Sei sulla pagina 1di 9

3.

Trasporto attivo

Testi consultati:

D’Angelo Peres: Fisiologia: Molecole, cellule e sistemi


Aidley: The physiology of excitable cells, Cambridge Univ. Press
Bern e Levy: Fisiologia
Nicholls: From Neuron to Brain, Sinauer

10
La pompa Na-K è elettrogenica: il rapporto tra flusso
attivo di Na+ e flusso attivo di K+ è 3:2. I flussi
passivi sono diversi tra loro e uguali ai flussi attivi.
iNa + iK + ip = 0
(gNaENa + gKEK )
Vm = - ip/(gNa + gK)
(gNa + gK)
L’elettrogenicità della pompa dipende dalla
velocità di trasporto e dalle conduttanze al
Na+ e K+ .
La velocità di trasporto dipende da [Na+]i,
[K+]o e dalla temperatura (Q10>3).

11
L’efflusso del Na+ dall’assone di calamaro ha le caratteristiche di un trasporto attivo:
1) è contro il gradiente elettrochimico;
2) è sensibile ai veleni metabolici; dipende dall’ATP;
3) dipende dal K+ esterno;
4) ha un Q10 > 3.

Flussi unidirezionali misurati


tramite la tecnica degli
isotopi radioattivi

12
Trasporto attivo primario
•Le proteine agiscono come pompe che trasportano
i soluti contro gradiente, dalla soluzione meno
concentrata alla più concentrata
• Utilizza energia cellulare, di solito sotto forma di ATP
(∆G=12kC/M alle concentrazioni fisiologiche)
• Saturazione
• Esempio pompa Na-K: trasporto accoppiato 3:2, flussi
dipendenti, effetto dei glicosidi cardiaci.

Pompa Na-K negli eritrociti.

ouabaina

13
Trasporto attivo primario Trasporto attivo secondario e trasporto facilitato

14
Energia implicata nel trasporto del glucosio

∆G = RT ln ([glucosio]i/[glucosio]e) ∆G, variazione di energia libera


R, costante universale dei gas, 8.314 J/mol/K
T, temperatura assoluta (310 K = 37 °C),

1. Trasporto facilitato nei globuli rossi:


Con [glucosio]i = 0.5 mM e [glucosio]e = 5 mM
∆G = 8.314 x 310 x ln (0.5/5) = -5.93 kJ/mol
∆G è negativa e quindi il processo è spontaneo

2. Trasporto attivo secondario (simporto Na/Gluc) nell’epitelio renale


Con [glucosio]i = 0.5 mM, [glucosio]e = 0.005 mM,
∆Gglucosio = 8.314 x 310 x ln (0.5/0.005) = +11.8 kJ/mol

Con [Na+]i = 10 mM, [Na+]e = 140 mM, il Na+ ha una carica positiva, per cui la ∆G associata con il
trasporto del Na+ deve tener conto anche del gradiente elettrico, quindi per Na+
∆G = RT ln ([Na+]i/ [Na+]e) + zFE
Dove z è la carica dello ione, F è la costante di Faraday = 96500 coulombs/mol, E è la differenza di
potenziale ai lati della membrana (70 mV), quindi
∆GNa = 8.314 x 310 x ln(10/140) + 1 x 96500 x (-0.07) = -13.5 kJ/mol

Quindi l’energia libera fornita dall’entrata del sodio è sufficiente per il trasporto contro gradiente del
glucosio.

15
Trasporto attivo secondario
[Ca]0 = 10mM
Antiporto Na-Ca

Na:Ca = 3:1
Bilancio energetico:
con Vm = -77 mV, ECa = 130 mV, ENa = 58 mV
∆GCa/mole = 2*F(0.13+0.077) = 4*104 J
∆GNa/mole = -F(0.058+0.077) = -1.3*104 J,
l’entrata di 3 moli di Na implica ∆G = -3.9*104J [Ca]i = 0.3µM

Lo scambio è elettrogenico (cariche: 3:2):


l’iperpolarizzazione della membrana favorisce
l’espulsione del Ca,
la depolarizzazione arresta e inverte il flusso di Ca.

A quale Vm si ha l’equilibrio termodinamico?


3(ENa-Vm) = 2(ECa-Vm)
Vm = 3·58 - 2·130 = (174-260) mV = -86 mV

Vari tipi di cotrasporto


Riguardante gli ioni

16
Il trasporto transepiteliale di NaCl attraverso la cute di rana
Modello per tutti i trasporti transepiteliali (digerente, rene)

L’esperimento di Ussing (1950) mostra che il trasporto di Cl è passivo,


mediato dal trasporto primario elettrogenico di Na+. Ponendo la stessa
soluzione fisiologica ai due lati dell’epitelio il trasporto di NaCl è
accompagnato da un potenziale transepiteliale di 50 mv.
La corrente di cortocircuito azzera il flusso di Cl e misura il flusso di Na.
L’aggiunta di ouabaina e la sottrazione di K+ dal lato seroso bloccano
Il trasporto di NaCl e azzerano la corrente di cortocircuito. Pk alta dal lato
seroso e bassa dal lato mucoso della membrana.
Tight junction

Cl- __ __ __ → __ __ __ __ → Cl-

Il trasporto passivo del Cl- è dimostrato termodinamicamente:


17
[Cl-]o/Cl-]i = exp (-EF/RT);
Φi/ Φo = exp ((V-E)F/RT) = exp (50* F/RT) ~ 7
Trasporto dell’acqua: trasporto secondario indotto dall’ osmosi. L’elevata Pacqua della membrana è
dovuta a canali dell’acqua (aquaporine, diametro ~2 Å)

Vari epiteli hanno gli equivalenti strutturali del


modello di Curran:
1. Asimmetria nelle proprietà della membrana dai due lati
2. Barriera ai soluti (tight junctions)
3. Permeabilità all’acqua alta e regolabile (aquaporine)
18