Sei sulla pagina 1di 6

Sport la Provincia

Lunedì 13 ottobre 2008

1 ·visione, settima giornata Occasionissima per Guidetli, che blocca la palla respinta dal portiere
e fila verso la porta. Il suo tiro viene respinto di piede da Anania -
CREMONESE 3

4>,
Punizione di Pesa~esi, para Anania
PRO PATRIA 1 ---------­ -----"_._­
Cremonese in vantaggio. Viali viene trattenuto inarea e
Cremonese: G. Bianchi, , l'arbitro assegna il calcio di rigore ai griglorossi. Sui
A. Bianchi, Pesaresi, Carot~
. dischetto Saverino, che spiazza il portiere
ti, Viali, Cremonesi, Ferra­

rese (dal 4O'pt Vitofrance·


Guidetti lancia Gori in contropiede, ma il centrocampista anziché
sco), Gori, Graziani (dal 13'
tirare serve ancora Guidetti marcato
st Tacchinardi), Saverino,

Guidetti (dal 35' st Teme­


-~-_ .. _ - - - - ­
Iin). A disposizione: Paolo­

ni, Fietta, Ghrerardi, Coda.


Cremonese in dieci. Cremonesi si guadagna il rosso per la trattenuta
di Cammarata lanciato verso la porta da Correa
All.laconi.

Pro Patria: Anania, Music,


Tiro di Guidetti di sinistro, para Anania
_.- ---_._­ - - - - ­ '--­ -­
Barjie (dal 4'st Bruccini),

zappacosta (dal 26' st Mo­

sciaro), Polverini, Urbano,


4):.
.
Raddoppio della Cremonese. Fallo al limite su Graziani di
Polverini, batte Saverino con ÌJn tiro a foglia morta e infila
Melara (dal 4'st Cusano),

Cristiano, Cammarata, Cor­

rea, Toledo. A disposizio­


,
---­
. Anania, apparso decisamente sorpreso
-.- ----­
Gol della Pro Patria. L'arbitro Meli vede un fallo (spinta o
ne: Petr, Dicuonzo, Morel­

lo, Dalla Bona). Ali. Lerda.

Arbitro: Meli di Parma (as­

4> mano?) di Alberto Bianchi e assegna il rigore ai bustocchi.


, Correa calcia molto angolato, Bianchi intuisce ma non ci
arriva
. --­ --­ ._---
sistenti Perrone di Modena
CI prova Toledo da-lontal1o, para Bianchi in due tempi
eTremolada di Monza).
.._----­ ._.... _-­ ._-~--------- --
Reti: nel pt. Saverino a116'
Punizione di Correa, colpo di testa di Urbano alto di poco
(rigore); nel st Saverino al

1', Correa all'S' (rigore), Te­

melin al 43' (rigore).

Note: spettatori 5 mila cir­

ca per un incasso di 33.095

euro. Espulso al 37' pt Cre­

monesi per fallo da ultimo

uomo. Ammoniti Carotti,

Graziani, Saverino; Music,

POlverini e Correa. Angoli

6-4 a favore della Pro Pa­

tria.

Il difensore Cremonesi esce a testa bassa dopo l'espulsione

Doppietta di SaverinfJ (rigore eplfflizione), Cremonesi espulso, pena1ty di Correa perbustocchi, poi l'ex Temelin dal dischetto

La 3-1
ioconel lrimote
Q1l:ilorglo ljarOlen
CREMONA - Ecco la risposta «Mai tirato in porta»

. rrunziani
«I veri
che volevamo. E non ci riferiamo
solo al risultato (3-1 contro l'im­
battuta Pro Patria) ma all'intensi· .. .
tà e alla qualità del gioco. La Cre­
moneseèpia.ci~ta nel primo ~em­
sono l gngtofOSSl»
po, quando SI giocava ad armI pa­
ri. Ma soprattutto abbiamo ap­
Lerda èpolemico
prezzato lo spirito di sacrificio e
la sofferenza della ripresa, con
un uomo in meno in campo e l'ar­
bitro che ad un certo punto non
ne indovinava più una. .
. La Pro Patna, che sino a ieri
aveva fatto 18 punti ed incassato
solo un gol, si è ridimensionata; è
tornata sulla terra ferma. La
squadra di Lerda gioca un buon
ccilcio, elementare ma efficace. I
tre uomini fra le linee di metà
campo hanno ~ualità e si muovo­
no in sintonia Cristiano, Correa
e Toledo), la di esa raramente la­
scia scoperta la posizione. Ieri
mancava anche Fofana, che è at·
taccante veloce, ma in fondo Carotti in contrasto con Cammarata Il calcio di rigore trasformato da Temelin al 43' della ripresa
Bianchi ha dovuto compiere una
sola vera parata su punizione di TI centrocampista veronese se l'è gol non è casuale la corsa verso la una punizione si innesca una lllÌ­ di Parma vede un fallo di Alberto
Correa. presa, ma non c'era alternativa. panchina ad abbracciare il suo schia in area, Viali cade a terra Bianchi su Cammarata e fischia il L'allenatore Lerda
Mister Ivo Iaconi ha letto alla Nella ripresa sulla partita riaper­ mistero Ma sul podio vanno messi spinto e l'arbitro assegna il rigo­ rigore per la Pro Patria. Bianchi
Il~r.f~z~op.e la partit~, sia p~r l'un­ ta dal ngore per la Pro Patna il Carotti, l'intera difesa e Tacchi­ re alla Cremonese. Sul dischetto intuisce il tiro di Correa ma non di Marco Frigoli
dICI InIZIale che nel cambI quan· tecnico ha tolto una punta per far . nardi. va Saverino (bella responsabili­ ci arriva. La Cremonese va in sof­
do è rimasto con un uomo in me­ posto a Tacchinardi, il 'sempre· La cronaca. Iaconi si affida alla tà) e spiazza Anania. Guidetti la­ ferenza, l'arbitro va in tilt, ma al CREMONA - il tecnico
no dal 37' del primo tempo. Al­ pronto' ad ogni evenienza. E nel coppia centrale di difesa formata scia al 33' a Gori la palla del 2-0 43' Carotti si lancia in area e vie­ della Pro Patria Franco
l'espulsione di Cremonesi (tratte­ finale dentro Temelin per Guidet· da Cremonesi (al suo esordio) e ma il centrocampista non calcia e ne spintonato (non sarebbe mai Lerda incassa il primo ko
nuta su Cammarata lanciato a re­ ti. Tutto secondo logica. Viali, in avanti c'è Graziani al si I?erde l'occasIOne. Cremonesi arrivato sulla palla da Bruccini). stagionale senza scompor­
te ai limiti dell'area) il tecnico L'eroe della giornata è stato Sa· fianco di Guidetti. Pronti via e fimsce fuori al 37', ma la Cremo­ Meli dà il rigore. da buon ex Te­ si pIÙ di tantopur lanCIan­
non ha tolto un attaccante per far verino, che con i suoi due gol ha proprio Guidetti potrebbe segna· nese passa ancora all' della ripre­ melin non fallisce. Ed è esultan­ do una staffilata ~olemi­
posto ad un altro difensore, ma salvato il suo brutto momento e re, ma il portiere devia di piedi il sa, sempre con Saverino, stavolta za, finalmente fra gli applausi del ca all'indirizzo di Guidet­
ha dovuto sacrificare Ferrarese. la panchina di Iaconi. Al primo suo tiro. La prima svolta al 16': da su calcio di punizione. All'8' Meli pubblico. ti. "Partiamo dal primo
tempo· argomenta l'alle­
natore bustocco - quando
avevamo cominciato noi
a fare la partita. Abbia­
Hanno detto che... VerdeUi: «Match equilibrato, la chiave è stata il secondo gol» mo J?erò commesso un fal­
lo VICinO alla bandierina

Tacchinardi: «Forse qui agennaio»


e Guidetti è stato bravo a
buttarsi: da lì è scaturito
il primo rigore. Mi spiace
per il secondo.g~l, q,Uello
Costacurta: «lofitturo allenatore grigiorosso? No comment» preso su pUnIZIOne, che
c'era: lapàlla è passata in
• Alessio Tacchinardi (ex centrocampista della Juventus). mezzo alla barnera e non
"Una vittoria sofferta ma meritata, che ha interrotto la fuga dovevamo commettere
della prima in classifica. Ho I?erò notato una Cremonese sotto questo errore».
Dunque? «Faccio i com­
tensione e pressione: non mI è sembrata molto sciolta, forse .plimenti ai miei ragazzi
perchè aveva troppo rispetto per la Pro Patria. Mi ha colpito che hanno giocato con
questo pubblico caldo e passionale, con tanta voglia di calcio: IJersonalità contro una
con questa cornice la squadra avrebbe dovuto osare di più. Cremonese che era alla
Adesso sono fermo, ma vediamo cosa succede a gennaio: può partita da 'dentro o fuo­
anche darsi che io venga qua». ri'. I marziani sono i gri­
• COrqldo Verdelli (ex allenatore grigiorosso). "Un match giorossi, noi invece siamo
equilibrato, in cui tutti ~li episodi hanno girato a favore della ragazzi umili".
Cremonese. La Pro Patnà ha giocato inizialmente con maggio­ La Pro Patria ha gioca­
re tranquillità, la Cremonese pur in inferiorità si è difesa be­ to sotto ritmo? «No, in
ne ed è ripartita: l'episodio chIave è stato il gol su punizione». campo la squadra ha fato
• In tribuna ieri c'era anche BiIly Costacurta: alla nostra do­ to VIaggiare bene la pal­
manda se fosse lui il futuro allenatore grigiorosso in caso di la. La Cremonese ha se­
esonero di Iaconi, l'ex rossonero ha risposto con un secco "No gnato solo su palla da fer­
comment", limitandosi ad asserire di aver assistito ad «una mo e non ha mai calciato
bella partita». AlessioTacchinardi in tribuna in porta».
I..a Provincia
Lunedì 13 ottobre 2008 Sport m
LE PAGELLE
di Giorgio Barbieri

1" ; '-OC - I. c '-*":'.:z#s;_.~ G. Bianchi - Gara di gran­


;" de attenzione e stupenda para-o
ta salvavita su punizione di
Correa. Sui rinvii di piede or­
mai non migliora più

A. Bianchi - Preciso e
puntuale negli interventi di anti­
cipo. Prima più a destra e poi
al centro fa molto bene

Pesaresi - Una prestazio­


ne attenta, con parecchi recu­
peri nei momenti di maggior
pressione awersaria

Carotti - E' dappertutto, cu­


ce e ricuce l'azione, si spende
tutto nella corsa. Si guadagna
anche un calcio di rigore. E' lui
la fotografia della sofferenza
nella ripresa·

Viali - Dirige con grande ca­


pacità il reparto difensivo.
Quando gioca tranquillo è uno
dei migliori giocatori della cate­
goria

La straripante gioia di Saverino dopo il primo gol. Il centrocampista ha Cremonesi - Non ce la


segnato su punizione anche il 2-0 (nella foto) (fotoservizio Ib frame) sentiamo di gettare la croce ad­
dosso al difensore per l'espul-
nmister. «Mi spwe per Cremones~ ora però dobbiamo riconfennarci a questi livelli»
I ­

sione. Ha fatto quello che dove­


va. Sin lì era stato bravo
«Una gara ricca dì agonism »

Ferrarese - Ha ragione
di arrabbiarsi per la sostituzio­
ne, era in crescita. Ma è stato. ­
sacrificato giustamente per
l'espulsione di Cremonesi

Iaconifa i complimenti a tu, Gori - Appare ancora un po'


pesante nella corsa, ma lavora
bene di fisico. Sulla coscienza ••
«In vittoria è il giusto premio»
quel pallone ridato a Guidetti
quando doveva calciare lui
di Ivan Ghigi più pronti rispetto ad altre gare. Però
contro un avversario come la Pro era Graziani - Si applica nella­
CREMONA - Ivo Iaconi ha ritrovato facile avere la tensione giusta, lunedì voro che gli ha chiesto il mi­
la Cremonese che sembrava smarrita nel derby dovremo avere la stessa
lungo la strada. grJnta e quindi ,!ttendo verifiche. TI ster. Fra falli subiti, reclamati e • ­
((Contro una squadra fortissima ­ mIO compIto sara mantenere guesta assegnati è sempre utile
dice il tecnico - abbiamo disputato tensione a livelli giusti e curare 1 parti­
una buona gara. Loro scambiano bene colari».
negli spazi stretti, sono sempre perico­ La prova di Cremonesi è stata fer­ Saverino - Due gol che ri­
lOSI, ma noi abbiamo chiuso le vie cen­ mata da un'espulsione. lanciano la squadra, salvano il
trali». ((Mi spiace tanto per lui che stava suo momento e la panchina di
Dopo aver detto che la difesa larga andando bene. DORO mesi di tribola­ laconi. Si assume la responsa­
soffre, siè visto un schieramento in ef­ zioni il suo rientro e finito presto, ma bilità del rigore, il coraggio cer­
fetti più stretto. il suo era fallo da ultimo uomo. Ci sia­
mo fatti sorprendere da due palle per­ to non gli manca
((Dovevamo giocare così per costrin­ se di fila».
gere la Pro ad andare larga. Abbiamo Gli episodi decisi dall'arbitro come
-- chiuso bene, ma queste gare richiedo­ li giudica? Guidetti - Una partita di sa­
no tanta sofferenza e penso che la vit­ ((TI rigore contro di noi non l'ho capi­ crificio, spesso solo in mezzo a
toria sia un grande premio per tutti». to, si vene che l'arbitro ha visto qualco­ tre avversari. Si mangia un gol • •
Quanto ha contato il fattore caratte· sa, ma il direttore di gara fa parte del all'inizio, poi fa quello che può
re? gioco e lo dobbiamo accettare».
HIn percentuale tantissimo, ma tut­ Il pubblico ha sostenuto la squadra,
te le partite in questa categoria richie­ ha avuto una risposta anche in questo Vitofrancesco - I com­
dono tanta rabbia. Se teniamo sempre senso? piti che gli affida laconi sono
questo livello agonistico facciamo bel­ «npubblico lo dobbiamo trascinare
la figura ed escono anche altre quali­ noi. Se lo facciamo ci segue, altrimen­ tutti difensivi e lui non sgarra.
tà. Non si può prescindere dall'agoni­ ti la gente capisce che non stiamo fa­ Si mette a disposizione sulla
smo, poi col tempo dovremo arrIvare cendo bene e critica. Quando gioche­ destra
anche alle combmazioni più disinvol­ remo liberi da certe pressiOnI allora
Mister laconi e Graziani pronti a scattare a fine partita te e svelte. Ma già stavolta eravamo saremo anche più disinvolti».
Taceliinarai~ln qualsia­
si momento lo metti in campo
I giocatori. Savenno e Viali: «Dimenticate le brntte prove delle ultime settimane» sei sicuro che non tradirà. Il
centrocampista ha fatto da bar­

'E' un gruppo che lotta con orgoglio'

ricata in mezzo, ma non solo

Temelin -In campo da set­


te minuti chiede di battere il cal­
cio di rigore contro la sua ex
CREMONA - La riscossa grigiorossa J··-··t-_·; i ~ ---J-_.- .:( applica un buon gioco ed è una bella
squadra. E non fallisce
è partita dai piedi di Davide Saverino --l i J-··~r-·' l ' s9.uadra. Ma noi abbiamo messo orgo­
che, con la sua doppietta, ha incanala· -( -r--I l' J glIO e voglia, abbiamo aspettato l'av­

~j~:~J=r~

to nella giusta direzione il match del­ versario per colpirlo. La direzione


la svolta. «Parlo per il gruppo perché
I r
:... ..;- .-!
.," , dell'arbitro? Dal campo sembrava un laeoni - Buona la disposi­
il gol su rigore e quello su punizione ~;( ; .~ __J/"-- po' a sfavore. Sul mio rigore sono sta· zione del primo tempo, altret­
sono sempre merito di tutti. E' una vito
toria importante perché stavamo at­
-
~:! ···l
. ' . i
to toccato ma la palla non la prende·
vo più. Diciamo che ha compensato il
tanto buone le decisioni nei
cambi. La squadra gioca al cal­
traversando un brutto momento e sia­
i

..). J- ._}-__ J .._{-- -<


-:1 loro. Comunque si è vista una Cremo­
cio e dimostra che sa soffrire
··r­
mo stati bravi a reagire. La capolista
è molto forte, ha giocatori molto com­
petitivi per la categoria, ma siamo sta­
;-'0.. -
·--f- "--1
nese attenta, stretta dietro e con tan·
to carattere».
Gianluca Temelin il gol dell'ex l'ha
ti bravi a soffrire, anche in dieci, e a ( firmato. «E' stata una gara dura e Arbitro - Meli di Parma
colpire. E' stata la reazione che vole­ combattuta/la Pro è una grande squa· non convince quasi mai. Rigori
dra, ma nOI in dieci abbiamo tirato
v~mo?,non J?otevamo essere quelli vi· fuori gualità che forse in undici non un po' esagerati, falli rovesciati
Sti nelle ultime gare». sareboero emerse. Abbiamo conces· e poca personalità
Ti sei preso una bella resJ?onsabili­ so poco a loro, adesso dobbiamo con·
tà sul rigore... «Me lo sentivo ed ho fermarci. Non guardiamo la classifi~
chiesto a Guidetti di lasciarmi la palo . ca». Pro Patria - Anania 5, Music 6,5,
·la: è questa la forza del gruppo». Mario Tacchinardi ha combattuto Barjie 6,5, Zappacosta 6, Polverini 5,5,
L'arbitro ti ha fatto arrabbiare? secondo il suo stile. «Bravi tutti i gri­
«Mi ha dato fastidio perché si è scusa· Urbano 5,5, Melara 5, Cristiano 6, Cam­
giorossi questo risultato ci voleva e marata 6, Correa 7,5, Toledo 7, Bruccini
to più volte dicendo di non aver vi· fa moraie. Lunedì c'è il derby che per
sto...». me è una gara particolare, Cl tengo a 6, Cusano 6, Mosciaro 5,5. AlI. LeTda 6.
Una dedica? «A mia mo&lie Manue· fare bella figura».
la che mi è stata molto vicma e ad un Sç>ddisfCl:tto i~fine il d& Sandro Tu·
mio compagno, Vincenzo Moretti, Il rigore trasformato da Saverino a116'. Nel riquadro Costacurta allo Zini rotti. «Se Cl cullIamo sul risultato sba­
che lavora con grande professionali· gliamo tutto, giusto gioire per la rre­
tà». William Viali ha ritrovato sicurez­ ne». stazione di cuore che aumenta i di­
Adesso il Pergo... «Aspettiamo il za: «Siamo stati l'emblema della lotta Lorenzo Carotti, il 'Nedved della s'piacere per le precedenti due gare.
derby: prima c'è stata un po' di pre· e della sofferenza. Abbiamo trovato bassa', in grande spolvero dopo una Guardiamo avanti perché dobbIamo
sunZIone, ma adesso lavoriamo parti· l'entusiasmo, volevamo questo risul­ gara delle sue tutta corsa e contrasti. esser così anche nel derby e anche
ta per partita». tato a tutti i costi. La squadra sta be- «Complimenti alla Pro Patria perché contro il Legnano».
IV Sport LaPrmincia
Lunedì 13 ottobre 2008

Epotevanwfargli più buchi di W1 fonnaggio svizzero

LPAcel

&
E

di Giovanni Ratti Ma per fortuna non si è di­ do degli spazi che invece le av­ La Propatria, al di là: del fat­
menticata di provare a essere versarie di estrazione proleta­ to che le sue virtù le si sono ri­
hi siamo? Da dove venia­ una squadra, di provare a far ria le negano, e alle prese an­ voltate contro perchè il calcio
mo? Dove andiamo? impaperare la capolista che ar­ che con un compito pSIcologica­ ha un suo strano senso del­
Qual è il ruolo giusto per rivava snocciolando la tabelli­ mente meglio gestibile, la l'umorismo, ha confennato
Saverino? Tubiornottubì? Ave­ na del tre, tre per uno tre, tre squadra di bcom vede rivalu­ guanto si sapeva sul suo conto:
re o essere? Tenere Iaconi o . per due sei, tre per sei diciotto. tata la moneta che sa battere, na personalItà, struttura, ha ri­
no? Non tutte queste domande Ma tre per sette fa ancora di­ ~uella dell'accanimento e del­ sposto al primo s'vantaggio con
filosofiche hanno trovato rispo­ ciotto, perchè la Cremo invece l improvvisazione, dell'appo­ salda compostezza! al secondo
sta ieri pomeriggio, ma chi sen­ di guardare la Propatria come stamento e contrattacco. Es­ con ferocia contro lata, al ter­
za tenere alla Propatria ha tro­ una mortadella guarda un'af­ sendo squadra che sa più reagi­ zo con matura rassegnazione.
vato il coraggio per andare lo fettatrice ha trovato il cora&­ re che agire, contromanovrare Correa al di là del co~nome
stesso allo Zmi stavolta non è gio di darle battaglia. E ha fim­ che manovrare, le avversarie che avrebbe messo i bnvidi a
tornato a casa depresso come Idue to per vincerla1 faticando sbuf­ come la Propatria sono quelle Mondino Fabbri è un giocatore
- un fondo pensione. allenatori fando cigolanoo sferragliando che le stanno meglio addosso, che i dirigenti grigiorossi
Gli umori prima della parti­ Sopra Franco ma fatto sta che la squadra alle­ al di là delle apparenze. Pecca­ avrebbero fatto bene a chiude­
ta erano precari. Così precari Lerdadella nata da Lerda aveva preso un to che ce ne siano poche, che in re a chiave in qualche sgabuzzi·
che in -tribuna c'era un conve­ Pro Patria gol in sei partite e ieri 'poteva fi­ q,uesta giungla di girone si aggi­ no dello Zini, per farglì perde­
gno di allenatori a spasso, pre­ A sinistra Ivo nire con più buchi di una for­ rmo più portogruari che propa­ re il pullman di ritorno verso
senze casuali per carità, casua­ laconi ma di fonnaggio svizzero (Ler­ trie. Qwndi il compito stagio­ Busto.
(Iblrame) dammer?). Se Gori sfruttava nale resta impervio infido in­ La sorte ha distribuito i gol
li come queglI avvoltoi che Ga­ fingardo; a partire da lunedì a con bella lungimiranza: Saveri­
leppini disegnava sugli albi di l'assist di Guidetti/ se Guidetti Crema aove si troverà un'av­ no aveva un bisognane di una
Tex mentre volavano in cer­ sfruttava l'assist di Anania... versaria senz'altro ammaestra­ bella 'botta' pubblicitaria da­
chio sulla testa del poveretto Avvampare di ottimismo ta all'umiltà e all'agguato. E vanti alla gente, che faticava a
sepolto fino al collo nella sab­ adesso sarebbe poco elegante torneranno i probleIlll, la diffi­ perdonarg!i di non essere il
bia del deserto dell'Arizona. dopo una settimana passata a coltà a prendere in J?ugno la profeta del pallone che aveva
Così precari che per fortuna lamentarci come prefIche, e an­ partita senza perdere Il filo, gli Immaginato, Temelin sempli­
q,ualcuno aveva provveduto a che prematuro perchè la Cre­ equilibri, l'orIentamento, sen­ cemente aveva bisogno del gol
ncordarci che i soldi sono nien­ mo non ha ancora perso del tut­ za finire spiaggiati. più che dell'aria. Ma questa
te, altrimenti il Cavaliere to il gusto di cercarsi &uai, di Si sl'era che questi problemi Che era stata immaginata co­
avrebbe rischiato di innervo­ entrare a tradimento In fase pendolari, di rientro dalla bre­ me una Cremo da fanfare rima­
sirsi un filo se la squadra più ca­ zeno ve vacanza, trovino una Cremo ne una Cremo di impolverati
ra del campionato avesse insi­ Quanto visto finora in un sa­ più consapevole, più solida sul peones che hanno bISOgno di
stito a negare di essere una bato, cingue domeniche e un piano pSIcologico, capace di un Pancho Villa da seguire.
squadra. Cremo mettesse sotto la largo dell'uomo contemporaneo da· mercoledI ha fatto maturare non sfilacciare quei meccani­ Ruoli che esaltano un Carotti,
Così precari che in partenza pista J?assa la capolista. vanti al crollo dei mercati mon­ un'idea. Che questa Cremo per smi tattici che ieri hanno tenu­ un Tacchinardi, in attesa che
se!fibra~a più probabile che io tOSI precari che la Cremo in­ diali qualcuno che strillava al sua natura· funziona meglio to così bene. Che Iaconi sappia arrivi la personcina che sappia
1m sentISSI spmto a comprare vece delle solite braghette ros­ capolavoro lo trovavi di sicuro, contro avversarie strutturate, gestire anche quel tipo più sci­ accendere cerini fra le dita del·
1111 detersivo pubblicizzato da se era entrata in campo in mu­ e invece senza una finna d'au­ di personalità, che si prendono voloso di partita con la lucidità le difese avversarie. Vedi alle
II orst Mahler, da Odifreddi, da tande bianche, che se l'idea tore sembrava solo una squa­ il gioco sulle sl'alle: senza do­ funzionale con cui ieri ha impo­ voci trequartista, incursore, ri­
Yoko Ono, da Nasrallah o da l'aveva un Cattelan per simbo­ dra che si è dimenticata i pan­ ver fare la partIta, potendo in­ stato il match e ha deciso i cam­ finitore, mezzapunta (antiqua·
. . 'l1ttQ 'are il disagio metafisico taloncini. v.:ece fare controgioc.o...Iwden- bi. to). giocare.fra le linee...