Sei sulla pagina 1di 1

Urbino

MERCOLED 28 SETTEMBRE 2011

23
RACCOLTA DIFFERENZIATA
INAUGURATO il nuovo Centro di raccolta differenziata di via Molino del Sole. Al taglio del nastro cerano il vicesindaco del Comune di Urbino, Lorenza Tempesta, lad di Marche Mutliservizi, Mauro Tiviroli e due scolaresche, venute sul posto in vista di percorsi formativi dedicati proprio alleducazione ambientale.

Sul caso Ersu allarme rosso


Sindaco e rettore trattano con la Regione per evitare che lEnte perda lautonomia
di LARA OTTAVIANI

UNIVERSITA

Polo linguistico, una nuova sede


OGGI alle 11,30 inaugurazione del nuovo Polo Linguistico-Aziendale della facolt di Lingue e Letterature Straniere da poco trasferito al Collegio Raffaello (secondo piano) in piazza della Repubblica. Dopo i saluti del Magnifico Rettore Pivato, interverranno il preside di Lingue Ossani, il responsabile dei corsi di laurea Claus Ehrhardt e Marco Cioppi. NEGLI anni, lunione delle lingue, delle culture straniere, dellinterculturalit disegnata con particolare attenzione ai rapporti internazionali in ambito economico e culturale si dimostrata vincente non solo perch gli studenti, sempre pi numerosi, hanno mostrato interesse per il taglio del corso e le discipline in esso attivate ma perch il mondo dellimpresa ha apprezzato sia il curriculum triennale Linguistico-aziendale sia il curriculum magistrale in Comunicazione interculturale dimpresa, che ora hanno una sede importante.

IL COMMISSARIAMENTO degli Erap scatena lallarme rosso: la vera preoccupazione, di politici e amministratori urbinati e della provincia, che davvero, come preannunciato dal consigliere regionale Foschi, questo sia solo il preludio per il commissariamento degli Ersu, passo immediatamente precedente alla creazione dellente unico regionale, finora combattuto da tutti sui territori e invece sostenuto dal governo di Ancona. Allindomani della notizia del commissariamento degli Erap, con la nomina a commissario dellex sindaco di Macerata, scatta in piedi il sindaco di Urbino Franco Corbucci che, avendo visto la decisione improvvisa, del commissariamento degli Enti regionali per labitazione pubblica, vuole scongiurare che gli Ersu, Enti Regionali per il Diritto allo Studio facciano la stessa fine. ENTRO il 30 ottobre devono essere nominati gli organismi di gestione: chiediamo che vengano rispettate le indicazioni che giungono dalle citt sedi di universit e dai relativi territori, i quali chiedono che sia garantita lautonomia degli enti che forniscono servizi agli studenti chiarisce Corbucci . Sulla questione ho letto le dichiarazioni del consigliere regionale Elisabetta Foschi rilasciate al Carlino, che parla di rischio di un colpo di mano da parte della giunta regionale e chiede a me e al presidente della Provin-

ATTENTO AGLI SVILUPPI Franco Corbucci, sindaco di Urbino

di spesa degli Ersu, ma la gestione e la direzione di ogni singolo Ente per il diritto allo studio deve rimanere ancorata ai territori. Se ci trovassimo davanti ad azioni della Giunta Regionale che dimostrano di non rispettare le prerogative dei territori rispetto ad alcune funzioni, ricordiamo che come terre di confine ci sentiremmo emarginati. PREOCCUPATO anche il Rettore dellUniversit Stefano Pivato, nella prospettiva di uniniziativa simile anche nei confronti degli Ersu. LUniversit di Urbino, assieme alle autorit locali e alle rappresentanze studentesche, ha gi pi volte espresso la sua contrariet a tale ipotesi ribadisce . La stessa Costituzione Italiana sancisce allart. 5 il decentramento amministrativo come principio di efficacia ed efficienza dellazione amministrativa, tanto pi valido in occasioni in cui i tagli alle spese, come quella sugli organi di gestione degli Ersu, per quanto gi esigui, possono essere affrontati senza che questo significhi la loro neutralizzazione prestando il fianco a suggestioni di pretestuosit. I servizi resi agli studenti e alle loro famiglie costituiscono parte integrante della qualit dellofferta formativa, da sempre elemento distintivo di Urbino e delle sue politiche di qualit dellaccoglienza. LAteneo accanto a coloro che in questo momento stanno lavorando per scongiurare tale ipotesi e ne sosterr le iniziative in tal senso.

cia Ricci di intervenire. Io mi sto occupando del problema con forte impegno. Per luned ho gi un appuntamento fissato con il presidente della Regione Spacca. Parlare di Ersu unico regionale, come proponeva la giunta regionale vari mesi addietro, avanzando ragioni di contenimento della spesa, sarebbe una inaccettabile penalizzazione dei territori che sono direttamente coinvolti dalle attivit degli atenei. Non certo un problema di spesa quello legato ai Comitati di Gestione che potrebbero sostituire i Cda, e per i quali abbiamo chiesto di ridurre il numero dei componenti, cos come il compenso. Questo quello che dir al Governatore delle Marche. NELLATTESA allora che lin-

contro con Spacca sia proficuo, il sindaco sostiene che non accettabile una gestione centralizzata degli Ersu: Le problematiche del diritto allo studio devono essere affrontate in accordo con lUniversit, lamministrazione cittadina e gli studenti. Per Urbino, gli alloggi, la mensa, il trasporto, ecc., sono parte integrante dellaccoglienza agli studenti. Spostarne la gestione ad Ancona, significherebbe rendere pi laboriosa, burocratica e poco reattiva ogni decisione insiste Corbucci . In un momento in cui si parla sempre di federalismo, non vorrei che il Governo regionale si mettesse a imitare quello nazionale, e arrivasse a un sempre maggiore accentramento dei poteri. Trovo giusto che la Regione controlli lazione

IL CASO ERSU TENSIONE TRA PD E GIUNTA REGIONALE. MIRCO RICCI: VOLETE TAGLIARE? VI DICO DOVE

Se la logica concentrare su Ancona, dico no


SE LA VOLONTA quella del risparmio, per gli enti strumentali della Regione, facciamo un passo in pi, togliamoli tutti, il consigliere regionale del Pd Mirco Ricci salomonico in questo frangente che riguarda il riordino di Erap ed Ersu, ma la sua provocazione vuole dare la sveglia al governo di Ancona anche sulla logica che sta dietro alle decisioni prese finora. Oggi (ndr, ieri) il consiglio stato sospeso dal presidente Solazzi per la vicenda dellarrivo di una delegazione degli operai della Fin Cantieri, ma io avrei chiesto che il presidente della Regione Spacca o lassessore competente Canzian riferissero in aula sul commissariamento degli Erap ricostruisce Ricci . Non tanto sul merito della questione, quanto sul fatto che cera una legge gi votata un mese fa, che erano gi state fatte le nomine ed invece ci siamo visti arrivare questa cosa del commissariamento. Lo pretendevo per oggi, allora lo richieder per marted prossimo in consiglio: la giunta riferisca in aula perch si proceduto in questo modo. Stona molto che venga ora rilanciato lErap unico regionale dopo che noi abbiamo respinto lipotesi gi a suo tempo. Il passo successivo nel ragionamento del consigliere regionale Ricci istintivamente scontato: Se ripensano allErap unico regionale, allora forse faranno la stessa cosa con lErsu, capisco cosa intendeva Elisabetta Foschi nelle sue dichiarazioni accosta Ricci . Se questo rientra nella politica del risparmio che vuole attuare la Regione, allora io dico che possiamo fare ancora di pi: su Ancona, allora non ci interessa e la preoccupazione che ci sia il risparmio ma con la concentrazione. Labbiamo detto: lErsu unico regionale ci penalizza perch poi avr sede ad Ancona e la Foschi fa bene a rilanciare lallarme. Ma questo significa anche che torna il conflitto fra la giunta e la commissione che aveva gi fatto una proposta, per il mantenimento dei 4 Ersu sul territorio, con riduzione dei consiglieri nei Cda da 5 a 3. Sono pronto a difendere il territorio, il nostro per primo. Il dibattito sul patrimonio, invece, degli Ersu non si ancora fatto in commissione perch tutto fermo: stiamo facendo un ragionamento generale per analogia con gli Erap, conclude Ricci. l. o.

LA POLEMICA Zaffini (Lega Nord) e le guardie ecologiche


IL CONSIGLIERE Roberto Zaffini (Lega Nord) interviene sul recente ritrovamento di eternit nei boschi di Piobbioco. Mentre le guardie ecologiche convenzionate con la Provincia dice sembrano dormire, quelle non riconosciute svolgono a dovere il loro lavoro. Questo si pu affermare dopo la scoperta di un consistente quantitativo di eternit abbandonato nei boschi tra Piobbico e Apecchio individuato proprio da una di quelle guardie che la Provincia non accredita. E veramente incomprensibile la lunga guerra che vede penalizzata e osteggiata da parte della Provincia una associazione di Guardie ecologiche volontarie a cui appartengono elementi di grande esperienza, appassionati e profondi conoscitori del nostro territorio.

Mirco Ricci, capogruppo Pd in Regione, contrario allErsu unico

prendiamo lelenco e tagliamo tutti gli enti strumentali della Regione e per lErsu facciamo s che ricadano sotto lUniversit. Ma se la logica che guida tutto questo concentrare