Sei sulla pagina 1di 4

Allergia: rimedi naturali contro le allergie

Sembra facile parlare di allergia, ma sono tantissime le forme di allergia che possono colpirci, queste vanno dal classico raffreddore da fieno alle allergie ai metalli e alle sostanze chimiche alle allergie alimentari. Vediamole in dettaglio analizzando anche quali aiuti possiamo trovare tra i rimedi naturali.

Argomenti: - Raffreddore da fieno - Alcuni consigli - La Gemmoterapia consiglia - Allergie ai metalli e alle sostanze chimiche - Allergie alimentari Tempo di lettura: 5 minuti Raffreddore da fieno E' una reazione allergica ai pollini e alle spore che vengono rilasciati da alberi, erbe e piante, soprattutto in Primavera e Estate. Trasportati dal vento vengono inalati attraverso la bocca, il naso o entrano in contatto con la mucosa congiuntivale degli occhi. Il nostro sistema immunitario pu scambiare queste molecole per nemici e scatenare cos una risposta, determinata prevalentemente dalla liberazione di una molecola chiamata istamina. Questa molecola mette in atto tutta una serie di meccanismi di difesa che determinano in noi i classici sintomi dell'allergia: naso che cola, occhi che lacrimano, palato che prude, starnuti. Altri allergeni come il pelo del gatto, del coniglio, del cane, del porcellino d'india, del cavallo o gli acari della polvere possono causare gli stessi sintomi che per perdurano tutto l'anno, finch vi si entra in contatto. A seconda della stagione saranno diversi i pollini che scatenano l'allergia: Primavera - pollini di alberi ( i disturbi di solito compaiono da gennaio a met maggio ) Estate - pollini di piante erbacee ( il raffreddore si presenta da maggio fino a luglio ) Autunno - spore di muffe e pollini di piante infestanti ( i funghi rilasciano le spore tra agosto e ottobre ) Alcuni consigli Vi sono dei piccoli accorgimenti che si possono attuare per ridurre il pi possibile il contatto con le spore e i pollini, ad esempio tenendo porte e finestre chiuse quando la quantit dei pollini elevata, non tagliare l'erba in giornate molto calde poich favorisce la liberazione dei pollini, se siete stati all'aria aperta una volta tornati a casa cambiatevi i vestiti e fate una doccia per ridurre la quantit di pollini che avete portato in casa, lavate spesso gli occhi con acqua fredda, ungete l'interno del naso con vaselina per evitare che le spore si depositino sulle sue pareti interne non fumate e evitate ambienti con persone che fumano. La Gemmoterapia consiglia Ribes nigrum MG 1 DH 50 gocce al mattino in acqua 15 minuti prima di colazione Rosmarinus officinalis MG 1 DH 50 gocce a mezzogiorno 15 minuti prima di pranzo Rosa canina MG 1 DH 50 gocce la sera 15 minuti prima di cena La fitoterapia ha a disposizione 2 piante molto valide: PERILLA e ADATODA VASICA La Perilla una pianta originaria dell'Asia Orientale che viene coltivata soprattutto in Giappone, Cina, Corea. Possiede foglie ovali seghettate verdi o rosse e infiorescenze in spighe che contengono semi ricchi di acido alfa linoleico e polifenoli. Dalle foglie e dai semi si ottengono estratti ricchi di polifenoli. Ultimamente stata utilizzata anche come rimedio per il colesterolo visto l'alto contenuto di acidi grassi polinsaturi. L' Adatoda Vasica un piccolo arbusto sempreverde che cresce ai piedi della catena dell'himalaya. Ha foglie lanceolate e fiori di colore bianco con striature porpora, riuniti in spighe. Il frutto una capsula contenente 4 semi. Da sempre la medicina Ayurvedica utilizza il succo e gli estratti

di foglie fresche. Possiamo trovare formulazioni contenenti entrambe queste piante, associate anche a ribes nigrum, oppure possiamo utilizzarle singolarmente. Allergie ai metalli e alle sostanze chimiche Le allergie di questo tipo si manifestano prevalentemente nei confronti di metalli quali cobalto, mercurio, cromo e nichel. Il cobalto si trova nel cemento, in alcuni detersivi e oli lubrificanti. Il mercurio contenuto in alcuni cosmetici, coloranti, cere e vernici. Il cromo si trova nel cemento, nei detersivi, nei candeggianti, nei saponi, nel cuoio, nelle sostanze antiruggine. Il nichel presente nei coloranti, soprattutto quelli a base di anilina, utilizzati nella lavorazione di pelle, pellicce, gomma ma viene utilizzato anche per la placcatura di orecchini, collane, bracialetti e si pu ritrovare nella composizione di cosmetici. Da tutto questo si vede che molte persone possono essere colpite da questo tipo di allergie, da chi lavora in cementifici o in pelletterie alle donne che usano detersivi o cosmetici o bigiotteria. Oltre ai metalli anche varie sostanze chimiche possono causare un effetto irritante o allergico. Pensiamo a : - agenti ossidanti come la candeggina - agenti disidratanti come alcol o etere - detersivi, saponi, bagnoschiuma Questo tipo di allergia pi correttamente chiamata dermatite da contatto e si manifesta sotto forma di eritema, bolle, desquamazione, ulcerazioni della pelle. I sintomi maggiori sono bruciore, dolore e prurito e le zone pi colpite sono quelle esposte come mani, avanbracci e viso. Il consiglio migliore di proteggersi utilizzando sempre per le mani guanti di gomma, ed eventualmente anche guanti di cotone sotto, quando si deve venire in contatto con queste sostanze, non utilizzare mai detersivi o saponi molto aggressivi o sgrassanti e per quanto riguarda i bagnoschiuma e cosmetici rivolgersi solo a case che utilizzano ingredienti naturali e che certifichino l'assenza di metalli nella composizione dei loro prodotti. Allergie alimentari Sono scatenate da uno o pi alimenti che se ingeriti possono determinare una reazione del sistema immunitario con produzione di anticorpi. Tra gli alimenti che possono dare queto tipo di allergia abbiamo - latte e latticini ( spesso si presenta in bambini minori di 2 anni e poi scompare nella crescita ) - soia ( presente di solito in chi allergico a latte e latticini ) - uova - arachidi e noci - pesci e crostacei - fragole - pomodori - agrumi - grano Un discorso a parte sono le intolleranze alimentari che non sono dovute a meccanismi di tipo immunitario e regrediscono se si sospende l'assunzione del cibo incriminato. Infatti le allergie alimentari sono scatenate dalla liberazione di istamina da parte di immunoglobuline E ( IgE ) le reazioni delle quali durano tutta la vita mentre le intolleranze sono dovute all'azione di immunoglobuline G ( IgG ) che hanno una durata limitata.

Vogli fare un accenno anche a tutte quelle reazioni allergiche che possono essere causate da incidenti occasionali. Per esempio pu capitare di essere punti da una vespa! E' una eperienza veramente dolorosa ma vi possono essere persone nelle quali la puntura pu determinare una reazione allergica che pu portare perfino al soffocamento. Sono casi molto rari e spesso basta avere con s una pasticca di cortisone per non incorrere in nessun rischio grave. In alcuni caso possono essere utili gli oli essenziali. Vediamo quali: Puntura di ape o di vespa: 1 goccia di olio essenziale puro di lavanda o di tea tree oil ( si opera cos anche se veniamo in contatto con ortica ) Puntura di zanzara o tafano: 1 2 gocce di olio essenziale di menta o di geranio.