Sei sulla pagina 1di 8

22 maggio ore 9.20: mille dollari a testa.

Chi è la "Cricca" e come fa a spogliare il "popolo"?

.... Mi chiedono alcuni abbonati, dopo il caustico report di ieri.

Al tempo; allineati e coperti.

Chi sono le istituzioni che, contemporaneamente, controllano la carta (moneta) e


l'oro?

Esatto! ...... Le banche centrali!

Adesso, passate alla figura seguente.......

....... la linea rossa rappresenta i prezzi dell'oro, e quella nera il ..... "ciclo della carta
e dell'oro".......

Per esempio: dall'inizio del 1980 all'estate del 1999, conveniva tenere carta
(moneta); dall'estate 1999 ad oggi (e per qualche anno ancora) conviene tenere oro.
Chi è al corrente di questo ciclo carta-oro (perché, ad esempio, è lui stesso a
"generarlo"), si arricchisce in maniera spropositata.

L'oro nei caveaux delle banche centrali, ammonta a circa 3000 miliardi di dollari (è
una stima, ovviamente).

In una fase di "oro conveniente" quelle riserve diventano il triplo, 9000 miliardi.

In sostanza: chi detiene oro guadagna 6000 miliardi di dollari e chi detiene carta
perde 6000 miliardi (questo è un gioco a somma zero).

Ognuno dei sei miliardi di abitanti di questa Terra (nessuno escluso), ci "smena",
dunque, 1000 dollari .......

Le banche centrali, nelle fasi "aurifere" si appropriano del gentile contributo di 1000
dollari a testa, da parte degli ignari abitanti di questo grazioso pianeta (ai quali verrà
chiesto, dai loro politici, ti tirare ulteriormente la cinta).

E chi controlla le banche centrali?

La Fed, quella americana, è "posseduta" da Morgan, Rockefeller, Rothshild etc....

I soliti, ........ la "cricca" insomma.

E la banche centrali europee .....??

Provate a risalire ai veri proprietari delle Banche e delle Assicurazioni italiane che
"possiedono" la Banca d'Italia.........

Veniamo al trading partendo dal dollaro........


........ e proseguendo con il Bund.....
..... fino ai tre tenori.
Sul Battleplan tradizionale (mi riferisco all'azionario italiano) mi sembra siamo come
in figura sotto.......
....... di cui la figura seguente è il dettaglio della prima metà della figura sopra.
Notizie flash:

Nuova impennata e nuovo record storico del greggio a seguito della pubblicazione del dato sul
negli Usa, dato che ha mostrato una flessione di 5,4 milioni di barili. Il greggio Wti quotato a Ne
131,8 dollari per barile, il nuovo massimo di sempre. Precedentemente alla pubblicazione del
dopo aver sfondato la soglia dei 130 dollari poco dopo le 12.00.
L'andamento dell'oro nero avvalora le tesi pubblicate nell'ultima settimana da alcuni tra gli a
commodity energetiche. Ieri è stata la volta del team oil di Credit Suisse, che ha innalzato
greggio per i prossimi 18 mesi e quelle sul lungo periodo. La stima per il 2008 è stata portata a
per il 2009 a 110 dollari (da 90) e il prezzo di lungo termine è invece stato rivisto a 100 dollari (
Quella del Credit Suisse è stata però solo l’ultima di un lungo elenco di stime converge
rispettivamente Ubs e Goldman Sachs hanno rivisto verso l’alto le stime sui prezzi medi del
2008 e per il 2009 . Per Goldman Sachs l’8 maggio si era espresso l’analista Arjun Murti, prev
prossimi 6 e 24 mesi, solo una settimana più tardi altri due analisti della casa d’affari hanno pu
un prezzo medio per la seconda metà del 2008 di 141 dollari (da 107).