Sei sulla pagina 1di 1

user: 3333348625 mail: napolirossonera@hotmail.it ip: 151.77.218.

170

Marted 18 ottobre 2011

Il Mattino

Cronaca Napoli 43
In breve
LINCONTRO

Le risorse, il caso Vertice con Tuccillo a Palazzo San Giacomo sulla riorganizzazione dellamministrazione

Caso fannulloni, sindacati allattacco


risparmiare sulle turnazioni in alcuni settori, definite a volte inutili o comunque da rivedere in toto. Dell'indennit per i turni beneficiano circa 5mila su 10milalavoratori inforzaa PalazzoSan Giacomo e questa voce fa incassare ad Oltre quattro ore al tavolo di trattativa: ogni lavoratore che accetta di turnare, Cgil,CisleUildaunaparteel'assessore ovvero alternare il lavoro della mattina comunale al Personale Bernardino con quello del pomeriggio, circa 2mila Tuccillo, dall'altra; per la prima volta euro all'anno. Dai rappresentanti dei dall'iniziodell'amministrazionediLui- sindacati confederali gelo sulla propogi de Magistris i rappresentanti di cate- stadelComune:Consideriamoeccesgoria hanno detto no alla proposta del sivoquestotaglio-spiegaGiovanniCaComunediNapolisuitagliaidipenden- puano, segretario della Cisl Funzione ti.Tagliobbligativistalascuredeifinan- pubblica - e siamo contrari. Poi non si ziamenti di governo, ma al tempo stes- capisce perch il Comune pensi ad un so c' una riorganizzazione messa in taglio che parte dai lavoratori dipencampo dalla giunta, con giro di vite sui denti e non si parla ad esempio degli fannulloni che pure genera polemiche staffisti. Nei giorni scorsi stessa reazione ebfra sindacati e assessore. Il pomo della discordia sintetizzabile in due parole bero i sindacalisti delle sigle autonome convocati da Palazzo San chiave:laprimarappresenGiacomo per discutere tata dai 10 milioni di euro in dell'analoga proposta. Poi meno sul fondo del salario c' un altro problema e riaccessorio (i soldi dati ai diguarda l'annunciato giro di pendenti per turni pomerivite sui cosiddetti fannullodianiereperibilitoltrel'orani. Come documentato da rio di lavoro). La seconda Il Mattino, il Comune ha deuna questione delicatissiciso di pigiare sull'accelerama, quella dei ticket pranzo tore dell'efficienza amminiche un anno e mezzo fa la strativa e dare la possibilit precedente amministrazioaisuoidipendentidicambiane raddoppi, passandoli remansioniedentrareinsetda 5,2 a 10,4 euro (operazio- La manovra tori in cui occorre pi persone che pure cost soldi, tolti Napoliservizi nale, dopo opportuni corsi dalleretribuzionideilavoradi formazione. Accadr con tori). Troppo alti i ticket se- via ai corsi la Napoliservizi che far forcondo il Comune. Una pri- di formazione ma proposta era quella di ri- per assegnare mazione per 50 dipendenti da spostare nelle scuole codurne il numero togliendo- 50 dipendenti me alimentaristi; stesso mene2su5asettimana.Diquetodo per spostare personale sto ieri non si parlato ma a nuovi dagli uffici e spedirlo in stral'impressione che l'argo- incarichi daafarmulte:corsidiqualifimentoritornersultavolodi cazione per i lavoratori della trattativa. Pi drammatica la vicenda del ta- settima direzione centrale che dovrangliodi10milioni(circaunsestodeltota- no imparare il Codice della Strada per le del fondo che ammonta a 61-62 mi- diventare ausiliari del traffico, in suplioni): l'assessore al Personale Bernar- porto al corpo di Polizia Municipale. dinoTuccilloha spiegatoai rappresen- Su queste procedure e sulla task force tanti di Cgil (Gennaro Martinelli) Cisl voluta dal sindaco (il cosiddetto audi(Giovanni Capuano) e Uil (Giuseppe ting interno) Cgil, Cisl e Uil nei prossiMartorano) che tagliare necessario e mi giorni avranno una riunione coi sepossibileecheiservizidelComunepo- gretari generali per discutere la linea trebbero risentirne in minima parte se da tenere con la giunta de Magistris. Ciro Pellegrino si avvier il piano di riorganizzazione dei lavoratori. In soldoni: l'Ente vuole RIPRODUZIONE RISERVATA

Scontro su ticket e turni Cgil, Cisl e Uil: troppi tagli si intervenga sugli staff

Fondazione Sudd Riflessioni di Bassolino


Appuntamento alla fondazione Sudd il 25 ottobre per discutere sullesperienza di governo di Bassolino e del centrosinistra napoletano: il secondo incontro e riguarder il periodo 93-2000. C molto da riflettere sulla storia da cui veniamo aveva spiegato lex governatore, tre settimane fa. Al confronto di marted prossimo da un lato il politologo Mauro Calise, dallaltro Umberto Ranieri critico su quella stagione di governo.
LA SENTENZA

Morto dopo lintervento imputati tutti assolti


Tutti assolti, nonostante le richieste di condanna della Procura. Si chiude cos il processo per omicidio colposo sulla morte di Giuseppe Stornaiuolo, deceduto dopo un intervento di angioplastica iliaca comune destra by pass iliaco-femorale. Al termine degli accertamenti in aula emerso che sia la scelta che le modalit dellintervento chirurgico sono state corrette. Vengono pertanto assolti Basilio Crescenzi (difeso dal penalista Raffaele Miele), Paolo Sangiuolo, Domenico Petriella, Bartolomeo Di Benedetto (difesi dal penalista Luigi Ferrante).
NAPOLI-SALERNO

Lappuntamento

Agenti di commercio, convegno con Maddaloni


Gioved alle 9.30, nella sala Parlamentino della Camera di commercio, alla presenza del numero uno Lanarc-Usarci Luciano Falgiano e di quello dellente camerale Maurizio Maddaloni, si svolger il convegno sul tema Lagente di commercio, condizione e prospettive. Interverranno lassessore al Commercio del Comune di Napoli Marco Esposito, il direttore del dipartimento Ingegneria economica e gestionale delluniversit Federico II Mario Raffa e i vertici dellUsarci.

Da stasera a domani chiudono tre svincoli


Causa il transito di un trasporto eccezionale, dalle 23 di oggi alle 6 di domattina, sull'A3 Napoli-Salerno saranno chiusi gli svincoli di via Ferraris, l'ingresso di via Marina e l'uscita di San Giovanni nord. I veicoli diretti a sud potranno utilizzare lo svincolo San Giovanni sud.
VOMERO

La denuncia A rischio lunico centro di accoglienza cittadino, ospitato in un bene confiscato

Senza fondi chiude il rifugio delle donne


Lassessore Tommaselli: sei madri con bambini finiranno per la strada
Emanuela Sorrentino
C' una sola casa di accoglienza per ledonnemaltrattateaNapoli,afronte delle centinaia di richieste di aiuto ed ospitalit. E rischia anche di chiudere per mancanza di fondi. O meglio il finanziamento c', ma bloccato in Regione. Si chiama la casa di Fiorinda (in memoria di Fiorinda Di Marino, la donna uccisa due anni fa a colpi d'ascia dal suo compagno) ed aperta a Soccavo - per iniziativa del ComunediNapoli-dalloscorsomese di marzo. La sede un immobile sottratto alla camorra e trasformato nelrifugioperdonneelorofiglivittime di abusi. Ieri il bilancio decisamentepositivodeiprimimesidiattivit,conunallarmelanciatodall'assessorecomunaleallePariopportunit Pina Tommasielli: Senza i 14 milioni di fondi europei ostaggio della Regione e gi inseriti nel nostrobilanciopreventivo,casaFiorindahadavveropochimesidiautonomiaedaltriprogettiperilsettorepari opportunit come le case della socialitoleiniziativeperl'occupazionefemminilerischianodinonesserepiattuati.Dopoaverincassato anche l'appoggio delle sindacaliste presenti e delle rappresentanti delle associazioni di categoria, l'assessore ha annunciato che anche il sindaco Luigi De Magistris impegnato in prima linea per sbloccare questi ed altri fondi destinati al Comune. Sei donne e quattro minori sono stati ospitati finora nella struttura, individuati dopo le segnalazioni del pronto soccorso dell'ospedale San Paolo, dei servizi sociali, degli sportelli rosa, del tribunale dei minori e del numero nazionale antiviolenza 1522: per due delle donne accolte nellacasadopopochimesisiapertaanche la strada dell'occupazione. Un traguardo che premia quanti hannolavoratoecontinuanoadimpegnarsi per le giovani ospiti. Per le vittime delle violenze programmi individualizzati, supporto psicologico, orientamento al lavoro e tanto affetto da parte di chi gestiscelastruttura:lecooperativeDedalus e E.v.a e l'Arcidonna. A pochi mesidall'apertura-spiegaTaniaCastellaccio della Dedalus e coordinatricedellastruttura-ilbilanciopositivo, le donne stanno pian piano recuperando fiducia e autonomia. Tuttelegiovaniospitatehannosubito violenza domestica, a volte anche abusi sessuali nel rapporto di
Donne violate Un momento della conferenza stampa dellassessore alle Pari opportunit per lanciare lallarme-chiusu ra della casa di accoglienza per madri e bambini
NEWFOTOSUD

coppia che prima d'ora non avevanomaidenunciato.Un datochedeve far riflettere. Tre mesi il tempo minimo di ospitalit delle donne, rinnovabileperaltri90giornidurantei quali le ragazze molte delle quali conifiglivengonoaiutatearimettersi in carreggiata, ad acquisire fiduciainsestesseeneglialtrieadimpegnarsiasuperareilperiodobuiodella loro vita. Il dirigente comunale Antonio Moscato ripercorre le tappe che hanno portato alla realizzazione di casa Fiorinda, l'abitazione di Soccavo con saloncino ed angolo cottura, accogliente salone con tv e divani, camere da letto e un frigo sempre pieno di cose buone da mangiare per donne e bambini. Una struttura che, come ricorda Clara Pappalardo di Arcidonna Napoli frutto dell'impegno di istituzioni e associazioni antiviolenza. Un centro che, dunque, tutti hanno interesse a salvare, tant che dalla Regionefannosaperechestannolavorandoper risolvere quanto prima la questione dei fondi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Indiziato di rapina fermato un 19enne


I carabinieri hanno sottoposto a fermo Enrico Cardone, 19 anni, gravemente indiziato, con un complice in via didentificazione, di rapina a mano armata ai danni di una coppietta in via Palizzi, durante la quale si fece consegnare l auto Alfa Mito della vittima.
BAGNOLI

Assegno clonato bloccato alla posta


Fermato dai carabinieri per ricettazione e truffa aggravataTullio Bignonio, 47 anni, residente a Giugliano. Luomo stato sorpreso in piazza Neghelli nel locale ufficio postale mentre tentava di incassare un assegno postale di tremila euro risultato clonato da un libretto di assegni di una ignara pensionata di Roma.
ANTI-DROGA

La storia

Il padre la d in sposa al cugino, in fuga per non tornare in Pakistan


Sembra la trama di un film. La storia di una ragazza cresciuta in Italia che non vuole accettare la legge del padre-padrone e come tutte le ragazze della sua et lo sposovuolesceglierlolei.Aichaunadelle ospiti di Casa Fiorinda. Ventanni, pakistana, arrivata nella struttura di Soccavo sei mesi perch la disperazioneleavevadatoilcoraggioditelefonare al numero antiviolenza 1522 e raccontareil suo incubo. Suo padre,musulmano fondamentalista - spiega Tania Castellaccio - non ha mai accettato che la figlia assumesse uno stile di vita occidentale. Quando Aicha (un nome di fantasia per tutelarne la privacy) ha chiesto di poter scegliere gli abiti da indossare, frequentaregli amicie deciderela scuola superiore a cui iscriversi scattata la violenza paterna, non botte ma una pressione psicologicainsostenibile.Lerichiesteerano ritenute dal capofamiglia irrispettose della loro cultura d'origine e, soprattutto, della loro religione. Aichapernonsiarresa.Nascondeva a tutti il suo disagio nella speranza di riuscire a ottenere comprensione da parte del padre. L'evento che ha spinto la ragazzaascapparedicasaseimesifa-ricorda la responsabile della struttura - stato l'aver scoperto che il padre l'aveva promessa in sposa ad un cugino che vive in Pakistan,cheleinonconosceva,echestava quindi organizzando il suo ritorno al paese d'origine. Aicha in casa Fiorinda una ragazza libera, che si riappropriata dellavitaechecondeterminazioneharielaboratolasofferenza.Grazieall'esperienzanell'aziendatessiledifamigliahaildesideriodifrequentareun'accademiadimoda. Per lei stato individuato un ente formativo di San Giuseppe Vesuviano, dove potr studiare, cimentarsi in attivit di laboratorio ed avere un alloggio. Al termine del percorso la giovane pakistana spiega Castellaccio - avr le competenze necessarie per essere inserita nel mondo del lavoro e sentirsi pienamente realizzata. em.so.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Scampia-San Giovanni presi due spacciatori


A San Giovanni a Teduccio i carabinieri hanno arrestato Salvatore Fusaro, 27 anni, sorpreso in via villa San Giovanni mentre vendeva cocaina ad alcuni giovani. A Scampia invece, in manette finito Giovanni Silvestro, 34 anni, notato in via Fratelli Cervi alla guida della sua auto, a bordo della quale sono state trovate cocaina, eroina e kobrett.

Composite IL_MATTINO - NAZIONALE - 43 - 18/10/11 ----

Time: 17/10/11

22.44