Sei sulla pagina 1di 2

PREFAZIO COMUNE Vere dgnum et istum est, quum et veramente degno e giusto, conveniensalutre, nos tibi semper et ubque

e te e salutare, che noi, sempre e in ogni grtias gere: Dmine Sancte, Pater luogo, Ti rendiamo grazie, o Signore Sanomnpotens, trne Deus: per Christum to, Padre Onnipotente, Eterno Iddio: per Dminum nostrum. Per quem Cristo nostro Signore. Per mezzo di Lui, la maiesttem tua ludant Angeli, adrant tua maest lodano gli Angeli, adorano le Dominatines, trmunt Potesttes. Cli, Dominazioni e tremebonde le Potest. I clormque Virttes, ac beata Cieli, le Virt celesti e i beati Serafini la Sraphim, scia exsultatine clebrano con unanime esultanza. Ti preconclebrant. Cum quibus et nostras ghiamo di ammettere con le loro voci voces, ut admtti ibeas, deprecmur, anche le nostre, mentre supplici confesspplici confessine dicntes: siamo dicendo:
Sanctus, Sanctus, Sanctus Dminus Deus Sbaoth, Pleni sunt coli, et terra, glria tua. Hosnna in exclsis. (sepsum signat) Benedctus qui venit in nmine Dmini. Hosnna in exclsis. Santo, Santo, Santo il Signore Dio degli esrciti I cieli e la terra sono pieni della tua gloria. Osanna nellalto dei cieli. (ci si segna) Benedetto colui che viene nel nome del Signore. Osanna nellalto dei cieli.

MESSALINO FESTIVO
Testo latino e traduzione italiana

PROPRIO DELLA S. MESSA tratto dal Missale Romanum a.D. 1962 promulgatum

S. FRANCISCI CONFESSORIS San Francesco Confessore Patrono dItalia I classe - paramenti bianchi

INTRITUS Gal. 6, 14 - Mihi autem absit gloriri, nisi in Cruce Dmini nostri Jesu Christi: per quem mihi mundus crucifxus est, et ego mundo. Ps. 141, 2 - Voce mea ad Dminum clamvi: voce mea ad Dminum deprectus sum. Glria Patri Gal. 6, 14 - Mihi autem absit gloriri Gal. 6, 14 - Quanto a me, chio mi guardi dal gloriarmi se non della croce di nostro Signore Ges Cristo, mediante la quale il mondo per me crocifisso ed io per il mondo. Sal. 141, 2 - Ad alta voce ho gridato al Signore: ad alta voce lho supplicato. Gloria al Padre Gal. 6, 14 - Quanto a me, chio mi guardi dal gloriarmi

COMMNIO Luc. 12, 42 - Fidlis servus et prudens, Luca, 12, 42 - Ecco il servo fedele e quem consttuit dminus super famliam prudente, che il padrone stabil a capo suam: ut det illis in tmpore trtici sulla sua famiglia, per darle a tempo opmensram. portuno la misura di grano. POSTCOMMNIO Ecclsiam tuam, quasumus, Dmine, O Signore, Te ne preghiamo, la grazia grtia clstis amplficet: quam beti celeste amplii la tua Chiesa, che hai Francsci Confessris tui illuminre voluto illuminare con i gloriosi meriti volusti glorisis mritis et exmplis. Per ed esempii del beato Francesco, tuo Dminum nostrum Iesum Christum, Confessore. Per il nostro Signore Ges Flium tuum, qui tecum vvit et regnat in Cristo, tuo Figlio, che Dio, e vive e unitte Spritus Sancti, Deus, per mnia regna con Te, nellunit dello Spirito sacula saeculrum. Santo, per tutti i scoli dei scoli. M. - Amen. M. Amen.
Inter Multiplices Una Vox Associazione per la salvaguardia della Tradizione latino-gregoriana
C. P. 3218, UDR Marsigli, 22, 10141 Torino tel: 011-972.23.21 - fax: 011-550.18.15 - c/c postale n 27934108 Indirizzo internet: www.unavox.it - Indirizzo posta elettronica: unavox@cometacom.it

ORTIO Deus, qui Ecclsiam tuam, beti Francisci mritis ftu nov prolis amplficas:trbue nobis; ex ejus imitatine,terrna despcere et clstium donrum semper participatine gaudre. Per Dminum nostrum Iesum Christum, Flium tuum, qui tecum vvit et regnat in unitte Spritus Sancti, Deus, per mnia sacula saeculrum. M. - Amen. O Dio, che merc il beato Francesco arricchisci la tua Chiesa di nuova famiglia religiosa, concedici di sprezzare, a sua imitazione, i beni terreni, e godere per sempre della partecipazione dei doni celesti. Per il nostro Signore Ges Cristo, tuo Figlio, che Dio, e vive e regna con Te, nellunit dello Spirito Santo, per tutti i scoli dei scoli. M. - Amen.

Torino 2006 - Pro manuscripto

EPISTOLA Lctio Epstolae B. Pauli Ap. ad Glatas, 6, 14-18 Fratres: Mihi autem absit gloriri, nisi in Cruce Dmini nostri Jesu Christi: per quem mihi mundus crucifxus est, et ego mundo. In Christo enim Jesu neque circumcsio liquid valet neque prptium, sed nova creatra. Et quicmque hanc rgulam secti ferint, pax super illos et misericrdia, et super Isral Dei. De cetero nemo mihi molstus sit: ego enim stgmata Dmini Jesu in crporemeo porto. Grtia Dmini nostri Jesu Christi cum spritu vestro, fratres. Amen. M. - Deo grtias. Lettura della Lettera del B. Paolo Ap. ai Glati, 6, 14-18 Fratelli, quanto a me, chio mi guardi dal gloriarmi se non della croce di nostro Signore Ges Cristo, mediante la quale il mondo per me crocifisso ed io per il mondo. La circoncisione, infatti, nulla, e nulla il prepuzio. Ci che conta essere nuova creatura (in Cristo). A quanti seguiranno questa regola sia pace e misericordia su di loro, e sullIsraele di Dio (la Chiesa). Dora innanzi nessuno mi procuri delle noie, perch io porto sul mio corpo i contrassegni di Ges. La grazia di nostro Signore Ges Cristo sia con voi, o fratelli. Amen M. - Deo grtias.

EVANGLIUM Sequntia S. Evanglii secundum Matthaum, 11, 25-30 In illo tmpore: Respndens Jesus, dixit: Confteor tibi, Pater, Dmine cli et terr, quia abscondsti hc a sapintibus et prudntibus, et revelsti ea prvulis. Ita, Pater: quniam sic fuit plcitum ante te. Omnia mihi trdita sunt a Patre meo. Et nemo novit Flium nisi Pater: neque Patrem quis novit nisi Flius, et cui volerit Flius revelre. Vente ad me, omnes, qui labortis et onerti estis, et ego refciam vos. Tllite jugum meum super vos, et dscite a me, quia mitis sum et hmilis corde: et invenitis rquiem animbus vestris. Jugum enim meum suave est et onus meum leve. M. - Laus tibi Christe. Sguito del S. Vangelo secondo Matteo, 11, 25-30 In quel tempo: Ges prese a dire: Ti ringrazio, o Padre,Signore del cielo e della terra, perch hai nascoste queste cose ai dotti e ai sapienti e le hai rivelate ai piccoli. Cos , o Padre, perch cos a Te piacque. Tutto stato dato a me dal Padre mio. E nessuno conosce il Figlio, fuori del Padre, n alcuno conosce il Padre, fuori del Figlio e fuori di quegli cui il Figlio lo avr voluto rivelare. Venite a me, voi tutti che siete affaticati ed oppressi, ed io vi ristorer. Prendete il mio giogo sopra di voi, e imparate da me, perch sono mite e umile di cuore; e troverete riposo per le vostre nime. Infatti il mio giogo soave ed il mio peso leggero. M. - Lode a Te, o Cristo.

ANTPHONA AD OFFERTRIUM Ps. 88, 25 - Vritas mea et misericrdia mea cum ipso: et in nmine meo exaltbitur cornu ejus. Sal. 88, 25 - La mia fedelt e la mia misericordia sono con lui: e nel mio nome sar esaltata la sua potenza.

GRADUALE Ps. 36, 30-31 - Os justi meditbitur sapintiam, et lingua ejus loqutur judcium. Lex Dei ejus in corde ipsus: et non supplantabntur gressus ejus. Sal. 36, 30-31 - La bocca del giusto proferisce parole di saggezza, e la sua lingua parla secondo giustizia. La legge del suo Dio gli sta nel cuore: e nei suoi passi non tentenna.

SECRTA Mnera tibi, Dmine, dicata sanctfica: et, intercednte beto Francsco, ab omni nos culprum labe purfica. Per Dminum nostrum Iesum Christum, Flium tuum, qui tecum vvit et regnat in unitte Spritus Sancti, Deus, per mnia sacula saeculrum. M. - Amen. Santfica, o Signore, questi doni che a Te dedichiamo: e, per intercessione del beato Francesco, purficaci da ogni macchia di colpa. Per il nostro Signore Ges Cristo, tuo Figlio, che Dio, e vive e regna con Te, nellunit dello Spirito Santo, per tutti i scoli dei scoli. M. Amen.

ALLELIA Allelia, allelia. Francscus pauper et hmilis clum dives ingrditur, hymnis clstibus honortur. Allelia. Allelia, allelia. Francesco, povero ed umile, entra ricco nel cielo, accolto dagli inni celesti. Allelia.