Sei sulla pagina 1di 6

Decreto Presidente della Repubblica 26/10/1972, n. 642 All. 1.

ALLEGATO A TARIFFA (PARTE 1) (1) ATTI, DOCUMENTI E REGISTRI SOGGETTI ALL'IMPOSTA FIN DALL'ORIGINE.
(1) Tariffa cos sostituita dal d.m. 20 agosto 1992. L'originaria imposta fissa di bollo, in qualsiasi modo dovuta, stabilita in lire 15.000, stata elevata a lire 20.000 (art. 2, comma 150, l. 23 dicembre 1996, n. 662). Successivamente l'articolo 1 bis del D.L. 12 luglio 2004, n. 168 ha disposto la conversione dell'importo di lire 20.000 in Euro 11,00. Per una successiva modifica vedi l'allegato al D.L. 31 gennaio 2005, n. 7 .

--------------------------------------------------------------------Arti-| Indicazione |Imposte dovute| | colo | degli atti | (euro) | Modo di | della| soggetti +--------------+ pagamento | NOTE ta- | ad imposta |Fisse |Propor-| | riffa| | |zionali| | -----+------------------+------+-------+--------------+-------------omissis omissis omissis omissis omissis 13 | 1. Fatture, no- | |te, conti e simili| |documenti, recanti| |addebitamenti o | |accreditamenti, | |anche non sotto- | |scritti, ma spedi-| |ti o consegnati | |pure tramite ter- | |zi; ricevute e | |quietanze rila| |sciate dal credi- | |tore, o da altri | |per suo conto, a | |liberazione totale| |o parziale di una | |obbligazione pecu-| |niaria: per ogni | |esemplare ....... | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | 1,81| | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | 1. Marche o | 1. Per le |bollo a pun- |ricevute e |zone. |quietanze, | |contenute in | 2. Per le |un unico atto |quietanze re- |e relative a |lative ai man-|pi perci|dati, ordina- |pienti, l'im|tivi, vaglia |posta si ap|del tesoro ed |plica per |altri titoli |ciascun per|di spesa dello|cipiente. |Stato, l'impo-| |sta riscossa| 2. L'imposta |in modo vir- |non dovuta: |tuale al mo- | |mento della | a) quando |emissione de- |la somma non |gli stessi. |supera |Per le |euro 77,47, a |quietanze ri- |meno che si |lasciate dalle|tratti di ri|conservatorie |cevute o quie|dei registri |tanze rila|immobiliari, |sciate a saldo |dagli uffici |per somma in|tecnici era- |feriore al de|riali, dagli |bito origina|uffici del re-|rio, senza |gistro, del- |l'indicazione |l'imposta sul |di questo o |valore aggiun-|delle prece|to o doganali,|denti quietan|l'imposta |ze, ovvero ri|riscossa dagli|lasciare per |uffici stes- |somma indeter|si (20). |minata; | | | | b) per la | |quietanza o | |ricevuta appo| |sta sui docu| |menti gi as-

| | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | 2. Estratti di | | |conti, nonch let-| | |tere ed altri do- | | |cumenti di addebi-| | |tamento o di ac- | | |creditamento di | | |somme, portanti o | | |meno la causale | | |dell'accreditamen-| | |to o dell'addebi- | | |tamento e relativi| | |benestari quando | | |la somma supera | | |euro 77,47: per | | |ogni esemplare .. | 1,81| | | | | 2-bis. Estratti | | |conto in| | |viati dalle banche| | |ai clienti ai sen-| | |si dell'art. 119 | | |del d.lg. 1 set- | | |tembre 1993, n. | | |385, nonch es| | |tratti di conto | | |corrente postale: | | |per ogni esempla- | | |re................| | | | | | | | | | | | | | | a) con perio- | | |dicit annuale....| 22.80| | | (4) |

| |soggettati al| |l'imposta di | |bollo o esen| |ti; | | | | c) per le | |quietanze ap| |poste sulle | |bollette di | |vendita dei | |tabacchi, | |fiammiferi, | |valori bolla| |ti, valori po| |stali e dei | |biglietti del| |le lotterie | |nazionali. | | | | 3. Sono | |esenti dal| |l'imposta le | |ricevute rela| |tive al paga| |mento di spese | |di condominio | |negli edifici. | | | 1. Marche o | 1. I docu|bollo a punzo-|menti di cui |ne. |al punto 2 re| |lativi a rap| |porti tra enti | |ed imprese ed | |i propri di| |pendenti o au| |siliari ed in| |termediari di | |commercio o | |spedizionieri | |non sono sog| |getti all'im| |posta. | | | | 1. Se il | |cliente sog| |getto diverso | |dalla persona | |fisica, l'im| |posta mag| |giorata, in | |funzione della | |periodicit | |dell'estratto | |conto, rispet| |tivamente, di | |euro 26,40, | |euro 13,20, | |euro 6,60 e | |euro 2,20. La | |maggiorazione | | |d'imposta non | |si applica

| b) con perio- | | |dicit semestrale.| 11.40| | | (4) | | c) con perio- | | |dicit trimestrale| 5.70| | | (4) | | d) con perio- | | |dicit mensile | 1.90| | (21) (22). | (4) | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | |

| | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | |

|agli estratti |conto inviati |alle societ |fiduciarie nel |caso in cui il |fiduciante sia |una persona |fisica (23). | | 2. L'imposta | sostitutiva |di quella do|vuta per tutti |gli atti e do|cumenti forma|ti o emessi |ovvero ricevu|ti dalle ban|che, relativi |a operazioni e |rapporti rego|lati mediante |conto corren|te, ovvero re|lativi al de|posito di ti|toli, indicati |nell'art. 2, |nota 2-bis, e |negli artt. 9, |comma 1, lett. |a), 13, commi |1, 2 e 14. |L'estratto |conto, compre|sa la comuni|cazione rela|tiva ai depo|siti di tito|li, si consi|dera in ogni |caso inviato |almeno una |volta nel cor|so dell'anno. |Non sono sog|getti all'im|posta gli e|stratti dei |conti cor|renti posta|li che pre|sentino un |saldo nega|tivo per tre |mesi consecu|tivi a seguito |dell'applica|zione della |predetta impo|sta e che sia|no chiusi |d'ufficio.

| | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | 2 ter

| | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | |

| | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | |

| | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | |

|Non sono al|tres soggette |all'imposta le |comunicazioni |relative ai |depositi di |titoli emessi |con modalit |diverse da |quelle carto|lari e comun|que oggetto di |successiva de|materializza|zione, il cui |complessivo |valore nomina|le o di rim|borso possedu|to presso |ciascuna banca |sia pari o in|feriore a mil|le euro (19) |(23). |

Le comunicazioni relative ai depositi di titoli inviati dagli intermediari finanziari ai sensi dell'articolo 119 del decreto legislativo 1o settembre 1993, n. 385: 1) per ogni esemplare relativamente ai depositi di titoli il cui complessivo valore nominale o di rimborso presso ciascun intermediario finanziario sia inferiore a 50.000 euro a) con periodicit annuale euro 34,20 b) con periodicit semestrale euro 17,1 c) con periodicit trimestrale euro 8,55 d) con periodicit mensile euro 2,85 2) dal 2011, per ogni esemplare relativamente ai depositi di titoli il cui complessivo valore nominale o di rimborso presso ciascun intermediario finanziario sia pari o superiore a 50.000 euro ed inferiore a 150.000 euro: a) con periodicit annuale euro 70,00 b) con periodicit semestrale euro 35,00 c) con periodicit trimestrale euro 17,5 d) con periodicit mensile euro 5,83 3) dal 2011, per ogni esemplare relativamente

ai depositi di titoli il cui complessivo valore nominale o di rimborso presso ciascun intermediario finanziario sia pari o superiore a 150.000 euro ed inferiore a 500.000 euro: a) con periodicit annuale euro 240,00 b) con periodicit semestrale euro 120,00 c) con periodicit trimestrale euro 60,00 d) con periodicit mensile euro 20,00 4) dal 2011, per ogni esemplare relativamente ai depositi di titoli il cui complessivo valore nominale o di rimborso presso ciascun intermediario finanziario sia pari o superiore a 500.000 euro: a) con periodicit annuale euro 680,00 b) con periodicit semestrale euro 340,00 c) con periodicit trimestrale euro 170,00 d) con periodicit mensile euro 56,67 5) dal 2013, per ogni esemplare relativamente ai depositi di titoli il cui complessivo valore nominale o di rimborso presso ciascun intermediario finanziario sia pari o superiore a 50.000 euro ed inferiore a 150.000 euro: a) con periodicit annuale euro 230,00 b) con periodicit semestrale euro 115,00 c) con periodicit trimestrale euro 57,50 d) con periodicit mensile euro 19,17 6) dal 2013, per ogni esemplare relativamente ai depositi di titoli il cui complessivo valore nominale o di rimborso presso ciascun intermediario finanziario sia pari o superiore a 150.000 euro ed inferiore a 500.000 euro: a) con periodicit annuale euro 780,00 b) con periodicit semestrale euro 390,00 c) con periodicit trimestrale euro 195,00 d) con periodicit mensile euro 65,00 7) dal 2013, per ogni esemplare relativamente ai depositi di titoli il cui complessivo valore nominale o di rimborso presso ciascun intermediario finanziario sia pari o superiore a 500.000 euro: a) con periodicit annuale euro 1.100,00 b) con periodicit semestrale euro 550,00 c) con periodicit trimestrale euro 275,00 d) con periodicit mensile euro 91,67.

omissis

omissis

omissis

omissis

omissis

(4) Con Decreto Legge 31 gennaio 2005, n.7, convertito con modificazioni dalla legge 31/3/2005 n 43, sono entrati in vigore, con decorrenza 1 febbraio 2005, i seguenti nuovi importi delle imposte di bollo su conti correnti e depositi titoli. Tariffa sino al 31/01/2005 -> Tariffa dall01/02/2005 Titolari persone fisiche - Annuale: 25,56 -> 34,20 - Semestrale: 12,78 -> 17,10 - Trimestrale: 6,39 -> 8,55 - Mensile: 2,13 -> 2,85 Titolari persone giuridiche - Annuale: 55,77 -> 73,80 - Semestrale: 27,89 -> 36,90 - Trimestrale: 13,95 -> 18,45 - Mensile: 4,65 -> 6,15