Sei sulla pagina 1di 31

ru sT

s n me

Bollettino Ufficiale Associazione Nazionale Fornitori Elettronica Consorzio Tecnoimprese Scarl Poste Italiane spa - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. In L. 27/02/2004 N.46) Art.1, comma 1, Roma AUT. N. 86/2008 Anno XXIII n 07/2011 e 2,00

ial Pec

n e Zio Ta

Associazione Nazionale Fornitori Elettronica

ELETTRONICA

Tecnologia da gradire

battente esterno 97

retro esterno 100

fronte esterno 100

led: una cresciTa inarresTabile

Hongfa-melcHioni: jusT married

plus di Lumen Fortronic Padova


Associazione Nazionale Fornitori Elettronica

LI

in partnership con la 20ma edizione della fiera dedicata allarredamento di qualit e alle tendenze del momento

nze di prodotti e dei sistemi per il LED lighting 13 e tutto il 14 ottobre, entrambi i giorni fino alle 22.30)

tto/progetto che meglio rappresenta design e tecnologia LED (assegnato il pomeriggio del 13 ottobre)

CoME ArrIvArE
IN AuTO Autostrada VE-MI (A4) uscire a PD Est o Autostrada BO-PD (A13) uscire a PD Sud poi seguire le indicazioni per la fiera IN TRENO Ingresso Pad. 11 a 250 m dalla stazione PAD. 11 LuMEN FORTRONIC FORuM Ingresso indipendente in Fiera e verso lesterno Parcheggio interno per gli espositori Per i visitatori: Parcheggio nord - Cancello E

-efficienza, in particolare allilluminazione pubblica a LED, ministrazione (assegnato il mattino del 14 ottobre)

i.p.

PADovA Lumen Fortronic Padova, focus sullilluminotronica


13-14 ottobre 2011
PadovaFiere - Pad. 11

Nuovo accordo di distribuzione per le due societ

ti per rispondere alle domande pratiche sullutilizzo dei LED

per lutente non tecnico sullutilizzo dei LED, a domanda e risposta

ve, come, quando, quanto ecc.

ArTNEr

Ombre e luci sul Q2 dei connettoriper chi Levento Osservatorio credito e tempi di pagamento progetta, produce, ATE & T&M: il mercato acquista, vende La fabbrica elettronica dEuropa nel mondo del tornato!
LED LIGHTING

mitato Albo Costruttori otecnico Qualificati di aliano Impianti Elettrici

Ottobre

Associazione Nazionale Fornitori Elettronica

Ente per le Consorzio Consorzio per Nuove tecnologie, Ventech la Eco-Qualit lEnergia e Veneto nellHi-Tech lAmbiente Technologies

AV ELETTRONICA & IMPRESE

SOMMARIO
Anno XXIII n. 7 Ottobre 2011

Editoriale Guardiamoci pure in faccia


SILVIO BARONCHELLI

I Primi nellinnovazione Piher: 50 anni di specializzazione Credito Osservatorio credito e tempi di pagamento

55 59 63

RUBRICHE
MERCATO & SUPPLY NETWORK

MERCATO & SUPPLY NETWORK


Associazioni & Dati Una sensazione in anteprima: Assodel vede nuvole allorizzonte
FRANCO MUSIARI

Associazioni & Dati


Assodel informa ....................................15 News distribution ..................................23 Mercato & Trend ....................................28

FULVIO MARCANDELLI

Formazione Malati di performance 11 17


MARINA FABIANO

69 71

Internazionale
Electronics Industy Digest.....................33 Outsourcing ...........................................49 OPINIONI & MANAGEMENT

LED: una crescita inarrestabile


LAURA BARONCHELLI

Ombre e luci sul Q2 dei connettori


FRANCO MUSIARI

Formazione tecnica e iper-specializzazione


SABINA POLETTI

Pmi & PA
Trading Post ..........................................61 Lesperto risponde .................................67

Acquistare & Vendere Hongfa-Melchioni: just married


FEDERICO CELLINI

21 27

TECNOLOGIE & APPLICAZIONI


Scenario Strumentazione ATE & T&M: il mercato tornato!
FRANCO MUSIARI

Formazione 79
Formazione & Lavoro ............................65 TECNOLOGIE & APPLICAZIONI

Molex premia i migliori distributori dellanno Internazionale La fabbrica elettronica dEuropa


GIAN CARLO LANZETTI

31 35 47

La visione di Agilent Il mercato visto da Tektronix Limportanza di operare con gli strumenti giusti Power Efficienza dei regolatori DC/DC: solo met della storia

85 87 89

Qualit & Ambiente


Green news ...........................................75

Newsletter IDEA Outsourcing Qualit, progettazione e certificazione a 360 gradi


DANIELA FIONI

Prodotti
Focus Strumentazione ..........................105 Rassegna del mese ............................107

93

HIGHLIGHTS
MERCATO & SUPPLY NETWORK

PCB Oggi inviate i gerber, domani il circuito finito!

51

AFSHIN ODABAEE E ALAN CHERNLINEAR TECHNOLOGY

35
97

Comportamento migliore in commutazione

OPINIONI & MANAGEMENT


Colloqui & Interviste La tecnologia la chiave del successo
LAURA BARONCHELLI

STEFAN SCHULER SEMIKRON

53

Taglio delle emissioni di anidride carbonica e dei costi nelle conversioni DC-DC
CHARLIE ICE - MICROCHIP

101
Newsletter IDEA
I dati, i trend e le novit sul mercato internazionale della distribuzione elettronica

COVER STORY

Efficienza dei regolatori DC/DC

93

SUL PROSSIMO NUMERO...


ASSOCIAZIONE & DATI

I dati italiani della distribuzione (Q3 11)


La resa termica un fattore fondamentale per la scelta di un regolatore DC/DC. Ecco le indicazioni di Linear Technology
SCENARIO TECNOLOGICO

Memorie & Micro


SPECIALE

Trasporto ferroviario

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 2

AV ELETTRONICA & IMPRESE Editoriale

Guardiamoci pure in faccia


Guardiamoci pure in faccia. A fine settembre il book-to-bill pessimo e gli scaduti sono aumentati di un 30%. Anche se non un uppercut, la sberla c sullentusiasmo (sic) pi che scarso di chi ha riaperto i battenti ancora scombussolato su cosa deve concretamente attendersi (e subire) dalle multiformi finanziarie che si sono succedute fino a tempi scaduti. Per non parlare delle riflessioni ondivaghe, provocate dalle ultime foto di escort su tv e rotocalchi. Riflessioni che abbiamo indirizzato alla faccia di tolla di chi ha continuato imperterrito a festeggiare soire a zoccole suscitando, quasi con gioia perversa, una inverosimile canea di giornalisti e magistrati provocati in blocco a dimostrare, sulla pelle di tutti, di chi sia, al dunque, il vero potere. Che centra questo con lelettronica? Bella domanda: che fa, per, il paio con quella che centriamo noi con la volutt di sputtanamento dellItalia da parte di caste e burocrati che, con lo stipendio garantito, possono continuare nel giocare a distruggere quel poco dimmagine nazionale rimasta; ma con la quale noi dobbiamo, comunque, andare in giro a vendere la mercanzia insieme alla nostra faccia. Il terzo, le grandi imprese, Finmeccanica ne lesempio, che semplicemente non pagano. O meglio ritardano di 15/18 mesi il dovuto ai fornitori, obbligandoli a loro volta a iniziare la traversata del deserto creditizio centellinando spasmodicamente le ridotte disponibilit verso i propri supplier di ogni genere e tipo. Il rapporto tra ordinato e fatturato si aggira su uno scarso 0,7, a testimoniare un disagio in pratica mai riscontrato. I rumor raccolti parlano di una Inghilterra, Francia e Spagna ancor peggio del nostro beneamato Paese. Ma che il mal comune sia mezzo gaudio veramente tutto da dimostrare. Lopinione che la Cina voglia controllare una propria crescita economica ormai pressoch senza freni per evitare ed evitarsi prospettiche implicazioni di carattere socio politico. Una involuzione, laggi, prudenziale che riporta in discussione allocazioni e quantaltro destinato senza limiti al Far East e una battuta darresto, quaggi, su un quadro mondiale che vede avviare, nel frattempo, il programma Obama di 3 miliardi di dollari per stimolare leconomia Usa e quello di 2/3miliardi di euro del G20 UE approntato per lemergenze della area Euro. Grandi numeri e grandi eventi che per noi, infimi spettatori di questi tsunami macroeconomici, hanno pi il senso pratico di segnalare alle nostre medio piccole imprese lattenzione per una possibile recessione mondiale: la quale, notoriamente, attraverso processi neppure tanto astrusi finisce, usualmente, a creare una pressoch certa depressione a nostro uso e consumo personale.

Silvio Baronchelli s.baronchelli@tecnoimprese.it

LA CATENA DEL DIGIUNO


Il balzo in crescita negli scaduti sono il concreto sintomo di un malessere neppure poco previsto. Che settembre, per eccellenza, sia un mese stitico nei pagamenti, cosa notoria. Il Dai, siamo appena rientrati dalle ferie, dacci almeno il tempo di fare i conti che ti paghiamo fa parte delle affabulazioni dedicate in questo periodo dai clienti ai credit manager, ma il terzo degli insoluti, numericamente in pi, sta a dimostrare la pericolosa compressione che si sta,oggi, instaurando nella catena del digiuno dei fornitori. Il primo anello lo Stato che quadra in parte i propri conti con gli artifici contabili che mettono a bilancio i pagamenti ma non ne riscontrano le relative uscite. Il secondo sono i grappoli di Authorities e Facilities di ogni genere e tipo che allo Stato si rifanno nelle decisioni e nei metodi.

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 7

MERCATO & SuppLy NETwORk Associazioni & Dati

Una sensazione in anteprima: Assodel vede nuvole allorizzonte


Un primo feeling di quello che ci aspetta attraverso un quest superveloce tra gli associati

e vacanze estive sono ormai un lontano ricordo e siamo ritornati alle nostre attivit quotidiane dopo unestate passata con il tormentone della manovra bis che cambiava un giorno s e laltro pure, con le borse che sono andate sulle montagne russe, ma

erano pi le discese che le risalite, e con lo spread tra bond italiani e bund tedeschi che ha superato, no ridisceso, no ha superato di nuovo i 500 punti. Parlare di incertezze quasi un eufemismo. E allora, per avere una anteprima dellaria che tira, prima dei dati del Q3 che arriveranno verso la fine di ottobre, abbiamo lanciato tra gli associati un quest superveloce, con quattro domande quattro: come stanno andando il billing e il booking di Q3, come prevedete di chiudere il 2011 e, alla fine, che clima si respira sul campo. I tre grafici che vedete in testa offrono la distribuzione delle risposte raccolte alle prime tre domande.

Dopo di che il 20% circa salta una casella e passa a una situazione decisamente meno pesante: tra il -5% e il pareggio.

Franco Musiari

E la chIusura danno?
Esattamente la met degli intervistati pensa di superare il +5% e forse di arrivare al 10%. Un 30% rimane positivo, ma sotto al +5%. Il rimanente 20% si aspetta invece una leggera flessione ma contenuta al di sotto del -5%. E questo forse il dato pi significativo! Se ricordiamo che il 1H 11 vede un rapporto con il 1H 10 al +16% con un fatturato vicinissimo ai 600 milioni di euro (attivi + IP&E + FPD del panel Assodel) e che il 2010 ha chiuso a un miliardo di euro i pi pessimisti vedono due trimestri al -25%. Il che sembra impossibile... a meno di un effettivo collasso delleconomia.

Billing Q3/Q2

Figura 1

Booking Q3/Q2

Figura 2

Il BIllIng
Poco pi del 40% di chi ha risposto la maggioranza (ma non assoluta) vede un billing in flessione tra il 10 e il 15%. Una fetta quasi equivalente pensa invece a una flessione molto pi contenuta e inferiore al -5%. Marginale il numero di chi la vede pi nera del -15% mentre sono un poco pi numerosi quelli che si pongono nella via di mezzo. Se cos fosse non ci si discosterebbe molto dal comportamento tutto italiano tipico del Q3. Se guardiamo lo storico vediamo che dal 2005 al 2007 si stati tra il -17% e il -21%, nel 2008 al -24,6%, solo il 2009 e il 2010 erano intorno al -5/-6%.

Il clIma?
L80% ha confermato una totale mancanza di visibilit, mentre il rimanente 20% ha confermato un business as usual, ma forse questa era una definizione poco chiara e, sotto sotto, anche questi ultimi indicano la mancanza di pianificazione di sempre.

commEntI
Quello pi articolato, che ne comprendeva almeno un altro paio, diceva: Forte rallentamento in arrivo dopo le ferie e parecchi insoluti da parte di clienti per la mutata situazione di mercato dovuta allapprossimarsi di una nuova crisi forte liquidit in calo nel sistema. Dello stesso tono un alto: Nessun investimento nel medio-breve e tanto meno nel lungo periodo! Linsicurezza generale della situazione economico-politica rende tutto pi difficile ed imprevedibile!. Un pessimista paventava un balzo allindietro: Spero che non sia linizio di un altro 2009.

Prev. 2011/2010

Figura 3

+5%
La maggior parte degli intervistati ritiene che il 2011 chiuder comunque in positivo

Il BookIng
La domanda faceva riferimento al rapporto con lordinato del Q2 e il secondo grafico mostra che la stessa maggioranza si aspetta una discesa tra il -20 e il -15%, ma un numero di poco inferiore, circa il 35% di chi ha risposto, un poco meno pessimista e pensa a un -15/-10%.

Fonte: Assodel

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 9

MERCATO & SuppLy NETwORk Associazioni & Dati

LED: una crescita inarrestabile


In Italia e nel mondo, la sensazione anche per il futuro positiva. Mercato in crescita, aumento della domanda per applicazioni di illuminazione e tecnologia sempre pi pervasiva

nutile ripeterlo: che i LED stiano seguendo un trend in continua crescita sotto gli occhi di tutti. E che stiano guadagnando sempre pi terreno nelle applicazioni lighting tanto da far dire agli esperti che entro il 2020 rappresenteranno il 50% delle sorgenti di illuminazione altrettanto noto.

LED HB - Trend mercato Italia

Figura 1

Laura Baronchelli e Franco Musiari

Il mErcato ItalIano In Buona salutE


I risultati per il mercato italiano dei LED HB (High Brigthness) per il secondo trimestre 2011 - riportati in Tabella 1 in base ai dati raccolti da assodel - confermano una crescita rispetto al primo trimestre del +18,6%, in contrasto con il calo vissuto dai semiconduttori nello stesso periodo (-1,3% trimestre su trimestre). Visto il differenziale prestazionale - estremamente positivi i LED, leggermente negativi i semiconduttori - i LED guadagnano peso allinterno del settore passando dalla share di 4,4% di Q1 al 5,3% di Q2 con una crescita relativa del +20,2%. Stando alle rilevazioni di assodel (Associazione Nazionale Fornitori Elettronica), il primo semestre dellanno chiude a quota 19,9 milioni di euro che, rapportati con i 17,4 milioni del secondo semestre
Fonte: Assodel

dellanno scorso, rappresenta una crescita percentuale del +14,6%, una crescita di assoluto rispetto (Figura 1). Se per si guarda al primo semestre del 2010, questo risultato perde un poco del suo valore. Il grafico di Figura 1 mostra anche il trend generale del settore a partire dal primo semestre del 2009. Come risulta evidente, il trend rimane ampiamente positivo con una crescita media per semestre prossima al +7%. Il panel assodel purtroppo non raccoglie i dati di ordinato che darebbero una migliore indicazione sulle aspettative nel breve periodo.

Ma lindagine condotta sui soci offre almeno una buona sensazione al riguardo: anche questa positiva! Dagli intervistati, il fatturato viene confermato in crescita ma con qualche indicazione di stabilizzazione. Lordinato viene visto invece stabile con tendenza alla flessione.

Nel primo semestre 2011, il mercato italiano dei LED high brightness ha registrato una crescita del 14,6%
I due dati si incrociano in un bookto-bill tendenzialmente prossimo allunit ma mantenendosi sul versante positivo. Prezzi, lead time e scorte sono tutti stimati tra lo stabile e il trend di flessione.
Assodel (Associazione Nazionale Fornitori Elettronica) rappresenta circa il 70% del mercato italiano e oltre il 92% della componentistica elettronica (LED inclusi ) fornita alle Pmi.

Mercato LED e totale Semi a confronto


(in milioni di euro)

Tabella 1

1Q11 LED HB Totale Semi %LED/Semi 9,1 208,1 4,4%

2Q11 10,8 205,4 5,3%

Q/Q-1 +18,6% -1,3% +20,2%


Fonte: Assodel

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 11

MERCATO & SuppLy NETwORk Associazioni & Dati

lEd PEr Il lIghtIng, aumEntano lE rIchIEstE


Lultimo rapporto di displaysearch conferma il momento positivo vissuto dal mercato dei LED: grazie soprattutto allincremento delle richieste per applicazioni lighting (di illuminazione vera e propria), il valore del mercato raggiunger i 12,7 miliardi di dollari entro il 2014 partendo dai 7,2 miliardi di dollari del 2010. Per quanto riguarda le unit prodotte, si stima che i 180 miliardi previsti per il 2011 possano diventare 227 miliardi nel 2013. Il tasso di penetrazione dei LED nel backlighting dei monitor ha quasi raggiunto il 100% per i PC e il 50% per le TV a LCD. Pur mostrando ancora un andamento positivo, la richiesta di dispositivi per la retroilluminazione arriver al suo massimo nel 2012, ma poi sar destinata a calare per via di una

LED - Evoluzione mercato per segmento applicativo

Figura 2

Fonte: DisplaySearch

inevitabile e progressiva saturazione del mercato. Al contrario, la penetrazione dei LED nelle applicazioni lighting che nel 2010 era soltanto dell1,4% -

dovrebbe arrivare al 9,3% nel 2014 per poi subire nuovi incrementi. Una domanda trainata prevalentemente dalle politiche governative e dallo street lighting. La Cina, proprio per le politiche

9,3%
La previsione di DisplaySearch circa il tasso di penetrazione dei LED nel lighting per il 2014

iLLUminotronicA: Un progEtto concAtEnAto ILLUMINOTRONICA


UN PROGETTO C O N C AT E N AT O

Lumen Fortronic fa parte di un progetto pi ampio e articolato che Assodel sta spingendo a 360 su differenti aspetti: Internazionalizzazione: Tramite la partecipazione a mostre e manifestazioni internazionali come ELEC EXPO Marocco, ForumLED - Lione, Light&Building - Francoforte; Mostre Convegno: la tappa veneta infatti il secondo appuntamento del 2011 di Lumen Fortronic. In calendario, prevista anche unedizione romana il prossimo 1 dicembre; Comunicazione: attraverso un ampio spettro di iniziative, come LEDin, la rivista interamente dedicata al Solid State Lighting, e il Vademe.com, il directory sul mercato del lighting con i nominativi dei maggiori player del settore; Formazione: corsi di aggiornamento tecnologico e di design per una sempre pi capillare cultura della luce;
china

associazioni

istituzioni

Partnership
tunisia
gruppo lighting corsi avanzati

turchia

Fo rm

te r

P.A.

corsi base

ion az

Es

uk

milano

www. ledin .it


vademe.com award ecohitech

eg

az

ion Ag gr
assoled leddove prodotti

padova

roma

Attestati

marchi

Collaborazione con associazioni ed enti: diverse associazioni del settore illumi-

notecnico sono infatti coinvolte nel progetto insieme a enti quali il CEI e lENEA.

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 12

e
Fo ru m

MERCATO & SuppLy NETwORk Associazioni & Dati

Per IMS Research il mercato LED lighting crescer a un tasso di crescita composto annuo del 45%
governative avviate, si appresta a diventare il mercato pi importante nellilluminazione pubblica a LED, con una quota del 55% sul totale. Diverso (e forse un po troppo ottimista) lo scenario disegnato da Ims research che parla di un tasso di crescita composto annuo (CAGR) per le applicazioni LED nel lighting del 45% nel periodo 20092015 e stima, proprio per il 2015, che il mercato delle lampade a LED raggiunga un valore di 52,5 miliardi di dollari. Anticipando di cinque anni le previsioni di altri analisti, IMS Research sostiene che gi nel 2015

il 46% dei prodotti di illuminazione venduti saranno a LED. E il sorpasso rispetto alle tecnologie tradizionali dovrebbe avvenire di l a poco. In effetti, il dato sembra fin troppo positivo, dato che IMS Research stima una penetrazione effettiva della tecnologia LED pari al 10% del mercato gi nel 2010, ben lontano dall1,4% dichiarato da DisplaySearch.

la ProduzIonE In asIa
Quanto a tecnologia e produzione, sempre secondo DisplaySearch, nel 2010 il Paese ad aver fornito il maggior numero di LED stata la corea dove sono situati numerosi stabilimenti produttivi. Sembra per che dal 2011 in avanti il suo posto verr soppiantato da taiwan.

LED Lighting - Previsioni del tasso di penetrazione 2010-2014

Figura 3

10%
La stima di IMS Research circa il tasso di penetrazione dei LED nel lighting nel 2010

LAmpADE A LED: 1.325 miLioni Di EUro Entro iL 2017


LItalia rappresenta il 16,3% del mercato europeo delle lampade a LED per un valore di 12,8 milioni di euro. Un trend in crescita che porta lighting designer, architetti, progettisti e illuminotecnici a preferire i LED nellilluminazione di interni ed esterni per le loro qualit di lunga durata, elevata efficienza energetica, basso consumo ed eco-compatibilit (assenza di sostanze pericolose o inquinanti). Dallultima analisi di Frost & Sullivan emerge che il valore di questo mercato a livello globale di 343,3 milioni di euro (dati 2010), ma che raggiunger in breve tempo i 1.325 milioni di euro (entro il 2017). LEuropa detiene il 22,8% del mercato totale. Come si pu osservare, i dati delle diverse societ di analisi e ricerca sono molto distanti tra loro, segno che vi sono ancora delle difficolt nella rilevazione dei dati del mercato.
Fonte: DisplaySearch

HB - LED nel Lighting

HB LED nel Lighting

Figura 4

2009 - 2015 W/W Lighting Market


Revenue Growth Profile; Billion US$; % Growth
46% LED based
10%

120
10% LED based
7%

12% 10%
4%

100 80 60 40
79

9%

Lamp and Luminaire Type Incandescent Fluorescent CFL HID LED

5%

8% 6% 4% 2% 0%

101

110

2009

2010

2011

2012

2013

2014

2015

8.3 B$

CAGR% = 45%

52.5 B$
Dati IMS Research Jul.2011

114

83

85

92

20

3%

Fonte: IMS Research


5/12

MILANO 21 SETTEMBRE 2011

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 13

MERCATO & SuppLy NETwORk

rUBricHE
Assodel Informa

Fortronic: i forum in programma per il 2012


a
ssodel rilancia per lanno prossimo un ricco programma di eventi dedicati alla filiera elettronica. Corsi di formazione, seminari, forum e missioni internazionali pensati per fornire aggiornamenti tecnologici e update su mercato, normative e applicazioni. I forum Fortronic 2012 si focalizzeranno sulle tematiche pi attuali: lumen Fortronic, focus sulla tecnologia LED nelle applicazioni lighting (a Milano, a Padova e a Roma nel I e nel II semestre); Power Fortronic, focus sullelettronica di potenza (a Bologna, nel II semestre) rF&Wireless, focus sulla tecnologia della radio-frequanza e del wireless (a Milano, nel I semestre). Oltre ai classici forum, Assodel organizza alcuni micro-eventi itineranti: - sullautomotive a Torino (I semestre 2012) - sul medicale a Firenze (I semestre 2012) - sullindustria del bianco ad Ancona (II semestre 2012) - sullenergy efficiency a Bologna (II semestre 2012) Sul fronte internazionale, sono previsti alcuni Fortronic forum in Uk sulle tematiche del Power, del LED lighting e dellRF&Wireless e in Nord Africa (Tunisia e Marocco sempre sul tema dellefficienza energetica), sulla scia di quanto avviato gi nel 2010 e nel 2011. Per maggiori informazioni sul programma Assodel 2012: marketing@fortronicforum.com www.fortronic.it

iL cAtALogo corSi Di ASSoDEL - tEcnoimprESE


Dal 1998, Tecnoimprese assiste le aziende nella ricerca di agevolazioni e contributi per la formazione dei propri dipendenti, valutando la possibilit di accedere ai bandi aperti, nonch di progettare piani di formazione personalizzati e percorsi didattici ad hoc sulla base delle esigenze specifiche di ogni azienda.

FORMAZIONE CONTINUA PER SVILUPPARE IL CAPITALE UMANO E FAVORIRE LA COMPETITIVIT


RECUPERA UNA PARTE DI VERSAMENTI INPS E INVESTILI IN FORMAZIONE DEL PERSONALE, GRAZIE ALL'INNOVATIVO PROGETTO TECNOIMPRESE

Un AwArD pEr LAUtomAzionE


Laward Ecohitech - speciale automazione ha lobiettivo di incentivare lutilizzo delle migliori tecnologie per lautomazione nellottica di una maggiore efficienza energetica e un minore consumo di risorse attraverso il riconoscimento di quelle aziende ed enti che hanno sviluppato o impiegato tecnologie innovative raggiungendo eccellenze in tema di eco-compatibilit. La cerimonia di premiazione si svolger il 26 ottobre a Verona, allinterno di saVE, mostraconvegno internazionale su automazione, strumentazione e sensori. Le categorie del premio nei settori Factory, Process, Building Automation: I - componenti e sistemi II - applicazioni III - Pubbliche amministrazioni
Per informazioni:

il chi fa cosa del Solid State Lighting


Assodel promuove il Vademecom lighting, una guida interamente dedicata alla tecnologia LED per il lighting. Si tratta di un directory contenente le schede delle principali aziende operanti nel settore che permette di identificare Produttori, Distributori, Famiglie di Prodotti e Settori applicativi con chiavi di lettura incrociata (cross reference) per avere una conoscenza aggiornata sul mercato di riferimento. Uno strumento di lavoro unico nel suo genere in cui sono raccolti, oltre ai riferimenti delle aziende operanti sul mercato e ai nominativi degli specialisti, i contatti dei centri di ricerca e delle universit specializzate, i link di approfondimento (riviste, associazioni, laboratori internazionali) e lagenda dei principali eventi nazionali e internazionali. La guida fa parte di un progetto Assodel molto pi ampio legato al mercato del solid state
Bollettino Ufficiale Associazione Nazionale Fornitori Elettronica Consorzio Tecnoimprese Scarl Poste Italiane spa - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. In L. 27/02/2004 N.46) Art.1, comma 1, Roma AUT. N. 86/2008 Anno XXII n 07/2010 2,00

Tecnoimprese iscritto allalbo enti di formazione della Regione Lombardia

www.tecnoimprese.it/formazione

LIGHTING

Lattivit formativa di Tecnoimprese garantita da: Certificato UNI EN ISO 9001: 2008 E37 Accreditamento per le attivit di formazione presso la Regione Lombardia Accreditamento presso i Fondi interprofessionali tra cui Fondir, Forte, Fon.Ter, Fondimpresa, Formazienda.

lighting, in cui rientrano iniziative di aggregazione, informazione e formazione di diversa natura, come incontri di mercato, eventi, forum (in Italia e allestero), iniziative di internazionalizzazione, corsi di formazione, seminari, pubblicazioni e premi alle eccellenze italiane. Per maggiori informazioni: segreteria@assodel.it www.fortronic.it

Per conoscere in dettaglio le attivit formative di Tecnoimprese e Assodel, possibile richiedere il Catalogo corsi, ovvero lelenco dei corsi gi disponibili (gli argomenti vanno dallo sviluppo manageriale alle tecniche di vendita, dalla comunicazione alle risorse umane, dal marketing alla gestione aziendale, dalla sicurezza in azienda ai corsi pi tecnologici su LED e dintorni), scrivendo a: training@tecnoimprese.it oppure consultando il sito www.tecnoimprese.it/formazione

www.awardcohitech.it

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 15

Ottobre

MERCATO & SuppLy NETwORk Acquistare & Vendere

Hongfa-Melchioni: just married


La societ di Xiamen, vincitrice per due volte dellAward Assodel nella categoria Elettromeccanici, ha firmato un nuovo contratto di distribuzione nazionale con Melchioni

olpo grosso! Grazie al contratto siglato lo scorso luglio con Hongfa, il pi grosso costruttore cinese di relay, Melchioni amplia ulteriormente la gamma di prodotti da offrire alla propria clientela: un ulteriore passo avanti e un potenziamento per la Divisione Electronic Components che ha visto negli ultimi anni linserimento nel proprio portfolio di marchi quali TDK ed EPCOS (oggi uniti sotto lunico nome TDK), Microchip, Microsemi, Weidmller, Energizer, Nuvoton e tanti altri brand.

Federico Cellini

Se a questo aggiungiamo limportanza a livello internazionale di molte delle nuove rappresentate, la soddisfazione aumenta esponenzialmente: Non penso ci siano altri distributori che abbiano fatto cos tante acquisizioni in cos pochi anni, il primo commento da parte di Domenico Moretti, Direttore della Divisione. Lobiettivo che ci siamo posti sempre stato semplice e nel contempo estremamente preciso: ottimizzare lofferta ampliandola il pi possibile per aumentare il servi-

Da sinistra: Marco Fuccillo, Country Manager di Hongfa, Silvio Consolini, Responsabile Marketing di Melchioni per i prodotti Hongfa, Mr. Wenwei Li, General Manager Hongfa Europe, e Domenico Moretti, Direttore Div. Electronics Components di Melchioni

zio dato a ogni singolo cliente. Aumentare di conseguenza il numero di clienti e, a cascata, potenziare la nostra presenza sul mercato. grazie a questa ricetta che Melchioni Spa ha consolidato la sua posizione di 1 distributore indipendente sul mercato italiano, sopravanzato solo dai Big Two americani.

Il 97% degli attivi e il 48% dei componenti PEMCO distribuiti da Melchioni sono prodotti a design
I prodotti PEMCO hanno fatto la storia dellazienda; con Hongfa, Melchioni va a coprire una ulteriore fascia di prodotti: i relay.
Domenico Moretti Direttore della Divisione Electronic Components di Melchioni

Ma come verr supportato il fornitore? Innanzitutto ci tengo a precisare che Melchioni, a differenza di molti altri distributori presenti sul mercato nazionale, crede fermamente nei componenti passivi ed elettromeccanici - ha detto ancora Domenico Moretti - come azienda spingiamo continuamente nella direzione dei prodotti a design anche per queste tipologie di componenti. I numeri parlano chiaro: il 97% degli Attivi e il 48% dei componenti PEMCO venduti dalla Melchioni sono prodotti a design. E questo fa della nostra Divisione un distributore altamente specializzato non solo sul mercato dei semiconduttori ma anche in quello dei passivi e degli elettromeccanici. Nello specifico, abbiamo messo in campo una struttura dedicata (Mar-

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 21

MERCATO & SUPPLY NETWORK Acquistare & Vendere

keting, FAE e Assistente) che sapr creare il giusto spazio per Melchioni anche nel mercato dei relay dove gi Hongfa leader da molti anni. Silvio Consolini sar il Responsabile Marketing di prodotto supportato dallassistente e dai FAE che come sempre saranno parte attiva nella promozione del prodotto. Ci aspettiamo grandi risultati. Al fianco dei nostri clienti, lavoreremo con la passione che ci ha sempre contraddistinto negli anni - ha dichiarato proprio Consolini - per raggiungere i risultati che ci siamo prefissati.

La sceLta di Hongfa

Marco Fuccillo, Country Manager di Hongfa Italia

FORMAZIONE CONTINUA PER SVILUPPARE IL CAPITALE UMANO E FAVORIRE LA COMPETITIVIT

La scelta di Hongfa Italia stata chiara e precisa. La spiega Marco fuccillo, Country Manager: Melchioni garantir a Hongfa maggiore penetrazione sul mercato grazie a una presenza capillare, che sar ulteriormente rafforzata dalla nuova gamma di prodotti offerti grazie a questo accordo di distribuzione. Nella linecard Melchioni mancava totalmente una famiglia di prodotti come i relay Hongfa: questa mancanza ora stata colmata! Sono ormai parecchi anni che opero sul mercato: ho lavorato in distribuzione in grossi gruppi americani e in medie realt nazionali; sono stato dallaltra parte della barricata facendo

il buyer di componenti e, come ora, avevo la responsabilit di promuovere direttamente un brand importante e rappresentativo interfacciandomi quotidianamente con i distributori.

NON BUTTARE VIA I TUOI SOLDI!


RECUPERA UNA PARTE DI VERSAMENTI INPS E INVESTILI IN FORMAZIONE DEL PERSONALE, GRAZIE ALL'INNOVATIVO PROGETTO TECNOIMPRESE-SILAQ
Ogni impresa pu destinare lo 0,30% dei contributi INPS a un Fondo interprofessionale con un meccanismo simile al 5 x 1.000 della dichiarazione dei redditi, (non si tratta quindi di un costo aggiuntivo); Tecnoimprese e Silaq assistono le aziende nella ricerca di agevolazioni per la formazione dei dipendenti, valutando la possibilit di accedere ai finanziamenti pubblici; Tecnoimprese e Silaq, grazie a un accordo siglato con FormAzienda (fondo autorizzato dal Ministero del Lavoro) ha in programma una serie di seminari GRATUITI in tutti il Nord Italia
Tecnoimprese iscritto allalbo enti di formazione della Regione Lombardia

Melchioni garantir a Hongfa una maggiore penetrazione sul mercato grazie a una presenza capillare e a unampia linecard
Ebbene, in tutti questi anni, quando sentivo il nome Melchioni lo associavo a un distributore con una presenza consolidata e a un punto di riferimento per il mercato italiano; una realt alla quale molti clienti da sempre si affidano riconoscendole competenza e preparazione specializzata grazie a un team di FAE che attivamente supportano tutta la forza vendita. Da oggi, anche Hongfa potr godere degli oltre quarantanni di esperienza della Divisione Electronic Components di Melchioni. Per questa nuova sfida Melchioni mette in gioco le proprie capacit, la propria professionalit e la propria competenza: una nuova opportunit da cogliere e da sfruttare al meglio a vantaggio dei partner coinvolti, i clienti in primis.

AWArd Assodel
Hongfa si aggiudicato per ben due volte il riconoscimento Award Assodel per la categoria Elettromeccanici, nel 2006 e nel 2010. Nato nel 2003 e promosso da Assodel, il riconoscimento premia ogni anno i manufacturer che si sono distinti per qualit di collaborazione verso la distribuzione.

Tecnoimprese: Via Console Flaminio, 19 - 20134 Milano tel. 02 210.111.230 - training@tecnoimprese.it SILAQ: Via Grandi, 29 - 20090 Vimodrone (MI) n. verde 800.34.33.88 - commerciale.milano@silaq.it

www.tecnoimprese.it/formazione www.silaq.com

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 22

MERCATO & SuppLy CHAIN

rUBricHE
News dal mercato europeo sensori MEMS raggiunger i 7,7 miliardi di dollari nel 2011. murata ha firmato un accordo per lacquisizione del business degli amplificatori ad alta potenza (HPA) da renesas Electronics. X-FaB silicon Foundries e micronas si sono unite in una partenarship strategica. X-FAB fornir CMOS ad alta tensione con flash incorporato e sar anche partner per lo sviluppo di prodotti di nuova generazione. Micronas, a sua volta, sosterr X-FAB come partner tecnologico. Tra i vari produttori, anche Vishay, altera, Fairchild semiconductor, Intersil, tI, spansion, lattice semiconductor e Xilinx hanno rivisto al ribasso le proprie previsioni per il terzo trimestre 2011. cludendo anche il Sud Africa nellaccordo di distribuzione. tdk-lambda ha firmato un accordo di distribuzione con Futura Electronics, distributore con sede a Dublino, per avere maggiore presa sul mercato irlandese. rs components ha dato vita al nuovo portale Connectivity Hub per permettere a tecnici e progettisti di localizzare e acquistare unampia gamma di componenti e apparecchiature elettroniche per la connessione. RS ha inoltre celebrato il primo anno di vita di designspark, la community virtuale di progettisti elettronici lanciata 12 mesi fa. Da luglio 2010 a oggi, DesignSpark conta oltre 50.000 membri. Farnell ha lanciato un nuovo micro-sito totalmente dedicato ai sensori e in grado di dare accesso a pi di 4.000 prodotti dedicati. anglia components stato premiato da mitsubishi Electric Europe con il riconoscimento Distributor Award 2011 per il livello di vendite raggiunto nei componenti a semiconduttore High Frequency. arrow Electronics lancer unofferta per acquisire tutte le azioni della giapponese chip one, azienda focalizzata sulla fornitura di componenti elettronici per progettisti con oltre 107mila clienti registrati sul web in Giappone da oltre 36.600 imprese. Arrow Electronics ha inoltre firmato un accordo di distribuzione con dialogsemiconductor per la fornitura dei suoi prodotti nellarea EMEA.

Electronics industry Digest


Le informazioni estratte da Electronics Industry Digest (gi The Lennox Report), dedicate alla componentistica elettronica e pubblicate in esclusiva per lItalia da A&V Elettronica

ELEttronicA in piLLoLE
FRANCIA Crocus Technology, sviluppatore francese di semiconduttori magnetici, ha annunciato lacquisizione del portafoglio brevetti MRAM di NXP Semiconductors. Questi brevetti forniscono diritti di propriet intellettuale dei semiconduttori MRAM in pi aree geografiche. GERMANIA Globalfoundries ha completato la costruzione di unulteriore impianto per la produzione di wafer a Dresda progettato per raggiungere una capacit di 80.000 wafer al mese a pieno regime. GlobalFoundries ha annunciato inoltre la nomina di Rutger Wijburg a vice presidente e general manager dello stabilimento. Lindustria dei PCB in Germania continua la sua crescita: secondo ZVEI, in maggio lindustria aveva guadagnato il 7% rispetto ad aprile e il 26% rispetto a un anno prima. Inoltre, le vendite cumulative per i primi cinque mesi di questanno sono state del 22% superiori rispetto allo stesso periodo del 2010. Bosch costruir una linea di produzione pilota a Eisenach, in Germania, per sviluppare la ricerca sui materiali e sui processi produttivi per le future generazioni di celle agli ioni di litio. Si prevede che la linea produrr i primi esemplari dal 2012; tale produzione raggiunger oltre 200.000 celle lanno entro il 2015. UK Spectris, societ britannica che produce strumentazione, ha firmato un accordo per acquisire Omega Engineering. Il corrispettivo dellacquisto stato valutato in 475 milioni di dollari. ITALIA Il gruppo italiano FinMasi ha acquisito il 100% dello stock di capitale della societ Techci, con sede a SaintGenixsur-Guiers: lazienda fa parte del gruppo francese Cofidur. Attraverso questa acquisizione, Techci entra ufficialmente a far parte del gruppo FinMasi, societ madre di Cistelaier.

by Aubrey Dunford - EUROPARTNERS

SEMICONDUTTORI
Le vendite mondiali di semiconduttori hanno raggiunto i 24,9 miliardi di dollari nel luglio 2011, risultando di 3,2 punti percentuali superiori rispetto allo stesso periodo dellanno scorso. Le vendite nel secondo trimestre sono diminuite del 2% rispetto al trimestre precedente. microsemi ha lanciato una proposta per acquisire tutte le azioni di zarlink per 3,35 dollari per azione. La proposta di transazione ha un valore totale di 548,7 milioni di dollari. Il Consiglio di amministrazione di Zarlink ha respinto lofferta, ritenendola inadeguata. maxim ha acquisito sensordynamics, una societ di semiconduttori che sviluppa soluzioni MEMS. Secondo isuppli, il mercato totale dei

OPTOELETTRONICA
cree ha acquisito ruud lighting, specializzato nellilluminazione esterna a LED con una transazione stimata di 525 milioni di dollari. hitachi, sony e toshiba hanno firmato un accordo per integrare i loro business per quanto riguarda i display di piccole e medie dimensioni in una nuova societ. Innovation network corporation of Japan (IncJ) agir come un partenariato pubblico-privato che fornisce supporto finanziario, tecnologico e gestionale.

DISTRIBUZIONE
ttI ha ampliato la sua lunga partnership con molex in-

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 06/2011 33

News
Consorzio Tecnoimprese Scarl Poste Italiane spa - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. In L. 27/02/2004 N.46) Art.1, comma 1, DCB Roma

Year XXII n 2 - 2011

federatIon

INTERNATIoNAl DISTRIBuTIoN oF ElECTRoNICS ASSoCIATIoN

IDEA

September 2011

VII - Risk mitigation: what did the industry learn Which role for distribution? VIII - FBDi: Pictorial and Mandatory Data IX - The more the merrier in the electronics value chain X - Industry metrics the book-to-bill ratio XII - A decade of upheaval XIII - A new service from ECIA
Associazione Nazionale Fornitori Elettronica

Q2 2011: a growth on Q2 last year but clear signs of market slowing


by Gary Kibblewhite
www.ideaelectronics.com

Adam Fletcher Chairman of IDEA

FORTRONIC
electronics f o r u m

the electronic community

Percent

0.8%

5.4%

ADEC - South Africa


Association of Distributors of Electronic Components

-8.6%

-7.6%

International Distribution of Electronics Association

-4.1%

ASSOCIATIONS

-3.2%

-1.9%

ARDEC - Russia

INTERNATIONAL ELECTRONICS SUPPLIERS

Autonomous Register of Distributors of Electronic Components

ASSODEL - Italy CEDA - China

Associazione Nazionale Fornitori Elettronica China Electronics Distributor Alliance

G ra p h ic T -6

ECAANZ - Australia

2nd Qtr. 2011 To tal Co m pon ents Tend ential Index b y C oun try Q2 2011 TOTAL COmpONENTS - Total components tendential index by country (Q/QY-1) Graphic T6 (Q/QY -1)
Tre nd sho w in g g ro w th/d ecli ne % in q ua rter ly sale s of a ll co m p on en ts th ro u gh distri bu tion spl it b y co un try com pa re d w i th sam e q ua rte r pr ior ye a r
70%

Electronic Components Association Australia and New Zealand

ECSN - United Kingdom ELCINA - India

Electronic Components Supply Network Electronic Industries Association of India

Consorzio di attivit e servizi per Associazioni e gruppi dimprese

50%

FBDI - Germany

Fachverband der Bauelemente Distribution

30%

-13.4%

7.2%

enjoy

co rio r yea r trend. Firstly, Graphic T6 below,mp are d w ith sa me p e rio d p IDEA statistics are taken from actual The 20% this shows the growth/decline in bookings and billings returns made by a substantial percentage of the electronic component distributors quarterly sales for each country compared 15% in Europe, including all the major distribution with the same quarter last year. Whilst all groups. Their sales represent Circa 70% of the total 10% the countries are still showing a billings European distribution market so the trends shown are truly representative. growth5% between 8% and 12%, clearly of Q1 the rate of growth has declined sharply. Q2 performance across most of Europe and 0% a lesser degree of weakening in Germany However, it is still a growth! At least for -5% overall helping the trend. this quarter, as we all know next quarter, Q3, is-10% always the worst each year so ECONOmIC BACKGROUND it will be interesting to see whether Q3 -15% Eurostat shows that the euro area remains a growth over last year! Secondly, Avg F r ance U K & E i re I taly No rd i c G erm an y seasonally-adjusted unemployment rate Graphic T5 shows that bookings for most was 9.9% in June 2011, unchanged of Europe have faltered when compared compared with May. with last year despite a strong Emech
8.3% 10.2% 16.5%

Just to remind readers. If you would like to have theoriginal graphics G rap h ic T -5 used YTD Bookings Trend 2nd Qtr. 2011 Total Com ponents in this article just email to the IDEA secretary at segreteria@ideaelectronics.com wo charts clearly show the current
C umu la tive o rd er s fo r E lectro n ic co mp o ne nts via distri bu tion by co un try for cu rr en t ye a r to d ate

A ll Fra n c e UK

FEDELEC - Tunisia SE - Sweden

Tunisian Federation of Electric and Electronic Industries The Swedish Electronics Trade Associations

10%

It a ly No rd ic

-1 0 %

Ger ma ny

FORTRONIC
electronics f o r u m

JEpIA - Japan

Japan Electronic Products Importers Association

the electronic community

enjoy

NEDA - United States SpDEI - France


MAY 2011

-3 0 %

National Electronic Distributors Association Syndicat Professionnel de la Distribution en Electronique Industrielle


-5 0 % Q3 Q4 Q 1 -0 9 Q2 Q3 Q4 Q 1 -1 0 Q2 Q3 Q4 Q 1 -1 1 Q 2 -1 1
Associazione Nazionale Fornitori Elettronica

www.ideaelectronics.com

International Distribution of Electronics Association

I
Page | 6
INTERNATIONAL ELECTRONICS SUPPLIERS

News
International Distribution of Electronics Association
G rap h ic T -5

G r aph ic T -1

Q2 2011 TOTAL COmpONENTS TotalBOOKINGS TREND 2nd Qtr. 2011 YTD Com ponents YTD
20%

Graphic T5 Bookings Trend


16.5%

Q2 2011 TOTAL COmpONENTS BOOKING, BILLING & BOOK-BILL RATIO Graphic T1 ratio
To tal d istrib utio n e le ctron ic co mpo n en ts bo oki ng , b ill ing an d Bo ok:b ill ra tio fo r G e rma ny, Fra nce , Ital y, UK , Sw ed en , Nor way, De nm ar k & Fin lan d
1.15 1. 30 1. 20 1. 10 1.16 1.00 0.95 1. 00 0. 90 0.91 0. 80 0. 70 500 0. 60 0. 50
the electronic community
enjoy

2nd Qtr. 2011 Total C om ponents Booking, B illing & B ook:bi ll

C umu la tive o rd er s fo r E lectro n ic co mp o ne nts via distri bu tion by co un try for cu rr en t ye a r to d ate co mp are d w ith sa me p e rio d p rio r yea r

0.96

10.2%

7.2%

10%

8.3%

Percent

5% 0.8%

Q1

electronics

Q2

f o r u m

0.98

FORTRONIC
1000

INTERNATIONAL ELECTRONICS SUPPLIERS

5.4%

1.09

1500

0.96

1.24

1.08

15%

1.11

2000

Billing

Boo king FORTRONIC


electronics f o r u m

0% -1.9% -3.2%
the electronic community
enjoy

B2 B

-4.1%

-5%

-10%

-8.6%

-7.6%

-15% Avg F r ance U K & E i re I taly

-13.4%

No rd i c

G erm an y

Associazione Nazionale Fornitori Elettronica

0 Q3 Q4 Q 1-09 Q2 Q3 Q4 Q 1-10 Q2 Q3 Q4 Q 1-11 Q 2-11

0. 40

Associazione Nazionale Fornitori Elettronica

www.ideaelectronics.com
G ra p h ic T -6

International Distribution of Electronics Association

www.ideaelectronics.com

International Distribution of Electronics Association

Percent change k

0.94 -9.2%

-12.0%

-13.0%

-1 0 %

-23.0%

Consorzio Q2 was still -3 0 % di attivit e servizi a growth quarter per Associazioni -5 0 % 3 Q4 Q 1 -0 9 Q2 e Qgruppi dimprese

COmpONENT SALES IN Q2: AN OvERvIEw


Q2 Q3 Q4 Q 1 -1 1 Q 2 -1 1

-12.0%

di attivit e servizi per Associazioni e gruppi dimprese

0.92

0.96

It was 10.2% in June 2010. (Q/QY to food and fuel prices across -1) Tre nd sho w in g g w th/d ecli ne % in ua rter of a ll co m p on en ts th ro u gh distri bu tion spl it y However, Eurostatroestimates qpa re d ly isale s Europe,iorEurostat shows bthat co un try com w th sam e q ua rte r pr ye a r that over 22 million men the annual rate of inflation and women in the Eu were actually dropped from 2.7% unemployed in June 2011. in June 2011 to 2.5% in July Compared with May 2011, 2011! the number of persons unemployed fell by 38.000. ELECTRONIC Ger ma ny
INTERNATIONAL ELECTRONICS SUPPLIERS

2nd Qtr. 2011 To tal Co m pon ents Tend ential Index b y C oun try

h ic T -2

Graphic P-1

Q2 2011 pASSIvE BOOKING, BILLING & BOOK-BILL RATIO 2nd Qtr 2011 Passives booking, billing & book:bill ratio Graphic P1
D istrib u ti on o rd e rs for E le ctron ic co m po n en ts by c o un try com pa rin g Q 4 2 0 10 w ith p rio r qu a rter (Q /Q 1) an d sa m e q u ar te r p rio r yea r (Q /Q Y-1 )
INTERNATIONAL ELECTRONICS SUPPLIERS

2n d Qtr. 2011 T o tal Co m p o nen ts B ookin g T rend

70%

5%

Passive components Bookings, billings & book:bill ratio for Germany, France, Italy, UK, Sweden, Norway, Denmark & Finland
0.8%

250
0%

1.40 1.30
-1.7%

50%

30%

A ll

200
-5.4%

1.20 1.10

1.14

1.11

1.13

Fra n c e UK It a ly

-5 % -6.5% -6.2%

Billing
Q / Q -1
electronics

1.08

-7.0%

1.06

-6.9%

10%

0.98

0.97

No rd ic Consorzio

-1 0 %

1.01

1.01

150

1.00 0.90 0.80 0.70

Q / Q Y -1 FORTRONIC
f o r u m

Booking

-1 5 %

100

e gruppi dimprese the electronic community

enjoy

B2B per Associazioni

Consorzio di attivit e servizi

Q3

Q4

Q 1 -1 0

P ercent

-0.7%

The latest European Industrial production figures released by Eurostat on the 12th August Page | 6 are for June 2011 and show that, compared with June 2011, although production increased by 2.9%, it fell by 0.7% when compared with the prior month (May). Also, surprisingly when one considers what is happening

Graphic T1 shows that, on a quarterly basis, total billings were 12.6% up on the same quarter last year but 5% down on Q1, which is historically always the strongest quarter. What is of greater concern is that book:bill which has been positive or flat since Q3 2009, has dropped to 0.95:1.00 in Q2 2011. Within this total semis dropped to 0.93:1.00, Passives dropped

-2 0 % 50

0.60 0.50
G er m an y
Associazione Nazionale Fornitori Elettronica

-2 5 %

Q3

A vg

Q4

Q1-09

Fr a nc e

Q2

Q3

U K & E i re G r ap

Q4

Q1-10

Ita l y

Q2

Q3

No r di c

0.40

Q4

Q1-11 Q2-11

www.ideaelectronics.com
Graphic P-2

International Distribution of Electronics Association

-20%

Distribution semiconductor bookings, billings & book:bill ratio for Germany, France, Italy, UK, All France UK & Eire Italy Nordic Germany Sweden, Norway, Denmark & Finland 1.40
1.31

1400

-16.7%

EURO AREA & EU27 pRODUCTION - Total industry excluding construction

Graphic S-1

2nd Qtr. 2011 Semiconductor BILLING & Billings & RATIO ratio Q2 2011 SEmICONDUCTORS BOOKING, Bookings, BOOK-BILLbook:billGraphic S1

-14.9%

-15%

-10.5%

-9.1%

to 0.97:1.00 and it was only QUARTERLY SALES BY Distribution orders for passive components by country comparing Q3 2010 with the prior quarter emech components (Q/Q-1) and the same quarter pRODUCT FAmILY that prior year (Q/QY-1) 10% bucked the trend by remaining Each quarter we look at both positive at 1.02:1.00. booking and billing trends by 5% both product and by market. Book:bill decline must be 0% Firstly product. viewed as Breaking the product totalQ/Q-1 into -5% a sign of difficult the main elements, initiallyQ/QY-1 the -10% times ahead largest: semiconductors.
INTERNATIONAL ELECTRONICS SUPPLIERS

2nd Qtr 2011 Passive components Booking Trend

-4.0%

-2.7%

7.8%

-6.7%

-7.9%

-8.7%

-8.3%

Consorzio di attivit e servizi per Associazioni e gruppi dimprese

Page | 10

1200

1.30 1.20
1.19 1.17 1.12

1.13

1000

1.10
1.08

Billing

800
0.97

1.00
0.98 0.93

Booking
electronics f o r u m

600

0.89

0.95

0.95

0.90 FORTRONIC 0.80


enjoy

B2B
the electronic community

400 200

0.70 0.60 0.50 0.40


Q3 Q4 Q1-09 Q2 Q3 Q4 Q1-10 Q2 Q3 Q4 Q 1-11 Q2-11

Associazione Nazionale Fornitori Elettronica

Source: eurostat

www.ideaelectronics.com

International Distribution of Electronics Association

II

Graphic S-2

2ndQtr 2011 Semiconductor Booking Trend


INTERNATIONAL ELECTRONICS SUPPLIERS

Distribution orders for semiconductors by country compared with the prior quarter (Q/Q1) and the

News
International Distribution of Electronics Association
Gr 1st Qtr. 2011 Total Components Billing Trend Q1 aph ic T -3TOTAL COmpONENTS BILLING TREND 2011

Graphic T3
32.2%

G rGr aph ic -1 -3 aph ic T T

Total Com ponents Booking, Bil ling & Book:bill Q2 2011 1st Qtr.COmpONENTS BILLING TREND TOTAL 2011 2nd Qtr. 2011 Total Components Billing Trend Graphic T3 ratio
D istr ib utio n sa le s o f E lectro n ic Com po ne n ts b y Cou n try comp a rin g cu rre nt q tr w ith p rio r qu a rter ( Q en ) nd sam , q ua rte an d Bo ok:b Q/Q -4 To tal d istrib utio n e le ctron ic co mpo n/Q1tsabo oki nge b ill ing r pri or ye a r (ill ra tio )fo r G e rma ny, Fra nce , Ital y, UK , Sw ed en , Nor way, De nm ar k & Fin lan d 25%
1.24 1.16
20% 2000 15% 18.6%

D istr ib utio n sa le s o f E lectro n ic Com po ne n ts b y Cou n try comp a rin g cu rre nt q tr w ith p rio r qu a rter ( Q /Q1 ) a nd sam e q ua rte r pri or ye a r ( Q/Q -4 )
35%

1. 30 1. 20 1. 10

26.0%

26.4%

26.4%

1.02

1.15

30%

1.05

1.09

1.11

8.5% 0.98

20.2%

19.9%

20.4%

0.96

8.5%

0.99

25%

22.6%

12.9%

1.01 7.9%

0.91

Percent change

14.9%

14.7%

0.98

0.98

electronics

f o r u m

0.97

FORTRONIC
Q/Q-1 11.3% Q/Q-4
the electronic community
enjoy

5.2%

20%

Percent change

17.6%

1500 10%
5%

INTERNATIONAL ELECTRONICS SUPPLIERS

1.08

1. 00

Billing

FORTRONIC 0. 90
electronics f o r u m

15%

1000 0%
-5%

0.96

Q/Q-1

Boo king

0. 80 Q/Q-4
the electronic community
enjoy

-3.5%

10%

0. 70
-5.2% -4.5%

B2 B

-5.0%

500
5%
- 10%

-5.2%

0. 60 0. 50

0% Avg Fr ance UK & E ir e It al y No rd ic Ger man y

Associazione Nazionale Fornitori Elettronica

- 15%

-9.0%

www.ideaelectronics.com
International Distribution of Electronics Association

www.ideaelectronics.com

Avg Q 1- Q 2 07

Q3

F ran ce Q 4 Q 108

Q2

UK & Eir e Q 3 Q 4 Q 109

Italy Q2 Q3

Q4

No rd ic Q 1- Q 2 10

Q3

G er m an y Q 4 Q 111

0. 40Fornitori Elettronica

Associazione Nazionale

International Distribution of Electronics Association

Gr aph ic T -4

Bookings for
most of Europe
26.0%

1st Qtr. 2011 Total Components YTD Billings Trend ratio of 0.97:1.00 with

Cu mu la tive sa les o f Ele ctro nic co mp on en ts via d istrib utio n b y cou n tr y fo r cu rre nt ye ar to da te com pa re d wi th sam e p er iod pr ior ye a r
INTERNATIONAL ELECTRONICS SUPPLIERS

32.2%

35%

16.6%

26.2%

20.4%

Percent

Percent

Percent change

15.6%

20%

14.2%

Graphic S1 shows that, after six quarters of positive book:bill ratios, Semis in Q1 dipped to 0.96:1.00 and Q2 to 0.93:1.00. This must be viewed as a sign of difficult times ahead, particularly in Q3. 5 only Germany is still showing a cumulative ytd growth in bookings with a 5% growth for 2011 year to date compared with last year.
15% 10% 5% 0% Avg F ran ce

12.9%

Consorzio di attivit e servizi per Associazioni e gruppi dimprese

5% 15% 0% 10%

14.3%

10%
20%

8.1% 19.3%

20.2%

17.6%

17.6%

last year

5.0%20.4%

25%

UK & Eir e

Electromechanical Q1 components Emech & other components showed a growth in bookings of 6.8% compared with last year. However, the % growth has declined for the last five quarters dropping from 33% growth in Q2 10 to 25% in Q3, 16% in Q4 and 15% in Q1 2011. It is, however, still a growth!!
Italy N o rd ic Ger m an y

10.2%

25%

10.8% 21.0%

10.5%

with

26.4%

15%

14.1%

30%

27.1%

30%

25.2% 16.0%

have faltered when compared

Germany again showing the only year to date growth of bookings over last year with plus 7.8%.

Gr aph ic T -4

G r a ph i c T -2

1st Qtr. 2011 BOOKING TREND Q1 2011 TOTAL COmpONENTSTo tal C om p o n en ts Bo o kin g

20%

32.2%

Cu mu la tive sa les o f Ele ctro nic co mp on en ts via d istrib utio n b y cou n tr y fo r cu rre nt ye ar to da te com pa re d wi th sam e p er iod pr ior ye a r D istrib u ti on o rd e rs for E le ctron ic co m po n en ts by c o un try com pa rin g Q 4 2 0 10 w ith p rio r qu a rter (Q /Q 1) an d sa m e q u ar te r p rio r yea r (Q /Q Y-1 ) 35%

2nd Qtr. 2011 Total Components YTD B illings Trend T ren d

Graphic T2
INTERNATIONAL ELECTRONICS SUPPLIERS

Q1
Q / Q -1 Q2 Q / Q Y -1 FORTRONIC Consorzio
electronics

di attivit e servizi per Associazioni e gruppi dimprese

f o r u m

G r aph ic T -1

-11.8%

Consorzio di attivit e servizi 2nd Qtr. 2011 Total C omponents Booking, B illing & B ook:bill -1 0 % per Associazioni ratio 0% Avg F ran ce UK & Eir e Italy N o rd ic Ger m an y e gruppi dimprese To tal d istrib utio n e le ctron ic co mpo n en ts bo oki ng , b ill ing an d Bo ok:b ill ra tio fo r G e rma ny, Fra nce ,
-2.3% -5 % 5% -3.2% -2.5% -1 5 % A vg Fr a nc e

the electronic community

enjoy

Ital y, UK , Sw ed en , Nor way, De nm ar k & Fin lan d


U K & E i re Ita l y

No r di c

G er m an y

Associazione Nazionale Fornitori Elettronica

1.30 1.20 1.10

0.96

0.96

1.16

1.00

Page | 4

1.24

passive Components Graphic P1 covering Passives, for the first time since Q2 2009, showed a negative book: bill
Graphic E-1

QUARTERLY SALES AND ORDERS BY GEOGRAphIC REGION


The Graphic T3 shows what the billings picture was in Q1 and the Graphic T3 below

shows it in Q2. The change in 1500 trend can clearly be seen with the comparisons with the same 1000 quarter prior year showing a worsening trend. 500 The Graphic T2 (the shows the picture in Q1 and the showing 0 Q2 belowQit) cover1-09 Q 2 Q 3 Q 4 3 Q4 Q bookings trends comparing current
1.09 0.98 0.91

quarter with the last quarter Billing 1.00 (Q/Q-1) and the same 0.90 quarter Boo king last year ( Q/QY-1). 0.80 The shape of this graphic, B2 B 0.70 with the current quarter mostly 0.60 below the line indicates the 0.50 worsening booking trends in 0.40 country. 1-11 Q 2-11 Q 1-10 each Q 3 Q2 Q4 Q
0.95
INTERNATIONAL ELECTRONICS SUPPLIERS

1.08

Page | 5

1.11

2000 www.ideaelectronics.com

1.15

International Distribution of Electronics Association

Consorzio di attivit e servizi per Associazioni e gruppi dimprese

2nd Qtr 2011 Emech components Booking, Billing & Book:bill ratio Q2 2011 E-mECh BOOKING, BILLING & BOOK-BILL RATIO Graphic E1
Emech bookings, billings & Book:bill ratio for Germany, France, Italy, UK, Sweden, Norway, Denmark & Finland
400 350 300 1.11 1.09 1.09 1.07 1.06 250 1.02 1.03 1.10 1.40 1.30 1.20 1.10

h ic T -2

Q2 2011 TOTAL 2nd Qtr. 2011 Total Com ponents B ooking COmpONENTS BOOKING TREND

Trend

Graphic T2

D istrib u ti on o rd e rs for E le ctron ic co m po n en ts by co un try com pa rin g Q 4 2 0 10 w ith p rio r qu a rter (Q /Q 1) an d sa m e q u ar te r p rio r yea r (Q /Q Y-1 )
5%
0.8%

0%
-1.7% -5.4%

Billing Booking
Percent change
-5%
-6.5% -6.2% -7.0%

1.01

1.01

1.01

1.02

1.00 0.90 0.80 0.70 0.60 0.50 0.40

Q / Q -1

0.97

-6.9%

FORTRONIC
electronics f o r u m

-9.2%

200 150 100 50 0

B2B

-10%

FORTRONIC
electronics f o r u m

Q / Q Y -1

-12.0%

the electronic community

enjoy

-15%

-13.0%

-12.0%

the electronic community

enjoy

-20%

Associazione Nazionale Fornitori Elettronica

-23.0%

Q3

Q4

Q1-09

Q2

Q3

Q4

Q1-10

Q2

Q3

Q4

Q1-11 Q2-11

-25% A vg Fr anc e U K & E i re G r ap Ital y

No r di c

G er m an y

Associazione Nazionale Fornitori Elettronica

www.ideaelectronics.com Graphic E-2

2nd Qtr. 2011 Emech Booking Trend

International Distribution of Electronics Association

www.ideaelectronics.com

International Distribution of Electronics Association

Distribution orders for electromechanical components through distribution split by country comparing Q2 2010 with the prior quarter ( Q/Q-1) and with the same quarter prior year ( Q/QY24.2% 30%

III
INTERNATIONAL ELECTRONICS SUPPLIERS

1)

INTERNATIONAL ELECTRONICS SUPPLIERS

MERCATO & SuppLy NETwORk pCB

oggi inviate i gerber, domani il circuito finito!


Alba Elettronica attiva Alba Express, il nuovo servizio di consegna superveloce del circuito stampato
gicamente allaltezza, e organizzato sul concetto di lavoro di squadra. Queste sono caratteristiche fondamentali per sostenere delle qualit aziendali come la capacit produttiva e la flessibilit, fortemente volute a partire da una scelta ben precisa nel 2004, quando Alba Elettronica ha investito su un nuovo plant di 4.000mq. La scelta era necessaria per far fronte al bisogno di crescita dei lotti produttivi, ma stata sfruttata come occasione per dare inizio a una strategia di nuovi e costanti investimenti necessari a garantire qualit su tutta la gamma prodotti (dal doppia faccia al multistrato fori ciechi e interrati, dal flessibile al rigido flessibile) e prontezza di risposta alle evoluzioni future del mercato. Tecnologia e ancora tecnologia, quindi, per un prodotto come il circuito stampato che diventa sempre pi complesso nel layout, sempre pi ridotto nelle dimensioni, sempre pi esigente sul piano della qualit. Tecnologia oggi sfruttata completamente per garantire la velocit di un servizio come Alba Express. Il primo di una serie che lazienda - assicura Alba Elettronica - sta mettendo a punto per rispondere a ogni nuova esigenza dei propri clienti sul piano della risposta tecnica, della gestione, del supporto informativo.

a cura di Alba Elettronica

el mondo dellelettronica si fa sempre pi pressante il bisogno di prototipi di circuiti stampati consegnati in tempi brevissimi. alba Elettronica risponde a questa esigenza attivando un nuovissimo servizio di campionatura veloce, che riduce al minimo i tempi di produzione e assicura la massima garanzia di qualit del prodotto. Il servizio si chiama alba Express e assicura la consegna del doppia faccia in 24 ore e del multistrato in 48. Una novit, quindi, ma anche un segno di coerenza nella filosofia dellazienda di mogliano Veneto, che ha sempre mantenuto unattenzione costante nel servizio al cliente e ha sempre guardato al futuro investendo sia sul piano organizzativo che su quello tecnologico. Oggi, lelettronica non solo va veloce, ma accelera continuamente. I normali tempi di attesa per avere dei campioni di circuiti stampati talvolta creano difficolt a chi deve collaudare, testare, verificare con celerit i risultati di un intero progetto elettronico, magari molto sofisticato.

Alba Express nasce proprio per agevolare il cliente che si trova in queste condizioni durgenza, attraverso un servizio snello e veloce fin dalla fase di richiesta-offerta, resa praticamentte immediata. Basta poi semplicemente inviare i file gerber per avere il giorno dopo la campionatura di un circuito stampato finito, testato e prodotto secondo gli standard qualitativi richiesti.

4000 mq
Larea del nuovo plant produttivo di Alba Elettronica

Alba Express il nuovo servizio di campionatura veloce che riduce i tempi di produzione e assicura massima qualit
alBa: VIcIna aI BIsognI dEl clIEntE
Rispondere a questa necessit sempre pi sentita dal cliente, frutto di unattenzione alle esigenze di mercato ma soprattutto il risultato di una capacit di guardare con lungimiranza al futuro. Per garantire un servizio come Alba Express, occorre infatti aver strutturato preventivamente lazienda con un assetto produttivo adeguato, tecnolo-

Socio

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 51

OPINIONI & MANAGEMENT Colloqui & Interviste

La tecnologia la chiave del successo


Come dimostra GPEG International, che ha recentemente deciso di aprire una filiale italiana nel cuore di Milano
a Downing Street a Piazza Affari il passo breve. O almeno lo per GPEG International, azienda britannica di successo che ha deciso di puntare sul mercato italiano aprendo un nuovo ufficio nel cuore di Milano. Fondata nel 2005 da Nick How, depositario di una lunga esperienza tecnica nel settore dei display, GPEG il maggior produttore e sviluppatore di interfacce e soluzioni per il mercato dei display industriali del Regno Unito nonch, sulla base della classifica stilata dal Sunday Times TechTrack 100, lazienda hardware ad aver dimostrato il tasso di crescita pi elevato in UK nel 2010. La decisione di aprire una filiale italiana - ha dichiarato Nick How - fa seguito ai continui investimenti in persone, tecnologie e mercati effettuati dallazienda negli ultimi anni. Investimenti in cui GPEG crede fortemente. Il motivo della decisione presto detto: dopo Gran Bretagna e Germania, lItalia rappresenta un importantissimo mercato di sbocco per i nostri prodotti e al suo interno riteniamo di poter avere buone opportunit di crescita.

Le premesse per unottima intesa ci sono e sono convinto che i risultati arriveranno presto. Lobiettivo dellazienda quello di raddoppiare il business nellarco di tre anni; questo senza rinunciare a investire.

Il focUs sUllA tEcNoloGIA


La tecnologia alla base di tutto. GPEG non ha dubbi in proposito avendo gettato le basi della sua crescita sulle competenze e la capacit progettuale di un valido team di tecnici e ingegneri. E il mercato finora gli ha dato ragione, visto che lazienda ha registrato una crescita del 120% anno-su-anno e un turnover 2010 pari a 40 milioni di euro. La carta vincente della societ quella di proporsi come un partner nello sviluppo di prodotti customizzati, una specie di ufficio tecnico esterno, disponibile su richiesta, pronto a rispondere al cliente in base alle sue esigenze specifiche. Il nostro un servizio di progettazione on demand ha detto ancora Nick How grazie alla disponibilit di brevetti proprietari e alleffettiva specializzazione nel campo delle tecnologie per i display industriali, il nostro team in grado di supportare le richieste dei clienti fornendo soluzioni chiavi in mano. Siamo cos in grado di seguire il

Laura Baronchelli

Le competenze e il know how tecnologico fanno la differenza


Investire nelle persone resta la chiave di volta - ha detto Nick How - in un momento in cui non si fa altro che parlare di Austerity e tagli, di cassa integrazione e disoccupati in aumento, il nostro modello si dimostra vincente sotto ogni punto di vista. Non a caso, poco tempo fa (ndr. a luglio 2011) sono stato invitato in Downing Street al n. 10 e ho stretto la mano al Prime Minister, David Cameron, che ha voluto con questo gesto valorizzare il ruolo che gli imprenditori britannici giocano nella crescita delleconomia inglese assumendo nuove persone e creando nuovi modelli di business.

UN DNA comUNE fAtto DI crEAtIvIt E DEsIGN


A capo della nuova divisione GPEG Italy, Alessio Nori affronta con molta determinazione la sfida che gli viene lanciata: Tra i mercati a cui ci rivolgiamo, professionale e domotica sono tra i pi interessanti e rappresentano un gran numero di Pmi italiane. Inoltre, la creativit e il design fanno parte del DNA dellindustria italiana cos come fanno parte della missione di GPEG e della sua volont di introdurre sul mercato prodotti utili, facili da usare ed esteticamente accattivanti.

Nick How, Fondatore di GPEG International

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 53

OPINIONI & MANAGEMENT Colloqui & Interviste

hitachi premia i suoi distributori


Il comparto Display Products Group (DPG) di Hitachi Europe ha consegnato durante lestate i premi ai primi quattro distributori dei propri prodotti. Il metro di misura per la decisione stato il contributo nel creare opportunit di successo e di crescita nonostante una situazione di mercato difficile. I premi sono stati distribuiti in occasione della European distribution sales conference tenutasi a Malahide, vicino Dublino (Irlanda). Alla conferenza, la tedesca MSC stata riconosciuta come miglior distributore globale, grazie alla sua crescita forte e alle ottime prestazioni. Anglia ha ricevuto il riconoscimento per la pi grande crescita nel business, Arrow Nordic ha ottenuto il premio per le migliori prestazioni e per le nuove opportunit di design create e Avnet Embedded Francia stata premiata per il miglior design individuale.

uN esempio su tutti

Alessio Nori, Responsabile di GPEG Italy

LEuropa rappresenta oltre il 50% delle vendite dei prodotti GPEG International
cliente attraverso una customizzazione completa. GPEG unazienda che realizza soluzioni chiavi in mano in ambito visualizzazione, dalla consulenza al progetto e realizzazione di un prodotto finito - ha aggiunto Nori - e questo perch abbiamo stabilimenti produttivi in Corea, Taiwan e Cina e la progettazione e ingegnerizzazione in Inghilterra, per la realizzazione dei nostri prodotti. Siamo oggi lunica azienda italiana in grado di fare questo perch lunica con queste caratteristiche. Le soluzioni display proposte da GPEG vanno dal semplice grafico o alfanumerico al pi evoluto display ad alta luminosit. Gli stabilimenti produttivi sono collocati in Corea, Taiwan e Cina, mentre le sedi commerciali sono oggi situate in Uk, Germania e Italia. Per il futuro - ha dichiarato ancora How

GPEG International ha sviluppato la prima tecnologia touch capacitive waterproof, resistente allacqua. Uninnovazione formidabile - per la quale lazienda ha registrato un brevetto - che permette di posizionare display di controllo in ogni luogo dove lacqua pu presentare un problema, come in bagno o in cucina. taptile, questo il nome della tecnologia, la soluzione flessibile a una ampia gamma di applicazioni domotiche. Per info: www.taptile.com

partNership deNsitroN - cLt


Densitron Display Solutions ha recentemente annunciato di aver siglato una partnership con Chi Lin Technology (CLT) per distribuire la sua gamma di E-Paper Display (EPD) nel Regno Unito, in Francia e in Italia. Grazie alla loro capacit di essere facilmente collegati in rete e alla compatibilit con i moduli ZigBee, i display E-Paper sono ideali per applicazioni come il controllo dinamico dei prezzi e per il monitoraggio della logistica. Questi display offrono inoltre una buona leggibilit alla luce solare e consentono un notevole risparmio di energia grazie al loro bassissimo consumo durante la visualizzazione di unimmagine.

La crescita anno-su-anno della societ

120%

- intendiamo volgere lo sguardo anche a Francia e Stati Uniti. Ma prima vogliamo consolidarci nei Paesi in cui siamo gi presenti e in cui vogliamo essere riconosciuti come partner affidabili in grado di garantire prodotti di altissima qualit, brevi tempi di consegna e costi assolutamente competitivi.

I PrINcIPAlI mErcAtI DI rIfErImENto


Tre i mercati di riferimento dellazienda: professionale/industriale; consumer e gaming. A questi si aggiungono la domotica e il signage dove il bello e il facile da usare delle interfacce trovano un terreno particolarmente fertile. A livello di vendite, lEuropa rappresenta oltre il 50%. Una percentuale importante che, in prospettiva, potrebbe aumentare. Laver puntato sullItalia un chiaro passo in questa direzione. Saranno i risultati a parlare. E se son rose fioriranno

dispLaY per tV: per L80% soNo Lcd


Secondo DisplaySearch, il 2010 stato cun anno eccezionale per le Tv. Gli Lcd hanno fatto la parte del leone con 44 milioni di unit vendute pari all80% del mercato complessivo. I plasma si devono accontentare di una fetta pari al 6,6% (3,6 milioni di apparecchi venduti).

coNtatti
GPEG Italy Via Quintosole 31 20141 Milano Rif. Alessio Nori Tel: + 39 329 6521130 alessio.nori@gpegint.com

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 54

OPINIONI & MANAGEMENT Colloqui & Interviste

i primi nellinnovazione
Una ricerca qualificata e su misura per ogni applicazione del cliente e il mantenimento di unofferta di prodotto sempre innovativa: sono questi i solidi pilastri su cui si basa First Components

irst components nasce nel 2003 con lobiettivo di introdurre sul mercato italiano il brand Betacera, societ appartenente al gruppo taiwanese china steel, fortemente specializzata nello sviluppo e produzione di tecnologie ceramiche e derivati. I vantaggi competitivi di Betacera in questo settore permettono di acquisire una penetrazione di mercato in applicazioni legate al sensing di temperatura in ambito white goods pari al 50% in soli 3 anni. Parliamo di un settore dove la leadership mondiale di costruttori italiani alimenta volumi daffari globali, quindi molto elevati ci spiega Giuseppe corti, Amministratore Delegato di First - La crescita esponenziale del fatturato di First Components da modo di pensare in modo sereno a possibili evoluzioni in nuovi business, dove limpiego di infrastrutture esistenti, il know-how di mercato possa favorire lo sviluppo di nuovi business in modo efficace e proficuo.

che vengono acquisiti, aprendo un nuovo ramo di attivit che ad oggi viente considerato di successo per le crescite conseguite in un triennio di mercato in forte flessione.

2. Quali sono i mercati principali


ai quali vi rivolgete? La storia di First Components non pu che aver dato unimpronta indelebile al nostro mercato di riferimento sino ad oggi, che il Domestic Appliances e relativo indotto. Le sinergie usate per lo sviluppo dellattivit visual ha ulteriormente rafforzato questo settore. Fortemente in espansione sono anche le nostre forniture in sistemi di climatizzazione, sistemi di pesatura, Pos machines, strumentazione su automezzi, moto, nautica, sistemi medicali, automazione industriale e molti altri.

Daniela Fioni

1. com organizzata first


components? Attualmente First Components conta due persone nellarea tecnico-commerciale, (FAE), 3 persone nellarea Customer Service, Logistica&Magazzino, 1 persona in Amministrazione. Lattivit si svolge in unarea di circa 300 metri quadrati che copre uffici e magazzino. Partendo da uno strumento che ritengo molto efficace di Direct Email Marketing indirizzato a mailing list di qualit riusciamo a generare una domanda di prodotto che viene sviluppata con la necessaria competenza tecnica e commerciale. La stretta partnership con costruttori leader di settore unaltra fonte di leads che portiamo a termine con hit-rate superiori al 50%. Classificando i clienti non solo in termini di fatturato ma anche e soprattutto per la reale e fattiva collaborazione di sviluppo nuovi prodotti, i FAE hanno la diretta responsabilit tecnico-commerciale su una fascia di clienti direzionali, con visite ed incontri dedicati. La collaborazione con rivenditori locali si rivelata invece una soluzione vincente che ci premette di fare numeri importanti in modo trasversale su clienti medi e piccoli su tutto il territorio ed in particolare nelle tre aree di riferimento: lombardia, triveneto ed Emilia.

2003
Anno di fondazione di First Components

3. cosa significa per first


components essere un distributore specializzato? Lobiettivo finale di First qualificare il nuovo prodotto o la nuova tecnologia sulla nuova applicazione del cliente. Che la fornitura del prodotto, componente o modulo che sia, venga fatta tramite First o diretta, meno importa, con la globalizzazione Con questo spirito il costruttore ci vede e accoglie come parte della famiglia e il cliente confidente che lavorando con noi lefficienza aumenta, i tempi di risposta si riducono cos

La crescita del fatturato di First lascia spazio a pensieri futuri positivi


La stretta collaborazione con Betacera si rivela un plus essenziale nella ricerca, valutazione e scelta di nuovi Partner asiatici. Loccasione arriva nel 2008 con il consolidamento dellattivit visual e Wireless di EEI electronics in First Components. Winstar, clover, Hantronix, radiodatacom sono i nuovi Partner

Giuseppe Corti Amministratore Delegato di First

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 55

OPINIONI & MANAGEMENT Colloqui & Interviste

come il time-to-market , con chance di successo nel raggiungere gli obiettivi molto alte. Individuate le aree di competenza, nel nostro caso Sensing, Visualizzazione e Wireless, lobiettivo e mantenere unofferta di prodotto innovativa. Essere un distributore specializzato vuol dire in numeri, avere un business innovativo (business fatto con nuovi prodotti) che sia almeno il 30% del base business.

servizio. E il servizio va inteso a 360. Qualificare un nuovo prodotto in una nuova applicazione e non consegnarlo al cliente quando serve vanifica il lavoro tecnico svolto. 5. Quali sono i partner principali di first components? Intendendo partner principali quelli con cui abbiamo attualmente le attivit pi importanti, parliamo di Betacera, Winstar, Hantronix, clover, radiodatacom. Prediligiamo la continuit e il consolidamento del rapporto con i partner attuali spingendoli e collaborando se necessario ad investire in nuovi prodotti e tecnologie. Pensiamo di aver trovato in Winstar una forte competenza di display passivi nelle diverse tecnologie emergenti quali, PmolED, Epaper, fsc. In Hantronix una adeguata offerta di tft industriali. In Clover una leadership nello sviluppo di soluzioni lcD custom. In aggiunta Betacera opera ormai a 360 sullo sviluppo di componenti e subassiemi che ruotano intorno alle funzioni di sensing e controllo dellelettrodomestico.

Grazie alla collaborazione con il cliente la reciproca confidenza aumenta e si riduce il time-to-market
Dando la giusta importanza al prodotto standard, First Components convoglia tuttavia quasi il 40% della domanda su soluzioni custom. Risultati che non possono prescindere dal un know-how di tecnologia e applicazioni efficacemente messe al servizio del cliente.

Nelle aree di core business siamo attenti alle innovazioni di prodotto e nuove tecnologie. Abbiamo investito in una risorsa presso Xike (partner Betacera) con sede a Shanghai, per noi un riferimento importante nella fase di validazione della tecnologia e relativi costruttori, quando ritenuti strategici. Fra le aree di maggior interesse stiamo lavorando su soluzioni LCD con maggior contrasto, buona visibilita allaperto, basso consumo, soluzioni a colori a basso costo, semplicita nellinterfacciamento. Siamo sempre attenti a nuove collaborazioni che consentano di sviluppare business in mercati emergenti, non necessariamente nei componenti.

50%
Penetrazione nel mercato sensing in tre anni

7. obiettivi e strategie per il


futuro? Essere sempre pi FIRST.

coNtatti
fIrst components s.r.l. Via Cavour, 69 21020 Buguggiate (VA) Italy Tel. +39 0332359578 Fax +39 0332320856 sales@first-components.com www.first-components.com

4. supporto tecnico o supporto


logistico: quale dei due aspetti pi importante? La soddisfazione del cliente non pu prescindere da un eccellente

6. Prevedete nuovi accordi di


distribuzione nel breve medio periodo?

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 57

OPINIONI & MANAGEMENT Colloqui & Interviste

50 anni di specializzazione
Lavventura italiana di Piher International vista attraverso gli occhi del suo presidente, Maurizio Zini

ebbene Piher International Italiana sia stata fondata nel 1983, possiamo dire che la sua vera data di nascita risale al lontano 1962. Risale infatti a quellepoca, quasi 50 anni fa, la creazione di ItB da parte di luciano Zini. ITB nacque come azienda di distribuzione dei prodotti di Piher spain, della quale tutti conoscono i trimmer potenziometrici della serie PT e i potenziometri PC16. Negli anni successivi, lazienda cambi ragione sociale prendendo il nome di Piher International Italiana Spa, diventando in seguito Srl, ma rimanendo comunque di propriet esclusiva del suo socio fondatore. Con il passare del tempo, Piher International Italiana ha stretto accordi di distribuzione con altre importanti societ costruttrici di resistenze, elettrolitici, tact switch con lobiettivo di offrire ai propri clienti un pacchetto di prodotti sempre pi completo insieme a un importante servizio logistico. Le ultime acquisizioni in esclusiva della distribuzione dei connettori Neltron e Oupiin ha portato grossi risultati e nuovi sbocchi di mercato per la nostra societ ha dichiarato maurizio Zini, Amministratore Unico di Piher International mercato per il quale ormai siamo diventati un punto di riferimento sia per la qualit e il prezzo dei nostri prodotti sia per il supporto tecnico che riusciamo a dare ai nostri clienti.

riesce a fornire con efficacia i suoi oltre 600 clienti attivi. Il team di lavoro costituito da 10 persone che lavorano presso la sede centrale e 4 agenti supportati da 16 distributori che operano sul territorio attraverso una rete capillare. Piher svolge la propria attivit quasi esclusivamente nel mercato italiano e vuole continuare a essere un punto di riferimento nazionale cercando di migliorarsi annualmente grazie anche ai suggerimenti e alla collaborazione della propria clientela.

Il confrontarsi e ladeguarsi a quello che i propri clienti richiedono il modo pi valido per poter offrire il servizio giusto
Essendo certificati ISO 9001:2008 - ha commentato Maurizio Zini - ogni anno richiediamo a un numero significativo di nostri clienti di indicarci i passaggi in cui hanno riscontrato delle difficolt anche minime nellaprire o chiudere un ordine a noi indirizzato, per poi analizzare grazie a un team interno

Maurizio Zini, Amministratore Unico di Piher International Italiana

le migliorie da apportare al processo. Anche questo vuol dire essere un distributore specializzato. Non basta avere dei prodotti esclusivi e avere un magazzino sempre allaltezza delle richieste just in time: il confrontarsi e ladeguarsi a quello che i propri clienti richiedono il modo pi valido per poter offrire il servizio giusto. Anche il supporto tecnico gioca un ruolo fondamentale allinterno dellor-

comPEtENZE E kNoW HoW Al sErvIZIo DEl clIENtE


Piher International Italiana ha la propria sede a Cesano Boscone in provincia di Milano, dove con gli uffici amministrativi e commerciali e un magazzino di circa 1.000 metri quadrati

Il team di lavoro della societ

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 59

OPINIONI & MANAGEMENT Colloqui & Interviste

ganizzazione. Il personale specializzato allinterno della Piher International Italiana riesce a dare risposta a qualsiasi domanda inerente i prodotti da essa commercializzati, mentre i tecnici/ingegneri delle fabbriche rappresentate sono sempre disponibili a recarsi dal cliente richiedente per valutare insieme a lui nuovi progetti o per trovare soluzioni a eventuali problematiche riscontrate.

I clienti attivi serviti dallazienda

ottImE ProsPEttIvE PEr Il fUtUro


Tutti questi elementi ci permettono di crescere ogni anno come livello di fatturato - ha aggiunto Zini - il 2010 stato un anno molto positivo per la nostra societ e i dati del primo semestre 2011 confermano unulteriore crescita rispetto allanno precedente.

La sede dellazienda a Cesano Boscone (MI)

600

Sul fronte dei settori applicativi, sopratutto il settore automotive a ricoprire un ruolo di primaria importanza
Per il futuro, la societ intende sviluppare e incrementare le vendite di alcune case gi presenti nel pacchetto prodotti attuale. Alcuni nomi di rilevo sono rayex (rel) e vincenc (diodi e LED) che Piher rappresenta in esclusiva per lItalia e che offrono un eccellente rapporto qualit/prezzo. Sul fronte dei settori applicativi, soprattutto il settore automotive a riIl magazzino si sviluppa su unarea di 1.000 mq

coprire un ruolo di primaria importanza. Piher Spain si infatti specializzata negli anni nella fabbricazione di prodotti standard e custom per lelettronica nelle auto ottenendo omologazioni in tutte le pi grandi e importanti case automobi-

listiche mondiali; inoltre, ha creato e brevettato dei sensori senza contatto (contact less) che stanno rivoluzionando il mercato. Mezzo secolo di presenza nel mercato italiano garanzia per i nostri clienti di seriet e affidabilit. Queste caratteristiche - ha concluso Zini - ci hanno permesso di continuare a crescere e di avere importanti prospettive per il futuro.

coNtatti
Piher International Italiana srl Via Alzaia Tieste, 3 20090 Cesano Boscone (MI) Tel. 02 4404779 Fax 02 4405531 Piher@piher-italy.com www.piher-italia.it

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 60

OPINIONI & MANAGEMENT L esperto risponde

aumenta liva al 21%, crollano i consumi


In un momento di mancanza di fiducia, la manovra estiva gela le aspettative

Davide Guzzi Dottore commercialista Consulente del lavoro d.guzzi@studioguzzi.it

ome ampiamente anticipato dai mass-media, lart. 2 c.2 bis della Legge n. 148/2011 ha aumentato laliquota Iva ordinaria dal 20% al 21% a decorrere da sabato 17/09/2011 compreso; restano invece invariate le aliquote ridotte del 4 e del 10%, cos come le disposizioni in materia di reversecharge e di esigibilit differita. Poich da molti anni non si aveva una modifica di questo tipo, riteniamo utile evidenziare alcune particolarit connesse a questo cambiamento. Lindividuazione del momento in cui si considera effettuata unoperazione ai fini Iva essenziale per individuare laliquota applicabile (cfr. art. 6 Dpr 633/1972).

In caso di compravendita di immobili soggetta ad Iva ordinaria (ad esempio fabbricati non residenziali ceduti da un soggetto Iva), rilevante la data dellatto Dalla parte Del Datore Di lavoro

LiceNziabiLe chi deNigra iL superiore

La Corte di Cassazione ha confermato il licenziamento di un dipendente che aveva espresso giudizi denigratori nei confronti del capoufficio. Il processo si basato sul ritrovamento di una lettera, che limpiegato aveva scritto privatamente al proprio legale e che era stata rinvenuta in una stampante aziendale (Cassazione n. 18655/2011).

notarile: sugli atti stipulati dal 17/9/2011 si applica lIva al 21%. Le vendite o cessioni di beni mobili si considerano effettuate allatto della consegna o spedizione dei beni stessi: pertanto in caso di consegna/spedizione anteriore al 17/9/2011, le relative fatture successive o differite scontano laliquota del 20%. Le prestazioni di servizi si considerano effettuate allatto del pagamento del corrispettivo (o allemissione della fattura se antecedente tale momento), pertanto le prestazioni fatturate o pagate dal 17/9/2011 in poi sono soggette allaliquota del 21%. In caso di fatturazione anticipata (per acconti ricevuti o per motivi diversi), loperazione si considera effettuata alla data di emissione della fattura: quindi la fattura emessa prima del 17/9/2011

soggetta allaliquota del 20%, mentre leventuale saldo, fatturato o incassato dal 17/9/2011 in poi, soggetto allaliquota del 21%. Gli acquisti intracomunitari di beni si considerano effettuati nel momento della consegna nel territorio dello Stato allacquirente, ovvero se il trasporto effettuato con mezzi di questultimo, nel momento di arrivo nel luogo di destinazione in Italia; tuttavia, se anteriormente alla consegna ricevuta la fattura o pagato il corrispettivo, lacquisto intracomunitario si considera effettuato in tale momento. Si applica quindi laliquota del 20% o del 21% rispettivamente alle operazioni effettuate prima o dopo il 17/9/2011. Gli acquisti di servizi da soggetti non residenti (UE o extra-UE) si considerano effettuati allatto

elenchi clienti-fornitori rinviati a fine anno


Prorogato dal 31 ottobre al 31/12/2011 il termine per la comunicazione telematica delle operazioni rilevanti Iva poste in essere nel 2010 (Agenzia delle Entrate, provvedimento del 16/9/2011)

CONSULENZA DEL LAVORO, AZIENDALE E TRIBUTARIA

www.studioguzzi.it

Davide network studio Guzzi un Guzzi di professionisti che da oltre quarantanni Dottore commercialista affianca le Consulente in materia di risorse umane, contabilit e imprese del lavoro Via fiscali, 14 - 20146 Milano adempimenti Desenzano,consulenze aziendali, legali e informatiche.
Tel. +39 02 403031 - Fax +39 02 48702582 d.guzzi@studioguzzi.it www.studioguzzi.it

del pagamento, ovvero alla data di emissione dellautofattura o dellintegrazione della fattura estera, se antecedente il momento del pagamento. Si applica quindi laliquota del 20% o del 21% rispettivamente alle operazioni effettuate prima o dopo il 17/9/2011. In caso di note di credito emesse per variazioni in diminuzione, laliquota da usare sar sempre quella che stata applicata alloperazione che si intende rettificare. Invece per le note di debito occorre distinguere se relative a cessioni di beni (si applicha la stessa aliquota delloperazione principale che si intende rettificare) ovvero se relative a prestazioni di servizi (laliquota da applicare quella in vigore alla data di emissione del documento).

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 67

OPINIONI & MANAGEMENT Formazione

Formazione tecnica e iper-specializzazione


Un nuovo calendario corsi dedicato a LED Lighting, RF & Wireless, Power Energy e Progettazione elettronica

ripartita a settembre la stagione della formazione di tecnoimprese dedicata ai corsi tecnici e in particolar modo alle aree LED & Display, RF & Wireless, Power Energy e Progettazione.

La formazione di carattere tecnico ormai fondamentale per le aziende che vogliono crescere ed essere competitive; diventa di conseguenza un bisogno il poter contare su risorse umane adeguate che aiutino limpresa a rispondere con efficacia alle sfide poste dalla competizione internazionale. proprio per questo motivo che Tecnoimprese anche in autunno riconferma il suo impegno come ente di formazione e organizza interventi formativi mirati ai settori che oggi trainano il mercato dellelettronica con lobiettivo di aumentare la qualit e la professionalit delle risorse umane che costituiscono la linfa vitale di ogni azienda. I contenuti e le metodologie di erogazione dei seminari formativi sono progettati per offrire ai partecipanti metodi e strumenti di immediato utilizzo nella loro attivit quotidiana. I corsi vengono offerti in

modalit interaziendale e realizzati con un numero limitato di partecipanti al fine di prevedere una dinamica daula e una piena interazione tra docenti qualificati e partecipanti. La loro durata varia dalle 4 alle 16 ore.

Sabina Poletti

caLeNdario corsi
1. lED & DIsPlAy
Per conoscere il mondo del lighting e limpiego corretto del LED dal punto di vista del design e della tecnologico lED technology: (Durata 8 ore) Bologna, 19 ottobre Docente: Ing. Diego Quadrio - Studio Quantis lED lighting Design: (Durata 8 ore) Bologna, 18 ottobre Docente: Ing. Danilo Paleari - Studio Quantis

Nota: in via di definizione il calendario corsi 2012

On-line, 25 ottobre in collaborazione con Voltimum Docente: Prof. Massimo Gamba control techniques for Dc-Dc switching Power supplies: (Durata 16 ore) Milano, 7-8 novembre Docente: Prof. Nicola Femia

4. ProGEttAZIoNE
Per essere aggiornati su design, e tecniche di progettazione in ambito elettronico Progettare con I PIc corso base: (Durata 8 ore) Milano, 10 ottobre Docente: Ing. Giacomo Colombo Microchip Progettare con i PIc corso avanzato: (Durata 8 ore) Milano, 15 novembre Docente: in collaborazione con Microchip Programmazione in c per microcontrollori: (Durata 8 ore) Milano, 20 ottobre Docente: Ing. Alberto Soattin Programmazione in c per microcontrollori embedded: (Durata 8 ore) Milano, 26 gennaio 2012 Docente: Ing. Alberto Soattin

2. rf & WIrElEss
Per essere informati sulle tematiche di radio frequenza e wireless teoria di Zigbee: (Durata 16 ore) Milano, 24-25 novembre Docente: Ing. Stefano Castagnoli

Il catalogo corsi di Tecnoimprese consultabile su


www.tecnoimprese.it

3. PoWEr ENErGy
Per approfondire le tematiche dellelettronica di potenza e delle energie rinnovabili finanza agevolata per il fotovoltaico: (Durata 4 ore) On-line, 19 ottobre in collaborazione con Voltimum Docente: Ing. Luca Rastello

Per informazioni: Sabina Poletti Tel. 02 210111241 s.poletti@tecnoimprese.it

corso per installatori di impianti fotovoltaici: (Durata 4 ore)

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 71

TECNOLOGIE & APPLICAZIONI Scenario Strumentazione

limportanza di operare con gli strumenti giusti


I prodotti di strumentazione proposti dalle maggiori aziende di settore

agilent: InfiniiVision 2000 e 3000 I


nfiniiVision 2000 e 3000 serie X sono oscilloscopi digitali e per segnali misti ricchi di funzionalit. Il segreto di Agilent presto spiegato: tre anni di investimenti per sviluppare un circuito integrato ASIC dedicato alle misure che un concentrato di innovazioni. La serie X include 26 modelli ripartiti su due famiglie: InfiniiVision 2000 X, con larghezza di banda di 70, 100 e 200 Mhz; InfiniiVision 3000 X, con larghezza di banda di 100,200, 350 e 500 Mhz. Tutti i modelli hanno un video a colori da 8,5 pollici in formato panoramico con risoluzione di 800x400 pixel (WGA), decisamente ampio per questa categoria di strumenti. Caratteristiche: Estrema velocit di reazione nelluso quotidiano e possibilit di eseguire misure rapide anche su segnali intermittenti deriva dallarchitettura di elaborazione dei segnali acquisiti di nuova generazione; Velocit di aggiornamento delle forme donda di rilievo, architettura integrata che permette di espandere le funzionalit dello strumento acquistando le opportune licenze; Funzionalit opzionali attivabili dallutilizzatore sia al momento di acquisto dello strumento, sia successivamente.

La larghezza di banda dello strumento pu essere aggiornata, con leccezione del passaggio da 200 MHz a 350 MHz, che necessita di un breve passaggio. Agilent Technologies Italia Via Gobetti 2/C - 20063 Cernusco Sul Naviglio (MI) - Tel. 02926081 www.agilent.com

Oscilloscopio dpO/dsa 70000d da tektronix

li oscilloscopi delle serie dpO/dSA70000d di Tektronix dispongono di una frequenza di campionamento di 100 GS/s su due canali e sono in grado di gestire i segnali pi veloci presenti negli odierni scenari tecnologici, per lanalisi della modulazione ottica e per le prove di convalida Serdes (Serializer/Deserializer). stata incorporata la tecnologia al Silicio Germanio (SiGe) 8hp di IBM integrandola nei transistori bipolari ad alta velocit direttamente sullo stesso die, al pari di un CMOS standard. Elevata capacit di effettuare delle misure a basso livello di rumore un requisito per riuscire a caratterizzare i segnali ad alta velocit, anche ottici, ed effettuare delle misure con velocit di trasmissioni di 20 Gb/s e oltre. Caratteristiche: Banda passante analogica di 33

Ghz su quattro canali con dieci Terasamples di tempo di campionamento equivalente per conseguire una visibilit del segnale impareggiabile negli oscilloscopi in tempo reale; Offre il miglior tempo di salita disponibile, per laccurata caratterizzazione dei segnali con tempi di salita inferiori ai 20 picosecondi; Migliore sensibilit in ingresso oggi disponibile: 62,5 mV full scale (6,25 mV/div) per una ottima osservabilit delle trasmissioni che utilizzano dei segnali con ampiezza limitata, tipica degli standard basati su LVDS (Lowvoltage differential signaling);

Pu effettuare lanalisi delle misure, inclusa la decodifica 8b/10b e trasferire rapidamente i dati della forma donda nello strumento per poterli elaborare; inoltre permette la personalizzazione delle condizioni di trigger in funzione della zona del segnale visualizzata, utilizzando le possibilit offerte dal Visual Trigger; Sistema di interconnessione senza soluzione di continuit TekConnectTM, a disposizione per laccesso del segnale fino a 33 GHz di banda passante, permettendo limpiego degli adattatori Tektronix da 2,92 mm e di sonde ad alte prestazioni, con piccolissime superfici di contatto, per connettersi al dispositivo da misurare (DUT) in modo flessibile e affidabile.
Tektronix Italia Via Ciovasso 4 - 20121 Milano (MI) Tel. 0225086509 www.tektronix.com

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 89

TECNOLOGIE & APPLICAZIONI Scenario Strumentazione

labmaster 9 zi-a by leCroy L


eCroy presenta labMaster 9 zi-A: un sistema avanzato di oscilloscopi modulari configurabile fino a 45 GHz, 120 GS/s, 20 canali e 768 Mpt di memoria di analisi per canale. Larchitettura modulare di LabMaster 9 Zi-A offre ilpercorso pi semplice di upgrade sia per quanto riguarda la banda passante che per la somma dei canali disponibili: possibile iniziare con una configurazione minima per poi aumentare il numero dei canali semplicemente aggiungendo moduli di acquisizione, aumentare la banda dei moduli esistenti o miscelare e parificare le bande di un unico sistema. LeCroy prevede di lanciare ulteriori nuovi moduli di acquisizione per il sistema LabMaster 9 Zi-A offrendo cos la pi alta banda passante e la pi alta densit di canali disponibile al mondo entro lanno. Caratteristiche: Larchitettura del sistema separa le funzioni di acquisizione dei segna-

li dalle funzioni di visualizzazione, controllo ed elaborazione; Il modulo di acquisizione contiene il modulo di visualizzazione, di controllo e un modulo di acquisizione singola in una sola unit; Gli ulteriori moduli di acquisizione Slave contengono i sistemi di acquisizione addizionali e una potente Cpu di classe server invece presente in un terzo modulo, che fornisce

la potenza di calcolo necessaria a processare limmensa massa di dati resa gestibile da LabMaster 9 Zi-A; Grazie alla tecnologia proprietaria ChannelSync, il modulo di acquisizione Master di LabMaster 9 Zi-A in grado di sincronizzare perfettamente i moduli di acquisizione Slave; Gestione di tecnologie di alto livello con trasferimenti di dati ad alta velocit come la tecnologia Serdes a 28-32 Gb/s, la tecnologia Multi-Lane Serial Data (40/100 GbE, PCIe Gen3) e le comunicazioni basate sulla modulazione ottica coerente; Ideale per le applicazioni aerospaziali e della difesa, in cui sono necessari sia una larga banda passante che un elevato numero di canali. leCroy Via Enrico Mattei 1/102/c - 30020 Marcon (VE) - Tel. 041 5997011 www.lecroy.com

Yokogawa: Wt1800

Rohde&schwarz: R&s sgs100a R


ohde & Schwarz presenta un generatore di segnali a radiofrequenza in un formato compatto, indicato per essere inserito in sistemi automatici di collaudo e in ambienti di produzione. R&S SGS100A copre la gamma di frequenze fino a 12,75 Ghz in un formato di mezza unit di larghezza e ununit di altezza per rack da 19. Disponibile in due versioni: la versione CW genera frequenze sinusoidali fino a 12,75 GHz e pu essere usata come oscillatore locale o per la verifica di interferenza secondo i principali radiomobili, mentre la versione vettoriale include un modulatore I/Q per generare

Lanalizzatore di potenza WT1800 di yokogawa uno strumento di precisione particolarmente adatto al mercato delle energie rinnovabili e allo sviluppo di soluzioni di risparmio energetico. WT1800 pu effettuare misure di potenza in continua con unaccuratezza di 0,05% e di potenza in alternata (alle classiche frequenze di 50/60 Hz) con unaccuratezza di 0,1%. Si presta quindi bene alle misure della potenza erogata dagli impianti fotovoltaici e dagli inverter utilizzati in apparecchiature sempre pi numerose. Caratteristiche: Possibilit di effettuare una doppia misura simultanea della distorsione armonica sulla corrente di ingresso e di uscita di un inverter; Le misure possono essere visualizzate in forma numerica o grafica (istogramma) nella stessa schermata; Per le misure di potenza: numero di ingressi ampliabile fino a 6, caratteristica che riduce i tempi di misura e collaudo; Frequenza di campionamento di circa 2 MS/s (alla risoluzione di 16 bit).
yokogawa Italy

segnali fino 6 GHz che coprono le principali bande di frequenza delle comunicazioni mobili digitali. Caratteristiche: Velocit di cambio di frequenza e livello del segnale generato di 280 s circa tre volte pi veloce di analoghi strumenti della generazione precedente; Il generatore ha prestazioni RF simili a strumenti di fascia alta, con

un livello di uscita fino a +22 dBm e un attenuatore elettronico che copre lintera gamma di frequenze di lavoro; Il basso contenuto aronico, pari a 76 dBc fino a 1,5 Ghz, rende questo generatore particolarmente adatto ai test sui convertitori di frequenza; I segnali RF provenienti da pi generatori possono essere opzionalmente sincronizzati in fase per supportare collaudi su sistemi di antenna elettronici che utilizzano tecniche di beamforming.
Rohde & Schwarz Italia

Via Roma 108 - 20060 Cassina De Pecchi (MI) - Tel. 02957041 www.rohde-schwarz.com

Via Pelizza da Volpedo 53 - 20092 Cinisello Balsamo(MI) - Tel.02660551 www.yokogawa.com/it

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 91

TECNOLOGIE & APPLICAZIONI Cover Story

Efficienza dei regolatori dC/dC: solo met della storia


Laltra met riguarda la resa termica del package

alutare la resa termica di un regolatore DC/DC POL (Point of Load) solo in base alla sua efficienza di conversione come prevedere la velocit di un veicolo in base al suo motore. Un motore Lamborghini a 12 cilindri che aziona un camion potr anche dare lidea di velocit, ma le leggi dellaerodinamica escludono qualsiasi possibilit che tale camion possa partecipare a una gara di Formula 1.

Afshin Odabaee

Product Marketing Manager Power Module Products


digitali dipendono molto dalle prestazioni dei convertitori DC/ DC utilizzati come potenza DC distribuita per FPGA, ASIC, transceiver e moduli di memoria, oltre che per amplificatori RF e sensori. A parte le prestazioni elettriche, come la precisione di regolazione o la risposta ai transienti, la resa termica diventata un fattore molto importante per la scelta di un regolatore DC/DC.

Alan Chern

Allo stesso modo un regolatore step-down dC/dC con un rendimento del 90% e una dissipazione di potenza di 3,5W, alloggiato allinterno di un bel package con unimpedenza termica di 22C/W j-a, crea problemi di gestione termica tali da renderlo poco pratico e spesso troppo costoso da usare. Un valore di 3,5W x 22C/W a una temperatura ambiente di 40C comporta una temperatura di giunzione di circa 117C. Naturalmente, esistono diversi metodi per eliminare il calore dal package, ad esempio inserendo un ventilatore, aumentando la zona di rame del circuito stampato e aggiungendo un dissipatore di calore. Queste soluzioni rendono il progetto pi complesso, aumentano i costi e richiedono uno spazio maggiore per la dissipazione del calore.

Figura 1 - Quattro regolatori Module DC/DC condividono la corrente per regolare 1,5V a 48A con un profilo di soli 2,8mm e un ingombro di 15mm x 15mm per ogni dispositivo. Ogni regolatore Module pesa solo 1,7g e ha un formato da circuito integrato facilmente utilizzabile con qualsiasi sistema pick-andplace durante il montaggio della scheda

Assistant Applications Engineer Power Module Products

La resa termica diventata un fattore molto importante per la scelta di un regolatore DC/DC
SOlUzIONE A 72W
Questa soluzione a 72W (ottenuta mediante collegamento in parallelo di quattro regolatori Module DC/ DC ) si basa sulla precisa condivisione della corrente di quattro regolatori Module e valori di bassa impedenza termica per prevenire fenomeni di hot spot, con dissipazione uniforme del calore su una superficie compatta. Ogni regolatore Module DC/DC un alimentatore completo dotato di induttore, MOSFET e un controller DC/DC alloggiato in un package

con formato da circuito integrato. Ogni dispositivo fornisce 12A (o di pi, se collegato in parallelo) da un ampio range compreso tra 4,5V e 20V, il che lo rende una soluzione versatile e scalabile. La progettazione di sistemi paralleli comporta qualcosa di pi di un semplice copia e incolla del layout di ciascun dispositivo. Sulla scheda occupa uno spazio di soli 15mm x 15mm ed ha un profilo (altezza) di appena 2,8mm. Oltre a garantire una buona efficienza, il package ha unimpedenza termica di soli 15C/W j-a. Questo basso profilo consente allaria di passare liberamente in tutto il circuito, con conseguente eliminazione del calore (Figure 2-5). Questa soluzione impedisce lo shadowing termico sui componenti circostanti e garantisce una resa termica ottimale dellintero sistema.

GESTIONE dEllAlIMENTAzIONE
Si accentuata la battaglia per controllare la dissipazione di calore e distribuire lenergia in modo pi efficiente. Il funzionamento ottimale e laffidabilit delle apparecchiature e delle infrastrutture

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 93

TECNOLOGIE & APPLICAZIONI Cover Story

Immagini termiche del circuito


Figura 2 Figura 3

Figura 2 - Il grafico termico del circuito da 48A, 1,5V della figura 1 mostra una condivisione equilibrata della corrente tra i regolatori Module DC/DC e un aumento della temperatura contenuto anche senza flusso daria (VIN= da 20V a 1,5VOUT a 40A) Figura 3 - Grafico termico di quattro LTM4601 paralleli con flusso daria dal basso verso lalto a 200LFM (da 20VIN a 1,5VOUT a 40A)

CONClUSIONI
Se lefficienza di un regolatore DC/ DC notevole o accettabile, si deve studiare limpedenza termica del package. Un valore della conversione ad alto rendimento pu essere fuorviante quando la gestione termica un problema. Una buona idea calcolare la dissipazione di calore per determinare la temperatura approssimativa della giunzione. I valori da esaminare sono i dati termici, tra cui le immagini termiche e le curve di riduzione. Un regolatore DC/DC di qualit, soprattutto di forma modulare, dovrebbe essere una soluzione convincente per le sue prestazioni con dati e immagini.

RESA TERMICA
Le Figure 2, 3, 4 e 5 mostrano le immagini termiche della scheda della Figura 1, con valori della temperatura in punti specifici e la direzione e la velocit del flusso daria. I cursori da 1 a 4 indicano una stima della temperatura superficiale di ogni modulo. I cursori da 5 a 7 indicano la temperatura superficiale del circuito stampato. Notare la differenza di temperatura tra i due regolatori interni, cursori 1 e 2, e quelli esterni, cursori 3 e 4. I regolatori Module posizionati allesterno hanno due ampie superfici a sinistra e a destra che favoriscono la dissipazione del calore e la riduzione di qualche grado della temperatura delle parti. I due dispositivi interni dispongono solo di piccole superfici superiori e inferiori per eliminare il calore, quindi si scaldano un po di pi rispetto a quelli esterni. Il flusso daria ha un notevole effetto sullequilibrio termico del sistema. Notare la differenza di temperatura tra la Figura 2 e la Figura 3. Nella Figura 3 un flusso daria a 200LFM scorre uniformemente dal basso verso lalto della scheda

demo, causando una diminuzione di 20C sulla scheda rispetto allesempio senza flusso daria della Figura 2. La direzione del flusso daria altrettanto importante. Nella Figura 4 laria scorre da destra a sinistra, spingendo il calore da un regolatore Module a quello successivo, creando un effetto di sovrapposizione. Il dispositivo Module a destra, pi vicino alla sorgente daria, il pi freddo. Il regolatore Module allestrema sinistra ha una temperatura leggermente pi alta a causa delleccesso di calore proveniente dagli altri regolatori Module LTM4601. La Figura 5 mostra un caso estremo di sovrapposizione di calore da un dispositivo Module allaltro. Ognuno dei quattro regolatori Module dotato di un dissipatore di calore BGA e tutta la scheda viene utilizzata in una camera con una temperatura ambiente di 75C.

Immagini termiche del circuito


Figura 4

Figura 5 Figura 4 - Grafico termico di quattro LTM4601 paralleli con flusso daria da destra a sinistra a 400LFM con temperatura ambiente della camera di 50C (da 12VIN a 1,0VOUT a 40A) Figura 5 - Grafico termico di quattro LTM4601 paralleli con dissipatori di calore BGA e flusso daria da destra a sinistra a 400LFM e temperatura ambiente della camera di 75C (da 12VIN a 1.0VOUT a 40A)

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 95

TECNOLOGIE & APPLICAZIONI Power

Comportamento migliore in commutazione


IGBT veloci creano nuove sfide per gli application engineer

emiconduttori di potenza a commutazione veloce sono necessari per ridurre le perdite dinamiche. Un tipico sistema consiste di dozzine di semiconduttori connessi in parallelo che commutano diverse migliaia di ampre per tensioni del DC link dellordine dei kilovolt. Le risultanti perdite di potenza sono particolarmente challenging per gli application engineer, che cercano di mantenere i tempi di commutazione pi corti possibili. Ma ci pi facile a dirsi che a farsi Gli application engineer richiedono allo stesso tempo velocit di commutazione pi elevate e minori perdite dinamiche. Ci assumendo che, con buona approssimazione, necessaria una minima frequenza PWM per ottenere un segnale di uscita sinusoidale. Velocit superiori riducono le armoniche che causano le perdite e lo stress meccanico negli azionamenti. La generazione pi recente di IGBT a commutazione veloce apre ogni sorta di possibilit. Daltro canto, per, arreca problemi che hanno un impatto particolarmente forte sullampiezza dei picchi della tensione di spegnimento.

UN CONTROllO EFFICIENTE dEllO SpEGNIMENTO


La richiesta chiara: turn-off veloce dei semiconduttori di potenza. Questo requisito non privo problemi: al di l delle maggiori interferenze EMC, vengono prodotti pericolosi picchi di tensione nel semiconduttore durante lo spegnimento. Se viene superata la massima blocking voltage permessa, il semiconduttore pu essere distrutto, risultando in genere in un cortocircuito. La Figura 1 mostra un mezzo ponte con uninduttanza di cortocircuito LB tra la tensione del DC link e il centro AC. In questo esempio, accendendo il transistore T2, si causa un incremento continuo (maglia I) della corrente iZK (uCE trascurabile):

Circuito del DC link e mezzo ponte con induttanza di cortocircuito LB (semplificato) Figura 1

Stefan Schuler, Development Engineer Semikron

Durante lo spegnimento (maglia II), iZK deve andare a zero entro il tempo di turn-off degli IGBT. Il campo magnetico accumulato in LZK cerca di mantenere la corrente iZK, ma ci possibile solo se questa corrente mantenuta elevata dal condensatore di snubber CZK.
Figura 2

Dal momento che questa combinazione crea un circuito di tipo risonante [3], viene generata una forma donda sinusoidale decrescente in sovrapposizione, in corrispondenza della frequenza di risonanza di LZK, CZK ed RZK: Lenergia magnetica immagazzinata nellinduttore LZK carica lo snubber alla tensione

Tensione uCE e corrente iC per T2

UZK+ per t=/2. Allo stesso tempo, la corrente originaria, attraverso linduttanza di cortocircuito LB,viene commutata dal diodo D1. Inoltre, a causa delle generazione di questa corrente e del forward recovery del diodo (Figura 3), si genera una componente aggiuntiva di tensione. Si devono osservare anche le componenti della corrente che rappresentano una maglia aperta dopo loperazione di commutazione. A causa del di/dt, le induttanze parassite, accumulate in LModule, assicurano che il picco di tensione sia elevato e anche sovrapposto.

CURVA dI TENSIONE UCE

La curva di tensione uCE al transistore T2 durante lo spegnimento (Figura 2) comprende tre parti:

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 97

TECNOLOGIE & APPLICAZIONI Power

1. La tensione costante UZK del DC link. 2. La curva di tensione uModule durante lo spegnimento, dato un elevato di/dt a livello di LModule e un elevato di/dt del diodo di freewheeling D1. 3. Loscillazione tra lo snubber e linduttanza del DC link, causata dalla loro risonanza e dallenergia immagazzinata in LZK (linduttanza parassita LSn dello snubber e le sue guide causano unampiezza della forma donda sinusoidale leggermente superiore per t=/2, in quanto ancora scarico durante lo spegnimento). Il diverso contributo dovrebbe essere definito in base alla curva reale di uCE. A questo punto, quando inizia il processo di spegnimento, il contributo di uZK zero, in quanto lo snubber ancora caricato al livello della tensione del DC link ed il trasferimento di energia dellinduttanza parassita LZK appena iniziato. La tensione generata dallinduttanza parassita del modulo, cos come il forward recovery time del diodo sono funzione del di/dt ed accoppiati al comportamento in spegnimento di T2. Il solo parametro del di/ dt che pu essere influenzato il tempo di commutazione, dal momento che la corrente definita come un valore dipendente dal carico. Non appena il processo di spegnimento completato, questa componente della tensione scompare. Si pu ancora osservare solo il transitorio di swing-out del circuito del DC link.

INFlUENzA dEl CIRCUITO dI dC lINK


Allo scopo di minimizzare il picco di tensione causato dallinduttanza parassita del DC link, viene montato direttamente sul modulo un condensatore di snubber [4]. La curva di tensione durante lo spegnimento pu essere modellizzata utilizzando una forma donda sinusoidale con decadimento esponenziale:

sere quindi minimizzate per mezzo di un design specifico. Inoltre, la tensione di picco di spegnimento pu essere influenzata solo con unappropriata modulazione del tempo di commutazione, in quanto questo valore dipende dal di/dt:

Lampiezza dellinviluppo funzione della corrente fornita dal circuito del DC link poco prima lo spegnimento di T2, e della componente costante della tensione del DC link. Lenergia magnetica immagazzinata nellinduttanza parassita del DC link LZK allinizio oscilla periodicamente verso lo snubber CZK ( la capacit effettiva dei condensatori del DC link grande abbastanza confrontata con CZK ed quindi trascurabile) con intensit decrescente (a causa delle perdite in RZK). Per t=/2, quando lenergia totale WL di LZK presente in CZK, lampiezza di pu essere determinata come segue (dove WC rappresenta lenergia immagazzinata in CZK):

La formula precedente contiene la tensione del diodo uD1 come componente aggiuntiva. Questa tensione, che anche indicata come tensione di forward recovery time [1], si verifica se viene iniettata nel diodo una corrente elevata con un elevato di/dt durante il funzionamento in diretta, poich il caso di corrente di freewheeling di un carico induttivo. La Figura 3 mostra la curva di tensione di un diodo di potenza (per diversi valori della corrente iniettata) che raggiunge il valore massimo dopo circa 10..20ns e poi scende al valore normale della tensione in diretta. Il valore massimo di tensione pu raggiungere diverse centinaia di volt.

dEFINIRE I pARAMETRI USANdO UNA SEMplICE CURVA


La curva in Figura 2 mostra come definire i valori caratteristici chiave. La semplice curva si riferisce a un piccolo set-up sperimentale con un circuito del DC link da 200V, uno snubber da 0.68F e uninduttanza di cortocircuito da 350H.

Forward recovery time di un diodo di potenza per diversi valori di di/dt Figura 3

ANAlISI dEl CONTRIBUTO dEl dC lINK


La Figura 4 mostra unampiezza leggermente superiore della forma donda sinusoidale per t=/2, a causa dellinfluenza di LSn (trascurata nelle formule).

Per definire le costanti di tempo per la specifica tensione del DC link, vengono presi in considerazione due punti di misura significativi della curva:

INFlUENzA dEl MOdUlO


Nel modulo di potenza stesso le condizioni sono differenti. A questo punto, per ragioni di spazio e sicurezza operativa (temperature elevate), non pu essere montato nessuno snubber. Le induttanze parassite inerenti al modulo, i.e. busbar, al layout DBC e ai fili di bonding, devono esLinduttanza parassita del DC link pu essere calcolata per una data frequenza (fR=763.5 kHz) utilizzando la condizione di risonanza per un circuito risonante serie (RZK, LZK e lo snubber CZK formano una maglia):

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 98

TECNOLOGIE & APPLICAZIONI Power

Curve calcolate per uZK e uModul, basate su uCE e iC

Figura 4

come risultato del contributo induttivo, e linduttanza del modulo di test stesso scende a 49.8nH (valore calcolato). La sovrapposizione di entrambe le curve (Figura 4) risulta nella curva uce calcolata inizialmente, che applicabile per t=0. A questo punto si pu determinare facilmente ad esempio la caratteristica per uno snubber alternativo.

COMpORTAMENTO CRITICO
Insieme con lo snubber, il circuito del DC link si comporta come un circuito risonante con frequenza di risonanza fRes,ZK. Per questo motivo, si possono verificare degli stati critici. Ci potrebbe accadere se la frequenza di commutazione fosse un fattore pari di f0. In questo caso, se la qualit del circuito risonante abbastanza buona, lenergia iniettata nello snubber durante la successiva operazione di commutazione in fase. Questo pu portare a una sovratensione critica dopo solo pochi impulsi di clock. Data la scarsa qualit del modulo di test mostrato, ci si pu aspettare questo effetto per frequenze di commutazione dai 30 kHz in su. Inoltre, una cattiva interconnessione dei vari circuiti del DC link e/o dei moduli pu anche portare a eccitazioni indesiderate, che dovrebbero essere verificate nei casi specifici.

ANAlISI dEl CONTRIBUTO dEl MOdUlO


La resistenza di perdita magnetica calcolata come segue: Il contributo alla sovratensione dovuto al modulo pu essere analizzato in due step: prima attraverso una differenziazione della curva della corrente di collettore ic, (con i.e. xmgrace). Lo scaling quindi realizzato per far rientrare la nuova curva allinterno del primo picco di tensione uce. Il fattore di scaling (negativo) trovato non corrisponde allinduttanza parassita del modulo, in quanto linfluenza del diodo deve ancora essere considerata. Questo il motivo per cui viene introdotta linduttanza fittizia del modulo LModule,fict:

La qualit del circuito risonante serie quindi:

Un modo pi elegante e preciso di definire , , UZK e lampiezza quello di usare un processing numerico dei dati e il tool di visualizzazione xmgrace [2]. A questo punto, la seguente formula inviluppata in unarea tra la tensione di picco e quella dopo diverse oscillazioni: y = a0 + a1 * sin(a2*g0.s1.x-a3) * exp((g0.s1.x-a3)/a4). I risultati dei parametri dopo 20 iterazioni per questa forma non lineare sono mostrati nella Tabella 1. Si pu osservare la curva risultante in Figura 4.

CONClUSIONE
Infatti, la curva di tensione uModule dipende non solo dal comportamento in commutazione del semiconduttore e dallinduttanza parassita del modulo, ma anche dal forward recovery del diodo. Per questo motivo, LModule,fict deve essere corretta sulla base di questultima componente. Il massimo contributo del forward recovery sulla tensione totale dovrebbe essere stimato utilizzando come riferimento il valore di di/dt pi elevato (Figura 3): sotto 10kA/s, la tensione di Ufr,max del modulo di potenza standard utilizzato pu essere approssimata piuttosto accuratamente utilizzando la seguente equazione: Lanalisi della misura di uce e iC durante lo spegnimento illustra linterazione tra linduttanza parassita del DC link e quella del modulo. Ci semplifica lanalisi dei punti deboli di una data applicazione e sfrutta il potenziale di ottimizzazione delle simulazioni. Inoltre si pu osservare che una semplice modifica della velocit di spegnimento riduce i picchi di sovratensione generati dal modulo. Le sovratensioni nel circuito del DC link sono in primo luogo funzione del livello di corrente e possono essere ridotte solo in modo limitato diminuendo il di/dt. La descrizione formale del processo di spegnimento rivela sia possibilit che restrizioni nel momento in cui si sceglie la giusta velocit di commutazione, lo snubber ed il design del modulo. Una combinazione di misure bilanciata un buon modo per ottimizzare i costi e migliorare laffidabilit direttamente al PC, senza la necessit di test complessi.

RIFERIMENTI: [1] Josef Lutz: HalbleiterLeistungsbauelemente, Springer-Verlag 2006 [2] Weizmann Institute of Science: grace/xmgrace [3] Steinbuch, Rupprecht: Nachrichtentechnik, Bd1: Schaltungstechnik, Springer-Verlag 1982 [4] Application Note AN7006: IGBT Peak Voltage Measurement and Snubber Capacitors Specification

Risultati dei parametri (dopo 20 iterazioni)


a0 a1 a2 a3 a4

Tabella 1

UZK Amplitude Resonance R Time offset Time constant

208.3 V 44.4 V 4.797 e 6 Hz 362.4 e-6 s 3.64 e-6 s

Per di/dt=1.3kA/s in questo esempio, tale valore ammonta a circa 20.5 Volt. Quindi, la sovratensione scende a circa 70 Volt

A&V ELETTRONICA Anno XXIII - 07/2011 99