti e le eventuali circostanze che rendono ancor pi grave il peccato.

Che cos lassoluzione? il perdono dei peccati fatto dal sacerdote nel nome di Ges Cristo, con le parole Io ti assolvo dai tuoi peccati, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Che cos la penitenza? Prima di dare lassoluzione, il sacerdote assegna al fedele unopera buona da fare obbligatoriamente, che pu essere una serie di preghiere, un digiuno o una elemosina. Quasi sempre vengono assegnate delle preghiere da recitare. Abbiamo visto che per tutti i peccati commessi, anche se li abbiamo confessati, ci resta da scontare un po di pena nel Purgatorio. Con la penitenza che il sacerdote ci assegna noi scontiamo gi qui sulla terra un po della pena che dovremo scontare in Purgatorio, importante. LESTREMA UNZIONE Che cos lEstrema Unzione? il Sacramento che viene dato alle persone in pericolo di morte, con cui viene chiesta la per questo la penitenza molto

guarigione della persona, se questa utile per la salvezza della sua anima e viene data la Grazia divina per affrontare la morte ben preparati, se questa deve venire comunque, secondo la volont di Dio. ORDINE Che cos lOrdine? il Sacramento con cui si diventa diaconi, preti e vescovi. Solo il Vescovo pu dare il scaramento dellOrdine; solo i maschi possono riceverlo. MATRIMONIO Che cos il Matrimonio? il Sacramento con cui gli sposi promettono solennemente davanti a Dio di restare uniti per tutta la vita, aiutandosi e reciprocamente ed nelle

difficolt

morali

materiali

allevando

cristianamente i figli nati dalla loro unione.

LE PREGHIERE
Padre Nostro Padre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il Tuo nome, venga il Tuo regno, sia fatta la Tua volont come in cielo cos in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano e rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori; e non c'indurre in tentazione, ma liberaci dal male. AMEN Ave, o Maria Ave, o Maria, piena di grazia, il Signore con Te, Tu sei benedetta tra le donne e benedetto il frutto del Tuo seno, Ges. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell'ora della nostra morte. AMEN Gloria Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, e ora e sempre e nei secoli dei secoli. AMEN. Salve, o Regina

Salve, o Regina, madre di misericordia; vita, dolcezza e speranza nostra, salve. A Te ricorriamo, esuli figli di Eva. A Te sospiriamo, gementi e piangenti in questa valle di lacrime. Ors dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi quegli occhi tuoi misericordiosi. E mostraci, dopo questo esilio, Ges, il frutto benedetto del Tuo seno. O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria. Leterno riposo L'eterno riposo dona loro, o Signore, e splenda ad essi la luce perpetua. Riposino in pace. AMEN. Angelo di Dio Angelo di Dio, che sei il mio custode, illumina, custodisci, reggi e governa me, che Ti fui affidato dalla piet celeste. Amen Preghiera del mattino Ti adoro, mio Dio, e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa notte. Ti offro le azioni della giornata, fa che siano tutte secondo la tua santa volont e per la maggior tua gloria, preservami dal peccato e da ogni male. La tua grazia sia sempre con me e con tutti i miei cari. Amen

Preghiera della sera Ti adoro, mio Dio, e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questo giorno. Perdonami il male, oggi commesso e, se qualche bene compiuto, accettalo. Custodiscimi nel riposo e liberami dai pericoli. La tua grazia sia sempre con me e con tutti i miei cari. Amen Atto di dolore Mio Dio, mi pento e mi dolgo con tutto il cuore dei miei peccati, perch peccando ho meritato i tuoi castighi, molto pi perch ho offeso te, infinitamente buono e degno di essere amato sopra ogni cosa. Propongo col tuo santo aiuto di non offenderti mai pi e fuggire le occasioni prossime di peccato. Signore, misericordia, perdonami. Confesso Confesso a Dio onnipotente e a voi, fratelli, che ho molto peccato in pensieri, parole, opere e omissioni, per mia e colpa, mia colpa, mia grandissima colpa. E supplico la bea sempre vergine Maria, gli Angeli, i Santi e voi, fratelli, pregare per me il Signore Dio nostro. Ges, Giuseppe e Maria Ges, Giuseppe e Maria, vi dono il cuore e l'anima mia.

Ges, Giuseppe e Maria, assistetemi nell'ultima mia agonia. Ges, Giuseppe e Maria, spiri in pace con voi l'anima mia. Credo Credo in un solo Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili ed invisibili. Credo in un solo Signore, Ges Cristo, unigenito Figlio di Dio, nato dal Padre prima di tutti i secoli: Dio da Dio, luce da luce, Dio vero da Dio vero, generato, non creato, della stessa sostanza del Padre; per mezzo di Lui tutte le cose sono state create. Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo, e per opera dello Spirito Santo si incarnato nel seno della Vergine Maria e si fatto uomo. Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, mor e fu sepolto. Il terzo giorno risuscitato, secondo le Scritture, salito al cielo, siede alla destra del Padre. E di nuovo verr, nella gloria, per giudicare i vivi e i morti, e il suo regno non avr fine. Credo nello Spirito Santo, che Signore e d la vita, e procede dal Padre e dal Figlio. Con il Padre e il Figlio adorato e glorificato, e ha parlato per mezzo dei profeti. Credo la Chiesa, una, santa, cristiana, e apostolica. Professo un solo battesimo per il perdono dei peccati. Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verr. Amen

Interessi correlati