Sei sulla pagina 1di 2

Avrai sempre quelle sole ricchezze che avrai donate. Marziale Lopera umana pi bella di essere utile al prossimo.

. Sofocle Vivere per gli altri non soltanto la legge del dovere, anche la legge della felicit. A. Comte Ogni terra non produce ogni frutto. Virgilio I vecchi sono bambini per la seconda volta. Aristofane Lamicizia fra un uomo e una donna sempre un poco erotica, anche se inconsciamente. J. L. Borges Non per la scuola, ma per la vita simpara. Seneca Nulla pu far danno a un uomo buono, n in vita n dopo la morte. Socrate Le donne non hanno mai niente da dire. Ma lo sanno dire cos bene. O. Wilde Non bisogna giudicare il buon Dio da questo mondo perch uno schizzo che gli venuto male. V. Van Gogh Quale il primo dovere delluomo? La risposta breve: essere se stesso. Ibsen

Foglio informativo parrocchiale ad uscita settimanale. Ciclostilato in proprio ad uso interno.

www.parrocchie.it/brenta/ Parrocchia SS.Vito e Modesto BRENTA

VANGELO (Matteo 22,1-14) UN RE FECE UN BANCHETTO DI NOZZE In quel tempo, Ges, riprese a parlare con parabole [ai capi dei sacerdoti e ai farisei] e disse: Il regno dei cieli simile a un re, che fece una festa di nozze per suo figlio. Egli mand i suoi servi a chiamare gli invitati alle nozze, ma questi non volevano venire. Mand di nuovo altri servi con quest'ordine: Dite agli invitati: "Ecco, ho preparato il mio pranzo; i miei buoi e gli animali ingrassati sono gi uccisi e tutto pronto; venite alle nozze!". Ma quelli non se ne curarono e andarono chi al proprio campo, chi ai propri affari; altri poi presero i suoi servi, li insultarono e li uccisero. Allora il re si indign: mand le sue truppe, fece uccidere quegli assassini e diede alle fiamme la loro citt. Poi disse ai suoi servi: "La festa di nozze pronta, ma gli invitati non erano degni; andate ora ai crocicchi delle strade e tutti quelli che troverete, chiamateli alle nozze". Usciti per le strade, quei servi radunarono tutti quelli che trovarono, cattivi e buoni, e la sala delle nozze si riemp di commensali. Il re entr per vedere i commensali e l scorse un uomo che non indossava l'abito nuziale. Gli

disse:"Amico, come mai sei entrato qui senza l'abito nuziale?". Quello ammutol. Allora il re ordin ai servi: "Legatelo mani e piedi e gettatelo fuori nelle tenebre; l sar pianto e stridore di denti". Perch molti sono chiamati, ma pochi eletti. La parola nozze frequente nella Bibbia: vuole significare l'alleanza, il patto di amore tra Dio e il suo popolo (Is 62,4-5 e Os 2). Un re (= il Padre Celeste) indice una festa nuziale per suo figlio (il suo unico figlio, che Ges). La parabola la storia delle chiamate di Dio (un re) alla salvezza (banchetto) e del rifiuto insolente da parte dei responsabili (principi dei sacerdoti e anziani del popolo), con la scusa dei propri beni (campi) e delle proprie attivit (affari); maltrattamenti e assassinio dei servi (i profeti; il Cristo, Servo sofferente; gli apostoli); distruzione dei colpevoli e della loro citt (Gerusalemme); estensione dell'invito agli altri (i pagani). Decisamente, Dio sogna una festa cosmica e un banchetto sontuoso per tutta l'umanit. I servi inviati nelle strade del mondo sono i discepoli di Ges, tutti i battezzati, a cui Ges dice: Andate in tutto il mondo, evangelizzate tutte le nazioni (Mt 28.19). La Chiesa il luogo in cui si fa il banchetto nuziale; tutti i cristiani hanno quindi una

Pag. - 4 -

Pag. - 1 -

vocazione missionaria. Messaggeri di un invito al banchetto di gioia e di nozze, messaggeri di un Lieto Annunzio (= Vangelo), noi dobbiamo personalmente essere invasi dalla gioia e raccogliere mediante la Parola di Ges ogni creatura, buoni e cattivi. L'abito nuziale. Il vestito da nozze un abito di lino, di un biancore abbagliante; il lino sono le buone opere dei cristiani (Ap 19.7-8). Ognuno deve indossarlo (ecco la risposta personale della fede e della carit). AI giudizio finale non ci saranno scuse (ammutol). L'inferno, a cui ci si autocondanna, descritto come frustrazione (mani e piedi legati), tenebre,

pianto (pena del danno, cio lontananza da Dio), stridore di denti (pena del senso, fuoco eterno). Tutti (= i molti) sono chiamati da Dio; ogni singolo (= i pochi) viene eletto, cio salvato, in base alla sua risposta. Diceva Ges a un'anima: Non mi potete dare gioia Pi grande di quella di salvare la vostra anima: di lasciarmela salvare. Non mi potete dare dolore Pi grande di quello di voler perdere la vostra anima, respingendo il mio dono di salvezza.

PARROCCHIA DEI SANTI VITO E MODESTO - BRENTA


e Parrocchia dei Santi Giovanni Battista e Maurizio - Caravate

calendario dal 10 al 16 ottobre 2011

LUN 10 Brenta

memoria BEATA VERGINE MARIA MADRE DI MISE RICORDIA DI GALLIVAGGIO (Diocesi di Como)
Parrocchia ore 18.00 S. Messa def.ti MASCIONI EMILIO e ROSA

MAR 11 Caravate

S. Agostino ore 9.00 S. Messa def.ti Fam. FABRIS e COLOMBI

AVVISI
Catechisti Mercoled 12 OTTOBRE in Oratorio alle ore 20.45 incontro dei Catechisti. Pellegrinaggio Sabato 15 ottobre, insieme alla Parrocchia di Caravate, si terr il pellegrinaggio al Santuario della Madonna di Tirano. La partenza fissata per le ore 6.15. Il ritrovo nel piazzale della Scuola Primaria. Si raccomanda la puntualit.

MER 12 Brenta Brenta

Parrocchia ore 18.00 S. Messa def.to BELLOTTI ANTONIO Oratorio ore 20.45 Incontro dei Catechisti

GIO 13 Caravate Caravate

S. Agostino ore 9.00 S. Messa Oratorio ore 20.45 Incontro dei Catechisti

SAB 15 Brenta
Caravate

Parrocchia ore 18.00 S. Messa def.ti BARISI TERESA e GUERINO Parrocchia ore 18.00 S. Messa def.ti SFONDRINI TERESA e LUIGI

DOMENICA 16 OTTOBRE: XXIX TEMPO ORDINARIO (anno A)


Caravate

Brenta

Il Gruppo Missionario organizza per domenica 16 ottobre un banco vendita di dolci allingresso della chiesa nellorario delle S. Messe.
Pag. - 2 -

Caravate

Brenta

S. Agostino Parrocchia Parrocchia S. Quirico

ore 8.00 ore 10.00 ore 11.15 ore 18.00

S. Messa S. Messa S. Messa def.to ZOPPI IVO S. Messa def.ta MARCONCINI ROSA

Pag. - 3 -