Sei sulla pagina 1di 10

VIRUS

ARENAVIRIDAE
FILOVIRIDAE
∟virus Marburg
∟virus Ebola
BUNYAVIRIDAE
∟bunyavirus
∟nairovirus
∟phlebovirus
∟hantavirus
FLAVIVIRIDAE
∟flavivirus
∟virus dell'epatite C
TOGAVIRIDAE
∟alphavirus
∟rubivirus
CORANAVIRIDAE
CALICIVIRIDAE
∟virus di Norwalk
∟virus dell'epatite E
ASTROVIRIDAE
REOVIRIDAE
∟coltivirus
∟orbivirus
∟reovirus
∟rotavirus
PICORNAVIRIDAE
∟enterovirus {
∟∟poliovirus
∟∟coxackievirus
∟∟echovirus
∟rhinovirus
∟virus dell'epatite A
CARATTERI GENERALI
RNA monoc, circ, pol-. peplos che racchiude due capsidi circ.

RNA monoc, lin, pol-. forma filamentosa,peplos, capside elicoidale

3 sottotipi: Zaire, Sudan, Reston. RNA monoc, pol-.

RNA monoc, circ, pol-. peplos contenente 3 capsidi elicoidali.

è un arbovirus

è un arbovirus.

è un arbovirus. febbre della valle del rift: epizoonosi.

RNA monoc, pol+. peplos con peplomeri sottili, capside sferico.

RNA pol+. capside icosaedrico, virione forma stellata

RNA monoc, pol+. peplos con fini peplomeri, capside icosaedrico

sono tutti arbovirus

RNA monoc, pol+. grosso peplos (forma di corona), capside elicoidale

RNA monoc, pol+. capside icosaedrico (forma di calice)

una molecola di RNA a pol+.

RNA pol+. capside icosaedrico, virione forma stellata

RNA bic, in 10 segmenti separati. 2 capsidi icosaedrici

virus della febbre da zecche del Colorado

virus del tipo: respiratory enteric orphan (REO)

RNA monoc, pol+. capside icosaedrico. i + piccoli ribovirus

restistenti agli agenti chimico-fisici

erpagina: faringite, vomito, dolori addominali e ulcere nelle fauci

meningite asettica: possono residuare paresi (virus tipo 4, 6, 9)

labile a pH acido, non cresce a temp superiori a 33°C

capside isometrico, RNA pol+. endemica in tutto il mondo.


AZIONE PATOGENA
introdotti per endocitosi e fondono il peplos con membrana endosomica

breve periodo di incubazione

breve periodo di incubazione

l'RNA formato da 3 segmenti detti: L, M ed S.

febbre "toscana": meningite asettica

un particolare sierotipo causa della sindrome polmonare da hantavirus

dengue: febbre ed esantema.

lentamente progressiva fino ai segni clinici gravi.

negli adulti la malattia può essere + grave.

l'infez si presenta in casi sporadici o in focolai epidemici

tropismo x i progenitori ematopoietici, viremia degli eritrociti.

la 1° infez si traduce in una grave diarrea con vomito e febbre elevata

attraversano le mucose attraverso le cell M

nelle localizzazioni extraintestinali possono causare meningite asettica.

meningite asettica: + grave di quella da poliovirus, con possibili paresi

esantemi maculo-papulari: con febbre e dolori muscolari

breve periodo di incubazione, spesso l'infezione è subclinica.


PATOLOGIE CORRELATE
febbre di Lassa, meningite asettica, febbre emorragica.

infez con danneggiamento degli endoteli, emorragie

febbre emorragica

forme febbrili, esantemi, dolori articolari, meningiti o febbri emorragiche.

febbre da flebotomi: cefalea,dolori articolari, anoressia, nausea e vomito

lesioni renali, febbre emorragica e polmonite acuta essudativa

febbre gialla: febbre emorragica, necrosi epatica ed ittero.

scompenso epatico, fino al carcinoma epatico

febbre con esantema ed artralgie

rosolia: febbre, esantema, infiamm dei linfonodi cervicali.

infez della prime vie aeree, raffreddore.

vomito epidemico: nausea, vomito, astenia, diarrea e febbre.

gastroenteriti nell'infanzia: diarrea acquosa,dolori addominali,vomito,febbre

febbre, astenia, decorso protratto, citopenie.

affezioni febbrili.

manca una correlazione certa tra patologia e virus.

patologie enteriche con manifestazioni diarroiche.

se raggiungono il nevrasse (neuroni motori) causano la poliomielite

mialgia epidemica: febbre, cefalea, dolori muscolari (virus gruppo B)

faringiti: con altre lievi affezzioni alle alte vie respiratorie

causa principale del raffreddore comune

mortalità bassa e la guarigione nn da reliquati.


LOCALIZZAZIONE
si trasmette x inalazione di aerosol di escrementi o x cont interumano

trasmessi da zanzare.

trasmessi da zecche.

trasmessi da flebotomi, hanno il loro habitat nei roditori.

si contrae x inalazione di aerosol di escrementi infetti.

trasmessi da artropodi

l'uomo è il principale reservoir.

si lega al recettore cell CD81.trasmissione ematogena, incubazione 5-10 sett

trasmessi da artropodi

cellule ciliate dell'epitelio nasale. trasmissione x via aerea

trasmissione oro-fecale ed anke aerogena.

trasmissione oro-fecale, incubazione di 20-50 gg.

trasmissione oro-fecale. gastroenteriti + freq nei mesi invernali

sottomucosa diffusione al circolo linfo-ematico, meningi, miocardio, cute

miocarditi e pericarditi:guarigione,alterazioni funzionali (virus gruppo B)

manifestazione epidemiche di congiuntivite emorragica

mucosa delle prime vie aeree.

trasmissione oro-fecale
IDENTIFICAZIONE E TRATTAMENTO
isolamento colturale da sangue periferico, PCR. ribavirina, plasma di soggetti convalescenti

ricerca dell'RNA virale con PCR ed ibridazione con sonde molecolari idonee.

ricerca dell'RNA virale con PCR ed ibridazione con sonde molecolari idonee.

PCR, ricerca di IgM con fissazione del complemento o reaz immunoenzimatiche.

PCR. vaccino contro la febbre gialla, con virus attenuato.

ricerca di anticorpi e del genoma. interferon-α e ribavirina.

isolamento colturale, ricerca di IgM, PCR e ricerca di antigeni virali dal sangue o dal liquor

ricerca di IgM (reaz di inibiz dell'emoagglutinazione di emazie di piccione da parte del virus)

breve periodo di incubazione (18-24 ore). consegue immunità tipo-specifica

ricerca di IgG specifici, escludere l'infez da altri virus epatici.

ricerca nelle feci di antigeni (tecniche immunoenzimatiche) o di genoma (PCR)

ricerca di antigeni virali in strisci di sangue con immunofluorescenza.

ricerca del virus con saggi immunoenzimatici o al microscopio elettronico

isolamento colturale dalle feci e dall'oro-faringe (inoculazione nel topino)

ricerca anticorpale e diagnosi clinica. vaccino disponibile (di Sabin e Salk)

infezioni perinatali: grave epatite o encefalite (virus gruppo B)

dopo la malattia residua una immunità tipo specifica, che qualche anno.

ricerca di IgM dal sangue o feci. gammaglobuline. vaccino con virus inattivato.
ANTIGENI

glicoprot sul peplos (antirecettore)

glicoprot sul peplos (antirecettore)

3 principali virus: La Crosse, California e Tahyna

virus della febbre emorragica del Congo e della Crimea

3 principali virus: Toscana, febbre da flebotomi e febbre della valle del rift.

discreta variabilità genomica (6 tipi genomici principali)

2 virus principali: chikungunya e mayaro.

2 tipi antigeni: HCV 229E ed HCV OC43, in base alla presenza di potere emoagglutinante

5 diversi tipi antigeni. specie-specifici

quelli infettanti l'uomo appartengono ai gruppi A, B e C.

sono specie-specifici

trasmissione oro-fecale. eccezione dell'enterovirus 70 (impianto diretto sulla congiuntiva)

manifestazioni esantematiche: tipo maculo-papulare (virus gruppo A4, A6, A9, A16)

più di 100 tipi antigeni diversi.

unico tipo antigene, specie specifico.


PROTEINE
RNA-polimerasi RNA-dipendente, presenti dei ribosomi inglobati pasivamente.

RNA-polimerasi RNA-dipendente, 7 prot strutturali

pelos con prot VP40 e VP24. genoma associato ad una prot capsidica NP.

pelos con prot VP40 e VP24. genoma associato ad una prot capsidica NP.

RNA-polimerasi RNA-dipendente e 4 prot strutturali.

3 strutturali (RNA-binding→capside, E1 ed E2→inseriti nel peplos) 5 con att enzimatica

4 prot strutturali

3 prot strutturali (2 glicosilate)

una prot strutturale principale e 2 minori.

3 prot strutturali

12 prot strutturali ed una RNA-polimerasi virus specifica

4 prot strutturali

rinite: simile al raffreddore comune (virus gruppo A21)


REPLICAZIONE
nel citoplasma e si liberano x gemmazione.

nel citoplasma e si liberano x gemmazione.

nel citoplasma e si liberano x gemmazione attraverso le membrane dell'apparato di Golgi

nel citoplasma ed acquista il peplos gemmando dalla membrana cellulare.

nel citoplasma si liberano x gemmazione.

è capace di attraversare la placenta.

nel citoplasma ed il virione si forma x gemmazione dalle membrane intracitoplasmatiche

citoplasma, dove virioni si ammassano in ammassi "cristallini"

citoplasmatica, virioni formano inclusioni cristalline.

nel citoplasma, liberazione dei virioni x lisi della cell

nel citoplasma. introdotti per endocitosi mediato da recettore.


COMPLICAZIONI

nelle donne incinte causa la sindrome da rosolia congenita nel neonato

c'è anke il genere torovirus, causa diarrea in soggetti con AIDS.

colpisce soggetti tra i 15 ed i 40 anni ed è associata ad elevata mortalità nelle donne gravide

nel sierogruppo Kemerovo sono possibili encefalopatie.

lesioni neuroniche nella poliomielite: cromatosi, neuronofagia (paralisi flaccida)