Sei sulla pagina 1di 7

24 settembre ore 9.40: ...stanno preparando un tiro mancino per mercoledì?

La produzione industriale italiana (linea blu di figura sotto) comincia mostrare segni
di affaticamento e, per la prima volta in quasi due anni, a Luglio è scivolata in
territorio negativo......

...... osservate la figura sopra (la linea rossa è l'indice di Borsa): vedete come i
minimi di Borsa anticipino sempre i minimi del ciclo economico?

La Borsa, dunque, anticipa indiscutibilmente il ciclo economico.

La congiuntura italiana sta volgendo al brutto (dopo quasi due anni di espansione) e,
quindi, la Borsa sta andando a formare un minimo che anticipi il successivo minimo
del ciclo economico.

In fondo, come vedete, questo è un "gioco" abbastanza semplice: la Borsa anticipa


l'economia e, quindi, è relativamente "semplice" prevederne l'andamento (che è poi,
esattamente ciò che fanno i BB).
Altrettanto "semplice" è prevedere l'andamento dei tassi di interesse (linea rossa di
figura sotto) .........

......... quando l'economia "tira" (produzione industriale un aumento), i tassi salgono,


viceversa, quando l'economia "non tira", i tassi scendono.

E' la solita, vecchia legge di domanda ed offerta: nelle fasi di espansione economica
tutti investono e, quindi, chiedono denaro in prestito; sicché la maggiore richiesta
(domanda) fa aumentare il costo del denaro.

Nelle fasi di recessione succede l'esatto contrario.

Guadagnare in Borsa, come vedete, è semplicissimo: basta comprare quando


l'economia va male e vendere quando va bene.

Quando lo "racconto" in pubblico, i miei ascoltatori mi guardano, sorridono


comprensivi e, nei meandri delle loro menti pensano "cheschì l'è un pirla" (sto tizio è
un pirla).
Eppure è così, e la prima figura in alto lo dimostra senza ombra di dubbio ed in
maniera definitiva.

Pensate che fatica devono fare i BB, per far perdere i loro "polli", ad un gioco tanto
semplice, dove tutti potrebbero vincere con estrema facilità ........

Certo che devono usare giornali, televisioni, e tutto il resto dell'armamentario


mediatico ...... se no, come farebbero a convincere quelli a comprare quando
l'economia va bene e vendere quando va male (l'esatto contrario di quello che
dovrebbero fare)......?

Parentesi chiusa, passiamo al trading.

Chiuso, sul break-out di 112.49, lo short sul Bund, siamo flat in attesa di una
prossima occasione short.........
......... ci ritorneremo nei prossimi giorni.

Spostiamoci su Fib.

I BB, al momento, sono in posizione perfettamente neutrale (non comprano e non


vendono), la linea rossa di figura sotto, difatti, è perfettamente sullo zero...........
........... come se, fossero in posizione d'attesa, a guisa di quei cacciatori che stanno
appostati in attesa che la "preda" faccia una mossa falsa ......

Venerdì, infatti, avevo cominciato a prendere in considerazione questa possibilità,


ventilando l'ipotesi di qualche "tiretto mancino" attraverso cui comprare altri titoli
(niente di drammatico, s'intende, giacché il ciclo ad un anno è già in corso).

Se "tiretto mancino" sarà, si "materializzerà" probabilmente tra il prossimo Sell hort


e Buy day (oggi dovrebbe essere Sell day) .....
..... e, quindi, a meno di una variante 4 (sul Taylor in corso), tra domani e mercoledì
dovremo stare con gli occhi aperti.

Notizie flash:

Autorità monetarie, report, relazioni di esperti: sono tutti concordi nel dire che, in
Italia, rischi di contagio della crisi subprime praticamente non esistono. E non ci
sono, in parte grazie all'arretratezza del sistema bancario italiano, che di
finanziamenti a clienti con scarse garanzie in genere non ne dà, né usa tecniche
aggressive di copertura mutui sul valore intero degli immobili, o peggior cosa, presta
soldi senza le opportune ipoteche. Tuttavia un gruppetto di istituti europei ha una
presenza diretta negli States dove opera come banca commerciale e in questi casi
inevitabilmente ha una parte di esposizione anche ai mutui subprime. In particolare
le banche europee con queste caratteristiche sono la Hsbc, la Royal Bank of Scotland,
l'Abn Amro, Bnp Paribas e Bbva, ricorda l'agenzia Fitch, mentre un'altra banca la
Halifax Bank of Scotland era finita sotto i riflettori perché aveva scelto di provvedere
in proprio alla raccolta di fondi per il suo veicolo Grampian, che in genere si
finanziava da solo sul mercato ma, in questo contesto, aveva trovato credito a tassi
troppo alti; insomma niente a che vedere con la Northern Rock.