Sei sulla pagina 1di 24

A4505 / A405I - N 001 - lotto 05/2000 - Pag.

1 di 24

Fonditrice ad induzione

TIM500 PLUS Infrared


MANUALE DUSO E MANUTENZIONE

C.I.E. DENTALFARM S.r.l. Via Susa, 9/a - 10138 TORINO - ITALY tel. (++39) 011 43465588 - 4346632 fax (++39) 011 4346366 e-mail info@dentalfarm.it

A4505 / A4505I - N 001 - lotto 05/200 - Pag. 2 di 24

A4505 / A405I - N 001 - lotto 05/2000 - Pag. 3 di 24 SOMMARIO 1. INTRODUZIONE ..................................................................................................................4 2. SPECIFICHE TECNICHE ....................................................................................................5 3. SCOPO DELLA MACCHINA ...............................................................................................5 4. PRECAUZIONI.....................................................................................................................5 5. ISTRUZIONI PER IL DISIMBALLAGGIO ............................................................................6 6. COLLOCAZIONE.................................................................................................................6 7. ALIMENTAZIONE ................................................................................................................6 8. MESSA IN SERVIZIO ..........................................................................................................7 9. DESCRIZIONE DEI COMANDI E DELLE FUNZIONI..........................................................8 9.1 PANNELLO COMANDI ..........................................................................................................8 9.2 EQUILIBRATURA BRACCIO DI CENTRIFUGAZIONE ....................................................................9 9.3 ACCENSIONE ...................................................................................................................10 9.4 SPEGNIMENTO .................................................................................................................10 9.5 IMPOSTAZIONE DELLA TEMPERATURA .................................................................................10 9.6 SOLLEVAMENTO BOBINA ...................................................................................................10 9.7 AVVIO FUSIONE ................................................................................................................10 9.8 POTENZA E VELOCIT DI FUSIONE ......................................................................................11 9.9 ARRESTO FUSIONE ...........................................................................................................11 9.10 AVVIO DELLA CENTRIFUGA ..............................................................................................11 9.11 ARRESTO DELLA CENTRIFUGA .........................................................................................11 9.12 APERTURA DELLO SPORTELLO ........................................................................................11 10. SCELTA DEL CROGIOLO ..............................................................................................12 11. PROCEDURA CORRETTA DI LAVORO.........................................................................12 11.1 MODO MANUALE ............................................................................................................12 11.2 MODO AUTOMATICO .......................................................................................................13 12. ANOMALIE E MESSAGGI DI ERRORE..........................................................................14 13. MANUTENZIONE ............................................................................................................15 15. GARANZIA.......................................................................................................................15 15. SCHEMA ELETTRICO ....................................................................................................16 16. DISTINTA COMPONENTI ...............................................................................................18

A4505 / A4505I - N 001 - lotto 05/200 - Pag. 4 di 24

1. INTRODUZIONE
Il presente manuale di istruzioni duso parte integrante della fornitura della macchina e deve accompagnare la stessa in ogni trasferimento. Il manuale va conservato con cura per tutto il ciclo di vita della macchina ed essere comunque reperibile per almeno dieci anni. Esso va conservato in luogo noto e reso disponibile a tutte le persone interessate. Non collegare o mettere in funzione la macchina prima di aver letto attentamente il presente manuale.

Fig. 1

1 2 3 4 5 6 7

Cavo pirometro ottico Pirometro ottico Vetro ispezione Sportello Maniglia coperchio Interruttore generale Manopola regolazione spunto

8 Pannello frontale

9 Viti fissaggio pannelli 10 Scarico acqua 11 Targhetta dati 12 Cavo di alimentazione 13 Pannello laterale 14 Tastiera elettronica 15 Strumento di impostazione temperatura 16 Blocco sportello

A4505 / A405I - N 001 - lotto 05/2000 - Pag. 5 di 24

2. SPECIFICHE TECNICHE
La Fonditrice TIM500 Plus disponibile predisposta per tensioni differenti a richiesta. Potenza massima 2.860 W Altezza 880 mm + 55 mm lettore ottico Larghezza 640 mm + 50 mm cavo linea Profondit 550 mm Peso netto 89 Kg Livello pressione acustica <70 dB(A) Tempo di fusione per 30 gr di Cr-Co (quattro lingotti da 7,5 gr ciascuno) a potenza massima, con crogiolo ceramico: circa 60 s.

3. SCOPO DELLA MACCHINA


La TIM500 PLUS una fonditrice elettronica con supervisione a microprocessore per leghe utilizzate in campo odontotecnico. Il suo scopo quello di fondere per induzione il metallo posto in un apposito crogiolo ed una volta raggiunta la liquefazione, iniettarlo in uno stampo di forma cilindrica precedentemente confezionato. Qualsiasi utilizzo diverso da quanto sopra descritto da considerarsi improprio e libera il costruttore da ogni responsabilit riguardo a danni di qualsiasi natura, facendo inoltre decadere i diritti di garanzia sullapparecchio stesso.

4. PRECAUZIONI
La macchina deve essere utilizzata da personale adulto ed opportunamente addestrato. Dato il peso della macchina ogni suo spostamento deve avvenire per mezzo di carrello adatto. Durante gli spostamenti o trasporti non porre la macchina in posizione orizzontale. La macchina deve sempre poggiare sui suoi piedini. Evitare di porre la macchina vicino ad un generatore di vapore. Assicurarsi che limpianto elettrico sia dotato di dispositivo salvavita e di messa a terra. Indossare gli occhiali scuri in dotazione. La luce emessa dai metalli in fusione potrebbe arrecare danni alla vista. Usare sempre le pinze per rimuovere e/o spostare il crogiolo ed il cilindro. Essendo in costante presenza di superfici calde, calzare guanti atermici adeguati per lo spostamento e la sostituzione dei supporti dei cilindri. Non avviare mai la fusione senza aver messo prima il crogiolo. Se il crogiolo utilizzato del tipo ceramico devono esserci almeno 15 gr di lega. Controllare che le spire della bobina di riscaldo non si tocchino. Confezionare un cilindro sufficientemente grande. Luso di un cilindro troppo piccolo pu causare il raffreddamento prematuro di una parte del metallo. Non utilizzare metallo sporco di olio, grasso o di rivestimento. Allineare il foro di uscita del crogiolo ed il cilindro, ruotare poi leggermente il crogiolo in senso antiorario. Usare solo bacchette ceramiche per spingere il metallo contenuto nel crogiolo durante la fusione. Non spegnere la macchina con la bobina di riscaldo sollevata ed il crogiolo caldo immerso in essa.

A4505 / A4505I - N 001 - lotto 05/200 - Pag. 6 di 24

5. ISTRUZIONI PER IL DISIMBALLAGGIO


La macchina fornita su pedana in legno, ricoperta da una scatola di cartone, bloccata con reggetta. Per rimuovere limballo effettuare le seguenti operazioni: tagliare le reggette tagliare il nastro adesivo ed aprire la parte superiore della scatola rimuovere il set di accessori visibile appena si aprono i lembi della scatola il set degli accessori composto da: 1 crogiolo ceramico 1 crogiolo in nitruro di silicio 1 crogiolo con grafite 1 pinza in acciaio inox per cilindri e crogioli 5 agitatori per metallo in ceramica 1 paio di occhiali protettivi di tipo omologato 1 serie di 4 cilindri [1x ( 30) - 3x ( 50) - 6x ( 65) - 9x ( 80)] in acciaio inox 1 serie di 4 supporti in acciaio inox per i cilindri in dotazione 1 serie di 2 basi in gomma per cilindri togliere i punti metallici dalla base della scatola rimuovere la scatola sfilandola verso lalto rimuovere la pedana ed appoggiare la macchina sul pavimento.

6. COLLOCAZIONE
La corretta ubicazione di una macchina di questo genere in prossimit del forno per cilindri, in modo da permettere un rapido e sicuro inserimento dello stampo per la colata. Predisporre uno spazio tale da rendere agevoli le operazioni di manutenzione, come carico e scarico acqua ed i controlli periodici. La macchina deve essere sistemata in un luogo asciutto, protetto dalla polvere e non in presenza di bollitori o di forni a gas, specialmente se privi di tiraggio non perfetto. Collocare sempre la macchina in piano. Verificare questa condizione con strumento a bolla daria. Nel caso il pavimento non sia perfettamente in piano, sono stati predisposti nel basamento 4 fori filettati per piedini regolabili M8.

7. ALIMENTAZIONE
Inserire la spina dellapparecchio ad una presa adatta per tensione e potenza ai dati di targa e munita di messa a terra. Il collegamento alla terra obbligatorio a norma di legge. Linstallazione va eseguita da un installatore qualificato che possa assicurarsi di tale adempimento. Il fabbricante declina ogni responsabilit per eventuali danni a cose o a persone derivanti dalla mancata osservanza dei punti precedenti.

A4505 / A405I - N 001 - lotto 05/2000 - Pag. 7 di 24

8. MESSA IN SERVIZIO
1. Riempire il serbatoio interno del circuito di raffreddamento togliere la spina dalla presa se inserita rimuovere il pannello di protezione anteriore (8, fig. 1), identificare il serbatoio dell'acqua e togliere il tappo, introdurre circa sette litri di acqua distillata (arrivare fino alla riga di livello corretto segnata) e avvitare nuovamente il tappo rimettere il pannello di protezione e inserire la spina. 2. Montare il vetro di ispezione In caso il vetro di ispezione non sia montato o sia stato rimosso procedere come segue: estrarre dalla scatola degli accessori la busta contenente il vetro, la ghiera di ritenzione, la griglia e le tre viti di fissaggio accendere la macchina agendo sullinterruttore (6, fig. 1) ed aprire lo sportello (4, fig. 1) disporre il vetro sopra il foro a contatto dello sportello, quindi la griglia ed infine la ghiera di bloccaggio vetro fissare il tutto dall'interno con le tre viti in dotazione. 3. Montare il braccio di centrifugazione Se il braccio non installato o se stato rimosso, procedere nel seguente modo: estrarre dalla scatola degli accessori il braccio di centrifugazione accendere la macchina agendo sullinterruttore (6, fig. 1) ed aprire lo sportello (4, fig. 1) Inserire il braccio sullalbero motore in modo che gli incavi inferiori poggino sulla spina di trascinamento e il lato crogiolo sia rivolto nel senso della freccia impressa sullalbero motore infilare sullalbero motore le due rondelle, prima la piana poi la dentellata bloccare la manopola centrale.

A4505 / A4505I - N 001 - lotto 05/200 - Pag. 8 di 24

9. DESCRIZIONE DEI COMANDI E DELLE FUNZIONI


Di seguito viene fornita una spiegazione dettagliata degli organi di comando, delle varie funzioni e delle operazioni necessarie per poter utilizzare correttamente la macchina. 9.1 Pannello comandi 1 Interruttore di accensione e spegnimento 2 Regolatore di spunto centrifuga 3 Pulsante avvio fusione MELT 4 Pulsante sollevamento bobina COIL 5 Pulsante programmazione tempi e impostazione ciclo automatico AUTO/PROG 6 Pulsante avvio centrifugazione INJECT 7 Ideogramma sportello bloccato LOCK 8 Pulsante generico di arresto STOP 9 Pulsante di incremento valori 10 Pulsante di decremento valori 11 Tasto FUNC (premuto singolarmente non produce alcun effetto) 12 Tasto REV (premuto singolarmente non produce alcun effetto) Nota: la combinazione di tasti FUNC e REV premuti contemporaneamente per 5 secondi permette di accedere ai parametri di configurazione dello strumento. L'eventuale variazione dei dati memorizzati altera il corretto funzionamento della macchina, quindi non utilizzare mai questa combinazione di tasti. Se ci dovesse avvenire per errore non premere alcun tasto, dopo qualche secondo lo strumento ritorner automaticamente al normale modo operativo. 13 Tasto - si utilizza per ridurre il dato di temperatura impostato
Fig. 2 14 Tasto - si utilizza per aumentare il dato di temperatura impostato A Barra di led che pu indicare, a seconda delle condizioni, varie funzioni: caso normale, il livello di potenza fusione; caso programmazione, prima il tempo di stabilizzazione della fusione, quindi il tempo di centrifugazione; caso autodiagnosi, le eventuali anomalie B Scala del tempo di centrifugazione, espressa in secondi C Scala del tempo di stabilizzazione della fusione, espressa in secondi D Led posizione braccio: lampeggia quando il braccio in posizione corretta ed consentito il sollevamento della bobina; rimane acceso in modo continuo a bobina sollevata E Led fusione: acceso in modo continuo durante la fusione. Lampeggia quando la fusione viene interrotta dallapertura dello sportello o dallallarme di temperatura e, in fase di programmazione, quando richiesta limmissione del tempo di fusione

A4505 / A405I - N 001 - lotto 05/2000 - Pag. 9 di 24 Led funzionamento automatico: acceso in modo continuo durante limmissione dei relativi parametri e durante il funzionamento in automatico; lampeggia per cinque secondi come avviso prima che avvenga l'iniezione che conclude il ciclo automatico G Led centrifugazione: rimane acceso in modo continuo durante la rotazione del motore; lampeggia quando richiesta limmissione del tempo di centrifugazione H Led sportello bloccato: rimane acceso in modo continuo per tutto il tempo in cui il coperchio bloccato per motivi di sicurezza, cio quando il braccio in rotazione; si spegne quando il braccio completamente fermo e lo sportello si sblocca I Led STOP: acceso in modo continuo quando la macchina si trova in condizione di riposo J Display PV (parte sinistra): indica la temperatura del metallo nel crogiolo; allinserimento della macchina, dopo qualche istante, visualizza 800 C che costituisce il limite inferiore di funzionamento K Display SP (parte destra): visualizza la temperatura impostata; si accende allinserimento della macchina ed indica il valore di temperatura attualmente impostato AL Indicatore luminoso di allarme temperatura: si accende quando, per qualche inconveniente, viene superata di circa 60C la temperatura da stabilizzare; in tal caso il riscaldamento arrestato dallallarme stesso OUT1 Indicatore luminoso di regolazione temperatura: si accende allinserimento della macchina, lampeggia quando viene raggiunta la temperatura impostata C Se acceso indica che le temperature visualizzate sono espresse in gradi centigradi. F Se acceso indica che le temperature visualizzate sono espresse in gradi Fahrenheith. 9.2 Equilibratura braccio di centrifugazione F

Fig. 3

1 2 3 4 5

Contrappeso mobile Manopola di bloccaggio Leva bloccaggio coperchio crogiolo Crogiolo Cilindro

6 Supporto cilindro 7 Finecorsa posteriore 8 Perni di arresto supporto cilindro 9 Piastra supporto crogiolo 10 Riferimenti numerici

Alloggiare nel vano apposito il supporto (6, fig. 3) adatto al cilindro che si intende utilizzare in modo che resti inserito tra i perni blocca supporto (8, fig. 3), quindi inserirvi il cilindro (5, fig. 3). Inserire il crogiolo con il metallo nellapposita sede (4, fig. 3) e bloccare l'eventuale coperchio con l'apposita leva (3, fig. 3). Allentare la manopola di bloccaggio del braccio (2, fig. 3).

A4505 / A4505I - N 001 - lotto 05/200 - Pag. 10 di 24 Far scorrere il contrappeso mobile (1, fig. 3) fino a trovare la condizione di equilibrio. Il contrappeso scorre liberamente se spinto verso il centro della macchina, per muoverlo in senso opposto necessario sganciare la leva posta sotto di esso. Serrare la manopola. Nota: Il settore su cui scorre il contrappeso mobile (1, fig. 3) contrassegnato con riferimenti numerici (10, fig. 3) che permettono di ricordare le posizioni di equilibrio corrette per le varie dimensioni di cilindro utilizzato. 9.3 Accensione Portare linterruttore generale (6, fig. 2) in posizione I, si illuminano la spia verde dellinterruttore e, per qualche secondo, tutti i led della tastiera quindi, terminata la fase di autodiagnosi della macchina, rimarranno accesi i primi sei led rossi (A, fig. 2), e lindicatore luminoso STOP (H, fig.2), se il braccio gi in posizione lampeggia il led del pulsante di sollevamento bobina COIL (D, fig. 2). 9.4 Spegnimento Per disinserire la macchina portare linterruttore generale (6, fig. 2) in posizione 0, si spengono tutti gli indicatori luminosi e vengono disattivate tutte le funzioni. Se la bobina di riscaldo sollevata ed stato lasciato un crogiolo caldo in sede, prima di spegnere la macchina premere il pulsante STOP (8, fig. 2). 9.5 Impostazione della temperatura Per selezionare la temperatura desiderata premere uno dei due tasti (13 o 14 di figura 2), a seconda che sia necessario aumentare o diminuire. Perch il dato inizi a variare occorre tenere premuto il tasto scelto per circa due secondi: mantenendo ulteriormente il tasto premuto lindicazione varia pi velocemente. Si ricorda che si dovranno impostare sempre temperature superiori di alcune decine di gradi al massimo dellintervallo di fusione della lega perch il metallo possa giungere ancora completamente fuso allinterno del cilindro. 9.6 Sollevamento bobina Ruotare il braccio fino a trovare la posizione corretta (il crogiolo deve trovarsi sopra alla bobina di riscaldo) operazione confermata dal lampeggiare della spia del pulsante di sollevamento bobina COIL (4, fig. 2), quindi premere tale pulsante. Se si desidera abbassare la bobina premere il pulsante STOP (8, fig. 2). 9.7 Avvio fusione Per dare avvio alla fusione mettere il crogiolo nellapposito supporto, alzare la bobina e chiudere lo sportello. - Se si vuol fondere in modalit manuale premere il pulsante MELT (3, fig. 2), si accende il led corrispondente. - Se si vuol fondere in modalit automatica premere il pulsante AUTO (5, fig. 2), la spia del pulsante di inizio fusione lampeggia in attesa che venga impostato il tempo di stabilizzazione della fusione, utilizzare i tasti e (9 e 10 di fig. 2) facendo riferimento alla scala STABILIZATION TIME (C, di fig. 2); confermare il dato premendo il tasto MELT (3, fig. 2). Inizia a lampeggiare la spia del pulsante INJECT in attesa che venga immesso il tempo di centrifugazione, agire come sopra con riferimento alla scala ROTATION TIME (B, fig. 2) e confermare premendo il tasto INJECT (6, fig. 2). Terminata questa fase di immissione dati premere definitivamente il tasto INJECT (3, fig. 2). E possibile in qualsiasi momento tornare in modalit manuale premendo nuovamente il pulsante AUTO (5, fig. 2).

A4505 / A405I - N 001 - lotto 05/2000 - Pag. 11 di 24 La fusione pu iniziare solo se la bobina di riscaldo sollevata e lo sportello chiuso. Se si apre lo sportello durante la fusione questa si interrompe per poi riprendere automaticamente alla chiusura. Non avviare mai la fusione senza aver messo prima il crogiolo. Se il crogiolo utilizzato del tipo ceramico devono esserci almeno 15 grammi di lega. 9.8 Potenza e velocit di fusione possibile variare la potenza di fusione, anche a processo gi avviato, agendo sui pulsanti di incremento e decremento (9 e 10 fig. 2); fare riferimento alla scala (A, fig. 2). Diminuendo la potenza erogata si aumenta la durata della fusione: questa operazione interessante per aggredire in modo minore le leghe nobili ad alto tenore ed evitare la sublimazione di alcuni componenti; evitare per questa operazione per le leghe vili che altrimenti tenderebbero ad ossidarsi facilmente. 9.9 Arresto fusione Normalmente, se non ci sono controindicazioni, la fusione si arresta manualmente premendo il tasto di iniezione (6, fig. 2) o, in modo automatico, al termine del tempo di stabilizzazione impostato. Se necessita per, si pu bloccare il processo di fusione premendo il pulsante di stop (8, fig. 2) oppure aprendo lo sportello (ATTENZIONE! quando si chiude lo sportello la fusione riprende). 9.10 Avvio della centrifuga La centrifuga non pu essere avviata se non sono rispettate tutte le condizioni di sicurezza (sportello chiuso) e non stato eseguito il corretto ciclo di operazioni (bobina sollevata, cilindro e crogiolo in sede, fusione avviata). 1. in modalit manuale: - premere il pulsante di centrifugazione (6, fig. 2); 2. in modalit automatica (led F fig. 2 acceso) - la centrifuga si avvier automaticamente una volta trascorso il tempo programmato di mantenimento della temperatura. Esiste la possibilit di fermare il ciclo in caso di necessit: cinque secondi prima della centrifugazione il led specifico (F, fig. 2) inizia a lampeggiare e viene emesso un segnale acustico. Durante la centrifugazione lo sportello bloccato, pertanto non si pu e non si deve aprire. 9.11 Arresto della centrifuga Larresto della centrifuga pu avvenire in due modi: automatico: allo scadere del tempo programmato viene tolta lalimentazione del motore ed il braccio si arresta per inerzia; manuale: premendo il tasto stop. 9.12 Apertura dello sportello Lo sportello pu essere aperto solo se la macchina accesa. Quando non sussistono condizioni di pericolo e la spia di coperchio bloccato (H, fig. 2) spenta, si pu impugnare la maniglia e tirare verso lalto.

A4505 / A4505I - N 001 - lotto 05/200 - Pag. 12 di 24

10. SCELTA DEL CROGIOLO


Consigliamo vivamente di seguire attentamente i consigli riportati in calce al fine di ottenere i migliori risultati dalla fonditrice in Vostro possesso. Crogioli ceramici: RT101, RT100 e RT104. RT101: Crogiolo normale, impasto standard, consigliato per la fusione di leghe non preziose e Cr-Co. RT100: Crogiolo ceramico con rivestimento interno di nitruro di silicio, atto a garantire una maggior durata del crogiolo. Consigliato in modo particolare per leghe non preziose per ceramica. Le sue prestazioni sono comunque ottimali anche per lutilizzo di tutte le leghe non preziose. RT104: Crogiolo ceramico con rivestimento interno di ossido di zirconio, atto a garantire una maggior scorrevolezza del metallo. Consigliato in modo particolare per leghe palladiate. I primi due crogioli sopra descritti vanno preriscaldati, in genere nello stesso forno in cui sono posti i cilindri di fusione, per almeno 5 - 10 minuti prima della loro utilizzazione, ricordarsi di rimuovere la scoria rimasta nel crogiolo stesso. Non necessaria alcuna vetrificazione. Crogioli con rivestimento in grafite. RT102: Crogiolo in grafite depositata, per la fusione di tutte le leghe preziose che possono essere fuse in tale materiale. RT103: Crogiolo in grafite sinterizzata adatto alla fusione delle leghe palladiate e di tutte le leghe preziose. Tutte le fusioni di leghe preziose risultano notevolmente migliori. Durante il primo utilizzo occorre scaldare lentamente il crogiolo; ci significa impostare la potenza di fusione al minimo (premere il tasto 10 di fig. 2 finch resta illuminato solo uno dei led indicatori multifunzione (A, fig. 2)) durante il processo di riscaldamento del metallo in modo che tra questultimo ed il crogiolo non vi sia mai eccessiva differenza di temperatura. Nota: lintroduzione di pezzi che per forma e/o dimensione si incastrino tra le pareti del crogiolo pu provocarne la rottura. Questi pezzi durante il riscaldamento si dilatano esercitando una notevole pressione sulle pareti del crogiolo provocandone il cedimento.

11. PROCEDURA CORRETTA DI LAVORO


11.1 Modo manuale (led del tasto AUTO spento o con macchine prive di pirometro) Accendere la macchina. Aprire lo sportello ed effettuare il bilanciamento del braccio per il cilindro che si intende utilizzare. Ruotare il braccio finch la spia del pulsante sollevamento bobina non lampeggia. Alzare la bobina premendo il tasto COIL. Regolare lo spunto della centrifuga (basso per leghe pesanti e molto scorrevoli, alto per quelle leggere e per le palladiate). Se si dispone di pirometro, impostare la temperatura desiderata. Chiudere lo sportello. ). Impostare il livello di potenza di fusione desiderato ( Premere il pulsante MELT.

A4505 / A405I - N 001 - lotto 05/2000 - Pag. 13 di 24 Attendere che il metallo sia fuso (la temperatura rilevata pari a quella impostata sullo strumento di controllo). Aprire lo sportello, inserire il cilindro ed eseguire il bilanciamento del braccio, se loperazione non gi stata precedentemente eseguita. In tal caso alla chiusura bisogner attendere che il metallo riprenda calore. Premere il pulsante INJECT. Lasciare che la centrifuga si arresti automaticamente una volta trascorso il tempo programmato o premere il pulsante STOP. Attendere che si spenga la spia di blocco. Aprire lo sportello e prelevare il cilindro con pinze opportune. Quando tutte le fusioni sono terminate spegnere la macchina per mezzo dellapposito interruttore (pos. 0). 11.2 Modo automatico (led del tasto AUTO acceso - solo per macchine con pirometro ottico e strumento di controllo) Accendere la macchina. Aprire lo sportello ed effettuare il bilanciamento del braccio per il cilindro che si intende utilizzare. Ruotare il braccio finch la spia del pulsante alza bobina non lampeggia. Alzare la bobina premendo il tasto COIL. Regolare lo spunto della centrifuga (basso per leghe pesanti e molto scorrevoli, alto per quelle leggere e per le palladiate). Impostare la temperatura desiderata sullo strumento di controllo. Inserire il cilindro ed eseguire il bilanciamento del braccio. Chiudere lo sportello. Premere il pulsante AUTO/PROG, la rispettiva spia si accende ed inizia a lampeggiare quella del tasto MELT. ). Selezionare il tempo di stabilizzazione della fusione ( Premere il pulsante MELT, inizia a lampeggiare la spia del tasto INJECT. ). Selezionare il tempo di centrifugazione ( Premere il pulsante INJECT, la relativa spia si spegne. ). Impostare il livello di potenza di fusione desiderato ( Premere il pulsante MELT per avviare il ciclo automatico. Cinque secondi prima della centrifugazione la spia del pulsante AUTO passa da accesa a lampeggiante. Trascorsi i cinque secondi la centrifuga viene avviata automaticamente. Se non si vuole andare in centrifugazione premere il tasto AUTO entro questo tempo, si passa in modo manuale. Lasciare che la centrifuga si arresti automaticamente. Attendere che si spenga la spia di sportello bloccato (LOCK). Aprire lo sportello ed estrarre il cilindro con pinze opportune. Quando tutte le fusioni sono terminate spegnere la macchina per mezzo dellapposito interruttore (pos. 0).

A4505 / A4505I - N 001 - lotto 05/200 - Pag. 14 di 24

12. ANOMALIE E MESSAGGI DI ERRORE


La macchina non si accende. Assicurarsi che la spina sia inserita e che vi sia corrente alla presa. Se la causa non questa verificare che linterruttore magnetotermico di sicurezza sia in posizione I (ON): - rimuovere il pannello di protezione destro (13, fig. 1). - portare linterruttore magnetotermico sulla posizione I. - rimettere il pannello di protezione. La macchina va in blocco. Vi sono condizioni anomale che vengono riconosciute dal microprocessore della fonditrice e visualizzate utilizzando i led indicatori multifunzione (A, fig. 2) secondo i seguenti codici di errore uniti ad una sequenza di segnali acustici. La numerazione dei led parte dal fronte della macchina e prosegue verso la parte posteriore. 1. Primo led acceso: errore sulla tastiera. Contattare il servizio di assistenza tecnica. 2. Secondo led acceso: non stata immessa lacqua di raffreddamento. Mettere lacqua come spiegato precedentemente. Se questa operazione stata appena eseguita e rimane visualizzato questo messaggio di errore, significa che la pompa non innesca: provare ad inclinare la macchina allindietro mettendo sotto i piedini anteriori uno spessore di 10-15 cm e lasciarla in questa condizione per circa 10 minuti quindi spegnere la macchina e appoggiarla sul pavimento. Riaccendere la macchina.

3. Primo e secondo led accesi: errore nel percorso di discesa della bobina. Spegnere e riaccendere la macchina, potrebbero essere danneggiati i microinterruttori finecorsa, se il problema si ripete contattare lassistenza.

4. Terzo led acceso: serratura aperta con sportello chiuso. Spegnere la macchina e riaccenderla, se necessario contattare lassistenza.

5. Terzo e secondo led accesi: serratura chiusa con sportello aperto. Spegnere la macchina e riaccenderla. Ricordarsi di chiudere il coperchio prima di avviare la centrifuga. Se necessario contattare lassistenza.

A4505 / A405I - N 001 - lotto 05/2000 - Pag. 15 di 24

6. Quarto led acceso: il motore utilizzato per sollevare ed abbassare la bobina ha superato il tempo massimo, potrebbero essere sporche le guide della bobina (vedi capitolo 13. manutenzione). Riavviare la macchina e se necessario contattare lassistenza.

7. Primo e quarto led accesi: errore nel percorso di salita della bobina. Spegnere e riaccendere la macchina, potrebbero essere danneggiati i microinterruttori finecorsa, se il problema si ripete contattare lassistenza. La fusione si interrompe e si sentono una serie di segnali acustici. Se si sono fatte molte fusioni di seguito la temperatura dellacqua di raffreddamento potrebbe essere salita eccessivamente. Spegnere la macchina e riaccenderla dopo unora circa oppure sostituire l'acqua distillata del circuito di raffreddamento. Se il problema non si risolve contattare lassistenza. Il coperchio non si apre. La macchina non accesa, accenderla, oppure la serratura bloccata, contattare l'assistenza. Durante la centrifugazione la macchina vibra. Non stato eseguito correttamente il bilanciamento del braccio. Eseguirlo come spiegato nelle istruzioni operative.

13. MANUTENZIONE
Pulire il vetro di ispezione prima di ogni fusione. Se il vetro sporco il lettore ottico non pu rilevare correttamente la temperatura. Verificare almeno una volta allanno il livello dellacqua distillata. Il livello da raggiungere indicato sul serbatoio con una linea - prima di togliere lo sportello anteriore accertarsi sempre che la spina sia disinserita. Quando si effettua il controllo precedente, pulire e lubrificare con lubrificanti siliconici la superficie di scorrimento del sistema alza bobina. Il deposito di polvere potrebbe rendere difficoltosi i movimenti della bobina. Pulire la piastra isolante che tiene le due aste supporto bobina prima di richiudere il pannello frontale.

15. GARANZIA
Lapparecchio garantito 12 mesi. La garanzia decade in caso di uso improprio, manomissione o utilizzo di ricambi non originali. Per la gestione della garanzia attenersi scrupolosamente a quanto riportato nel certificato consegnato con l'apparecchiatura. La garanzia non copre le spese di manodopera e trasferta, che saranno sempre e comunque a carico dellacquirente.

A4505 / A4505I - N 001 - lotto 05/200 - Pag. 16 di 24

15. SCHEMA ELETTRICO


Pos. 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10. 11. 12. 13. 14. 15. 16. 17. 18. 19. 20. 21. 22. 23. 24. 25. 26. Descrizione Microinterruttore sollevamento bobina finecorsa inferiore basso Microinterruttore sollevamento bobina finecorsa inferiore superiore Interruttore termico Pressostato Microinterruttore sportello Microinterruttore serratura coperchio Microinterruttore (interblocco) bobina abbassata Rel di fusione Rel motore centrifuga Interruttore magnetotermico Motore sollevamento bobina Sonda di corrente Sensore di posizione per il braccio Trasformatore alimentazione elettronica Trasformatore alimentazione piloti Pompa acqua Ventilatore Interruttore generale Strumento di impostazione temperatura Pirometro ottico Reostato regolazione spunto Motore centrifugazione Raddrizzatore scheda di potenza Filtro EMC di rete Filtro EMC raddrizzatore Microinterruttori sicurezza pannelli

A4505 / A405I - N 001 - lotto 05/2000 - Pag. 17 di 24

A4505 / A4505I - N 001 - lotto 05/200 - Pag. 18 di 24

16. DISTINTA COMPONENTI


POS.
A1 A2 A3 A4 A5 A6 A7 A8 A9 A10 A11 A12 A13 A14 A15 A16 A19 A22 A23 A24 B1 B2 B3 B4 B5 C1 E1 E2 E3 E4 E5 E6 F1 F2 F3 F4 G1 G2 G3 G4 G5 G6 G7 G8 G9 G10 G11 G12 H1 H2 H3 H4 H5 H6 H7 H8 H9 H10 H11 H12 H13 H14 H15 H16 H17 H18 H19 J1

CODICE

DESCRIZIONE
TELAIO PANNELLO ANTERIORE PANNELLO POSTERIORE SPORTELLO MANIGLIA SPORTELLO VETRO ISPEZIONE RETE ANTIFREQUENZA GHIERA FISSAGGIO VETRO PERNO ANCORAGGIO CAMMA CAMMA SPORTELLO MICROINTERRUTTORE ROTELLA 2 CONTATTI STAFFA MICROINTERRUTTORE SPORTELLO BLOCCO CHIUSURA SPORTELLO INTERBLOCCO CHIUSURA STAFFA INTERBLOCCO SQUADRA FERMA SPORTELLO MASCHERINA SUPPORTO COMANDI KIT VETRO ISPEZIONE 37M PANNELLO LARELALE DESTRO MICROCONTATTO L. PIATTA FOTODIODO O.P.M. MONOFASE FILTRO OTTICO CAVO PER FOTODIODO CM.100 PASSACAVO STRUMENTO T.H.M. MONOFASE/TRIFASE RONDELLA DENTELLATA MANOPOLA FISSAGGIO BRACCIO RONDELLA PIANA MOZZO COMPLETO 37M PULEGGIA DIAM. P160 1 GOLA RONDELLA SICUREZZA GHIERA PULEGGIA BOBINA DI RISCALDO DIAM. 38 37M PIASTRA SUPERIORE GUIDA BOBINA PIASTRA INFERIORE GUIDA BOBINA TUBO ASTA BOBINA PANNELLO REGOLAZIONE SPUNTO MANOPOLA COMPLETA D.36 INTERRUTTORE BIPOLARE TASTO NERO SPIA VERDE REOSTATO 75W 15 Ohm TASTIERA OPERATIVA BINARIO RELE SQUADRETTA BLOCCO MORSETTI BASETTA RELE 9203 RELE 12V C.C. ISOLANTE TERMINALE MORSETTI AUTOMATICO BIPOLARE 16A CAVO PIATTO CON CONNETTORI BRACCIO CENTRIFUGA COMPLETO 37M CONTRAPPESO MOBILE MOLLA ARRESTO CONTRAPPESO LEVA ARRESTO CONTRAPPESO SPINA ELASTICA SPINA PER CONTRAPPESO CONTRAPPESO FISSO BOCCOLA PER TIRANTE TIRANTE PER BRACCIO TRAVERSA PER BRACCIO PIASTRA FISSAGGIO PORTACROGIOLO FERMA COPERCHIO CROGIOLO 37M PORTACROGIOLO D.38 37M KIT PORTACROGIOLO COMPLETO 37M SUPPORTO CILINDRO 1X SUPPORTO CILINDRO 3X SUPPORTO CILINDRO 6X SUPPORTO CILNDRO 9X BRACCIO CENTRIFUGA 37M SCHEDA SUPER VISORE

80009211 80009251

80003016 80009210 63000451 63000407 63000405 63000450 80200130 80500110

80100080 80100600 80101040 80000020 80001050 80009260 80009610 80009111 80009112 80009660 80200060

80003045 80200125 80200120 80003042 80200310 80200320 80003194 80003195 80003196 80003197

A4505 / A405I - N 001 - lotto 05/2000 - Pag. 19 di 24

A4505 / A4505I - N 001 - lotto 05/200 - Pag. 20 di 24

POS.
D1 D2 D3 D4 D5 E3 E4 E5 E6 F1 F2 F3 F4 F5 F6 F7 F8 F9 F10 F11 F12 F13 F14 F15 F16 F17 F18 F19 F20 F21 F22 F23 F24 F25 F26 F27 F28 F29 J2 J3 J4 J5 J6 J7 J8 J9 J10 J11 J12

CODICE
80700097

DESCRIZIONE
GRUPPO MOTORE 37M BINARIO SQUADRETTA BLOCCA MORSETTI MORSETTO 2 CONTATTI CINGHIA A 28 MOZZO COMPLETO 37M PULEGGIA DIAM. P160 1 GOLA RONDELLA SICUREZZA GHIERA PULEGGIA BOBINA DI RISCALDO DIAM. 38 37M PIASTRA GUIDA SUPERIORE BOBINA PIASTRA GUIDA INFERIORE BOBINA TUBO ASTA BOBINA PIASTRA ALZA BOBINA SOSTEGNO INFERIORE ALZA BOBINA SOSTEGNO PIASTRA ALZA BOBINA ANGOLARE ALZA BOBINA ALBERO ALZA BOBINA SLITTA SCORRIMENTO ALZA BOBINA MICROCONTATTO DOPPIO MICROCONTATTO DOPPIO ANCORAGGIO PIATTO MICROCONTATTO PIATTINA MICROCONTATTO SOSTEGNO ALZA BOBINA SOSTEGNO MOTORIDUTTORE ANGOLARE INFERIORE ALZA BOBINA BIELLA ALZA BOBINA MOTOREE SOLLEVAMENTO BOBINA PERNO ALZA BOBINA TACCHETTO BOBINA LATO FREDDO TACCHETTO BOBINA LATO CALDO CONDENSATORE 60nF 1500VRMS 450 KHz TACCHETTO BOBINA TRASFORMATORE RACCORDO TUBO BOBINA SENSORE DI TEMPERATURA TRASFORMATORE ADATTAMENTO STAFFA SENSORE DI PROSSIMITA SENSORE DI PROSSIMITA SCHEDA CONTROLLORE ANALOGICO SCHEDA ALIMENTAZIONE SCHEDA POTENZA ASPIRATORE ELICOIDALE KIT TRASFORMATORE AMPEROMETRICO STAFFA ANCORAGGIO SCHEDE KIT SCHEDE 37M STAFFA DISSIPATORE - FILTRO DISSIPATORE PER RADDRIZZATORE 25A FILTRO ANTID. FIN 40 RADDRIZZATORE 25A

80003608 80500110

80100080 80100600 80101040 80100650

80100660 80009212 80009212

80100670

80009132

80009460 80009215

80003006 80009480 80009650 80009138 80009201

A4505 / A405I - N 001 - lotto 05/2000 - Pag. 21 di 24

A4505 / A4505I - N 001 - lotto 05/200 - Pag. 22 di 24

POS.
K1 L1 L2 L3 L4 L5 L6 L7 L8 L9 L10 L11 L12 L13 L14 L15 L16 L17 L18 L19 L20 L21 M1 M2

CODICE
80009139 82000152

DESCRIZIONE
FILTRO ANTID. FIN 50 SERBATOIO ACQUA FASCETTA 10-16 TUBO 7-12 VITE FASCETTA 20-32 TUBO GOMMA 20-26 RACCORDO TRE VIE PLASTICA D.22 RIDUZIONE 3/8 - 1/4 STAFFA RUBINETTO VALVOLA A SFERA ATTACCO ACQUA D. 1/4 POMPA ACQUA MONOFASE V220 50Hz STAFFA RUBINETTO RACCORDO TRE VIE 2060 1/4 PRESSOSTATO PMN1 CAPPUCCIO CAP1 PER PRESSOSTATO RACCORDO A GOMITO 1/4 ATTACCO ACQUA D. 1/4 KIT PRESSOSTATO PMN1 RACCORDO D. 1/4 M.M RACCORDO D. 1/4 F -1/8 F TRASFORMATORE 220V/12V/15V/12V/24V TRASFORMATORE 220V/4X18V

82000100

82000070 80009465 80009470

A4505 / A405I - N 001 - lotto 05/2000 - Pag. 23 di 24

A4505 / A4505I - N 001 - lotto 05/200 - Pag. 24 di 24

C.I.E. DENTALFARM S.r.l.


Via Susa, 9/a - 10138 TORINO - ITALY tel. (++39) 011 43465588 - 4346632 fax (++39) 011 4346366 e-mail info@dentalfarm.it www.dentalfarm.it

file: IS_A4505.doc