Sei sulla pagina 1di 19

NON EDIZIONI IL CAZZ@RO DI 6502, PRESENTA LEBOOK

Salt Creek
Gli effetti dello stop della Corrente del Golfo!
Scritto da 6502, ebook coperto da Copyleft(by-nd) 30/04/2011

HTTP://WWW.YOUTUBE.COM/WATCH?V=HRUEOQYUG2K

Il File stampato in PDF, coperto da: COPYLEFT(by-nd) http://creativecommons.org/licenses/by-nd/3.0/

Note Legalesi. Il webmaster 6502 O;-) Terminetor Magnetico, sono contro la guerra, il sito esprime tacitamente il concetto che la guerra sempre ingiusta, inutile, mai santa. opinione personale del webmaster il fatto che le testimonianze dei veterani di tutte le guerre, abbiano una curiosa assonanza con le opinioni dei pacifisti. I primi (volontari o coartati) hanno imparato direttamente cosa sia la guerra. I secondi (sicuramente molto pi fortunati dei primi) hanno imparato il significato dellinutilit della guerra, apprendendo le altrui testimonianze?!. Le opinioni politiche e filosofiche espresse direttamente od indirettamente nel libro, cos come le analisi storiche, climatiche, metereologi che, fisiche, paleo climatiche, geopolitiche sono da ritenersi personali opinioni del webmaster. Tali opinioni non sono collegate in nessun modo alle persone, enti, organizzazioni e quant'altro citato direttamente od indirettamente nel website e nel libro, il contenuto del testo rappresenta esclusivamente la personale opinione del webmaster. importante tenere presente che ogni riferimento esplicito od implicito a fatti o persone, enti, organizzazioni, eventi, circostanze future o presenti o passate che taluni lettori possono riconoscere od associare del tutto casuale ed immaginario. L'ebook.pdf no-profit lautore non persegue nessuno scopo di lucro o profitto diffondendo online il materiale assemblato. Il volume liberamente stampabile in tutto od in parte, inoltre distribuibile senza alcuna limitazione legale, purch non ne sia alterato il suo contenuto. Se ci trovate frasi troncate, vocali mancanti, abbiate pazienza, non un prodotto commerciale. A tale proposito ricordo che questo documento non un sito d'informazione e nemmeno un risultato di un prodotto editoriale, il volume, il forum blog, l'ebook.pdf, il sito non hanno una pubblicazione regolare, la loro evoluzione, articolazione e modifica si basa sulla volont e linteresse del webmaster che in modo gratuito, aleatorio decide di fare aggiornamenti o modifiche. L'ebook in PDF non contiene immagini (e la copertina in cmyk) dovrebbe essere facilmente stampabile ed intuitivamente rilegabile o spillabile in un vero libro gi correttamente impaginato. Le immagini non dovrebbero essere coperte da copyright, le ho trovate con google.images poi le ho sintetizzate artificialmente per gli scopi letterari di copertina. In ogni caso le fotografie originali restano di propriet dei loro legittimi proprietari bla, bla, bla. Non "garantita al limone" la resa grafica ed il processo di stampa di cui ogni utente ne assume la responsabilit. Il webmaster non si assume la responsabilit della completezza delle informazioni pubblicate, dei problemi, danni di ogni genere che eventualmente possono derivare dall'uso proprio od improprio, dalla stampa, dall'interazione e/o download di quanto disponibile online. Tutti i marchi, loghi, organizzazioni citati direttamente od indirettamente sono di propriet dei loro legittimi proprietari bla, bla, bla... tutelati a norma di legge dal diritto nazionale/internazionale, bla, bla, bla legalmente registrati ecc... s insomma dai!, non dite che non avete capito!!. Lebook SALT CREEK [v1.0] tutelato da COPYLEFT(BY-ND) http://creativecommons.org/licenses/by-nd/3.0/

6502 & Terminetor Magnetico


Per consigli, suggerimenti, critiche o quant'altro info @ omaha-beach.net

Lunga riflessione palloccolosa sulla palla di cristallo che non ho, mischiando passato e futuro sra possibile dipingere un possibile tetro verosimile presente.

Ok! Guys, let's go on leading the way towards Punic Wars 2 and WWWIII

-Check on www.youtube.com/watch?v=NzlG28B-R8YNei prossimi venti minuti di lettura, volerete a bordo dell'rf4 di blackjack, mentre stando seduti sul sedile posteriore del copilota, grazie alla fredda logica della strumentazione di volo per il notturno strumentale, vi verrano rivelate informazioni preziose

Accendendo l'apparato radar passivo ed osservando le ipotetiche emissioni guerraffondaiche, allo stato attuale delle info di pubblico dominio, le informazioni proposte dal monitor di bordo dell'rf4 sono le seguenti:

[ ] gli scenari di guerra fredda in stile WWIII ossia NATO vs Russia, appaiono non plausibili ossia antistorici!. La UE non ha ragioni di spazio vitale per invadere la russia (epoca WWII), tantomeno la Russia ha convenienza ad

invadere la UE, dato che la UE un prezioso cliente per la Russia dato che acquista il gas e molte materie prime. Mentre la Russia importa prodotti finiti dalla UE, c' interdipendenza economica e sono venute meno le ragioni per un irrazionale interesse a spararsi addosso. Sempre pi si vocifera di Russia con esercitazioni congiunte con la NATO e l'impegno del coordinare un sistema di difesa europeo antimissile per tracciamento ed abbattimento di missili provenienti da ipotetiche minacce dall'est. Forse domani l'Euro al posto della debole moneta del rublo, con la stessa armata rossa come un componente della NATO, non sono estrapolazioni impossibili da dedursi in unanalisi dinamica.

[ ] gli scenari millesettecententeschi di USA vs UE oppure UE vs UE, sono un delirio puro. Antistorici tanto quanto gli scenari di USA vs Russia dato che linterdipendenza economica ha rimosso le cause di guerra. Inoltre molte multinazionali USA stanno comprando appezzamenti nelle repubbliche della russia per rivitalizzare il settore primario della CSI e farla diventare un grosso esportatore di prodotti alimentari e granaglie come Usa e Canada. Contemporaneamente la Russia vende gas agli USA tramite Alaska & Siberia, senza contare l'ultimo trattato di smantellamento di armi nucleari tra Russia & USA che porta un'ulteriore segno di distensione e cooperazione, con ottimi obiettivi da raggiungere all'interno della NATO in europa.

[] gli scenari Medioriente & WWIII con flashpoint mediorientali che poi si espanderebbero in guerra mondiale,
sono a mio avviso poco plausibili in un epoca post guerra fredda. Ipotesi antistorica lidea che la Russia invada il medioriente!

[] Lidea di una panarabia dall'atlantico all'oceano indiano, ossia di guerre e scenari medioevali con crociate
politico-religiose mi appaiono antistorici ed un delirio non plausibile. Perch gli arabi non sono tutti uguali. C' chi povero, c' chi seduto su una montagna di soldi, c' chi sciita o sunnita, c' chi pratica un islam moderato e chi pi rigido sino ad essere considerato estremista dagli stessi arabi. I paesi dell'Opec (specie quelli arabi, attorno all'Arabia Saudita) non hanno voluto farsi nemmeno una confederazione blanda con un'unica moneta di conto. Sono frazionati in piccoli stati ed imho mi sembrano molto attenti a gestire le loro fortune, piuttosto che a pensare ad una sorta di UE in Arabia. Poi gli arabi del nordafrica e Turchia imho, dalla tv appaiono molto europei con le stesse aspirazioni ed ambizioni degli europei, tranne per il fatto che non sono interessati a cibi come la rostinciana o la porchetta.

[X] Molto plausibili i flashpoint minori in Iraq, con lo swap dello status da proxy occidentale che traumatizzava i
suoi 3 popoli in proxy sumerico. Probabilmente io stimo in prospettiva che imho che un pezzo del neo.stato iraqueno otrebbe finire in una secessione. Uuna parte dellIraq giungerebbe in orbita Iraniana?. Mentre il flashpoint in Afghanistan (nato come risposta all'attacco delle twin towers), venendo a mancare il coinvolgimento diretto Indiano, Iraniano, Cinese e Russo (che sono gli stati pi prossimi alla regione e non apparentemente molto interessati a stabilizzare tale area), potrebbe accadere che la regione finisca logicamente catalizzata in orbita economica e/o geopolitica dell'Iran e/o Cina, e con essa anche il Pakistan.

[] gli scenari di una guerra in palestina, tra Israele e stati arabi (sul genere delle guerre d'indipendenza israeliane) mi
sembrano scenari vecchi e non plausibili in prospettiva. Possono avere solo un interesse politico per il governo guerraffondaio di destra israeliano (a cui si contrappone una sinistra israeliana pi saggia e moderata e lungimirante, dato che osserva anche la dinamica demografica nel lungo periodo) per costruire sempre pi speculazioni edilizie nonostante la moratoria ONU. Gli stati arabi hanno accettato Israle, lo stato palestinese al nord c'ha fatto la pace, resta da trovare una soluzione sulla striscia di gaza e forse l'idea di 2 stati palestinesi (di cui gaza, protettorato egiziano?) potrebbe far asciugare il problema del medi oriente. La ipotetica minaccia "sumerica" pare sotto controllo e monitorata dai russi e dai francesi, circa l'arricchimento o meno dell'uranio e l'implementazione di tecnologia nucleare civile. Quindi considerato il clima mediterraneo arido che tende al desertico, l'area della palestina imho di scarso interesse strategico, essendo carente di fonte di acqua dolce (sia ora, sia in un futuro prossimo specie nello scenario dello spengimento della corrente del golfo).

[X] L'unica minaccia prospettica plausibile per l'Europa, proviene dall'Africa e da un potenziale conflitto nord vs sud, ossia dalla migrazione biblica di africani che indotti da climate change (cause endemiche), decidano d'invadere l'europa. Oppure un'invasione dellEuropa non causata da cause endemiche, ossia una diversione strategica annessa alla WWIII.
La Palestina non il centro del mondo, nemmeno l'Europa il centro del mondo, nemmeno gli Usa sono pi il centro del mondo. Il grosso della storia si sta facendo (e si far) in Asia ossia in Cina ed in India e quindi rilevante ispezionare che impatti ci potrebbero essere su tali aeree e ci sar mai una Cindia oppure se le due economie e nazioni andranno a configgere (anche in virt di effetti incontrollabili dal "climate change"). Poich tra la Cina e l'India c'

il muro (piuttosto alto dell'himalaya) probabile che un ipotetico conflitto tra Cina ed India (se mai avverr) avr teatro a)nel sud-est asiatico (gi teatro di guerre negli anni 1960) oltre che b)in siberia. La Siberia che stracolma di materie prime, acqua, risorse naturali e zone fertili e vuote, con una densit di abitanti per kmq che praticamente pari a zer. In pi le citt siberiane risiedono lungo la transibieriana che congiunge come una lisca di pesce la testa della Russia (reticolata di vie di comunicazione) con il corpo della Siberia. Solo uno stupido ignorerebbe che la Siberia rappresenterebbe nel futuro prossimo, un ghiotto boccone. Inoltre non c dubbio che la suddivisione delle materie prime e risorse naturali assai concentrata in Asia in termini di nazioni.

[ ] Quale sar la disposizione delle nazioni nella WWIII? [Russia+Cina] vs [India+Europa+USA] immaginando la WWIII, tale disposizione non mi pare una disposizione plausibile, in quanto storicamente la Cina non mai stata per sua sfortuna una democrazia (e non detto che si evolva in una democrazia, dato che storicamente avrebbe da recuperare secoli di sfruttamento). Mentre la Russia anche se una democrazia debole se entrer nella NATO e nella UE, di certo tutte le sue istituzioni democratiche avranno a giovarne. Cina ed URSS in passato, andarono ad un passo a farsi la guerra, proprio per una diatriba su confini in Asia. Inoltre l'Europa strettamente inderdipendente dalla Russia, tanto quanto la Russia dalla Ue, quindi pensare ad una guerra tra le 2 entit davvero poco plausibile come ipotesi. [X] Altro scenario da osservare con attenzione lo scenario Coreano, se non altro perch dal 1950 la guerra non si
mai conclusa ma si solo raggiunto un temporaneo "cessate il fioco", che sporadicamente viene violato dalle autorit nord Coreane ( che hanno un'economia interna praticamente al collasso). Questo scenario, se non si evolvesse in una implosione della Corea del Nord, generando un ampio e vasto cambiamento economico e politico in quellarea con un saldamento economico tra Corea del Sud e Cina, certamente potrebbe essere molto utile in un prossimo scenario di WWIII, per ridurre il numero dei teatri e dei guerreggianti nellimmaginaria WWIII. Ragion per cui, le Guerre Puniche II (cause endemiche o diversione strategica WWIII) assieme alla WWIII, esauriscono a mio avviso tutti i possibili eventi guerrafondaici rilevanti del prossimo futuro.

Accendiamo l'apparato all'infrarosso ed osserviamo l'ipotetico campo di battaglia del MediOriente, verificando come mai nella WWIII non si avrebbero operazioni su questo teatro (almeno per come la WWIII stata immaginata allo stato attuale delle info di pubblico dominio). IMHO durante la WWIII il teatro mediorientale rester calmo e fuori dalla WWIII, perch: 1-Secondo me il topic *israelo-palestinese* (usato in questi ultimi 50 anni per guerree locali e terrorismo) si "asciugher'" con il nuovo corso politico Egiziano, per cui probabile che al nord il primo stato palestinese che ha gi fatto pace con Israele, si aggiunger anche la striscia di Gaza che potrebbe diventare un protettorato Egiziano (oppure addirittura un pezzo di Egitto annettendolo, ed "asciugando" il problema israeliano-palestinese). 2-imho quell'area rester calma perch nella WWIII si combatte "per spazio vitale" (acqua, animali, foreste, cibo,

materie prime, zone con clima pi vivibile e meno estremo). Il cambiamento climatico stimo che *eroder* le fasce temperate, i monsoni si sposterebbero a causa del blocco della corrente del golfo, per cui non valuto che la zona del medioriente (attualmente a trend in desertificazione) ancorch sfruttando un raffreddamento dell'europa del nord abbia molto beneficiarne in termini climatici. Questo perch contemporaneamente i deserti si amplieranno per il climate change (e l'innalzamento della temperatura media indotta dalla Co2), assottiglieranno le fasce climatiche a zone temperate (estremizzando il clima altrove). Per cui la zona del Libano, Israele, Palestina IMHO resteranno a mio avviso sempre a clima mediterraneo secco con penuria d'acqua che continuer a tendere al clima desertico. 3-Il relativo problema israelo/palestinese imho se non si asciugher per ragioni politiche (vedi sopra punto 1) certamente si asciugher per cause demografiche!!, dato che il trend della popolazione israeliana divergente dal trend demografico palestinese. 4-L'ipotesi che *chartagine controlli tutto il mediterraneo* (e che quindi anche tale area sia a rischio Guerre Puniche II) imho irreale e non sar ragionevolmente vera. Continuando il volo a bassa quota attorno a Chartago, si evince la stima che Chartago non controller tutto il mediterraneo!.

a) riprendendo in astratto il pattern delle guerre puniche romane, gi a quel tempo Chartagine non controllava tutto il mediterraneo (ma solo il lato Ovest e centrale ossia il teatro iberico ed italico) quindi l'assunzione di fondo nelle GP2 rimarrebbe la stessa, salvo cambiare i teatri delle operazioni applicando logiche di flip & flop b) nelle guerre puniche II il teatro' appunto invertito, flip & flop ossia le operazioni si muovrebbero sul teatro italico e bizantino (con l'esclusione della poco interessante ed arida coste mediterranee mediorientali) infatti nel teatro italico e bizantino ci sono (e resteranno infuturo) pi laghi e montagne (e qualche ghiacciaio e zone verdi abitabili) di quante ce ne siano nel teatro iberico che in desertificazione. c) sopratutto la lunghezza in km di coste abbordabili sul teatro italico e bizantino (comporta un numero di difensori frazionati e polverizzati favorendo gli attaccanti) genererebbe un valore che appare enormemente pi elevato di quanto lo sia il teatro ispanico (che offre la possibilit di una pi elevata concentrazione dei difensori, sfavorendo gli attaccanti) d) la disposizione delle correnti di superficie favorirebbe l'approdo sul teatro italico e bizantino piuttosto che sul teatro iberico e) collegandosi all'ipotesi WWIII una diversione strategica sul teatro italico/bizantino, si avrebbe IMHO un senso logico in relazione allo sforzo chartaginese (alleato tacito nell'asse impero gengiskano, impero sumerico). Mentre gli USE che sarebbero coinvolti in favore della CSI (ipotizzando una guerra in pieno fronte siberiano) rendono unazione sul teatro italico-bizantino pi logico come teatro della diversione. E tale azione diversiva appare pi logica di quanto possa essere un'affondo chartaginese passando dal teatro iberico, dato che appunto la fascia dei Pirenei genera una strettoia facilmente difendibile rispetto al caos che sarebbe per gli USE di difendere le coste italiche e bizantine con migliaia di km di coste sabbiose ed isole, tutte invase da truppe cartaginesi, sulle quali gli attaccanti potrebbero installare miriadi di colonie e basi intermedie per generare una spinta successiva sui teatri bizantini/italici. f) il teatro bizantino & italico ha un numero di "punti geostrategici" maggiori di quanti punti cardine ve ne siano sul teatro iberico infatti: teatro italico + bizantino > teatro iberico canale di Sicilia --------- Gibilterra canale di Suez ---------

Malta Cipro Dardanelli Totale =5

----------------------->

1=Totale

g) non esiste al momento una flotta navale pi forte di quella della NATO nel mediterraneo tale da rendere vera la frase "chartagine controlla tutto il mediterraneo". Ne tantomeno la costruzione di una flotta cos potente passerebbe inosservata. Per cui come nelle guerre puniche romane, all'epoca Chartagine non controllava tutto il mediterraneo, cos nelle guerre puniche II appare ragionevolmente vera laffermazione di fondo che CHARTAGO NON CONTROLLER TUTTO IL MEDITERRANEO h) A meno che all'impero sumerico non interessi uno sbocco al mare sul mediterraneo lungo una costa con clima mediterraneo secco ed arido che tende al desertico (per aggirare alle spalle le armate euromane & russe sbarcando nel mar nero), non ci sono ragioni per cui il conflitto ipotetico della WWIII possa espandersi in area mediorientale. Infatti per un'azione di aggiramento delle truppe euromane a supporto della CSI sarebbe poco utile passare dai Dardanelli, quando lo stesso risultato lo si potrebbe raggiungere molto pi facilmente passando dal Mar Caspio (senza dividere le forze ed allungando inutilmente la catena logistica) onde puntare come obiettivo finale sumerico ad agguantare tutta l'aria caucasica circostante che ricchissima di risorse & acqua. i) gli arabi e lOPEC nella WWIII si suppone che resteranno neutri, imho gestendo risorse energetiche (petrolio, gas, idrogeno ed energia elettrica prodotta massicciamente dal solare) si guarderanno bene dal rimanere coinvolti nei 2 schieramenti in conflitto e quindi ragionevole supporre che mantengano una posizione neutra tra le 2 fazioni non bloccando nessun trattato commerciale e quindi non attirando campagne guerraffondaiche nei loro confronti!.

Volando se mpre a bassa quota attorno a Chartago, si pu stimare qualche altra considerazione aggiuntiva circa 5) l'uso di armi nucleari; se si prende il libro "Il giorno dopo", M.Riordan, garzanti editore qualora si prenda un compasso, prendendo il raggio delle aree di sovrapressione degli impatti d'icbm (a testata unica o mirv), una cartina del medioriente indicherebbe che per le circonferenze dimpatto essere israeliano o palestinese non farebbe nessuna differenza!. Ragione per cui, certamente il topic "israelo/palestiense" nella WWIII (se non si sar asciugato per ragioni politiche o demografiche) non verr certamente invocato in ambito militare perch le aree geografiche non sono strategiche e perch politicamente sarebbe ininfluente. 6) non credo che nella WWIII si far uso di armi nucleari strategiche ICBM, se non inerenti a testate tattiche al neutrone. Tali ordigni sono classificati irrazionalmente come testate pi pulite (per quanto possa essere folle lidea di considerare una testata al neutrone unarma "pulita"). Esplosioni nucleari al suolo sarebbero da escludersi per la relativa contaminazione e distruzione di importanti risorse naturali (per cui si combatte proprio per tali obiettivi nella WWIII). Anche le esplosioni nucleari in quota sarebbero micidiali per l'ambiente, alla luce della ricaduta di fall out e delle nubi radioattive che potrebbero aspergere le loro mortali particelle attive per millenni, in zone anche lontane dagli obiettivi militari (finendo per inquinare le preziose risorse naturali). Ragione per cui non ritengo che in Siberia (area dello scontro della WWIII) si avranno esplosioni nucleari a terra od in quota (se non di tipo tattico). 7) non conoscendo la dislocazione delle basi militari cinesi e russe, "le ho approssimate" con intorni delle grandi citt e conurbazioni. Il dispositivo militare russo (anche per retaggio della WWII e della guerra fredda) l'ho assunto dislocato per lo pi sui confini presso l'ovest. De facto ho assimilato la relativa curva demografica assimetrica russa distribuita tra Russia Europea+Siberia come curva che sia rappresentativa della distribuzione delle basi militari Russe. Da tale approssimazione si evince ad es. che la popolazionee del kazahstan (un territorio piano a bassissima densit per kmq con poche grandi citt immerse nel niente) sarebbe poco difendibile. Questo agevolerebbe certamente gli aggressor che passando da Est e risalendo la transiberiana potrebbe rastrellare la siberia, mentre il grosso delle forze passerebbero dalla mongolia, dai monti altai, dalla zungaria e dai passi presso la highway del taklamakan (dovendo

l'impero sumerico guardare il fianco strategico sinistro dellasse Sumerico-Gengiskano) e sfondando proprio al centro ossia nel kazahstan ed inibendo che rinforzi della CSI possano affluire ad est. Di fronte ad un attacco semiconvenzionale, certamente la CSI risponderebbe con un lancio massivo di ICBM di tipo NC per colpire le coste gengiskane (dove per altro la popolazione si addenserebbe). Ergo i gengiskani certamente *avranno certamente previsto un efficace sistema antimissile per inibire la reazione di tali lanci* che altrimenti andrebbero a colpire i loroobiettivi e decretando la fine della guerra. Ovviamente come contro-risposta gengiskana (dopo il placcaggio del contrattacco russo), si potrebbe immaginare un nuovo contrattacco di IRBM od ICBM gengiskani NC dritti sulla russia europea. Tale tipo di azione a)sarebbe una risposta al contrattacco russo b)inibirebbe la resisteza russa c)creerebbe un muro di fuoco di sbarramento nei confronti degli obiettivi oltre gli urali lungo la linea dell'Ob (la quale si potrebbe immaginare che potrebbe essere lipotetico obiettivo finale gengiskano della manovra strategica dinvasione). Perch proprio il fiume Ob? Bo non lo so

Alla luce di questa ipotetica escalation osservata con una ricognizione a bassissima quota, si deduce che IMHO sarebbe molto pi semplice concepire la prima mossa gengiskana come un "first strike" sulla russia occidentale annichilendo quasi tutto il potenziale strategico russo per ridurre la ritorsione Russa al minimo. Di conseguenza il passo logico successivo potrebbe essere quello di trasformare l'invasione della siberia in una guerra semiconvenzionale, onde non distruggere le risorse naturali a cui entrambi i contendenti sarebbe interessati.

[X] Per tutte queste ragion io stimerei che nelle WWIII l'area del medioriente resterebbe calma, essendo de facto
soloun sasso polveroso, non avrebbe nessun interesse strategico, ambientale, militare o politico. Dopo la veloce ricognizione a bassa quota, saliamo ad altitudini pi elevate ed accendiamo l'apparato del long range radar ed osserviamo come la WWIII verrebbe immaginata (allo stato attuale delle info di pubblico dominio), dal monitor di bordo dell'rf4 phantom II

-inizio WWIII ai primi della primavera del 20!? Attacco missilistico massiccio con IRBM/ICBM sumerici e gengiskani alla repubblica zarina nella parte europea. La violenza e l'attacco improvviso immotivato ed inaspettato, rompe la catena di comando zarina, la cui reazione di ritorsione sfilacciata e tardiva con lanci frammentati di ICBM (a causa di retaggi della guerra fredda, i missili vanno riprogrammati ed il grosso delle truppe strategiche sarebbero state ancora schierate per un attacco/difesa da Ovest e non lungo i confini ad Est). Le perdite civili e militari zarine sono molto pesanti nella repubblica preuralica. -primavera 20!?

La rappresaglia di ICBM zarini viene per lo pi "sterilizzata" dalle batterie antimissile gengiskane e sumeriche (site sull'himalaya). Anche se alcuni obiettivi sumerici sono raggiunti e distrutti, gli effetti della ritorsione zarina sono minimi ed ininfluenti. Inizia l'attacco convenzionale di terra (azione convenzionale per modo di dire, dato che si userebbero bombe tattiche al neutrone). Le armate gengiskane e sumeriche sfonderebbero su varie direttrici in siberia. I sumeri da sud verso nord, fiancheggiando il mar caspio e coprendo il fianco dell'azione asiatica. I gengiskani con un pingue corpo di spedizione mosso da Est verso Est girerebbe in ala tornante da Est verso Ovest rastrellando le citt lungo la transiberiana. La forza principale gengiskana invece attaccherebbe da Est verso Ovest affondando in kazahstan. Scatterebbe la direttiva dell'Onu, Euroma si schiererebbe a fianco della repubblica zarina, gli Usa manterrebbero la neutralit, la repubblica del Gange temporeggierebbe per un po' (anche se la tendenza sarebbe verso un impiego a favore della direttiva Onu). Scatterebbe pero' a sorpresa il blocco gengiskano e chartaginese del canale di Aden. Inizierebbero le guerre puniche nel mediterraneo che soprenderebbero gli Use. L'asse chartaginese, sumerico, gengiskano sarebbe palese ed impensierirebbe la repubblica del gange la quale enterebbe nel conflitto a fianco di euroma e della zarinia (gli usa resterebbero neutri, anche se varerebbero una legge affitti e prestiti" con euroma e la repubblica del gange. Gli usa manderebbero la "task forze gozzilla" a veder di sbloccare il golfo di Aden. La missione (narra il sgt. Cooper) fallirebbe (perch gli usmc incontrerebbero truppe gengiskane e per non entrare in conflitto diretto, la task force gozzilla sarebbe stata spostata nel mediterraneo circumnavigando l'africa). Arriverebbe operativa tale unit al fianco di euroma solo nell'estate (in piena fase guerre puniche II in fase 2). All'Onu gli Usa stringerebbero un accordo con i gengiskani di non aggressione, ove si baratterebbe la neutralit Usa in cambio di una non esplosione del conflitto della WWIII sul fronte nippocoreano. Tale concessione verrebbe accettata con la clausola successiva con cui gli Usa non dovrebbero aiutare direttamente gli zarini, evitando di estendere loro gli effetti della legge affitti e prestiti. Daglii zarini tale patto sarebbe stato denominato "accordo del disonore". Mentre per il resto del mondo tale trattato sarebbe stato salutato come la dimostrazione che sarebbe possibile trovare un accordo di pace con l'asse gengiskano-sumerico. Inoltre tale patto di non belligeranza conduce alla concreta speranza di non portare ad estinzione tutto il genere umano. Si formerebbero enclaves zarine nella siberia, queste isolate e senza rifornimenti si raggrupperebbero per tenere la citt di Novisibirsk (dato che la transiberiana con forma a lisca di pesce, renderebbe il nodo di Novisibirsk strategico e tale da evitare che l'ala tornante gengiskana potesse saldarsi con la forza principale). Truppe zarine della marina proverebbero a sbarcare a nord del polo nord, per raggiungere Novisibirsk ed allentare l'accerchiamento, ma sommergibili gengiskani affonderebbero tali forze, concludendo lazione in una tremenda guerra di mare data la letale temperatura dell'acqua. -estate 20!? L'offensiva della repubblica del gange denominata "operazione scimitar" avrebbe come obiettivo il nord oltre che est, ma l'offensiva sarebbe bloccata dai gengiskani sui monti. La posizione montagnosa bloccherebbe l'avanzata della repubblica del gange e favorirebbe i gengiskani, ad est il territorio paludoso ed i rilievi del sudest asiatico (oltre a vari stati satellite dell'impero gengiskano), rallenterebbero la lenta e sanguinosa avanzata repubblica del gange. Nel frattempo euroma sarebbe schierata a fianco della zarinia (tenendo il fianco destro, a sud est attorno agli urali). Le sue armate scatenerebbero un'offensiva sul lago di Aral verso sud, dove le truppe sumeriche sarebbero avanzate. Sbarchi lungo il mar Caspio sumerico a sopresa, romperebbero l'avanzata a rullo compressore euromana che si vedrebbe costretta a ripiegare. Questo a causa anche delle guerre puniche nel mediterraneo, che sposterebbero forze in retroguardia per tenere il teatro bizantino che andrebbe sotto pesante pressione. La Nato ripiegherebbe attorno al mar Caspio e gli Urali mentre gli zarini attestati oltre gli urali non riuscirebbero a passare l'Ob (anche a causa del terreno e delle condizioni climatiche tipiche dei fiumi zarini in estate). Furiosi combattimenti e lanci di armi tattiche imperverserebbero in Asia (l'impero gengiskano e la repubblica del gange ancora non avrebbero lanciato missili su obiettivi interni civili ma si sarebbero limitati a scontri pesanti con armi non convenzionali solo sul fronte delle ostilit). Accadrebbe per che prima o poi un'attacco missilistico sumerico di IRBM piovrebbee sulla repubblica del gange, dato che lungo la costa del golfo di Oman, la repubblica del gange riscuoterebbe forti successi contro i sumeri.Ci romperebbe il tacito accordo tra aggressors e defenders, nel non usare armi nucleari su obiettivi civili entro i confini degli stati contendent, aprendo ad un inferno apocalittico di dimensioni inimmaginabili!!. -l'autunno freddo del 20!? Con l'avvio della stagione fredda in asia, le nubi radiattive degli scontri in asia si spalmerebbero nel globo. Il fronte in asia tra [zarini+euromani] vs [gengiskani+sumeri] si bloccherebbe e si stabilizzerebbe lungo una linea immaginaria dell'Ob (presso gli urali) che determinerebbe centinaia di km di terra di nessuno. Pioverebbero attacchi nucleari di icbm/irbm e bombardamenti strategici sulle citt gengiskane, su quelle della repubblica del gange, su quelle sumeriche. All'Onu gli Usa si prodigherebbero in un'azione di "ceasing fire" sfruttando il fatto che le guerre puniche nel mediterraneo nel frattempo si sarebbero concluse con la vittoria di euroma. Contando sul fatto che il fronte in asia sarebbe statbile, le azioni diplomatiche mirerebbero al raggiungimento di un accordo. Tuttavia nessun accordo verrebbe raggiunto tra le parti, un mare di odio separerebbe i contendenti!. Avendo Euroma liberato il nocciolo di resistenza nel golfo di Aden, dopo il termine delle guerre puniche (la campagna estiva specie verso il golfo di Aden sarebbe stata faticosa per le truppe euromane), le forze residue euromane vengono spostate ad est, onde preparare un'offensiva verso la sumeria, passando dal medioriente. I paesi della penisola, timorosi che il conflitto si della WWIII potesse espandersi anche nel medioriente, non invierebbero i carburanti e le supplies ad euroma e comunicherebbero i

piani dell'invasione all'Onu, rendendo tali informazioni pubbliche e note allasse gengiskano & sumerico. Sempre all'Onu in una sessione pubblica, dopo che la mediazione dei paesi arabi sui contendenti fosse finita in un nulla di fatto (esattamente come tempo prima, lazione diplomatica americana), ci si accorderebbe per tener fuori il teatro mediorientale dalla WWIII. Ci in quanto le molte esplosioni nucleari avrebbero gi provocato un problema climatico globale che preoccuperebbe l'Oms ed i climatologi (dato che la circolazione terrestre dei venti e delle nubi e delle polveri non a tenuta stagna). -linfernale inverno del 20!? Il fronte asiatico sarebbe fermo e l'inverno duro metterebbe a dura prova la linea logistica dei contendenti, le truppe dei defenders (a causa delle ferrovie zarine), avrebbero migliori rifornimenti tanto che proverebbero a scatenare un'offensiva d'inverno per raggiungere Nosibirsk che ormai sarebbe allo stremo delle forze, in un assedio mortale. Frequenti lanci di icbm e irbm e bombardamenti in zarinia preuralica, in repubblica del gange, in sumeria e lungo le coste gengiskane, sarebbero all'ordine del giorno!. L'offensiva dei defenders sembrerebbe quasi aver successo ma poi si fermerebbe quando si verrebbe a sapere che l'enclave di Novisibirsk sarebbe caduta in mano gengiskana. L'ala tornante da est gengiskana avrebbe vinto ed aperto la strada per ricongiungersi con la forza principale e le linee logistiche gengiskane, le queli inizierebbero a riprendere vigore. Oltre ai canali di distribuzione lungo le valli dei monti altai, della zungaria e del taklamakan, adesso le supplies dei rifornimenti e le nuove produzioni gengiskane proverrebbero dalla siberia invasa (via transiberiana e via manciuria). Dopo vari combattimenti la linea del fronte tra zarini+euromani VS gengiskani+sumeri con teatri di guerra tra l'Ob l'Irrtys, il Tobal e l'Isim, le azioni di tradurrebbero in un niente di fatto. Nonostante varie battaglie vinte e perse tra i contendenti, a causa dell'immensit del territorio e dell'estremo clima freddo, le rispettive offensive e controffensive sarebbero rallentate dall'immensit del territori, per cui poco cambierebbe circa le sorti della guerra. Il morale incomincierebbe a scendere tra le truppe euromane (ma non quelle gengiskane). L'impero sumerico cadrebbe in forte difficolt dopo un'offensiva mossa dalla repubblica del gange, perch durante l'anno limpero sumerico (meno imponente di quello gengiskano) avrebbe perso territori lungo il makran e lungo la mesopotamia, scontrandosi anche con euroma. Il fronte lungo l'asse mar caspio e lago d'aral sarebbe vacillante. -la sanguinaria primavera del 20!?+1 I gengiskani sarebbero tosti come nessuno avrebbe mai immaginato!, scatenerebbero un'offensiva epocale con bombardamenti massivi non convenzionali e raggiungerebbero la costa est dell'Ob nei pressi degli urali, le forze euromane si attesterebbero a difesa del fianco sud nel turkestan, la repubblica del gange contrattaccando da est prenderebbe parte dell'indocina e sfondanderebbe nella zona di nan lyng. Tra i 2 contendenti si cederebbe territorio a vicenda ma la situazione non cambierebbe e resterebbe lo stallo tra i 4 contendenti!. Talch Euroma deciderebbe di mettere sotto pressione l'impero sumerico che apparirebbe come il contendente pi in difficolt dato che le linee logistiche gengiskane non alimenterebbero pi le forze sumeriche (ma ogni sforzo sarebbe mirato alle sole forze gengiskane). L'impero sumerico sotto la pressione euromana da nordovest e con attacchi da sud della repubblica del gange, collasserebbe in una guerra civile interna, il nuovo governo firmerebbe l'armistizio con i defenders. Questo libererebbe forze euromane e zarine da destinare contro i gengiskani. Tuttavia lo spostamento di forze non riuscirebbe nell'aggiramento a nord del fronte gengiskano, infatti lo sbarco dei defender nel mar di kara fallirebbe e le truppe zarine finirebbero eroicamente impantanate perdendo lo slancio e cozzando con l'ala tornante gengiskana che nel frattempo si era fusa proveniendo da est (dopo aver rastrellato la siberia). -il macello dell'estate 20!?+1 Le truppe della repubblica del gange sarebbero ricacciate indietro ed il fronte gengiskano si attesterebbe lungo il fiume Si Kiang, le forze euromane nonostante gli sforzi non riesciurebbero a saldarsi con le truppe della repubblica del gange attorno al lago di aral a causa di pesanti bombardamenti non convenzionali di tipo tattico. Gli euromani nonostante vari contrattacchi non riuscirebbero a raggiungere la zona del Taklamakan. Le truppe zarino euromane raggiungerebbero pero' la citt di Novisibirsk rompendo una linea di fronte gengiskana e sfondano al centro. L'ala tornante al nord ripiegherebbe a difesa di Novisibirsk la quale citt sarebbe ormai da molti mesi inmano gengiskana. Gli euromani e zarini per non riuscirebbero a liberare Novisibirsk ed il fronte si fermerebbe lungo l'Ob nei pressi di Novisbirsk. In euroma si vorrebbe interrompere l'azione di sostegno alla zarinia e si vocifererebbe di ritirare il contingente euromano dato che le perdite sarebbero pesantissime, inoltre sarebbero stati fatti accordi da tempo con chartagine e recentemente i sumeri avrebbero capitolato. La pace sarebbe vista come obiettivo possibile. L'asse degli aggressors ormai si sarebbe de facto sfarinato, e sarebber rimasta in lotta solo limpero gengiskano. Gli zarini per vorrebbero continuare la guerra onde ricacciare i gengiskani fuori dal territorio siberiano (anche in virt dei pesanti anni avuti nei primi mesi della guerra). I gengiskani pero' non demorderebbero e terrebbero novisibirsk e la siberia est. Gli attacchi della repubblica del gange nella zona di nang lynn e le vittorie non produrrebbero grandi successi da spendere in ambito Onu in vista di scambi di territorio per l'asia siberiana. Riprenderebbero i bombardamenti e lanci di icbm ed irbm tra gengiskani ed repubblica del gange con obiettivi civili. Questi attacchi prostrerebbero entrambi i contendenti, anceh se i maggiori danni cadrebbero sulla repubblica del gange (in quanto i gengiskani avrebbero mantenuto un efficace sistema antimissile disperso lungo l'hymalaya e quindi sarebbe difficile annientare tali difese strategiche, rifornite da una catena logistica efficace di elicotteri).

-Il lapidario autunno del 20!?+1 All'Onu si sottoscriverebbe la pace, grazie all'Oms e l'azione diplomatica Usa. Sarebbe una vittoria per gli Usa che essendosi tenuti fuori dal conflitto adesso avrebbero riacquisito quel ruolo "di leadership mondiale" che avrebbero perso da tempo (da dopo che il pil gengiskano sorpass quello Usa ed il grosso delle innovazioni tecnologiche furono solo made in gengiktan!). La strategia di non entrare in guerra per gli Usa sarebbe stata vincente, adesso sarebbero l'unica superpotenza rimasta in piedi. Verrebbe stabilito che tutto quello che fosse ad est dell'Ob resterebbe in mano gengiskana, il turkestan tornerebbe in mano della repubblica zarina, il territorio gengiskano conquistato dalla repubblica del gange tornerebbe in mano gengiskano. La penisola dell'indocina entrerebbe nell'area d'influenza della repubblica del gange. I demografi sarebbero contenti perh di tutti i problemi che lumanit avrebbe, di certo il problema della sovrapopolazione si sarebbe risolto!. Se l'impero gengiskano e la repubblica del Gange molti anni prima a)avessero creato una zona economica comune con la stessa moneta cindiana (invece di aspettare di spararsi addosso) e se ; b)avessero imbracciato pale e piccone per fare un traforo ad alta capacit nell'Himalaya per far passare merci e persone... a dire del Sgt. Cooper (testimone della WWIII) forse la WWIII non sarebbe mai accaduta!

Accendiamo adesso l'apparato del radar d'inseguime nto, fissiamo come target laWWIII & GP2 ed osserviamo quindi tutte le info di pubblico dominio, raccolte sul visore tattico. Le guerre puniche II (guerre locali) hanno 2 cause, una delle quali apre ad uno scenario globale di WWIII. Le guerre puniche (come la WWIII) sono scatenate per diverse ragioni, ma una forte componente il blocco della corrente del golfo (che eroder al nord ed al sud, ampie fasce di zone temperate, sposter i monsoni) e quindi far detonare al massimo livello le variabili di lungo periodo date da: - scarsit delle risorse (acqua, cibo, materie prime, zone vivibili) - trends demografici divergenti (migrazioni bibliche di massa od esigenze di migrazioni di massa con popoli che hanno tassi di crescita e distribuzioni di giovani e vecchi, divergenti) - climate change, ossia forti impatti sulle produzioni alimentari di tipo vegetale ed animale - amplificazioni delle crisi valutarie e finanziarie date dal sottostante che avrebbe tendenze di fondo ineluttabili ed incontrollabili. Questo appare lorizzonte degli eventi attuale e plausibile: -uprising tunisia -uprising egitto -uprising libia e guerra civile -uprising in siria -uprising in libano tralasciando l'uprising bahrein & uprising yemen, imho collegati ad una dinamica annessa alla lega araba (che non ha prodotto una moneta unica araba ne tantomeno una sorta di confederazione araba.UE per abbattere le differenze di ricchezza in medioriente), i paesi del mediterrano generano processi evolutivi in quanto guardano alla UE. ROAD MAP TOWARDS PUNIC WARS & WWIII "calendario atteso" degli eventi guerraffondaici futuri e(n) eventi casuali necessari e non sufficienti a scatenare il conflitto E(n) eventi casuali SUFFICIENTI e NECESSARI a scatenare il conflitto

Blackjack il pilota di bordo, comunica via radio ai lettori che in rotta verso le GP2 & WWIII

-blackjack is approaching straight on target, over e ( 1 ) possibili uprising in algeria & marocco (se le riforme ed il dialogo non porteranno da nessuna parte in termini democratici di voto ed un'avvicinamento alla UE) e ( 2 ) suppongo che poi ci sia una fase di stop ed apparente calma, che potrebbe durare un certo periodo di tempo. Tale pausa se non conducesse a politiche euromane solari oppure all'entrata in orbita UE dei paesi del nord del mediterraneo, comporterebbe per il fragile equilibrio generato, una non sterilizzazione delle cause delle Guerre Puniche, ma anzi imho genererebbe le premesse per l'avvento di chartagine e delle Guerre Puniche II e ( x ) possibile flashpoint in palestina/medioriente, da imputare in parte a cause israelo/palestinesi e per assenza di una forte politica della UE che non motiverebbe a sufficienza i 2 contendenti a trovare un accordo per poi entrare nella UE. Cause politiche o demografiche, asciugheranno il problema israelo-palestinese prima o poi (in quanto tale area, ha clima secco ed arido, tendente al desertico ed io valuto che tale trend non beneficer del raffreddamento europeo indotto dal blocco della corrente del golfo). e ( y ) Frizioni sui paesi cuscinetto = latente emersione dell'asse Sumerico & Gengiskano. Ossia una dilatazione di stati nazionali attuali (che ingloberebbero degli stati prossimi oppure la generazione di trattati in cui paesi cuscinetto entrerebbero in aree d'influenza Sumerica o Gengiskana). Quindi si avrebbe la latente emersione dell'asse sumerico & gengiskano. Un generico osservatore dovrebbe percepire mediaticamente un avvicinamento di parti del sud est asiatico in orbita cinese, andando a raffigurare geopoliticamente una sempre maggiore approssimazione dell'aggregato Cina rispetto al pattern astratto ed ipotetico della figura "dellimpero gengiskano". Dovrebbe essere percepibile mediaticamente un avvicinamento di paesi del medioriente in orbita iraniana, andando a raffigurare geopoliticamente una sempre maggiore approssimazione dell'aggregato Iran, al pattern astratto ed ipotetico "impero sumerico". Dovrebbe essere percepibile mediaticamente una "casuale" e/o latente saldatura geopolitica & economica o d'intenti, tra l'aggregato sumerico e quello gengiskano. Saldatura "casuale" ma non necessaria, perch imho l'evento pi importante nel futuro : E1=IL BLOCCO DELLA CORRENTE DEL GOLFO, elemento caotico fortemente scatenante tale da spiegare a)lo spostamento dei monsoni, b)ridurre la produzione agricola nel mondo, c)far detonare la scarsit delle risorse amplificando gli effetti dei trends demografici divergenti e del climate change in termini di zone vivibili, d)amplificare le crisi finanziarie e valutarie che non sarebbero giochi astratti sui futures ma il sottostante sarebbe sospinto da mutabili/variabili reali e non controllabili dall'uomo o dai mercati.

http://www.vialattea.net/esperti/php/risposta.php?num=7389 http://forum.ilmeteo.it/showthread.php?t=99020 http://www.meteoscienze.it/licenza-joomla/269-il-dossier-corrente-del-golfo-diventa-di-attualita-italia-a-rischio-peg http://forum.ilmeteo.it/archive/index.php/t-99020.html http://www.icansavetheplanet.com/se-la-corrente-del-golfo/ http://www.meteogiornale.it/notizia/857-1-gli-studi-belgi-sul-blocco-della-corrente-del-golfo Th[1]: assottigliamento in Europa dei climi miti raffreddamento dei paesi delleuropa del nord, incremento delle precipitazioni a carattere violento (con insorgenza di mini cicloni mediterranei) lungo le coste mediterranee, caduta della produttivit agricola, incremento dei consumi energetici, crescita del fabbisogno di materie prime e cibo con crescita dei prezzi di acquisto. Solo le economie mondiali del I mondo avrebbero accesso alle risorse, i paesi poveri non avrebbero ricchezze sufficienti per accedere allacqua ed al cibo e ci innescherebbe un processo di migrazione biblico che impatterebbe sugli equilibri politici e militari in Europa. E1E2=ossia se la Libia (attualmente il miglior candidato attuale ad interpretare chartagine), se nel tempo non fosse stata stabilizzata in orbita UE, con il tempo "inquinerebbe" le regioni circostanti e/o entrerebbe in orbita dell'asse sumerico & gengiskano. Per cui gli europei, per la loro inerzia, avrebbero coadiuvato l'avvento di *Chartago*, la quale si dovrebbe espandere nelle sue operazioni nelle odierne Tunisia, Libia ed Egitto. Quanto il blocco della corrente del golfo, impatter in modo pesante su Cina ed India, spostando i monsoni e

determinando una forte spinta alla WWIII?

una mia ipotesi & intuizione, meglio dire assunzione di correlazione diretta ma potrebbero anche esserci altri eventi caotici con effetto domino, tra il blocco corrente del golfoeventi[?] scoppio WWIII. Ecco le relative mappe climatiche impataccate con Photoshop provando a cazzeggiare sugli impatti dei mega sistemi ciclonici/anticiclonici. Th[2]: assottigliamento in Europa dei climi miti e riduzione degli scambi termici tra i due emisferi raffreddamento dei paesi delleuropa del nord, incremento delle precipitazioni a carattere violento (con insorgenza di mini cicloni mediterranei) lungo le coste mediterranee, caduta della produttivit agricola in Europa, incremento dei consumi energetici, crescita del fabbisogno di materie prime e cibo con crescita dei prezzi di acquisto. Solo le economie mondiali del I mondo avrebbero accesso alle risorse, i paesi poveri non avrebbero ricchezze sufficienti per accedere allacqua ed al cibo e ci innescherebbe un processo di migrazione biblico che impatterebbe sugli equilibri politici e militari in Europa Contestualmente si avrebbe uno slittamento verso nord degli alisei atlantici per cui la foresta pluviale amazzonica inizierebbe un trend esponenziale di desertificazione. La massa di Co2 sulla terra crescerebbe esponenzialmente per i maggiori consumi e per il minore assorbimento e la temperatura media del pianeta salirebbe ancora pi rapidamente rendendo ancora pi violenti e rapidi i fenomeni di desertificazione. I minori scambi di calore tra i due emisferi comporterebbero movimenti ciclonici/anticiclonici nei rispettivi emisferi per cui anche il polo sud sarebbe investito da un rapido processo di scongelamento con rapido assottigliamento degli stock di acqua dolce nel mondo. Gli alisei indiani e sud atlantici invertirebbero direzione recandosi verso il polo sud e non pi verso il nord. La zona di bassa pressione Himalayana si muoverebbero pi traslata verso Ovest per cui buona parte dei Monsoni che normalmente cadono su India e Cina si scaricherebbero sul medioriente oppure in mare, determinando forti cambi climatici e rendendo le condizioni ambientali pi estreme. Di certo il blocco della corrente del golfo, indurrebbe le Guerre Puniche II. Ma le GP2 potrebbero essere scatenate anche da una diversione strategica nella WWIII e non solo da cause endemiche!.

www.datafilehost.com/download-22830b12.html Ecco il grafico sottostante che stima gli impatti di una variazione climatica di +1C di temperatura media.

[ E1 + E2 ] Guerre Puniche II sono un evento reale e plausibile, ma quale sarebbe la causa?. Dopo la ricognizione effettuata a bordo dellrf4, rispondere a tale domanda adesso facile e possibile!.

www.datafilehost.com/download-22830b12.html

Guerre Puniche II/cause endemiche Nel peggiore dei casi, le guerre puniche II per cause endemiche potrebbero declinarsi sull'Italia in un impatto simile a quello delle WWIII/GP2 (nel caso che gli emigranti arrivati in Italia nel lungo periodo, non essendo naturalizzati ed integrati nella piattaforma dei diritti umani europei, si collocassero con gli attaccanti e non con i difensori). Nel migliore dei casi le Guerre Puniche II per cause endemiche si declineranno in un massiccio attacco alle isole sia sul teatro italico che bizantino. IMHO possono essere sterilizzate con una scelta dinvestimenti nel solare europeo, tappezzando il sahara di centrali solari www.desertec.org (riprendendo in chiave rinnovabile, la politica industrial Mattei.like con le tecnologie innovative del solare termico e la produzione di idrogeno). Guerre Puniche II/diversione strategica WWIII Se le GP2 fossero una diversione strategica WWIII, si avrebbe un impatto pi elevato, dato che la Russia subirebbe uno scenario di "first strike" (i gengiskani e sumerici dopo un "first strike", imho proverebbero a trasformare la conquista della siberia in una guerra convenzionale), quindi i fall out nucleari giungerebbero certamente sulle citt di Euroma=USE (l'attuale UE). Molto probabilmente durerebbero 7mesi (meno probabilmente durerebbero 3mesi), in ogni caso sarebbero un disastro apocalittico per il teatro italico! Il grado di ineluttabilit dell'evento focale WWIII, imho gi da oggi si potrebbe misurare valutando il grado d'interdipendenza tra i 2 potenziali contendenti ossia Cina & India e la tendenza od ineluttabilit ad approssimarsi allo scenario di detonazione della WWIII. [ ] assenza di tunnel tra India e Cina nell'Himalaya e farci passare merci e persone. [ ] assenza di joint venture indocinesi per la costruzione di sistemi d'arma complessi [ ] assenza di partnership indocinesi in missioni spaziali/lunari/marziane [ ] presenza di una rincorsa agli armamenti dei 2 paesi (con armi e piattaforme diverse) [ ] assenza di una moneta comune cindiana quotata su mercati liberi [ ] assenza di drastici cambiamenti politici/economici in Corea del Nord

Le GP2/diversione strategica WWIII non possono essere sterilizzate dallEuropa (in quanto potrebbero essere evitate se solo se la Russia pianificasse una secessione e di parte del proprio territorio alla Cindia onde ridurre il grado di concentrazione delle materie prime. Data la delicatezza delloperazione, solo i russi potrebbero pianificare politcamente unazione pacifica simile onde agire saggiamente per evitare la WWIII) ma solo mitigate, usando le stesse azioni per sterilizzare le GP per cause endemiche.
Adesso spengiamo il radar d'inseguimento ed accendiamo il dispositivo di guida tattica Tacan che ci condurr dritti sull'obiettivo delle WWIII.

Quando scoppieranno le WWIII e le Guerre Puniche II ??

Fonte Pentagonchannel: In un'audizione pubblica sul pentagonchannel, tempo fa parlavano apertamente della possibilit di una WWIII tra Cina ed India, attorno al 2050. Nella road map towards Punic Wars & WWIII, la WWIII scoppia prima delle guerre puniche e dopo il blocco della corrente del Golfo. Quando si bloccher la corrente del golfo? Non lo so, non c'ho la palla di cristallo, hoi solo un visore di un rf4 phantom II con la distanza Tacan!

Tuttavia si puo' dire che a Fonte Euronews del 2008, gli scienziati nel 2008 davano per navigabile il passaggio a nordovest non prima di 30 anni, ossia attorno al 2030. Oggi sappiamo che il passaggio a nordovest per rotte commerciali aperto gi da 2 anni!. forse imminente il blocco della corrente del golfo?! Boh? Statisticamente, se si osserva le epoche in cui sono state fatte le guerre si pu dividere il periodo in 2 blocchi: 50 anni + 50 anni. Da 0 a 49 (ilprimo mezzo secolo) Da 50 a 99 (il secondo mezzo secolo) anche vero che il 1900 un secolo lungo, ed confrontabile con il secolo successivo, tuttavia la serie storica sarebbe corta per poter dire qualcosa di utile. Pi che si va indietro nel tempo, pi i dispositivi di guerra e le stesse nazioni erano realt molto diverse e sempre meno confrontabili rispetto ad oggi e con quelle del futuro. http://it.wikipedia.org/wiki/XVII_secolo http://it.wikipedia.org/wiki/XVIII_secolo http://it.wikipedia.org/wiki/XIX_secolo http://it.wikipedia.org/wiki/XX_secolo Partendo dal 1600dc in poi (epoca della rivoluzione scientifica che apre poi alla rivoluzione industriale ed al mondo moderno, onde avere un minimo di confrontabilit ), si pu rappresentare il numero di eventi bellici rilevanti espressi in 2 tipi di eventi: a)fenomeni storici europei o mondiali (con tanti morti) b)flashpoint per indicare il numero di "piccole guerre locali" che non hanno dato adito ad escalation di vaste proporzioni geografiche e/o con molti contendenti (a prescindere dal numero di morti). Si pu dire che staticamente le guerre pi sanguinose sono tutte avvenute nei primi 50 anni di ogni secolo (con l'eccezione dellle guerre napoleoniche). Estrapolando tale informazione "statistica" e proiettandola nel secolo XXI, si pu supporre che che statisticamente dovrebbe essere probabile che tutti gli eventuali grandi conflitti (qualora ve ne siano in un futuro), dovrebbero addensarsi nel segmento temporale che non supera la prima met del secolo. Oggi siamo nel 2011 quindi, statisticamente entro i prossimi anni 39=2050-2011 dovrebbero scoppiare tutti i pi grossi conflitti del secolo XXI (ammesso che ce ne siano). La WWIII (ammesso che sia ineluttabile) e le Guerre Puniche II (che sono i 2 eventi che saturano il prossimo futuro, stando alle analisi attuali), dovrebbero scoppiare entro i prossimi 39 anni circa. E un tempo lungo per i vecchi bacucchi politici, il cui orizzonte e speranza di vita non raggiunge tali valori. Ma per tutti gli altri, tale informazione e le possibili politiche da applicare per evitare (o mitigare gli effetti di) tali eventi sono rilevanti informazioni che andrebbero condivise, onde evitare che scelte avide e miopi di stupidi dinosauri politici moderni, conducano le societ

sull'abisso. Se infatti l'analisi ad es lanalisi del pentagono avesse solo un errore del 20%, ossia un errore di stima dal 2050 al 2040=2000+40=50*0.8 anni, probabile che non restrebbe spazio "operativo" in 29 anni=2040-2011 per implementare politiche europee onde far abortire o mitigare il rischio GP2 & WWIII. Infatti 30 anni f, 2011-30=1981 c'era la CEE e c'era l'ECU )ossia un regime di cambi semifissi e liberi di oscillare all'interno di una banda di variazione limitata http://it.wikipedia.org/wiki/Unit%C3%A0_di_conto_europea in 30 anni, la CEE alias UE non ha fatto niente, solo i banchieri si sono adoprati per rendere comuni le politiche monetarie e facendo sparire i rischi di cambio, introducendo l'Euro. La CEE alias la UE non ha fatto nient'altro ha solo introdotto l'euro ossia ha dato forma concreta all'ecu (che gi c'era) e poi ha espanso l'euro hai paesi dell'est ossia quei paesi prossimi ai confini della UE che cadendo il muro di berlino, guardavano al club privato dell'Europa. Poi la CEE alias UE ha dovuto cambiare con molta, molta, molta fatica le regole di decisione della blanda confederazione alias "costituzione europea" (ove in molti paesi lo stesso trattato messo in seria discussione) cambiando i criteri di voto dall'unanimit dei presenti a criteri di maggioranza per paesi & popolazione (onde evitare che i nuovi paesi dell'est appena arrivati bloccassero il funzionamento delle commissioni europee con un diritto di veto). 30 anni persi, 30 anni di non politica europea praticamente buttati a non fare niente. L'occasione del processo di digitalizzazione dall'analogico al digitale passato per il DVB-T, non internet & DVB-S (con multiple piste audio e sottotitoli in lingua nei ceppi linguistici europei dominanti). La UE ed gli altri stati nazionali hanno perso un'opportunit molto importante e preziosa per sviluppare il senso di appartenenza al macro.stato USE, da parte dei popoli europei, dato che per il futuro mancher tutto l'apporto positivo del DVB-S in europa!.| Se guardiamo in shitaly, tutte le fazioni politiche sono ANTI.EUROPEISTE! *Il CDX antieuropeista. -la lega secessionista ed antieuropeista, era daccordo al DVB-T che da spazio alla possibilit di narrare la fantastoria della padania!, il pdl fa extraprofitti dal possesso di frequenze e ripetitori e dallanalogico e dal dvb-t *Il CSX antieuropeista! Infatti tutto il CSX ha finanziato per ben 2 volte il DVB-T, ossia ben pi di quanto abbiano finanziato il DVB-T il CDX e di quanto il CSX abbia agevolato la piattaforma del DVB-S. Anche questa una visione miope e partitocratica, che poggiava sull'idea di spartirsi con il CDX, CSX l'etere radiotelevisivo per orientare il consenso del corpo elettorale. Aggiungiamo poi il topic "NUCLEARE DA FISSIONE". Sia il CDX che il CSX erano favorevoli al nucleare da fissione dell'uranio & plutonio (salvo cambiamenti dellultimora indotti da un referendum semi-impallinato ma nato fortunato sotto lincidente di Fukushima!). Gli investimenti nel nucleare da fissione sarebbero stati CONCORRENTI all'investimento nel solare & idrogeno dal solare (senza emissione di co2) http://www.desertec.org Ergo, ceteris paribus altre spinte politiche europee, certamente shititaly ANTI.EUROPEISTA e nessuna delle scelte effettuate dalleuropa mirerebbe ad avere influenze indirette/dirette efficaci per abortire e/o mitigare nel lungo periodo i rischi futuri di guerre puniche II & WWIII. Oggi siamo nel 2011, mettiamo altri 30 anni, per far capire ai politici attuali (e/o far giungere nuove leve ai quadri europei) che per fare gli United States of Europe occorre che ai popoli europei cresca il sentimento di appartenenza al macro.stato degli USE. Questo lo si pu fare solo tramite la partecipazione + informazione democratica via internet & DVB-S (usando televisioni pubbliche e commerciali in chiaro con multiple piste audio e sottotitoli nei ceppi dominanti delle lingue europee ). Dal 2011+30=2041 circa. Mettiamo altri 3 forse 5 anni per far transitare le competenze e sovranit dagli stati nazionali agli USE e voil, saremmo attorno al 2044-4046.

Praticamente ad un pelo dalle WWIII, che sono attese dal pentagono per il 2050. Ma dato che tali eventi potrebbero scoppiare statisticamente prima della met del secolo XXI, si pu dire che probabilmente se la UE continuer il processo di transizione verso gli USE con la velocit da lumaca, (se e quando nasceranno gli USE), questa ipotetica macro.nazione europea si trover dinanzi le GP2 & WWIII senza averle potute evitare. Ossia potrebbero accadere eventi che saranno stati scatenati dall'inedia e dalle politiche degli stati nazionali, dai politici miopi ed avidi, che non si saranno mai curati di quale fosse la cosa giusta da fare e di dove caxxo andasse la storia!!

Il volo di ricognizione a bordo dellrf4 csi conclude qu dato che siamo sul bersaglio! Il pilota blackjack informa per radio, i lettori che per sapere di pi circa le Guerre Puniche II/WWIII nel teatro italico

-please, contact our razor unit for any closer news on the ground, over-roger that, over!