Sei sulla pagina 1di 13

Regione Sicilia Comune di AVOLA (SR)

PROGETTO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO GREED CONNECTED DI POTENZA 0,99 Mwp DENOMINATO DUCEZIO IN AVOLA C.da S. ELIA IN CATASTO Fgl 25 P.lle 114 e 57
Elaborato

Progetto preliminare
Sommario
Dati generali Relazione tecnica preliminare 2 3

Committente :
Impresa Agricola Baroni Azzaro dInsenga di Azzaro Andrea Contrada Baronazzo 96017 Noto (SR) Tel. 3284335637

Il Committente

Progettazione a cura di
Responsabile progetto e Progettazione Generale

P&I srl - Via di Brozzi, 77 50145 Firenze Tel 055.3438136 Tecnico responsabile per P&I srl Dott. Ing. Emiliano Paoletti

Coordinamento progetto, inquadramento territoriale ed ambientale, DL

SATI srl - Piazza Sgroi n7


96017 Noto (SR) Tel.0931.573062

Tecnico responsabile per SATI srl Dott. Ing. Corrado Landolina

Progetto preliminare

DUCEZIO

Pagina 1 di 13

Dati generali

Ubicazione e caratteristiche impianto


Identificativo dellimpianto: Indirizzo: Comune / CAP: Propriet: Superficie: Destinazione Catastale: Zona urbanistica di PRG: Potenza impianto fotovoltaico: Classificazione architettonica: Superficie totale pannelli Coefficiente occupazione terreno DUCEZIO Contrada S. Elia - Fgl. 25 P.lle 114 57 AVOLA (SR) / 96012 Caligiore Aurelio (Contratto di opzione con Azzaro Andrea) 52.400 mq seminativo E (verde agricolo) 998 Kw (0,998 Mw) non integrato (a terra) 6600 mq 12,6 %

Committente
Ragione Sociale Codice Fiscale/ P. IVA Indirizzo Comune / CAP Telefono Fax E-mail Ruolo Nome Cognome Codice Fiscale Indirizzo Comune / CAP Telefono Impresa Agricola Baroni Azzaro dInsenga di Azzaro Andrea 01660730894 Contrada Baronazzo Noto (SR) NOTO (SR) / 96017

andrea.azzaro@hotmail.it Titolare Azzaro Andrea ZZRNDR87E12F943P Contrada Baranozzo snc Noto / 96017 3284335637

Progettazione e Direzione Lavori


Ragione Sociale Cod.Fisc. e P.Iva Indirizzo Comune Telefono Fax Responsabile Cellulare E-mail P&I srl 04515960484 Via Di Brozzi n77 Firenze / 50145 0553438136 055.3429416 Ing. Emiliano Paoletti 3488145164 info@peisrl.com SATI srl 01311510893 Piazza Sgroi n7 Noto (SR) / 96017 0931.573062 0931.573062 Ing. Corrado Landolina 3939045636 c.landolina@satisrl.com

Progetto preliminare

DUCEZIO

Pag. 2 di 13

Relazione tecnica preliminare


Limpianto previsto sorger nel Comune di Avola (Siracusa) ed in particolare in Contrada S. Elia identificato catastalmente al Fgl. 25 P.lle 114 e 57, le sue coordinate geografiche sono LAT. 36.934443 - LONG. 15.079267. Il lotto inquadrato all'interno del vigente PRG del comune di Avola come zona omogenea E Verde agricolo. Il lotto ha una superfice catastale di circa 52.400 mq. La potenza di picco dellimpianto in oggetto sar di circa 0,99 Mw. Limpianto sar realizzato con Pannelli di tipo policristallino tipo UP SOLAR M220P o similari collocati su strutture portanti in alluminio e collegamento nel terreno con strutture di fondazione senza luso di cemento. I pannelli verranno collocati in stringhe ed opportunamente inclinati in direzione sud al fine di massimizzare lenergia radiante ricevuta durante lanno. Saranno realizzate n2 cabine elettriche di cui n1 per gli inverter e di protezione MT dellimpianto e la seconda di consegna e misura ENEL. La misura dellEnergia avverr con contatori omologati UTF, quella prodotta sar in BT mentre quella ceduta allENEL in MT come meglio evidenziata nelle allegate tavole di progetto. Le altre opere previste saranno quelle relative alla recinzione perimetrale, alla realizzazione di percorsi interni in battuto, alla realizzazione delle opere di miglioramento del drenaggio naturale e dellimpianto idrico, elettrico e di sorveglianza. Si prevede la durata della fase di cantiere per la realizzazione dellimpianto in circa 4 mesi. La durata della fase di produzione si prevede di circa 25 anni, alla fine della fase di produzione limpianto verr smontato e smaltito ai sensi delle vigenti leggi. Tutti i componenti dellimpianto in progetto sono stati studiati in modo da garantire: minima interferenza con lo stato dei luoghi durante le fasi di realizzazione ed esercizio; la minor produzione possibile di rifiuti sia ordinari che in special modo pericolosi; la riduzione della probabilit di desertificazione del terreno; la reversibilit ovvero il completo recupero del terreno a fine vita dellimpianto. A tal fine le soluzioni adottate si possono brevemente riepilogare: limitazione dei movimenti terra; trincee drenanti e pozzi assorbenti e piantumazione di manto erboso per ridurre il dilavamento del substrato di terreno vegetale; piantumazione di manto erboso per evitare il dilavamento superficiale; piantumazione sui confini per larghezza di 10 m di siepi con flora di tipo mediterraneo;
Progetto preliminare DUCEZIO Pag. 3 di 13

recinzioni di tipologia tale da evitare di creare barriere alla fauna locale; utilizzo di pannelli ed altri componenti privi di componenti pericolosi per lambiente; percorsi per movimentazione interna e parcheggio in terra battuta (non asfaltata). La potenza dell'impianto sar suddivisa in 4 sottocampi ciascuno alimentante un inverter dedicato del tipo ECOJOULE EJ S250 della potenza di 250 KVA cadauno dotati di trasformatore BT/BT con uscita in BT 300 V, nello stesso prefabbricato verranno collocati i quadri di MT e due trasformatori da 1250 KVA con funzione di riserva. Per i collegamenti in MT tra le due cabine saranno utilizzati cavi unipolari per MT in EPR di sezione 35 - 50 mmq del tipo RG7H1R 18/30 KV. La sezione MT nella Cabina 1 di consegna ospitera i quadri MT arrivo linea con funzioni di interruttore generale (DG), mentre il dispositivo di interfaccia (DI) sar collocato sul quadro di BT (QBT) nella Cabina 2 di trasformazione. Nel locale previsto anche il quadro supervisione per il telecontrollo da remoto dellimpianto, con analisi continua delle performance dellimpianti e segnalazione degli allarmi. Il Rel di Protezione di Interfaccia, sar conforme alla specifica tecnica ENEL, e realizzer le protezioni per Minima Tensione (27), Massima Tensione (59), Massima e Minima Frequenza (81), Massima Tensione Omopolare (59Uo). La protezione di interfaccia agir sul dispositivo di interfaccia tramite un organo a sicurezza positiva, quale una Bobina di Minima Tensione. Il Rel Protezione di Interfaccia avr una uscita supplementare temporizzata 0,5s con la funzionalita di rincalzo in caso di mancata apertura del Dispositivo di Interfaccia. Questo contatto provoca lapertura di un secondo dispositivo di sezionamento (tipicamente il Dispositivo Generale (MT), che deve essere riarmato manualmente. L'area dellimpianto sar delimitata da una recinzione metallica al fine di proteggerla da eventuali atti vandalici ed anche per rendere inaccessibili ai non addetti ai lavori le aree del cantiere. La rete in MT interna al lotto verr collocata allinterno di canalizzazioni in PVC interrate a profondit superiore a 120 cm. La sezione dello scavo sar di circa 80 cm e profonda 150, le tubazioni verranno poggiate su un letto di posa di sabbia fine e successivamente ricoperte con la stessa sabbia, sopra tale strato verr collocato un tegolo di calcestruzzo di protezione e segnalazione o un nastro in PVC , il resto dello scavo verr riempito con i materiali di scavo. L'installazione sar realizzata a cura di ditta abilitata ai sensi della L. 46/90 alla tipologia di lavori.
Progetto preliminare DUCEZIO Pag. 4 di 13

Tale ditta a fine lavori rilascer regolare certificato di conformit alla regola dellarte. Durante l'esecuzione dei lavori saranno prese tutte le misure di prevenzione in materia di sicurezza nei cantieri ed inoltre sar esposto il cartello di cantiere con le indicazioni prescritte e la zona di lavoro sar recintata cos come previsto dalle norme di legge in materia di sicurezza. Saranno rispettate tutte le prescrizioni di sicurezza lavoro ivi comprese le nomine dei coordinatori per la sicurezza.

Limpianto non servir alcun opificio ne si prevedono al suo interno lavorazioni industriali pertanto le potenze prelevabili saranno solo quelle per illuminazione, attrezzature per ufficio etc.. e pertanto cos quantizzabili: Pmaxprel = 6 KVA il contributo dell'impianto fotovoltaico alle Correnti di Corto Circuito: Icc= 100 A Sono presenti entro circa 200 m dal terreno vari pali della rete di MT ENEL, si propone pertanto quale punto di connessione quello indicato nellEstratto CTR allegato avente coordinate geografiche: Latitudine Longitudine 36.928527 15.078717

Si allegano le seguenti Tavole di progetto e Cartografia: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. Estratto Carta IGM 1:50.000 con ubicazione impianto in progetto CTR 649050 con ubicazione impianto in progetto Estratto catastale foglio 7 con ubicazione impianto in progetto PD-050 Particolare Cabine Elettriche PD-060 - Costruttivo delle strutture di sostegno PD-070 - Lay-Out impianto di distribuzione, di terra PD-080 - Schema elettrico multifilare cablaggio campo fotovoltaico PD-090 - Schema Elettrico Unifilare MTBT

Progetto preliminare

DUCEZIO

Pag. 5 di 13

Progetto preliminare

DUCEZIO

Pag. 6 di 13

Punto di connessione proposto

Progetto preliminare

DUCEZIO

Pag. 7 di 13

Progetto preliminare

DUCEZIO

Pag. 8 di 13

Progetto preliminare

DUCEZIO

Pag. 9 di 13

Progetto preliminare

DUCEZIO

Pag. 10 di 13

Progetto preliminare

DUCEZIO

Pag. 11 di 13

Progetto preliminare

DUCEZIO

Pag. 12 di 13

Progetto preliminare

DUCEZIO

Pag. 13 di 13