Sei sulla pagina 1di 1

Il Messaggero UMBRIA

LA POLEMICA SULLE COPPIE DI FATTO

Nessuno osi intimidire il vescovo


di CARLO LIV1ANTONI

LA CHIESA ha tutto il diritto di intervenire sulle grandi questioni che riguardano la condizione dell'uomo, dalla pace alla famiglia, mentre dovere della politica garantire la laicit delle istituzioni. Mi riferisco alla questione delle coppie di fatto. dopo le controversie sulla delibera della giunta regionale sui fondi per l'acquisto della prima casa. Nessuno osi tentare di intimidire il vescovo di Perugia quando questi esercita l'alta funzione di magistero della Chiesa a sostegno della famiglia. Forse, qua e l, occasionali atteggiamenti di parte delle gerarchie possono contribuire ad accreditare ipotesi di decadimento della laicit delle istituzioni pubbliche ed indurre a confusioni che Uniscono per nuocere a tutti, magistero della Chiesa compreso. Ma la laicit delle istituzioni e della politica affi-

data essenzialmente alla politica, alle istituzioni stesse ed agli uomini che sono chiamati a reggerle. Quando il magistero episcopale interviene sul terreno dei destini dell'uomo e dei valori fondanti dei patrimoni culturali e spirituali della persona e della famiglia, e questi incrociano atti di governo e di pubblica amministrazione, il cristiano che opera nella politica e nelle istituzioni ha il dovere di assumersi laicamente le responsabilit che l'autonomia politica comporta e compiere scelte che sappiano corrispondere ai valori fondanti della societ umbra e perseguire il bene comune. II non credente ha il dovere del rispetto di quel magistero anche quando la profezia non coincida con le visioni politiche della propria pane, La Chiesa, annunciatrice instancabile di pace con Giovanni Paolo li, la stessa Chiesa che annuncia e difende il mistero della vita, che

trova nella famiglia il suo cardine. Presidente del consiglio regionale

Troppa faciloneria. La precedente delibera regionale sui contributi per la casa alle coppie di fatto sicuramente stata approvata con una In consiglio regionale. certa faciloneria. Proprio recentemente la Chiesa, per E' doveroso coinvolgere tutto il bocca dello stesso pontefice, consiglio regionale nella diha affermato che soltanto il scussione sulla delibera della matrimonio conferisce sacragiunta regionale che prevede lit all'unione tra uomo e doncontributi a favore di coppie ne, le coppie di fatto sono di nuova costituzione per l'acnon conformi al disegno diquisto della prima casa. Chievino. Pi volte il Papa si diamo quindi la convocazioespresso sul tema del matrine straordinaria del consiglio monio denunciando la crisi regionale per discutere la modi questa istituzione aggiunzione presentata il 2 febbraio gendo che le conseguenze scorso sull'argomento da Sesono proccupanti sia nella sfebastiani, Modena e Laffranra personale che in quella co. pubblica. Su argomenti cos Enrico Sebastiani, importanti non si pu camFrancesco Zaffni, biare posizione. L'uomo poliPietro Laf franco, A ndrea tico ha un proprio ideale che Lignani Marchcsani, pu giustamente manifestare Fiaminciia Modcna. e trasferire nell'alto politico, Enrico Mclasecche ma giusto che mantenga Gcmini e Luciano Rossi integro il suo credo in tutti i Consiglieri regionali comportamenti quotidiani. della Casa delle Libert Carlo Castori Presidente circolo D'Annunzio - Perugia