Sei sulla pagina 1di 1

Autore: Michele Arpaia

Argomento: Programmazione distribuita

Autore Mario Risso


Titolo Java 2 Programmazione Distribuita
Editore APOGEO
ISBN 88-7303-608-2
Lingua Italiana
Anno 1999
Prezzo 39500
Pagine 203
Allegati CD ROM

Recensione
E’ innegabile la necessità di applicazioni distribuite e il conseguente successo dovuto a tecnologie sempre
più developer-friendly. Di CORBA ormai ne parlano tutti così come l’equivalente RMI in Java. Questo libro si
sforza di chiarire quei concetti alla base di queste architetture senza perdersi in dettagli dipendenti dal
prodotto particolare. In particolare affronta le problematiche di analisi e progettazione di applicazioni
inerentemente distribuite mostrando come il paradigma Object Oriented ben si adatta (e si estende) a questo
nuovo modo di concepire le applicazioni. L’autore si appoggia alla piattaforma Java scrivendo un libro
funzionale, senza lasciare lo sviluppatore a bocca asciutta. Infatti tutti i sorgenti inclusi sono delle vere e
proprie applicazioni in miniature (alcune pure abbastanza complesse) facile da personalizzare.
I primi due capitoli sono dedicati proprio alla progettazione fornendo concetti applicabili a qualunque
tecnologia ad oggetti distribuiti. Sono affrontate argomenti come le architetture multi-tier, peer to peer,
l’importanza della programmazione ad interfacce quando si ha a che fare con siffatti sistemi. Inoltre introduce
alcuni pattern che in misura diversa intervengono sempre in un buon progetto distribuito, come ad esempio il
Factory Method o il Proxy.
Il terzo capitolo è tutto dedicato alla tecnologia RMI, partendo dalle basi fino ad affrontare argomenti
complessi quali la gestione del multithread o della garbage collection o ancora mostrando quali problemi
intervengono quando “c’è di mezzo” un firewall. Inoltre, sfruttando una feature introdotta dalla versione 2 di
Java, un paragrafo è dedicato all’attivazione di oggetti remoti on-demand.
Il capitolo quarto è molto denso e introduce l’architettura CORBA. Certo non ha pretese di completezza ma
copre certamente tutte le esigenze di chi mastica poco architetture di questo tipo. Anche qui vengono
affrontati gli stessi concetti avanzati affrontati nel capitolo terzo, offrendo le giuste considerazioni sui pro e
sui contro che CORBA offre.
Concludono quattro appendici di sicuro interesse, come la serializzazione o la presentazione di un esempio
utilizzando Visibroker.

Pro
I libro è scritto benissimo, ben schematizzato e gli esempi sempre opportuni al contesto in cui capitano.
Dopo averlo ben studiato (sorgenti inclusi) un potenziale lettore avrà sicuramente una conoscenza teorica e
pratica delle tecnologie ad oggetti distribuiti RMI e CORBA. Vista anche l’azzeccata presenza del CD-ROM e
un prezzo così ridotto, non ci resta che comprarlo!

Contro
Al di la di qualche piccola mancanza sui dettagli delle tecnologie trattate (ad esempio la gestione del
Registry, logging, scrittura di oggetti remoti con protocoloo personalizzato) si subisce la mancanza di schemi
(ad esempio UML) degli esempi trattati rendendo un po’ difficoltoso una loro visione d’insieme.