Sei sulla pagina 1di 2

elle-d

Posts is

Locchio, organofinestra sullintero organismo.


Quando, durante la visita oculistica, lo specialista utilizzando degli appositi colliri dilata la pupilla per osservare il fondo dellocchio (fundus), valuta lo stato della retina, del nervo ottico, della macula e dei vasi retinici traendo conclusioni specifiche sulle condizioni di salute di questo prezioso organo che presiede la funzione visiva.

Tuttavia loculista, esaminando il fondo dellocchio, riesce a trarre importanti informazioni circa le condizioni di salute dellintero organismo valutando altres la presenza di patologie sistemiche ed eventualmente monitorizzandone levoluzione. In effetti lunica occasione, nellambito di unindagine medica, per poter accedere facilmente ad un distretto circolatorio osservando direttamente lo stato dei vasi che alcune malattie sistemiche sono in grado di alterare come ad esempio il diabete, lipertensione arteriosa, le patologie della tiroide, le anemie. Cos come ci consente di svelare la presenza di queste patologie che in alcuni casi i pazienti non erano a conoscenza di avere, allo stesso modo l osservazione della retina in queste malattie sistemiche pu fornire utili indicazioni per orientare successivamente il diabetologo, il cardiologo o l endocrinologo nellaggiustamento della terapia qualora loculista dovesse osservare levoluzione peggiorativa ad esempio di una retinopatia ipertensiva o di una retinopatia diabetica. Lesame del fundus e molto utile nel caso di ipertensione arteriosa perche permette di osservare il microcircolo. Il fundus infatti e

elle-di | centro di medicina tradizionale e complementare http://elle-di.it info@elle-di.it

elle-d

Posts is
lunico punto dove si puo osservare il microcircolo agevolmente senza manovre invasive. Lesame e molto semplice e assolutamente indolore a parte un po di fastidio per la luce intensa. Si dilata la pupilla con apposite gocce e si osserva il fundus con un apparrecchio chiamato oftalmoscopio. Dopo circa due ore la pupilla torna normale e la sensazione di visione annebbiata svanisce. Si puo osservare lo stato delle pareti delle vene e delle arterie e se lipertensione e tale da essere pericolosa. Infatti quello che succede nell occhio e la stessa cosa che succede in organi delicati come rene e cuore (che sono due dei principali organi bersaglio dei danni da ipertensione). Se locchio e esente da alterazioni lo saranno anche gli altri organi, se nellocchio ci sono segni di una grave ipertensione e verosimile che anche gli altri organi ne siano coinvolti e bisogna prendere provvedimenti piu efficaci per il controllo della pressione arteriosa. Altrettanto utile lesame del fundus in un paziente diabetico. Tale indagine in grado di svelare la retinopatia diabetica, una patologia retinica causata dalle alterazioni dei piccoli vasi ematici a cui vanno incontro i pazienti affetti da diabete, sia nelle forme di diabete non insulino-dipendente (tipo 2, delladulto), sia nel diabete insulinodipendente (tipo 1, giovanile) in cui le complicanze oculari sono pi frequenti e potenzialmente pi gravi. Lincidenza della retinopatia andata crescendo in relazione allaumento della durata media della vita del diabetico ed passata dal 15% di 50-60 anni fa al 50% e pi degli ultimi anni. I pazienti diagnosticati come diabetici prima dei 30 anni di et presentano una retinopatia diabetica nel 50% dei casi dopo 10 anni e ben del 90% dopo 30 anni. il rischio di cecit di circa 25 volte maggiore nei diabetici rispetto ai non diabetici. Linstaurazione e levoluzione della retinopatia sono secondarie alle anomalie endocrino-metaboliche della malattia, legate alla componente genetica e ad altri fattori di rischio: superalimentazione, obesit, ipertensione arteriosa, anemia, vita sedentaria etc. La malattia diabetica produce alterazioni delle pareti dei capillari retinici, con fuoriuscita di liquido dalle pareti alterate (formazione di edema retinico: accumulo di liquidi nello spessore della retina), ed alterazioni occlusive, con conseguente sofferenza dei tessuti per ridotto apporto ematico (ischemia retinica). In conclusione, alla luce di tutte le informazioni che pu fornire un accurato esame della vista non sbagliato considerare locchio come lo specchio della nostra salute. A cura Dott. Diego Vecchi Specialista in Oculistica

elle-di | centro di medicina tradizionale e complementare http://elle-di.it info@elle-di.it