Sei sulla pagina 1di 8

GUIDA ALL'INDENNIT DI DISOCCUPAZIONE

Tutti i lavoratori sono assicurati obbligatoriamente contro la disoccupazione involontaria in modo da potere ricevere un'indennit in caso di disoccupazione per mancanza di lavoro. Esistono due tipi di indennit: indennit di disoccupazione ordinaria e indennit di disoccupazione con requisiti ridotti. L'accesso all'una o all'altra dipende dall'avere o meno maturato certi requisiti lavorativi e previdenziali, come indicati in seguito. L'indennit di disoccupazione ordinaria pi vantaggiosa di quella con i requisiti ridotti, tra l'altro per quest'ultima sta vacillando la garanzia della sua esistenza (nel patto per l'Italia previsto un aumento dell'indennit ordinaria di disoccupazione, ma ci pu essere a scapito dell'indennit di disoccupazione con requisiti ridotti), ma interessa particolarmente alcune categorie di lavoratori come ad esempio lavoratori stagionali, trimestrali, ecc. Prima di vedere in dettaglio le modalit per accedere alle due diverse disoccupazioni bene ricordare che le regole sulla modalit di accesso all'indennit di disoccupazione ordinaria hanno subito delle modifiche con l'applicazione del Dlgs n.297 del 19 dicembre 2002. Tale decreto infatti, oltre a modificare quello precedente sulla riforma del collocamento (Dlgs 181/2000), ha abrogato le liste di collocamento e il libretto di lavoro, di conseguenza la procedura in base alla quale liscrizione nelle liste di collocamento era una condizione necessaria per il pagamento dellindennit ordinaria adesso non pi applicabile. Con il nuovo decreto infatti per accedere all'indennit ordinaria di disoccupazione necessario essere nello 'stato di disoccupazione' con il quale si intende la condizione del soggetto privo di lavoro, che sia immediatamente disponibile allo svolgimento ed alla ricerca di una attivit lavorativa secondo modalit definite con i servizi competenti. Lo stato di disoccupazione si acquisisce presentandosi personalmente al Centro per lImpiego nel territorio del proprio domicilio e sottoscrivendo una dichiarazione con la quale il richiedente attesta sia lattivit svolta precedentemente sia limmediata disponibilit a svolgere unattivit lavorativa. Lobiettivo delle nuove norme quello di sostenere il disoccupato attraverso un progetto individualizzato e concordato con gli operatori: un progetto che parte dalla valutazione delle competenze e delle risorse complessive della persona. A tale scopo dopo la sottoscrizione della dichiarazione di immediata disponibilit allo svolgimento di un lavoro, il lavoratore viene preso in carico dal Centro per limpiego che, come prima cosa deve garantire obbligatoriamente un colloquio di orientamento. La data del colloquio fissata dal Centro per limpiego entro 3 mesi dall'inizio dello stato di disoccupazione sulla base dell'organizzazione interna dell' ufficio che deve tenere conto anche di tutti gli altri servizi che obbligato ad erogare.
1

Durante il colloquio viene concordato un piano il cui obbiettivo il reintegro nel mondo del lavoro, tale piano terr conto delle esigenze del lavoratore. Per favorire il reintegro nel mondo del lavoro potranno essere fatte proposte di lavoro compatibili con il livello di studio e le attitudini della persona (salvo diversa esplicita espressione dell'interessato), e/o potranno essere forniti strumenti e informazioni con finalit orientative e/o proposte di corsi di formazione, di tirocini presso aziende od altre azioni che ne migliorino il profilo lavorativo e loccupabilit.

I casi in cui si pu perdere lo stato di disoccupazione, e quindi il diritto a unindennit di disoccupazione ordinaria sono 2: mancata presentazione senza giustificato motivo alla convocazione del colloquio.( Di norma per giustificati motivi si intendono comprovati impedimenti oggettivi, tra i quali le ragioni di salute, comunque al massimo ammesso un ritardo di 15 giorni). rifiuto senza giustificato motivo di una congrua offerta di lavoro a tempo pieno ed indeterminato o determinato o di lavoro temporaneo ai sensi della legge 24 giugno 1997, n. 196, con durata del contratto a termine o, rispettivamente, della missione, in entrambi i casi superiore almeno a otto mesi ( di norma per giustificato motivo si intende una offerta di lavoro non adeguata alla professionalit del disoccupato oppure un'offerta di lavoro ubicata in un raggio superiore a 50 km dal domicilio del disoccupato). Il caso in cui si pu avere la sospensione dello stato di disoccupazione: accettazione di un'offerta di lavoro a tempo determinato o di lavoro temporaneo di durata inferiore a otto mesi

INDENNIT DI DISOCCUPAZIONE ORDINARIA


Ha diritto allindennit chi ha perduto involontariamente un posto di lavoro subordinato a seguito di cessazione del rapporto stesso. Se la disoccupazione imputabile a licenziamento in tronco per colpa del lavoratore si ha ugualmente stato di disoccupazione involontaria che per inizia dopo 30 giorni dalla data di cessazione del rapporto. Le dimissioni volontarie rese dall1/1/1999 non danno diritto allindennit di disoccupazione. Le dimissioni rese dalla lavoratrice durante il periodo di divieto di licenziamento danno lo stesso il diritto allindennit di disoccupazione (INPS circ.128/2000).

Per ottenerla necessario essere in possesso dei seguenti requisiti: a) Avere unanzianit assicurativa obbligatoria per la disoccupazione di almeno due anni dalla data di cessazione dal lavoro (Ci significa che si deve avere almeno un contributo versato, corrispondente ad un giorno od una settimana, nel periodo antecedente i due anni che precedono la data di fine rapporto. Esempio: ultimo rapporto di lavoro cessato il 30 giugno 2003; esistenza di un contributo versato ad una data qualsiasi antecedente il 1 luglio 2001; b) Aver almeno 52 contributi settimanali D.S. (la sigla D.S. specifica per lattribuzione dellindennit di disoccupazione), anche non consecutivi, nel biennio antecedente la data di cessazione dellultimo rapporto di lavoro (per il calcolo valgono i giorni di ferie, malattia, infortunio, maternit, festivit). .Esempio: ultimo rapporto di lavoro cessato il 30 giugno 2003; nel biennio 1 luglio 2001 30 giugno 2003 devono risultare versati almeno 52 contributi D.S. Ai fini della maturazione dellanno e dellanzianit assicurativa, il periodo di lavoro prestato in qualit di apprendista non valido. c) obbligatorio aver gi sottoscritto la dichiarazione di immediata disponibilit allo svolgimento di un lavoro c/o il Centro per limpiego.

Per ottenere lindennit ordinaria di disoccupazione necessario presentare allINPS (o al Centro per lImpiego competente per residenza o tramite i Patronati che, per legge, offrono assistenza gratuita, oppure inviata per posta) una richiesta compilando lapposito modello DS 21 reperibile al Centro per lImpiego, agli sportelli o sul sito internet dellINPS (www.inps.it). Alla domanda (mod. DS 21) devono essere allegati: a) Certificato di iscrizione alle liste di disoccupazione presso il Centro per limpiego b) Dichiarazione concernente il diritto alle detrazioni dimposta (mod . DETR.PNP) con cui se ne richiede il riconoscimento. c) Modello DS 22 compilato dallultimo datore di lavoro che per legge deve rilasciarlo entro 5 giorni dalla data della cessazione del rapporto di lavoro (se per motivi diversi non se ne fosse in possesso possibile presentarlo in un secondo tempo). d) Fotocopia del libretto di lavoro se ancora in possesso del lavoratore (non obbligatorio ma pu accelerare liter burocratico). Nel mod. DS 21 compreso il quadro N con la compilazione del quale si pu richiedere lassegno per il nucleo familiare. E possibile ottenere la corresponsione dellassegno per il nucleo familiare fino ad un massimo di 156 giorni. La richiesta deve essere presentata entro 68 giorni dalla data della cessazione del rapporto di lavoro, pena la decadenza dal diritto allindennit (se per motivi contingenti il 68 giorno non possibile presentarla agli sportelli INPS si pu comunque inviarla per raccomandata, far fede il timbro postale). Se la richiesta viene presentata entro i primi 7 giorni dal licenziamento, lindennit decorre dall8 giorno di cessazione del rapporto di lavoro. Se la richiesta viene inoltrata dall8 al 68 giorno dal licenziamento, lindennit decorre dal 5 giorno successivo alla presentazione della domanda. Nel caso di licenziamento per giusta causa lindennit decorre dal 38 giorno successivo alla cessazione del rapporto. Lindennit ordinaria ammonta al 40% della media delle retribuzioni lorde percepite nei tre mesi precedenti la cessazione del rapporto di lavoro , nei limiti di un importo massimo mensile lordo che per il 2003 di 791,71, elevato a 950,95 per i lavoratori che possono far valere una retribuzione lorda mensile superiore a 1711,71. Lindennit viene pagata mensilmente dallINPS ed erogata per un periodo massimo di 180 giorni; per chi ha una et uguale o superiore a 50 anni al momento della cessazione del rapporto di lavoro estesa fino a nove mesi. Lindennit pu essere riscossa: Con assegno circolare; Con bonifico bancario.
4

Nel caso di accredito in conto corrente bancario devono essere indicati gli estremi dellufficio pagatore presso cui si intende riscuotere la prestazione, nonch le coordinate bancarie (CIN, ABI, CAB) ed il numero di conto corrente. In previsione di unaccordo con le Poste ci sar la possibilit di riscuotere anche con bonifico postale o allo sportello di un qualunque ufficio postale del territorio nazionale, sar necessario comunque dare tutti gli estremi del caso. Lindennit si interrompe quando il disoccupato: a) ha percepito tutte le giornate di indennit spettanti b) viene avviato ad un nuovo lavoro c) diventa titolare di un trattamento pensionistico diretto (pensione di vecchiaia, di anzianit, pensione anticipata, pensione di inabilit o assegno di invalidit d) viene cancellato dalle liste di disoccupazione. Lindennit viene sospesa e non interrotta se lassunzione fatta per meno di 5 giorni consecutivi. I periodi di percezione dellindennit di disoccupazione ordinaria sono considerati contribuzione figurativa. I contributi figurativi sono dall'INPS dufficio, quindi non serve alcuna domanda. accreditati

Riepilogo Notizie Utili


a) Presentarsi il pi presto possibile al Centro per limpiego, sottoscrivere la dichiarazione per liscrizione alle liste di disoccupazione, ritirare il certificato di iscrizione. b) Consegnare od inviare, possibilmente entro 7 giorni dalla data del licenziamento, il mod. DS 21, il mod. DETR.PNP per le detrazioni dimposta ed il mod. DS 22.

INDENNIT ORDINARIA DI DISOCCUPAZIONE CON I REQUISITI RIDOTTI


Ha diritto allindennit il lavoratore dei settori agricoli e non agricoli che: presti lavoro occasionale, sia impegnato annualmente esclusivamente in determinati periodi dellanno. Rientra nel beneficio anche il lavoratore dipendente da imprese artigiane che hanno sospeso lattivit senza diritto alla retribuzione purch: il lavoratore sia iscritto nelle liste di disoccupazione il datore di lavoro comunichi allINPS o alla direzione prov. del lavoro i periodi di inattivit. E escluso dal beneficio il lavoratore assunto con contratto part-time verticale (INPS circ. n. 198 del 13/07/1995) e dall01/01/1999 il lavoratore disoccupato a seguito di dimissioni volontarie (art. 34, L. 448/98) con eccezione della lavoratrice in maternit. Lindennit riconosciuta quando le dimissioni derivano da giusta causa (mancato pagamento della retribuzione, molestie sessuali e modifica delle mansioni): Per ottenerla necessario essere in possesso dei seguenti requisiti: a) Avere unanzianit assicurativa obbligatoria per la disoccupazione da almeno due anni (possedere, cio, almeno un contributo settimanale versato prima del biennio precedente lanno nel quale viene chiesta lindennit). Esempio: per lindennit pagata nel 2004, il contributo deve essere stato accreditato entro la fine del 2001. b) Avere prestato almeno 78 giorni di attivit lavorativa (per cui siano stati versati contributi) nellanno precedente a quello in cui si presenta la domanda. Esempio: per la domanda presentata nel 2004 necessario avere lavorato almeno 78 giorni nel 2003. LINPS specifica con la circ. n. 139 del 20/06/1988 che per il calcolo dei 78 giorni una settimana di lavoro equivalente a 6 giornate anche se lorario di lavoro si articola su 5 giorni. Devono essere computate nei 78 giorni anche le festivit e le domeniche purch lavorate effettivamente, ed anche i giorni di assenza per ferie, malattia, gravidanza e puerperio purch siano stati versati i contributi (INPS circ.
6

n.

273

del

31/12/1998).

Per ottenere lindennit ordinaria di disoccupazione con i requisiti ridotti necessario presentare allINPS (o tramite i Patronati che, per legge, offrono assistenza gratuita, oppure inviata per posta) una richiesta compilando lapposito modello DS 21 reperibile al Centro per lImpiego, agli sportelli o sul sito internet dellINPS (www.inps.it). Alla domanda (mod. DS 21) devono essere allegati: a) Un modello DL 86/88 bis per ogni datore di lavoro presso il quale stata prestata la propria attivit nel corso dellanno precedente. b) Dichiarazione concernente il diritto alle detrazioni dimposta (mod . DETR.PNP) con cui se ne richiede il riconoscimento. La domanda di indennit di disoccupazione con i requisiti ridotti (mod. DS 21) pu essere presentata dal 1 gennaio al 31 marzo dell'anno solare successivo al periodo lavorativo. Non necessario presentarsi al Centro per l'Impiego, tranne il caso in cui il disoccupato sia socio di cooperativa. Viene erogata per un numero di giornate pari a quelle effettivamente lavorate (o retribuite) nellanno solare precedente e per un massimo di 156 giornate. Lindennit giornaliera non pu superare il 30% della retribuzione media giornaliera, nei limiti di un importo massimo mensile lordo che per il 2003 di 791,71, elevato a 950,95 per i lavoratori che possono far valere una retribuzione lorda mensile superiore a 1711,71. Oltre i 156 giorni, l'indennit corrisponde alla differenza tra il numero di giorni lavorativi di un anno (312gg) e il numero dei giorni lavorati. E' possibile ottenere la quota degli assegni familiari fino a un massimo di 156 giorni.

Lindennit pagata dallINPS in ununica soluzione e pu essere riscossa: Con assegno circolare; Con bonifico bancario. Nel caso di accredito in conto corrente bancario devono essere indicati gli estremi dellufficio pagatore presso cui si intende riscuotere la prestazione, nonch le coordinate bancarie (CIN, ABI, CAB) ed il numero di conto corrente.

In previsione di unaccordo con le Poste ci sar la possibilit di riscuotere anche con bonifico postale o allo sportello di un qualunque ufficio postale del territorio nazionale, sar necessario comunque dare tutti gli estremi del caso. I periodi di percezione di questa prestazione di disoccupazione sono considerati contribuzione figurativa. I contributi figurativi sono accreditati dall'INPS dufficio, quindi non serve alcuna domanda.