Sei sulla pagina 1di 3

Verbale di riunione

Il giorno 16 febbraio 2005, presso la sede dell’Agenzia di Sviluppo Integrato


SPA, in Caltagirone (provincia di Catania)

- La Delegazione del Programma Gold Libia, composta dal


rappresentante dell’UNOPS, Giancarlo CANZANELLI, dal
Corrispondente Consolare Italiano e delegato del workinggroup del
Gold Maghreb Libia a Tobruch Hussen EL MABROUK, dal menbro
del Congresso Popolare della Sha’abyiat di Tobruch (coordinatore dei
sindacati) Fakharaldin SAAD ALI’, da Fathia YUSEF AL JEROUSHI
del Ministero degli Affari sociali e dal segretario del congresso di
base di Tobruch Abdulsalam M. ABUBAKER;

- La Delegazione dell’Agenzia di Sviluppo Integrato, guidata dal


Presidente Maria SAMPERI e composta dal Direttore Elisabetta
CAPRIOLI, dall’assessore allo sviluppo economico della Provincia di
Catania, Luigi PAPPALARDO, dall’assessore alle politiche sociali del
Comune di Caltagirone, Massimo FLORIDIA, dal Presidente del
Consorzio ASI, Raffaele BARONE, e dai rappresentanti delle
amministrazioni pubbliche ( comuni, Provincia Regionale, Consorzio
per l’Area Industriale) socie dell’Agenzia;

si sono incontrate per un primo incontro di lavoro, volto a verificare la


possibilità di avviare nuove relazioni istituzionali, culturali, economiche e
sociali tra l’area siciliana del Calatino Sud Simeto, la sua Agenzia di Sviluppo
e la Shabiyah di Tobruch e promuovere l’espansione delle proprie reti locali.

L’iniziativa si inserisce nel quadro delle azioni di sistema nazionali del


Ministero Italiano per l’Economia per l’internazionalizzazione dei Patti Europei
per l’Occupazione e del Programma multilaterale di Sviluppo Umano, GO.LD
Libia, promosso dalle Nazioni Unite e sostenuto dal Governo Italiano e dal
Governo Libico, a favore della Libia.

I partecipanti all’incontro hanno condiviso il comune interesse per una politica


di cooperazione sostenuta da importanti affinità (riguardo, ad esempio, a
comuni tradizioni storiche di cui si trova traccia nel patrimonio archeologico ed
architettonico ed ai sistemi ambientali e del turismo) e da una vicinanza
geografica che rende strategica la creazione di un ponte tra i due Paesi per il
rafforzamento delle reti di collegamento tra il nord Africa e l’Unione Europea.
Si sono individuate possibili linee di accordo sui seguenti temi:

- di avviare, nell’ ambito del programma GO.LD Maghreb dalle Nazioni


Unite, una azione specifica volta a programmare interventi di
cooperazione nei seguenti ambiti tematici:

1. sostegno alla formazione di competenze specialistiche nel settore


della pubblica amministrazione, dei servizi pubblici e delle
politiche sociali;
2. trasferimento di esperienze nel campo delle nuove tecnologie per
le PMI e per i servizi pubblici;
3. sostegno alla qualificazione dei sistemi di gestione dei servizi per
l’ambiente e per il turismo ( dal ciclo integrato dei rifiuti al
recupero delle acque reflue per usi irrigui in agricoltura);
4. sostegno alla formazione di competenze per la promozione e la
gestione di modelli di cooperazione e di partenariato istituzionale
e sociale.

Il tavolo di lavoro ha fissato i principi generali secondo cui potrà essere


condotto il programma di cooperazione, individuandoli come segue:

- le azioni di cooperazione riguardano, in modo specifico, il sostegno


alle istituzioni ed all’economia locale, per la promozione dello
sviluppo economico e sociale dei territori

- le azioni di cooperazione devono rispecchiare il reciproco interesse


delle parti ed essere improntate a sviluppare i processi di
apprendimento e di reciproca conoscenza, per rafforzare le reti
fiduciarie tra le due aree – Paese

- al fine di garantire efficacia e concretezza dei risultati finali, sarà


adottato il metodo di lavoro dell’ “ apprendere facendo”;

- la pianificazione delle azioni di cooperazione dovrà tenere conto delle


Linee della programmazione dell’Unione Europea per il prossimo
periodo 2007-2013, con particolare riferimento alla possibilità di
attivare azioni di cooperazione transnazionale tra Paesi Europei e
Paesi Extra UE;

- le azioni di cooperazione saranno coerenti con le linee politiche e


programmatiche del governo della Libia.

Per il prosieguo del lavoro, le parti hanno concordato di dare continuità


all’azione comune, a partire da un prossimo appuntamento congiunto,
finalizzato a delineare concreti piani di azione.
A tal fine, la delegazione dell’Agenzia di Sviluppo ha dichiarato la propria
disponibilità ad una missione in Libia.

Caltagirone, 17 febbraio 2005

Per la Delegazione del Programma Gold Libia

Hussen EL MABROUK
Fakharaldin SAAD ALI’
Fathia YUSEF AL JEROUSHI
Abdulsalam M. ABUBAKER.

Per la delegazione dell’Agenzia di Sviluppo Integrato SPA,

Elisabetta Caprioli

Per l’UNOPS

Giancarlo Canzanelli