Sei sulla pagina 1di 2

Funerale Siamo qui riuniti nella fede e nella preghiera per affidare a Dio la persona del ..................

Siamo vicini nel cordoglio e nella preghiera ai suoi familiari, e a tutti coloro che lo, ricordano con affetto e riconoscenza. I1 mistero della morte per un cristiano anzitutto il mistero della morte in Cristo e la sua certezza della vita in Cristo. "quanti siamo stati battezzati in Cristo, siamo stati battezzati nella sua morte, siamo stati sepolti per mezzo del battesimo insieme a Lui, perch come Cristo fu risuscitato dai morti per mezzo della gloria del Padre, cos anche noi possiamo camminare in una vita nuova". E' questo mistero di morte in Cristo e di vita nuova in Lui che ha caratterizzato la vita del credente .............(nome) e che ora ci conforta nel piangerne la scomparsa. Le anime dei giusti - dice il libro della Sapienza - sono nelle mani di Dio... essi sono nella pace. Mentre invochiamo per lui questa pace che viene dal dono di Dio non possiamo non ricordare che ............. ha vissuto di questo dono della pace interiore.

"Quanti confidano nel Signore comprenderanno la verit, coloro che gli sono fedeli vivranno presso di Lui nell'amore": cos ci ha detto il libro della Sapienza. '`Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perch saranno saziati. Beati i puri di cuore, perch vedranno Dio". Queste parole della pagina evangelica tra le pi belle di tutta la Scrittura ci sono oggi di conforto perch ci pare di riconoscere nella vita e nel servizio di ............ le caratteristiche, frutto della grazia, di un'umile e instancabile ricerca della giustizia e della verit e un disinteresse nel servizio della Chiesa e degli uomini e in particolare della sua Universit che devono servire di esempio a tutti noi.

Per questo preghiamo per lui non solo con fiducia nella misericordia di Dio che lo ha voluto segnare con il sigillo della fede e della grazia, ma anche con la riconoscenza per il suo servizio disinteressato fedele che egli lascia come esempio e come monito a tutti coloro che vorranno ugualmente servire con fedelt quegli ideali a cui il nostro fratello ......... ha dedicato tutta la sua esistenza. Uno dei pi grandi teologi moderni ha raccontato: Io ho capito qualcosa di pi di Dio e delluomo il giorno in cui in un ospedale ho visto una giovane coppia; lei stava morendo, lasciava dei bambini,

e il marito. I due erano credenti, avvolti anche dallangoscia Ho sentito lui chiedere alla moglie: Ma tu lo capisci ancora Dio, adesso?. E lei gli rispose: Non lo capisco, per ti devo dire una cosa (ed era raggiante), ti devo dire che io sono daccordo totalmente con Dio. Cos per noi. Nellesperienza cristiana che facciamo, noi non siamo diversi dagli altri: soffriamo come tutti, chiediamo come tutti, speriamo come tutti. Quando per la sofferenza ci mette alla prova in maniera estrema, diciamo: Siamo totalmente daccordo con Dio, anche in ci che non comprendiamo!. E in questo essere totalmente daccordo con Dio c unattesa, una speranza, una bellezza, ununit che va oltre ogni limite. Noi adesso accompagniamo ......... con la nostra preghiera. Non bisogna mai immaginare una persona morta, con i suoi occhi chiusi e col cuore fermo, bisogna, invece, immaginarla faccia a faccia con Ges, nel momento beatificante, in cui veramente comprende come fatta lesistenza e vede come fatto leternit di Dio. E cos che noi vogliamo ricordare ........ e cos che adesso lo affidiamo a Dio. Anzi, non occorre neanche che lo affidiamo, perch Lui gi nelle mani di Dio Affidiamo allora noi stessi al Signore perch ci aiuti a continuare nella stessa strada.