Sei sulla pagina 1di 2

Al Presidente del Consiglio regionale del Piemonte

INTERROGAZIONE
ai sensi dellarticolo 18, comma 4, dello Statuto e dellarticolo 99 del Regolamento interno. Ordinarie a risposta orale in Aula Ordinarie a risposta orale in Commissione Ordinarie a risposta scritta Indifferibile e urgente in Aula Indifferibile e urgente in Commissione

OGGETTO: avvio procedura di mobilit presso lo stabilimento Lear Corporation di Grugliasco. Premesso che: la Lear Corporation fa parte di uno dei pi grandi gruppi multinazionali dellindotto auto e svolge attivit di produzione e sviluppo di sedili per autovetture, con stabilimenti presenti in 35 nazioni, di cui 6 in Italia (Grugliasco,Cassino, Caivano, Pozzo dAdda, Melfi e Termini) con circa 1800 dipendenti. Valutato che: la Lear Corporation di Grugliasco: da diversi anni subisce le difficolt del mercato dellauto e la progressiva riduzione di volumi produttivi da parte di Fiat, fronteggiando tale riduzione e le conseguenti eccedenze di personale con lutilizzo di ammortizzatori sociali come i contratti di solidariet e, successivamente, la cassa integrazione straordinaria che scadr il 4 novembre 2011; l11 ottobre 2011 ha aperto una procedura di mobilit per 464 lavoratori su 579 complessivi a causa di un calo di commesse da parte dello stabilimento di Mirafiori, per cui attualmente produce solo i sedili per Musa e Idea che termineranno a fine anno. Considerato che: la causa di questa grave ennesima crisi sul territorio piemontese la diretta conseguenza di una mancanza di un reale piano industriale di Fiat che, con continui annunci di nuove produzioni, crea un clima di incertezza sociale ed economica anche per le imprese collegate di prima fornitura come la Lear. Anche laddove si configurino nuove riprese produttive (ad esempio per commesse utili alla

nuova alla nuova Macerati per conto dello stabilimento ex Bertone), permane un intervallo di inattivit per il quale occorre garantire forme di ammortizzatori sociali. le organizzazioni sindacali, per fronteggiare lesaurimento della cassa integrazione straordinaria previsto per il 4 novembre, hanno richiesto che venga utilizzato lo strumento della cassa integrazione in deroga su cui grava lincognita del rifinanziamento per lanno 2012; i lavoratori interessati hanno un et che non consentirebbe comunque di utilizzare strumenti di accompagnamento alla pensione il che lascia prevedere un dirompente impatto sociale sul nostro territorio che andrebbe a sommarsi alle numerose altre situazioni di crisi.

INTERROGA il Presidente della Giunta e lAssessore competente per conoscere: Il livello di informazione e coinvolgimento della Istituzione Regionale in ordine a questa nuova e seria situazione di rischio occupazionale e le misure ritenute opportune e praticabili ai fini di conservare una cultura produttiva di questo livello nel territorio piemontese, salvaguardando i posti di lavoro coinvolti.

Torino 14 ottobre 2011

Eleonora Artesio (PRIMA FIRMATARIA)

Interessi correlati