Sei sulla pagina 1di 2

ASSEMBLEA TERRITORIALE FNP CISL MACERATA 15 settembre 2011 DOCUMENTO CONCLUSIVO LAssemblea Organizzativa della FNP Cisl Territoriale

di Macerata, riunitasi il giorno 15 settembre 2011 alla Domus S. Giuliano di Macerata, condivide ed approva i contenuti delle relazioni introduttive del Segretario generale e del Segretario organizzativo, cos come quelli degli interventi del Segretario generale della FNP Marche Mario Canale, del Segretario generale della CISL di Macerata Marco Ferracuti e del Segretario FNP nazionale Arnaldo Chianese. Dopo ampio e approfondito dibattito e sulla base degli interventi dei partecipanti approva il seguente documento conclusivo. Da quella che forse la pi grave crisi economica e finanziaria che il nostro paese abbia mai attraversato scaturita nei giorni scorsi una manovra finanziaria tanto necessaria per correggere i conti pubblici quanto inaccettabile per gli ulteriori, severi sacrifici che impone ai cittadini lavoratori e ai pensionati. Per la parte relativa alla manovra finanziaria lAssemblea territoriale fa propri i contenuti del documento conclusivo del Comitato esecutivo della Fnp nazionale del 7 settembre e del Consiglio generale della Cisl di Macerata del 14 settembre. In questo contesto lAssemblea condivide la necessit di aprire una riflessione sul ruolo del sindacato in una societ in cui nuove e molteplici fragilit coinvolgono sempre di pi anche gli iscritti alla FNP. Ritiene opportuno quindi affiancare alla tradizionale azione di tutela dei diritti la funzione ulteriore ed ambiziosa di soggetto che contribuisce a ricostruire degli spazi pubblici di partecipazione sociale. Questo presuppone un ruolo pi forte delle Leghe territoriali - i cui organismi devono essere partecipati in modo pi convinto e qualificato - e una nuova funzione delle sedi periferiche, che possono diventare luoghi anche informali di aggregazione, socializzazione e di diffusione delle informazioni sullattivit della FNP e sui valori della CISL. Per questo necessario investire, in sinergia con la Fnp Regionale, di pi sulla formazione interna di dirigenti quadri e delegati, intensificare la collaborazione con le categorie degli attivi e intrattenere rapporti costanti con i nuovi iscritti, da contattare periodicamente per informarli sullattivit della FNP. Rispetto ai rapporti con il territorio, opportuna una riflessione sul modello organizzativo della FNP, da modificare potenziando i Coordinamenti di Lega per favorire la vertenzialit a livello sovra comunale e nominando i delegati comunali. Lazione vertenziale va poi coordinata in modo pi efficace con quella svolta dalle Categorie e dalla CISL, rendendo efficaci gli organismi di Zona e tenendo conto dei nuovi assetti istituzionali e della riforma del servizio sanitario regionale. Il volontariato rappresenta un elemento che qualifica lazione di tutela della FNP, consentendogli di avvicinare il mondo delle fragilit e di sostenerne le istanze presso le istituzioni competenti. LAnteas deve quindi restare fortemente radicata alla FNP sul territorio, evitando di sostituirsi al

welfare pubblico e creando buone prassi attraverso piccoli nuclei locali che ricostruiscono un tessuto sociale solidale. Il Coordinamento donne ha finora realizzato ottimi risultati dal punto di vista del coinvolgimento delle donne nellattivit della FNP di Macerata. Le tematiche affrontate dal Coordinamento vanno per recepite e portate allattenzione delle istituzioni con pi determinazione da parte della FNP e della CISL. lAssemblea impegna la dirigenza ad ogni livello a fare un passo avanti per garantire una partecipazione effettiva delle donne negli organismi e nei tavoli di concertazione cui la FNP prende parte. Questo presuppone un impegno concreto per sviluppare la formazione delle donne e per migliorare la circolazione delle informazioni. I rapporti con i Servizi della Cisl vanno definiti in modo tale da ottimizzare la capillare presenza della FNP sul territorio. Gli agenti sociali e i volontari dellaccoglienza sono strumenti preziosi di supporto degli operatori e come tali vanno valorizzati, formati e coinvolti con maggiore convinzione nellorganizzazione dei servizi. LAssemblea auspica che nel prossimo futuro si arrivi allunificazione dei Servizi Cisl. LAssemblea condivide il progetto di sviluppo dellAdiconsum di Macerata, e impegna la Segreteria a potenziare lattivit dellEtsi, importante strumento di aggregazione e socializzazione degli iscritti. La tendenza alla riduzione degli iscritti alla FNP impone lesigenza di realizzare strategie di rafforzamento del proselitismo che lAssemblea individua nei seguenti punti. Rafforzare la collaborazione con le categorie dei lavoratori attivi per sviluppare la continuit associativa, specie nel pubblico impiego. Garantire la presenza della Cisl nei piccoli comuni che i servizi non riescono a coprire. Aggiornare il sistema delle convenzioni, rendendolo pi appetibile anche per gli iscritti meno giovani. Lavorare sul territorio per cercare di costruire negli iscritti il senso di appartenenza, attraverso iniziative volte a spiegare il senso e i valori dellattivit della FNP e della CISL. Rendere pi efficace lazione vertenziale sulle politiche sociali e sanitarie. LAssemblea ritiene necessario che venga potenziata linformazione, sia interna che esterna, utilizzando gli strumenti pi idonei (posta elettronica, sito internet, newsletter, media locali ecc.) al fine di divulgare lattivit della Federazione e di stimolare la partecipazione. Le risorse che la FNP amministra derivano principalmente dal tesseramento, e quindi dalle pensioni degli iscritti. Questo richiede a tutti di perseverare in una gestione del bilancio attenta e responsabile - anche rispetto ai contributi erogati ad altre strutture - ma allo stesso tempo capace di sostenere chi lavora in prima linea sul territorio. Questo richiede maggiori risorse dai livelli nazionale e regionale, da investire sui territori dietro progetti specifici dai risultati concretamente verificabili. Il deterioramento dei rapporti unitari a livello nazionale si ripercuote negativamente anche sul territorio, dove si moltiplicano manifestazioni separate di dubbia efficacia e di scarso richiamo nellopinione pubblica. LAssemblea chiede alla Segreteria di compiere ogni sforzo possibile per riaprire un dialogo unitario che ricostruisca posizioni comuni nel sindacato dei pensionati e in quello confederale.

Interessi correlati