Sei sulla pagina 1di 1

la Repubblica

VENERD 16 SETTEMBRE 2011

CRONACA

NAPOLI

I IV

PER SAPERNE DI PI www.comune.napoli.it www.regione.campania.it

Anm, finisce lera di Antonio Simeone


Il Comune nomina un amministratore unico, lemiliano Renzo Brunetti
ROBERTO FUCCILLO
FUORI due. Ai primi di agosto era toccato a Metronapoli, e al suo amministratore delegato Antonietta Sannino. Ieri saltato anche il presidente dellAnm, la principale azienda di trasporti municipale. Antonio Simeone esce dalla sala comandi insieme agli altri membri del Consiglio di amministrazione: Enrico Pennella, Mario Cacciola, Vincenzo Gargiulo, Sergio Bocchetti. Cedono il posto a un amministratore unico, operazione gi attuata con la nomina di Alberto Ramaglia a Metronapoli. AllAnm arriva invece Renzo Brunetti. Laureato in fisica, Brunetti dirigeva dal 2007 la Atm, lazienda trasporti di Ravenna, ma in passato stato anche direttore generale dellAtaf a Firenze, presidente della Actv a Venezia e della Atc a Bologna (dove era assessore proprio Anna Donati, attuale assessore ai trasporti a Napoli). Lultimo incarico, al quale stava lavorando, era quello di direttore di StartRomagna, lazienda nata dalla fusione delle tre societ di trasporti di Ravenna, Rimini e Forl. Incarico di non poco conto, visto che lobiettivo dichiarato della giunta quello di fondere anche qui Metronapoli, Anm e Napolipark. La decisione stata assunta nonostante un tentativo in extremis del Pd. Una delegazione, composta dal commissario Andrea Orlando, dal capogruppo Ciro Fiola e dal responsabile per le partecipate Umberto De Gregorio, era salita a Palazzo San Giacomo per suggerire proprio alla Donati di rando che il riordino delle partecipate prosegue, poi definiva Brunetti tecnico particolarmente qualificato, a cui affidiamo il delicato compito di razionalizzare i costi della societ e rendere pi efficiente il trasporto pubblico cittadino. Anche la Donati definiva Brunetti garanzia di un efficace e rapido percorso verso la fusione con Metronapoli e Napolipark. Era nellaria che prima o poi dovesse finire, commentava invece Simeone. Poi aggiungeva: Voglio vedere un attimo le motivazioni. Se c un senso politico, bene. Se invece la cosa suoner offesa al mio lavoro, mi difender. La battaglia legale dietro langolo. Ci sar anche quella politica: ora i partiti chiederanno a Realfonzo perch non sia stata ancora toccata Napolipark, dove siede Francesco Saverio Lauro, nominato dallo stesso Realfonzo quando era ancora in giunta con la Iervolino.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Capodichino

Unofferta scozzese sui servizi di terra allarma i lavoratori


ARRIVANO gli scozzesi e sale la tensione tra settecento dipendenti dellaeroporto di Napoli. Si occupano dei servizi di terra (carico e scarico bagagli, check-in, documentazione di bordo) e lavorano per due operatori italiani, Gh Napoli e Aviation services. Un terzo operatore, tra i leader mondiali, Menzies, ha lanciato unofferta dalla Scozia per entrare a Capodichino: avrebbe stretto un accordo con la compagnia Easy Jet, offrendo gli stessi servizi a un prezzo minore. Ma ora i lavoratori temono per la salvaguardia dei loro livelli salariali. Chiesta dal consigliere Carmine Sgambati (Napoli tua) una riunione della commissione trasporti alla presenza dei sindacati e degli assessori Esposito (Sviluppo) e Donati (Trasporti). (alessio gemma)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lex presidente
Lex presidente dellAnm Antonio Simeone A destra un autobus

Un mese fa stessa operazione a Metronapoli. Si va verso la fusione con Anm e Napolipark


non procedere con la falce, per evitare contenzioso e costi. La spada dei ricorsi pende infatti sul Comune gi per le vicende di Sannino e di un paio di consiglieri di Asa a suo tempo defenestrati. Il Pd suggeriva invece la liquidazione delle tre societ e la contemporanea cessione dei tre rami di azienda a una Newco. Per giunta Fiola andava poi in Consiglio, per la seduta contro la manovra del governo (dove il centrodestra comunque non firmava il documento proposto dallAnci) e avvertiva lassessore Riccardo Realfonzo: Il giudizio sul bilancio naturalmente ce lo riserviamo a fine mese, una volta visti i riequilibri. Insomma, cerano gi nubi sul feeling che lo stesso Pd aveva ristabilito una settimana fa col sindaco proprio sulle partecipate. Daltro canto in quel momento Realfonzo era gi allassemblea dei soci di Anm, dove si stava votando la novit. Ne usciva dichia-

La vertenza

Sospeso lo sciopero del 20 settembre. Stamattina sui treni della Circum viaggi di protesta di esponenti Pd

Trasporti, dalla Regione 15 milioni per agevolare i prepensionamenti


TIZIANA COZZI
QUINDICI milioni di euro stanziati dalla Regione come fondo di sostegno ai prepensionamenti del trasporto pubblico locale. E la sospensione dello sciopero annunciato per il 20 settembre Questi gli esiti dellincontro tenutosi ieri nella sede dellassessorato al Centro direzionale tra gli assessori regionali ai Trasporti, Sergio Vetrella, e al Lavoro, Severino Nappi; Nello Polese, amministratore delegato della holding regionale Eav (Ente Autonomo Volturno); i rappresentanti dei sindacati e la quarta commissione Trasporti. Una boccata daria che sospende il giudizio sul futuro dei circa duemila lavoratori a rischio del settore. Intanto anche la Campania riconsegna al governo i contratti di servizio: per la maggioranza si tratta dei contratti Trenitalia. In segno di protesta, come tutte le altre regioni italiane e come ha stabilito il presidente della conferenza delle regioni, Vasco Errani, sono stati rinviati al mittente i contratti che regolano i servizi del trasporto pubblico locale. Le decisioni prese dal governo con lultima manovra ha detto il presidente Errani sul fronte del trasporto pubblico locale creeranno unemergenza per milioni di lavoratori e stuper i primi esodi incentivati. Da domani (oggi, ndr) si sospende lo sciopero annuncia la Filt Cgil - Si rinvia tutto al prossimo tavolo tecnico dove si verificheranno le misure da intraprendere rispetto al taglio dei servizi. Non siamo soddisfatti ma almeno un inizio. Un ulteriore richiesta avanzata dalle parti sociali lo sblocco dei fondi europei Fas, destinati alla Campania, che potranno contribuire al pagamento della cassa integrazione per almeno una parte dei lavoratori. Lincontro si concluso a tarda sera, mentre davanti alla sede della Regione protestavano lavoratori e viaggiatori, esasperati dal taglio delle corse in seguito al piano di ridimensionamento voluto dallEav. Le proteste intanto, proseguono. Oggi giornata di mobilitazione del Pd. Parlamentari, consiglieri regionali e provinciali, nonch rappresentanti dei circoli del Pd, viaggeranno con i pendolari della Circumvesuviana a partire dalle 7.30 del mattino. A quella stessa ora la senatrice Teresa Armato e il consigliere regionale Antonio Amato partiranno dalla stazione di Nola e si fermeranno a Pomigliano dArco per discutere con egli operai della zona dei disagi provocati dal taglio delle corse.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lassessore
Lassessore regionale al Lavoro Severino Nappi A sinistra, una stazione della Circumvesuviana

Universit degli Studi di Napoli Federico II


Polo delle Scienze e delle Tecnologie AVVISO DI AGGIUDICAZIONE Si comunica che, con delibera del Consiglio di Polo n. 7 del 21/07/2011, la gara 5/S/09 - Servizio di pulizia delle strutture afferenti al Polo delle Scienze e delle Tecnologie. 5 lotti. Ditte aggiudicatarie: LOTTO 1 - KUADRA srl Importo offerto Euro 4.086.899,56, oltre i.v.a.; LOTTO 2 - Cooperativa Europa Servizi Importo offerto Euro 1.812.753,42 oltre i.v.a.; LOTTO 3 - KUADRA srl Importo offerto Euro 2.546.808,64, oltre i.v.a.; LOTTO 4 - KUADRA srl Importo offerto Euro 4.159.700,46, oltre i.v.a.; LOTTO 5 - KUADRA srl Importo offerto Euro 3.646.712,48, oltre i.v.a. Ulteriori informazioni sul sito www.polost.unina.it
f.to Il Direttore Dott.ssa Paola Balsamo

denti. Il taglio crea problemi fortissimi, ma noi non vogliamo uno scontro istituzionale. A questo punto il governo dia risposte concrete sul capitolo dei servizi fondamentali per i cittadini. Un gesto obbligato perch i soldi mancano e non si pu andare avanti il prossimo anno con i tagli previsti dalla manovra, dicono dallassessorato guidato da Sergio Vetrella. Pi volte si sollecitato lintervento del governo senza nessun risultato, ora la provocazione di ieri potrebbe dare qualche esito. Il mi-

nistro Raffaele Fitto ha infatti convocato un tavolo la prossima settimana per discutere la questione con Regioni, Comuni e Province. Fino al 31 dicembre i contratti pluriennali garantiranno i servizi, quindi il trasporto su ferro governato da Trenitalia non subir modifiche. Ma con gli inizi del nuovo anno le cose potrebbero cambiare e la situazione potrebbe precipitare. Insomma, anche i treni regionali potrebbero subire pesanti tagli, pi di una volta anche dai vertici di Trenitalia si era paven-

tata questa possibilit, visto che i pagamenti da parte della Regione sono in netto ritardo da mesi. Dunque, ancora una giornata complicata in un settore che ormai al collasso. Mentre nel pomeriggio si riconsegnavano i contratti al Ministero dei rapporti con le Regioni, al centro direzionale si discuteva del destino di 2000 lavoratori. Un tavolo al quale i sindacati si sono presentati con una sola richiesta: la cassa integrazione. Una conquista ancora lontana, sebbene siano riusciti a strappare 15 milioni