Sei sulla pagina 1di 8

Esperienza sui Diodi

Cangialosi Antonino Rapisardi Giacomo

Materiale utilizzato
Generatore donda Basetta proto-board Oscilloscopio 1 diodo 1N5404 2 diodi 1N4148 1 diodo zener PD 3.3 1 condensatore da 47 pF 1 resistenza da 33 k 1 resistenza da 270 k

Il materiale utilizzato nellesperienza consiste in:

Obbiettivo dellesperienza

Lesperienza consiste di due parti. Nella prima parte si studia la caratteristica tensione-corrente dei diodi a disposizione. Nella seconda si misura la capacit` a di giunzione del diodo 1N5404.

3
3.1

Svolgimento dellesperienza
Prima parte

Per determinare la caratteristica tensione corrente di ogni diodo si ` realizzato e un circuito nel quale sono stati posti in serie la resistenza da 33k e il diodo. Il circuito ` stato successivamente alimentato con con una tensione oscillante e sinusoidale fornita dal generatore donda. Prima di montare il circuito si ` e misurato il valore eettivo della resistenza: R = (32.9 0.1)k Successivamente abbiamo letto la tensione dingresso (Vin ) sul primo canale delloscilloscopio, e la tensione ai capi del diodo (Vout ) sul secondo (la terra ` stata messa dopo il diodo). Variando la tensione dingresso dal e generatore donde abbiamo misurato di volta in volta la corrente passante allinterno del diodo mediante la relazione: i= Vin Vout R (1)

Riportiamo per ogni diodo le misure eettuate e il rispettivo graco della caratteristica tensione-corrente. Ogni graco ` stato ttato in accordo alla e relazione teorica V i = i0 (e VT 1) (2) dove i0 rappresenta la corrente oscura, e VT lequivalente in tensione della temperatura. Primo diodo 1N4148

Vin (mV) Vout (mV) V (mV) 72 10 72 10 0 20 120 10 120 10 0 20 200 10 192 10 8 20 232 10 216 10 16 20 320 10 280 10 40 20 360 10 296 10 64 20 392 10 312 10 80 20 528 10 360 10 168 20 704 10 392 10 312 20 912 10 416 10 496 20 1016 10 424 10 592 20 1100 10 460 10 640 20

Da cui il graco:
Curva Primo Diodo 1N4148 20

15 (V_in-V_out)/R [microA]

10

0 0 100 200 300 V_out [mV] 400 500 600

Secondo diodo 1N4148 Vin (mV) Vout (mV) V (mV) 160 10 152 10 8 20 248 10 232 10 16 20 280 10 256 10 24 20 480 10 336 10 144 20 648 10 368 10 280 20 840 10 400 10 440 20 1340 10 440 10 900 20

Da cui il graco:
Curva secondo Diodo 1N4148 30

25

(V_in-V_out)/R [microA]

20

15

10

0 0 100 200 V_out [mV] 300 400 500

Diodo 1N5404

Vin (mV) Vout (mV) V (mV) 100 10 100 10 0 20 160 10 140 10 20 20 200 10 180 10 20 20 260 10 220 10 40 20 320 10 280 10 40 20 480 10 380 10 100 20 620 10 400 10 220 20 840 10 480 10 360 20

Da cui il graco:
Curva Diodo 1N5404

12

10 (V_in-V_out)/R [microA]

0 0 100 200 V_out [mV] 300 400 500

Diodo Zener PD 3.3 Per il diodo zener abbiamo preso dati anche per tensioni molto negative in modo da poter visualizzare il fenomeno di breakdown. 5

Vin (mV) Vout (mV) V (mV) 2280 40 1560 40 760 80 1800 20 1440 20 360 40 1360 20 1220 20 140 40 980 20 920 20 60 40 672 8 624 8 48 16 400 8 384 8 16 16 100 10 100 10 0 20 200 10 180 10 20 20 260 10 220 10 40 20 300 10 260 10 40 20 380 10 300 10 80 20 440 10 360 10 80 20 640 10 460 10 180 20 820 10 520 10 300 20 1080 10 540 10 540 20

Da cui il graco:

Curva Diodo Zener 20 15 10 5 0 -5 -10 -15 -20 -25 -1500 -1000 -500 V_out [mV] 0 500

(V_in-V_out)/R [microA]

Conclusioni: Le misure eettuate sugli ultimi tre diodi hanno dato un risultato consistente con la curva caratteristica tensione-corrente aspettata. Le misure eettuate su primo diodo si possono ritenere soddisfacenti, se al momento del t dei dati si esclude un punto.

3.2

Seconda parte

Per misurare la capacit` del diodo si ` realizzato un circuito ponendo in serie a e una resistenza da 270k con il diodo 1N5404 e chiudendo il circuito sulla terra. Con loscilloscopio si sono lette la tensione in ingresso, e quella ai capi del diodo. Il circuito sifatto si comporta come un ltro passa basso. La relazione tra la tensione del generatore e quella ai capi del diodo `: e |Vout | =
1 jC 1 jC

+R

|Vin | =

1 jCR + 1

(3)

La quantit` CR ha la dimensione dellinverso una pulsazione, e rappresena ta linverso della pulsazione di taglio. Lamplicazione ` descritta dalla e 7

seguente: |A| = 1 1+
f 2 ft

(4)

1 e alla frequenza di taglio, lamplicazione della tensione risulta essere 2 . Per cercare di scoprire quale possa essere la frequenza di taglio abbiamo dapprima posto loscilloscopio in modalit` X-Y per cercare di vedere quana do lellisoide degenerasse in un segmento di inclinazione /4, ma a causa dellelevata resistenza posta nel circuito ` risultato dicilmente osservabile e perch` era comparabile con la resistenza delluscita delloscilloscopio. Allora e abbiamo regolato la manopola delloscilloscopio in modo tale da osservare quando: Vout 1 |At | = Vi n 2 ma dato che a basse frequenze

|A0 | = spaziato no a quando: |At | =

Vout =1 Vi n

Vout Vi n

1 |A0 | 2