Sei sulla pagina 1di 29

Linux

LINUX
Cosa è e come si usa

Paolo Testa
Francesco M. Taurino

LinuxDAY 2006 - Caserta


Cosa è

● Risposta breve
Linux è un sistema operativo Open Source, gratuito
e liberamente distribuibile

● Risposta articolata

Linux è la parte principale (kernel) di un sistema operativo


scritta da uno studente di informatica finlandese, un certo
LINUS TORVALDS. Unito ad altri programmi liberamente
disponibili, Linux diventa un sistema operativo completo,
più correttamente denominato GNU/Linux
Dettagli

Linux è un sistema operativo molto simile ai sistemi UNIX


usati nei grandi computer delle università e delle banche,
ma pur mantenendo le caratteristiche di robustezza e
stabilità, viene distribuito con licenza GPL che permette,
tra le altre cose, di distribuire Linux in modo gratuito.

A partire dal 1991, Linux si è diffuso a macchia d’olio


in tutto il pianeta, attirandosi spesso le ire delle grosse
multinazionali del software, dapprima come sistema
operativo per i server di Internet e, ultimamente, anche
come sistema per i Personal Computer di casa, in
sostituzione o in aggiunta ad altri sistemi operativi.
Perchè

● Gratuito
Perchè pagare qualcosa se posso avere la stessa
cosa gratis? Ovviamente il risparmio si moltiplica
per il numero di pc sui cui viene installato...
E sara' SEMPRE cosi'!

● Aperto e documentato
E' open source. Potete modificare praticamente
tutto. E “capire” come funziona in ogni sua parte.
Le migliaia di sviluppatori e utilizzatori hanno scritto
migliaia di pagine di documentazione, dalla
programmazione all'utilizzo quotidiano. E ci sono
anche libri e corsi (gratuiti e non) su Linux e le sue
applicazioni
Perchè

● Pluralità
Ogni aspetto del mondo informatico è praticamente
nelle mani di una unica azienda, che decide prezzi
e durata dei nostri sistemi e programmi.
La presenza di più contendenti nel settore
garantisce più concorrenza e una migliore qualità
dei prodotti.

● Leggero (ma sa essere “pesante”...)


Linux gira e offre buone funzionalità su hardware
molto modesto, permettendo di utilizzare pc che
altrimenti dovremmo dismettere.
Ma gira e offre ottime prestazioni anche sui nuovi
pc e server, fino ai grossi cluster di calcolo,
supercomputer e mainframe (tipo S/390).
Perchè

● Robusto e sicuro

Rispetto ad altri sistemi operativi comunemente


utilizzati è molto più stabile e sicuro.
Il blocco di una applicazione non compromette
le funzioni vitali del pc o del server.
Molte macchine Linux vengono accese e non
vengono riavviate per più di un anno...

Inoltre è stato pensato per avere funzioni da


server ed è quindi intrinsecamente più sicuro di
un sistema operativo pensato solo per il desktop.

E non ci sono virus, dialer, spyware...


Perchè

● Completo

Una distribuzione Linux comprende di solito tutto


quello che serve per lavorare.
Dalle applicazioni più comuni sui desktop, come
gli edito di testi, i fogli elettronici, piccoli database,
programmi di grafica, fino ai diversi programmi e
sistemi necessari per un utilizzo professionale:
- web server, mail server, proxy server
- firewall, VPN e intrusion detection
- grossi database, sistemi ERP e CRM

Inoltre non sono necessarie deframmentazioni,


clean del registro, etc etc
Perchè

● Legale...

“Alcuni” utenti e “alcune” aziende hanno forse pc


e server con sistemi operativi e applicazioni SENZA
LICENZA, installati da cd copiati e/o pirata.
E chi adotta questa linea di condotta nell'ambito
della propria professione commette un REATO
PENALE.

Con Linux e gli altri software Open Source non ci


sono licenze da pagare ed è possibile installare
dagli stessi cd (e gli stessi programmi) anche su
centinaia di macchine senza incappare in problemi
con la legge...
Miti da sfatare

● Linux non ha assistenza


FALSO! Quanti usufruiscono realmente dei
servizi di assistenza di una software house?
Le società che distribuiscono e supportano Linux
hanno programmi di assistenza anche h4 o NBD.
E poi c'e' la comunità di Internet, nota per essere
amichevole e sempre pronta ad aiutare!

● Linux non è compatibile con Windows


FALSO! Funziona SENZA problemi nelle piccole
e grandi reti, utilizza formati di dati compatibili
con le suite di office, i programmi di grafica, i
browser e la posta elettronica...
Miti da sfatare

● Linux è difficile
FALSO! L'installazione è molto semplice e gli
ambienti grafici hanno funzionalità simili a quelle
di Windows (anzi, superiori). E molte applicazioni
funzionano allo stesso modo...

● L'apparecchio x potrebbe non funzionare


FALSO! Come per Windows, molto hardware ha
bisogno di driver specifici. Per Linux ce ne sono
molti e per quasi tutti i dispositivi in commercio.
Molte ditte produttrici distribuiscono driver per
questo sistema operativo. Per ridurre problemi di
compatibilità esistono (come per Windows) le HCL
(Hardware Compatibility List).
Miti da sfatare

● Non posso utilizzare il programma XYZ


VERO! Ma ci sono altri programmi! Per alcune
categorie potete scegliere fra decine di alternative.
Compatibili con le corrispondenti versioni Windows,
gratuite e spesso con molte caratteristiche
aggiuntive. C'e' solo qualche problema con i giochi,
ma tutti i più grossi titoli ci sono anche per Linux.

● Linux? Ma cosa sarà mai?!?!


VERO! Quasi tutti credono che il “computer” sia
“Windows”. Non sanno che è possibile avere pc
senza sistema operativo Windows, in modo da
risparmiare qualche soldo e avere comunque un
sistema perfettamente funzionante grazie a Linux!
E sul mio computer?

● Linux è un sistema operativo multipiattaforma


Può essere installato e utilizzato in diversi modi
e su diversi tipi di macchine.
Dal cellulare, al palmare, al portatile, al grosso
pc da casa e/o ufficio, fino ai server mono, bi e
quadri processore, ai sistemi ridondati fino a 32
cpu, sui cluster ad alta disponibilità o per il calcolo
parallelo (fino a migliaia di nodi) e ai mainframe.

Per un utilizzo standard (editing testi, foglio


elettronico, Internet e posta elettronica) basta
anche un Pentium 200 con 64 MB di RAM.
Provate a lavorare e a collegarvi ad Internet con
un pc di questo tipo e un sistema operativo più
diffuso...
GNU/Linux

Quindi Linux è un pò come il solo motore di una


automobile. Ma senza sedili, carrozzeria, volante e
ruote non è utilizzabile!

Molte altre “componenti dell'auto” sono fornite dal


progetto GNU (GNU is Not Unix), il cui scopo è la
creazione di un sistema operativo completamente
libero. Suoi sono infatti programmi creati per coprire
ogni necessità informatica: compilatori, lettori
multimediali, programmi di crittografia, etc etc.

Per questo molto spesso si parla di sistema GNU/Linux


Cosa è una distribuzione
Una precisazione. Linux è soltanto una parte di quello
che vediamo ed utilizziamo: il kernel. Cioè lo “strato”
che avvia il pc, gestisce tutte le periferiche e fornisce
servizi di base alle applicazioni.

Per essere realmente utilizzabile Linux ha bisogno di


- un sistema di installazione e di gestione programmi
- di alcuni software di sistema (configurazione...)
- dei software applicativi (programmi da ufficio,
browser...)
- documentazione
- localizzazione (traduzione di programmi e documenti
nelle varie lingue)
- codice sorgente (se vogliamo personalizzare ogni
aspetto del sistema)
- supporto (online, telefonico, diretto...)
Quale scegliere

Ogni distribuzione ha le sue caratteristiche e le sue


peculiarità. Ce ne sono da molto piccole (sistemi
completi in 2 megabyte...) a molto grandi
(installazioni complete da olte 12 GB...), specializzate
per un singolo compito (firewall, storage, rete) oppure
“general purpose”.

Queste ultime sono le più diffuse e sono utilizzabili


sia sui desktop che sui server.
Sono molto semplici da installare e forniscono tutti i
programmi necessari per essere “operativi” da subito
col computer, senza dover aggiungere o acquistare
altri software.
Quale scegliere

Parleremo brevemente di

● RedHat/Fedora

● SuSE/OpenSuSE

● Mandriva (ex Mandrake)

● Debian e derivate

● Ubuntu

● Knoppix, Linspire, Xandros, etc etc...


Si, ma come si presentano?
RedHat / Fedora
La distribuzione Linux forse più diffusa nel mondo, nata
nel 1994 e con sedi ufficiali in molti paesi (Italia compresa).
Offre due tipi di distribuzioni:
RedHat
- Commerciale, ben supportata in ambito corporate
- Vasta gamma di servizi offerti ai clienti
- Disponibili corsi di formazione e certificazione
- Tutte le grosse applicazioni girano e sono certificate
su RedHat (Oracle, SAP, etc)
- Tutti i grossi produttori di server e workstation
certificano le macchine per girare RedHat
- Ottimo supporto hardware
- Sono direttamente disponibili le applicazioni più utili
e diffuse (office automation, ambito server)
- Diversi wizard per la gestione
RedHat / Fedora

Fedora

- Open e completamente “free”


- Nessun software con licenze diverse da
GPL/BSD/Apache...
- Le nuove caratteristiche che RedHat vuole testare
vengono inserite in queste versioni
- Di solito contiene versioni dei programmi e del kernel
molto più aggiornate
- Meno stabile e con supporto solo dalla comunità
- Sul desktop “casalingo” è molto più facile installarla
- E' comunque possibile aggiungere anche software
proprietari (acrobat, java, flash, lettori dvd)
SuSE / OpenSuSE
Distribuzione Linux tedesca, acquisita di recente da Novell
(vi dice niente Netware?). Forse la più diffusa in Europa.
Offre due tipi di distribuzioni:
SuSE
- Commerciale, ben supportata in ambito corporate
- Vasta gamma di servizi offerti ai clienti
- Disponibili corsi di formazione e certificazione
- Tutte le grosse applicazioni girano e sono certificate
su SuSE (Oracle, SAP, etc)
- Tutti i grossi produttori di server e workstation
certificano le macchine per girare SuSE
- Ottimo supporto hardware (forse fra i migliori)
- Sono direttamente disponibili le applicazioni più utili
e diffuse (office automation, ambito server)
- Gestione semplificata con il tool YaST
- Veramente ottima la documentazione
SuSE / OpenSuSE

OpenSuSE

- Open e completamente gratuita


- Include però alcuni software proprietari
- Le nuove caratteristiche che Novell vuole testare
vengono inserite in queste versioni
- Di solito contiene versioni dei programmi e del kernel
molto più aggiornate
- Meno stabile e con supporto solo dalla comunità
- Sul desktop “casalingo” è molto più facile installarla
(gestione scanner, schede tv e dvb, etc)
- Ottimo supporto per i portatili
- E' comunque possibile aggiungere software
proprietari (acrobat, java, flash, lettori dvd)
Mandriva
Distribuzione Linux francese, che ha acquisito di recente
la brasiliana Conectiva e l'americana Lycoris.
Il nome precedente era Mandrake.
Mandriva
- Versioni commerciali e gratuite, Live CD
- Vasta gamma di servizi offerti ai clienti
- Disponibili corsi di formazione e certificazione
- Molte grosse applicazioni girano e sono certificate
su Mandriva (Oracle, SAP, etc)
- Molti grossi produttori di server e workstation
certificano le macchine per girare Mandriva
- Ottimo supporto hardware
- Sono direttamente disponibili le applicazioni più utili
e diffuse (office automation, ambito server)
- Gestione semplificata con il tool DrakConf
- Sempre all'avanguardia e orientato al multimedia
Debian e derivate
Una delle prime distribuzioni Linux (1993). Completamente
open, gratuita e sviluppata solo dalla comunità.
Tra le più diffuse e sicuramente la più stabile e sicura.
Debian
- Open e completamente gratuita
- Di solito contiene versioni dei programmi e del kernel
un pò meno aggiornate delle concorrenti
- MOLTO stabile e con supporto solo dalla comunità
(la più grande e disponibile fra tutte...)
- Molte piccole realtà si stanno specializzando su Debian
- Trova spazio di solito solo in ambito server
- Supporto hardware migliorabile, ma efficace
- Gestione completamente via file di testo
- Il miglior gestore di pacchetti fra tutti (apt)
- Tutti i software free (e non...) installabili con un solo
comando
Debian e derivate

Molte distribuzioni attuali, anche molto specializzate, sono


basate su Debian.

- I cicli di rilascio sono stabili da 13 anni


- le versioni stabili vengono supportate dalla (grossa)
comunità anche per 4/6 anni
- i bugfix sono fra i più veloci
- nessuno “possiede” Debian, ma è la comunità a decidere
“dove andare”
- completa libertà di modifica e personalizzazione
- gira su tutte le piattaforme più diffuse (i386, x86-64, IA64,
Alpha, PA-RISC, Mips, PowerPC, Sparc, IBM S/390, Arm,
m68k, e tante altre...)
Ubuntu
Due slogan: “Linux per gli esseri umani” e “Debian è la
roccia su cui è stata costruita Ubuntu”.
Nata da poco, sta riscuotendo molto successo.
Ubuntu
- Open e completamente gratuita
- Ottima localizzazione e documentazione
- E' possibile acquistare il supporto dalla società che la
produce (Canonical) e da società affiliate (anche qui!)
- Di solito contiene versioni dei programmi e del kernel
più aggiornate rispetto a Debian
- Molto stabile e con cicli di rilascio di 18 e 36 mesi
- Molte piccole realtà si stanno specializzando su Ubuntu
- Supporto hardware ottimo
- Il miglior gestore di pacchetti fra tutti (apt)
- Tutti i software free (e non...) installabili con un
comando
Knoppix et al
Ci sono molte altre distribuzioni di Linux, principalmente
basate su Debian o derivate da RedHat.

Knoppix: Live CD con un ottimo supporto hardware e molte


applicazioni
Mepis: Basata prima su Debian e poi su Ubuntu. Ottima
dotazione di software
Linspire: Debian based, molto semplice per chi arriva da
Windows
Xandros: molto simile a Linspire

Gentoo: Distribuzione basata sui sorgenti. Dall'installazione


di base ai diversi pacchetti, si parte sempre dai
sorgenti. “Educativa”.

Ma non basterebbe una giornata intera per parlare di tutte le


variazioni sul tema...
Quelle mini

La versatilità di Linux ha consentito la creazione di piccole


distribuzioni, pensate per i pc meno “carrozzati” e più datati.
Offrono di solito un ambiente di lavoro molto leggero, ma
con tutte le applicazioni necessarie per un utilizzo comune
del personal computer (browser, editor, fogli elettronici ma
anche chat e messaggi istantanei). Tipicamente in grado di
permettere il riutilizzo di pc classe “Pentium 200 con 64 MB”,
possono essere adoperate al posto di sistemi come Windows
95/98/Millenium, ora non più utilizzabili in azienda (senza
supporto da parte di Microsoft e NON COMPATIBILI con il
disciplinare tecnico della nuova legge sulla Privacy).
Ricordiamo fra tutte Puppy Linux e Damn Small Linux, che
potrete provare all'Install Party nel pomeriggio.
Ma per cosa lo posso usare?
Praticamente per ogni cosa!

Linux è estremamente versatile. E viene oggi utilizzato non


solo per grossi progetti di ricerca e sviluppo e dalle grandi
aziende, ma anche da piccole e medie imprese e studi
professionali, scuole ed enti pubblici.

Alcuni esempi:
- appliance embedded e per il controllo di linee di
produzione (c'e' anche il supporto per il real time...)
- thin client e chioschi informatici
- desktop tradizionali (a casa, in ufficio, nelle grandi aziende)
- piccoli server locali e nei grandi datacenter
- erogazione servizi web, di posta elettronica, di database
- firewall, concentratori di VPN, videosorveglianza
- centralini VOIP e apparati di rete (load balancer, router)
Ok. Ma i costi?
0. Z-e-r-o. Niente. Nessuno...

Se scegliete di utilizzare Linux per un qualsiasi vostro progetto


oppure per la vostra rete locale e per i vostri pc e server, non
dovrete sostenere nessun costo per le licenze.
Lo stesso vale per gli appliance, per i sistemi embedded, per
i pc industriali...

Possiamo fare un breve confronto dei costi di una


distribuzione commerciale e della combinazione “sistema
operativo + suite di office” più diffusa oggi sul mecato.

E possiamo fare lo stesso confronto sul “lato server”.


Quanto costerebbe una macchina con un sistema operativo
server, un sistema di posta elettronica e gestione calendario
e il cotrollo dell'accesso a Internet? I dettagli nei prossimi talk.