Sei sulla pagina 1di 8

8 febbraio ore 9.15: short sul Bund?

Cominciamo dall'euro Fx.....

..... su cui, fin a quasi metà di marzo, il Taylor di figura sopra prevede un andamento
riflessivo, e il minimo di ieri (figura sotto) ha "disattivato" la strategia no loss.......
....... e, quindi, adesso ci dobbiamo "solo" guardare da una inversione a sorpresa;
significa che lo stop (per difenderci da un'inversione a sorpresa) va collocato sul
break-out di 1.4564 ........
........ si tratta, evidentemente, di uno stop dinamico (si sposta, in corso d'opera,
sulla trend line superiore di figura sopra) e, dunque, chi legge ha l'incarico di
aggiornarlo in corso di seduta.

L'eventuale sfondamento della trend line inferiore (25% di probabilità), invece,


aprirebbe l'orizzonte a ulteriori ribassi di maggiore intensità e, quindi, ad obiettivi
più "profondi" da raggiungere in minore tempo.
Per quanto riguarda il Bund, shorteremo quel derivato se il prossimo massimo del
ciclo settato in figura sotto.....

..... fosse inferiore a 117.52.

Stop sul break-out di quel massimo d'entrata e strategia no loss incentrata sullo
stesso ciclo di cui sopra.
Veniamo all'azionario, proponendo i Taylor a medio termine sull'italiano a sul
tedesco.
E' ancora attuale l'ipotesi di Lingua ( ventilata nel report di ieri).......
....... che sul Dax sembra già essersi materializzata....

.... e, quindi, sulla "spinta" di tale "facilitatore" ci stiamo avviando sul nuovo tracy
(vedere ancora report di ieri).

Do per scontato, ovviamente, che chi mi legge sia perfettamente "familiare" con le
lingue di Bayer e le loro implicazioni.
Notizie flash:

La Banca centrale europea, rispettando quelle che erano le attese di consensus, ha lasciato inva
riferimento in Europa al 4%. Una novità però c’è stata: l’ammissione della presenza di un acceso
di politica economica circa un'eventuale manovra dei tassi.

Un segnale che di fronte alle preoccupanti condizioni dell’economia anche una Bce sempre atten
comincia a porsi alcune domande.

Lo stesso governatore della Bce, Jean-Claude Trichet, ha spiegato che i membri del Comitato ha
opzioni di manovra disponibili, ma che la decisione è infine stata presa all’unanimità. Trichet ha
solidi ma che esistono dei rischi al ribasso sulla crescita per il prossimo futuro. “La Bce – ha dich
monitorare da vicino l’evoluzione della situazione”. Rilanciati però anche gli usuali allarmi sulla
stabilizzazione delle aspettative di inflazione nel medio e lungo termine è una delle maggiori pri
dichiarato ancora una volta Trichet nella conferenza stampa seguita alla decisione sui tassi, agg
di breve termine sui prezzi non devono estendersi al medio termine” sui salari e sui prezzi al con

Un atteggiamo dunque ancora molto diverso da quello di una Fed che invece sta già agendo agg
crescita. “La Fed agisce sempre con un orientamento di breve termine, la Bce non fa così”, spieg
Milano, Patrick Artus, capo-economista di Natixis. “Non c’è una crisi di liquidità, anzi ce n’è un e
esempio nelle commodity. C’è molta liquidità e allora la Bce vede un pericolo”. Eccesso di liquidi
Trichet ci sono stati segnali di rialzo dei prezzi in particolar modo dell’energia e degli alimentari
preoccupare il governatore della Bce sono le dinamiche salariali, anche in virtù delle contrattazi
nazioni europee.

Alle 13.00 invece la Banca d'Inghilterra ha ridotto il costo del denaro di 25 punti base al 5,25%,
mercato. Anche dalla Boe sono tuttavia arrivati segnali preoccupanti sul fronte della crescita, co
delle spese per consumi. La Boe ritiene inoltre che l’inflazione potrà aumentare considerevolmen