Sei sulla pagina 1di 36

Quindicinale

Anno XXXIII
14.09.2011
Numero
583
PERIODICO DI ATTUALIT DEI COMUNI DI ALANO DI PIAVE, QUERO, VAS, SEGUSINO
http://digilander.libero.it/tornado
Tassa pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80 Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL
Chiuso in redazione il 05.09.2011
Festa del Ciodet ad Alano - pag. 1
Ben riuscita la 4 Passi in Amicizia in Sassum - pag. 2
1
a
Festa di Fine Estate a Quero - pag. 3
La Sagra della Zucca a Caorera - pag. 4
Si pu capire lItalia - pag. 11
ALMOLIN
ALANO DI PIAVE
PIAZZA DEI MARTIRI, 13 - TEL. 0439.779129
Per rinnovare la tua casa
TODOVERTO S.N.C.
di Todoverto Paolo & C.
imbiancature interni - esterni
termocappotti - spatolati
ALANO DI PIAVE Via Caduti e Dispersi in Russia
Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084
Taglio muri
Carotaggi
LA LEGNA CHE TI SCALDA
Fori su ogni tipo di muratura e spessore
(muri a sassi, cotto e cemento)
Per ladeguamento alla legge sulle fughe di gas
Tel. 0439.787310 Cell. 328.3577366
Dalla Piazza Livio via Monte Cornella, 40
32030 QUERO (BL)
IL TORNADO Sede: Via J. Kennedy - 32031 FENER (Belluno). DIRETTORE RESPONSABILE: Mauro Mazzocco. REDATTORI: Sandro Curto, Silvio Forcellini. COLLABORATORI:
Alessandro Bagatella, Francesco Dal Canton, Ivan Dal To, Gianni De Girardi, Antonio Deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Silverio Frassetto, Ermanno Geronazzo, Cristiano
Mazzoni, Sergio Melchiori, Antonio Spada, Andrea Tolaini.
ABBONAMENTI: ITALIA Abbonamento annuale (18 numeri) 20,00 ESTERO Abbonamento annuale (18 numeri) 50,00.
LABBONAMENTO PU ESSERE SOTTOSCRITTO O RINNOVATO NEI SEGUENTI MODI: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla PRO LOCO di FENER; 2- pa-
gando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: NEGOZIO DA MILIO - Alano; PASTICCERIA DOLCI PENSIERI - Fener - BAR JOLE - Fener; MAURO MAZZOCCO - Quero;
ALESSANDRO BAGATELLA - Quero; BAR PIAVE Carpen - LOCANDA SOLAGNA - Vas; ANTONIO DEON - Vas; BAR BOLLICINE - Scalon; BAZAR di A. Verri - Segusino.
Per ulteriori informazioni Tel. 347 6631699
NUOVA APERTURA
Jger sport
Statale Feltrina, 25 - Quero (BL)
RISTORANTE-PIZZERIA
SPECIALIT PESCE
- CHIUSO IL MARTED -
Via S. Michele, 34 - 31040 Curogna di Pederobba (TV)
Tel. e fax 0423 64089 - Cell. 329 1299112 - trattoriadacialt@libero.it
Riposiamo il Luned
gradita la prenotazione
Specialit:
Grigliate, Spiedi,
Selvaggina,
Porchette,
Pasta, Gnocchi,
Dolci fatti in casa.
di De Paoli Cinzia & C. s.n.c.
Abbigliamento: Running, caccia, trekking, completi sci e accessori
MARCHI: SAUCONX - NICO - AST - GREAT ESCAPES - KARPOS
MARCHI CACCIA: CBC - UNIVERS
DAL MARTED AL SABATO 9.00-12.30/16.00-19.00
CHIUSO IL LUNED
1

2
CRONACA
Ben riuscita la 4 Passi in Amicizia a malga Sassum
a cura di Alberto Coppe e Claudio dal Pos
Malga Sassum stata, lo scorso mese di agosto, teatro della 12
a

edizione della 4 Passi in Amicizia con la consegna del premio
Fedelt alla Montagna. Lospitalit in malga da parte della famiglia
Rech-Roman stata encomiabile. La manifestazione organizzata
dalla Comunit Montana Feltrina e dai Comuni di Alano di Piave,
Quero e Seren del Grappa ha visto la partecipazione di circa 400
persone. Il Volontariato ha fatto la parte del leone organizzando fin
nei minimi dettagli la ricorrenza, affinch tutto riuscisse al meglio, il
tempo poi ci ha regalato una bellissima giornata fresca e soleggiata.
Al Gruppo Alpini Monte Cornella di Quero stata affidata la parte
pi importante della manifestazione: lorganizzazione della logistica.
Alle direttive del capogruppo Claudio Dal Pos, i volontari alpini e
della protezione civile, in collaborazione con gli operai comunali,
hanno studiato e gestito nei dettagli la logistica e, alloggiando in
malga per due giorni, hanno prima trasportato in vetta tutto il
materiale necessario e successivamente hanno allestito i gazebo ed
un capannone sotto i quali, tavoli e panchine hanno ospitato quanti
sono arrivati ai 1200 mt. della malga. Il gruppo degli agricoltori ha
messo a disposizione il formaggio e, grazie alla collaborazione della
famiglia Zatta, ha trasportato in vetta con il trattore lacqua contenuta
in apposite botti. Alla Pro Loco, sotto la guida di Teresa Gallina,
toccato il compito dellapprovvigionamento alimentare, con men a
base di gnocchi al pomodoro e spezzatino con polenta, preparato
per bene dai cuochi. Non potevano mancare Mauro e Mich che con il
loro impianto audio hanno allietato la giornata con musiche e canti
popolari. La Protezione Civile di Quero ed Alano stata di sostegno
trasportando in malga con apposite fuoristrada, alcuni materiali, i
bambini e gli anziani che hanno voluto essere presenti a questa
importante manifestazione. Allorganizzazione si sono poi aggiunti
molti volontari che con buona volont hanno aiutato nella
distribuzione del rancio, nella preparazione dei tavoli e a fine
giornata nella raccolta dei rifiuti e nello smontaggio dei gazebo.
TeleBelluno ed il Gazzettino grazie alla presenza del giornalista
locale Fulvio Mondin hanno pubblicizzato per bene questa
importante giornata in montagna. La Santa Messa stata celebrata
dallarciprete di Quero don. Stefano Baccan che durante la predica
ha toccato il cuore di tutti sottolineando quanto importante sia far
conoscere ai nostri giovani il lavoro delle passate generazioni a vantaggio dellambiente montano. La giornata in malga
ha visto la consegna del Premio Fedelt alla Montagna a tre donne che si sono contraddistinte per la loro dedizione
allo sviluppo dellagricoltura vera, tradizionale e biologica delle nostre zone montane. Quero ha premiato Roman
Rosa, indicandola come esempio di attaccamento alla montagna nonch parte attiva nella ristrutturazione e
manutenzione di malga Sassum favorendo il ripristino ambientale della zona. Alano di Piave ha scelto Rizzotto
Antonia quale anima sostenitrice della malga Piz dove ha lavorato molti anni dedicandosi allattivit del pascolo e
alla produzione di formaggio, burro e ricotta, favorendo la salvaguardia della struttura montana. Seren del Grappa ha
premiato Scopel Ornella per la sua attivit di manutentore del territorio della Valle di Seren a salvaguardia
dellambiente montano. I premi sono stati consegnati dallassessore alla Comunit Montana Feltrina Alberto Coppe, dai
sindaci di Alano di Piave Serenella Bogana e di Quero Sante Curto e dal vicesindaco di Seren del Grappa Livio
Scopel. Presenti alla cerimonia anche una rappresentanza del corpo forestale dello stato, mentre lassessore
provinciale Bruno Zanolla, per voce del sindaco di Quero, ha inviato un suo personale saluto. La forza del volontariato
querese ha dimostrato ancora una volta che gli ingredienti fondamentali per la buona riuscita di qualsiasi impegno
socio-ricreativo sono: una buona capacit organizzativa e la forte coesione con quanti volontariamente mettono il loro
tempo a disposizione della collettivit.
Larrivederci per il prossimo anno sulle montagne del comune di Alano di Piave.
3
Comune
di Quero
Le Associazioni di Quero
organizzano
17 -18
settembre 2011
F
i
e
r
a

M
e
r
c
a
t
o

-

S
.

G
i
r
o
l
a
m
o
Domenica 18
Ore 9.00 Mostra Mercato
Musica dal Vivo
Gara GO CART
Dimostrazione Protezione Civile
e Pompieri
Mostra Arte e Mestieri
Gonabili Maxi
Ore 12.00 Pranzo
Ore 15.30 Mostra Canina
Ore 20.00 Estrazione Premi
Sabato 17
Ore 19.00 Pizza in Piazza
Corsa Staffetta
Slata di acconciature e vestiti da sposa
Musica dal Vivo
4
G
ra
f
c
a
S
M
A
A
-
S
ta
m
p
a
D
B
S
R
a
s
a
i -
M
c
-
9
.1
1
Durante tutta la manifestazione, in piazza e lungo le vie del paese ci sar un percorso gastronomico con degustazione
di piatti tipici quali dolci, gelato, pane a base di Zucca. Artigiani con dimostrazioni degli antichi mestieri
Savino Berton
LAVORI EDILI
Via Bertoni, 4 - CAORERA Vas (BL) - Tel. e Fax 0439.789041
Cell. Savino 338.6375396 - Cell. Juri 335.1859250
ZuCCA SAntA BELLunESE
ISCRIttA
ALLELEnCO nAZIOnALE
pRODOttI AgROALIMEntARI
tRADIZIOnALI
Visitate il Museo del Piave Vincenzo Colognese della Prima Guerra Mondiale 1914-1918 dove sono operative 5 postazioni di volo simulato multimediale
Venerd 30 settembre 2011
Ore 18.00 Apertura stand gastronomico con specialit alla Zucca
Ore 19.00 presentazione piatti alla zucca
per concorso di cucina strada dei formaggi
e dei sapori delle dolomiti Bellunesi
Ore 20.30 Serata danzante con oscar e mery
Sabato 1 ottobre 2011
Ore 12.00 Apertura stand gastronomico con specialit alla zucca
Ore 17.30 Apertura Sagra della Zucca con la
Banda musicale citt di feltre
Ore 18.00 Apertura mostra dellartigianato ed esposizione zucche
Ore 19.00 Cena a base di Zucca e spiedo gigante
Ore 20.30 sfilata aBiti da sposa anni 50 - 70
Ore 21.30 Apertura serata danzante con B and g
Domenica 2 ottobre 2011
Ore 8.00 Esposizione ed apertura
mostra della zucca e dellartigianato
e delle macchine agricole. apertura stands
nelle vie del paese con specialit alla zucca
Ore 10.00 Santa Messa, accompagnata dalla
corale giovanissimi di rossano veneto
Ore 10.30 Lungo le vie del paese gli Antichi Mestieri con il gruppo tiveron
e intrattenimenti musicali con el canfin
Ore 12.00 Pranzo con specialit a base di Zucca e spiedo
In piazza e presso lo stand degli Alpini degustazioni
Ore 13.30 esiBizione artistica di scultura su zucca e spettacolo
per BamBini con esiBizioni di artisti di strada
Ore 16.00 premiazioni della:
zucca di forma pi originale, zucca pi artisticamente lavorata
zucca pi grossa, miglior composizione di zucche, zucca pi lunga
premio: strada dei formaggi e dei sapori delle dolomiti
Bellunesi al miglior piatto scelto dalla giuria
premio: concorso ricamo a macchina con tema sagra della zucca
Ore 19.00 Cena
COMunIt
MOntAnA FELtRInA
COMunE
DI VAS
pROVInCIA
DI BELLunO
gRuppO ALpInI
CAORERA
pRO LOCO
CAORERA
MAnIFEStAZIOnE InIZIAtIVA
REALIZZAtA COn IL COntRIButO DEL COnSORZIO
DEI COMunI DEL BACInO IMBRIFERO MOntAnO DEL
pIAVE AppARtEnEntI ALLA pROVInCIA DI BELLunO
REgIOnE
VEnEtO
MuSEO DEL pIAVE
Vincenzo Colognese
Consorzio Tutela
Zucca Santa Bellunese
Caorera - Belluno - Dolomiti
Benvenuti a
Caorera
Paese della
zucca

Controlla il numero di scadenza del
tuo abbonamento. Lo trovi
sulletichetta. Eviterai di perdere
qualche numero della rivista.
5
Daniela, la nostra bidella, andata in pensione!

Daniela Mazzier, dopo aver lavorato
come bidella nella scuola del Comune
di Alano per 28 anni ( stata anche a
Fener e a Campo), andata in pensio-
ne. Le maestre della Scuola Primaria di
Alano desiderano esprimere il loro rin-
graziamento per il servizio prestato con professionalit, passione e sensibilit spiccata nei confronti dei bambini.
Daniela ha condiviso con le maestre tutti i momenti della vita scolastica ed stata sempre una preziosa collabora-
trice per la risoluzione dei quotidiani problemi di ordine pratico e per lorganizzazione nelle attivit in cui cera biso-
gno di una presenza responsabile e versatile nelle competenze. Lultimo giorno di scuola, in giugno, stata salutata
con affetto e gratitudine dai bambini e dalle insegnanti della Scuola Primaria, tutti riuniti in cortile, con la canzone
Grazie a te. Alla signora Daniela, come la chiamavano i bambini, sono stati inoltre espressi segni di riconoscen-
za con disegni, poesie, un libro in foglio...nei quali si coglie il rapporto speciale che aveva con i bimbi, la cura con
la quale si occupava di loro. Prova ne sia il componimento degli stessi bambini a lei dedicato e che riportiamo di
seguito: Generosa e veloce / come un fiume che scorre / porta gli avvisi / fa le fotocopie / riordina le classi. / Sorri-
dente e precisa / come lorologio della chiesa / suona la campanella. / Gentile e paziente / come uninfermiera / cura
i bambini caduti in cortile. / Con la sua voce / come il vento caldo dellestate / chiama i bambini con nomi di gioia. /
la signora Daniela, / la nostra bidella.

I ragazzi alanesi al Giro delle Mura
Anche questanno il Comune di Alano di Piave ha voluto partecipare
al Giro delle Mura di Feltre, nel Miglio dei Comuni, gara riservata
ai ragazzi delle scuole medie della provincia e non solo. La
manifestazione si svolta sabato 20 agosto con partenza alle ore
21. Per le file di Alano hanno corso tra i ragazzi Mattia Dal Zotto,
Simone Zancaner e Alessandro Zancaner. La gara si subito
impostata su ritmi alti e ha visto passare al primo giro un gruppetto
di 10 atleti tra cui i nostri portacolori Mattia e Alessandro che, alla
fine, hanno tagliato il traguardo con il seguente piazzamento: al 6
posto Alessandro Zancaner con il tempo di 5 34, al 9 posto
Mattia Dal Zotto in 5 41 e al 32 posto Simone Zancaner. Per
quanto riguarda la classifica femminile troviamo al 33 posto Chiara
Pisan, al 42 Claudia Errandi e al 51 Alessia Troisi. A gara finita
il G.S. Alano ha offerto ad atleti, allenatori e genitori una cena in
compagnia presso il tendone dellorganizzazione. Io, in veste di
genitore e di assessore allo sport del Comune di Alano, colgo
loccasione per ringraziare prima di tutto i nostri giovani atleti per
limpegno dimostrato sia negli allenamenti che in gara. Inoltre un
ringraziamento particolare va agli allenatori Luca Meneghin, Claudio
Dal Canton, Andrea Zanella, Fabio Codemo e Stefano Pisan, che non mai mancato a nessun allenamento. Un
grazie da parte mia e di tutta lAmministrazione comunale.

Angelo Zancaner, assessore allo sport del Comune di Alano

P.S. Volevo inoltre ricordare a tutti la nuova iniziativa del Giro delle Fontane, una passeggiata non competitiva a-
datta a tutti, in programma il 25 settembre. Vi aspettiamo numerosi. Rammento infine lennesimo successo del no-
stro compaesano Mattia Rossi nelle bocce (un argento individuale nel progressivo, un oro a squadre). Aspettiamo
quasi sicuramente la sua convocazione per i prossimi Mondiali di Francia nei mesi di ottobre-novembre.

LETTERE AL TORNADO
6
I nostri sapori: unici ed eccezionali
di Beatrice Zanolla
Non sono una dietista , non sono uneducatrice dellalimentazione e neppure una chef;mi piace cucinare oltre ad esse-
re il mio passatempo preferito il mio lavoro e le deduzioni che ne traggo fanno parte del mio rapporto con il cibo.
Quando mi possibile cerco di orientarmi verso prodotti locali, sani, sfruttando i costituenti degli alimenti che la natura
ci offre possibilmente a coltivazione naturale, non biologica che ricordiamo non la stessa cosa. Cos ascolto, condivi-
do idee, pareri, consigli con cuochi, allevatori, coltivatori ristoratori, massaie buongustai e soprattutto faccio tesoro dei
consigli dei nostri nonni che, a mio avviso, sono un mare di saggezza. Lalimentazione non solo nutrimento, ma an-
che gioia per il palato. Gi nel 460 - 370 a. C. Ippocrate, medico greco, considerava il cibo la medicina fondamentale
delluomo. Il Veneto vanta di un infinit di prodottiIGP, DOC, DOP, STG, DOCG, IGT.
Questi sapori e tradizioni culinarie per fortuna stanno riprendendo piede, riportando i gusti e le ricette antiche, quasi a
voler sfidare le nuove tecnologie dei fastfood e dei piatti gi pronti rispetto ai quali ovviamente non c paragone. Pro-
prio su questo punto mi vorrei soffermare: mi rendo conto che siamo nellera di Internet (pi che giusto che la tecnolo-
gia vada avanti),della globalizzazione, dei FastFood, dei McDonald tutto americanizzato. Ma se parliamo di sapori
tradizionali non possibile entrare in una trattoria con piatti locali e sul men leggere: Quiche Lorraine ai profumi di
bosco. Ma cosa significa ma che bosco forse la Provenza? Non sarebbe pi semplice dire frittatina ai bruscan-
doi? E ancora ho trovato scritto: funghetti in letto di mais, ma perch non scrivere polenta e finferli, e gi ci viene lac-
quolina in bocca. Se un piatto tradizionale o locale lasciamogli anche il nome originale. Secondo il mio punto di vista
mantenere la tradizione, il rispetto, il sapore del piatto mantenere anche il nome originale, possibilmente nella forma
dialettale locale. Perch BED & BREAK FAST? Ma perch non dire camera e prima colazione con sapori locali e gi ci
viene voglia di andare in vacanza. Pare sia quasi impossibile pensare o formare una frase senza un pensiero, senza
una parola straniera; parlano di eliminare comuni, regioni, spostare le festivit; delle nostre tradizioni e del nostro italia-
no che ne sar? Tra qualche decennio rester forse un vecchio ricordo come stato con la lira? bello apprezzare un
prodotto da qualsiasi paese regione o etnia provenga, ed altrettanto giusto ricordare che ci sono dei sapori, profumi
unici ed eccezionali anche nella nostra regione. Numerosissimi sono prodotti pregiati agroalimentari delle nostre mon-
tagne bellunesi, quelli naturali per tradizione dei nostri anziani agricoltori e i prodotti caseari delle ormai ultime malghe
rimaste. Per fortuna c ancora qualche giovane innamorato della montagna che mantiene consapevolezza e limpor-
tanza del mangiare naturale genuino, sano e si sta orientando verso questo settore agricolo. Speriamo che la spietata
burocrazia e le tante inutili leggi a volte poco coerenti con i fatti non demoralizzino e demotivino tanto entusiasmo. Du-
rante qualsiasi campagna elettorale sono tutti bravi a promettere mari e monti per aiuti finanziari, agevolazioni per sti-
molare e spingere i giovani verso questa alternativa dellimprenditoria di nuova generazione. Finita la campagna fini-
scono anche le promesse e le parole, ma dei fatti resta poco assai. Una piccola parentesi sui prodotti spontanei che le
nostre montagne ci offrono; in ogni periodo, dallinizio primavera fino allautunno inoltrato e anche dinverno. Sembra
che per i boschi ci siano solo funghi e di altro non si parla invece troviamo una quantit infinita di germogli, radici,
piante, erbette, bacche, fiori e frutta per arricchire la nostra tavola, insaporire i nostri piatti e deliziare i nostri palati. Non
tralasciamo linfinito mondo di erbe e piante officinali che venivano usate un tempo per fini curativi. Oggi questi prodotti
sono usati per gli stessi scopi in omeopatia, nella cosmesi, ma difficilmente in maniera naturale, biologicamente modifi -
cati subendo poi trattamenti di lavorazione industriale perdendo cosi gran parte delle propriet curative. Da qualsiasi
pianta, corteccia, resina, foglia o frutto i nostri nonni riuscivano a trarne il beneficio appropriato: alimentare o curativo.
Pochi di noi hanno una buona conoscenza della grande quantit e qualit dei prodotti di erbe officinali locali, gran parte
posseggono un sapere limitato o molto limitato come il mio perch anchio nellet in cui potevo farne tesoro, tramite
linsegnamento dei nonni, anziani del paese o zii ero attratta (come quasi tutti quelli della mia generazione) dal mirag-
gio della novit tv, degli spot dello schermo, dalle illusioni a stelle e strisce e da tutto ci che era comodo, pronto, bello
e facile. Ora per siamo attratti dai prodotti naturali e nostrani cos corriamo in erboristeria per una semplice tisana ri-
lassante, ci rechiamo allagriturismo per un risottino ai bruscandoli, per un pasticcio alle ortiche, una crespella agli
asparagi selvatici, per tre lumachine e paghiamo un occhio della testa e poi ne paghiamo un altro per smaltire tutto ci
in una palestra con aria condizionata, mentre con una passeggiata salutare tra i prati, i mughi e pini i nostri vecchi ac-
contentavano la linea e il palato. E comunque preferibile non improvvisarsi micologi o botanici potrebbe costarci la pel-
le e evitiamo anche se possibile inutili razzie a discapito dellambiente. La conoscenza e la saggezza dei nostri nonni
se ne andata con loro lasciandoci solo una minima parte di tanta ricchezza, saggezza e tradizione. Credo sia impor-
tante salvare e valorizzare quei meravigliosi prodotti tipici che la nostra terra e regione ci offre. Mi soffermo per il mo-
mento nel bellunese. Ci sono uninfinit di prodotti noti e meno noti ma tutti altrettanto meravigliosi. Molti di questi te-
nendoli come alimento base si prestano benissimo alla preparazione di un men completo dallantipasto al dolce. Vale
la pena ricordare: la noce feltrina, la mela prussiana di Faller, la zucca santa bellunese, la patata di Cesiomaggiore,
fragola delle dolomiti, mais Sponcio, fagiolo di Lamon, fagiolo Gilet, patata cornetta, ecc. Inoltre tanti altri prodotti ca-
seari come il formaggio Piave, prodotto DOC, la ricotta affumicata, bastardo del Grappa, il pastin, tradizionale impasto
della salsiccia, per non insaccato. Ma presentiamone uno alla volta:
Il fagiolo di Lamon un borlotto arrivato nel bellunese intorno al 1530 dal Sud America precisamente dai paesi andini.
Ha trovando un habitat eccezionale proprio nellaltopiano lamonese e Sovramonte, il terreno fertile, la notevole escur-
sione termica tra il giorno e la notte il continuo ricambio di aria evita la formazione di nebbia, laria rimane asciutta
arieggiata evitando cos una percentuale alta di cellulosa e mantenendo una buccia molto morbida tenera ed proprio
questo fattore che d la specificazione del prodotto. La zona di produzione delle sementi obbligatoriamente unarea
limitata tra laltopiano di Lamon e Sovramonte. La coltivazione invece si estende tra i comuni della comunit montana
feltrino, bellunese e Valbelluna. La tradizione dice che la semina andrebbe effettuata il 3 maggio, giorno di Santa Cro-
ce, la fioritura va dal rosa tenue al rosa vinato. La raccolta inizia verso la met di agosto. Nel 1996 la CEE certifica il
prodotto IGP. Sono ben 4 i tipi di fagiolo che il lamonese vanta:
Spagnol: Il baccello ha striature rosa molto intenso contiene 4/5 semi di forma ovoidale, le caratteristiche striature ros-
so vino con una buccia molto tenera sapore aromatico ottimo insalata
Spagnolet: il pi ricercato per la delicatezza del gusto per la sua buccia tenerissima ottimo per antipasti e contorni, pi
piccolino del precedente ha forma rotondeggiante a botte con striature rosso brillante su fondo bianco. Anche questo
LETTERE AL TORNADO
7
baccello contiene 4/5 semi. Questa variet ha anche una versione non rampicante ma bassa uguale allaltro solo un
po pi piccolino e la buccia ancora pi tenera per cui si adatta maggiormente a passati e creme.
Calonega: il pi grande di tutti una forma un po schiacciata a barchetta con le tipiche striature rosso vivo il baccello
contiene 5 / 6 semi il suo gusto ci ricorda un po le castagne e si adatta molto a minestre creme e passati
Canalino: di ottima resa perch il suo baccello contiene 6/7 semi con striature rosso cupo tendente al nero forma ovoi-
dale di gusto molto gradevole ma un po meno ricercato e utilizzato a causa della buccia molto spessa e consistente.
Questo legume essendo ricco di proteine anche se vegetali molto importante per unalternativa alla carne per i vege-
tariani. Inoltre contiene glucidi, fibre, potassio, fosforo, ferro, vitamina A, vitamina C. Per la delicatezza ed il sapore ten-
dente al dolce possiamo abbinarlo ad un vino bianco o rosato fruttato asciutto con una buona freschezza come un To-
cai italico (dei colli Berici ed Euganei, Tocai di Lison e vini del Piave)
Ricordiamo che ogni anno il terzo fine settimana di settembre a Lamon si svolge la meravigliosa manifestazio-
ne del fagiolo; questanno il 16 17 18 settembre.
Infinite sono le ricette dalla pasta e fagioli, tagliatelle con salsa di fagioli, tortelloni ripieni di crema di fagioli, ecc
Vediamo ora una ricetta semplice ma succulenta: un antipasto.
Prossimamente parler della mela prussiana di Faller di Sovramonte.
Antipasto sfizioso:
fagioli secchi 300 gr; una cipolla; pancetta a dadini 100 gr.; pancetta stufata 80 gr,; 4 /5 foglie di verza scottata, un cuc-
chiaio o due di polpa pomodoro. Olio,sale, pepe, peperoncino, grana padano
Prepariamo i fagioli in ammollo la sera prima, li lessiamo facendo restringere quasi tutto il brodo di cottura. Ora sempli-
cemente li prepariamo alluccelletto: facciamo un soffritto con la cipolla aggiungiamo e la pancetta aggiungiamo i fa-
gioli con il loro brodo molto ristretto lasciamo andare un po aggiungiamo la polpa di pomodoro, sale, peperoncino la-
sciamoli asciugare. Metterli poi nel frullatore, aggiungere 2 cucchiai di grana padano grattugiato. Frullare il tutto molto
bene, deve risultare una purea soffice, ma consistente. A parte prepariamo un foglio di pasta sfoglia (splendido se fat-
ta in casa e con burro di malga) mettiamolo gi sopra la carta forno distribuiamo sopra le foglie di verza (avendo tolto
la parte pi dura fibrosa) tanto da coprirlo lasciando scoperto un cm dai bordi saliamo e pepiamo, mettiamo sopra la
purea di fagioli, livelliamo, copriamo con le fettine di pancetta stufata, arrotoliamo tanto da formare un salame, uno
strudel, spennelliamo con uovo, buchiamo, inforniamo a 180 gradi per 30 minuti circa. Lasciamo raffreddare, tagliamo
a fettine, mettiamo su un vassoio, gratiniamo con sopra scagliette di ricotta affumicata. Servire caldo.
LETTERE AL TORNADO
Area picnic di Schievenin: il grazie di Lilia
di Fulvio Mondin
L'area pic nic di Schievenin dal mese di maggio gestita dalla
nuova associazione "Rivivi la valle" che subentrata alla
gestione di Lilia Jimenez Urrego che, abitando di fronte allo
spazio destinato allo svago, aveva accettato di gestirlo. "Avevo
preso in gestione l'area pic-nic - esordisce la simpatica signora
di origini sudamericane ma residente a Schievenin da molti anni
- fin dalla sua inaugurazione avvenuta il 15 agosto del 2003.
L'area stata frequentata da tantissima gente che ha sempre
manifestato apprezzamento sia per il posto che per la gestione.
L'esperienza mi servita ad approfondire la mia conoscenza
della lingua italiana e a trasmettere ai frequentatori notizie e
peculiarit sulla valle di Schievenin. In sostanza ero diventata
un piccolo ufficio turistico. Mi sia consentito di ringraziare l'allora
sindaco Bruno Zanolla, il suo successore Sante Curto e l'ex
assessore Alberto Coppe che tanto hanno fatto per mettermi a
mio agio all'inizio e nel proseguio di questa esperienza, l'ufficio
tecnico e l'amministrazione comunale. Anche con la collabora-
zione di mio marito Piero e dei miei figli Erik e Jimmy ho potuto
raggiungere questo obiettivo. All'inizio di quest'anno ho deciso
di non rinnovare l'accordo per motivi personali, ma ho dato la mia
disponibilit alla nuova associazione a collaborare per quanto potr e
auguro ai nuovi gestori di avere le soddisfazioni che ho avuto io". Fra i
principali frequentatori dell'area pic-nic c' il gruppo alpini di Caselle
(TV) del quale capogruppo Luciano Perin. "Schievenin - spiega
Perin - sempre nei nostri pensieri perch l'acqua che beviamo in
gran parte del trevigiano proviene proprio da questa valle. Ci dispiace
che Lilia abbia preso questa decisione perch ci ha sempre accolti, a
volte numerosissimi, con il suo immancabile sorriso e non ci ha mai
fatto mancare nulla. Una volta all'anno facciamo proprio un incontro
del gruppo a Schievenin, ma molti di noi vengono spesso con amici o
con le loro famiglie. La gentilezza, l'accoglienza e la disponibilit
riservataci da Lilia ad ogni nostro ritorno dava un tocco di ulteriore
bellezza a questo fantastico ambiente valligiano". (In foto: alcuni
momenti della gestione dellarea)
8
I ladri hanno segato con un flessibile la grata di una finestra laterale.
Il titolare Oscar Stramare: Sono stati rubati pezzi per un valore di oltre 10mila euro
Fener, razzia di occhiali alla Due Esse
di Fulvio Mondin

Unamara sorpresa ha accolto Oscar Stramare, titolare del centro ottico Due Esse di Fener, al rientro dalle ferie. Nella
notte scorsa (venerd 19 agosto, ndr), infatti, i ladri hanno preso di mira il negozio dal quale hanno asportato montature di
occhiali e materiale ottico per un valore di oltre 10 mila euro. Ieri mattina infatti l'ottico, che avrebbe dovuto riaprire il ne-
gozio marted, stato avvisato dal fratello (che giornalmente passava a controllare che fosse tutto a posto) che i ladri nel-
la notte avevano svaligiato gli scaffali. Cos Stramare non ha potuto che appurare quanto gli era stato riferito. Ma i malvi-
venti non si sono limitati a rubare le montature in mostra ma hanno fatto piazza pulita anche di lenti e occhiali ordinati dai
clienti e pronti per la consegna. Sul posto intervenuta una pattuglia dei carabinieri. Alquanto semplici le modalit usate
per entrare nel negozio. Con un flessibile sono state segate le sbarre della grata che protegge una finestra sul retro del
negozio e, dopo averle piegate, i ladri hanno scassinato la finestra e sono entrati. Fortunatamente - ha spiegato il titola-
re - non sono riusciti a portare via i macchinari in quanto questi sono saldamente ancorati ai banchi. Sempre a detta di
Stramare i ladri avevano studiato bene il posto, prova ne che hanno scassinato la finestra dalla parte dei cardini e non
da quella della chiusura dove avrebbero sicuramente incontrato maggiore resistenza. Larea non nuova ad episodi ma-
lavitosi: lo stesso centro ottico Due Esse` era stato gi visitato dai ladri nel 2006 e qualche mese fa era stato ripulito an-
che ladiacente negozio di abiti da sposa di Rosanna Mazzocco. I due titolari sono concordi nel pensare che si tratti di fur-
ti su commissione e il materiale rubato venga poi smerciato su mercati esteri. Sembra che i residenti attorno al negozio
non abbiano udito rumori spetti ma sia Stramare che Mazzocco si chiedono come i ladri possano aver segato quattro
sbarre con un flessibile senza che nessuno ne abbia sentito il rumore da quanto si potuto appurare pare che lallarme
del negozio abbia suonato almeno fino a quando non stato disattivato dai ladri (da Il Gazzettino di domenica 14 ago-
sto 2011).

Cinquanta soci del bacino n. 10 hanno scritto una lettera al presidente Ongaro
e allassessore provinciale De Zolt. Fabio Faccinetto, di Campo, portavoce della protesta.
Pescatori in guerra: Pochi investimenti!
di Fulvio Mondin

Con una lettera inviata al presidente del bacino di pesca n.10, Mario Ongaro di Feltre, e allassessore provinciale per la
caccia e la pesca Silver De Zolt, una cinquantina di pescatori segnalano alcuni seri problemi che gravano
sullassociazione creando un pesante malcontento. A riassumere i contenuti della missiva anche per conto degli altri
firmatari Fabio Faccinetto. Il malcontento - spiega Faccinetto - parte dl fatto che a inizio stagione i fondi accantonati
provenienti dalle quote versate dai soci ammontavano a 42mila euro che, a nostro avviso, sono una cifra esorbitante da
tenere in cassa e che invece dovrebbe essere in gran parte utilizzata per attuare un piano di ripopolamento veramente
importante per le nostre acque. Noi - prosegue Faccinetto - non abbiamo dato al presidente mandato per creare una
banca dei pescatori e pertanto, in un momento di penuria ittica come questo, vorremmo che i nostri soldi venissero utiliz-
zati per ripopolare i fiumi e i torrenti che tanto ci stanno a cuore. Pur nella consapevolezza dell'esistenza di problematiche
riguardanti i cormorani, le piene distruttive che eliminano la ripopolazione naturale, i cantieri in alveo, i prezzi elevati e le
difficolt di reperimento degli avannotti di marmorata, siamo convinti che fondamentale investire i nostri soldi nel novel-
lame perch un fiume mantenuto in vita artificialmente con sole iridee adulte che durano s e no una settimana ci fa senti-
re pescatori di laghetti a pagamento. Pur nella consapevolezza che l'amministrazione provinciale non ha ancora comuni-
cato i dati delle catture del 2010 mettendo in difficolt il direttivo nellattuazione di un serio piano di ripopolamento, cre-
diamo che le 200 scatole Vibert utilizzate per il ripopolamento di torrenti devastati, come ad esempio Tegorzo, Sonna,
Colmeda e Stizzon, siano inconfutabilmente insufficienti. Quello che chiediamo pertanto a gran voce al presidente - con-
clude Faccinetto - di esercitare un repentino cambio di rotta seguendo lesempio della confinante riserva Mediopiave
(da Il Gazzettino di domenica 21 agosto 2011).




Comunicazioni dellAmministrazione di Alano
LAmministrazione Comunale di Alano comunica di essere sempre a disposizione dei cittadini negli orari di ricevimento
per qualsiasi problema essi vogliano sottoporre.

Si avverte altres che eventuali lettere anonime non saranno prese in considerazione, ma immediatamente cestinate.

Si informa infine che il ricevimento del mercoled mattina del sindaco, come anticipato a suo tempo, dal mese di
settembre stato momentaneamente sospeso. Il sindaco ricever i cittadini che lo desiderassero nei giorni di gioved,
dalle 17.00 alle 18.30, e di sabato, dalle 10.00 alle 11.30. Per eventuali urgenze, il sindaco rimane comunque disponibile
anche al di fuori degli orari di ricevimento.

Il sindaco di Alano, dott.ssa Amalia Serenella Bogana

CRONACA
LETTERE AL TORNADO
9
ALPINI
Commemorazione delle Medaglie d'Oro
Valderoa 16/17 luglio 2011

Sabato 16 luglio, levataccia per gli
Alpini di Tradate che da oltre 20
anni si ritrovano in Monte Grappa
per onorare la Medaglia d'Oro al
Valor Militare Alpino Gianluigi Zucchi, caduto eroicamente sul Valderoa il 15 gennaio 1918. Nonostante il tempo decisa-
mente autunnale, stato raggiunto il cippo, posto in cima al Valderoa, per depositare la corona d'alloro e rendere gli Ono-
ri all' Eroe fanciullo; come sempre accade, un momento di commozione prende chi raggiunge il luogo dove egli mor,
quei tragici momenti e il suo altruistico gesto ti rendono orgoglioso di appartenere alla grande famiglia alpina, pensare a
questi nostri Eroi che hanno dato la foro vita per conquistare la libert. Dopo aver deposto la corona, resi gli Onori e scat-
tate le foto ricordo siamo scesi, un veloce pasto da Giuliano dove, nel frattempo, erano giunti anche gli Alpini di Trieste,
scambio di saluti, ci si vede dopo, e salita al Sacrario del Grappa, dove una nebbiolina ovattava tutta la sommit renden-
do il posto quasi irreale, una preghiera presso la lapide con inciso il nome del nostro Eroe per poi tornare in malga Cam-
paroneta. Domenica 17, alle ore 10.30 nella Conca delle Medaglie d'Oro, inizia la cerimonia, molti gli Alpini, il nuovo Sin-
daco di Alano di Piave e in rappresentanza dellAmministrazione comunale di Tradate lassessore Fratus, Don Alessan-
dro che officia la S. Messa, al termine i discorsi delle autorit civili e militari, per poi ritrovarci in Camparoneta per il pran-
zo, come sempre ottimo e abbondante. Purtroppo tutte le cose belle hanno un termine, domani luned e si ricomincia
a lavorare, i saluti e le strette di mano non si contano, un arrivederci al prossimo luglio, anzi no prima ci si vede a Bolzano
per l'adunata, mi raccomando, scendendo un ultimo sguardo al Valderoa, tra una nuvola e l'altra ti sembra di scorgere il
tricolore issata sabato, o forse solo un raggio di sole che fa risplendere ancora di pi le Medaglie d'Oro, ... arrivederci al
prossimo luglio.
gli Alpini di Tradate


10
LETTERE AL TORNADO
Non sprecate le vostre energie
Risparmio energetico, produzione di energia da idroelettrico e biomasse a filiera corta protagonisti del seminario Il Fu-
turo energetico - Linee guida del progetto Grundtvig Non sprecate le vostre energie che gioved 21 luglio a Villa Patt
di Sedico ha visto confrontarsi sul tema enti locali con testimoni internazionali e lassessore provinciale Bruno Zanolla
anticipare i contenuti del primo Piano Energetico della Provincia di Belluno. Quello dellenergia un tema importante,
infatti, con cui chiamato a confrontarsi con sempre maggiore urgenza anche il territorio bellunese non solo in termini
di risparmio energetico, ma anche di produzione di energia. Limpegno nella riduzione dei consumi, da quelli domestici
a quelli industriali sarebbe a detta dei relatori solo una delle carte per garantire nel prossimo futuro gli standard di vita e
sviluppo cui siamo abituati da decenni. Di qui la necessit di ragionare fin da ora per pianificare lottimizzazione delle
fonti di produzione, comprese quelle locali, e indirizzare il consumo verso modalit sostenibili a partire dalle scelte di
tutti i giorni, come quella di elettrodomestici a basso consumo, e anche a lungo termine utilizzando, per esempio, invo-
lucri da costruzione ad alta resa energetica. Consapevole di queste necessit, lassessorato alle Politiche Energetiche
della Provincia di Belluno, Bruno Zanolla, ha organizzato lo scorso 21 luglio lincontro dedicato alle varie tematiche e-
nergetiche, dal risparmio alla gestione dei conflitti di interesse ambientale-energetico fino allanticipazione del primo
piano energetico ambientale (Peap) della nostra provincia, tenuto a battesimo dal titolare del referato provinciale.
Riuniti allo stesso tavolo, i rappresentanti delle realt produttive del territorio, dalle associazioni di categoria agli ordini
professionali, si sono confrontati con i docenti delle Universit di Padova, Stoccarda e i responsabili del consorzio Bim
Piave, distretto per le Energie Rinnovabili e progetto Energia della Regione Veneto contribuendo a delineare il futuro
della nostra provincia riassunto in tre parole chiave: risparmio, filiera corta per le biomasse e potenziamento
dellidroelettrico. Oltre alle buone norme proposte dal progetto Grundtving Non sprecate le vostre energie, coordi-
nato dalla societ Terra ha spiegato Zanolla -, la partita pi importante la giocheremo, anzi la stiamo gi giocando
con questo primo Peap con la chiusura dei cicli energetici a livello locale. In Italia, di fatto, lenergia costa mediamente
una volta e mezzo pi che negli altri paesi europei e, alla luce dei risultati dellultimo referendum, potrebbe paventarsi
anche il rischio di un ulteriore aumento del caro energia. Il pacchetto clima-energia, Due volte 20 per il 2020, pro-
mosso dalla Comunit Europea, vorrebbe il nostro paese arrivare per il 2020 al 17% del consumo di energia da fonte
rinnovabile. In questo quadro, lesigenza di coniugare la produzione di risorse con il beneficio di Comuni, Comunit
Montane e cittadini sarebbe ormai una necessit secondo lassessore provinciale. La situazione energetica attuale im-
porrebbe al bellunese, infatti, una scelta obbligata verso lenergia da biomasse, prodotte per in loco con vantaggi sia
economici sui costi di produzione che ambientali, grazie alla migliore gestione del patrimonio boschivo. Il cavallo su cui
puntare per il futuro energetico bellunese rimarrebbe, per, lidroelettrico i cui benefici, di fatto, non si limitano alla pro-
duzione di energia, ma ricadono sul territorio sotto forma di opere di manutenzione e messa in sicurezza, finanziate
grazie ai canonici idrici. Oggi pi che mai, quindi, spetta a noi chiudere la partita energetica per garantire alla nostra
provincia il futuro che merita e per farlo necessario il contributo di noi tutti ha concluso il rappresentante di palazzo
Piloni.
Comunicato stampa dellassessorato provinciale alle politiche energetiche
COMUNE DI QUERO
SERVIZIO TECNICO
SPORTELLO PRONTO COMUNE
dal 16 AGOSTO 2011 attivo un nuovo mezzo di comunicazione per i cittadini per inviare segnalazioni alla
amministrazione:
E' attivo il nuovo servizio "PRONTO COMUNE" promosso dall'Amministrazione comunale di Quero.
Lo scopo del servizio quello di dare una risposta trasparente alle segnalazioni pervenute da parte della
cittadinanza , la quale potr quindi partecipare attivamente e collaborare con il Servizio tecnico al fine di mantenere
in ordine il nostro Comune!


Attraverso alcuni numeri dedicati possibile infatti inviare comunicazioni sotto forma di fax, telefonate vocali,
email, segnalando* alcune problematiche che si dovessero riscontrare sul territorio relativamente a:
problemi impianto pubblica illuminazione;
manutenzione strade e piazze;
manutenzione cimiteri;
manutenzione verde pubblico;
atteggiamenti di incivilt e molestia;
interventi per la sicurezza stradale;
problemi legati alla gestione dei rifiuti;
(* non verranno accettate segnalazioni anonime o riferite ad interventi generici)

Tutte le segnalazioni pervenute vanno registrate e successivamente vengono smistate all'unit organizzativa di
riferimento per una celere risoluzione del problema. E' previsto un monitoraggio in continuo delle segnalazioni e
l'invio di una risposta al segnalatore una volta eseguito lintervento.

N NU UM ME ER RI I D DI I R RI IF FE ER RI IM ME EN NT TO O D DE EL L S SE ER RV VI IZ ZI IO O
E Em ma ai il l: : p pr ro on nt to oc co om mu un ne e. .q qu ue er ro o@ @f fe el lt tr ri in no o. .b bl l. .i it t
T Te el l: : 0 04 43 39 9 7 78 81 18 83 30 0 o op pp pu ur re e 0 04 43 39 9 7 78 81 18 82 23 3 0 04 43 39 9 7 78 81 18 83 31 1 F Fa ax x: : 0439 787584
11
Quattro generazioni
al servizio della produzione
di vini di alta qualit
www.vinibiasiotto.it
Azienda Agricola Biasiotto s.ag.s.
Via Piave, 16 - 32030 VAS (BL)
Tel. 0439 788000 - Fax 0439 787734
email: info@vinibiasiotto.it
Biasiotto pag pp lug08.indd 2 23/07/2008 10.30.40

SI PU CAPIRE L'ITALIA?
MUSICA, POESIA, CINEMA E STORIA PER ESPLORARE LE NOSTRE RADICI

PROGRAMMA

Gioved Vas Sala consigliare ore 20.30
29.09.2011 Tricolore e Risorgimento
Il professor Giovanni Perenzin racconta la storia della Bandiera italiana
Gioved Segusino Sala G. Zancaner ore 20.30
06.10.2011 Noi credevamo
film sul Risorgimento di Mario Martone (novembre 2010)








Alano di Piave Quero Segusino Vas

Biblioteche di
ALANO DI PIAVE
QUERO
SEGUSINO
VAS
ATTUALIT
12
Riaperti il Caff Speranza di Alano
con il ritorno di Mercedes Zancaner
di Sandro Curto
A volte ritornano! Non si tratta solo dei politici, ma
qualche volta anche dei baristi. Nel nostro caso di
Mercedes Zancaner che, da qualche settimana, ha
riaperto quello che per tanti anni stato il bar di fami-
glia, il Caff Speranza in piazza Martiri ad Alano. In
questo locale vi aveva gi trascorso una vita, arrivan-
dovi da ragazzina e restandovi fino al 1989, quando il
matrimonio e la successiva maternit lavevano indotta
a lasciare la gestione, andata al maestro Domenico
Scopel per quasi un ventennio e poi, negli ultimi due
anni, a Yari Grigoletto. Dopo alcuni lavori di
ammodernamento, il Caff Speranza stato
inaugurato domenica 28 agosto. Sar aperto dalle
06.30 del mattino alle 02.00 di notte con chiusura
settimanale il gioved. Per gli appassionati di calcio
sar possibile seguire le partite trasmesse da Sport
Premium. Per maggiori informazioni telefonare allo
0439/776203. (Foto di Silvio Forcellini).


e la bottega di Mischiari di Segusino
con la gestione di Eleonora Mionetto
di Silvio Forcellini

Sono sempre le migliori che ci lasciano! La
dipartitadal Supermercato Putton di Fener di
Eleonora Mionetto (che i nostri lettori ricorderanno
senzaltro anche per la sua rara abilit nel decorare
bottiglie in vetro, vedi Tornado n.563) ha gettato nello
sconforto i suoi innumerevoli ammiratori. Ammiratori,
per, che potranno consolarsi semplicemente attraver-
sando il Piave e andando a Segusino, dove Eleonora -
coadiuvata dalla sorella Vittoria - ha da poco rilevato il
negozio di alimentari sito in localit Canton, tra via
San Rocco e via Matteotti. Negozio che tuttora di
propriet di Franco Mischiari, che lo aveva gestito
personalmente dal 1980 al 2004 (mentre dal 1970 al
1980 aveva svolto la medesima attivit commerciale in
un negozio a una decina di metri dallattuale). Dopo
Franco Mischiari, dal 2004 e fino a qualche settimana
fa, il negozio era invece stato gestito da Franca
Corrado. Eleonora e Vittoria Mionetto, originarie di
Ron, lo hanno inaugurato ufficialmente domenica 28
agosto, con la benedizione di don Luigi Dalla Longa, parroco di Vas e amico di famiglia, e con un ricchissimo rinfresco nel
quale spiccavano le strepitose torte di mamma Silvana. Che altro aggiungere se non tanti tanti tanti auguri di buon lavoro
a Eleonora e Vittoria (Foto di Silvio Forcellini).


Avvistamenti
di Silvio Forcellini
Dopo lanaconda a Segusino e il canguro ad Alano e Quero, con tanto di cartelli segnaletici
posizionati in localit Fol e lungo la strada che collega Campo a Schievenin, in questa calda
estate ci sono stati altri avvistamenti particolari nella nostra zona. Il Tornado in grado di
pubblicare, in esclusiva, la foto di uno strano animale che - secondo una nostra fonte molto
attendibile - stato avvistato ad Alano, in via Monfenera: si tratta di un raro esemplare
diOrsetto Algida !!!


CRONACA
13
CRONACA



RUBRICA DI FOLKLORE LOCALE E PATRIOTTICO A DENOMINAZIONE DI ORIGINE INCONTROLLABILE
VENTITREESIMA PUNTATA A CURA DI PROCOPIO COLETTI
QUANDO NEL BROLO FIORIVANO I GAROFANI
Delle belle Feste
popolari dellAvanti
realizzate nel brolo
di piazza Martiri se
ne parla ancora,
anche se non se
ne fanno pi da
ventanni. Il brolo
le ha ospitate dal
1968 al 1990, per
ventidue annate di
seguito. LIdeatore,
lorganizzatore, la
vera anima della festa stato Orazio. Questo merito gli va
riconosciuto fuori di ogni discussione, perch mettere insieme un
organizzazione cos efficiente e sempre impeccabile stata una
faticaccia che lui si sempre sobbarcato in prima persona. Ci
riuscito grazie al suo entusiasmo e alla sua caparbiet, ma anche
perch ha saputo scegliersi uno staff di collaboratori efficiente e
disponibile, costituito da compagni di partito e da simpatizzanti. Si
costruirono di sana pianta capannoni, stand, tavolate, panchine,
impianti per mostre, unampia pista da ballo, unefficiente cucina.
Ogni anno la superficie occupata aumentava, fino a invadere quasi
la met del brolo; ogni anno il lavoro di preparazione e di
allestimento iniziava almeno tre mesi prima, perch gli adempimenti
erano infiniti: permessi, Siae, prenotazione dei complessi musicali,
rifornimenti, programmi, manifesti, pubblicit, reperimento premi per
la grande lotteria, allacciamenti, addobbi. Spesso ci si impadroniva
anche della antistante piazza, quando in programma cerano la
corsa degli asini, la corrida, le cacce al tesoro, le gare sportive. La
festa ospitava anche interessanti mostre come quella,
apprezzatissima, delle vignette (oltre 250) dedicate a Sandro
Pertini, un settore giochi per i bambini, le gare di pittura, la
cuccagna, lo stand dei libri, lenoteca, eccetera. Anche la cucina era
particolarmente curata, e i prezzi sempre contenuti.
Ogni anno, finita la festa, il brolo si leccava mestamente le ferite
inferte da migliaia e migliaia di piedi che avevano lasciato, al posto
dellerba, una landa desolata. Ma una volta ripulito e liberato dalle
attrezzature, il prato riprendeva lentamente la sua funzione di
polmone verde e si preparava per lestate successiva, pronto ad
accogliere di nuovo la marea di allegri visitatori. Poi, allinizio degli
anni Novanta, fu presa la dolorosa decisione di sospendere la festa.
I costi erano diventati insostenibili, la fatica si faceva ogni anno pi
gravosa per chi ormai da ventanni rinunciava alle ferie e sacrificava
il riposo con generosa abnegazione. Orazio, daltra parte, era ormai
impegnato a tempo pieno nella conduzione del Comune e della
Comunit Montana, e il ricambio della squadra era sempre pi
problematico. Cos i cancelli del brolo, a partire dal 1991, non si
riaprirono pi.
Questo triste avvenimento era forse un presagio di ben pi dolorosi
sconvolgimenti che di l a poco avrebbero scompaginato il mondo
della politica ed in particolare il partito socialista. Grosse nuvole,
minacciose da tempo, si addensavano allorizzonte, e a scongiurarle
non valsero la trepidazione e le speranze di chi aveva creduto e
tanto si era generosamente sacrificato. Un impietoso vento di
tempesta pieg per sempre i garofani che per tanti anni erano fioriti
nel brolo, e non pieg soltanto loro.
Piero

Nelle foto che seguono, alcune immagini (quasi tutte firmate
Resegati) delle feste dellAvanti tenutesi nel brolo, che vi propongo
senza alcun ordine cronologico.

14
Il cippo di Cinespae quello di Fener
di Silvio Forcellini

In questa pagina pubblichiamo due foto (a sinistra e al centro) relative al
recupero del cippo o lapide che si trova in Cinespa, di epoca fascista e che
fa riferimento a imprese eroiche nel corso della Prima Guerra Mondiale.
Come ci ha dichiarato Doimo Codemo, uno dei responsabili del recupero,
il cippo si trovava in situazione di degrado, coperto dalla vegetazione, in-
taccato dalle muffe ed illeggibile. Lattivit ha richiesto numerose giornate
d'intervento con inizio gi nello scorso anno, con la preparazione iniziale del sito. Il ripristino stato concluso il 15
agosto 2011 dai cacciatori e da alcuni professionisti, amici volontari, tutti frequentatori della casera di Cinespa, in
territorio alanese.

Durante il ripristino di queste settimane, qualche teppista - e non vorrei definirlo diversamente - ha creato danni al-
la lapide con dei sassi, proprio dove stavamo riscrivendo le parole. Anche le lapidi o i cippi - ha concluso Doimo con
un po di amarezza per latto vandalico - sono e fanno parte della nostra storia e dovrebbero essere rispettate o al-
meno non usate per dimostrare la propria ignoranza o incivilt.

Dopo il paziente recupero, sul cippo di Cinespa ora leggibile la seguente iscrizione: Negli anni 1917-1918 su
queste aride quote, Termopili del Grappa e della Patria in armi, alpini e artiglieri alpini del III raggruppamento
scrissero col sangue una pagina eroica che splende nel tempo di luce immortale. I camerati dArma, gli scarponi
della sezione di Crespano, esaltando gli eroi ai giovani ne additano il nome e lesempio. 4 agosto 1934, anno 12
dellera fascista.

E restando in tema, un nuovo cippo fa ora bella mostra di s presso il cimitero di Fener, posizionato nel prato adia-
cente da Stefano Dal Canton e Vittorio Solagna, della squadra esterna del Comune di Alano, e da Luca Magnani,
vigile comunale. Il masso era franato sulla strada che collega Campo a Schievenin alla fine di luglio, tanto che la
strada era stata chiusa al traffico per qualche giorno. Ai dipendenti comunali venuta la bella idea di farne un og-
getto di arredo urbano, che possiamo ammirare nella terza foto (a destra).



Cinespa
di Giorgia Lubian


Nel silenzio di questi monti
Si formano pensieri lievi
Come ragnatele sospese
Tra i raggi di sole.
La vita ha il respiro del vento
E l'odore del sottobosco.

La terra quieta
E cerca


Senza fretta
Di guarire le ferite
Di una guerra lontana.

Pi saggia di ogni uomo
La montagna tace
E tacendo rivela
L'inutilit degli affanni
Le volgarit del progresso

L'assurdit del tempo.

Quass tutto diventa
Semplicemente
Chiaro.
Qualche anima si spaventa
Qualcuna invece
Capisce di essere finalmente
Tornata a casa.

CRONACA
POESIA
15
Rinnovata la professione di fede a Cilladon
di Alessandro Bagatella

Come anticipato nei precedenti numeri del Tornado, lo
scorso 23 luglio si svolto a Cilladon lannuale
appuntamento attorno al sacello che ha visto una buona
presenza di persone (nella foto di Alessandro Bagatella)
a ricordare i propri cari vissuti in condizioni anche
precarie in quel paese di montagna. La Messa stata
celebrata da don Stefano Baccan, i canti liturgici eseguiti
da Ignazio Meneghetti, che da qualche anno, nei giorni di
ferie, abita a Cilladon con la famiglia. La famiglia Luban,
come consuetudine, ha offerto ai presenti un ricco
rinfresco. Negli occhi della Maria, vedova Luban, quel
giorno ho visto tanta gioia, lei che sempre stata la
colonna portante del paese, che visse vicende sia belle
che brutte, ma sempre disponibile nelloffrire quanto
aveva in casa a tutti quelli che passavano a salutarla.


Santa Maria, mantenuta viva
la tradizione della benedizione
delle pere
di Alessandro Bagatella

Lo scorso 22 luglio, come ormai da 104 anni (da quando cio fu costruita la chiesa
dedicata a S.Maria Maddalena e S.Girolamo Emiliani), si svolta la cerimonia li-
turgica in onore della patrona del paese, presieduta da don Stefano Baccan (nella
foto di Alessandro Bagatella) e accompagnata dalla corale del paese. Durante il ri-
to religioso si svolta la benedizione delle pere, come ormai tradizione, tradizio-
ne di cui pochissimi conoscono il significato Perch le pere? Il sottoscritto, che
conosce la storia del paese, intervenuto dando la spiegazione. Le pere erano
moscatelle e un tempo maturavano la settimana di S.Maria Maddalena, quando
le stagioni avevano i loro ritmi. Per il paese erano una primizia i cui tutti erano or-
gogliosi. Tutti poi ne facevano un uso abbondante la settimana successiva alla be-
nedizione, quando si recavano in montagna a fare il fieno per le bestie. Nella gerla
cerano pere per una settimana, quindi il men erapolenta e pr Al rito, oltre alle poche persone ormai rimaste
a S.Maria, tanti devoti da Quero e dai paesi limitrofi, che al termini hanno trovato un ricco rinfresco preparato per
festeggiare S.Maria Maddalena.


La morte di Eliseo Storgato
di Silvio Forcellini

Nato il 26 luglio 1917, proprio il giorno prima di morire aveva raggiunto il
traguardo dei 94 anni, et che ne faceva luomo pi anziano di Fener.
Originario di Falz di Trevignano, Eliseo Storgato, personaggio molto
conosciuto e stimato in zona, si era trasferito a Fener nellimmediato do-
poguerra, intorno al 1947-1948. Qui, assieme alla moglie Teresa Costa,
aveva avviato unattivit commerciale nel settore delle tomaie e altri arti-
coli per calzolai. Proverbiale, al riguardo, il pranzo dei scarpr da lui i-
deato e organizzato, che si svolgeva ogni anno coinvolgendo tutti i suoi
clienti. Cos come indimenticabile era la pubblicit che ne faceva Renato
DOrlando durante le manifestazioni della Pro Loco: Se volete cammi-
nare seduti, calzature Storgato!. Appassionato di bocce, Iseo aveva
calcato per anni le corsie del bocciodromo del Tegorzo. Non era infre-
quente nemmeno incontrarlo al bar da Sisto per una partita a carte con
gli amici, altro suo abituale passatempo, cos come, negli ultimi mesi,
vederlo seduto in piazza nelle giornate di sole. Ai figli Adriana, Graziella e Sergio e ai familiari tutti vadano le sentite
condoglianze della redazione del Tornado. (Foto di Sisto Bachetti).

CRONACA
16
Festa della classe 1976 - 8 ottobre 2011
Si ritroveranno al Tegorzo Caff alle ore 19,30 i coscritti della classe 1976 per poi cenare allagriturismo Da Muner, a
Pieve di Soligo. Per i pi festaioli previsto il servizio corriera: da Alano alle ore 18,30 e da Quero alle ore 19.
I coscritti sono invitati a prenotare presso Tegorzo Caff. Costo: 40,00 uro a persona.

PARROCCHIA DI FENER PRO LOCO DI FENER


24-25 SETTEMBRE 2011
FESTA DI SAN MICHELE
PATRONO DI FENER

PROGRAMMA:

SABATO 24 SETTEMBRE

OSTERIA DA CHICHIBIO (alle sbarre)
dalle ore 17.30 alle ore 19.30
HAPPY SPRITZ
con stuzzichini a base di pesce ed altro

DOMENICA 25 SETTEMBRE
ore 9.30: S.MESSA presso la chiesa parrocchiale
(SOLENNITA DI SAN MICHELE ARCANGELO)

ore 12.15 presso il centro parrocchiale

PRANZO COMUNITARIO
CON GLI ANTICHI SAPORI:
MINESTRONE SPIEDO TORTA DELLA NONNA
pranzo gratuito per gli ultrasettantenni residenti a Fener

a seguire: LOTTERIA CON PREMI

il pranzo comunitario si svolger
solo se sar garantito un adeguato numero di partecipanti

per le adesioni rivolgersi, entro venerd 23 settembre,
a Silverio Frassetto, tel. 0439/789498, o a Giuliana Siragna, tel. 0439/789497

LETTERE AL TORNADO
Alimentari
PUTTON GABRIELE
Via D. Alighieri, 26 - FENER (BL)
Tel. 0439 789388
18
Auserflash
A CURA DEL CIRCOLO AUSER ONLUS "AL CAMINETTO" DI ALANO QUERO VAS - VIA ROMA 29 32030 QUERO 0439.787861


PICNIC DI SAN LORENZO: UNA QUARTA EDIZIONE CON POCO SOLE
MA CON TANTA ALLEGRIA, BUON CIBO E SQUISITA OSPITALITA

Eravamo rimasti col fiato sospeso fino allultimo
momento. Ma per fortuna le previsioni del tempo,
addirittura disastrose, non si sono avverate. Verso
mezzogiorno apparso un timido sole che poi ci ha
accompagnato per tutto il pomeriggio sotto le fresche
frasche dellampio spiazzo antistante la casa rurale di
S.Maria. Antipasto, un ottimo bis di primi, porchetta,
formaggio alla piastra, contorni di stagione, gli squisiti
dolci offerti dai soci per il loro compleanno, ed infine,
come digestivo di stagione, freschissima anguria.
Senza dimenticare gli ottimi vini rossi e bianchi ed il
classico caff. Il pranzo
stato allietato da un
simpatico complessino
che ha consentito ai pi
coraggiosi di sgranchirsi
un po le ginocchia, e
dallestrazione della sottoscrizione per la solidariet, che ha distribuito, tra gli
altri premi, anche ricchi cesti di frutta e composizioni floreali. Un grazie ai soci
della Schola Cantorum per la loro ormai collaudata ospitalit ed efficienza. Un
particolare grazie al personale della cucina per limpegno e per il risultato della
loro fatica, e al quintetto delle cinque grazie addette ai tavoli per la premura e
per la gentilezza.
Nelle foto presentiamo, dallalto in basso, due momenti del pranzo, tra fiori,
sorrisi, e momenti di tenerezza. Seguono i tredici festeggiati, colti con i loro
variopinti trofei in un momento di generale allegria. Sono, da sinistra: Barbara
Andreazza, Norma Buttol, Margherita Tosin, Elda de Nardi, Maria Ruggeri,
Gianna Secco, Anna Monti, Emanuela Gerlin, Renata Fent, Gilda Tajer e
Annamaria Dalla Favera. In primo piano Fernanda Lot e Primo Miuzzi (primo,
ma anche unico maschietto della compagnia). La quarta foto dedicata alle
cinque grazie che hanno allietato il nostro pranzo con la loro affabilit: vi
presentiamo Marina, Margherita, Raky, Claudia ed Hellen. La quinta foto la
dedichiamo, invece, al capitello di Santa Maria, grati per la discreta attenzione
con cui ha sorvegliato e protetto le nostre ore di serenit. Piero

CRONACA
19
IL CIRCOLO AUSER AL CAMINETTO DI ALANO QUERO VAS
IN COLLABORAZIONE CON I CIRCOLI AUSER DI MONTEBELLUNA E DI CONEGLIANO
PROPONE

UN SOGGIORNO
DI CURE TERMALI
PRESSO LE TERME ISTRIANE SANTO STEFANO
IN CROAZIA
DAL 3 AL 15 OTTOBRE

I SOCI AUSER POSSONO USUFRUIRE DELLA CONVENZIONE STIPULATA CON I NS CIRCOLI PER UN
SOGGIORNO DI 13 GIORNI (E 12 NOTTI)
COMPRENDENTE 12 GIORNI DI PENSIONE COMPLETA (INCLUSI VINO E ACQUA MINERALE)
PIU IL PRANZO DELLULTIMO GIORNO. INOLTRE: DRINK DI BENVENUTO FESTA DELLARRIVEDERCI
VISITA MEDICA TRATTAMENTO BAGNI IN PISCINA VISITA DI CONTROLLO 5 MASSAGGI PARZIALI
10 ESERCIZI DI GRUPPO TASSA DI SOGGIORNO - SCONTO DEL 15% SULLE ALTRE TERAPIE COMPRESE
NEL LISTINO DEL CENTRO TERMALE SCONTO DEL 10% SU PACCHETTO WELLNESS.
QUOTA DI PARTECIPAZIONE 462,00 DA VERSARE ALLATTO DELLA PRENOTAZIONE.
SUPPLEMENTI: CAMERA SINGOLA : 72 . SPESE PER PULLMAN, ASSICURAZIONE E SPESE GENERALI: 50
DOCUMENTI: CARTA IDENTITA O PASSAPORTO VALIDI TESS. AUSER 2011
PER ULTERIORI INFORMAZIONI E PER LE PRENOTAZIONI RIVOLGERSI ALLA SEDE AUSER DI QUERO
VIA ROMA 19 TEL. 0439.787861 IL LUNEDI, MERCOLEDI E VENERDI DALLE 15,00 ALLE 17,00.



















IL CIRCOLO AUSER AL CAMINETTO DI ALANO QUERO VAS
IN COLLABORAZIONE CON I CIRCOLI AUSER DI MONTEBELLUNA E DI CONEGLIANO
PROPONE

UN SOGGIORNO
DI CURE TERMALI
PRESSO LE TERME ISTRIANE SANTO STEFANO
IN CROAZIA
DAL 3 AL 15 OTTOBRE

I SOCI AUSER POSSONO USUFRUIRE DELLA CONVENZIONE STIPULATA CON I NS CIRCOLI PER UN
SOGGIORNO DI 13 GIORNI (E 12 NOTTI)
COMPRENDENTE 12 GIORNI DI PENSIONE COMPLETA (INCLUSI VINO E ACQUA MINERALE)
PIU IL PRANZO DELLULTIMO GIORNO. INOLTRE: DRINK DI BENVENUTO FESTA DELLARRIVEDERCI
VISITA MEDICA TRATTAMENTO BAGNI IN PISCINA VISITA DI CONTROLLO 5 MASSAGGI PARZIALI
10 ESERCIZI DI GRUPPO TASSA DI SOGGIORNO - SCONTO DEL 15% SULLE ALTRE TERAPIE COMPRESE
NEL LISTINO DEL CENTRO TERMALE SCONTO DEL 10% SU PACCHETTO WELLNESS.
QUOTA DI PARTECIPAZIONE 462,00 DA VERSARE ALLATTO DELLA PRENOTAZIONE.
SUPPLEMENTI: CAMERA SINGOLA : 72 . SPESE PER PULLMAN, ASSICURAZIONE E SPESE GENERALI: 50
DOCUMENTI: CARTA IDENTITA O PASSAPORTO VALIDI TESS. AUSER 2011
PER ULTERIORI INFORMAZIONI E PER LE PRENOTAZIONI RIVOLGERSI ALLA SEDE AUSER DI QUERO
VIA ROMA 19 TEL. 0439.787861 IL LUNEDI, MERCOLEDI E VENERDI DALLE 15,00 ALLE 17,00.



















LETTERE AL TORNADO
Onorificenza
a Italo
Zandonella
di Alessandro Bagatella

Congratulazioni ad Italo Zandonella per
lonorificenza conferitagli per limpegno
che da anni porta avanti a nome del
Club Alpino Italiano.
Mi faccio portavoce anche degli Amici
del Tomatico e del Grappa, che in varie
occasioni lhanno conosciuto ed
apprezzato nelle sue tante edizioni di
storie locali e della Grande Guerra.





Bando per agevolazioni economiche
utenze servizio idrico integrato
I Comuni di Quero e di Vas informano che sono previste delle agevolazioni economiche
alle utenze deboli del servizio idrico integrato, ai sensi dellart. 2 del regolamento per le
agevolazioni economiche alle utenze deboli del servizio idrico integrato, approvato dallassemblea dellautorit A.T.O.
veneto orientale con delibera nr. 2 del 11/03/2011. Possono usufruire di tale agevolazione i nuclei familiari o i condo-
mini titolari di utenza idrica appartenente alla tipologia uso domestico residente che possiedono un indicatore isee infe-
riore ai 7.500 euro. Le domande devono essere presentate entro il giorno 30 settembre 2011
presso lufficio servizi sociali dei comuni consegnando:
1. Domanda per le agevolazioni (da ritirare presso lufficio servizi sociali del comune)
2. Attestazione isee relativa ai redditi dellanno precedente
3. Copia della bolletta dellacqua dellanno in corso 4. Copia di un documento di identit.

ATTUALIT
20
Celeste Roman, anche
floricoltore!
Quali siano le sue doti ortofrutticole lo abbiamo visto nei numeri precedenti, ma
che Celeste Roman, di Quero, fosse anche un abile floricoltore ci lascia tutti a
bocca aperta.
Non passa giorno in
cui le sue adorate
piante non ricevano
le cure delle esperti
mani del loro
giardiniere e
guardando queste
foto si possono
ammirare i risultati
ottenuti.
Congratulazioni
Celeste e continua
cos!

Cugina Angela

Digitale terrestre: le ultime novit
di Silvia Carelle
Dopo numerose lamentele da parte dei cittadini, raccolte in questi ultimi mesi, e formale richiesta di spiegazione al
Sindaco in merito alla perdita di alcuni canali, con il passaggio al digitale terrestre, come La7, i nuovi canali RAI
(Rai4, Rai5, etc) ed altre reti locali, vorrei informavi quanto comunicatomi dallAmministrazione comunale:
1. La societ che gestisce gli impianti ripetitori che servono il territorio del Basso Feltrino (Monte Pianar, Cilladon e
Sanzan) in trattativa con lemittente La7 per lattivazione del canale. Si precisa che lattivazione riguarda, per il
momento, solo il ripetitore sul Monte Pianar;
2. Per quanto riguarda la RAI la trasmissione garantita solo per i canali principali e tradizionali (Rai 1, Rai 2, Rai 3 e
Rainews24). La RAI infatti non trasmette i nuovi canali per bacini inferiori a 20.000 abitanti.
Da quanto capito il piccolo bacino di utenze che ci riguarda non sufficiente per avere nuovi canali, ma spero in un in-
teressamento congiunto delle amministrazioni comunali del Basso Feltrino affinch si possano avere almeno tutti i
vecchi canali.

(N.d.R.) LIng. Tristano Dal Canton ci comunica, mentre chiudiamo il giornale, che in corso laccensione del canale di
Tebelluno anche sui ripetitori di Cilladon e Sanzan. Il segnale dovrebbe essere ricevuto ora anche a Carpen e Schie-
venin. Sar sufficiente ri-sintonizzare automaticamente i televisori per avere nuovamente a disposizione Telebelluno.
Esclusiva
per Il Tornado!
Federica Pellegrini e Filippo
Magnini con Patrick Gualtierotti
Ciao Mauro, come promesso ti invio la foto della coppia
pi paparazzata del momento... i campioni di nuoto
Federica Pellegrini e Filippo Magnini.
Patrick ha provato a sedurre la campionessa ma non il
tentativo non ha dato frutti...
A parte gli scherzi sono stati molto gentili a prestarsi a
fare la foto con mio figlio, nonostante i paparazzi li
tartassassero da giorni.
Ps: Alfonso Signorini, direttore di Chi e di Tv sorrisi e
canzoni, mi ha chiesto la foto offrendomi una enorme
cifra, ma visto la nostra amicizia ho preferito declinare
lofferta e offrirla a te!!!
Mirko Gualtierotti
LETTERE AL TORNADO
21

ESTRAZIONE
IL 18
SETTEMBRE
2011
ATTUALIT
22
LETTERE AL TORNADO
ATTUALIT
Tutte le proposte son buone, ma . . .
di Sante Curto - Sindaco del Comune di Quero
e Bruno Zanolla Vice Sindaco del Comune di Quero
Ancora una volta siamo chiamati in causa dal Consigliere Vittorio Alberti, con la
conseguente necessit di precisare alcune sue affermazioni. Ci riferiamo allintervento
dello stesso, relativo allacqua quale bene comune, pubblicato sullultimo numero di
questo periodico.
La posizione di questAmministrazione, sul tema dellacqua, stata ribadita pi volte ed
chiaramente riportata nei verbali di Consiglio Comunale nr. 16/2010, nr. 48/2009, nr.
49/2009, nr. 17/2010, che evidentemente il Consigliere Alberti non ha letto con
attenzione.
Questa Amministrazione si sempre dichiarata a favore di una gestione pubblica
dellacqua, mediante societ interamente di propriet pubblica (le cosiddette
societ in house). A tale proposito, utile ricordare che, la societ ALTO
TREVIGIANO SERVIZI che gestisce il servizio di acquedotto e di depurazione,
interamente partecipata dai Comuni, tra cui quello di Quero. Non a caso quindi, con
deliberazione consiliare nr. 17/2010, contrario Alberti, stato deliberato di: dare mandato allAutorit dAmbito
Territoriale Veneto Orientale, di effettuare ogni azione e di intraprendere ogni atto e iniziativa di propria competenza,
... utili al mantenimento dell'affidamento in-house della gestione del servizio ... , che consenta quindi di mantenere il
controllo pubblico della gestione.
Altrettanto chiaramente, abbiamo spiegato che, la tariffa dellacqua,
finalizzata non a pagare lacqua stessa, ma ad assicurare la
manutenzione degli impianti dellacquedotto e a garantire un efficace
sistema di depurazione delle acque della fognatura. E infatti bene
ricordare che, la disponibilit di acqua, garantita da un recupero adeguato
delle acque del sistema fognario, con una loro reimmissione nellambiente.
Tali interventi possono essere adeguatamente sostenuti solo da una
tariffa che produce utili, da reinvestire come manutenzione della rete
idrica e del sistema di depurazione. E infatti evidente che, in caso
contrario, il servizio di manutenzione sarebbe ridotto, con una conseguente
diminuzione della qualit dellacqua e una possibile diminuzione delle stesse
risorse disponibili.
In conclusione ci permettiamo di fare notare che, seppure ogni affermazione di principio sia legittima, per altrettanto
legittimo chiedere che sia spiegato come in concreto si intenderebbe far fronte ai costi del servizio di
acquedotto e depurazione, in mancanza di una tariffa che produce utili da reinvestire.
Speriamo che il Consigliere Alberti non voglia mancare di spiegarcelo, in uno dei suoi prossimi articoli.
Sante Curto - Bruno Zanolla
A Quero il 18 settembre
Mostra fotografica di Settimo Rizzotto
La mostra sar
nell'atrio delle
scuole elementari
ed composta di
due settori:
"paesaggio del
prosecco"
e l'altro
"sui nostri monti",
e qui espongo una
miscellanea
fotografica di
malghe, animali e
fiori: in tutto
quaranta fotografie
di grande formato,
30x45.

La mostra sar
aperta da sabato
mattina a domenica
sera, fino alla
chiusura della festa
di fine estate.
23
Amici del Tomatico e del Grappa
La 13
a
escursione notturna in ricordo
degli amici della montagna scomparsi
di Alessandro Bagatella

Anche questanno consueto ap-
puntamento con lescursione in
notturna in ricordo di Igor Corso e
gli amici della montagna
scomparsi, proposto dal gruppo
Amici del Tomatico e del Grappa
in collaborazione con gli Amici del
Chiaro di Luna. I partecipanti si
sono ritrovati, come da
programma, a Cilladon, per poi
salire a Malga Paoda, dove
stata celebrata la Santa Messa in
ricordo di Igor Corso, Dario
Schievenin, Olivo Andreazza,
Mike, Orlando, Bepi Niero e
Antonia Carlesso. Durante
lomelia sono stati ricordati da don
Stefano, che ha sottolineati come i
nostri fratelli non possono essere
dimenticati per tutto il bene che ci hanno fatto. Il sottoscritto, poi, ha letto la preghiera di chi va in montagna che,
commosso, non riuscito a terminare. Le parole del parroco erano pi che vere, Sandro li ha conosciuti uno ad u-
no, e con loro ha raggiunto mete favolose e trascorso giornate splendide in allegria e amicizia: non possiamo di-
menticarli! Nonostante il maltempo, tanta gente, nostri amici, ha raggiunto Malga Paoda, dove i grandi della com-
pagnia (Federico, Corrado, Silvano e la famiglia Miuzzi che ci ha ospitato) hanno preparato un ottimo pic-nic, di cui
tutti sono rimasti soddisfatti. Quindi un grazie da parte dal profondo del cuore per la loro disponibilit che non viene
mai meno. Un sentito grazie anche alle autorit comunali e provinciali presenti e alle numerosi associazioni interve-
nute con i loro rapresentanti: il Gruppo Alpini, i Coltivatori Diretti, i Donatori di Sangue, la Protezione Civile,gli Amici
di Carpen e gli Amici del Chiaro di Luna. E a quanti si sono aggregati per la fiaccolata che questanno, a causa del
maltempo (pioggia battente), non ha avuto luogo. Un sincero grazie a Federico e Bruna, a don Stefano, alla famiglia
Miuzzi e a tutti gli intervenuti, dando appuntamento al prossimo anno, sempre che il Signore ci lasci (Nella foto di
di Settimo Rizzotto alcuni partecipanti allescursione).

Amici del Tomatico e del Grappa
Cancellata la gita
alle Grotte di Postumia e a Redipuglia
di Alessandro Bagatella

Come fondatore e responsabile del gruppo, mi sento in dovere di far sapere ad amici e simpatizzanti, con amarez-
za, che la gita alle Grotte di Postumia e a Redipuglia, programmata per l11 settembre, stata cancellata per man-
canza di adesioni da non poter completare il pullman. Negli anni scorso il sottoscritto, da solo, aveva riempito un
pullman e due macchine. Questanno, in collaborazione con gli Amici di Carpen, pensavo non ci fossero problemi,
invece Ci sar anche la crisi ma, a quella cifra che avevamo proposto, sfido qualsiasi organizzatore a far di me-
glio Sandro, per motivi familiari e personali, ha dovuto trascurare un po il gruppo, e ora si vedono i risultati! Alle
volte mi chiedo se ho fatto bene a continuare, vista la poca gratitudine ricevuta da tanta gente dopo diciannove anni
da accompagnatore e quarantacinque di volontariato e impegno, per il gruppo e per la comunit di Quero

Pro Loco Fener
Ancora qualche posto per la gita sul Brenta
Ancora qualche posto disponibile per la gita in battello lungo la riviera del Brenta, in programma domenica 2 ottobre
e organizzata dalla Pro Loco di Fener. Chi volesse approfittare della succulenta occasione, che prevede anche la
visita di alcune ville venete e il pranzo di pesce, pu telefonare allo 0439-789498 (ore pasti) entro la fine del mese.
Ricordiamo gli orari di partenza del pullman della ditta Sbizzera: da Alano (Piazza Martiri) alle ore 7.00, da Colmira-
no alle ore 7.05, dal Tegorzo alle ore 7.10, da Fener (Piazza Dante) alle ore 7.15. Quota di partecipazione: 95 euro.


CRONACA
24
RAMADAN
di Ilhame Chagdani
Il mese di Ramadan un mese importante, reso doppiamente sacro dallIslm per il fatto che :
"Il mese in cui fu rivelato il Corano come guida per gli uomini e il digiuno, durante il sacro mese
di Ramadan, atto basilare di culto, obbligatorio per tutti i musulmani tranne che per alcune
categorie di persone. Per legge sono esenti dal digiuno i minorenni, i vecchi, i malati di mente, i
malati cronici, i viaggiatori, le donne in stato di gravidanza o che allattano, le persone in et
avanzata, nel caso che il digiuno possa comportare un rischio per loro. In considerazione del
fatto che i mesi lunari sono
alternativamente di 29 e 30
giorni, lanno lunare in tutto di
354 giorni e indietro di undici giorni rispetto a quello so-
lare. La legge stabilisce che per dichiarare iniziato il
mese del Ramadan non basta il solo calcolo, ma do-
vrebbero esserci testimoni oculari e affidabili che dichia-
rino avanti a un qdi (giudice) di aver visto la luna. Il di-
giuno, come la salt (preghiera), non valido se non
preceduto dalla intenzione. Dopo, si incomincia a digiu-
nare quando incomincia ad albeggiare (aurora). Il tra-
monto del sole pone fine al digiuno e lastinenza viene
interrotta mangiando dei datteri o bevendo dellacqua o
latte, per tradizione viene preceduta da una breve pre-
ghiera. Il Ramadan un mese di carit, durante il quale
il credente deve dividere i suoi beni con coloro che ne
hanno bisogno. Si tratta di un mese di purificazione, ric-
co di grazie. Il digiuno dura dalle prime luci dell'alba fino
al tramonto; in genere va fatto precedere da un pasto
leggero poco prima dell'aurora, detto suhur, per poter
affrontare la giornata. Consiste non soltanto nell'astensione da ogni cibo e bevanda, ma anche da qualsiasi contatto
sessuale e da ogni altro cattivo pensiero o azione, durante l'intera giornata fino al tramonto. Non bisogna litigare, n
mentire n calunniare. Nella prova del digiuno pi importante il significato spirituale di quello materiale per il fatto che
l'uomo obbedisce a un ordine divino. Egli impara a tenere sotto controllo i suoi desideri fisici e supera la sua natura
umana. La rottura involontaria del digiuno non comporta nessuna sanzione, purch si riprenda subito dopo aver preso
coscienza di tale rottura. In caso di interruzione consapevole, bisogna rimediare con lofferta di un pasto a un certo
numero di musulmani bisognosi, oppure dare lequivalente in denaro; diversamente bisogna digiunare per sessanta
giorni. Con il sorgere della luna nuova del mese di Shawwal ha termine il mese di Ramadan e con esso finisce l'asti-
nenza ed inizia 'Id al-Fitr, la festa della rottura.
Venerd
Per tutti i popoli ce un giorno della settimana cos speciale. Il venerd il giorno della settimana che tutti gli arabi gran-
di e piccoli aspettano con diligenza. Ogni stato e ogni paese ha un modo particolare e tradizionale per festeggiare que-
sto giorno importante. Il Marocco uno dei paesi in cui si celebra questo grande giorno; come ogni giorno tutti i mem-
bri della famiglia marocchina si svegliano di buona mattina: i bambini vanno a scuola e i genitori a lavoro solo che si
esce mezzora prima cos potranno tornare a casa per lavarsi e vestirsi con abiti tradizionali. Uomini e bambini dai 10
anni in su (alcuni anche meno) vanno in moschea mentre le donne profumano la casa con bastoni di incenso e prepa-
rano il cous-cous che un piatto tradizionale ascoltando un pezzo del corano che parte da una radio o un registratore
perch il venerd una festa religiosa. Particolarmente in questo giorno tutta la famiglia si riunisce intorno al tavolo, Si
mangia e si chiacchiera dellargomento che stato spiegato dallImam della moschea e siccome il lavoro e la scuola
cominciano tardi, tutti si possono permettere un bicchiere di t verde. Il venerd un giorno libero e di chiusura per tut-
te le persone che hanno attivit personali o negozi privati e questo permette loro di fare visite al resto dei loro parenti
passando qualche volta la giornata insieme. Da paese a paese cambia labito e il piatto tradizionale ma di solito le abi-
tudini sono uguali in tutto il mondo arabo: si festeggia in famiglia andando in moschea per la preghiera di mezzogiorno.
Calendario
gregoriano
Calendario
islamico
Inizio Fine
2005 1426 4 ottobre 2 novembre
2006 1427 24 settembre 23 ottobre
2007 1428 13 settembre 12 ottobre
2008 1429 1 settembre 30 settembre
2009 1430 22 agosto 20 settembre
2010 1431 11 agosto 9 settembre
2011 1432 1 agosto 29 agosto
2012 1433 20 luglio 18 agosto
2013 1434 9 luglio 7 agosto
2014 1435 28 giugno 27 luglio
2015 1436 18 giugno 16 luglio
Date del Ramadan tra il 2005 e il 2015
Ringraziamo la signora Ilhame, mediatrice culturale residente in Quero, per il contributo di conoscenza che ha vo-
luto offrire ai nostri lettori. Limmigrazione una realt consolidata nei nostri paesi e conoscere meglio le tradizioni
delle persone ospiti consentir di non cadere nei soliti schemi proposti da una superficiale informazione.
LETTERE AL TORNADO
25
MICRONIDO IL GIRASOLE DI VAS
E TERMINATO LANNO EDUCATIVO 2010-2011
E I BAMBINI DELLA SEZIONE DEI RICCI CI SALUTANO.

Anche questanno il gruppo dei grandi, i
Ricci, sono pronti per lasciare lasilo nido e
intraprendere lavventura della scuola
dellinfanzia. Vediamo qui affianco alcuni di
loro che orgogliosi mostrano il libbrone in
cui sono raccolti i lavori fatti durante lanno.
Lavori pensati dalle educatrici e frutto di una programmazione
didattica, educativa rinnovata di anno in anno che comprende, oltre al
raggiungimento delle autonomie personali, attivit che stimolano la
socializzazione, lo sviluppo motorio e del linguaggio.
SONO APERTE LE ISCRIZIONI PER LANNO
EDUCATIVO 2011-2012
PER INFORMAZIONI E PER VISITARE IL NIDO
TEL. 0439 788080 - 328 7447834



LETTERE AL TORNADO
Lo sai che bruciare rifiuti dannoso oltre che illegale?
Lettera aperta ai concittadini:
Dobbiamo purtroppo constatare che anche in estate, quando finalmente
possiamo godere delle lunghe giornate allaria aperta, le nostre vallate vengono
spesso pervase dallodore nauseante e nocivo del fumo provocato
dallincenerimento dei rifiuti.
Un pratica vietata, ma ancora piuttosto diffusa e della cui pericolosit molte persone sembrano non rendersi
conto.
Capita infatti che assieme alle ramaglie vengano bruciati rifiuti vari, tra cui teli e cassette di plastica, carta, copertoni,
pannolini e quantaltro, rendendo laria tossica e puzzolente. Lo stesso dicasi per quanti, in inverno, nelle stufe a legna
bruciano legno verniciato o truciolare.
Ricordiamo che la legge vieta di bruciare i rifiuti, perch ci provoca lemissione delle famigerate PM10 e di
molti gas tossici tra cui DIOSSINA che un potente CANCEROGENO. Le PM10, i cui valori nelle nostre vallate
sono gi molto alti a causa della particolare morfologia del territorio (vallate poco arieggiate ed inversione termica
invernale) ce le respiriamo, mentre la diossina si fissa nel terreno, inquinando lintera catena alimentare (orti,
frutti ed eventuali animali da cortile).
Lincenerimento domestico dei rifiuti proibito dalla legge, che recentemente ha inasprito le sanzioni portandole da 50
euro a ben 600 euro (modifiche al Decreto Legislativo 152/2006 (art.192 e 255). Esiste inoltre anche una sanzione
penale, poich chi brucia i rifiuti di plastica inquina laria con sostanze pericolose e cancerogene; in questo caso entra
in gioco sia lart. 256 della legge quadro 152/2006, sia larticolo 674 del codice penale.
I nostri comuni sono inoltre dotati di ecocentri che fungono da punto di raccolta tanto per le ramaglie quanto
per gli altri tipi di rifiuto. Ricordiamo che per qualsiasi dubbio e richiesta di informazioni gli uffici comunali
sono a nostra disposizione.
Ci rivolgiamo pertanto a tutti i cittadini ed aziende locali che anche saltuariamente bruciano rifiuti affinch rinuncino a
questa pratica tanto dannosa servendosi degli ecocentri comunali e alle amministrazioni locali affinch continuino
nella loro opera di sensibilizzazione, sanzionando i trasgressori.
Cordialmente, Gruppo Ricicliamo Basso Feltrino.

PITTORI PER GENERAZIONI!!!
PITTORE RESTAURATORE
di Ferdinando Carraro
Via Roma - Quero (BL)
Cell. 339.2242637
Car. Edil
26
LETTERE AL TORNADO
Alano:
avvistamenti
di canguro
Finalmente risolto il tormentone
dellestate degli alanesi!
Dopo numerosi avvistamenti ed un
lungo peregrinare tra le valli di Alano
e Schievenin lesotico animale
stato finalmente immortalato in
questo scatto!
Il suo nome
GURO!
Ciao a tutti Giannino

Il giorno 20 Ottobre 2011
appuntamento ad

ABILMENTE

Partenza alle ore 8.30 dalla Piazza di Alano


Il costo di 20,00
da versare al momento della prenotazione
Prenotazione entro il 24 Settembre
Per informazioni telefonare a:
Edy 0439 779 718
oppure 347 91 39 635
Alba 0439 779 495
Renata 0439 787.282
Il grazie della Schola Cantorum di Alano
Attraverso questa pubblicazione la Schola Cantorum di Alano vuole ringraziare i numerosi compaesani che hanno
prestato la loro opera affinch la festa di S. Lorenzo avesse luogo.
Mai cosi tanti collaboratori come quest'anno! Figuratevi che lunedi 08
Agosto alle ore 15,00 era tutto "sbaraccato"! Al nostro grazie
aggiungiamo... speriamo sia cosi anche il prossimo anno!
Il tempo per 3 giorni ci ha sempre minacciato, ma alla fine noi diciamo
grazie anche agli avventori che hanno sfidato il tempo... e sono stati
fortunati quanto noi.
Hanno meritatamente ritirato la borsa di studio gli alunni: Buttol Alice
media del 9, Codemo Iacopo 9, Gall Bernadett 8, Lasta Maria 10!
(seciona), Licini Mirco 8, Rushiti Armina 8, Vidorin Francasca 9.
Per mancanza dei requisiti richiesti rimasta esclusa una ottava alunna a
cui per vanno i nostri complimenti.
I forzieri della Schola Cantorum che si aprono da oltre un lustro per
premiare gli alunni della terza media meritevoli, si apriranno anche per un
altro impegnativo scopo e di cui si sta facendo carico: il restauro della tela
posta di fronte al battistero nella chiesa parrocchiale di Alano.
Prossimamente (questo mese) la tela verr rimossa e posta alle cure del
prof. Vanni Tiozzo, insegnante alla Accademia delle Belle Arti di Venezia
che nel suo laboratorio di Mira prester le cure necessarie... e sono
tante!... e se sorte avremo celebreremo S. Antonio Abate 17 gennaio 2012
con il dipinto restaurato.
Per la Schola cantorum - Giannino

ASTERISCO
27
Congratulazioni Alessia!
Il 13 luglio 2011 allUniversit Carlo Cattaneo, la querese Alessia
Marcer ha conseguito la laurea triennale in Economia Aziendale con
il punteggio di 110 e lode.
Seguita nella stesura dal Prof. Alberto Bubbio, ha discusso la tesi
dal titolo: La Balanced Scorecard nelle imprese italiane: il caso di
unimpresa grafico-cartotecnica.
Con laugurio di buon proseguimento degli studi, ancora tanti
complimenti dalla mamma Paola, pap Stefano, sorellina Arianna e
dai nonni!

E arrivata
Milena
Per la gioia di mamma Marica
Rizzotto e pap Roberto , il giorno
19 febbraio 2011 nata Milena.

Dalle pagine del Tornado saluta: i
nonni di Quero: Giorgio
Ferruccio e Lorena, quelli di
Paderno del Grappa: Sante Trinca
e Gabriella, parenti e amici tutti.

Con loccasione Milena augura ai
nonni Ferruccio e Lorena un felice
anniversario per i 30 anni di
matrimonio festeggiati il 30
maggio 2011.
CRONACA
28
Auguri a
Giangottardo!

Il giorno 22 giugno Zanella Giangottardo,
residente a Caorera di Vas, ha festeggiato il
suo 67 compleanno.

Anni portati benissimo grazie alla moglie Anna e
a queste 5 giovani "pesti", con lui nella foto, che
a turno non perdono occasione per tenerlo
sempre in movimento...

Tanti tanti auguri Gottardo!!!

Tranquilla e Contador
di Sandro Curto
E stata di parola Tranquilla Forlin, che da un anno e mezzo gestisce il
Caff Centrale di Quero insieme con la figlia Giulia. Prima di partire
per trascorrere qualche giorno a Parigi ci aveva promesso una foto col
grande Alberto Contador, gi vincitore di tre Tour de France e di due
Giri dItalia di ciclismo, e in quei giorni protagonista di questa edizione
del Tour poi andata allaustraliano Cadel Evans. Non sappiamo quali
armi abbia usato o se sia stata solo fortuna ma la foto ci giunta in
redazione scattata davanti ad un albergo della capitale francese il
giorno successivo al tradizionale arrivo dellultima tappa sui Campi
Elisi. A questo punto toccato a noi rispettare limpegno di
pubblicarla ed eccola proposta ai nostri lettori.
Leggere familiare
stare insieme con un libro per amico
in biblioteca ad Alano

MERCOLED 21 SETTEMBRE alle 20.30
SABATO 1 OTTOBRE alle 9.30
MERCOLEDI' 12 OTTOBRE alle 20.30
La Biblioteca comunale di Alano propone, nell'ambito del progetto nazionale Nati
per Leggere e nella filosofia del progetto regionale Genitori Pi, un breve ciclo di
incontri dedicati ai genitori dei bambini da zero a sei anni.
PERCH?
Per sostenere i genitori nella loro esperienza quotidiana e per sostenere lo sviluppo positivo del bambino
attraverso un percorso che tiene conto dell'importanza della lettura fin dai primi mesi di vita del bambino. Perch
la culla dellamore per la lettura la famiglia e la qualit della relazione genitore-bambino trae giovamento da un
approccio precoce alla lettura, alla narrazione e alla musica.
CHI?
Piccoli gruppi di genitori con bambini in et compresa fra 0 e 6 anni.
COSA?
La proposta si realizza con attivit di gruppo, condivisione di esperienze, approfondimenti tema-tici, proposte
bibliografiche a cura di Giorgia Golfetto, Dottore di ricerca in Scienze pedagogiche, dell'educazione e della
formazione
QUANDO? DOVE? In biblioteca ad Alano
MERCOLED 21 SETTEMBRE alle 20.30
SABATO 1 OTTOBRE alle 9.30 e MERCOLEDI' 12 OTTOBRE alle 20.30

Per qualsiasi informazione e per iscriversi:
Via San Francesco,1 Alano di Piave BL
0439.778718 biblioteca.alano@feltrino.bl.it




Leggere familiare
CRONACA
ATTUALIT
29
LAmore che hai seminato nelle nostre anime sboccia
ogni giorno nei nostri cuori
Ricordo di Pier Paolo Lazzaris
di Alessandro Bagatella
A settantanni Pier Paolo, ex gelatiere di Forno di Zoldo, a Dortmund per
cinquantanni, ha lasciato la famiglia, gli amici della vita terrena per il cielo il 5
maggio scorso, dopo una repentina malattia. Pier Paolo, persona stimata sia a
Forno di Zoldo che a Dortmund (Germania), dove per tanti anni ha fatto
conoscere la sua bont di persona e di speciale gelatiere, da molti anni era
abbonato al nostro giornale, perch gli piaceva conoscere le notizie che noi
pubblichiamo. A nome mio e della redazione porgo sentite condoglianze alla
moglie Maria Angela, al figlio Giuseppe e alla sorella Michelina.

Madagascar:
ultimi libri pro-missioni
Ancora pochissimi magnifici libri fotografici dedicati al Madagascar, opera del
missionario Luciano Nervi, sono a disposizione di quanti volessero contribuire
con unofferta di 30,00 uro alle opere missionarie dei Monfortani.
Per visionare e prenotare lopera, compiendo un bel gesto di generosit, baster
contattare il sottoscritto.
Il libro ricco di illustrazioni e racconta lisola in cui ha svolto la sua missione per
lunghi anni il querese padre Carlo Berton, innamorato dellisola e dei suoi
abitanti, per i quali ha speso una vita per testimoniare il messaggio di Cristo.
Non lasciatevi sfuggire loccasione di avere unopera importante, bella,
compiendo al tempo stesso un gesto damore per le missioni monfortane
in ricordo di padre Carlo Berton.
(Mauro Mazzocco)

In memoria di Roman Francesco
Roman Francesco, classe 1927, era innamorato del suo paese, dal quale si era allontanato
giovanissimo per cercare lavoro allestero, e adesso che era libero da impegni tornava ogni
estate a Quero, assieme alla moglie Suzanne, per curare il suo campo, la sua vigna.
Destino ha voluto che la salute gli mancasse proprio quando era qui in villeggiatura e che
qui, nel suo paese esalasse lultimo respiro, il 18 agosto scorso, curato con amore dalla
consorte Suzanne. I famigliari vogliono ringraziare, attraverso le pagine del nostro giornale,
che Francesco puntualmente leggeva, tutti coloro che lo hanno sostenuto nel suo cammino
e che hanno, in qualsiasi forma, alleviato le sofferenze sue e della famiglia, in primis il
personale medico dellospedale di Feltre. A tutti il grazie di Suzanne e dei figli, nel ricordo
di Francesco, che ora, come da suo desiderio, riposa per leternit nella sua terra dorigine.

Agraria
MARCHI
Zona Industriale, 68 - PEDEROBBA (TV) - Tel. e Fax 0423 688902
SUPER MANGIME PER CANI DA CACCIA:
MUTE DA CINGHIALE E PER CANI DA SEGUITA IN
CONFEZIONI DA 20 KG IN OFFERTA SPECIALE CON
CONSEGNA A CASA GRATIS. BASTA TELEFONARE.
Chiuso il Mercoled pomeriggio
30
ATTUALIT
CRONACA
50 di matrimonio per
Silvana e Corrado
Hanno festeggiato con i famigliari il loro bellissimo
traguardo di 50 anni di vita assieme, i coniugi Silvana
Fantinel e Corrado Benvenuti, ora residenti a Quero, ma
sposi felici il 17 giugno del 1961 in Svizzera. Nella bella
foto che giunta in redazione vediamo gli sposi con i
figli. A sinistra Claudio, poi lo sposo Corrado e la sposa
Silvana, la figlia Giorgia e, infine, Daniele. Non
possiamo che fare anche noi gli auguri alla coppia, di
lunghi e sereni anni di vita assieme. Di solito il regalo
si fa agli sposi, ma stavolta ce lo hanno fatto loro, con
una veduta aerea dellabitato di Quero. Una insolita e
suggestiva istantanea scattata in volo dal cognato
Walter Fassioli, al quale vanno i nostri sentiti
ringraziamenti, assieme a quelli per gli sposi.

GRUPPO SPORTIVO ASTRA
Orari attivit 2011/2012
Palestra comunale di Quero
Lunedi 17-19 atletica
20-21,30 tennis
Martedi 13,30-16-30 scuole medie
17-19 Ginnastica ritmica (inizio venerdi 3/10)
19-20 ginnastica mant.to (inizio venerdi 3/10)
Mercoledi 18-19 atletica
20-21,30 tennis
Giovedi 17-18 atletica
18-19 Ginnastica dolce
20,30-22 zumba fitness (inizio mercoledi
6/10) istruttore Hakim
20-22 C5 adulti
Venerdi 17-19 ginnastica ritmica
18-19 Atletica (palestrina)
Sabato 09-18 corso di tennis

Per la ginnastica dolce verr concordato con i
partecipanti anche un giorno alla settimana al
mattino.

Palestrina fitness sala pesi

Dal lunedi al venerdi 8-12 - 14-22
Sabato 9-12
Palestra comunale di Vas
Corsi di tennis con listruttore federale Durante Roberto,
le ore vengono decise direttamente con il maestro.
Luned 17-19 Soccer giovanile
Mercoled dalle 20:30 alle 21:30 corso di danze
caraibiche tenuto dallistruttore Hakim
Martedi e Venerdi dalle 18:30 alle 19:30 corso di
ginnastica dolce tenuto dallistruttrice
Schievenin Serena
Martedi e Venerdi dalle 20:00 alle 21:00 corso di total
body tenuto dallistruttrice Schievenin
Serena
Martedi e Venerdi dalle 20:00 alle 21:30 corso di
aikido tenuto dallistruttore Girola Maurizio
Per info e iscrizioni ai corsi di tennis 338.3717726
Durante Roberto
Per info ai corsi di ginnastica dolce e total body
339.2243868 Schievenin Serena
Per iscrizioni ai corsi di ginnastica dolce e total body
rivolgersi alla locanda Solagna (0439.788019) o recarsi
agli impianti sportivi, ex ambulatorio medico, il martedi
dalle 20:30 alle 21:00
Per info ed iscrizioni al corso di aikido 339.5947746
Girola Maurizio
Per info ed iscrizioni al corso di danza caraibica
340.8217924 Mazzocco Elisa ( ore pasti)
Informazioni ed iscrizioni presso la palestra comunale negli orari dei corsi
31
5 Torneo Astra tennis
Si concluso domenica 3 luglio l'ormai classico appuntamento con il
torneo di tennis che ha visto la partecipazione di 30 giocatori con
ben 6 classificati regionali. La vittoria andata a Cesare
Franceschin, atleta di casa, su Fabio Scuglia per 75 a 76; un derby
molto sentito ma soprattutto molto spettacolare che ha tenuto il
numeroso pubblico sui campi per ben 2 ore e mezza.

Si ringrazia il numeroso pubblico e tutta l'organizzazione e si ricorda
che per settembre prevista l'organizzazione di un torneo di doppio
e a seguire l'apertura dei corsi annuali adulti e ragazzi/bambini.

Per qualsiasi informazione
istruttore Durante Roberto 338 3717726
3 stage internazionale
Si concluso mercoled 20 luglio il 3 stage internazionale di tennis ITALIA-MALTA che per la prima volta e con gran-
de successo stato disputato presso le strutture del GS ASTRA. Lo stage si articolava sulla durata di una settimana,la
mattina lavoro tecnico in campo ,il pomeriggio allenamenti sulla partita; tutto basato sull'insegnamento tramite il meto-
do spagnolo che grandi risultati sta dando sia in campo professionistico che nei nostri allievi. A contorno di ci ci sono
state alcune attivit collaterali come la gita a Gardaland. Da segnalare la presenza allo stage del nr. 1 d'Italia under
10,di un giocatore proveniente dalla Tanzania e soprattutto la grande coesione tra i nostri allievi e quelli stranieri. Un
ringraziamento a tutto lo staff del Carbone Tennis Team e alle persone che ci hanno aiutato nella logistica (pizzeria La
Rotonda, Hotel Tegorzo, bar al Cavallino, amministrazione comunale di
Quero e Vas). Un ringraziamento particolare al Gs Astra e soprattutto al
presidente Luigi Collavo.
5 Torneo Astra tennis
Si concluso domenica 3 luglio l'ormai classico appuntamento con il
torneo di tennis che ha visto la partecipazione di 30 giocatori con
ben 6 classificati regionali. La vittoria andata a Cesare
Franceschin, atleta di casa, su Fabio Scuglia per 75 a 76; un derby
molto sentito ma soprattutto molto spettacolare che ha tenuto il
numeroso pubblico sui campi per ben 2 ore e mezza.

Si ringrazia il numeroso pubblico e tutta l'organizzazione e si ricorda
che per settembre prevista l'organizzazione di un torneo di doppio
e a seguire l'apertura dei corsi annuali adulti e ragazzi/bambini.

Per qualsiasi informazione
istruttore Durante Roberto 338 3717726
3 stage internazionale
Si concluso mercoled 20 luglio il 3 stage internazionale di tennis ITALIA-MALTA che per la prima volta e con gran-
de successo stato disputato presso le strutture del GS ASTRA. Lo stage si articolava sulla durata di una settimana,la
mattina lavoro tecnico in campo ,il pomeriggio allenamenti sulla partita; tutto basato sull'insegnamento tramite il meto-
do spagnolo che grandi risultati sta dando sia in campo professionistico che nei nostri allievi. A contorno di ci ci sono
state alcune attivit collaterali come la gita a Gardaland. Da segnalare la presenza allo stage del nr. 1 d'Italia under
10,di un giocatore proveniente dalla Tanzania e soprattutto la grande coesione tra i nostri allievi e quelli stranieri. Un
ringraziamento a tutto lo staff del Carbone Tennis Team e alle persone che ci hanno aiutato nella logistica (pizzeria La
Rotonda, Hotel Tegorzo, bar al Cavallino, amministrazione comunale di
Quero e Vas). Un ringraziamento particolare al Gs Astra e soprattutto al
presidente Luigi Collavo.
TENNIS
LETTERE AL TORNADO
In trasferta a Udine con il Viola Club
Il Viola club Feltre organizza una trasferta in pullman per la partita
Udinese - Fiorentina
che si giocher a Udine il 18 settembre per la 3
a
giornata di campionato.
Info al 349.5706417
32
Meraviglie della natura
(articolo e foto di Angelo Ceccotto)

Quando le meraviglie della natura ci sorprendono per
qualcosa di anormale ma che in realt frutto di immensa
benevolenza della mano suprema per le sue creature. Come
non stupirsi nel vedere certi rari esemplari che sono al di
fuori della nostra visione quotidiana, dove la sproporzione
sbalordisce e ci coglie di stupore per tanta abbondanza. Nella
fattispecie fa scalpore vedere una capra che abbonda cos
vistosamente delle sue mammelle. Ce ne fossero state di
queste nel periodo di magra, quando le famiglie erano
composte da nuclei a due cifre, esse avrebbero permesso la
sussistenza famigliare con pi serenit. Guardando
lesemplare di questa capra, eccome avrebbe pagato la
montagna. Sicuramente un esemplare invidiabile per
qualsiasi pastore, ma anche fonte di ammirazione per
chiunque.
Che dire poi dei limoni messi a confronto che mostriamo di
seguito, dove il pi piccolo, non sempre di produzione italiana, rientra nella normale grandezza, trovandolo in tutte le
famiglie di circa 130/150 grammi. Poi il medio, meno acerbo,
prodotto con grande cura nel nostro meridione che si aggira tra
340/360 grammi, esemplare che attira lattenzione delle
casalinghe pi snob acquistandolo con distinzione, mettendo
spesso in evidenza la loro posizione economica pi agiata. Ed
infine quello gigante, detto amalfitano, dalle dimensioni
esagerate che si aggira tra i 1.100 e, per alcuni esemplari, i
1.300 grammi. La sua conformazione di una buccia sottile,
mentre allinterno diviso da una spessa polpa spugnosa con al
centro una piccola parte sugosa. Esso molto appetibile e va
consumato normalmente tagliandolo a fette e gustato con un po
di zucchero, altri lo desiderano con un po di sale o aceto
balsamico. Cos fatto, si augura buona appetito


Un gesto di riconoscenza per Stefania Berton
di Angelo Ceccotto

I Fanti della Sezione di Alano-Quero recentemente hanno volu-
to gratificare con una pergamena intestata alla signora
Stefania Berton di Quero, classe 1925, per le sue manuali
opere di ricamo su tela di seta, con filo doro, in cui sono ri-
portati i nomi dei Caduti delle guerre e la canzone del Piave. Un
impegno certosino e di grande finezza in tali opere, che
rimarranno ai posteri come segno di testimonianza del sacrificio
dei nostri padri.

La signora Berton, ora residente a Moriago (TV), in
quellincontro andata con il pensiero alla memoria del babbo
Antonio Berton, classe 1899, Fante del 27 Reg.to Brigata Pa-
via che combatt nel primo conflitto mondiale sul Podgora, sul
Sabatino, a Gorizia, sullIsonzo e che per un breve periodo fu
inviata sullAltipiano di Asiago per poi essere inviata nella zona
di S. Biagio di Callalta ed infine sul Monte Asolone e dintorni.
Luoghi storici teatro di grandi azioni eroiche ma anche di morte
ed estrema sofferenza.

Ed per questo che, nel suo sentire e testimoniare, la signora
Berton ha voluto confezionare le sue opere a memoria di un tri-
ste passato e in onore di suo padre e di quanti hanno dato la vi-
ta per la loro Patria.

Per tali sentimenti e sensibilit espressi, i Fanti della Sezione di
Alano-Quero hanno voluto dimostrare alla signora Stefania la
loro riconoscenza, gratitudine e non meno ammirazione per le
sue opere, aggiungendole laugurio di un lungo percorso di vita
serena e operosa.

LETTERE AL TORNADO
via Monte Grappa, 28 Feltre
tel. 0439 842 603 www.bancapopolare.it
VIVAIO - PIANTE
di Mondin Duilio
32030 QUERO (BL) via Feltrina Cell. 338 1689292
E-mail:mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com
Realizzazione e Manutenzione Giardini
Prati - Irrigazione - Potature
Realizzazione e Manutenzione Giardini
Prati - Irrigazione - Potature
RASAI di Seren del Grappa (BL) - Via Quattro Sassi -
Tel. e Fax. 0439 44360 - 0439 448300
graca@tipograadbs.it - occhio@tipograadbs.it
DUE ESSE s.n.c.
di Stramare Nicola e Oscar
Via S. Rocco, 39 - 31040 SEGUSINO (TV)
Telefono e Telefax 0423.979344
Via della Vittoria - 32030 FENER (BL)
Telefono 0439.789470
ONORANZE
FUNEBRI
Merceria Olimpia
ARTICOLI MERCERIA
INTIMO - ANCHE TAGLIE FORTI
ARTICOLI DA CUCINA
ARTICOLI PER RICAMO
ARREDO BAGNO
SERVIZIO STIRERIA
ed altro!
Mi trovi a FENER (BL)
via Dante Alighieri, 22
fronte Supermercato
Aperto tutti i giorni
dalle 8.30 alle 12.30
e dalle 16.00 alle 19.00
Chiuso
Mercoled pomeriggio
e Domenica
Via Nazionale, 94 - 32030 QUERO (BL)
Cell. 333 1135670

LIBRI

RIVISTE

DEPLIANTS

CATALOGHI

STAMPA
COMMERCIALE

FUSTELLAZIONI
LA CANEVA
VINI SFUSI E NON SOLO
FENER di ALANO di PIAVE
VIA DELLA VITTORIA, 15
TEL.: 0439.77.62.47
E mail: caneva.vini@virgilio.it


S
t
a
m
p
a

D
B
S

-

R
a
s
a
i

d
i

S
e
r
e
n

d
e
l

G
r
a
p
p
a

(
B
L
)
Impresa Edile
Fabrizio Mondin
Costruzioni Civili e Industriali
Ristrutturazioni e manutenzioni di ogni tipo
Allacciamenti fognature
Tel. 349.3024131
viaggi di nozze * vacanze in tutto il mondo
viaggi su misura * gruppi * lastminute
week end * itinerari culturali e archeologici
vacanze in barca a vela
cell: 349.5282262
email: a.rizzotto@cartorange.com
web: www.consulenteperviaggiare.com
Alessia Rizzotto
Consulente per Viaggiare
L'unica agenzia di viaggi anche a domicilio
nei giorni e negli orari che preferisci!
a Fener, in Piazza Dante,
troverete una vasta selezione
di dolci e paste
preparati con cura artigianale
Tel. 0439 776171
Chiusura luned
LA CANEVA
VINI SFUSI E NON SOLO
FENER di ALANO di PIAVE
VIA DELLA VITTORIA, 15
TEL.: 0439.77.62.47
E mail: caneva.vini@virgilio.it


LA CANEVA
VINI SFUSI E NON SOLO
FENER di ALANO di PIAVE
VIA DELLA VITTORIA, 15
TEL.: 0439.77.62.47
E mail: caneva.vini@virgilio.it