Sei sulla pagina 1di 2

IL DECRETO PUNTO PER PUNTO

Finalmente con il Decreto Sirchia l'Italia inizia a recepire la pericolosit del mercurio e dei suoi composti. Il Ministro della Sanit mostra grande lungimiranza ed equilibrio nelle posizioni prese sull'amalgama e con il precedente decreto legge che impone la messa al bando dei vaccini contenenti sali di mercurio (Timerosal)

Considerato altres che l'incidenza dell'allergia al mercurio in incremento Questo dato non del tutto corretto da un punto di vista scientifico ma comunque gradevole venga sottolineato il problema delle allergie. Peccato che si parli sempre di allergie e problematiche locali e non di tossicologia sistemica dei materiali. Il problema maggiore definire quali pazienti sono immunologicamente reattivi al mercurio a livello cellulare, non solo come reattivit allergica cutanea.

Considerato che la sostituzione degli amalgami dentali con altri materiali non giustificata perch questi non mostrano un livello di sicurezza e durata superiore a quello degli amalgami Questa affermazione implicitamente afferma che i materiali odontoiatrici non sono sicuri, tantomeno l'amalgama! Di fatto tutti i materiali odontoiatrici immessi sul mercato con marchiatura CE sono sottoposti ai protocolli ISO/ANSI per la verifica della biocompatibilit. L'unico materiale non sottoposto a test rimane, in tutto il mondo, l'amalgama poich gode dei diritti acquisiti: era in uso prima della creazione stessa dei test di verifica. L'FDA stessa certifica la purezza dei componenti, non la biocompatibilit del materiale finito. Confrontare la possibili reativit di materiali vetro ceramici e polimerici con la tossicit dei metalli pesanti implica ordini di grandezza del tutto incomparabili. Considerato comunque che esiste sia il problema di sottogruppi di popolazione particolarmente suscettibili (bambini, donne in gravidanza, ecc.) da tutelare maggiormente, sia quello di particolari situazioni che possono esporre a picchi di Hg anche importanti Finalmente l'Italia ammette fra le righe l'esistenza del problema amalgama. Ci sono popolazioni a maggior rischio in cui il materiale non poi cos innocuo ed atossico come si vuole spesso dire. Rimane da capire perch il resto della popolazione possa essere esposta senza rischi ai metalli pesanti Considerato che gli utilizzatori e, se del caso, i pazienti, devono essere informati delle precauzioni di impiego da osservare Curioso che i pazienti debbano essere informati 'se del caso'.. Il consenso informato obbliga a dichiarare i pro ed i contro delle terapie ed in molti stati ormai obbligatorio specificare al paziente che l'otturazione in l'amalgama contiene e rilascia mercurio. Rimane da capire quali sono le precauzioni d'impiego da utilizzare. Se ci si rif alle schede di sicurezza per il mercurio occorre evitare il contatto con la pelle e le mucose, l'inalazione di vapori, l'ingestione etc

stoccare le capsule di amalgama in un ambiente fresco e ventilato;

Stessa disposizione che per i rifiuti d'amalgama. Forse anche la bocca deve essere tenuta in ambiente fresco e ventilato....
realizzare sempre sotto raffreddamento, aspirazione ed isolamento del campo operatorio, la fresatura e la lucidatura dell'amalgama;

Bioral - Ricerca e Diagnostica in Odontoiatria Biologica info@bioral.it

Potrebbero piacerti anche