Sei sulla pagina 1di 8

Matteo Nobile

20111008

Loro s che... Sembra facile... si compra, si vende. Poi loro (banche, hedge funds, brokers, traders, ...) sanno gi tutto, solo che non lo vogliono dire ai clienti e tengono il guadagno solo per loro. Deve essere per quello che uno dei big dei fondi hedge, John Paulson, uno di quelli che fino a poco fa sembrava il vero squalo della finanza, che avrebbe fatto le scarpe ai vari Soros e compagni, a fine settembre stava perdendo qualcosa come il 32.5%. Prima la storia su Sino-Forest, poi i posizionamenti su Citigroup e Bank of America e un posizionamento generale legato ad una ripresa economica hanno portato al risultato piuttosto deludente. Meglio allora affidarsi ai modelli e a strategie diversificate forse Ecco quindi l'andamento del Raiffeisen Capital 336 GTA costruito con una serie di tecniche e di modelli veramente molto ben studiati. N Raiffeisen Capital (Vienna) n John Paulson sono degli sprovveduti, anzi. Nessuno dei due fondi ha investito un solo centesimo senza essere convinto di quello che stava facendo. Tutte le posizioni prese corrispondevano a ricerche, analisi, valutazioni specifiche, razionali, matematiche, ... Potrei andare avanti con esempi di vario genere. Alcuni positivi, altri negativi. Ma l'obiettivo non dare una panoramica di strumenti andati bene o male. Semplicemente mostrare quanto risulta difficile, ai limiti dell'impossibile, riuscire a lavorare sui mercati in questo periodo, con questi ultimi costretti a reagire a questioni politiche, piuttosto che ad analisi economiche. possibile valutare se Wolfgang Schuble si inventer qualcosa di nuovo per cercare di salvare la CDU? Oppure se Silvio Berlusconi si occuper della questione economica invece delle altre magagne? Oppure ancora se Zapatero riuscir a convincere il suo popolo che deve iniziare a imparare il tedesco?

Matteo Nobile

20111008

Bond

Sembra che i bond, anche quelli governativi, dopo essere stati pi o meno rifugio nell'isteria delle ultime settimane, non abbiano pi molto da dare. Anche l'operation twist della FED, a questo punto, sembra fosse gi stata prezzata nella parte lunga della curva a partire da fine giugno.

Matteo Nobile

20111008

Bond Emerging

Allo stesso tempo, le obbligazioni dei paesi emergenti non riescono, al momento, a trovare il bandolo della matassa.. Bond High Yield

Cos come gli high yield... per il momento si vede un po' di resistenza proprio solo negli ultimi giorni... a mio parere questi restano il segnalatore che le cose si stiano mettendo un po' a posto (almeno per gli estremi di mercato).

Matteo Nobile

20111008

Equity

Per ora non sembra esserci molto pi che volatilit e un nuovo trading range. Certo sarebbe simpatico se dai livelli attuali si potesse salire un po' e usarli come nuovo supporto... dipender quindi dalle prossime 2-3 settimane, se si tratta di un consolidamento prima di continuare a scendere, oppure se abbiamo toccato il fondo e ora si pu ripartire.

Matteo Nobile

20111008

Equity Emerging

Nonostante la banca centrale di qualche paese emergente stia mettendo mano ai cordoni della brosa, per il momento gli investitori sembrano ancora piuttosto avversi alla situazione.

Matteo Nobile

20111008

Commodities

Chi si aspettava un subitaneo riscatto dell'oro rimasto un po' deluso, probabilmente. Dopo il drop siamo pi o meno rimasti in trading range anche con i metalli preziosi. Per le altre, il trend sembra voler continuare, al momento, ma forse meglio cos visti i rischi di inflazione.

Matteo Nobile

20111008

Forex

I bilanci della BNS si stanno gonfiando come non mai, ma la banca centrale sembra pi che risoluta a togliere il CHF dalla lista delle valute porto sicuro, legandola fondamentalmente all'EUR. Dall'altra parte, la crisi di fiducia generale ha riportato al dollaro lo stato di rifugio internazionale, almeno per gli investitori statunitensi.

Matteo Nobile

20111008

Considerazioni e portafogli La maggior parte degli scenari centrali prevedono un andamento economico in leggera, magari leggerissima crescita. Qualcuno si spinge a dire che all'interno delle macro zone come l'Europa ci saranno paesi che faranno bene come la Germania e altri che invece dovranno patire qualche trimestre di recessione (Spagna/Italia, e ovviamente Grecia, ...). Il problema per non lo scenario centrale. Ma la probabilit che si pu applicare a tale scenario. In effetti, gli stessi analisti, indicano anche che il rischio di un double-dip o comunque di una nuova recessione pi o meno globale, ha una probabilit che va da 30% al 40%. Pur dando ad uno scenario di crescita sostenuta solo un 10% di probabilit, significa che lo scenario centrale ha una probablit tra il 50% e il 60%... poco meglio del lancio di una moneta. La struttura di un portafoglio da debole crescita legato ai rendimenti corporate (gi fino alle BB), ad azioni con alto dividendo e soprattutto fuori dai titoli obbligazionari governativi (rischio reflazione e rialzo tassi) ben diverso da un portafoglio di double dip, dove invece si dovrebbe portare il peso verso i bond governativi molto solidi, metalli preziosi e cash. La scelta di molti gestori quindi quella di mettersi a benchmark o di scostarsi poco. Una scelta che rischia per di scontentare tutti (non guadagnare abbastanza in uno scenario e perdere troppo nell'altro). Io credo sia meglio allocare una buona parte del portafoglio all'absolute return e poi muoversi solo quando le cose saranno un po' pi chiare.